LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
landmax
Messaggi: 1024
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda landmax » 16 lug 2019 18:16

Ludi ha scritto:Stavolta ho avuto anche l'opportunità di degustare il Vecchio Samperi Quarantennale, decisamente più scuro, severo, empireumatico rispetto al "fratello minore". Vino di eccellenza, purtroppo prodotto in pochissime bottiglie e dal prezzo inavvicinabile.
Dalla tua descrizione non sembri del tutto entusiasta di questo vino (scuro, severo), o ho frainteso?
Capita, a volte (anzi, direi spesso), che i prodotti più rari e costosi non siano necessariamente i migliori nella batteria di un produttore, non è che per caso è più convincente il "classico" ventennale?
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2812
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda Ludi » 16 lug 2019 18:32

landmax ha scritto:
Ludi ha scritto:Stavolta ho avuto anche l'opportunità di degustare il Vecchio Samperi Quarantennale, decisamente più scuro, severo, empireumatico rispetto al "fratello minore". Vino di eccellenza, purtroppo prodotto in pochissime bottiglie e dal prezzo inavvicinabile.
Dalla tua descrizione non sembri del tutto entusiasta di questo vino (scuro, severo), o ho frainteso?
Capita, a volte (anzi, direi spesso), che i prodotti più rari e costosi non siano necessariamente i migliori nella batteria di un produttore, non è che per caso è più convincente il "classico" ventennale?


no, in effetti ho reso male il concetto. E' un vino straordinario, ma estremamente concettuale e cerebrale (e non potrebbe essere altrimenti, visto che si tratta di una botte del 1978 cui viene aggiunto pochissimo vino di rinfresco). Il "classico" Vecchio Samperi, con il perpetuo, è certamente più immediato, pur trattandosi comunque di un grande vino.
maxer
Messaggi: 3057
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda maxer » 16 lug 2019 22:30

Ludi ha scritto:... Bellissima visita, ieri da Marco De Bartoli ... stavolta ho avuto anche l'opportunità di degustare il Vecchio Samperi Quarantennale, decisamente più scuro, severo, empireumatico rispetto al "fratello minore"...

..... cerco di porgere un piccolo didascalico aiutino agli enoappassionati che, ritengo moltissimi, (esclusi certamente quei soliti pochi 'capiscitori', cui mi inchino), al leggere questo termine sono rimasti attoniti e sbigottiti.
Qualcuno, confesso, é addirittura trasecolato, come il sottoscritto che, fin allora conscio e felice di possedere una certa proprietà di linguaggio, in quasi settant' anni non aveva mai letto né sentito questa parola.

Ebbene, bando alle ciance !

Da "Il glossario del vino" di Massimo Moretti (che, col batticuore, mi sono subito precipitato a consultare sul web)

☆ definizione di EMPIREUMATICO

¤ " Insieme degli odori caratteristici delle sostanze organiche ottenute per distillazione, riscaldamento o torrefazione (es. confetture, caffè torrefatto, cioccolato caldo, gomma bruciata ecc.) ¤

{noticina} ~ comunque vedo che anche Landmax, nel chiedere lumi a Ludi sulla sua descrizione del Vecchio Samperi Quarantennale, ha tralasciato di riportare il misterioso aggettivo, fermandosi prudentemente solo a "scuro e severo" ..... :wink:
carpe diem 8)
GabrieleB.
Messaggi: 889
Iscritto il: 02 lug 2012 14:57

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda GabrieleB. » 17 lug 2019 08:33

Ieri sera sono stato a cena in un posticino delle mie parti che ha una bella carta dei vini.Al tavolo a fianco al mio si accomodano due ragazzi Russi,giovanissimi,una ventina d'anni.Lui si butta subito sulla carta dei vini che studia un bel pò e pesca una bottiglia non banale,che mi ha sinceramente stupito,il Kabinett Sharzhof di Egon Muller(in carta il 2016 a 130 euro)Ci ha dedicato dei tempo facendo un bell'esame organolettico,insomma forse le loro nuove generazioni stanno crescendo un pò?
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2812
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda Ludi » 17 lug 2019 09:32

maxer ha scritto:
Ludi ha scritto:... Bellissima visita, ieri da Marco De Bartoli ... stavolta ho avuto anche l'opportunità di degustare il Vecchio Samperi Quarantennale, decisamente più scuro, severo, empireumatico rispetto al "fratello minore"...

..... cerco di porgere un piccolo didascalico aiutino agli enoappassionati che, ritengo moltissimi, (esclusi certamente quei soliti pochi 'capiscitori', cui mi inchino), al leggere questo termine sono rimasti attoniti e sbigottiti.
Qualcuno, confesso, é addirittura trasecolato, come il sottoscritto che, fin allora conscio e felice di possedere una certa proprietà di linguaggio, in quasi settant' anni non aveva mai letto né sentito questa parola.

Ebbene, bando alle ciance !

Da "Il glossario del vino" di Massimo Moretti (che, col batticuore, mi sono subito precipitato a consultare sul web)

☆ definizione di EMPIREUMATICO

¤ " Insieme degli odori caratteristici delle sostanze organiche ottenute per distillazione, riscaldamento o torrefazione (es. confetture, caffè torrefatto, cioccolato caldo, gomma bruciata ecc.) ¤

{noticina} ~ comunque vedo che anche Landmax, nel chiedere lumi a Ludi sulla sua descrizione del Vecchio Samperi Quarantennale, ha tralasciato di riportare il misterioso aggettivo, fermandosi prudentemente solo a "scuro e severo" ..... :wink:


:lol: :lol: :lol: :lol:
Lo so, è un classico termine da degustatore sborone...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11759
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda Alberto » 17 lug 2019 09:49

Ludi ha scritto:
maxer ha scritto:
Ludi ha scritto:... Bellissima visita, ieri da Marco De Bartoli ... stavolta ho avuto anche l'opportunità di degustare il Vecchio Samperi Quarantennale, decisamente più scuro, severo, empireumatico rispetto al "fratello minore"...

..... cerco di porgere un piccolo didascalico aiutino agli enoappassionati che, ritengo moltissimi, (esclusi certamente quei soliti pochi 'capiscitori', cui mi inchino), al leggere questo termine sono rimasti attoniti e sbigottiti.
Qualcuno, confesso, é addirittura trasecolato, come il sottoscritto che, fin allora conscio e felice di possedere una certa proprietà di linguaggio, in quasi settant' anni non aveva mai letto né sentito questa parola.

Ebbene, bando alle ciance !

Da "Il glossario del vino" di Massimo Moretti (che, col batticuore, mi sono subito precipitato a consultare sul web)

☆ definizione di EMPIREUMATICO

¤ " Insieme degli odori caratteristici delle sostanze organiche ottenute per distillazione, riscaldamento o torrefazione (es. confetture, caffè torrefatto, cioccolato caldo, gomma bruciata ecc.) ¤

{noticina} ~ comunque vedo che anche Landmax, nel chiedere lumi a Ludi sulla sua descrizione del Vecchio Samperi Quarantennale, ha tralasciato di riportare il misterioso aggettivo, fermandosi prudentemente solo a "scuro e severo" ..... :wink:


:lol: :lol: :lol: :lol:
Lo so, è un classico termine da degustatore sborone...

Ma il vero problema è un altro...perché diavolo gli ossidativi invecchiati 40 anni, qui da noi costano il quintuplo rispetto a quelli spagnoli? :roll:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
bpdino
Messaggi: 1836
Iscritto il: 06 giu 2007 11:04
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda bpdino » 17 lug 2019 10:21

EMPIREUMATICO

Questa me la gioco alla prossima bevuta: chissà cosa mi lanceranno dietro :lol:

P.S.: sulle prime immaginavo un accostamento ad un medicinale omeopatico
Bernardo
e-mail: bernardo.pancione@gmail.com
Utente "vecchio" Forum dal 20.Feb.2003
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2812
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda Ludi » 17 lug 2019 10:49

Alberto ha scritto:

Ma il vero problema è un altro...perché diavolo gli ossidativi invecchiati 40 anni, qui da noi costano il quintuplo rispetto a quelli spagnoli? :roll:


in effetti, con quello che costa mi posso comprare un Madeira dei primi del secolo scorso, e forse anche di fine '800
pstrada75
Messaggi: 646
Iscritto il: 13 gen 2011 23:44
Località: Losanna - Svizzera

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda pstrada75 » 17 lug 2019 10:58

Ci sveli a quanto lo propongono?
Avatar utente
picenum
Messaggi: 881
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda picenum » 17 lug 2019 11:04

pstrada75 ha scritto:Ci sveli a quanto lo propongono?

di listino caves sta a 300€ + iva
maxer
Messaggi: 3057
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda maxer » 17 lug 2019 14:21

Ludi ha scritto:
maxer ha scritto:
Ludi ha scritto:... Bellissima visita, ieri da Marco De Bartoli ... stavolta ho avuto anche l'opportunità di degustare il Vecchio Samperi Quarantennale, decisamente più scuro, severo, empireumatico rispetto al "fratello minore"...

..... cerco di porgere un piccolo didascalico aiutino agli enoappassionati che, ritengo moltissimi, (esclusi certamente quei soliti pochi 'capiscitori', cui mi inchino), al leggere questo termine sono rimasti attoniti e sbigottiti.
Qualcuno, confesso, é addirittura trasecolato, come il sottoscritto che, fin allora conscio e felice di possedere una certa proprietà di linguaggio, in quasi settant' anni non aveva mai letto né sentito questa parola.

Ebbene, bando alle ciance !

Da "Il glossario del vino" di Massimo Moretti (che, col batticuore, mi sono subito precipitato a consultare sul web)

☆ definizione di EMPIREUMATICO

¤ " Insieme degli odori caratteristici delle sostanze organiche ottenute per distillazione, riscaldamento o torrefazione (es. confetture, caffè torrefatto, cioccolato caldo, gomma bruciata ecc.) ¤

{noticina} ~ comunque vedo che anche Landmax, nel chiedere lumi a Ludi sulla sua descrizione del Vecchio Samperi Quarantennale, ha tralasciato di riportare il misterioso aggettivo, fermandosi prudentemente solo a "scuro e severo" ..... :wink:


:lol: :lol: :lol: :lol:
Lo so, è un classico termine da degustatore sborone...

..... SEI UN GRANDE :!:

La mia stima per te è subito aumentata in modo ESPONENZIALE .....

:wink: :wink: :wink: :wink: :wink:
carpe diem 8)
eno
Messaggi: 2173
Iscritto il: 08 giu 2007 23:58

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda eno » 17 lug 2019 15:19

Empireumatico? Maddai, quante storie.... Bastava aver letto Veronelli all'epoca... 8) 8)
pstrada75
Messaggi: 646
Iscritto il: 13 gen 2011 23:44
Località: Losanna - Svizzera

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda pstrada75 » 17 lug 2019 16:29

picenum ha scritto:
pstrada75 ha scritto:Ci sveli a quanto lo propongono?

di listino caves sta a 300€ + iva


Stica....no, queste cifre per questa tipologia di vino no di sicuro...
max.giuli
Messaggi: 373
Iscritto il: 02 lug 2010 00:00
Località: L'Aquila

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda max.giuli » 19 lug 2019 02:12

Verdugo 2015 Non bevevo il Verdugo di Franco da qualche anno. Nuova bottiglia, ora borgognotta (rimpiango la bordolese) e nuova etichetta, questa molto bella. Un signor merlot, elegante, fresco, sul peperone verde. Le note verdi lo caratterizzano così come è sempre stato ma senza rinunciare a note più calde di frutta sotto spirito in un'annata, la 2015, a mio avviso di grazia per questo vino. Senza solfiti aggiunti ma senza cose fuori posto, la nitidezza dei profumi e del gusto va ricondotta a uve sanissime. La botte grande aggiunge una lieve speziatura, il sorso è quello che ti aspetti, rassicurante ed invitante, certo non lunghissimo ma cavolo che buono!
Alessio
Messaggi: 198
Iscritto il: 03 gen 2008 16:55

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda Alessio » 19 lug 2019 16:36

Oggi tris di degustazioni:
Si comincia da Bereche dove ci accoglie Raphael: cominciamo con un bellissima visita in vigna, poi visita della cantina e per finire degustazione pazzesca dove ha aperto praticamente tutto quello che aveva (mancava solo il coteau champenois rouge). Seguiranno note
Nel pomeriggio passaggio rapido da Dumenil a fare scorte ed adesso siamo in autostrada per andare da Flavien Nowack.
littlewood
Messaggi: 1842
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda littlewood » 19 lug 2019 19:11

Alessio ha scritto:Oggi tris di degustazioni:
Si comincia da Bereche dove ci accoglie Raphael: cominciamo con un bellissima visita in vigna, poi visita della cantina e per finire degustazione pazzesca dove ha aperto praticamente tutto quello che aveva (mancava solo il coteau champenois rouge). Seguiranno note
Nel pomeriggio passaggio rapido da Dumenil a fare scorte ed adesso siamo in autostrada per andare da Flavien Nowack.

Bevuto da bereche anche il reflect d' antan? Se si com' era?
Messner
Messaggi: 757
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda Messner » 20 lug 2019 10:11

Piccola sbevazzata tra amici

Jacquesson 740 Degorgio Marzo 2017: :D :D :D :D -
Ancora una bella spalla acida, non quella della 2013 ma comunque notevole. Salsedine, note citrine, fiori di campo, un melone bianco. Bel vino a quel prezzo, ma si sa

Boca Le piane 2011 :D :D :D +
Annata non eccezionale, già sul terziario, tannino completamente risolto. Si sente un pelino l'alcol. Erbaceo ed etereo
Buon vino ma lontano dai fasti della 2005 o la più recente 2010

Gattinara Osso San Grato 2011 :D :D :D :D
Qui si cambia registro. Maggior grip tannico, molto equilibrato, il più equilibrato della batteria, ancora giovane ma già molto piacevole: liquirizia,arancia rossa, cannella. Molto buono

Sassella Riserva Vigna Regina 2009 :D :D :D :D -
Spina dorsale acida superiore a tutti quanti, come ci si aspettava. Ha una persistenza veramente interessante; più rotondo di altre annate. Gioca sulla ciliegina sotto spirito, un pochino di ruggine, sassi bagnati, la rosa.

Punteggio Oggettivo
Champagne 90
Boca 88
Gattinara 91
Sassella 90

Punteggio Soggettivo
Champagne 90
Boca 86
Gattinara 91
Sassella 92
Alessio
Messaggi: 198
Iscritto il: 03 gen 2008 16:55

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda Alessio » 20 lug 2019 15:05

Littlewood no non mi ricordo proprio di avere assaggiato il reflet d’antan.
Abbiamo cominciato con il coteau champenois bianco, poi il Rilly, les Beaux Regards, Campania Remenensis, Brut Réservé, le Cran ed il Mailly. Ci ha fatto anche assaggiare una cosa che fanno per loro del 2008, più vegetale con l’arbane ed il petit Messier.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2812
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda Ludi » 22 lug 2019 15:16

Vadiaperti, Fiano di Avellino Aipierti 2010: perfettamente integro ma non molto espressivo. Mi aspettavo decisamente più idrocarburo e più mordente.
Ponzi, Pinot Noir Reserve 2006: la Willamette Valley da dei PN strepitosi. Vorrei avere un solo corrispondente italiano che a tredici anni dalla vendemmia abbia questa speziatura sontuosa e questa acidità.
Decugnano dei Barbi, IL Bianco 2011: un grande Orivieto, e questa è una notizia. Trasporta quasi a Chablis con la sua mineralità salina e la sua incredibile acidità.
Felsina, Maestro Raro 1998: tecnicamente perfetto. Toscano nelle note di erbe aromatiche, ma molto CS nella grafite e nella scatola di sigaro. Forse non ha anima, ma è un bel vino.
Villa, RNA 2004: buono, anzi molto buono, con la sua perfetta maturazione e la sua ricchezza, appena guastata in bocca da una codina amarognola. Poi vedi che costa come il Venus di Agrapart, e cambia tutto.....
Alion 2007: buonissimo. Per nulla pesante ed opulento, bevuto fresco con una fiorentina sontuosamente cotta alla brace va giù che è una meraviglia. Buon sangue non mente
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7650
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda zampaflex » 22 lug 2019 21:28

Vallis Mareni - Prosecco di Valdobbiadene Superiore di Cartizze Dry Ternel

Da una azienda che si occupa di produrre cibo, quindi i prodotti più disparati e non solo vino, purché tutti locali.
Tentativo apparentemente più commerciale che agricolo, ma mi sbilancio e dico che il vino è decisamente piacevole. Ruffianissimo stante il residuo finale, ma c'è sale, e il sapore sembra vero e viene guidato bene. Non ho info precise, ma dovrebbe lavorare sui lieviti indigeni.
Un buon vino da aperitivo, senza dubbio.

:D :D :D
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
lucasantu
Messaggi: 119
Iscritto il: 02 feb 2018 17:03

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda lucasantu » 24 lug 2019 16:11

Ieri sera sfida con 3 amici su taglio bordolese tutto alla cieca
5 bottiglie in gara + 4 extra...

Non mi sono purtroppo segnato troppi appunti e non mi ricordo altro che i voti :roll: 9 bottiglie in 4 sono troppe :lol:

1 Bolla di entrata che non guasta mai

Larmandier Vieille Vigne du Levant 2008
per mio gusto personale uno dei miglior Blanc d Bl. in commercio Voto 95

1- Opus One 1999 vincitore unanime Voto 98 - semplicemente perfetto
2- Paleo 1999 purtroppo un pelo difettato - Voto 88
3- Château La Luvriere 1995 - Voto 93
4- Solaia 2001 - Voto 95
5- Maculan Fratta 1999 - Voto 93

Extra ma inserito in mezzo alla degustazione alla cieca
- Per tutti con un età massima di 20 anni o poco più :lol: :lol: :lol:
Immagine
Naso veramente intenso , erbaceo da far saltare via il naso , la bottiglia più vecchia mai sentita che alla circa sfiderei qualsirsi persona a datarla così tanto , una storia lunga una vita da raccontare...

- Tua Rita 2016 ( forse la peggiore di tutte ) penalizzata sicuramente da quello bevuto prima
- Sassicaia 2016 , molto morbido , ammetto che la 2015 non l'ho ancora sentita , ma ho bevuto settimana scorsa un guado al tasso 2015 morbido allo stesso modo . Anche quest ultima sicuramente penalizzata come la precedente e da nessuno ha ricevuto un voto all 'altezza delle altre.
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1510
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 25 lug 2019 17:48

Le mie bevute lugliose degne di nota:

Vincent Girardin, Meursault les vielles vignes 2014
Finezza liquida, esplosivo all'esame olfattivo..primari e secondari si incontrano e si separano per ritrovarsi di nuovo..a tratti floreale e balsamico si assesta su morbide note agrumate..un bel sentore minerale si fa strada, affiancato da una spezia fine e lontani profumi di menta pestata. All'assaggio mostra una spina dorsale da vino senza tempo..equilibrio e freschezza, la persistenza è ammaliante, richiama il calice successivo..goloso e cerebrale allo stesso tempo..parafrasando e storpiando ciò che scrisse qualcuno tanto tempo fa, chi non beve Borgogna ha qualcosa da nascondere :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Vincent Bouzerau, Bourgogne 2017
calore alcolico un po' eccessivo, probabilmente ancora un po' instabile causa gioventú, però bel naso di mentuccia, agrumi e frutta gialla ancora un po' acerba..spinta acida importante..un po' verdognolo in chiusura..

Lammidia, sciambagn, recente annata
100% trebbiano rifermentato in bottiglia, bolla finissima, profumi di percoca, mango, melone bianco, pompelmo rosa..la bocca è distesa, dissetante, ritorna in chiusura quella freschezza citrina, limonosa..il finale è lungo, succoso..l'estate ha il profumo di questo vino.

Frantz Chagnoleau, macon-villages, clos saint pancras 2016
Acidità sparata, toni verdognoli..ma c'è un sottostante pazzesco..al naso butta fuori profumi di prugna, pera cotta, cera calda, una leggera vaniglia, note vegetali e balsamiche aggiungono freschezza..coerenza al palato, dove viene fuori il lato più dritto e minerale di questo vino..da abbinare con piatti strutturati..il suo slancio di gioventù richiama sapori forti e decisi..io l'ho accostato a uno spaghettone curry, zucchine e olio piccante homemade..tanta robbbbbba!

Henri Bourgois, Sancerre etienne henri 2001
Un po' avanti con l'età ma preso in tempo..tappo perfetto e acquistato in enoteca super professionale quindi conservazione corretta..albicocche e frutti gialli al naso..spuntano note ossidative nocciolate e di frutta secca molto intriganti..ma la prova che è vivo si palesa all'assaggio..è teso, vibrante, sono gli ultimi colpi di mayweather, agili ma potenti, assestati con la sicurezza di chi sa di non poter essere sconfitto.
O ci abbinate formaggi prepotenti o lasciate perdere..del resto la gloria porta solitudine
Lorenzo
maxer
Messaggi: 3057
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda maxer » 25 lug 2019 19:10

gbaenergiaeco10 ha scritto:Le mie bevute lugliose degne di nota:

Vincent Girardin, Meursault les vielles vignes 2014
Finezza liquida, esplosivo all'esame olfattivo..primari e secondari si incontrano e si separano per ritrovarsi di nuovo..a tratti floreale e balsamico si assesta su morbide note agrumate..un bel sentore minerale si fa strada, affiancato da una spezia fine e lontani profumi di menta pestata. All'assaggio mostra una spina dorsale da vino senza tempo..equilibrio e freschezza, la persistenza è ammaliante, richiama il calice successivo..goloso e cerebrale allo stesso tempo..parafrasando e storpiando ciò che scrisse qualcuno tanto tempo fa, chi non beve Borgogna ha qualcosa da nascondere :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Vincent Bouzerau, Bourgogne 2017
calore alcolico un po' eccessivo, probabilmente ancora un po' instabile causa gioventú, però bel naso di mentuccia, agrumi e frutta gialla ancora un po' acerba..spinta acida importante..un po' verdognolo in chiusura..

Lammidia, sciambagn, recente annata
100% trebbiano rifermentato in bottiglia, bolla finissima, profumi di percoca, mango, melone bianco, pompelmo rosa..la bocca è distesa, dissetante, ritorna in chiusura quella freschezza citrina, limonosa..il finale è lungo, succoso..l'estate ha il profumo di questo vino.

Frantz Chagnoleau, macon-villages, clos saint pancras 2016
Acidità sparata, toni verdognoli..ma c'è un sottostante pazzesco..al naso butta fuori profumi di prugna, pera cotta, cera calda, una leggera vaniglia, note vegetali e balsamiche aggiungono freschezza..coerenza al palato, dove viene fuori il lato più dritto e minerale di questo vino..da abbinare con piatti strutturati..il suo slancio di gioventù richiama sapori forti e decisi..io l'ho accostato a uno spaghettone curry, zucchine e olio piccante homemade..tanta robbbbbba!

Henri Bourgois, Sancerre etienne henri 2001
Un po' avanti con l'età ma preso in tempo..tappo perfetto e acquistato in enoteca super professionale quindi conservazione corretta..albicocche e frutti gialli al naso..spuntano note ossidative nocciolate e di frutta secca molto intriganti..ma la prova che è vivo si palesa all'assaggio..è teso, vibrante, sono gli ultimi colpi di mayweather, agili ma potenti, assestati con la sicurezza di chi sa di non poter essere sconfitto.
O ci abbinate formaggi prepotenti o lasciate perdere..del resto la gloria porta solitudine

..... un Lorenzo particolarmente in forma : belle note ! ..... :wink:
carpe diem 8)
lucastoner
Messaggi: 485
Iscritto il: 20 giu 2009 09:59

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda lucastoner » 26 lug 2019 06:40

Con un amico , un mercoledì sera da aria condizionata a manetta, con formaggi e salami 100% autoctoni.

Giulio Ferrari R.F. 2007 : l'avevo assaggiato appena uscito ed ero curioso di vedere come si era evoluto in un annetto.
Più godevole, ancora tanta acidità che invita a lasciare in cantina il resto della cassa per parecchio tempo. Al naso è tutto giocato sugli agrumi e sui fiori freschi. Bolla elegante e persistenza migliore rispetto alla 2006 e 2005 , così a memoria.
Sempre una bella bevuta, finchè lo si pagava 50/55€

Valentini Cerasuolo 2018 : finalmente sono riuscito a bermi un Cerasuolo giovane , dopo le delusioni di 3/4 bottiglie davvero altalenanti , su cui avevo dubbi di conservazione. A questo punto i dubbi sono anche sull'effettivo senso di tenere in cantina anche solo un paio di anni questo vino , visto che bevuto oggi è sinceramente spettacolare.
Appena aperto ha la solita puzzettina, che svanisce però in 1 minuto nel bicchiere, non di più. Da lì spazia dall'ematico, ferroso...alla rosa , alle spezie , mantenendo per tutto il tempo un accenno minerale davvero piacevole.
Acidità ovviamente bella presente, ma assolutamente non sopra le righe , beva assurda e bottiglia che finisce pericolosamente in fretta.
Anche qua....costasse 10€ di meno , per la tipologia di vino, ne comprerei ben di più.
Aggiungo che con un 100% capra , a pasta semicotta, faceva i botti :shock:
lucasantu
Messaggi: 119
Iscritto il: 02 feb 2018 17:03

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2019

Messaggioda lucasantu » 26 lug 2019 07:18

lucastoner ha scritto:Con un amico , un mercoledì sera da aria condizionata a manetta, con formaggi e salami 100% autoctoni.

Giulio Ferrari R.F. 2007 : l'avevo assaggiato appena uscito ed ero curioso di vedere come si era evoluto in un annetto.
Più godevole, ancora tanta acidità che invita a lasciare in cantina il resto della cassa per parecchio tempo. Al naso è tutto giocato sugli agrumi e sui fiori freschi. Bolla elegante e persistenza migliore rispetto alla 2006 e 2005 , così a memoria.
Sempre una bella bevuta, finchè lo si pagava 50/55€

Valentini Cerasuolo 2018 : finalmente sono riuscito a bermi un Cerasuolo giovane , dopo le delusioni di 3/4 bottiglie davvero altalenanti , su cui avevo dubbi di conservazione. A questo punto i dubbi sono anche sull'effettivo senso di tenere in cantina anche solo un paio di anni questo vino , visto che bevuto oggi è sinceramente spettacolare.
Appena aperto ha la solita puzzettina, che svanisce però in 1 minuto nel bicchiere, non di più. Da lì spazia dall'ematico, ferroso...alla rosa , alle spezie , mantenendo per tutto il tempo un accenno minerale davvero piacevole.
Acidità ovviamente bella presente, ma assolutamente non sopra le righe , beva assurda e bottiglia che finisce pericolosamente in fretta.
Anche qua....costasse 10€ di meno , per la tipologia di vino, ne comprerei ben di più.
Aggiungo che con un 100% capra , a pasta semicotta, faceva i botti :shock:


è proprio questo il punto , va nel giro di pochi anni al raddoppio , poco che andiamo avanti supererà certe bollicine francesi di importante spessore...

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite