A MARZO SI BEVE ACQUA?

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13150
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Kalosartipos » 13 mar 2019 22:00

Bottiglia della serata.. veramente buono e con bella mobilità nel bicchiere.. avercene!

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13150
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Kalosartipos » 13 mar 2019 22:02

Il ringer... quando si dice un PN italiano che ricorda la Borgogna.. nel bicchiere, alla prima snasata, tutti a dire: "Borgogna old style.. probabilmente Gouges!"
Ovvero: puzza di pollaio.. :mrgreen: :roll:

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13150
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Kalosartipos » 13 mar 2019 22:03

Però, proprio il giorno prima, al mio "solito" ristorante, avevo bevuto la 2013 ed era veramente buona.. non ricordava un PN di Borgogna, ma era una gran boccia!

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2086
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda gianni femminella » 14 mar 2019 08:24

Kalosartipos ha scritto:Però, proprio il giorno prima, al mio "solito" ristorante, avevo bevuto la 2013 ed era veramente buona.. non ricordava un PN di Borgogna, ma era una gran boccia!

Immagine


Assaggiato l'anno scorso al Vinitaly. Ero a fine giro e non ricordo molto. Il produttore è un tipo interessante. Se non sbaglio in passato era il factotum di Poggio di Sotto.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13150
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Kalosartipos » 14 mar 2019 09:30

gianni femminella ha scritto:Il produttore è un tipo interessante. Se non sbaglio in passato era il factotum di Poggio di Sotto.

Federico Staderini. Mi risulta lavori ancora per Poggio di Sotto.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7678
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda zampaflex » 14 mar 2019 12:05

Schiavenza - Barolo Broglio 2010

Bell'olfatto, classico/ampio nei rimandi; tannino che si impolvera passando il tempo, mentre all'apertura pare ben legato all'alcool abbondante ma non infastidente. Si sente un corpo di un certo peso, estratti importanti. Ma lunghezza solo discreta, anche se la retro, ad ascoltarla bene, si fa udire.
Secondo 2010 che apro da quando li ho acquistati, promesse dell'annata rispettate. Questa in particolare è una onesta bottiglia, ottima per la tavola di ogni giorno.

:D :D :D :)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Smarco
Messaggi: 3548
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Smarco » 14 mar 2019 13:11

ieri sera in quel di Ancona seratina sui barolo 2014
Brun Servenay Rose - senza infamia senza lode svolge egregiamente il suo lavoro ad un prezzo ridicolo
Vietti Rocche di Castiglione 2014 - apre su legno e vaniglia...fortuna dopo poco si pulisce e lascia spazio a note di menta e agrume, in bocca tannino potente ma tornano le note legnose
Vajra Ravera 2014 - al naso più floreale, molto più classico rispetto al primo, bocca potente e precisa
Rinaldi Tre Tine 2014 - potente e austero, minerale, floreale; bocca con un tannino potente ed aggressivo lunghezza infinita
Rinaldi Brunate 2014 - più delicato del tre tine, al naso non è molto espressivo, in bocca tannino potente ma tutto li... per me non è una grande riuscita
Burlotto Cannubi 2014 - parte subito pirico per poi piano piano distendersi sul fiore, anche se la nota pirica fa spesso ritorno, in bocca è potente ma tutto perfettamente bilanciato, tannino presente ma perfettamente integrato con tutto il resto
Burlotto Monviglieri 2014 - apre su una nota di confettura di fragola che a me proprio non mi è piaciuta.
Giovanni Rosso Cerretta 2014 - al naso classiche note di arancia fiori e frutti rossi, molto "didattico" bocca con tannino e acidità un pò slegate con una nota alcolica che va un pò dove vuole
Giovanni Rosso Serra 2014 - Parte in sordina per poi distendersi, in bocca molto più bilanciato del fratello
Giovanni Rosso Barolo Vigna Rionda 2014 - classicissimo al naso, un pò contratto, in prospettiva forse tra i migliori della serata
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13150
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Kalosartipos » 17 mar 2019 09:57

Al naso, un campo di fiori degno di uno Chablis di quelli buoni.. piaciuto!

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
dtts_it
Messaggi: 1980
Iscritto il: 07 gen 2008 22:11
Località: Roma

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda dtts_it » 17 mar 2019 16:44

Un po' di belle bottiglie in questi giorni per compleanni ed evenienze varie....

W. Fevre Preuses 2008 :D :D :D :)
Montevetrano 2004 :D :D :D :)
Brezza Cannubi 2013 :D :D :D :D +
Brezza Sarmassa 2013 :D :D :D :D
Ronco delle Mele 2010 :D :D :D :)
Pape clement blanc 2009 :D :D :D :D :D :shock:
Chapoutier Hermitage Blanc de L'Oree 2009 :D :D :D :D :D :shock:
Ducru Beaucaillou 2007 MG :D :D :D :D :)

I due 100/100 Parker devo dire pazzeschi.... Il Pape Clément ha vinto ai punti
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11820
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Alberto » 17 mar 2019 18:08

dtts_it ha scritto:I due 100/100 Parker devo dire pazzeschi.... Il Pape Clément ha vinto ai punti

Povero Venica... :mrgreen: :D
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
dtts_it
Messaggi: 1980
Iscritto il: 07 gen 2008 22:11
Località: Roma

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda dtts_it » 17 mar 2019 23:35

Alberto ha scritto:
dtts_it ha scritto:I due 100/100 Parker devo dire pazzeschi.... Il Pape Clément ha vinto ai punti

Povero Venica... :mrgreen: :D


Non sono stato così cattivo... L'ho bevuto qualche giorno prima dei due mostri....
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1518
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 18 mar 2019 11:42

Franciacorta Quadra Green Vegan biologico
Interessante al naso, panbrioches, arachidi, mela verde, ma la bocca non convince..gradevole la finezza della bolla, se non fosse che viene fuori un vegetale amarognolo che ne appesantisce la beva e non poco..

Nosiola Foradori 2015
meravigliosa, al naso frutta gialla ed erbe officinali..deboli sentori mandorlati, ossidativi, si fanno strada lentamente, allargando lo spettro olfattivo..la bocca è fresca, compatta, di buona densità e struttura, ma anche snella, dinamica (probabilmente complice la gradazione alcolica contenuta?), e con un discreto allungo..note di erba tagliata ritornano al naso un sorso dopo l'altro..beva pazzesca..per me un grande vino
Lorenzo
Ziliovino
Messaggi: 3129
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Ziliovino » 18 mar 2019 12:48

Gattinara 2004 - Dessilani. Colorone, fruttatone, nota alcolica in bocca, tannino leggero ma asciugante. Era da parecchio tempo che non lavandinavo un vino... Il sospetto che il contenuto fosse lo stesso dell'Amarone che finiva in Danimarca mi è passato per la mente. Devo cercare in cantina uno degli ultimi Fara che mi rimangono, li ricordo parecchio territoriali.

Burgenland Zweigelt Schilfwein 2012 - Tschida Angerhof. Color rosa antico, fruttato sulla fragola, composta di pomodoro, frutta stramatura, al sorso è avvolgente, ritorno deciso di marmellata di fragole, acidità in secondo piano. Particolare, ma i suoi altri vini della linea classcia (non Schilfwein) hanno un altro passo.

Maremma Toscana Ciliegiolo Vigna Vallerana Alta 2015 - Antonio Camillo. Potrei quasi fare copia-incolla delle note degli ultimi Morgon che ho bevuto... gli serve ancora un po' di tempo per l'equilibrio al sorso, ma direi ottima bevuta. Gamay di Toscana, o forse è il Gamay ad essere il Ciliegiolo di Francia?

Anjou Le Sec de Juchepie Le Clos 2010 - Domaine de Juchepie. Tappazzo malefico...

Napa Valley Cabernet Sauvignon 1988 - Spootswoode. Ancora decisamente integro, naso che apre sul fruttato per poi virare sulle spezie, pian piano si spegne un poco al naso, bocca di buon equilibrio tra corpo e freschezza, tannino polveroso. Nel complesso semplice, ma ottima dimostrazione di tenuta nel tempo.

Fara Caramino 1997 - Dessilani. Il contrario del Gattinara di cui sopra: c'è ancora qualche nota fruttata a far da contorno a toni autunnali di foglie secche, sottobosco e fiori secchi, sorso teso e dal tannino risolto. Piaciuto.

Primitivo di Manduria Dolce Naturale 2012 - Attanasio Giuseppe. Bottiglia da 0,75 (particolare importante in quanto se non ho capito male il produttore fa due "dolce naturale", questo da vendemmia tardiva, e quello nella bottiglia da 0,50 che fa anche un ulteriore appassimento). E' un cesto di frutta scura, menta e cioccolato al latte, sorso goloso dove la misurata dolcezza è contrastata da buona freschezza e deciso tannino. Piaciuto parecchio...

Collio bianco Vigne 2010 - Zuani. Decisamente meglio oggi che qualche anno fa quando era piuttosto muto, floreale con nuances vegetali, sorso in equilibrio tra discreto corpo e buona freschezza, sapido.

Brunello di Montalcino Riserva 1997 - Fattoria dei Barbi. Seconda Magnum di fila che mi becco con un leggero tappetto, mah...

Recioto della Valpolicella Degli Angeli 1981 - Masi. Ei fu...

Val d'Arbia Vin Santo 1988 - San Felice. Fico secco, mandorle e caramello, sorso di misurata dolcezza, quasi asciutto, semplice ma ancora vitale.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2086
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda gianni femminella » 18 mar 2019 13:07

Ziliovino ha scritto:Maremma Toscana Ciliegiolo Vigna Vallerana Alta 2015 - Antonio Camillo. Potrei quasi fare copia-incolla delle note degli ultimi Morgon che ho bevuto... gli serve ancora un po' di tempo per l'equilibrio al sorso, ma direi ottima bevuta. Gamay di Toscana, o forse è il Gamay ad essere il Ciliegiolo di Francia?



Non è un ciliegiolo rappresentativo. Bisogna tenere presente che il Vallerana proviene da una vigna centenaria e che la mano di Antonio è di quelle buone. Ce ne fosse di ciliegiolo così.
A me la 2015 è piaciuta, meno ai miei compari Maremmani che la trovano inferiore rispetto ad altre annate.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda miccel » 18 mar 2019 13:33

gianni femminella ha scritto:
Ziliovino ha scritto:Maremma Toscana Ciliegiolo Vigna Vallerana Alta 2015 - Antonio Camillo. Potrei quasi fare copia-incolla delle note degli ultimi Morgon che ho bevuto... gli serve ancora un po' di tempo per l'equilibrio al sorso, ma direi ottima bevuta. Gamay di Toscana, o forse è il Gamay ad essere il Ciliegiolo di Francia?



Non è un ciliegiolo rappresentativo. Bisogna tenere presente che il Vallerana proviene da una vigna centenaria e che la mano di Antonio è di quelle buone. Ce ne fosse di ciliegiolo così.
A me la 2015 è piaciuta, meno ai miei compari Maremmani che la trovano inferiore rispetto ad altre annate.

È un vino molto buono...
Da provare anche il ciliegiolo "base" 2017, caloroso ma profondo e mobile (il Vallerana 2017 non è stato prodotto....).
È già uscita la 2018, ma almeno in zona se ne trovano ancora in un noto supermercato a 10 euro...
sburtt
Messaggi: 334
Iscritto il: 24 mag 2017 12:29

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda sburtt » 18 mar 2019 13:36

Fine settimana sfortunato direi, serata tra amici, focus Piemonte, ma ricco di delusioni:

Riscaldamento:
Dom Perignon 2004 :D :D :D +
Dom Perignon 2003 :D :D :D +
2004 piu' evoluto del 2003 che invece era molto fresco e non da segni del tempo, personalmente da bere adesso ho preferito il 2004, ma tra 10 anni sicuro e' meglio il 03

Primo giro di Piemonte:
Gaja, Barbaresco 2012 :D :D
Olek Bodonio, Barbaresco Roncagliette 2013 :D :D :D
Entrambe bottiglie sul chiuso andante, Gaja con un carattere piu' austero, ma onestamente per bevibilita' secondo me il roncagliette di Olek era piu' simpatico e si faceva bere con facilita', sul finale dopo 2-3 ore si era aperto ed era molto piacevole

Secondo Giro:
Monfortino 1990 :shock: ( aperto e decantato 3-4 ore prima)
Voerzio Barolo Serra 1996 :shock:
entrambe bottiglie fallate a mio avviso, nonostante siano state comprate all'origine e sempre tenute in cantina, livelli perfetti e in teoria anche la conservazione.. forse il tappo, forse la sfiga, ma qui la sfiga e' stata tanta, l'unico aspetto positivo e' che il monfortino all'epoca lo si aveva pagato 100 mila lire :mrgreen:

Per chiudere una bottiglia di Tokai 2003, non ricordo il nome, ma dop la delusione del secondo round me la ricordo strepitosa!
ORSO85
Messaggi: 989
Iscritto il: 26 gen 2017 11:04
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda ORSO85 » 18 mar 2019 13:56

Io, esagerando visto il pranzo domenicale pesantuccio (Casoeûla), ho aperto un amarone 2006 che ho tenuto 4 anni in mansarda 12° di minima 30°di max nelle giornate più calde.

era fantastico, sembrava avesse almeno 10 anni in più.
Boh, è già la seconda bottiglia che conservo così (ne altre 2 di Brunello 2008 e una di Amarone sempre 2006) e non capisco.

N.B. normalmente non le conservo così, le ho dimenticate un anno in mansarda coricate dentro un armadio in legno e ho deciso di lasciarle lì.
Credendole ormai compromesse ho deciso di proseguire l'esperimento e ogni tanto provo ad aprirne una..... :)
http://www.latanadelvino.com
Non spedisco il venerdì per evitare di lasciare il vostro vino in deposito dai corrieri.
Spedisco il giorno successivo alla visualizzazione del pagamento, consegna in 24/48h.
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4183
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Wineduck » 18 mar 2019 14:07

Io invece alcuni giorni or sono, mentre mi cambiavo le mutande, ho scoperto che inarcandomi leggermente in avanti e aprendo e chiudendo velocemente il cassetto mi sarei potuto schiacciare violentemente i marroni dentro. Ho provato ed all'inizio è stato doloroso ma poi ho pensato che ormai il peggio fosse passato e che avrei anche potuto ripetere l'esperimento. Quindi li ho lasciati lì continuando ad aprire e chiudere con sempre maggiore vigoria il movimento del cassetto...
Quando mi riprenderò dal dolore vi farò sapere l'esito del mio esperimento.
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
ORSO85
Messaggi: 989
Iscritto il: 26 gen 2017 11:04
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda ORSO85 » 18 mar 2019 14:32

Ma daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

era per condividere con voi questa pazzia, non volevo aprire il vaso di Pandora :D
http://www.latanadelvino.com
Non spedisco il venerdì per evitare di lasciare il vostro vino in deposito dai corrieri.
Spedisco il giorno successivo alla visualizzazione del pagamento, consegna in 24/48h.
Nexus1990
Messaggi: 323
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Nexus1990 » 20 mar 2019 16:58

Questo è il mio primo messaggio sul forum, ne approfitto per presentarmi, mi chiamo Fiore e sono un giovane appassionato della provincia di Napoli alle primissime armi. Non capisco quasi un cazzo ma la sete (di vino, di conoscenza e quant'altro) non mi manca. Di seguito qualcosa che ho bevuto negli ultimi 10 giorni, provo a descriverli con i miei (modesti) mezzi:
Nebbiolo Produttori del Barbaresco 2016
Mi è sembrato un buon vino, molto trasparente alla vista, sembrava quasi succo di mirtilli, al naso tanta frutta rossa. Molto bevibile, forse gli manca un po' di complessità però mi è piaciuto.
Nebbiolo Parusso 2017
Questo un po' più profondo del precedente, pur mantenendo caratteristiche similari. Piacevole il tannino più accentuato ma un filo aggressivo, forse anche per via della gioventù. Ha accompagnato splendidamente un classico pranzo domenicale (Ragù napoletano con polpette, braciole e "tracchiolelle")
Nebbiolo Giovanni Rosso 2016
Un po' a metà tra i due precedenti come caratteristiche, mi è sembrato un vino molto equilibrato, credo il migliore dei tre Nebbiolo citati, ottimo
Taurasi Riserva Perillo 2007
Un grande vino, bevuto su una bella degustazione di carne arrosto. Profumo di ciliegia molto marcato e anche di legno e cuoio, una trama tannica importante ma non molto aggressiva, sorretto da una grande acidità, forse addirittura eccessiva. Ho pensato che possa dipendere dal fatto che deve ancora riposare qualche anno in bottiglia per esprimersi al meglio, ma non so se questa mia opinione abbia qualche fondamento.
vinogodi
Messaggi: 28521
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda vinogodi » 20 mar 2019 17:09

Nexus1990 ha scritto:Questo è il mio primo messaggio sul forum, ne approfitto per presentarmi, mi chiamo Fiore e sono un giovane appassionato della provincia di Napoli alle primissime armi. Non capisco quasi un cazzo ma la sete (di vino, di conoscenza e quant'altro) non mi manca. Di seguito qualcosa che ho bevuto negli ultimi 10 giorni, provo a descriverli con i miei (modesti) mezzi:
Nebbiolo Produttori del Barbaresco 2016
Mi è sembrato un buon vino, molto trasparente alla vista, sembrava quasi succo di mirtilli, al naso tanta frutta rossa. Molto bevibile, forse gli manca un po' di complessità però mi è piaciuto.
Nebbiolo Parusso 2017
Questo un po' più profondo del precedente, pur mantenendo caratteristiche similari. Piacevole il tannino più accentuato ma un filo aggressivo, forse anche per via della gioventù. Ha accompagnato splendidamente un classico pranzo domenicale (Ragù napoletano con polpette, braciole e "tracchiolelle")
Nebbiolo Giovanni Rosso 2016
Un po' a metà tra i due precedenti come caratteristiche, mi è sembrato un vino molto equilibrato, credo il migliore dei tre Nebbiolo citati, ottimo
Taurasi Riserva Perillo 2007
Un grande vino, bevuto su una bella degustazione di carne arrosto. Profumo di ciliegia molto marcato e anche di legno e cuoio, una trama tannica importante ma non molto aggressiva, sorretto da una grande acidità, forse addirittura eccessiva. Ho pensato che possa dipendere dal fatto che deve ancora riposare qualche anno in bottiglia per esprimersi al meglio, ma non so se questa mia opinione abbia qualche fondamento.
...benvenuto, innanzitutto... :wink:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Nexus1990
Messaggi: 323
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Nexus1990 » 20 mar 2019 17:13

vinogodi ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:Questo è il mio primo messaggio sul forum, ne approfitto per presentarmi, mi chiamo Fiore e sono un giovane appassionato della provincia di Napoli alle primissime armi. Non capisco quasi un cazzo ma la sete (di vino, di conoscenza e quant'altro) non mi manca. Di seguito qualcosa che ho bevuto negli ultimi 10 giorni, provo a descriverli con i miei (modesti) mezzi:
Nebbiolo Produttori del Barbaresco 2016
Mi è sembrato un buon vino, molto trasparente alla vista, sembrava quasi succo di mirtilli, al naso tanta frutta rossa. Molto bevibile, forse gli manca un po' di complessità però mi è piaciuto.
Nebbiolo Parusso 2017
Questo un po' più profondo del precedente, pur mantenendo caratteristiche similari. Piacevole il tannino più accentuato ma un filo aggressivo, forse anche per via della gioventù. Ha accompagnato splendidamente un classico pranzo domenicale (Ragù napoletano con polpette, braciole e "tracchiolelle")
Nebbiolo Giovanni Rosso 2016
Un po' a metà tra i due precedenti come caratteristiche, mi è sembrato un vino molto equilibrato, credo il migliore dei tre Nebbiolo citati, ottimo
Taurasi Riserva Perillo 2007
Un grande vino, bevuto su una bella degustazione di carne arrosto. Profumo di ciliegia molto marcato e anche di legno e cuoio, una trama tannica importante ma non molto aggressiva, sorretto da una grande acidità, forse addirittura eccessiva. Ho pensato che possa dipendere dal fatto che deve ancora riposare qualche anno in bottiglia per esprimersi al meglio, ma non so se questa mia opinione abbia qualche fondamento.
...benvenuto, innanzitutto... :wink:

Grazie :D
vinogodi
Messaggi: 28521
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda vinogodi » 20 mar 2019 17:19

Nexus1990 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:Questo è il mio primo messaggio sul forum, ne approfitto per presentarmi, mi chiamo Fiore e sono un giovane appassionato della provincia di Napoli alle primissime armi. Non capisco quasi un cazzo ma la sete (di vino, di conoscenza e quant'altro) non mi manca. Di seguito qualcosa che ho bevuto negli ultimi 10 giorni, provo a descriverli con i miei (modesti) mezzi:
Nebbiolo Produttori del Barbaresco 2016
Mi è sembrato un buon vino, molto trasparente alla vista, sembrava quasi succo di mirtilli, al naso tanta frutta rossa. Molto bevibile, forse gli manca un po' di complessità però mi è piaciuto.
Nebbiolo Parusso 2017
Questo un po' più profondo del precedente, pur mantenendo caratteristiche similari. Piacevole il tannino più accentuato ma un filo aggressivo, forse anche per via della gioventù. Ha accompagnato splendidamente un classico pranzo domenicale (Ragù napoletano con polpette, braciole e "tracchiolelle")
Nebbiolo Giovanni Rosso 2016
Un po' a metà tra i due precedenti come caratteristiche, mi è sembrato un vino molto equilibrato, credo il migliore dei tre Nebbiolo citati, ottimo
Taurasi Riserva Perillo 2007
Un grande vino, bevuto su una bella degustazione di carne arrosto. Profumo di ciliegia molto marcato e anche di legno e cuoio, una trama tannica importante ma non molto aggressiva, sorretto da una grande acidità, forse addirittura eccessiva. Ho pensato che possa dipendere dal fatto che deve ancora riposare qualche anno in bottiglia per esprimersi al meglio, ma non so se questa mia opinione abbia qualche fondamento.
...benvenuto, innanzitutto... :wink:

Grazie :D
...molto bravo, interessante bevuta e belle note . Continua e ... buone bevute...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7678
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda zampaflex » 21 mar 2019 11:53

Terlano - PB Riserva Vorberg 2016

Portato da amici a cena e stappato de riguer. Didascalico al naso, ruffianello in bocca; gli manca spinta, attendiamolo ancora che deve integrarsi, ma mi sembra figlio di annata calda non salvata da vendemmia anticipata. Sbilanciamento sulle grassezze e scappellamento a destra.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
piergi
Messaggi: 2236
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda piergi » 21 mar 2019 13:16

Nexus1990 ha scritto:Questo è il mio primo messaggio sul forum, ne approfitto per presentarmi, mi chiamo Fiore e sono un giovane appassionato della provincia di Napoli alle primissime armi. Non capisco quasi un cazzo ma la sete (di vino, di conoscenza e quant'altro) non mi manca. Di seguito qualcosa che ho bevuto negli ultimi 10 giorni, provo a descriverli con i miei (modesti) mezzi:
Nebbiolo Produttori del Barbaresco 2016
Mi è sembrato un buon vino, molto trasparente alla vista, sembrava quasi succo di mirtilli, al naso tanta frutta rossa. Molto bevibile, forse gli manca un po' di complessità però mi è piaciuto.
Nebbiolo Parusso 2017
Questo un po' più profondo del precedente, pur mantenendo caratteristiche similari. Piacevole il tannino più accentuato ma un filo aggressivo, forse anche per via della gioventù. Ha accompagnato splendidamente un classico pranzo domenicale (Ragù napoletano con polpette, braciole e "tracchiolelle")
Nebbiolo Giovanni Rosso 2016
Un po' a metà tra i due precedenti come caratteristiche, mi è sembrato un vino molto equilibrato, credo il migliore dei tre Nebbiolo citati, ottimo
Taurasi Riserva Perillo 2007
Un grande vino, bevuto su una bella degustazione di carne arrosto. Profumo di ciliegia molto marcato e anche di legno e cuoio, una trama tannica importante ma non molto aggressiva, sorretto da una grande acidità, forse addirittura eccessiva. Ho pensato che possa dipendere dal fatto che deve ancora riposare qualche anno in bottiglia per esprimersi al meglio, ma non so se questa mia opinione abbia qualche fondamento.

Ciao Nexus, riguardo alla riserva di Perillo, penso la tua opinione abbia fondamento. I vini di Michele Perillo sono destinati a non "imborghesirsi" mai, ma negli anni dventano certamente più colloquiali, la sua riserva 07 è uscita in commercio da poco e penso abbia almeno un altro paio di anni per cominciare a schiudersi. In questo momento sto trovando abbastanza in beva il 2003 ris.

PS
di che zona della Campania sei?
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: cavallo bianco, gmi1, vinotec e 14 ospiti