QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11600
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda Alberto » 01 feb 2019 22:16

Comincio io la mensilità... :mrgreen:

Con carne alla griglia (entrecote francese e scamone irlandese, quest'ultimo sia "nature" sia marinato con aglio, paprika affumicata e cumino):
Chianti Rufina Riserva Vigneto Bucerchiale, Selvapiana, 2015 (14,5%)
Sangiovese di agilità didascalico, micidiale: colore rubino-granato scarichissimo, naso tutto floreale blu acuto in prima battuta, poi pellame nuovo, poi in terza battuta finalmente il frutto rosso; bocca ad andamento verticale, giocata pochissimo sugli estratti e tantissimo sulla tensione acida, con tannini relativamente maturi (grazie al sole del 2015), e certamente dell'uva e non di apporto esterno. Alcol non pervenuto. Finale con l'attesa emersione di un frutto goloso, godurioso, pur rimanendo asciutto.
Uno dei veri grandi toscani che ha conservato negli anni un rapporto q/p sensazionale.
Grazie davvero allo "spacciatore" Simone/Tuscany!
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
giacomo
Messaggi: 558
Iscritto il: 06 giu 2007 13:31
Località: Foligno
Contatta:

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda giacomo » 02 feb 2019 00:04

fiano 16 pietracupa

continua a non convincermi quest’annata...esce molto poco il fumè, è scivoloso in bocca e traspira un po’ troppo l’alcool.
se qualcuno che l’ha assaggiato mi da la sua versione, sono contento.
saluti
"L'importante e' prendere la palla al balzo", come disse il castratore di canguri.

...strano mondo il nostro: c'è chi mette il blu-diesel nell'auto, e mc-chiken nel corpo...
giacomo
Messaggi: 558
Iscritto il: 06 giu 2007 13:31
Località: Foligno
Contatta:

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda giacomo » 02 feb 2019 15:13

langhe nebbiolo 15 cortese

profumi invitanti, ma bocca un po’ nervosa con acidità importante...
"L'importante e' prendere la palla al balzo", come disse il castratore di canguri.

...strano mondo il nostro: c'è chi mette il blu-diesel nell'auto, e mc-chiken nel corpo...
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda BarbarEdo » 02 feb 2019 17:01

Piccola panoramica di Saumur con amici appassionati.

Saumur Champigny Rouge 2010 - Le P'tit Domaine
Sarà che era il primo della serie, mi è rimasto molto in mente. Senza peso ma nitido e squillante. L'acidità è succosissima, mai tagliente. Nella sua semplicità, irresistibile. :D :D :D :)

Domaine des Roches Neuves - les memoirs 2012
Naso più complesso ma anche più confuso, con rabarbaro, peperone verde e bacche nere . Più avanti una parte floreale di violetta scura, macerata. Bocca meno estrattiva ma un po' polverosa e con acidità slegata. Non l'ho amato particolarmente, anche se forse è da aspettare :D :D :) +

Guiberteau - Saumur Rouge Les Arboises 2011
Fitto e lento ad aprirsi. Prevalgono le sensazioni scure: suggestioni minerali più di catrame che di gesso, il frutto è come imbrigliato. Il legno forse un pelo in evidenza, anche se lo trovo non così fuori posto. In bocca è proprio bello, balsamico e speziato. Margine di crescita negli anni :D :D :D :) +

Clos Rougeard - les poyeux 2008
I profumi di questo mi hanno rubato il cuore... Camino spento, note ossidative molto composte di nocino ed erbe aromatiche, vegetale delicato, frutto rosso in secondo piano. Uno stiletto, elegante e precisissimo. Anche se forse, più "di testa" che "di pancia". :D :D :D :D
Primum bibere deinde philosophari
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda miccel » 03 feb 2019 11:16

Favaro - Erbaluce di Caluso 2014
Lo assaggio per la prima volta. Mi ricorda un po' l'Irpinia e un po' uno chenin (più erbaceo), con l'acidità decisa che trova equilibrio in un intenso finale di miele. Mi convince in pieno.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7453
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda zampaflex » 03 feb 2019 15:15

Stella di Campalto - Brunello riserva 2009

Sarà la suggestione della bevuta di ieri ma mi è sembrato di avere nel bicchiere Rayas :shock:
Infuso di erbe, frutto mimetizzato, per nulla smaccato; colore molto scarico, sorso leggero dalla estrazione calibrata. Alcool presente in abbondanza ma ben integrato e sufficientemente nascosto.

Per alcuni potrebbe essere spiazzante.

:D :D :D :D :) -
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
dc87
Messaggi: 440
Iscritto il: 28 feb 2012 16:47

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda dc87 » 04 feb 2019 00:20

zampaflex ha scritto:Stella di Campalto - Brunello riserva 2009

Sarà la suggestione della bevuta di ieri ma mi è sembrato di avere nel bicchiere Rayas :shock:
Infuso di erbe, frutto mimetizzato, per nulla smaccato; colore molto scarico, sorso leggero dalla estrazione calibrata. Alcool presente in abbondanza ma ben integrato e sufficientemente nascosto.

Per alcuni potrebbe essere spiazzante.

:D :D :D :D :) -


Ho avuto le stesse impressioni con la 2008.
A me era piaciuto molto.
littlewood
Messaggi: 1737
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda littlewood » 04 feb 2019 06:02

dc87 ha scritto:
zampaflex ha scritto:Stella di Campalto - Brunello riserva 2009

Sarà la suggestione della bevuta di ieri ma mi è sembrato di avere nel bicchiere Rayas :shock:
Infuso di erbe, frutto mimetizzato, per nulla smaccato; colore molto scarico, sorso leggero dalla estrazione calibrata. Alcool presente in abbondanza ma ben integrato e sufficientemente nascosto.

Per alcuni potrebbe essere spiazzante.

:D :D :D :D :) -


Ho avuto le stesse impressioni con la 2008.
A me era piaciuto molto.

08 sempre stato piu' equilibrato del 09.ora e' straordinariamente buono il 05
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11600
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda Alberto » 04 feb 2019 20:34

Colli Orientali del Friuli Schioppettino Fuc e Flamis, Jacùss, 2009 (12,5%)
Quando si dice un vino perfettamente "in beva": disteso, sciolto, ha sicuramente perso un po' degli ardori della prima gioventù (visto il nome...) ma ne ha guadagnato in armonia, e sembra quasi che ti sorrida nel bicchiere: colore rubino scarico tipicissimo dell'uva, al naso il classico pepe di macinello, assieme ad un frutto rosso dolcissimo, ed una bocca tutta in freschezza, lieve lieve ma non senza lunghezza. Finale dal più lieve dei residui zuccherini. Non complesso, ma di una golosità unica tutto acciaio, per la cronaca).
Azienda a mio avviso sottovalutata, quella dei fratelli Jacuzzi: bianchi forse un po' rustici, ma pieni di sapore, rossi fatti molto bene (il loro Tazzelenghe per me l'epitome del miglior Friuli "minore") ed un Picolit tra i capolavori regionali.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1463
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 05 feb 2019 15:32

Champagne extrabrut Lucien Collard - Bouzy :D :D :D :)
Piaciuto molto, frutta gialla matura e idrocarburi al naso, all'assaggio è pieno, impattante, bolla un po' troppo vigorosa ma il finale porta con sè uno spettacolo di profumi vagamente affumicati e insieme minerali. Con l'ossigenazione sopraggiunge una nota di fico essicato molto interessante.

Champagne brut reserve Billecart Salmon :D :D :D
molto più pettinato rispetto al primo, senz'altro più classico ma forse anche più banalotto..naso inizialmente di pera matura e pescanoce, muta assestandosi su note più evolute, granella di nocciole e cera d'api..bolla finissima, ma acidità a mio parere un po' oltre le righe..
Lorenzo
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1463
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 05 feb 2019 16:03

giacomo ha scritto:langhe nebbiolo 15 cortese

profumi invitanti, ma bocca un po’ nervosa con acidità importante...


per me il nebbiolo di cortese è un barbaresco in miniatura..il cru è sempre il rabajà, e non ci fanno barbaresco perchè le vigne sono troppo giovani (mi pare abbiano 20 anni)..anch'io l'ho trovato un po scontroso al palato, ma sospetto che sia soltanto necessario aspettare un pochino....
Lorenzo
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1463
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 05 feb 2019 17:22

Alberto ha scritto:Comincio io la mensilità... :mrgreen:

Con carne alla griglia (entrecote francese e scamone irlandese, quest'ultimo sia "nature" sia marinato con aglio, paprika affumicata e cumino):
Chianti Rufina Riserva Vigneto Bucerchiale, Selvapiana, 2015 (14,5%)
Sangiovese di agilità didascalico, micidiale: colore rubino-granato scarichissimo, naso tutto floreale blu acuto in prima battuta, poi pellame nuovo, poi in terza battuta finalmente il frutto rosso; bocca ad andamento verticale, giocata pochissimo sugli estratti e tantissimo sulla tensione acida, con tannini relativamente maturi (grazie al sole del 2015), e certamente dell'uva e non di apporto esterno. Alcol non pervenuto. Finale con l'attesa emersione di un frutto goloso, godurioso, pur rimanendo asciutto.
Uno dei veri grandi toscani che ha conservato negli anni un rapporto q/p sensazionale.
Grazie davvero allo "spacciatore" Simone/Tuscany!


ho letto alcune critiche che definiscono le annate più recenti costruite, o comunque non paragonabili a quelle risalenti..io assaggiando recenti annate sono rimasto più che soddisfatto..tu che ne pensi?
Lorenzo
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11600
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda Alberto » 05 feb 2019 17:32

Mi manca uno storico per dare un giudizio, ad ogni modo mi è parso un vino tutt'altro che "costruito".
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Ziliovino
Messaggi: 3119
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda Ziliovino » 05 feb 2019 17:36

Lirac 2016 - L'Anglore-E. Pfifferling. Molto particolare al naso con cipria e rossetto, deciso floreale, sorso di peso medio, sui generis.

Collines Rhodaniennes La Chevaliere 2016 - Jasmin. Parte ancora vinoso, poi bella florealità, frutti rossi, pepe bianco, corpo leggero e fresco, un piccolo gioiellino di piacevolezza.

Cote-Rotie Brune e Blonde 2001 - Guigal. Parte decisamente ematico, poi frutto scuro, camino e cenni tostati, bocca di buon equilibrio, direi fattura ineccepibile ma non emoziona come altri vini della zona...

Sagrantino di Montefalco 25 anni 2003 - Caprai. Tanta bella frutta stratificata, spezia scura, sorso pieno e tannino ancora in grinta, non emoziona ma è un bel vino.

Riviera Ligure di Ponente Pigato 2010 - Le Rocche del Gatto. Ancora in fase giovanile, sull'agrumato, qualche cenno mineral-fumé ancora in disparte, sorso sapido e in cerca di equilibrio. Viste le altre bevute di questo produttore penso proprio possa avere ulteriori margini di miglioramento.

Pommard 2008 - Domaine Michelot. Da un bianchista un pinot noir giocato sulla freschezza e sul frutto acidulo, solo qualche cenno di spezie orientali e radici, c'è un odorino di chiuso che va e viene ad infastidire, avrei preferito maggior polpa al sorso, soprattutto da questa denominazione...

Vino Santo di Santa Massenza 1985 - Giovanni Poli. Gran bella sorpresa, bottiglia meno crepuscolare di una gemella stappata un paio di anni fa: fico secco, croccante, uva passa, sorso di buona freschezza e giusta grassezza, chapeau.

Albana di Romagana Passito Scacco Matto 1997 - Fattoria Zerbina. Ancora in splendida forma, molto elegante al naso, fin quasi sussurrato, con le classiche note dolci da passito, dà però il meglio di se in bocca, con una bella freschezza vitale e giusta dolcezza e grassezza a bilanciare. Mi sarei aspettato qualcosa di più al naso, ma è un gran bel passito.

Sherry Amontillado 12 años - El Maestro Sierra. Mi avvicino sempre con un po' di timore ai vini ossidativi secchi, ma devo dire che spesso sono più le sorprese delle delusioni: grande equilibrio al sorso dove note ammandorlate, salinità e secchezza se ne vanno a braccetto, più statico e classico al naso.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
supersonic76
Messaggi: 688
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda supersonic76 » 05 feb 2019 17:56

Barbera Vigna Martina 2015 Elio Grasso

A parte quella inenarrabile di Giacomo Conterno, la miglior barbera bevuta quest'anno.
Giovanissima, grintosa, freschissima.I, mi pare, 15° sono impercettibili.
Come tutti i vini di questa (strepitosa) annata sarei curioso di vederne le evoluzioni.Se avessi la lungimiranza di non scolarmele tutte prima
Memento Audere Semper
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda miccel » 06 feb 2019 22:46

Unterortl - Castel Juval Blauburgunder 2014
Trasparente, ciliegia e fruttini, corpo medio-leggero ma discreta profondità. La tensione acidula e sapida che lo percorre, insieme al finale amarognolo e speziato evita il rischio "succo di frutta" . Il prezzo è altino ma la qualità non manca.
Vinos
Messaggi: 962
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda Vinos » 06 feb 2019 23:03

Ziliovino ha scritto:Lirac 2016 - L'Anglore-E. Pfifferling. Molto particolare al naso con cipria e rossetto, deciso floreale, sorso di peso medio, sui generis.

Collines Rhodaniennes La Chevaliere 2016 - Jasmin. Parte ancora vinoso, poi bella florealità, frutti rossi, pepe bianco, corpo leggero e fresco, un piccolo gioiellino di piacevolezza.

Cote-Rotie Brune e Blonde 2001 - Guigal. Parte decisamente ematico, poi frutto scuro, camino e cenni tostati, bocca di buon equilibrio, direi fattura ineccepibile ma non emoziona come altri vini della zona...

Sagrantino di Montefalco 25 anni 2003 - Caprai. Tanta bella frutta stratificata, spezia scura, sorso pieno e tannino ancora in grinta, non emoziona ma è un bel vino.

Riviera Ligure di Ponente Pigato 2010 - Le Rocche del Gatto. Ancora in fase giovanile, sull'agrumato, qualche cenno mineral-fumé ancora in disparte, sorso sapido e in cerca di equilibrio. Viste le altre bevute di questo produttore penso proprio possa avere ulteriori margini di miglioramento.

Pommard 2008 - Domaine Michelot. Da un bianchista un pinot noir giocato sulla freschezza e sul frutto acidulo, solo qualche cenno di spezie orientali e radici, c'è un odorino di chiuso che va e viene ad infastidire, avrei preferito maggior polpa al sorso, soprattutto da questa denominazione...

Vino Santo di Santa Massenza 1985 - Giovanni Poli. Gran bella sorpresa, bottiglia meno crepuscolare di una gemella stappata un paio di anni fa: fico secco, croccante, uva passa, sorso di buona freschezza e giusta grassezza, chapeau.

Albana di Romagana Passito Scacco Matto 1997 - Fattoria Zerbina. Ancora in splendida forma, molto elegante al naso, fin quasi sussurrato, con le classiche note dolci da passito, dà però il meglio di se in bocca, con una bella freschezza vitale e giusta dolcezza e grassezza a bilanciare. Mi sarei aspettato qualcosa di più al naso, ma è un gran bel passito.

Sherry Amontillado 12 años - El Maestro Sierra. Mi avvicino sempre con un po' di timore ai vini ossidativi secchi, ma devo dire che spesso sono più le sorprese delle delusioni: grande equilibrio al sorso dove note ammandorlate, salinità e secchezza se ne vanno a braccetto, più statico e classico al naso.


Lirac è il vino più indietro dei 16 dell’anglore , da lasciare riposare un un paio di anni secondo me, gli altri 16 sono più gioiosi e bevibili...
Smarco
Messaggi: 3497
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda Smarco » 07 feb 2019 11:39

Ieri in quel di Ancona
Aperitivo Fleury Blanc de Noir :D :D :D
Poi tutto a bottiglie coperte:
Trebbiano valentini 2010 :D :D :D :)
Trebbiano Valentini 2009 :D :D :)
Trebbiano Valentini 2007 :D :D :D :D
Trebbiano Amorotti 2015 (mi sembra) :)
Montepulciano Valentini 2013 :D :D :D :D
Montepulciano Valentini 2012 :D :D :D :D :)
Montepulciano Pepe 2012 (quello che beve Lebron) :? :? :? :? :?
Montepulciano Valentini 2006 :D :D :D
SommelierSardo
Messaggi: 1346
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda SommelierSardo » 07 feb 2019 12:51

Smarco ha scritto:Ieri in quel di Ancona
Aperitivo Fleury Blanc de Noir :D :D :D
Poi tutto a bottiglie coperte:
Trebbiano valentini 2010 :D :D :D :)
Trebbiano Valentini 2009 :D :D :)
Trebbiano Valentini 2007 :D :D :D :D
Trebbiano Amorotti 2015 (mi sembra) :)
Montepulciano Valentini 2013 :D :D :D :D
Montepulciano Valentini 2012 :D :D :D :D :)
Montepulciano Pepe 2012 (quello che beve Lebron) :? :? :? :? :?
Montepulciano Valentini 2006 :D :D :D


Marco, quanto tempo prima avete aperto i Montepulciano di Valentini ?
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda BarbarEdo » 07 feb 2019 13:28

SommelierSardo ha scritto:
Smarco ha scritto:Ieri in quel di Ancona
Aperitivo Fleury Blanc de Noir :D :D :D
Poi tutto a bottiglie coperte:
Trebbiano valentini 2010 :D :D :D :)
Trebbiano Valentini 2009 :D :D :)
Trebbiano Valentini 2007 :D :D :D :D
Trebbiano Amorotti 2015 (mi sembra) :)
Montepulciano Valentini 2013 :D :D :D :D
Montepulciano Valentini 2012 :D :D :D :D :)
Montepulciano Pepe 2012 (quello che beve Lebron) :? :? :? :? :?
Montepulciano Valentini 2006 :D :D :D


Marco, quanto tempo prima avete aperto i Montepulciano di Valentini ?

Bevuto anch'io di recente il montepulciano di Pepe 2012. A parte la solita riduzione iniziale, vino evoluto,un po' surmaturo e piatto. Quelle di Pepe sono le classiche bottiglie che non mi verrebbe mai in mente di aprire con ospiti a cena...
Primum bibere deinde philosophari
Smarco
Messaggi: 3497
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda Smarco » 07 feb 2019 13:38

SommelierSardo ha scritto:
Smarco ha scritto:Ieri in quel di Ancona
Aperitivo Fleury Blanc de Noir :D :D :D
Poi tutto a bottiglie coperte:
Trebbiano valentini 2010 :D :D :D :)
Trebbiano Valentini 2009 :D :D :)
Trebbiano Valentini 2007 :D :D :D :D
Trebbiano Amorotti 2015 (mi sembra) :)
Montepulciano Valentini 2013 :D :D :D :D
Montepulciano Valentini 2012 :D :D :D :D :)
Montepulciano Pepe 2012 (quello che beve Lebron) :? :? :? :? :?
Montepulciano Valentini 2006 :D :D :D


Marco, quanto tempo prima avete aperto i Montepulciano di Valentini ?

un ora e mezza / due prima, la 2012 l'abbiamo scaraffata per un oretta e rimessa in bottiglia
Smarco
Messaggi: 3497
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda Smarco » 07 feb 2019 13:43

BarbarEdo ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:
Smarco ha scritto:Ieri in quel di Ancona
Aperitivo Fleury Blanc de Noir :D :D :D
Poi tutto a bottiglie coperte:
Trebbiano valentini 2010 :D :D :D :)
Trebbiano Valentini 2009 :D :D :)
Trebbiano Valentini 2007 :D :D :D :D
Trebbiano Amorotti 2015 (mi sembra) :)
Montepulciano Valentini 2013 :D :D :D :D
Montepulciano Valentini 2012 :D :D :D :D :)
Montepulciano Pepe 2012 (quello che beve Lebron) :? :? :? :? :?
Montepulciano Valentini 2006 :D :D :D


Marco, quanto tempo prima avete aperto i Montepulciano di Valentini ?

Bevuto anch'io di recente il montepulciano di Pepe 2012. A parte la solita riduzione iniziale, vino evoluto,un po' surmaturo e piatto. Quelle di Pepe sono le classiche bottiglie che non mi verrebbe mai in mente di aprire con ospiti a cena...

la riduzione di questa bottiglia era veramente eccessiva, ok che lo stile è quello ma minkia questa era veramente troppo... ai limiti del bret
in bocca stesse tue impressioni: evoluto, surmaturo e per niente piacevole (bottiglia presa in azienda quindi i difensori di pepe non vengano a menarla con la conservazione)
Smarco
Messaggi: 3497
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda Smarco » 07 feb 2019 13:54

Ieri in quel di Ancona
Aperitivo Fleury Blanc de Noir :D :D :D bono
Poi tutto a bottiglie coperte:
Trebbiano valentini 2010 :D :D :D :) freschissimo, dritto, acidità a palla, un vino che sembra essere uscito ieri dalla cantina, bocca tesa, lunghissimo
Trebbiano Valentini 2009 :D :D :) parte bene, dopo 10 minuti qualche riduzione fa capolino, inizia a scaldarsi, in bocca meno acidità del 10 un po più larghetto e meno persistente
Trebbiano Valentini 2007 :D :D :D :D muto, per circa un ora dentro al bicchiere sembrava di non avere niente, appena inizia a scaldarsi si iniziano a percepire le classiche note valentiniane (camomilla e fieno) ma non sparate, sempre tutto molto sussurrato, bocca elegantissima da grande chablis
Trebbiano Amorotti 2015 (mi sembra) :) azienda giovane situata difianco Valentini, la prima domanda è stata se era trebbiano, al naso pompelmo, limone, mi sembra liquirizia.. bocca con buona acidità bevuto con Valentini penserei che uno dei due non è trebbiano...
Montepulciano Valentini 2013 :D :D :D :D il meno valentiniano di tutti, fruttato e floreale, pochissime riduzioni, gia ora è piacevole da bere
Montepulciano Valentini 2012 :D :D :D :D :) io l ho preferito a differenza di altri, certo ha qualche riduzione in più rispetto alla 13 ma nulla di stucchevole
Montepulciano Pepe 2012 (quello che beve Lebron) :? :? :? :? :? gia detto
Montepulciano Valentini 2006 :D :D :D in fase calante, non credo sia una bottiglia da lunga durata, comunque per ora regge abbastanza
Avatar utente
xoan
Messaggi: 1107
Iscritto il: 13 nov 2012 23:58

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda xoan » 07 feb 2019 14:28

Smarco ha scritto:Ieri in quel di Ancona
Aperitivo Fleury Blanc de Noir :D :D :D bono
Poi tutto a bottiglie coperte:
Trebbiano valentini 2010 :D :D :D :) freschissimo, dritto, acidità a palla, un vino che sembra essere uscito ieri dalla cantina, bocca tesa, lunghissimo
Trebbiano Valentini 2009 :D :D :) parte bene, dopo 10 minuti qualche riduzione fa capolino, inizia a scaldarsi, in bocca meno acidità del 10 un po più larghetto e meno persistente
Trebbiano Valentini 2007 :D :D :D :D muto, per circa un ora dentro al bicchiere sembrava di non avere niente, appena inizia a scaldarsi si iniziano a percepire le classiche note valentiniane (camomilla e fieno) ma non sparate, sempre tutto molto sussurrato, bocca elegantissima da grande chablis
Trebbiano Amorotti 2015 (mi sembra) :) azienda giovane situata difianco Valentini, la prima domanda è stata se era trebbiano, al naso pompelmo, limone, mi sembra liquirizia.. bocca con buona acidità bevuto con Valentini penserei che uno dei due non è trebbiano...
Montepulciano Valentini 2013 :D :D :D :D il meno valentiniano di tutti, fruttato e floreale, pochissime riduzioni, gia ora è piacevole da bere
Montepulciano Valentini 2012 :D :D :D :D :) io l ho preferito a differenza di altri, certo ha qualche riduzione in più rispetto alla 13 ma nulla di stucchevole
Montepulciano Pepe 2012 (quello che beve Lebron) :? :? :? :? :? gia detto
Montepulciano Valentini 2006 :D :D :D in fase calante, non credo sia una bottiglia da lunga durata, comunque per ora regge abbastanza


non a caso Francesco Paolo ritiene che il trebbiamo vada bevuto a temperatura ambiente.
Belle note, grazie!
SommelierSardo
Messaggi: 1346
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: QUANTO SI BEVVE A FEBBRAIO 2019

Messaggioda SommelierSardo » 07 feb 2019 14:43

xoan ha scritto:
Smarco ha scritto:Ieri in quel di Ancona
Aperitivo Fleury Blanc de Noir :D :D :D bono
Poi tutto a bottiglie coperte:
Trebbiano valentini 2010 :D :D :D :) freschissimo, dritto, acidità a palla, un vino che sembra essere uscito ieri dalla cantina, bocca tesa, lunghissimo
Trebbiano Valentini 2009 :D :D :) parte bene, dopo 10 minuti qualche riduzione fa capolino, inizia a scaldarsi, in bocca meno acidità del 10 un po più larghetto e meno persistente
Trebbiano Valentini 2007 :D :D :D :D muto, per circa un ora dentro al bicchiere sembrava di non avere niente, appena inizia a scaldarsi si iniziano a percepire le classiche note valentiniane (camomilla e fieno) ma non sparate, sempre tutto molto sussurrato, bocca elegantissima da grande chablis
Trebbiano Amorotti 2015 (mi sembra) :) azienda giovane situata difianco Valentini, la prima domanda è stata se era trebbiano, al naso pompelmo, limone, mi sembra liquirizia.. bocca con buona acidità bevuto con Valentini penserei che uno dei due non è trebbiano...
Montepulciano Valentini 2013 :D :D :D :D il meno valentiniano di tutti, fruttato e floreale, pochissime riduzioni, gia ora è piacevole da bere
Montepulciano Valentini 2012 :D :D :D :D :) io l ho preferito a differenza di altri, certo ha qualche riduzione in più rispetto alla 13 ma nulla di stucchevole
Montepulciano Pepe 2012 (quello che beve Lebron) :? :? :? :? :? gia detto
Montepulciano Valentini 2006 :D :D :D in fase calante, non credo sia una bottiglia da lunga durata, comunque per ora regge abbastanza


non a caso Francesco Paolo ritiene che il trebbiamo vada bevuto a temperatura ambiente.
Belle note, grazie!


Gio, definiscimi temperatura ambiente :wink:

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: AmoSlade, Ant0ni0, MarcelloR, Michelasso e 16 ospiti