Valdobbiadene

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
eno
Messaggi: 2163
Iscritto il: 08 giu 2007 23:58

Valdobbiadene

Messaggioda eno » 26 apr 2019 23:39

...e dintorni, pere ci sia stata una mega grandinata
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8657
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Valdobbiadene

Messaggioda arnaldo » 27 apr 2019 10:19

Pure nella nostra fascia pedemontana di Bassano,Romano e Borso....
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
eno
Messaggi: 2163
Iscritto il: 08 giu 2007 23:58

Re: Valdobbiadene

Messaggioda eno » 27 apr 2019 11:03

Ho vistoqualche foto... strade tappezzate di grandine...
maxer
Messaggi: 2984
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Valdobbiadene

Messaggioda maxer » 27 apr 2019 11:40

Impressionanti le foto e i video che mostrano le strade dell' Alta Marca trevigiana (Vidor, Valdobbiadene, Follina, vallata del Soligo) completamente imbiancate dal ghiaccio !

Pare che, nonostante la quantità di grandine caduta, i grappoli abbiano subito un danno "solamente" del 10-15 %, poiché per fortuna il vento era assente. Ciò ha consentitoo ai chicchi di grandine di scendere in verticale, provocando in tal modo danni più ridotti ; se spinti dal vento in diagonale contro le uve, attraversando le piante, le perdite sarebbero state ben maggiori.

Purtroppo è stata colpita la zona del Prosecco generalmente migliore, il DOCG.
Oggi telefonerò a Loris Follador per avere notizie più precise.
carpe diem 8)
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11662
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Valdobbiadene

Messaggioda Alberto » 29 apr 2019 18:04

maxer ha scritto:Impressionanti le foto e i video che mostrano le strade dell' Alta Marca trevigiana (Vidor, Valdobbiadene, Follina, vallata del Soligo) completamente imbiancate dal ghiaccio !

Pare che, nonostante la quantità di grandine caduta, i grappoli abbiano subito un danno "solamente" del 10-15 %, poiché per fortuna il vento era assente. Ciò ha consentitoo ai chicchi di grandine di scendere in verticale, provocando in tal modo danni più ridotti ; se spinti dal vento in diagonale contro le uve, attraversando le piante, le perdite sarebbero state ben maggiori.

Purtroppo è stata colpita la zona del Prosecco generalmente migliore, il DOCG.
Oggi telefonerò a Loris Follador per avere notizie più precise.

Mi sa che parlare di grappoli ancor prima che inizi la fioritura non è proprio "sua mamma" come si dice dalle mie parti... :wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
maxer
Messaggi: 2984
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Valdobbiadene

Messaggioda maxer » 29 apr 2019 18:48

Alberto ha scritto:
maxer ha scritto:Impressionanti le foto e i video che mostrano le strade dell' Alta Marca trevigiana (Vidor, Valdobbiadene, Follina, vallata del Soligo) completamente imbiancate dal ghiaccio !

Pare che, nonostante la quantità di grandine caduta, i grappoli abbiano subito un danno "solamente" del 10-15 %, poiché per fortuna il vento era assente. Ciò ha consentitoo ai chicchi di grandine di scendere in verticale, provocando in tal modo danni più ridotti ; se spinti dal vento in diagonale contro le uve, attraversando le piante, le perdite sarebbero state ben maggiori.

Purtroppo è stata colpita la zona del Prosecco generalmente migliore, il DOCG.
Oggi telefonerò a Loris Follador per avere notizie più precise.

Mi sa che parlare di grappoli ancor prima che inizi la fioritura non è proprio "sua mamma" come si dice dalle mie parti... :wink:

..... ooopsss ! Pensavo che fossimo a fine giugno : sai, noi anziani pensionati nullafacenti 8) perdiamo la cognizione del tempo.
Capiterà anche a te, fra 37 anni :D .....
carpe diem 8)
maxer
Messaggi: 2984
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Valdobbiadene

Messaggioda maxer » 03 mag 2019 00:28

maxer ha scritto:Impressionanti le foto e i video che mostrano le strade dell' Alta Marca trevigiana (Vidor, Valdobbiadene, Follina, vallata del Soligo) completamente imbiancate dal ghiaccio !

Pare che, nonostante la quantità di grandine caduta, le vignevabbiano subito un danno "solamente" del 10-15 %, poiché per fortuna il vento era assente. Ciò ha consentitoo ai chicchi di grandine di scendere in verticale, provocando in tal modo danni più ridotti ; se spinti dal vento in attraversando in diagonale le piante, le perdite sarebbero state ben maggiori.

Purtroppo è stata colpita la zona del Prosecco generalmente migliore, il DOCG.
Oggi telefonerò a Loris Follador per avere notizie più precise.

Ho sentito Loris : era a terra e ancora scosso da quanto era successo alle sue amate viti, anche se fatalisticamente consapevole della ineluttabilità del pauroso disastro subito.

Ha perso quasi il 100 % del futuro raccolto :!:

Si è salvato solo un 20 % di una piccola porzione di vigna attorno alla casa.
Mi ha detto che mai aveva dovuto assistere ad una tempesta di tale violenza, che è arrivata a distruggere anche tutte le foglie delle viti.
La sua zona si è così rivelata quella che ha subito i danni maggiori

Forza Loris, penso dispiaccia a tutti noi
carpe diem 8)
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: Valdobbiadene

Messaggioda BarbarEdo » 03 mag 2019 17:43

Spiace molto, anche se non conosco Follador di persona. Tra l'altro il glera è una varietà piuttosto precoce, per cui immagino il disastro... Lo stesso giorno è grandinato anche in zona Nizza, a macchie, ma con danni di entità molto più limitata.
Questo weekend invece danno nuovo rischio gelate in Europa continentale... Sembra l'inizio della classica année de merde... :cry:
Primum bibere deinde philosophari
alleg
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: Valdobbiadene

Messaggioda alleg » 03 mag 2019 17:53

BarbarEdo ha scritto:Spiace molto, anche se non conosco Follador di persona. Tra l'altro il glera è una varietà piuttosto precoce, per cui immagino il disastro... Lo stesso giorno è grandinato anche in zona Nizza, a macchie, ma con danni di entità molto più limitata.
Questo weekend invece danno nuovo rischio gelate in Europa continentale... Sembra l'inizio della classica année de merde... :cry:

si dice annata "classica"
littlewood
Messaggi: 1805
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Valdobbiadene

Messaggioda littlewood » 03 mag 2019 19:16

Oggi grandinata in valpolicella a casa mia 3 dita di grandine in giardino :(
eno
Messaggi: 2163
Iscritto il: 08 giu 2007 23:58

Re: Valdobbiadene

Messaggioda eno » 04 mag 2019 00:43

Vabbe’, fin che e’ il tuo giardino...
Ma le vigne?
littlewood
Messaggi: 1805
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Valdobbiadene

Messaggioda littlewood » 04 mag 2019 06:33

Le nostre no ma quelle in questa zona.... :(
MANUZ
Messaggi: 2302
Iscritto il: 12 ago 2008 17:47

Re: Valdobbiadene

Messaggioda MANUZ » 04 mag 2019 11:57

Da quando sono in agricoltura mi rendo conto che la grandine prima la ‘vivevo’ in maniera diversa... e dopo dicono che gli agricoltori non pagano tasse e sono molto avvantaggiati.. andate a spiegarlo agli agricoltori di valdobbiadene ( in qst caso) e vedete se vi rispondono a parole o a mani...
Peccato... unica PICCOLA consolazione .... il prosecco ha un momento di stallo.. chissà che nella disgrazia non ricavino una fortuna..
Avete bisogno di barbatelle?
Sono qui...
paolik
Messaggi: 2026
Iscritto il: 06 giu 2007 19:31
Località: Barbarano Mossano

Re: Valdobbiadene

Messaggioda paolik » 04 mag 2019 18:10

MANUZ ha scritto:Da quando sono in agricoltura mi rendo conto che la grandine prima la ‘vivevo’ in maniera diversa... e dopo dicono che gli agricoltori non pagano tasse e sono molto avvantaggiati.. andate a spiegarlo agli agricoltori di valdobbiadene ( in qst caso) e vedete se vi rispondono a parole o a mani...
Peccato... unica PICCOLA consolazione .... il prosecco ha un momento di stallo.. chissà che nella disgrazia non ricavino una fortuna..


Penso che ci sia da fare distinzione tra Conegliano e Valdobbiadene, e il resto del Friuli e del Veneto, io vivo in provincia di Vicenza dove ogni anno gli ettari destinati a vite sono aumentati ogni anno, e non è ancora finito, già un mese fa si parlava di un calo del prezzo da 1-1,05 al kg a - 30 centesimi, ma non ha nulla a che vedere con le zone vocate, sopra citate. Solidarietà, anche perché le piante non sono ancora fiorite, ma se le foglie con le gemme sono state devastate, hai voglia ad aspettare che fioriscano :(
MANUZ
Messaggi: 2302
Iscritto il: 12 ago 2008 17:47

Re: Valdobbiadene

Messaggioda MANUZ » 04 mag 2019 18:25

Se ti riferisci al fatto che il prosecco ha un momento di stallo ti dico che ho parecchi clienti li in zona e anche cantine di un certo livello.. e ti garantisco che non sono più felici come un anno fa... le botti sono belle piene ancora. E pure con vino del 2017...
Avete bisogno di barbatelle?
Sono qui...
paolik
Messaggi: 2026
Iscritto il: 06 giu 2007 19:31
Località: Barbarano Mossano

Re: Valdobbiadene

Messaggioda paolik » 04 mag 2019 19:40

MANUZ ha scritto:Se ti riferisci al fatto che il prosecco ha un momento di stallo ti dico che ho parecchi clienti li in zona e anche cantine di un certo livello.. e ti garantisco che non sono più felici come un anno fa... le botti sono belle piene ancora. E pure con vino del 2017...


Estendere la doc a Friuli e veneto ha drogato il mercato, e fino a che il mercato ha tirato nel prosecco ci è finito di tutto e quello fatto dalle mie parti andava in Inghilterra in cisterna a 40 centesimi litro , queste sono mode e come tutte le mode hanno un inizio e una fine , i politici che hanno creato questa moda come sempre hanno creato consensi a breve termine, invece di governare il processo per un duraturo beneficio, ora ci troviamo terra da patate o seminario convertita a vite, con il conseguente inquinamento del terreno. Valdobbiadene e Conegliano ci vanno di mezzo, perché vai a spiegare in giro per il mondo la differenza tra un prosecco e l'altro
paolik
Messaggi: 2026
Iscritto il: 06 giu 2007 19:31
Località: Barbarano Mossano

Re: Valdobbiadene

Messaggioda paolik » 04 mag 2019 19:41

MANUZ ha scritto:Se ti riferisci al fatto che il prosecco ha un momento di stallo ti dico che ho parecchi clienti li in zona e anche cantine di un certo livello.. e ti garantisco che non sono più felici come un anno fa... le botti sono belle piene ancora. E pure con vino del 2017...


Estendere la doc a Friuli e veneto ha drogato il mercato, e fino a che il mercato ha tirato nel prosecco ci è finito di tutto e quello fatto dalle mie parti andava in Inghilterra in cisterna a 40 centesimi litro , queste sono mode e come tutte le mode hanno un inizio e una fine , i politici che hanno creato questa moda come sempre hanno creato consensi a breve termine, invece di governare il processo per un duraturo beneficio, ora ci troviamo terra da patate o seminario convertita a vite, con il conseguente inquinamento del terreno. Valdobbiadene e Conegliano ci vanno di mezzo, perché vai a spiegare in giro per il mondo la differenza tra un prosecco e l'altro
MANUZ
Messaggi: 2302
Iscritto il: 12 ago 2008 17:47

Re: Valdobbiadene

Messaggioda MANUZ » 04 mag 2019 19:42

Non condivido il tuo pensiero mi spiace.. appena ho un attimo ti dico il mio...
Avete bisogno di barbatelle?
Sono qui...
MANUZ
Messaggi: 2302
Iscritto il: 12 ago 2008 17:47

Re: Valdobbiadene

Messaggioda MANUZ » 04 mag 2019 21:05

Io sono più convinto che la doc abbia aiutato la docg più che il contrario..
Fino a prima di qst boom del prosecco non è che lo stesso fosse così pregiato , valutato economicamente e conosciuto..
Dopo qst grossa e importante valorizzazione con doc e docg L economia ne ha giovato non poco..
Poi che si dica che molti terreni poco vocati alla vite siano stati piantati invece a vigneto quello ok, ma qui la colpa va data prevalentemente agli ‘industriali’ che hanno cavalcato qst onda e ovviamente hanno fatto business e lavorato senza avere Alba di viticoltura ma spesso dando in mano ad altri i vigneti facendo danni e porcherie..
Se poi vogliamo parlare di discorso fitofarmaci e fantomatici danni ecologici che il prosecco fa.. beh.. li io mi tiro fuori xke il discorso è ‘scottante’ e certi discorsi meglio farli in privato ma dico solo che sparare sul prosecco solo per invidia è troppo facile...
Avete bisogno di barbatelle?
Sono qui...
paolik
Messaggi: 2026
Iscritto il: 06 giu 2007 19:31
Località: Barbarano Mossano

Re: Valdobbiadene

Messaggioda paolik » 05 mag 2019 05:08

MANUZ ha scritto:Io sono più convinto che la doc abbia aiutato la docg più che il contrario..
Fino a prima di qst boom del prosecco non è che lo stesso fosse così pregiato , valutato economicamente e conosciuto..
Dopo qst grossa e importante valorizzazione con doc e docg L economia ne ha giovato non poco..
Poi che si dica che molti terreni poco vocati alla vite siano stati piantati invece a vigneto quello ok, ma qui la colpa va data prevalentemente agli ‘industriali’ che hanno cavalcato qst onda e ovviamente hanno fatto business e lavorato senza avere Alba di viticoltura ma spesso dando in mano ad altri i vigneti facendo danni e porcherie..
Se poi vogliamo parlare di discorso fitofarmaci e fantomatici danni ecologici che il prosecco fa.. beh.. li io mi tiro fuori xke il discorso è ‘scottante’ e certi discorsi meglio farli in privato ma dico solo che sparare sul prosecco solo per invidia è troppo facile...


Intanto grazie per la risposta, guarda che comunque sono più i punti di contatto che quelli divisivi tra noi, il mio però non è un discorso di invidia, ma su un discorso che mi faceva mio zio, viticoltore, che fa un vino senza pretese, ma pulito e gradevole,20 anni fa, i vini sono come le mode, vanno è vengono, mi diceva se io seguissi le mode, dovrei piantare e spianare le viti ogni 5-6 anni. Questo per dire che quando certi processi non vengono regolati, e si lascia mano libera al mercato, che tanto ci pensa lui, succede di tutto, come finire nel prosecco l'uva garganega, perché serve produzione. D'altronde se la garganega fino a 2 -3 anni fa te la pagavano 20 centesimi kg e il prosecco 1,20 euro kg, capisci dove va il mercato. Ma il mercato va dove vuole, e quando si gira da un'altra parte , le cantine restano piene, e avvengono le aberrazioni come l'anno scorso dove ad un certo punto l'uva in eccesso è stata scaricata , dopo essere stata vendemmiata con la macchina giù per i fossi.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7552
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Valdobbiadene

Messaggioda zampaflex » 05 mag 2019 10:04

paolik ha scritto:
MANUZ ha scritto:Se ti riferisci al fatto che il prosecco ha un momento di stallo ti dico che ho parecchi clienti li in zona e anche cantine di un certo livello.. e ti garantisco che non sono più felici come un anno fa... le botti sono belle piene ancora. E pure con vino del 2017...


Estendere la doc a Friuli e veneto ha drogato il mercato, e fino a che il mercato ha tirato nel prosecco ci è finito di tutto e quello fatto dalle mie parti andava in Inghilterra in cisterna a 40 centesimi litro , queste sono mode e come tutte le mode hanno un inizio e una fine , i politici che hanno creato questa moda come sempre hanno creato consensi a breve termine, invece di governare il processo per un duraturo beneficio, ora ci troviamo terra da patate o seminario convertita a vite, con il conseguente inquinamento del terreno. Valdobbiadene e Conegliano ci vanno di mezzo, perché vai a spiegare in giro per il mondo la differenza tra un prosecco e l'altro


La politica non c'entra nulla.
E' stato esclusivamente un fenomeno di mercato. La domanda del prodotto Prosecco è aumentata? E con essa i guadagni?
Il mercato ha risposto con un aumento della produzione. E siccome i produttori hanno spinto, spinto e rispinto, si è allargata la DOC (che non è governata da burocrati o politici - nemmeno in Francia l'INAO riesce più a farlo, vedete voi) per fare fronte a tale domanda.
Ora si vede che alcuni mercati geografici sono in affanno, la domanda totale è scesa, e quindi per la sempiterna legge economica, il prezzo è crollato.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
maxer
Messaggi: 2984
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Valdobbiadene

Messaggioda maxer » 05 mag 2019 11:30

paolik ha scritto:Estendere la doc a Friuli e a TUTTO IL VENETO (!!!)ha drogato il mercato e, fino a che il mercato ha tirato, nel prosecco ci è finito di tutto e quello fatto dalle mie parti andava in Inghilterra in cisterna a 40 centesimi litro. Queste sono mode e come tutte le mode hanno un inizio e una fine.
I politici che hanno creato questa moda come sempre hanno creato consensi a breve termine, invece di governare il processo per un duraturo beneficio : ora ci troviamo terra da patate o seminario convertita a vite, con il conseguente inquinamento del terreno.
Valdobbiadene e Conegliano ci vanno di mezzo, perché vai a spiegare in giro per il mondo la differenza tra un prosecco e l'altro

..... konkordo assolutamente con Gianpaolo.

Il signor Zaia, con la sua notevole capacità manegeriale e organizzativa, bisogna riconoscerlo (anche se adottando la solita ottica politica un po' miope e di corto respiro), con la sua azione fondata sui due obiettivi 'Agricoltura e Turismo, in cambio di qualche milione di voti, ha lasciato il mercato sena alcun controllo (mentre il compito primario di una politica corretta sarebbe quello di regolarlo), creando una spropositata ricchezza basata solo su una monocoltura vinicola tutta orientata verso un Prosecco di scarsa qualità basato soprattutto sulla quantità, oltretutto senza alcun controllo anche della già scarsissima regolamentazione di rispetto dei territori da ogni punto di vista.
E non parliamo delle più varie e note "furbate enologiche", ché è meglio : basta ascoltare quanto racconta ogni serio produttore.

Solo "Soldi, soldi, soldi" ... (e ne sono stati messi da parte proprio tanti, magari non reinvestiti ma forse portati al sicuro all' estero 8) )

Come previsto, ora che si sta sgonfiando il fenomeno e scendono (e scenderanno sempre di più) i prezzi delle uve, i nodi vengono al pettine.
Quando c' è una monocoltura, per di più con prodotti di scarsa qualità, risolvere il problema diventa mooolto difficile, se non impossibile.
carpe diem 8)
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: Valdobbiadene

Messaggioda BarbarEdo » 05 mag 2019 11:39

zampaflex ha scritto:
paolik ha scritto:
MANUZ ha scritto:Se ti riferisci al fatto che il prosecco ha un momento di stallo ti dico che ho parecchi clienti li in zona e anche cantine di un certo livello.. e ti garantisco che non sono più felici come un anno fa... le botti sono belle piene ancora. E pure con vino del 2017...


Estendere la doc a Friuli e veneto ha drogato il mercato, e fino a che il mercato ha tirato nel prosecco ci è finito di tutto e quello fatto dalle mie parti andava in Inghilterra in cisterna a 40 centesimi litro , queste sono mode e come tutte le mode hanno un inizio e una fine , i politici che hanno creato questa moda come sempre hanno creato consensi a breve termine, invece di governare il processo per un duraturo beneficio, ora ci troviamo terra da patate o seminario convertita a vite, con il conseguente inquinamento del terreno. Valdobbiadene e Conegliano ci vanno di mezzo, perché vai a spiegare in giro per il mondo la differenza tra un prosecco e l'altro


La politica non c'entra nulla.
E' stato esclusivamente un fenomeno di mercato. La domanda del prodotto Prosecco è aumentata? E con essa i guadagni?
Il mercato ha risposto con un aumento della produzione. E siccome i produttori hanno spinto, spinto e rispinto, si è allargata la DOC (che non è governata da burocrati o politici - nemmeno in Francia l'INAO riesce più a farlo, vedete voi) per fare fronte a tale domanda.
Ora si vede che alcuni mercati geografici sono in affanno, la domanda totale è scesa, e quindi per la sempiterna legge economica, il prezzo è crollato.

Diciamo che il mercato ha indicato una via, fallimentare, che i produttori e gli amministratori della denominazione non hanno esitato a seguire.
Ho saputo che presto estenderanno la doc Alta Langa alla zona del Nizza, che ha colline di 200 -250 m che non c'entrano nulla né con la Langa, tantomeno con quella Alta, e dove chardonnay e pinot nero vengono una m*rda... Ma quando impareranno?
Primum bibere deinde philosophari
maxer
Messaggi: 2984
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Valdobbiadene

Messaggioda maxer » 05 mag 2019 11:48

zampaflex ha scritto:..... La politica non c'entra nulla.
E' stato esclusivamente un fenomeno di mercato .....

Ma basta con questo mercatismo esasperato !
Una vera società liberale DEVE E SA REGOLARE il mercato, non lo subisce supinamente.
Senza aver paura di essere accusata di statalismo, che è tutt' altra cosa, anch' essa certamente negativa.
E l' ex-presidente della Provincia di Treviso e poi Ministro dell' Agricoltura e poi presidente della Regione Veneto, assoluto protagonista per quasi vent' anni della politica vinicola veneta, è stato un certo Luca Zaia (nato a Conegliano), o no ? :evil:
carpe diem 8)
Michelasso
Messaggi: 231
Iscritto il: 04 ott 2018 00:29

Re: Valdobbiadene

Messaggioda Michelasso » 05 mag 2019 13:01

littlewood ha scritto:Le nostre no ma quelle in questa zona.... :(



Qualche dettaglio qui:

https://www.ilgazzettino.it/nordest/verona/verona_maltempo_distrutte_coltivazioni-4471268.html
"Fra le poche cose che so fare con piacere e che ho sicuramente meglio saputo fare, è bere. Ho scritto molto meno della maggior parte degli scrittori, ma ho certamente bevuto di più della maggior parte di coloro che bevono."
(G. Debord)

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: littlewood e 10 ospiti