LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Vinos
Messaggi: 1088
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda Vinos » 11 nov 2018 22:41

Biavo ha scritto:
Vinos ha scritto:Vega Sicilia Unico Reserva Especial:

Noi Italiani tutti uguali, siamo in vacanza a Siviglia e tra una miriade di vini Spagnoli, scelgo un bel vino Siciliano :-)
Blend figlio di annate 94/96/2000, la reserva especial è un assemblaggio alchemico, di inusitata potenza olfattiva, complesso e sfacciato; cuoio, tabacco,sottobosco, more, il tutto addolcito da una spruzzatina di cocco che va e viene senza mai essere invadente.
“Snello “ ed elegante più del solito accompagnato da un tannino di grana fine quasi impercettibile.
L’acidità incalza un sorso speziato, piccante e di ottima persistenza.


Sto salivando. Gran boccia sicuramente.
Complimenti :P


Grazie mille.... è sempre una grande bottiglia, esclusa qualcuna viziata da TCA, per il resto non ho mai avuto delusioni...
landmax
Messaggi: 1076
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda landmax » 12 nov 2018 10:34

Alessio ha scritto:Szepsy 2008 6 puttonyos. Io un voto non lo so dare, forse 97 ma le faccine si sprecano :D :D :D :D :D :D
Ciumbia che buono.
Ne conservo gelosamente una bottiglia in cantina (stessa annata): dai, dimmi di più! :D :wink:
In particolare ti volevo chiedere a che punto di evoluzione l'hai trovato, grazie!
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 9201
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda zampaflex » 12 nov 2018 12:11

Alessio ha scritto:Szepsy 2008 6 puttonyos. Io un voto non lo so dare, forse 97 ma le faccine si sprecano :D :D :D :D :D :D
Ciumbia che buono.


Istvan produce anche uno dei più buoni (forse il migliore in assoluto) furmint secchi che ci siano.
Bevuto qualche anno fa un 2007 strepitoso.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Alessio
Messaggi: 277
Iscritto il: 03 gen 2008 16:55
Località: Paris
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda Alessio » 12 nov 2018 12:12

Ciao,
il vino é già bellissimo, detto cio' penso che tu lo possa aspettare almeno 2/3 lustri senza problemi.
L'ho aperto perché avevo a pranzo un caro amico belga che é conoscente di Szepsy e mi recupera tutto quello che voglio da lui (o quasi).
Non ho controllato esattamente quanto zucchero ci sia ma l'integrazione con la componente acida é favolosa, la densità é tanta ma si lascia bere alla grandissima.
Il naso é caleidoscopico, molto cangevole, non ritenendomi particolarmente dotato olfattivamente ti dico le 4 note che mi hanno travolto: Zafferano, zenzero, menta e albicocca.
Mia figlia di 5 anni a tavola era convinta che ci fosse del succo d'albicocca aperto in giro é che io non volessi darglielo.
Quando lo aprirai troverai tutto quello che Istvan sa regalare.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 3153
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda Ludi » 12 nov 2018 12:33

Weekend in Sardegna.....

Dettori Bianco 2006: ha preso una andatura decisamente orientata al fungo ed alla terra bagnata. Grande fascino crepuscolare.
Dettori Bianco 2013: adamantino, estratto di sale e di alga. Gran vino, davvero.
Dettori Rosso 2004: per me rimane una delle migliori versioni, assieme alla 2007. Equilibrio straordinario per un vino dal tenore alcolico improbabile, che contraddice ogni parametro fisico-degustativo e si impone perché, molto semplicemente, buonissimo.
Dettori, Moscadeddu 2001: anche qui siamo di fronte ad un piccolo capolavoro di equilibrio. Vino più da meditazione o da ostriche che da dessert.
Quartomoro, Spumante MC Q 2012: con il Terzavia ed i prodotti di D'Araprì è a mio avviso tra i pochi MC del Sud che vale la pena di salvare. Anzi, qualcosa di più: è proprio eccellente, pur essendo assolutamente atipico come spumante, nelle sue note salmastre e di benzina.
Quartomoro, Vermentino 2012: iniziano appena ora ad emergere gli idrocarburi; al di là di questo, invidiabile freschezza.
Montisci, Barrosu Moscato Dolce, 2013: non troppo lontano dal Moscadeddu, nelle note assolutamente sarde di erbe aromatiche ed elicriso e nella dolcezza misurata.
Quartomoro, Frizzante rifermentato in bottiglia Z: divertentissimo come aperitivo, agrumato e lievitoso che è un piacere.
Contini, Vernaccia Riserva 1990: può tranquillamente reggere il confronto con un Amontillado o con un Madeira Verdelho. Noce e funghi porcini a go-go, acidità impressionante, persistenza infinita.
Montisci, Barrosu Riserva Franziska 2008: per me in Sardegna, oltre all'amico Dettori, c'è Giovanni Montisci. Un vino pazzesco, perfetto in tutto, in bilico tra sottobosco e frutto croccante. Dura minuti nel bicchiere, ed increduli si constata che ha 16.5 gradi.
Angioi, Malvasia di Bosa Salto di Colores 2015: certo, una Malvasia d Bosa botritizzata si presenterebbe come ben poco tipica, ma Angioi lavora davvero bene. Non dolcissimo, lontano dallo stereotipo dello zafferano, esalta piuttosto le note marine, come è giusto che sia.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 3153
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda Ludi » 12 nov 2018 12:33

zampaflex ha scritto:
Istvan produce anche uno dei più buoni (forse il migliore in assoluto) furmint secchi che ci siano.


quoto al 1000%
landmax
Messaggi: 1076
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda landmax » 12 nov 2018 15:07

Alessio ha scritto:Ciao,
il vino é già bellissimo, detto cio' penso che tu lo possa aspettare almeno 2/3 lustri senza problemi.
L'ho aperto perché avevo a pranzo un caro amico belga che é conoscente di Szepsy e mi recupera tutto quello che voglio da lui (o quasi).
Non ho controllato esattamente quanto zucchero ci sia ma l'integrazione con la componente acida é favolosa, la densità é tanta ma si lascia bere alla grandissima.
Il naso é caleidoscopico, molto cangevole, non ritenendomi particolarmente dotato olfattivamente ti dico le 4 note che mi hanno travolto: Zafferano, zenzero, menta e albicocca.
Mia figlia di 5 anni a tavola era convinta che ci fosse del succo d'albicocca aperto in giro é che io non volessi darglielo.
Quando lo aprirai troverai tutto quello che Istvan sa regalare.
Grazie mille!
vinogodi
Messaggi: 30353
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda vinogodi » 12 nov 2018 17:41

Alessio ha scritto:Ciao,
il vino é già bellissimo, detto cio' penso che tu lo possa aspettare almeno 2/3 lustri senza problemi.
..anche 2-3 decenni ... e , perché no, un centinaio d'anni ...i vini di Szepsy sono eterni...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Alessio
Messaggi: 277
Iscritto il: 03 gen 2008 16:55
Località: Paris
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda Alessio » 13 nov 2018 00:44

Certamente si per chi ha il tempo e la voglia di aspettarli o di cederli alle nuove generazioni :D
Ziliovino
Messaggi: 3222
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda Ziliovino » 13 nov 2018 18:11

Bouzeron 2015 - Domaine de Villaine. Mi ha ricordato molto un verdicchio, in tutto e per tutto, direi uno di quelli verticali di Matelica, con piacevoli note verdi, facile. Certo è che ci fosse scritto verdicchio sarebbe costato la metà almeno.

Soave Classico Monte Carbonare 2009 - Suavia. Non molto diverso da come me lo ricordassi all'uscita: un Soave in chiave moderna che non nasconde l'uso del legno, in parte rientrato, tratti tropicali, manca però di equilibrio al sorso. Pensavo però di trovarlo più cotto, invece il tempo gli ha fatto bene.

Colli di Luni Vermentino Sarticola 2009 - Ottaviano Lambruschi. Più in forma di una gemella stappata qualche anno fa, anche se non aspetterei oltre: naso tenue con fiori, note minerali e frutta più matura, elegante e di buona struttura.

Fleurie Les Garants 2016 - Pierre Marie Chermette. Secondo mia moglie: "è come un succo di frutta", devo aggiungere altro? Piacevolezza estrema, fragrante, naso intenso (su tutto una caramellina alla viola) e sorso fresco e senza asperità, glu glu glu...

Barbera d'Alba 2010 - Luciano Sandrone. Barbera giovanissima e Ancora tutta sul frutto, gran bella bocca completa ed elegante, c'è freschezza, corpo e leggero tannino, il giorno dopo il frutto si fa più scuro ed appare qualche spezia. Sempre una garanzia Sandrone...

Toscana Camartina 1999 - Querciabella. Ancora nel pieno della forma, gli avrei dato anche 10 anni di meno, parte col piglio da sangiovese, con frutto fresco, e sorso altrettanto fresco, dandogli tempo invece vira poi sulla frutta più scura, spezie, accenno di peperonata, molto elegante, si sente solo un po' di tannino da legno.

Barbaresco Montestefano 2013 - La Ca' Nova. Assolutamente in fase di chiusura, con un naso poco espressivo e bocca duretta, era decisamente più piacevole all'uscita, ritentare tra un paio d'anni... così imparo a stappali troppo presto...

Valcalepio Moscato Passito 2013 - Pedrinis. Devo dire che i 15,5 gradi mi spaventavano parecchio, invece c'è una bella freschezza a controbilanciare, molto fruttato, rosa appassita, uva passa e tannino sul finale. Goloso.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Alessio
Messaggi: 277
Iscritto il: 03 gen 2008 16:55
Località: Paris
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda Alessio » 13 nov 2018 19:58

Ieri sera al ristorante Cornas thierry allemand le Reynard 2013.
Il naso una bomba assoluta solo che il tannino era come la carta vetrata da 40. Ci vorrà tanto tanto tempo prima che si fonda perfettamente.
Consiglio spassionato se ne avete dimenticatelo in cantina
littlewood
Messaggi: 2311
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda littlewood » 13 nov 2018 21:44

Alessio ha scritto:Ieri sera al ristorante Cornas thierry allemand le Reynard 2013.
Il naso una bomba assoluta solo che il tannino era come la carta vetrata da 40. Ci vorrà tanto tanto tempo prima che si fonda perfettamente.
Consiglio spassionato se ne avete dimenticatelo in cantina

Eh! La reynard e' certamente il suo vino piu' longevo. L' anno scorso in cantina ci ha stappato bottiglie sino agli anni 80....
Avatar utente
supersonic76
Messaggi: 928
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda supersonic76 » 14 nov 2018 17:11

Refosco Villa Olinda 2012 Villa Brunesca

Il paradigma del Vino Rosso da bere in queste nebbiose giornate del cazzo.
Intensissimo sia al naso che alla bocca, tannini morbidi.Impressionante freschezza.Lunghissimo
Davvero una grande sorpresa
Memento Audere Semper
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 13703
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda Alberto » 14 nov 2018 18:12

supersonic76 ha scritto:Refosco Villa Olinda 2012 Villa Brunesca

Il paradigma del Vino Rosso da bere in queste nebbiose giornate del cazzo.
Intensissimo sia al naso che alla bocca, tannini morbidi.Impressionante freschezza.Lunghissimo
Davvero una grande sorpresa

Potere del vocatissimo terroir del Clos du Capannon sur Gorg al Montegan... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Scherzi a parte, non conosco il vino in questione ma mi hai incuriosito...siamo un po' "fuori zona" per il refosco ma comunque anche in pianura non viene da buttare via.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
supersonic76
Messaggi: 928
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda supersonic76 » 14 nov 2018 18:34

Alberto ha scritto:
supersonic76 ha scritto:Refosco Villa Olinda 2012 Villa Brunesca

Il paradigma del Vino Rosso da bere in queste nebbiose giornate del cazzo.
Intensissimo sia al naso che alla bocca, tannini morbidi.Impressionante freschezza.Lunghissimo
Davvero una grande sorpresa

Potere del vocatissimo terroir del Clos du Capannon sur Gorg al Montegan... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Scherzi a parte, non conosco il vino in questione ma mi hai incuriosito...siamo un po' "fuori zona" per il refosco ma comunque anche in pianura non viene da buttare via.


:mrgreen:
Credimi non ci avrei scommesso una lira.Mi sono anche limitato negli aggettivi se no perculano i miei vinelli
Ma.....eccezionale!
Memento Audere Semper
Avatar utente
giucas
Messaggi: 252
Iscritto il: 23 gen 2012 00:13
Località: bologna

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda giucas » 15 nov 2018 22:56

.....a volte il dubbio mi assale...avro' dei cadaveri in cantinetta? :shock: ?..vini ossidati e marsalati :( ?...per fortuna...

PINOT BIANCO 2005 TERLANO (barcode): giallo oro antico netto ma non troppo carico, ancora luminoso. Comunica integrità. Profumi evoluti di nespola, torba, ma fa capolinea anche il frutto giallo maturo, la mela. Sensazione di ossidazione controllata, ma pure di una certa complessità. Palato in equilibrio, con acidità ben integrata. Alterna sensazioni mature e fresche. Chiude in media lunghezza, senza sbavature. Divertente. In beva.. :lol: ...
maxer
Messaggi: 4397
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda maxer » 16 nov 2018 02:23

giucas ha scritto:.....a volte il dubbio mi assale...avro' dei cadaveri in cantinetta? :shock: ?..vini ossidati e marsalati :( ?...per fortuna...

PINOT BIANCO 2005 TERLANO (barcode): giallo oro antico netto ma non troppo carico, ancora luminoso. Comunica integrità. Profumi evoluti di nespola, torba, ma fa capolinea anche il frutto giallo maturo, la mela. Sensazione di ossidazione controllata, ma pure di una certa complessità. Palato in equilibrio, con acidità ben integrata. Alterna sensazioni mature e fresche. Chiude in media lunghezza, senza sbavature. Divertente. In beva.. :lol: ...

Molto spesso i bianchi di Terlano, anche quelli 'base', riservano belle sorprese se "dimenticati" in cantina. Hanno una longevità sorprendente, senza poi parlare delle bottiglie conservate nell' archivio enologico dell' Azienda (oltre 100.000 dal 1955, con addirittura bottiglie di fine '800, anni di fondazione della Cantina).
Sebastian Stocker, lo storico Kellermeister della Cantina Sociale di Terlano, scomparso da poco dopo quasi quarant' anni durante i quali ha apportato importanti innovazioni nelle tecniche di vinificazione rivolte a dare longevità e complessità, ha lasciato la sua indelebile impronta sui vini bianchi dell' Azienda e non solo, direi dell' Alto Adige.
carpe diem 8)
eno
Messaggi: 2262
Iscritto il: 08 giu 2007 23:58

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda eno » 16 nov 2018 02:52

Combinazione... ho bevuto l’altra sera un 2001. Ho provato un lieve, sadico piacere al pensiero che qualche blasonato francese della stessa eta’ ha gia’ calato le braghe... con tutto il rispetto ovviamente. Naso di un leggero idrocarburo, che si stempera in delicate note agrumate. Solo una leggera sensazione di alcol sopra le righe sporca un po’ il fine bocca. Niente di straordinario, ma comunque vino integro, del tutto in se’. Pagato cosa poi...
giandriolo
Messaggi: 195
Iscritto il: 22 feb 2016 19:07
Località: Triveneto

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda giandriolo » 16 nov 2018 21:26

Vignai da Duline - Gialloditocai 2011 (rigorosamente da MG): vino d'eccezione prodotto con una varietà di Tocai pressoché scomparsa, fino a qualche anno fa ne producevano una sola botte ora non so se il trend sia lo stesso. Comunque, al di là del dato storico, vino straordinario, di un'eleganza fuori dal comune. Ce lo siamo scolati domenica a pranzo con le lenticchie in umido e la polenta alla valdostana. Se ci penso ho ancora l'acquolina.
Wine improves with age. The older I get, the better I like it.
merlotto85
Messaggi: 122
Iscritto il: 07 mar 2017 15:18
Località: Firenze

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda merlotto85 » 16 nov 2018 21:34

Pian del ciampolo 2016
Naso floreale di viola e frutto rosso , bocca fresca succosa e distesa...buona beva
Vinos
Messaggi: 1088
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda Vinos » 17 nov 2018 02:06

Barolo Giacosa le rocche del falletto 2001: Un Giardino di Fiori,melograno, fragoline di bosco( la sua firma), agrumi, balsamo, ..da perderci la testa.
Continui a nutrirti dei suoi profumi e pensi” sono orgoglioso di essere Italiano, questo vino puó e deve sedersi al tavolo con i grandi vini Francesi “ Elegante e suadente, tutto ció che si chiede ad un grande nebbiolo è qui.. carico di energia, dal tannino ancora graffiante, ma che col tempo si addolcisce e diventa più setoso, evolve, si trasforma, le ore passano ed è un susseguirsi di emozioni. Grandissimo vino.



Meursault roulot 2013: Lime, aghi di pino, iodio, polvere pirica, pulizia e precisione qui sono di casa. Certosino come pochi nello scandire un ritmo serrato , pieno di tensione, lontano dagli stereotipi del meursault largo e burroso, si infila con agilitá scavando il palato e si allontana lasciando una leggera affumicatura come rifinitura finale. Insieme a coche è il produttore di riferimento della zona.
alemusci
Messaggi: 572
Iscritto il: 03 apr 2016 12:24

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda alemusci » 18 nov 2018 01:28

Vigneti valle roncati, “lablanque” ghemme 2011
Che bel nebbiolo! Naso mobile e complesso. Bocca potente e sferzante, lunga e appagante. Preso in azienda qualche anno fa per pochi euro (10-15). Commovente...
vacanze immaginarie nella nuova Cambogia, frantumano l'assalto al cielo di Parigi
Spectator
Messaggi: 3895
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda Spectator » 18 nov 2018 12:46

..Barolo Brezza/Sarmassa 20013.Bellissimo colore..rosso brillante/diluito. Sussurri gentili di rosa ,viola,foglie secche,melograno;bocca elegante,il..liquido e'..setoso e invogliante ; tannini presenti ma in via di integrazione.Da l'impressione di voler essere bevuto tra adesso e i prossimi 3/4 anni.Raramente,forse mai, ho bevuto un cosi bel Barolo a meno di 35eur!
landmax
Messaggi: 1076
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda landmax » 18 nov 2018 14:27

giandriolo ha scritto:Vignai da Duline - Gialloditocai 2011 (rigorosamente da MG): vino d'eccezione prodotto con una varietà di Tocai pressoché scomparsa, fino a qualche anno fa ne producevano una sola botte ora non so se il trend sia lo stesso. Comunque, al di là del dato storico, vino straordinario, di un'eleganza fuori dal comune. Ce lo siamo scolati domenica a pranzo con le lenticchie in umido e la polenta alla valdostana. Se ci penso ho ancora l'acquolina.
Di 2015 e 2016 dovrebbero averne prodotte circa 800 magnum, quindi il trend non è cambiato, anche perché la vigna (piccola e molto vecchia) quella è e rimane. Concordo anche sulla straordinaria eleganza, bevuto quest'estate il 2016 ed era semplicemente favoloso (in molti al tavolo lo hanno preferito a un pur eccellente Corton Charlemagne 2014 del dom. Lucien Muzard, che per chi non frequenta la Borgogna dico che è un ottimo produttore, astro nascente in quel di Santenay).
gpetrus
Messaggi: 2817
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2018

Messaggioda gpetrus » 18 nov 2018 20:22

oggi a pranzo :
inizio con champagne premier cru 2013 brut Trossuet Guillermart, 50 chardonnay 50 pinot noir. Bella sorpresa , naso piuttosto "grassoccio " , bocca invece con una bella acidita' con finale "lime" . In 4 bt andata in men che non si dica.
Barbera alba 2016 Segni di Langa , bella barberona con fruttoni rossi in evidenza , ottima acidita' integrata e direi che tra qualche anno possa dimostrarsi un gran vino. Complimenti a Gian Luca Colombo .
Barolo vigna colonnello 2008 , uno dei cru langaroli che amo.
Cangiante nel calice , da arancia rossa a spezie dolci, cannella in primis,a seguire note fresche di zenzero poi erbe aromatiche. Sul finire accenni terrosi e di sottobosco. Gran boccia
Produttore ?? no non e' Aldo Conterno...ma Bussia Soprana :D

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: markov, Nizza, zuppadilatte. e 1 ospite