Conservazione vino

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
domenico1900
Messaggi: 79
Iscritto il: 01 set 2016 13:40

Re: Conservazione vino

Messaggioda domenico1900 » 09 gen 2019 14:41

ORSO85 ha scritto:
domenico1900 ha scritto:Volevo un parere. Conservo le mie bottiglie nella cantina di mio padre che ha una temperatura abbastanza costante, dico abbastanza perché risente comunque delle temperature esterne dato che ha una grata che la collega direttamente all'esterno. Le metto in orizzontale e per sicurezza le bottiglie le conservo all'interno delle cantinette di polisterolo con cui le ricevo, pure per conservare l'etichetta, anche se si rovina lo stesso con l'umidità che entra . Sto sbagliando?
Finora le bottiglie che ho bevuto sono state ottime ma al massimo ho bevuto vini di 8 o 9 anni...


Le etichette le puoi proteggere con del domopak
Il vino deve sentire il cambio di stagione, qualche grado va bene che io sappia.

A mio parere fai tutto bene, attendiamo i più esperti.


Grazie Orso85, ogni consiglio è ben accetto
Tambo636
Messaggi: 58
Iscritto il: 02 lug 2018 08:37
Località: Parma

Re: Conservazione vino

Messaggioda Tambo636 » 10 gen 2019 18:30

Se si conservano nelle casse di legno è necessario proteggere l'etichetta o non serve?
Avatar utente
puspo
Messaggi: 654
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: Conservazione vino

Messaggioda puspo » 10 gen 2019 19:22

A me un vino vecchio, con bottiglia pulita ed etichetta perfetta non mi piace, quasi quasi mi fa sorgere sospetti.
Preferisco una bella bottiglia da cui si percepisce il passaggio del tempo in una bella cantina correttamente umida.

Sono gusti ...
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Timoteo
Messaggi: 2226
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Conservazione vino

Messaggioda Timoteo » 10 gen 2019 20:20

Tambo636 ha scritto:Se si conservano nelle casse di legno è necessario proteggere l'etichetta o non serve?


posso solo portare l'esempio della mia cantina, umidissima.
il legno si fracica in pochissimo tempo.
quindi la carte dell'etichetta idem.
fortuna che io bevo.
Timoteo
Messaggi: 2226
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Conservazione vino

Messaggioda Timoteo » 10 gen 2019 20:24

tempo addietro un (ex?) frequentatore di questo forum aveva fatto una comparazione molto seria di quattro modalità di conservazione del vino.
non ricordo precisamente ma partiva da una conservazione ottimale (luce, vibrazioni, temperatura, UR, ecc) per passare a bottiglie conservate in casa, la terza, se esistente, non me la ricordo, ma la quarta era che aveva messo le bottiglie nel portabagagli della macchina.
il tutto per un anno almeno.
il risultato fu divertente.
alì65
Messaggi: 11531
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Conservazione vino

Messaggioda alì65 » 10 gen 2019 20:56

Timoteo ha scritto:tempo addietro un (ex?) frequentatore di questo forum aveva fatto una comparazione molto seria di quattro modalità di conservazione del vino.
non ricordo precisamente ma partiva da una conservazione ottimale (luce, vibrazioni, temperatura, UR, ecc) per passare a bottiglie conservate in casa, la terza, se esistente, non me la ricordo, ma la quarta era che aveva messo le bottiglie nel portabagagli della macchina.
il tutto per un anno almeno.
il risultato fu divertente.


vagamente ricordo....mi sembra che il più eclatante fu proprio il risultato del baule!!! :D
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Timoteo
Messaggi: 2226
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Conservazione vino

Messaggioda Timoteo » 10 gen 2019 20:58

alì65 ha scritto:
Timoteo ha scritto:tempo addietro un (ex?) frequentatore di questo forum aveva fatto una comparazione molto seria di quattro modalità di conservazione del vino.
non ricordo precisamente ma partiva da una conservazione ottimale (luce, vibrazioni, temperatura, UR, ecc) per passare a bottiglie conservate in casa, la terza, se esistente, non me la ricordo, ma la quarta era che aveva messo le bottiglie nel portabagagli della macchina.
il tutto per un anno almeno.
il risultato fu divertente.


vagamente ricordo....mi sembra che il più eclatante fu proprio il risultato del baule!!! :D


esattamente.
possiamo chiedergli se ce li ha ancora i risultati.
bpdino
Messaggi: 1792
Iscritto il: 06 giu 2007 11:04
Località: Roma

Re: Conservazione vino

Messaggioda bpdino » 11 gen 2019 10:07

Timoteo ha scritto:tempo addietro un (ex?) frequentatore di questo forum aveva fatto una comparazione molto seria di quattro modalità di conservazione del vino.
non ricordo precisamente ma partiva da una conservazione ottimale (luce, vibrazioni, temperatura, UR, ecc) per passare a bottiglie conservate in casa, la terza, se esistente, non me la ricordo, ma la quarta era che aveva messo le bottiglie nel portabagagli della macchina.
il tutto per un anno almeno.
il risultato fu divertente.


Chissà perché non ho mai letto di queste comparazioni molto serie con delle btg di Monfortino?
Bernardo
e-mail: bernardo.pancione@gmail.com
Utente "vecchio" Forum dal 20.Feb.2003
Avatar utente
puspo
Messaggi: 654
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: Conservazione vino

Messaggioda puspo » 11 gen 2019 10:27

Io ne ho fatta una simile, con un Chianti 2009 prodotto (bene) da un amico.
3 bottiglie:
-una tenuta sempre in cantina da me, per 7 anni
-una in azienda da lui (non climatizzata, sbalzi termici conseguenti
-una tenuta da un nostro amico, nel locale adiacente ad una veranda, diciamo dai 18 invernali ai 28 estivi

Le prime due erano molto simili, ma ovviamente leggermente diverse. La più integra sembrava la mia, con ancora parecchio futuro davanti.
La terza (quella tenuta in casa) era molto diversa dalle altre, con i classici sentori di un vino che sta scollinando.

Se a qualcuno interessa, ho via alcune bottiglie di questo Chianti (annata 2012), messe in armadio (18-27 gradi) nel settembre del 2013, per confrontarle con quelle che tengo in cantina ... ci si trova, e si stappa insieme ad altro per vedere cosa ne è saltato fuori.
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Avatar utente
puspo
Messaggi: 654
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: Conservazione vino

Messaggioda puspo » 11 gen 2019 10:28

Se poi vogliamo fare la prova del baule dell'auto, decidiamo il vino che organizzo io.
Queste cose mi interessano molto ...
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Timoteo
Messaggi: 2226
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Conservazione vino

Messaggioda Timoteo » 11 gen 2019 11:39

bpdino ha scritto:
Timoteo ha scritto:tempo addietro un (ex?) frequentatore di questo forum aveva fatto una comparazione molto seria di quattro modalità di conservazione del vino.
non ricordo precisamente ma partiva da una conservazione ottimale (luce, vibrazioni, temperatura, UR, ecc) per passare a bottiglie conservate in casa, la terza, se esistente, non me la ricordo, ma la quarta era che aveva messo le bottiglie nel portabagagli della macchina.
il tutto per un anno almeno.
il risultato fu divertente.


Chissà perché non ho mai letto di queste comparazioni molto serie con delle btg di Monfortino?


È un vino più sensibile?
Avatar utente
puspo
Messaggi: 654
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: Conservazione vino

Messaggioda puspo » 11 gen 2019 11:47

Timoteo ha scritto:Chissà perché non ho mai letto di queste comparazioni molto serie con delle btg di Monfortino?

È un vino più sensibile?[/quote]

Nessuno si fida veramente nel tenere una bottiglia nel baule di un'auto, perchè il fatto che possa essere potabile anche solo dopo un'estate è, a mio avviso, pari a zero
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
maxer
Messaggi: 2812
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Conservazione vino

Messaggioda maxer » 11 gen 2019 12:36

Timoteo ha scritto:
bpdino ha scritto:Chissà perché non ho mai letto di queste comparazioni molto serie con delle btg di Monfortino?

È un vino più sensibile?

Ci avevo provato otto anni fa : nel baule.
Però dopo una settimana mi hanno tamponato.
Esperimento fallito e mai più ripetuto :?
carpe diem 8)
vinogodi
Messaggi: 28210
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 11 gen 2019 12:43

Timoteo ha scritto:
bpdino ha scritto:
Timoteo ha scritto:tempo addietro un (ex?) frequentatore di questo forum aveva fatto una comparazione molto seria di quattro modalità di conservazione del vino.
non ricordo precisamente ma partiva da una conservazione ottimale (luce, vibrazioni, temperatura, UR, ecc) per passare a bottiglie conservate in casa, la terza, se esistente, non me la ricordo, ma la quarta era che aveva messo le bottiglie nel portabagagli della macchina.
il tutto per un anno almeno.
il risultato fu divertente.


Chissà perché non ho mai letto di queste comparazioni molto serie con delle btg di Monfortino?


È un vino più sensibile?
...no , semplicemente alle cretinate bisogna credere con molto "grano salis" ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Tambo636
Messaggi: 58
Iscritto il: 02 lug 2018 08:37
Località: Parma

Re: Conservazione vino

Messaggioda Tambo636 » 11 gen 2019 12:51

Mah se uno ha una cantina "normale" cioè con le relative differenze di temperatura tra le stagioni (una classica cantina da condominio o simili) e livelli di umidità accettabili può stare tranquillo? siccome in tanti hanno le cantinette a temperatura e umidità controllata e costante mi chiedo (non avendone una) quando si deve considerare "obbligatorio" l'uso di questi strumenti e che pro e contro ci possono essere tra l'invecchiamento in cantina normale o in cantinetta
vinogodi
Messaggi: 28210
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 11 gen 2019 12:51

vinogodi ha scritto:
Timoteo ha scritto:
bpdino ha scritto:
Timoteo ha scritto:tempo addietro un (ex?) frequentatore di questo forum aveva fatto una comparazione molto seria di quattro modalità di conservazione del vino.
non ricordo precisamente ma partiva da una conservazione ottimale (luce, vibrazioni, temperatura, UR, ecc) per passare a bottiglie conservate in casa, la terza, se esistente, non me la ricordo, ma la quarta era che aveva messo le bottiglie nel portabagagli della macchina.
il tutto per un anno almeno.
il risultato fu divertente.


Chissà perché non ho mai letto di queste comparazioni molto serie con delle btg di Monfortino?


È un vino più sensibile?
...no , semplicemente alle cretinate bisogna credere con molto "grano salis" ...
...studiai per almeno 10 anni le cinetiche di terziarizzazione ed invecchiamento di Chianti Classico le Fioraie e di uno Chardonnay Trentino , determinando variazioni sia sensoriali che colorimetriche (con colorimetri tristimolo sia Hunter Lab sia Gardner , con riferimenti specifici a/b sia per il colore rosso che quello giallo) . A intervalli di temperatura di termostatazione dai 30 gradi ai 4 gradi con intervalli di 4 gradi . Potrei fare una pubblicazione sui risultati, ma non bisogna essere scienziati né conoscere le dinamiche cinetiche delle reazioni chimiche e biochimiche per enunciarne i principi generali e fondamentali , da applicare all'invecchiamento del vino. Suvvia , fin quando si scherza o ci si vuole cimentare in aneddotica divertente "su quella volta che invecchiai La Tache intervallando il baule della macchina al microonde con il risultato che era più buono di quello invecchiato al Domaine" , facciamolo pure: in un forum ironia e , perché no, un po' di paradosso rallegrano l'ambiente . Per favore , evitiamo , se possibile , le minchiate , almeno quelle sesquipedali , perché ne leggo tante anche con la convinzione, in alcuni , di dire cose sensate e non è un bene , in un forum di discussione dove in tanti leggono anche per imparare ... 8)
Ultima modifica di vinogodi il 11 gen 2019 15:07, modificato 1 volta in totale.
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 28210
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 11 gen 2019 12:58

Tambo636 ha scritto:1)Mah se uno ha una cantina "normale" cioè con le relative differenze di temperatura tra le stagioni (una classica cantina da condominio o simili) e livelli di umidità accettabili può stare tranquillo?
2) siccome in tanti hanno le cantinette a temperatura e umidità controllata e costante mi chiedo (non avendone una) quando si deve considerare "obbligatorio" l'uso di questi strumenti e che pro e contro ci possono essere tra l'invecchiamento in cantina normale o in cantinetta

1) Si , se hai vini "senza pretese" da bere entro pochi anni . No se vuoi invecchiare per lungo tempo il vino (chiaramente con caratteristiche adatte all'invecchiamento)
2) Io la userei solo "obtorto collo" come ripiego . L'ideale sarebbe adattare un microlocale alla bisogna ... il meglio di tutte una cantina fresca e umida naturale.
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Tambo636
Messaggi: 58
Iscritto il: 02 lug 2018 08:37
Località: Parma

Re: Conservazione vino

Messaggioda Tambo636 » 11 gen 2019 13:16

vinogodi ha scritto:
Tambo636 ha scritto:

1) Si , se hai vini "senza pretese" da bere entro pochi anni . No se vuoi invecchiare per lungo tempo il vino (chiaramente con caratteristiche adatte all'invecchiamento)
2) Io la userei solo "obtorto collo" come ripiego . L'ideale sarebbe adattare un microlocale alla bisogna ... il meglio di tutte una cantina fresca e umida naturale.


Mi sapresti spiegare meglio perché una cantina non naturale non possa andare bene per far riposare vini parecchi anni?
vinogodi
Messaggi: 28210
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 11 gen 2019 13:25

Tambo636 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
Tambo636 ha scritto:

1) Si , se hai vini "senza pretese" da bere entro pochi anni . No se vuoi invecchiare per lungo tempo il vino (chiaramente con caratteristiche adatte all'invecchiamento)
2) Io la userei solo "obtorto collo" come ripiego . L'ideale sarebbe adattare un microlocale alla bisogna ... il meglio di tutte una cantina fresca e umida naturale.


Mi sapresti spiegare meglio perché una cantina non naturale non possa andare bene per far riposare vini parecchi anni?
...perché è difficile riprodurre , tutte insieme , le caratteristiche di una cantina naturale dalle condizioni ottimali, salvo spesa assolutamente spropositata . Parlo di condizioni ottimali quali:
- Temperatura (12 -14 gradi)
- Umidità (75/85%)
- Assenza TOTALE di vibrazioni
- Assenza totale di luce , se non per brevissimo tempo con lampadine a luce fredda non rivolte verso le bottiglie
- Ecc...
Nessuna cantinetta "artificiale" ti garantisce queste condizioni , soprattutto se di medie piccole dimensioni, perché ad ogni apertura o immissione di nuove bottiglie ti cambiano significativamente i parametri e a lungo termine diventano variabili significative . Così come le microvibrazioni che ogni frigorifero ha e così come le illuminazioni viuolente alla quale sottoponi il vino ad ogni apertura . Se devi invecchiare vini 5 , 10 ... perché no , anche 15 anni , no problem . Oltre noteresti differenze significative con vini conservati in cantine naturali di cui sopra...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Tambo636
Messaggi: 58
Iscritto il: 02 lug 2018 08:37
Località: Parma

Re: Conservazione vino

Messaggioda Tambo636 » 11 gen 2019 13:34

Grazie per l'esaustività :!:
vinogodi
Messaggi: 28210
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 11 gen 2019 14:46

Tambo636 ha scritto:Grazie per l'esaustività :!:
...visto che sei di Parma , per notare le effettive differenze basterebbe tu contattassi alcuni forumisti non distanti per valutare le differenti situazioni, oltre a partecipare ad alcune bicchierate dove sono rappresentate le tipologie di vini adatti ad invecchiamento . Certo, non tutti possono avere sotto casa infernotti "naturali" dalle caratteristiche quasi ideali come Ivo (Vinotec) oppure Claudio (Ali65) , fra le più belle cantine "naturali" che io conosca. Così come una situazione intermedia la potresti ravvisare a casa mia , dove ad un semiinterrato si fresco ma non ideale , ho "costruito" un microambiente (nella cantinetta principale di circa 40 metri quadrati) da studio scientifico sulla conservazione (coibentazione di tutto il locale con otto (8) centimetri di poliuretano espanso ( di λ molto basso, λ < 0,034 , quindi con capacità isolante straordinaria) , un termo/crio/condizionatore a compressore esterno che mi mantiene la temperatura 12 - 14 gradi con delta di 0,5 gradi 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno grazie a 6 termometri collegati in ogni angolo della cantina, mininebulizzatore di vapore acqueo con 4 igrometri per definirne il giusto grado di umidità (media 80% , +/- 5%) , lontano da ogni forma di traffico veicolare e con luce H7 Anti UV per l'illuminazione con direttrice verso area senza bottiglie ... 8)
PS: differenza ? ...magari la mia sarà più maniacalmente preservante per l'invecchiamento di secoli , ma loro non spendono un cazzo mentre io 2000 euro in più all'anno di luce e 12.000 Euro per allestirla ... :lol:
PPS : nelle altre tre "cantinette" mi basta un semplice pinguino , che tanto ogni 3 - 4 anni hanno ruotato completamente , ruotando 1200 - 1300 bottiglie all'anno in bicchierate...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
alì65
Messaggi: 11531
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Conservazione vino

Messaggioda alì65 » 11 gen 2019 16:31

vinogodi ha scritto:
Tambo636 ha scritto:Grazie per l'esaustività :!:

PS: differenza ? ...magari la mia sarà più maniacalmente preservante per l'invecchiamento di secoli , ma loro non spendono un cazzo mentre io 2000 euro in più all'anno di luce e 12.000 Euro per allestirla ... :lol:


direi che è una differenza che pesa al bilancio... 8)
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
domenico1900
Messaggi: 79
Iscritto il: 01 set 2016 13:40

Re: Conservazione vino

Messaggioda domenico1900 » 11 gen 2019 19:40

vinogodi ha scritto:
Tambo636 ha scritto:1)Mah se uno ha una cantina "normale" cioè con le relative differenze di temperatura tra le stagioni (una classica cantina da condominio o simili) e livelli di umidità accettabili può stare tranquillo?
2) siccome in tanti hanno le cantinette a temperatura e umidità controllata e costante mi chiedo (non avendone una) quando si deve considerare "obbligatorio" l'uso di questi strumenti e che pro e contro ci possono essere tra l'invecchiamento in cantina normale o in cantinetta

1) Si , se hai vini "senza pretese" da bere entro pochi anni . No se vuoi invecchiare per lungo tempo il vino (chiaramente con caratteristiche adatte all'invecchiamento)
2) Io la userei solo "obtorto collo" come ripiego . L'ideale sarebbe adattare un microlocale alla bisogna ... il meglio di tutte una cantina fresca e umida naturale.


Ciao. Scusa se te lo chiedo, ma vedo che sei molto esperto in questo campo. Quindi relativamente alla mia richiesta cosa puoi consigliarmi? Te la riporto:
"Volevo un parere. Conservo le mie bottiglie nella cantina di mio padre che ha una temperatura abbastanza costante, dico abbastanza perché risente comunque delle temperature esterne dato che ha una grata che la collega direttamente all'esterno. È una cantina antichissima dove comunque mio padre ancora si diletta nella produzione a modo suo, per divertimento. Ho messo un termometro ed ho notato che l'estate andremo al.massimo sui 15 gradi...d'inverno si va anche a 4 o 5°. Le bottiglie le metto in orizzontale e per sicurezza le conservo all'interno delle cantinette di polisterolo con cui le ricevo, pure per conservare l'etichetta, anche se si rovina lo stesso con l'umidità che entra . Sto sbagliando?
Finora le bottiglie che ho bevuto sono state ottime ma al massimo ho bevuto vini di 8 o 9 anni...Ho degli amaroni, qualche sagrantino e brunello, posso azzardare a lasciarli lì ancora un pò?"
vinogodi
Messaggi: 28210
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 11 gen 2019 21:24

domenico1900 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
Tambo636 ha scritto:1)Mah se uno ha una cantina "normale" cioè con le relative differenze di temperatura tra le stagioni (una classica cantina da condominio o simili) e livelli di umidità accettabili può stare tranquillo?
2) siccome in tanti hanno le cantinette a temperatura e umidità controllata e costante mi chiedo (non avendone una) quando si deve considerare "obbligatorio" l'uso di questi strumenti e che pro e contro ci possono essere tra l'invecchiamento in cantina normale o in cantinetta

1) Si , se hai vini "senza pretese" da bere entro pochi anni . No se vuoi invecchiare per lungo tempo il vino (chiaramente con caratteristiche adatte all'invecchiamento)
2) Io la userei solo "obtorto collo" come ripiego . L'ideale sarebbe adattare un microlocale alla bisogna ... il meglio di tutte una cantina fresca e umida naturale.


Ciao. Scusa se te lo chiedo, ma vedo che sei molto esperto in questo campo. Quindi relativamente alla mia richiesta cosa puoi consigliarmi? Te la riporto:
"Volevo un parere. Conservo le mie bottiglie nella cantina di mio padre che ha una temperatura abbastanza costante, dico abbastanza perché risente comunque delle temperature esterne dato che ha una grata che la collega direttamente all'esterno. È una cantina antichissima dove comunque mio padre ancora si diletta nella produzione a modo suo, per divertimento. Ho messo un termometro ed ho notato che l'estate andremo al.massimo sui 15 gradi...d'inverno si va anche a 4 o 5°. Le bottiglie le metto in orizzontale e per sicurezza le conservo all'interno delle cantinette di polisterolo con cui le ricevo, pure per conservare l'etichetta, anche se si rovina lo stesso con l'umidità che entra . Sto sbagliando?
Finora le bottiglie che ho bevuto sono state ottime ma al massimo ho bevuto vini di 8 o 9 anni...Ho degli amaroni, qualche sagrantino e brunello, posso azzardare a lasciarli lì ancora un pò?"
...che culo... dico solo che hai un'ottima cantina (anche se le temperature minime sono un pò bassine) ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 28210
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Conservazione vino

Messaggioda vinogodi » 11 gen 2019 21:24

domenico1900 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
Tambo636 ha scritto:1)Mah se uno ha una cantina "normale" cioè con le relative differenze di temperatura tra le stagioni (una classica cantina da condominio o simili) e livelli di umidità accettabili può stare tranquillo?
2) siccome in tanti hanno le cantinette a temperatura e umidità controllata e costante mi chiedo (non avendone una) quando si deve considerare "obbligatorio" l'uso di questi strumenti e che pro e contro ci possono essere tra l'invecchiamento in cantina normale o in cantinetta

1) Si , se hai vini "senza pretese" da bere entro pochi anni . No se vuoi invecchiare per lungo tempo il vino (chiaramente con caratteristiche adatte all'invecchiamento)
2) Io la userei solo "obtorto collo" come ripiego . L'ideale sarebbe adattare un microlocale alla bisogna ... il meglio di tutte una cantina fresca e umida naturale.


Ciao. Scusa se te lo chiedo, ma vedo che sei molto esperto in questo campo. Quindi relativamente alla mia richiesta cosa puoi consigliarmi? Te la riporto:
"Volevo un parere. Conservo le mie bottiglie nella cantina di mio padre che ha una temperatura abbastanza costante, dico abbastanza perché risente comunque delle temperature esterne dato che ha una grata che la collega direttamente all'esterno. È una cantina antichissima dove comunque mio padre ancora si diletta nella produzione a modo suo, per divertimento. Ho messo un termometro ed ho notato che l'estate andremo al.massimo sui 15 gradi...d'inverno si va anche a 4 o 5°. Le bottiglie le metto in orizzontale e per sicurezza le conservo all'interno delle cantinette di polisterolo con cui le ricevo, pure per conservare l'etichetta, anche se si rovina lo stesso con l'umidità che entra . Sto sbagliando?
Finora le bottiglie che ho bevuto sono state ottime ma al massimo ho bevuto vini di 8 o 9 anni...Ho degli amaroni, qualche sagrantino e brunello, posso azzardare a lasciarli lì ancora un pò?"
...che culo... dico solo che hai un'ottima cantina (anche se le temperature minime sono un pò bassine) ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Biavo, Hurdygurdypav, Langa&Roero, lbidoggia e 12 ospiti