Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
gambero_parlante
Site Admin
Messaggi: 1039
Iscritto il: 18 mag 2007 17:13

Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda gambero_parlante » 06 set 2019 16:02

Iniziamo oggi la pubblicazione dei vini che hanno ottenuto il massimo riconoscimento sulla guida Vini d'Italia 2020. che uscirà a metà ottobre.

Cerasuolo di Vittoria Giambattista Valli Paris 2017 - Feudi del Pisciotto
Contrada C 2017 - Passopisciaro
Eloro Nero d’Avola Fontanelle 2014 - Curto
Etna Bianco A’ Puddara 2017 - Tenuta di Fessina
Etna Bianco Alta Mora 2018 - Alta Mora
Etna Bianco Cavanera Ripa di Scorciavacca 2017 - Firriato
Etna Rosato Mofete 2018 - Palmento Costanzo
Etna Rosso 2017 - Tornatore
Etna Rosso Arcurìa 2017 - Graci
Etna Rosso Contrada Monte Serra 2017- Benanti
Etna Rosso Feudo di Mezzo 2016 - Cottanera
Etna Rosso V. Barbagalli 2016 - Pietradolce
Etna Rosso Vico Prephylloxera 2016 - Tenute Bosco
Etna Rosso Vign. Monte Gorna Ris. 2013 - Nicosia
Faro 2017 - Le Casematte
Malvasia delle Lipari Passito 2018 - Caravaglio
Noto Nero d’Avola Santa Cecilia 2016 - Planeta
Passito di Pantelleria Ben Ryé 2016 - Donnafugata
Perricone Furioso 2016 - Assuli Sicilia
Sicilia Bianco Maggiore 2018 - Rallo
Sicilia Bianco Nozze d’Oro 2017 - Tasca d’Almerita
Sicilia Catarratto Terre Rosse di Giabbascio 2018 - Centopassi
Sicilia Grillo Shamaris 2018 - Cusumano
Sicilia Grillo V. di Mandranova 2018 - Alessandro di Camporeale
Sicilia Mandrarossa Cartagho 2017 - Cantine Settesoli
Sicilia Nero d’Avola Saia 2017 - Feudo Maccari
Gambero Rosso
Avatar utente
RussianMind
Messaggi: 99
Iscritto il: 03 ago 2018 12:13

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda RussianMind » 06 set 2019 22:58

Tre Bicchieri Sicilia, ovvero quando pensi di aver toccato il fondo, e invece sprofondi ancora più in basso.
In pratica tutto il meglio della Sicilia, tranne 3-4 cantine, non c'è. Non era facile :lol:
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2045
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda gianni femminella » 07 set 2019 11:26

RussianMind ha scritto:Tre Bicchieri Sicilia, ovvero quando pensi di aver toccato il fondo, e invece sprofondi ancora più in basso.
In pratica tutto il meglio della Sicilia, tranne 3-4 cantine, non c'è. Non era facile :lol:


Visto che è aperto un altro argomento con un tema vicino, quali cantine salveresti?
Benanti, Fessina, Graci, Costanzo?
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
RussianMind
Messaggi: 99
Iscritto il: 03 ago 2018 12:13

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda RussianMind » 07 set 2019 13:01

Diciamo quelli che mancano allora. Che sono nomi altisonanti, che il vino lo vendono, e hanno punteggi alti sulle maggiori testate USA e europee. Sono tutti scemi su Wine Advocate, Vinous, Wine Spectator, Jancis Robinson, Falstaff, Merum...

Arianna Occhipinti (!!!)
Eduardo Acosta Torres
COS (che gli vuoi dire a Occhipinti? sono un riferimento su scala italiana, non siciliana)
I Custodi delle Vigne dell'Etna
Frank Cornelissen (far finta che non esista non è possibile)
Tenuta delle Terre Nere (!!!)
Nino Barraco
Girolamo Russo (a proposito di Etna al top)
Porta del Vento
Terra Costantino
Quantico
I Vigneri
Calabretta
Marco De Bartoli (anche qui, vedi COS e Arianna Occhipinti, come fai a non metterli mai).
Tenuta di Castellaro
SRC (vini ottimi a proposito di Etna)
Federico Graziani
Manenti
Aeris (recentemente 96/100 su Vinous)

Probabilmente la maggior parte di questi produttori neanche dà più i campioni.
Messner
Messaggi: 730
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda Messner » 07 set 2019 13:36

RussianMind ha scritto:Diciamo quelli che mancano allora. Che sono nomi altisonanti, che il vino lo vendono, e hanno punteggi alti sulle maggiori testate USA e europee. Sono tutti scemi su Wine Advocate, Vinous, Wine Spectator, Jancis Robinson, Falstaff, Merum...

Arianna Occhipinti (!!!) VINI PULITI ANCHE QUI NON SEMPRE...VIGNAIOLA MOLTO MA MOLTO BRAVA, HA CONTRIBUITO A RENDERE NOTA LA ZONA DI VITTORIA ALTROVE, CHAPEAU PER CARITA', MA LA VOLATILE ALTA L'HO SENTITA TANTE VOLTE, ANCHE SU VINI FATTI RECENTEMENTE(AD AGOSTO HO BEVUTO SP68 ROSSO 2017, ZERO BRETT MA CI SI POTEVA CONDIRE L'INSALATA). VINI PER ME TROPPO ALTALENANTI A LIVELLO QUALITATIVO.

Eduardo Acosta Torres IL SUO FIDANZATO LA SEGUE A RUOTA. ANCHE LUI MOLTO BRAVO MA PUO' MIGLIORARSI. HA UN POTENZIALE NON INDIFFERENTE QUEL RAGAZZO. PREFERISCO I SUOI BASE AI VINI DI CONTRADA (IL BIANCO HA UNA BONTA' NON INDIFFERENTE)

COS (che gli vuoi dire a Occhipinti? sono un riferimento su scala italiana, non siciliana) SONO D'ACCORDO MA SU SCALA ITALIANA MI SEMBRA UN POCHINO ECCESSIVO

I Custodi delle Vigne dell'Etna ANTE UN BELLISSIMO BIANCO ETNEO. VINUJANCU NON VIENE PIU' PRODOTTO, HANNO CAPITO ANCHE LORO CHE C'ERA QUALCOSA CHE NON ANDAVA. GLI ALTRI SI PERDONO NELLA MASSA ETNEA, SENZA INFAMIA E SENZA LODE

Frank Cornelissen (far finta che non esista non è possibile) VEDERE SOPRA

Tenuta delle Terre Nere (!!!) QUANDO SI PARLA DI INTERNAZIONALIZZARE IL TERROIR... NON MI PIACE, NON SA DI ETNA, UTILIZZO SMODATO DEL LEGNO, VINI TROPPO COSTOSI PER LA COSTANZA CHE HANNO E SONO POCO TERRITORIALI.

Nino Barraco SONO D'ACCORDO


Girolamo Russo (a proposito di Etna al top) SONO D'ACCORDO, TRA I MIGLIORI PRODUTTORI ETNEI IN PIANTA STABILE

Porta del Vento BRAVI MA NON LI VEDO TRA I TOP

Terra Costantino BRAVI MA NON LI VEDO TRA I TOP

Quantico DEVONO ANCORA FARE QUALCHE VENDEMMIA, MA SONO PROMETTENTI

I Vigneri DECISAMENTE D'ACCORDO, SOPRATTUTTO NEGLI ULTIMI ANNI CHE LAVORA MEGLIO IN CANTINA

Calabretta VOLATILE ALTA, SPESSO, NON SOLO. UN RIFERIMENTO PER I BIODINAMICI ETNEI, MA NON VINO DA PREMI, ASSOLUTAMENTE

Marco De Bartoli (anche qui, vedi COS e Arianna Occhipinti, come fai a non metterli mai). ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO

Tenuta di Castellaro SI SONO BRAVI, QUALCHE ETICHETTA PUO' AMBIRE A QUALCHE PREMIO, NON SEMPRE

SRC (vini ottimi a proposito di Etna) SI E' PULITO ANCHE LUI UN POCHINO, RISPETTO A QUANDO AVEVA COMINCIATO. VINI MOLTO TERRITORIALI, MA PER ME NON SONO AL TOP

Federico Graziani VINI PULITISSIMO, LECCATI, BEN FATTI, MA POCO ETNEI. DA PREMIO SICURAMENTE, MA NON SONO LO SPECCHIO DE A MUNTAGNA. MARENEVE MOLTO INTERESSANTE, PROFUMO DI VULCANO NON CI SIAMO

Manenti NON HO ASSAGGI, NON POSSO VALUTARLO

Aeris (recentemente 96/100 su Vinous) NON HO BEVUTO NULLA. PENSO SIANO DEI CALIFORNIANI CHE, FOLGORATI DAL VULCANO, HANNO ACQUISTATO TERRENI IN ZONA MILO, NEL SUPERCRU CASELLE E MONTELAGUARDIA (SUBITO PRIMA RANDAZZO VENENDO DAL MARE). SONO SEGUITI DA SALVO FOTI QUINDI INDUBBIAMENTE, COME I CUSTODI, CI SARANNO VINI INTERESSANTII. PERO' NON HO MAI ASSAGGIATO NULLA QUINDI NON MI ESPRIMO


Probabilmente la maggior parte di questi produttori neanche dà più i campioni.



Sono in parte d'accordo con te, ma ti evidenzio in grassetto alcuni nomi e ti faccio le mie considerazioni.

Analizzando la tua lista si evince la tua propensione verso il vino naturale, a volte troppo per mano di taluni interpreti
littlewood
Messaggi: 1806
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda littlewood » 07 set 2019 15:46

Messner ha scritto:
RussianMind ha scritto:Diciamo quelli che mancano allora. Che sono nomi altisonanti, che il vino lo vendono, e hanno punteggi alti sulle maggiori testate USA e europee. Sono tutti scemi su Wine Advocate, Vinous, Wine Spectator, Jancis Robinson, Falstaff, Merum...

Arianna Occhipinti (!!!) VINI PULITI ANCHE QUI NON SEMPRE...VIGNAIOLA MOLTO MA MOLTO BRAVA, HA CONTRIBUITO A RENDERE NOTA LA ZONA DI VITTORIA ALTROVE, CHAPEAU PER CARITA', MA LA VOLATILE ALTA L'HO SENTITA TANTE VOLTE, ANCHE SU VINI FATTI RECENTEMENTE(AD AGOSTO HO BEVUTO SP68 ROSSO 2017, ZERO BRETT MA CI SI POTEVA CONDIRE L'INSALATA). VINI PER ME TROPPO ALTALENANTI A LIVELLO QUALITATIVO.

Eduardo Acosta Torres IL SUO FIDANZATO LA SEGUE A RUOTA. ANCHE LUI MOLTO BRAVO MA PUO' MIGLIORARSI. HA UN POTENZIALE NON INDIFFERENTE QUEL RAGAZZO. PREFERISCO I SUOI BASE AI VINI DI CONTRADA (IL BIANCO HA UNA BONTA' NON INDIFFERENTE)

COS (che gli vuoi dire a Occhipinti? sono un riferimento su scala italiana, non siciliana) SONO D'ACCORDO MA SU SCALA ITALIANA MI SEMBRA UN POCHINO ECCESSIVO

I Custodi delle Vigne dell'Etna ANTE UN BELLISSIMO BIANCO ETNEO. VINUJANCU NON VIENE PIU' PRODOTTO, HANNO CAPITO ANCHE LORO CHE C'ERA QUALCOSA CHE NON ANDAVA. GLI ALTRI SI PERDONO NELLA MASSA ETNEA, SENZA INFAMIA E SENZA LODE

Frank Cornelissen (far finta che non esista non è possibile) VEDERE SOPRA

Tenuta delle Terre Nere (!!!) QUANDO SI PARLA DI INTERNAZIONALIZZARE IL TERROIR... NON MI PIACE, NON SA DI ETNA, UTILIZZO SMODATO DEL LEGNO, VINI TROPPO COSTOSI PER LA COSTANZA CHE HANNO E SONO POCO TERRITORIALI.

Nino Barraco SONO D'ACCORDO


Girolamo Russo (a proposito di Etna al top) SONO D'ACCORDO, TRA I MIGLIORI PRODUTTORI ETNEI IN PIANTA STABILE

Porta del Vento BRAVI MA NON LI VEDO TRA I TOP

Terra Costantino BRAVI MA NON LI VEDO TRA I TOP

Quantico DEVONO ANCORA FARE QUALCHE VENDEMMIA, MA SONO PROMETTENTI

I Vigneri DECISAMENTE D'ACCORDO, SOPRATTUTTO NEGLI ULTIMI ANNI CHE LAVORA MEGLIO IN CANTINA

Calabretta VOLATILE ALTA, SPESSO, NON SOLO. UN RIFERIMENTO PER I BIODINAMICI ETNEI, MA NON VINO DA PREMI, ASSOLUTAMENTE

Marco De Bartoli (anche qui, vedi COS e Arianna Occhipinti, come fai a non metterli mai). ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO

Tenuta di Castellaro SI SONO BRAVI, QUALCHE ETICHETTA PUO' AMBIRE A QUALCHE PREMIO, NON SEMPRE

SRC (vini ottimi a proposito di Etna) SI E' PULITO ANCHE LUI UN POCHINO, RISPETTO A QUANDO AVEVA COMINCIATO. VINI MOLTO TERRITORIALI, MA PER ME NON SONO AL TOP

Federico Graziani VINI PULITISSIMO, LECCATI, BEN FATTI, MA POCO ETNEI. DA PREMIO SICURAMENTE, MA NON SONO LO SPECCHIO DE A MUNTAGNA. MARENEVE MOLTO INTERESSANTE, PROFUMO DI VULCANO NON CI SIAMO

Manenti NON HO ASSAGGI, NON POSSO VALUTARLO

Aeris (recentemente 96/100 su Vinous) NON HO BEVUTO NULLA. PENSO SIANO DEI CALIFORNIANI CHE, FOLGORATI DAL VULCANO, HANNO ACQUISTATO TERRENI IN ZONA MILO, NEL SUPERCRU CASELLE E MONTELAGUARDIA (SUBITO PRIMA RANDAZZO VENENDO DAL MARE). SONO SEGUITI DA SALVO FOTI QUINDI INDUBBIAMENTE, COME I CUSTODI, CI SARANNO VINI INTERESSANTII. PERO' NON HO MAI ASSAGGIATO NULLA QUINDI NON MI ESPRIMO


Probabilmente la maggior parte di questi produttori neanche dà più i campioni.



Sono in parte d'accordo con te, ma ti evidenzio in grassetto alcuni nomi e ti faccio le mie considerazioni.

Analizzando la tua lista si evince la tua propensione verso il vino naturale, a volte troppo per mano di taluni interpreti

Ecco...come nn quotarti al 100%,!come il vignammare e l' alto grado di Nino nn premiarli e' un delitto!
Avatar utente
RussianMind
Messaggi: 99
Iscritto il: 03 ago 2018 12:13

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda RussianMind » 09 set 2019 07:54

Messner ha scritto:
Sono in parte d'accordo con te, ma ti evidenzio in grassetto alcuni nomi e ti faccio le mie considerazioni.

Analizzando la tua lista si evince la tua propensione verso il vino naturale, a volte troppo per mano di taluni interpreti


poi ti rispondo con calma,
intendo i tuoi commenti, ti vorrò segnalare però che c'è qualcosa che non va nella lista del Gambero

poi comunque ormai meglio qualche naturale neanche estremo alla SRC piuttosto che vini da autogrill
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20228
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda pippuz » 09 set 2019 09:27

Quello che non mi spiego è come mai uno dei più grandi passiti italiani sia rappresentato sempre e solo da quella roba li che c'è nella lista.

Sul resto taccio, bevendo pochissimi vini siculi. Dico solo che sia Occhipinti che Cornelissen (cha hanno molti fans) non mi piacciono.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2803
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda Ludi » 09 set 2019 10:32

pippuz ha scritto:Quello che non mi spiego è come mai uno dei più grandi passiti italiani sia rappresentato sempre e solo da quella roba li che c'è nella lista.

Sul resto taccio, bevendo pochissimi vini siculi. Dico solo che sia Occhipinti che Cornelissen (cha hanno molti fans) non mi piacciono.


neanche io sono fan sfegatato della Occhipinti, ed i vini di Cornelissen proprio non mi piacciono.
Per il resto, però, son d'accordo sul fatto che è una lista risibile. Sembra di tornare agli anni '90.
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11666
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda Alberto » 09 set 2019 16:00

littlewood ha scritto:il vignammare ... di Nino

:roll:
Franco, ma dici davvero?!...
Rispetto al Grillo classico, intendo.
Sull'Alto Grado concordo.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7555
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda zampaflex » 09 set 2019 16:19

pippuz ha scritto:Quello che non mi spiego è come mai uno dei più grandi passiti italiani sia rappresentato sempre e solo da quella roba li che c'è nella lista.
.

Ferrandes?
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
stemolino
Messaggi: 580
Iscritto il: 25 nov 2011 12:27
Località: Alba
Contatta:

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda stemolino » 09 set 2019 16:31

Messner ha scritto:
RussianMind ha scritto:Diciamo quelli che mancano allora. Che sono nomi altisonanti, che il vino lo vendono, e hanno punteggi alti sulle maggiori testate USA e europee. Sono tutti scemi su Wine Advocate, Vinous, Wine Spectator, Jancis Robinson, Falstaff, Merum...

Arianna Occhipinti (!!!) VINI PULITI ANCHE QUI NON SEMPRE...VIGNAIOLA MOLTO MA MOLTO BRAVA, HA CONTRIBUITO A RENDERE NOTA LA ZONA DI VITTORIA ALTROVE, CHAPEAU PER CARITA', MA LA VOLATILE ALTA L'HO SENTITA TANTE VOLTE, ANCHE SU VINI FATTI RECENTEMENTE(AD AGOSTO HO BEVUTO SP68 ROSSO 2017, ZERO BRETT MA CI SI POTEVA CONDIRE L'INSALATA). VINI PER ME TROPPO ALTALENANTI A LIVELLO QUALITATIVO.

Eduardo Acosta Torres IL SUO FIDANZATO LA SEGUE A RUOTA. ANCHE LUI MOLTO BRAVO MA PUO' MIGLIORARSI. HA UN POTENZIALE NON INDIFFERENTE QUEL RAGAZZO. PREFERISCO I SUOI BASE AI VINI DI CONTRADA (IL BIANCO HA UNA BONTA' NON INDIFFERENTE)

COS (che gli vuoi dire a Occhipinti? sono un riferimento su scala italiana, non siciliana) SONO D'ACCORDO MA SU SCALA ITALIANA MI SEMBRA UN POCHINO ECCESSIVO

I Custodi delle Vigne dell'Etna ANTE UN BELLISSIMO BIANCO ETNEO. VINUJANCU NON VIENE PIU' PRODOTTO, HANNO CAPITO ANCHE LORO CHE C'ERA QUALCOSA CHE NON ANDAVA. GLI ALTRI SI PERDONO NELLA MASSA ETNEA, SENZA INFAMIA E SENZA LODE

Frank Cornelissen (far finta che non esista non è possibile) VEDERE SOPRA

Tenuta delle Terre Nere (!!!) QUANDO SI PARLA DI INTERNAZIONALIZZARE IL TERROIR... NON MI PIACE, NON SA DI ETNA, UTILIZZO SMODATO DEL LEGNO, VINI TROPPO COSTOSI PER LA COSTANZA CHE HANNO E SONO POCO TERRITORIALI.

Nino Barraco SONO D'ACCORDO


Girolamo Russo (a proposito di Etna al top) SONO D'ACCORDO, TRA I MIGLIORI PRODUTTORI ETNEI IN PIANTA STABILE

Porta del Vento BRAVI MA NON LI VEDO TRA I TOP

Terra Costantino BRAVI MA NON LI VEDO TRA I TOP

Quantico DEVONO ANCORA FARE QUALCHE VENDEMMIA, MA SONO PROMETTENTI

I Vigneri DECISAMENTE D'ACCORDO, SOPRATTUTTO NEGLI ULTIMI ANNI CHE LAVORA MEGLIO IN CANTINA

Calabretta VOLATILE ALTA, SPESSO, NON SOLO. UN RIFERIMENTO PER I BIODINAMICI ETNEI, MA NON VINO DA PREMI, ASSOLUTAMENTE

Marco De Bartoli (anche qui, vedi COS e Arianna Occhipinti, come fai a non metterli mai). ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO

Tenuta di Castellaro SI SONO BRAVI, QUALCHE ETICHETTA PUO' AMBIRE A QUALCHE PREMIO, NON SEMPRE

SRC (vini ottimi a proposito di Etna) SI E' PULITO ANCHE LUI UN POCHINO, RISPETTO A QUANDO AVEVA COMINCIATO. VINI MOLTO TERRITORIALI, MA PER ME NON SONO AL TOP

Federico Graziani VINI PULITISSIMO, LECCATI, BEN FATTI, MA POCO ETNEI. DA PREMIO SICURAMENTE, MA NON SONO LO SPECCHIO DE A MUNTAGNA. MARENEVE MOLTO INTERESSANTE, PROFUMO DI VULCANO NON CI SIAMO

Manenti NON HO ASSAGGI, NON POSSO VALUTARLO

Aeris (recentemente 96/100 su Vinous) NON HO BEVUTO NULLA. PENSO SIANO DEI CALIFORNIANI CHE, FOLGORATI DAL VULCANO, HANNO ACQUISTATO TERRENI IN ZONA MILO, NEL SUPERCRU CASELLE E MONTELAGUARDIA (SUBITO PRIMA RANDAZZO VENENDO DAL MARE). SONO SEGUITI DA SALVO FOTI QUINDI INDUBBIAMENTE, COME I CUSTODI, CI SARANNO VINI INTERESSANTII. PERO' NON HO MAI ASSAGGIATO NULLA QUINDI NON MI ESPRIMO


Probabilmente la maggior parte di questi produttori neanche dà più i campioni.


Quoto Messner al 200%!!! :wink:
"A chi non beve vino Dio neghi anche l'acqua"

http://www.instagram.com/winedays/
http://www.winedays.it
Michelasso
Messaggi: 233
Iscritto il: 04 ott 2018 00:29

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda Michelasso » 09 set 2019 22:47

Messner ha scritto:Arianna Occhipinti (!!!) VINI PULITI ANCHE QUI NON SEMPRE...VIGNAIOLA MOLTO MA MOLTO BRAVA, HA CONTRIBUITO A RENDERE NOTA LA ZONA DI VITTORIA ALTROVE, CHAPEAU PER CARITA', MA LA VOLATILE ALTA L'HO SENTITA TANTE VOLTE, ANCHE SU VINI FATTI RECENTEMENTE(AD AGOSTO HO BEVUTO SP68 ROSSO 2017, ZERO BRETT MA CI SI POTEVA CONDIRE L'INSALATA). VINI PER ME TROPPO ALTALENANTI A LIVELLO QUALITATIVO.


Io spezzo una lancia a favore di Arianna Occhipinti, perché ho appena bevuto stasera il suo SP68 rosso 2018 ed è davvero un bel vino a mia modesta opinione, nessun difetto tipico dei cosiddetti vini naturali.
"Fra le poche cose che so fare con piacere e che ho sicuramente meglio saputo fare, è bere. Ho scritto molto meno della maggior parte degli scrittori, ma ho certamente bevuto di più della maggior parte di coloro che bevono."
(G. Debord)
supersonic76
Messaggi: 723
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda supersonic76 » 10 set 2019 10:37

Scomparsi i vitigni internazionali
:shock:
Memento Audere Semper
Messner
Messaggi: 730
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda Messner » 10 set 2019 11:01

RussianMind ha scritto:
Messner ha scritto:
Sono in parte d'accordo con te, ma ti evidenzio in grassetto alcuni nomi e ti faccio le mie considerazioni.

Analizzando la tua lista si evince la tua propensione verso il vino naturale, a volte troppo per mano di taluni interpreti


poi ti rispondo con calma,
intendo i tuoi commenti, ti vorrò segnalare però che c'è qualcosa che non va nella lista del Gambero

poi comunque ormai meglio qualche naturale neanche estremo alla SRC piuttosto che vini da autogrill



3/4 DEI VINI DEL GAMBERO PER ME NON VANNO PREMIATI
NON SONO MAI STATO MOLTO D'ACCORDO CON LE GUIDE, LO RIBADISCO
NON SONO NEANCHE TROPPO D'ACCORDO CON CHI FA VINO LECCATO O DIFETTATO, CHIUNQUE SIA A FARLO.
IL VINO DEVE ESSERE TERRITORIALE, SCEVRO DI DIFETTI. POI OGNUNO HA I SUOI GUSTI E BEVE CIO' CHE GLI PIACE, MA QUESTA RIMANE LA MIA IDEA DI VINO

COMUNQUE TI ASCOLTO VOLENTIERI: NON APPENA AVRAI TEMPO COMMENTA PURE LE MIE PUNTUALIZZAZIONI, DEL TUTTO PERSONALI E NON PORTATRICI DI VERITA' ASSOLUTA
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10553
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda alexer3b » 10 set 2019 12:32

Valutate sempre se il produttore invia i propri campioni o meno. Aggiungo: ogni qualvolta si presenta una lista, puntualmente vengono fatti gli stessi nomi da chi la avversa. Se ipoteticamente si mettessero proprio quei nomi, diventerebbe monotona perchè sarebbero sempre quei benedetti nomi. Delle due l'una ragazzi, con tutto che anche a me piacerebbe un po' più di movimento in Sicilia visto che ce n'è.

Alex

PS: non lavoro più al Gambero, anzi sto alla concorrenza quindi non ho interesse nel difenderli ma è un ragionamento che può essere esteso a tutte le Guide
PPS: chi lamenta l'assenza di Girolamo Russo come se fosse una mancanza imperdonabile, segnalo che si tratta di un'azienda sempre premiata da anni, quasi abbonata ai tre bicchieri da tempi non sospetti, sin da quando molti che scrivono nemmeno la conoscevano. Aggiungo che ha ricevuto il premio di viticoltore dell'anno nella guida 2012, direi che male non gli è andata negli anni e un passaggio a vuoto ci può stare.
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20228
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda pippuz » 10 set 2019 12:48

zampaflex ha scritto:
pippuz ha scritto:Quello che non mi spiego è come mai uno dei più grandi passiti italiani sia rappresentato sempre e solo da quella roba li che c'è nella lista.
.

Ferrandes?

Eh. Ad esempio.

Comunque è anche vero il discorso dei campioni inviati o no, però resta il fatto che quella lista dice che il miglior passito di Pantelleria è quello li (da anni tra l'altro).

Siccome è una tipologia che ritengo unica (non solo in Italia) un po' mi spiace.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10553
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda alexer3b » 10 set 2019 12:54

pippuz ha scritto:
zampaflex ha scritto:
pippuz ha scritto:Quello che non mi spiego è come mai uno dei più grandi passiti italiani sia rappresentato sempre e solo da quella roba li che c'è nella lista.
.

Ferrandes?

Eh. Ad esempio.

Comunque è anche vero il discorso dei campioni inviati o no, però resta il fatto che quella lista dice che il miglior passito di Pantelleria è quello li (da anni tra l'altro).

Siccome è una tipologia che ritengo unica (non solo in Italia) un po' mi spiace.

Sono d'accordo che Ferrandes sia il migliore (anche se a costanza potremmo parlarne), come mi spiace l'assenza del Marsala come tipologia.

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7555
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda zampaflex » 10 set 2019 14:13

alexer3b ha scritto:
pippuz ha scritto:
zampaflex ha scritto:
pippuz ha scritto:Quello che non mi spiego è come mai uno dei più grandi passiti italiani sia rappresentato sempre e solo da quella roba li che c'è nella lista.
.

Ferrandes?

Eh. Ad esempio.

Comunque è anche vero il discorso dei campioni inviati o no, però resta il fatto che quella lista dice che il miglior passito di Pantelleria è quello li (da anni tra l'altro).

Siccome è una tipologia che ritengo unica (non solo in Italia) un po' mi spiace.

Sono d'accordo che Ferrandes sia il migliore (anche se a costanza potremmo parlarne), come mi spiace l'assenza del Marsala come tipologia.

Alex


E anche qui, De Bartoli (per citare una azienda delle migliori) di premi ne ha presi tanti, che un'anno manchi può essere evento figlio di molti fattori, come facevi notare prima.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10553
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda alexer3b » 10 set 2019 14:35

Abbiamo tutti delle aziende del cuore o che ci piacerebbe sempre vedere al massimo. Ad esempio quest'anno mi sono trovato di fronte a una debacle di un'azienda storicamente presente in guida e con buona reputazione, cosa avrei dovuto fare? Chiudere un occhio e inserirla ugualmente pur di non stravolgere il quadro e le aspettative?
A fare la guida che tutti vogliono e tutti si aspettano, non ci vuole poi molto, ve lo garantisco: basta assaggiare a etichetta scoperta (sarebbe un proforma perchè si potrebbe anche non assaggiare a quel punto) e avere il polso dei trend del momento e vedete che guida stupenda esce fuori.

Alex

PS: ciò non toglie che da utenti/appassionati abbiamo il sacro diritto di criticare il lavoro altrui. :wink:
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
vinogodi
Messaggi: 28412
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda vinogodi » 10 set 2019 15:40

alexer3b ha scritto:a) Valutate sempre se il produttore invia i propri campioni o meno.
b)Aggiungo: ogni qualvolta si presenta una lista, puntualmente vengono fatti gli stessi nomi da chi la avversa. Se ipoteticamente si mettessero proprio quei nomi, diventerebbe monotona perchè sarebbero sempre quei benedetti nomi.
Alex

c) PS: non lavoro più al Gambero, anzi sto alla concorrenza quindi non ho interesse nel difenderli ma è un ragionamento che può essere esteso a tutte le Guide

...come sempre , gli interventi di Alexer sono stimolantissimi , condivisibili e forieri di discussione possibilmente interessante , se supportata da onestà intellettuale di chi legge . Anche se OT , ma l'interattività del forum è auspicabile parlando di ciò che ruota attorno alla nostra passione comune, direi di approfondire questi punti che potrebbero da soli reggere un thread .
a) E' il punto che meno mi trova d'accordo proprio per il mio approccio con la comunicazione e informazione enoica . Se io scelgo di fare una guida , che per etimologia è indirizzata a "guidare" , l'informazione deve essere la più completa possibile. Con o senza condivisione dei produttori . Lo dico anche per contrasti nel passato con alcuni curatori di guide con le quali ho collaborato , dove non me n'è mai fregato un cazzo di variabili che ritengo esclusivamente frutto di equivoci o malintesi , quali ad esempio "la massa critica" di quel vino , la reperibilità , il prezzo , la simpatia del produttore (nel passato qualcuno non recensiva Soldera e Alois Lageder perché "dal carattere impossibile" , perché molti produttori non mandano campioni (machissenefrega ... nell'impossibilità assoluta faccio una premessa o una postilla dove esplicito alcuni criteri o motivazioni che hanno portato a non recensire , ma mai omissione a priori) .
Quindi , una guida sarà più autorevole più sarà completa nell'informazione , non importa se "essenziale" o "totale" . Aderendo al principio che in una guida vanno segnalati esclusivamente i produttori che mandano campioni , ebbene , ogni guida sarebbe estremamente incompleta, soprattutto nei leaders del settore , perché i vari Conterno (entrambi) , Giacosa, Quintarelli , Roagna, Miani , Soldera , Mascarello (entrambi) , ma anche Rosso , Dalforno, Biondi Santi , Incisa della Rocchetta o la tenuta di Ornellaia e compagnia cantante , col cazzo che mandano campioni a destra e a manca . Anzi , da loro voce diretta (li seguo in molti ... o quasi ... e quelli che non seguo li conosco di persona) sempre di persona mi hanno confessato senza meno che mai e poi mai manderanno campioni alle guide , sia per costo che per necessità , visto che per tanti le guide sono soprattutto una vetrina e loro hanno già le produzioni vendute in prenotazione. Se anche qualche "originale" produttore ti diffida (succede , se non per la cantina di produzione almeno per alcune etichette ...) di mettere i suoi vini in guida ... io sono per metterli lo stesso per dovere e completezza di informazione , anche perché sono decisi punti di riferimento qualitativo per parametrizzare i giudizi . L'importante è che siano all'altezza e degni di menzione .
In molti casi li assaggio fra le mie assegnazioni personali oppure acquistandoli che , tanto , li berrei lo stesso . E' una questione di principio e come vedo io l'informazione .
Peggio se ci sono preclusioni ideologiche o , peggio ancora , favoritismi ideologici (... non parlo di interessi personali perché non sono dimostrabili oltre che aberranti , nella mia mentalità) .
Quindi , deve essere sempre il bicchiere il termometro di giudizio .
b) Concordo appieno . Ma ogni classifica è fatta per ingenerare discussioni . Anche personalmente , non c'è una classifica mondiale o guida a cui aderisco indscriminatamente in termini di identità di giudizio . Hai voglia di parlare di "oggettività" , comunque concordo con Cernilli su una "oggettività relativa" (leggete un suo bellissimo editoriale su Doctor Wine sull'argomento)
c) Neppure io : per circa 6 - 7 anni sono stato in commissione in Emilia Romagna GR poi me ne sono andato insalutato ospite . So che sono fenomeni locali , ma ci mettevo la faccia con tanti produttori che conoscevo e non sempre riuscivo a giustificare certe scelte . Quindi problema mio , non della guida , quando si hanno divergenze troppo elevate rispetto ad una collaborazione , meglio ognuno per la sua strada. Sucecde nelle aziende "serie" , figuriamoci in un ricettacolo di soggettività come è una commissione per una guida... anch'io oggi collaboro per la concorrenza , per amicizia , passione e "gratis et amore Deis" ... 8)
.
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10553
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda alexer3b » 10 set 2019 20:22

Marco il punto a) dipende dalle regole del gioco. Se una guida si imposta così a rischio di esser monca, è giusto che lo sia per l'editore che paga i propri collaboratori e che vedrebbe altrimenti moltiplicarsi i costi di gestione, a meno di azione volontaria da parte del responsabile regionale di turno. Casi come quello dei produttori citati, scatenerebbero un effetto domino di difficile gestione.
Perché si dovrebbe acquistare il vino di Tizio e non quello di Caio? E quello di Sempronio? Quindi meglio avere delle regole comuni e delle basi da cui partire, a costo di rendere il prodotto non completo. Anche perché spesso queste scelte nascono da antipatie personali o, peggio ancora, dal fatto di non avere più il proprio critico preferito che 9 su 10 è uno che ha rapporti molto stretti con l'azienda.
Credo nella libertà di partecipare e mettersi in gioco, non siamo costretti a fare guide e parteciparvi non è un obbligo.

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11666
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda Alberto » 10 set 2019 21:12

vinogodi ha scritto:
alexer3b ha scritto:a) Valutate sempre se il produttore invia i propri campioni o meno.
b)Aggiungo: ogni qualvolta si presenta una lista, puntualmente vengono fatti gli stessi nomi da chi la avversa. Se ipoteticamente si mettessero proprio quei nomi, diventerebbe monotona perchè sarebbero sempre quei benedetti nomi.
Alex

c) PS: non lavoro più al Gambero, anzi sto alla concorrenza quindi non ho interesse nel difenderli ma è un ragionamento che può essere esteso a tutte le Guide

...come sempre , gli interventi di Alexer sono stimolantissimi , condivisibili e forieri di discussione possibilmente interessante , se supportata da onestà intellettuale di chi legge . Anche se OT , ma l'interattività del forum è auspicabile parlando di ciò che ruota attorno alla nostra passione comune, direi di approfondire questi punti che potrebbero da soli reggere un thread .
a) E' il punto che meno mi trova d'accordo proprio per il mio approccio con la comunicazione e informazione enoica . Se io scelgo di fare una guida , che per etimologia è indirizzata a "guidare" , l'informazione deve essere la più completa possibile. Con o senza condivisione dei produttori . Lo dico anche per contrasti nel passato con alcuni curatori di guide con le quali ho collaborato , dove non me n'è mai fregato un cazzo di variabili che ritengo esclusivamente frutto di equivoci o malintesi , quali ad esempio "la massa critica" di quel vino , la reperibilità , il prezzo , la simpatia del produttore (nel passato qualcuno non recensiva Soldera e Alois Lageder perché "dal carattere impossibile" , perché molti produttori non mandano campioni (machissenefrega ... nell'impossibilità assoluta faccio una premessa o una postilla dove esplicito alcuni criteri o motivazioni che hanno portato a non recensire , ma mai omissione a priori) .
Quindi , una guida sarà più autorevole più sarà completa nell'informazione , non importa se "essenziale" o "totale" . Aderendo al principio che in una guida vanno segnalati esclusivamente i produttori che mandano campioni , ebbene , ogni guida sarebbe estremamente incompleta, soprattutto nei leaders del settore , perché i vari Conterno (entrambi) , Giacosa, Quintarelli , Roagna, Miani , Soldera , Mascarello (entrambi) , ma anche Rosso , Dalforno, Biondi Santi , Incisa della Rocchetta o la tenuta di Ornellaia e compagnia cantante , col cazzo che mandano campioni a destra e a manca . Anzi , da loro voce diretta (li seguo in molti ... o quasi ... e quelli che non seguo li conosco di persona) sempre di persona mi hanno confessato senza meno che mai e poi mai manderanno campioni alle guide , sia per costo che per necessità , visto che per tanti le guide sono soprattutto una vetrina e loro hanno già le produzioni vendute in prenotazione. Se anche qualche "originale" produttore ti diffida (succede , se non per la cantina di produzione almeno per alcune etichette ...) di mettere i suoi vini in guida ... io sono per metterli lo stesso per dovere e completezza di informazione , anche perché sono decisi punti di riferimento qualitativo per parametrizzare i giudizi . L'importante è che siano all'altezza e degni di menzione .
In molti casi li assaggio fra le mie assegnazioni personali oppure acquistandoli che , tanto , li berrei lo stesso . E' una questione di principio e come vedo io l'informazione .
Peggio se ci sono preclusioni ideologiche o , peggio ancora , favoritismi ideologici (... non parlo di interessi personali perché non sono dimostrabili oltre che aberranti , nella mia mentalità) .
Quindi , deve essere sempre il bicchiere il termometro di giudizio .
b) Concordo appieno . Ma ogni classifica è fatta per ingenerare discussioni . Anche personalmente , non c'è una classifica mondiale o guida a cui aderisco indscriminatamente in termini di identità di giudizio . Hai voglia di parlare di "oggettività" , comunque concordo con Cernilli su una "oggettività relativa" (leggete un suo bellissimo editoriale su Doctor Wine sull'argomento)
c) Neppure io : per circa 6 - 7 anni sono stato in commissione in Emilia Romagna GR poi me ne sono andato insalutato ospite . So che sono fenomeni locali , ma ci mettevo la faccia con tanti produttori che conoscevo e non sempre riuscivo a giustificare certe scelte . Quindi problema mio , non della guida , quando si hanno divergenze troppo elevate rispetto ad una collaborazione , meglio ognuno per la sua strada. Sucecde nelle aziende "serie" , figuriamoci in un ricettacolo di soggettività come è una commissione per una guida... anch'io oggi collaboro per la concorrenza , per amicizia , passione e "gratis et amore Deis" ... 8)
.

Certo che lo strafalcione finale in latinorum per ravvivare l'attenzione dopo l'insipido pippone precedente...che trovata, eh? :wink: :lol:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
beluga
Messaggi: 8843
Iscritto il: 07 giu 2007 11:21
Località: roma

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda beluga » 10 set 2019 21:50

Lista banale al limite dell'ottuso.
Fate un giro ad Alcamo e provate i vini di Alessandro Viola e quelli del fratello Aldo.
Chiaramente Ferrandes ma i vini di Salvo Foti dove sono?
Ecc. ma sono parole al vento
Santa Cecilia, Ben Rye, Nozze d'oro manca solo Corvo rosso non avrai il mio scalpo.
Me ne importo
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11666
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Tre Bicchieri 2020. Sicilia

Messaggioda Alberto » 10 set 2019 21:56

E Gulfi?
15 anni fa sarebbe stato il primo nome ad uscire tra quelli assenti in lista... :)
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: alemusci, Horace, landmax, Ste00, vinnae e 13 ospiti