A MARZO SI BEVE ACQUA?

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Nexus1990
Messaggi: 279
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Nexus1990 » 21 mar 2019 14:06

piergi ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:Questo è il mio primo messaggio sul forum, ne approfitto per presentarmi, mi chiamo Fiore e sono un giovane appassionato della provincia di Napoli alle primissime armi. Non capisco quasi un cazzo ma la sete (di vino, di conoscenza e quant'altro) non mi manca. Di seguito qualcosa che ho bevuto negli ultimi 10 giorni, provo a descriverli con i miei (modesti) mezzi:
Nebbiolo Produttori del Barbaresco 2016
Mi è sembrato un buon vino, molto trasparente alla vista, sembrava quasi succo di mirtilli, al naso tanta frutta rossa. Molto bevibile, forse gli manca un po' di complessità però mi è piaciuto.
Nebbiolo Parusso 2017
Questo un po' più profondo del precedente, pur mantenendo caratteristiche similari. Piacevole il tannino più accentuato ma un filo aggressivo, forse anche per via della gioventù. Ha accompagnato splendidamente un classico pranzo domenicale (Ragù napoletano con polpette, braciole e "tracchiolelle")
Nebbiolo Giovanni Rosso 2016
Un po' a metà tra i due precedenti come caratteristiche, mi è sembrato un vino molto equilibrato, credo il migliore dei tre Nebbiolo citati, ottimo
Taurasi Riserva Perillo 2007
Un grande vino, bevuto su una bella degustazione di carne arrosto. Profumo di ciliegia molto marcato e anche di legno e cuoio, una trama tannica importante ma non molto aggressiva, sorretto da una grande acidità, forse addirittura eccessiva. Ho pensato che possa dipendere dal fatto che deve ancora riposare qualche anno in bottiglia per esprimersi al meglio, ma non so se questa mia opinione abbia qualche fondamento.

Ciao Nexus, riguardo alla riserva di Perillo, penso la tua opinione abbia fondamento. I vini di Michele Perillo sono destinati a non "imborghesirsi" mai, ma negli anni dventano certamente più colloquiali, la sua riserva 07 è uscita in commercio da poco e penso abbia almeno un altro paio di anni per cominciare a schiudersi. In questo momento sto trovando abbastanza in beva il 2003 ris.

PS
di che zona della Campania sei?

Grazie per il riscontro, comunque precisamente Sant'Anastasia
piergi
Messaggi: 2228
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda piergi » 21 mar 2019 19:37

Nexus1990 ha scritto:
piergi ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:Questo è il mio primo messaggio sul forum, ne approfitto per presentarmi, mi chiamo Fiore e sono un giovane appassionato della provincia di Napoli alle primissime armi. Non capisco quasi un cazzo ma la sete (di vino, di conoscenza e quant'altro) non mi manca. Di seguito qualcosa che ho bevuto negli ultimi 10 giorni, provo a descriverli con i miei (modesti) mezzi:
Nebbiolo Produttori del Barbaresco 2016
Mi è sembrato un buon vino, molto trasparente alla vista, sembrava quasi succo di mirtilli, al naso tanta frutta rossa. Molto bevibile, forse gli manca un po' di complessità però mi è piaciuto.
Nebbiolo Parusso 2017
Questo un po' più profondo del precedente, pur mantenendo caratteristiche similari. Piacevole il tannino più accentuato ma un filo aggressivo, forse anche per via della gioventù. Ha accompagnato splendidamente un classico pranzo domenicale (Ragù napoletano con polpette, braciole e "tracchiolelle")
Nebbiolo Giovanni Rosso 2016
Un po' a metà tra i due precedenti come caratteristiche, mi è sembrato un vino molto equilibrato, credo il migliore dei tre Nebbiolo citati, ottimo
Taurasi Riserva Perillo 2007
Un grande vino, bevuto su una bella degustazione di carne arrosto. Profumo di ciliegia molto marcato e anche di legno e cuoio, una trama tannica importante ma non molto aggressiva, sorretto da una grande acidità, forse addirittura eccessiva. Ho pensato che possa dipendere dal fatto che deve ancora riposare qualche anno in bottiglia per esprimersi al meglio, ma non so se questa mia opinione abbia qualche fondamento.

Ciao Nexus, riguardo alla riserva di Perillo, penso la tua opinione abbia fondamento. I vini di Michele Perillo sono destinati a non "imborghesirsi" mai, ma negli anni dventano certamente più colloquiali, la sua riserva 07 è uscita in commercio da poco e penso abbia almeno un altro paio di anni per cominciare a schiudersi. In questo momento sto trovando abbastanza in beva il 2003 ris.

PS
di che zona della Campania sei?

Grazie per il riscontro, comunque precisamente Sant'Anastasia

Terra di Catalanesca!
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Nexus1990
Messaggi: 279
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Nexus1990 » 21 mar 2019 19:48

piergi ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:
piergi ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:Questo è il mio primo messaggio sul forum, ne approfitto per presentarmi, mi chiamo Fiore e sono un giovane appassionato della provincia di Napoli alle primissime armi. Non capisco quasi un cazzo ma la sete (di vino, di conoscenza e quant'altro) non mi manca. Di seguito qualcosa che ho bevuto negli ultimi 10 giorni, provo a descriverli con i miei (modesti) mezzi:
Nebbiolo Produttori del Barbaresco 2016
Mi è sembrato un buon vino, molto trasparente alla vista, sembrava quasi succo di mirtilli, al naso tanta frutta rossa. Molto bevibile, forse gli manca un po' di complessità però mi è piaciuto.
Nebbiolo Parusso 2017
Questo un po' più profondo del precedente, pur mantenendo caratteristiche similari. Piacevole il tannino più accentuato ma un filo aggressivo, forse anche per via della gioventù. Ha accompagnato splendidamente un classico pranzo domenicale (Ragù napoletano con polpette, braciole e "tracchiolelle")
Nebbiolo Giovanni Rosso 2016
Un po' a metà tra i due precedenti come caratteristiche, mi è sembrato un vino molto equilibrato, credo il migliore dei tre Nebbiolo citati, ottimo
Taurasi Riserva Perillo 2007
Un grande vino, bevuto su una bella degustazione di carne arrosto. Profumo di ciliegia molto marcato e anche di legno e cuoio, una trama tannica importante ma non molto aggressiva, sorretto da una grande acidità, forse addirittura eccessiva. Ho pensato che possa dipendere dal fatto che deve ancora riposare qualche anno in bottiglia per esprimersi al meglio, ma non so se questa mia opinione abbia qualche fondamento.

Ciao Nexus, riguardo alla riserva di Perillo, penso la tua opinione abbia fondamento. I vini di Michele Perillo sono destinati a non "imborghesirsi" mai, ma negli anni dventano certamente più colloquiali, la sua riserva 07 è uscita in commercio da poco e penso abbia almeno un altro paio di anni per cominciare a schiudersi. In questo momento sto trovando abbastanza in beva il 2003 ris.

PS
di che zona della Campania sei?

Grazie per il riscontro, comunque precisamente Sant'Anastasia

Terra di Catalanesca!

Esattamente :D
merlotto85
Messaggi: 122
Iscritto il: 07 mar 2017 15:18
Località: Firenze

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda merlotto85 » 22 mar 2019 10:44

Val delle corti 2016

Naso chiantigiano , frutto rosso,  ciliegia matura viola, bocca con bella freschezza e acidità con finale goloso e molto bevibile...buono
Stefano976
Messaggi: 89
Iscritto il: 09 ott 2013 16:46

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Stefano976 » 22 mar 2019 13:50

Tre bottiglie degli ultimi giorni:

Langhe nebbiolo 2013 Rizzi: bellissima bevuta, al naso è profumatissimo e immediato in bocca di media struttura d’altronde è pur sempre un Langhe nebbiolo, comunque goloso, bottiglia finita subito, troppo piccola….;

Langhe nebbiolo 2012 Rizzi: qui le cose cambiano, il vino è chiuso e poco espressivo, la bevuta è affaticata da un alcol che punge un po’, non male ma la 2013 era molto meglio;

Cote de Nuits- Village “Les Monts de Boncourt” Domaine Petitot 2016: appena aperto è restio a concedersi, i profumi nel bicchiere sembrano un po’ contratti poi col passare dei minuti migliora, invece la bevuta è proprio piacevole, fresca, scattante e non banale, un bel vino ad un prezzo onestissimo.

Un grazie a Mofise per le bottiglie e per i sempre utili consigli.
giacomo
Messaggi: 580
Iscritto il: 06 giu 2007 13:31
Località: Foligno
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda giacomo » 22 mar 2019 17:43

barbera d’alba 17 gb burlotto

da berne a secchi
"L'importante e' prendere la palla al balzo", come disse il castratore di canguri.

...strano mondo il nostro: c'è chi mette il blu-diesel nell'auto, e mc-chiken nel corpo...
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2803
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Ludi » 23 mar 2019 09:25

Ieri sera bella bicchierata tra amici, nella quale non ci siamo fatti mancare nulla.....si e' bevuto, in sintesi:
Voillot, Volnay 1er cru Fremiets 2013: molto terziarizzato, predominano le note di spezie indiane e fungo essiccato. Bottiglia non a posto?
Podere della Civettaja, Pinot Nero 2015: fruttato e quasi sbarazzino, gradevolissimo
Cuna 2015: piu' cupo e cioccolatoso, mi sembrava vicino ai modelli dell'A.A.. Piaciuto meno.
Marguet, Les Crayeres 2012: rigoroso e composto, declinava perfettamente il terroir
Cavalleri, Au Contraire 2008: giustamente individuato come Franciacorta, ed ottimo....per questa zona.
Beaufort, Polisy 2008: volatile pecepibile, naso da bianco macerato, acidita' fuori controllo. Da Beaufort si puo' trovare di meglio
Cappellano, Pie' Rupestris 2009: la profonda, incredibile eleganza del Barolo. Borgognoneggia non poco.
Ferrando, Carema Etichetta Nera 2009: tra i vini della serata. Integro, succoso, fruttato ed elegantissimo. Chapeau.
Le Piane, Boca 2010: molto terziarizzato, troppo per l'annata. Non e' la prima volta che mi capita con Le Piane.
Francesconi, Arcaica 2013: funky e rigoroso insieme....un macerato che svela, forse, nuovi orizzonti per l'Albana (non me ne vogliano coloro che odiano la tipologia)
Le Chiuse, Brunello 2010: si sente la vicinanza di terroir con Biondi Santi, anche grazie alla spiccata, cartesiana acidita'.
Tiezzi, Brunello Vigna Soccorso 2010: piaciuto meno, piu' scomposto e non perfettamente integro
Castellinvilla, Chianti Riserva 2004: forse il vino della serata. Magicamente, irrealmente giovanile, smbrava di un millesimo posteriore rispetto ai Brunello. Sempre una certezza.
Clape, Cornas 2012: identificato alla prima nasata senza neppure sentire gli altri vini in comparazione. Troppo giovane, ma dietro l'impeto fruttato c'e' una impressionante materia.
Sedilesu, Mamuthone 2014: alla fine ha fatto la sua figura, inaspettatamente, non foss'altro per l'eccellente equilibrio ed una compostezza inusitata per Mamoiada. Montisci pero' e' un altro pianeta.
Tempier, Bandol Cabassaou 2013: parte ridotto, si distende poi su tipicissime note di garrigue e brezze marine. Ottimo.
Clape, Cornas 2014: rasposo e vinoso. Era stato aperto per sbaglio, ma rimane una bevuta interessante.
Spectator
Messaggi: 3758
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Spectator » 23 mar 2019 11:01

Nexus1990 ha scritto:
piergi ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:
piergi ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:Questo è il mio primo messaggio sul forum, ne approfitto per presentarmi, mi chiamo Fiore e sono un giovane appassionato della provincia di Napoli alle primissime armi. Non capisco quasi un cazzo ma la sete (di vino, di conoscenza e quant'altro) non mi manca. Di seguito qualcosa che ho bevuto negli ultimi 10 giorni, provo a descriverli con i miei (modesti) mezzi:
Nebbiolo Produttori del Barbaresco 2016
Mi è sembrato un buon vino, molto trasparente alla vista, sembrava quasi succo di mirtilli, al naso tanta frutta rossa. Molto bevibile, forse gli manca un po' di complessità però mi è piaciuto.
Nebbiolo Parusso 2017
Questo un po' più profondo del precedente, pur mantenendo caratteristiche similari. Piacevole il tannino più accentuato ma un filo aggressivo, forse anche per via della gioventù. Ha accompagnato splendidamente un classico pranzo domenicale (Ragù napoletano con polpette, braciole e "tracchiolelle")
Nebbiolo Giovanni Rosso 2016
Un po' a metà tra i due precedenti come caratteristiche, mi è sembrato un vino molto equilibrato, credo il migliore dei tre Nebbiolo citati, ottimo
Taurasi Riserva Perillo 2007
Un grande vino, bevuto su una bella degustazione di carne arrosto. Profumo di ciliegia molto marcato e anche di legno e cuoio, una trama tannica importante ma non molto aggressiva, sorretto da una grande acidità, forse addirittura eccessiva. Ho pensato che possa dipendere dal fatto che deve ancora riposare qualche anno in bottiglia per esprimersi al meglio, ma non so se questa mia opinione abbia qualche fondamento.

Ciao Nexus, riguardo alla riserva di Perillo, penso la tua opinione abbia fondamento. I vini di Michele Perillo sono destinati a non "imborghesirsi" mai, ma negli anni dventano certamente più colloquiali, la sua riserva 07 è uscita in commercio da poco e penso abbia almeno un altro paio di anni per cominciare a schiudersi. In questo momento sto trovando abbastanza in beva il 2003 ris.

PS
di che zona della Campania sei?

Grazie per il riscontro, comunque precisamente Sant'Anastasia

Terra di Catalanesca!

Esattamente :D


..Adiacente a..terre di ottimo baccala'.
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1495
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 25 mar 2019 10:57

Colin-Morey Bourgogne rosé 2017
fragola, pesca noce, sottobosco, burro di arachidi..bocca di grande finezza, che non nasconde una materia importante, opulenta.. scaldandosi l'alcol esce un po' dai binari, ma la beva rimane incredibilmente facile e golosa..se penso al prezzo e lo paragono ai grandi rosati italiani (cerasuolo Valentini) rimango un po' perplesso..questo pinot noir sembra giocare in un'altra categoria per rapporto q/p....

Domaine Jamet, Cotes du rhone rouge 2017
probabilmente legnetto che deve ancora rientrare, sentori di vaniglia e pepe caldo impattano al naso, ma c'è un sottostante interessantissimo, vinoso, fruttato, di more selvatiche e prugne...arrivano poi note affumicate, ad aggiungere profondità..la bocca è agile, secca, con un tannino delicato ed estremamente fresca..ci sono infine dei rimandi ferrosi che mi ha ricordato tanto certi chianticelli di razza..veramente un bel vinello in divenire
Lorenzo
supersonic76
Messaggi: 725
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda supersonic76 » 25 mar 2019 11:43

Barbaresco 2015 Montestefano Silvia Rivella
Vabbè.Appena aperto era molto....duemilaquindici.Caldo, quasi troppo sapido.Incazzoso; e ci mancherebbe altro.
Dopo qualche minuto ma soprattutto il giorno dopo (mi si perdoni l'espressione inflazionata)...seta pura.
Un'autentica ventata di liquirizia e viole prelude ad un sorso morbido, fresco, dalla persistenza impressionante.Soprattutto in considerazione della sua età.Non oso immaginare cosa possa diventare tra un paio di anni
Piaciuto da impazzire
Memento Audere Semper
piergi
Messaggi: 2228
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda piergi » 25 mar 2019 11:51

Fattoria La Rivolta- Terre di Rivolta Aglianico del taburno riserva 2012
Rosso rubino brillante, al naso inizialmente sono nettissime le note di confettura di ciliegie e frutti rossi sotto spirito, con il passare dei minuti escono fuori note riconducibili alla parte minerale, una decisa ma non invadente nota fumè in particolare.
In bocca la corrispondenza olfattiva è puntuale, il tannino è addomesticato ma non morbido e l'acidità non va mai sopra le righe ma regala al sorso una certa freschezza e agilità inaspettata per la struttura.
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
vinogodi
Messaggi: 28443
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda vinogodi » 25 mar 2019 16:35

...suggerisco l'esilarante lettura di un thread su Ornellaia 2016 venduto , udite , a 205 Euro sul Compra & Vendi... :lol:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7571
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda zampaflex » 25 mar 2019 17:07

vinogodi ha scritto:...suggerisco l'esilarante lettura di un thread su Ornellaia 2016 venduto , udite , a 205 Euro sul Compra & Vendi... :lol:


Quello che non hai visto è che venerdì il tizio le postava a 260 cadauna.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Biavo
Messaggi: 492
Iscritto il: 11 nov 2016 12:46
Località: Parma

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Biavo » 25 mar 2019 18:22

vinogodi ha scritto:...suggerisco l'esilarante lettura di un thread su Ornellaia 2016 venduto , udite , a 205 Euro sul Compra & Vendi... :lol:



Nick stranamente nato due giorni dopo la "scomparsa" di TommiP, che aveva messo in vendita bottiglie di sassicaia a prezzo "onesto", senza ovviamente dare corso alla vendita, ma ripresentando le stesse bottiglie a prezzo maggiorato... :?
supersonic76
Messaggi: 725
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda supersonic76 » 25 mar 2019 18:24

Biavo ha scritto:
vinogodi ha scritto:...suggerisco l'esilarante lettura di un thread su Ornellaia 2016 venduto , udite , a 205 Euro sul Compra & Vendi... :lol:



Nick stranamente nato due giorni dopo la "scomparsa" di TommiP, che aveva messo in vendita bottiglie di sassicaia a prezzo "onesto", senza ovviamente dare corso alla vendita, ma ripresentando le stesse bottiglie a prezzo maggiorato... :?


Oramai il 70% del forum offerte è praticamente...spam
Memento Audere Semper
gpetrus
Messaggi: 2504
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda gpetrus » 25 mar 2019 21:21

supersonic76 ha scritto:Barbaresco 2015 Montestefano Silvia Rivella
Vabbè.Appena aperto era molto....duemilaquindici.Caldo, quasi troppo sapido.Incazzoso; e ci mancherebbe altro.
Dopo qualche minuto ma soprattutto il giorno dopo (mi si perdoni l'espressione inflazionata)...seta pura.
Un'autentica ventata di liquirizia e viole prelude ad un sorso morbido, fresco, dalla persistenza impressionante.Soprattutto in considerazione della sua età.Non oso immaginare cosa possa diventare tra un paio di anni
Piaciuto da impazzire

Silvia ?? :shock: :shock: :shock:
A dire il vero ho pensato che ti fossi confuso con Baldo. Invece sono andato a vedere il sito e Silvia produce un Montestefano.
maxer
Messaggi: 3000
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda maxer » 25 mar 2019 22:14

gpetrus ha scritto:
supersonic76 ha scritto:Barbaresco 2015 Montestefano Silvia Rivella
Vabbè.Appena aperto era molto....duemilaquindici.Caldo, quasi troppo sapido.Incazzoso; e ci mancherebbe altro.
Dopo qualche minuto ma soprattutto il giorno dopo (mi si perdoni l'espressione inflazionata)...seta pura.
Un'autentica ventata di liquirizia e viole prelude ad un sorso morbido, fresco, dalla persistenza impressionante.Soprattutto in considerazione della sua età.Non oso immaginare cosa possa diventare tra un paio di anni
Piaciuto da impazzire

Silvia ?? :shock: :shock: :shock:
A dire il vero ho pensato che ti fossi confuso con Baldo. Invece sono andato a vedere il sito e Silvia produce un Montestefano.

È la nipote di Teobaldo, figlia di Guido, ex enologo di Gaja, fratello di Baldo e cognato di Maria Musso, moglie di Baldo.
Silvia, con suo fratello Enrico, anche lui figlio di Maria e di Baldo, conduce, oltre all' Azienda vinicola, anche un bell' Agriturismo a Barbaresco, sito a poca distanza da Baldo, figlio di Serafino e nipote di nonno Pietro.

Tutto chiaro, no ? :D :? :D
carpe diem 8)
gpetrus
Messaggi: 2504
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda gpetrus » 25 mar 2019 22:41

maxer ha scritto:
gpetrus ha scritto:
supersonic76 ha scritto:Barbaresco 2015 Montestefano Silvia Rivella
Vabbè.Appena aperto era molto....duemilaquindici.Caldo, quasi troppo sapido.Incazzoso; e ci mancherebbe altro.
Dopo qualche minuto ma soprattutto il giorno dopo (mi si perdoni l'espressione inflazionata)...seta pura.
Un'autentica ventata di liquirizia e viole prelude ad un sorso morbido, fresco, dalla persistenza impressionante.Soprattutto in considerazione della sua età.Non oso immaginare cosa possa diventare tra un paio di anni
Piaciuto da impazzire

Silvia ?? :shock: :shock: :shock:
A dire il vero ho pensato che ti fossi confuso con Baldo. Invece sono andato a vedere il sito e Silvia produce un Montestefano.

È la nipote di Teobaldo, figlia di Guido, ex enologo di Gaja, fratello di Baldo e cognato di Maria Musso, moglie di Baldo.
Silvia, con suo fratello Enrico, anche lui figlio di Maria e di Baldo, conduce, oltre all' Azienda vinicola, anche un bell' Agriturismo a Barbaresco, sito a poca distanza da Baldo, figlio di Serafino e nipote di nonno Pietro.

Tutto chiaro, no ? :D :? :D

Secondo me hai fatto un po' di casino con le parentele....se Silvia è la nipote....suo fratello immagino sia anche nipote di Baldo :mrgreen:
Langa&Roero
Messaggi: 108
Iscritto il: 11 ott 2017 13:02
Località: Alba

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda Langa&Roero » 25 mar 2019 22:55

gpetrus ha scritto:
maxer ha scritto:
gpetrus ha scritto:
supersonic76 ha scritto:Barbaresco 2015 Montestefano Silvia Rivella
Vabbè.Appena aperto era molto....duemilaquindici.Caldo, quasi troppo sapido.Incazzoso; e ci mancherebbe altro.
Dopo qualche minuto ma soprattutto il giorno dopo (mi si perdoni l'espressione inflazionata)...seta pura.
Un'autentica ventata di liquirizia e viole prelude ad un sorso morbido, fresco, dalla persistenza impressionante.Soprattutto in considerazione della sua età.Non oso immaginare cosa possa diventare tra un paio di anni
Piaciuto da impazzire

Silvia ?? :shock: :shock: :shock:
A dire il vero ho pensato che ti fossi confuso con Baldo. Invece sono andato a vedere il sito e Silvia produce un Montestefano.

È la nipote di Teobaldo, figlia di Guido, ex enologo di Gaja, fratello di Baldo e cognato di Maria Musso, moglie di Baldo.
Silvia, con suo fratello Enrico, anche lui figlio di Maria e di Baldo, conduce, oltre all' Azienda vinicola, anche un bell' Agriturismo a Barbaresco, sito a poca distanza da Baldo, figlio di Serafino e nipote di nonno Pietro.

Tutto chiaro, no ? :D :? :D

Secondo me hai fatto un po' di casino con le parentele....se Silvia è la nipote....suo fratello immagino sia anche nipote di Baldo :mrgreen:


Confermo. Silvia ed Enrico sono figli di Guido, ex enologo storico di Gaja (a cui il buon Angelo deve molto, ma lo ribadisce molto sovente nelle interviste), e nipoti di Baldo. Hanno l'azienda a Montestefano, a pochi passi l'uno dall'altro. Vini molto diversi stilisticamente. Personalmente i vini di Baldo non mi fanno impazzire, mentre quelli di Guido li considero stratosferici. Certo è che i vini di Guido Rivella costano molto di più di quelli di Baldo (si fa pagare profumatamente il lungo ''apprendistato'' da Gaja :D )
maxer
Messaggi: 3000
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda maxer » 25 mar 2019 23:31

gpetrus ha scritto:
maxer ha scritto:
gpetrus ha scritto:
supersonic76 ha scritto:Barbaresco 2015 Montestefano Silvia Rivella

Silvia ?? :shock: :shock: :shock:
A dire il vero ho pensato che ti fossi confuso con Baldo. Invece sono andato a vedere il sito e Silvia produce un Montestefano.

È la nipote di Teobaldo, figlia di Guido, ex enologo di Gaja, fratello di Baldo e cognato di Maria Musso, moglie di Baldo
Silvia, con suo fratello Enrico, anche lui figlio di Maria e di Baldo, conduce, oltre all' Azienda vinicola, anche un bell' Agriturismo a Barbaresco, sito a poca distanza da Baldo, figlio di Serafino e nipote di nonno Pietro.

Tutto chiaro, no ? :D :? :D

Secondo me hai fatto un po' di casino con le parentele....se Silvia è la nipote....suo fratello immagino sia anche nipote di Baldo :mrgreen:

Ero partito così bene, ché mi ero anche meravigliato e commosso ..... :lol:
Ma non è durata molto : classica "sindrome cronica da confusione parentale recidivante".

Inguaribile

Mi scuso con le famiglie 8)

(comunque preferisco il Montestefano di Teobaldo, fratello di Guido, figlio di Serafino, nipote di Pietro, zio di Silvia, zio di Enrico, cugino di Gaia, cognato di Conterno, genero di Mascarello ma, soprattutto, mio amico, che è la cosa più importante ..... :wink: )
carpe diem 8)
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda BarbarEdo » 27 mar 2019 16:31

Vignai Da Duline - Malvasia Chioma Integrale 2017
Patisce l'annata torrida, che inizialmente lo appiattisce al naso su un frutto bianco molto dolce. Bocca un po' alcolica all'inizio, che, paradossalmente, scaldandosi (in realtà ossigenandosi) prende volume e dinamica, viene fuori il sale e trova equilibrio e allungo. Non l'annata migliore, ma bel vino. Sui 24€

Rovellotti - Vitigno Innominabile 2017 (erbaluce di Caluso)
Pare che l'erbaluce fosse autoctona prima che del Canavese, delle colline di Ghemme. Ovviamente il disciplinare non permette che si metta in etichetta il nome Erbaluce fuori dal territorio della DOC canavese, da cui il nome...
Colore giallo molto brillante, con riflessi verdi. Profumo niente di che, molto sul frutto in questo momento. Magari tra un paio d'anni ci dirà qualcosa di più interessante. Bocca tecnica e un po' ruffianotta, con un finale molto netto di frutto della passione e ananas, una bella sapidità a invogliare la beva e a mio avviso anche un lieve residuo ad arrotondare. Finale abbastanza lungo. Ben fatto ma molta meno personalità della Malvasia dei VdD: a differenza di quello, tendeva a "sedersi" con la permanenza nel bicchiere. 8€

Poulsard d'Arbois AOC 2017 - Domaine Jean-Louis Tissot
Colore chiarissimo, naso inesistente o quasi, bocca inconsistente. Praticamente acqua (poco) colorata. Ci va del coraggio a venderla.
Sui 10€. Ovviamente croce sopra.

Tenuta di Carleone - Chianti classico 2016
Molto, molto giovane. Naso primario ma con stile e dettaglio, senza sbavature sul versante ferroso o selvatico. Tannini feroci e al momento poco approcciabili. Un gran bel Chianti da attendere.
Sui 15€.

Domaine Chapoutier - Côtes du Rhône Rouge “Belleruche” 2017
Sciroppo di fragola e pepe, bocca un po' vuota. Non lascia il segno. sui 9€.

Parusso - Metodo Classico 36 mesi
MC a base nebbiolo 100%. Colore buccia di cipolla chiaro, naso di grande pulizia e precisione, tra albicocca e ribes, bocca corrispondente, semplice ma molto fresca e gastronomica. Il miglior MC a base nebbiolo finora bevuto. Sui 25€
Primum bibere deinde philosophari
landmax
Messaggi: 1019
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda landmax » 27 mar 2019 16:53

BarbarEdo ha scritto:Vignai Da Duline - Malvasia Chioma Integrale 2017
Patisce l'annata torrida, che inizialmente lo appiattisce al naso su un frutto bianco molto dolce. Bocca un po' alcolica all'inizio, che, paradossalmente, scaldandosi (in realtà ossigenandosi) prende volume e dinamica, viene fuori il sale e trova equilibrio e allungo. Non l'annata migliore, ma bel vino. Sui 24€
Non sono mica d'accordo, sai? Vino che ho già bevuto un paio di volte e trovo che sia la migliore Chioma Integrale mai prodotta (ho assaggiato le ultime 4/5 annate). Per stessa ammissione del produttore, a partire da quest'annata ci finisce dentro un pezzo di vigna giovanissima appena entrata in produzione, che regala profumi e florealità che prima a questo vino un pò mancavano. Annata torrida forse, ma gestita egregiamente. La percezione d'alcol in bocca all'inizio è un "classico" di molti bianchi friulani, che hanno bisogno di aria e temperatura adeguata (non meno di 9 gradi) per esprimersi al meglio (penso a un recente assaggio di Friulano 2007 di Miani, scomposto e alcolico appena servito, freddo, sempre più armonico scaldandosi nel bicchiere... ma potrei fare molti altri esempi).
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda BarbarEdo » 27 mar 2019 17:11

landmax ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:Vignai Da Duline - Malvasia Chioma Integrale 2017
Patisce l'annata torrida, che inizialmente lo appiattisce al naso su un frutto bianco molto dolce. Bocca un po' alcolica all'inizio, che, paradossalmente, scaldandosi (in realtà ossigenandosi) prende volume e dinamica, viene fuori il sale e trova equilibrio e allungo. Non l'annata migliore, ma bel vino. Sui 24€
Non sono mica d'accordo, sai? Vino che ho già bevuto un paio di volte e trovo che sia la migliore Chioma Integrale mai prodotta (ho assaggiato le ultime 4/5 annate). Per stessa ammissione del produttore, a partire da quest'annata ci finisce dentro un pezzo di vigna giovanissima appena entrata in produzione, che regala profumi e florealità che prima a questo vino un pò mancavano. Annata torrida forse, ma gestita egregiamente. La percezione d'alcol in bocca all'inizio è un "classico" di molti bianchi friulani, che hanno bisogno di aria e temperatura adeguata (non meno di 9 gradi) per esprimersi al meglio (penso a un recente assaggio di Friulano 2007 di Miani, scomposto e alcolico appena servito, freddo, sempre più armonico scaldandosi nel bicchiere... ma potrei fare molti altri esempi).

Avevo bevuto la '15, che mi era sembrata , ora che ci penso, forse meno articolata e compiuta in bocca, ma con profumi più floreali, variegati e interessanti. Senza dubbio la '17 l'hanno gestita egregiamente e il vino in questione mi è piaciuto molto! Ma l'ho trovato non così bello al naso, che a differenza della bocca, non si è mosso scaldandosi... probabilmente limite mio. :wink:
Primum bibere deinde philosophari
vinogodi
Messaggi: 28443
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda vinogodi » 27 mar 2019 17:50

cskdv ha scritto:Domenica in provincia di Padova c'è stata una manifestazione dove erano presenti alcuni produttori delle Langhe.
Tra i vari assaggi ecco i produttori che ho preferito:

Ettore Germano
Barbera d'Alba della Madre 2016 ( :D :D :D :) ) Buona
Barolo Cerretta 2014 ( :D :D :) ) Piuttosto austero, poca poca struttura. Non mi ha entusiasmato
Barolo Lazzarito Riserva 2012 ( :D :D :D :) ) Bella eleganza e persistenza. Buono

Bruno Rocca
Currà 2015 ( :D :D :D ) Non mi ha convinto molto, al naso bene ma in bocca mancava un po di struttura
Rabajà 2015 ( :D :D :D :D ) Buono :P
Mi aspettavo ci fosse l'annata 2016 ma i loro cru vengono imbottigliati a Settembre.

Giuseppe Cortese
Barbera d'Alba Morassina 2015 ( :D :D :D )
Nebbiolo 2016 ( :D :D :D :) ) Buon prodotto base, messo in commercio dal produttore un anno dopo rispetto ad altri.
Rabajà 2016 ( :D :D :D :D ++ ) Barbaresco molto buono, annata da attendere qualche anno, però ha un bel frutto e si sente che ha un bel potenziale di miglioramento. Non è godibile come la 2015 ma tra qualche annetto sicuramente sarà migliore.

Sottimano
Nebbiolo 2016 ( :D :D :D :) ) Freschezza e tannino prepotente, buono
Cottà 2016 ( :D :D :D :) ) Anche se era tra i primi assaggi della giornata mi son trovato con la bocca asfaltata....freschezza e tannicità marcata... Sicuramente buono ma non so tra quanti anni sarà godibile in vino del genere...5/6 minimo ??? booh :lol:
Currà 2014 ( :D :D :D :D :) ) Sorso elegante, naso complesso e finale lungo, veramente ottimo....credo l'assaggio migliore della giornata.

Tra gli altri produttori bene anche Castello di Verduno, Schiavenza (Barolo Prapò 2015 su tutti), Negro Angelo (Ciabot San Giorgio Roero Riserva 2015), Réva (Barbera D'Alba superiore 2017).

Doveva esserci pure Giacosa ma ha dato forfait il giorno prima....peccato! :)
...diciamo che sottimano andrebbe rivalutato assai di più. E' veramente bravo e con prezzi ok. Vini non per fighetti...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
maxer
Messaggi: 3000
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: A MARZO SI BEVE ACQUA?

Messaggioda maxer » 27 mar 2019 18:54

vinogodi ha scritto:...diciamo che Sottimano andrebbe rivalutato assai di più. E' veramente bravo e con prezzi ok. Vini non per fighetti...

Sbaglio o due-tre anni fa avevamo bevuto un bellissimo Sottimano, portato da te al compleanno di Augusto ?
Che bottiglia era ? Mi sembra un Barbaresco .....
carpe diem 8)

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti