CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12513
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda l'oste » 25 ott 2018 19:14

merlotto85 ha scritto:Civettaja 2015
Naso fine di frutti di bosco ed erbe aromatiche , bocca elegante rotonda e lunga....annata potente

Bel vino, le 2014 e 2013 superiori per eleganza, finezza e "gittata" ma comunque Civettaja secondo me resta uno dei pochissimisssimi pinot noir toscani che compro.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
merlotto85
Messaggi: 122
Iscritto il: 07 mar 2017 15:18
Località: Firenze

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda merlotto85 » 25 ott 2018 21:50

l'oste ha scritto:
merlotto85 ha scritto:Civettaja 2015
Naso fine di frutti di bosco ed erbe aromatiche , bocca elegante rotonda e lunga....annata potente

Bel vino, le 2014 e 2013 superiori per eleganza, finezza e "gittata" ma comunque Civettaja secondo me resta uno dei pochissimisssimi pinot noir toscani che compro.


Rimane sempre un bel vino , concordo la 14 piu elegante e fine con maggiore freschezza , anche per me è uno dei pochi pinot italiani che compro
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda miccel » 25 ott 2018 22:05

Stephane Bernaudeau - Les Onglés 2015
Deludente. Buono il naso, su una classica mela, poi entra in bocca con un'acidità limonosa e un po' sulfurea, squilibrata, seguita praticamente dal nulla. Riprovata la sera dopo, non migliora.
Per curiosità ho dato una sbirciata sul forum cugino "La Passion du vin", anche lì si trovano dei commenti negativi su questa annata, non ho ben capito se c'è stato anche qualche problema in cantina, ad ogni modo la mia bottiglia non pareva difettosa, era semplicemente deludente.
Mike76
Messaggi: 1031
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Mike76 » 26 ott 2018 02:25

Massolino - Barolo Parussi 2008
Giovanissimo oggi.
Austero e classico nei profumi al naso, in bocca è un carro armato che avanza; non in senso di tannino abrasivo, ma di bocca che va in salita, dove lunghezza e persistenza creano un bel solco tannico.
Non sarà il Vigna Rionda, ma si rimane ben colpiti da questa boccia.
Ripassare tra almeno un lustro.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7753
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda zampaflex » 26 ott 2018 11:56

miccel ha scritto:Stephane Bernaudeau - Les Onglés 2015
Deludente. Buono il naso, su una classica mela, poi entra in bocca con un'acidità limonosa e un po' sulfurea, squilibrata, seguita praticamente dal nulla. Riprovata la sera dopo, non migliora.
Per curiosità ho dato una sbirciata sul forum cugino "La Passion du vin", anche lì si trovano dei commenti negativi su questa annata, non ho ben capito se c'è stato anche qualche problema in cantina, ad ogni modo la mia bottiglia non pareva difettosa, era semplicemente deludente.


Ho letto anche di una diversa struttura tra Onglès e Nourrissons, derivante sia dall'età delle viti che dal terreno.
Poi forse, ma vado a memoria e potrei sbagliarmi, non sono sicuro che riguardi questo cru/annata, potrebbe avere effettuato due imbottigliamenti sul cru, uno gestito bene (da uno bravo, lui non lo fa) e l'altro da Bernaudeau ad minchiam, senza filtratura, senza nulla, così come gli veniva.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda miccel » 26 ott 2018 12:45

zampaflex ha scritto:
miccel ha scritto:Stephane Bernaudeau - Les Onglés 2015
Deludente. Buono il naso, su una classica mela, poi entra in bocca con un'acidità limonosa e un po' sulfurea, squilibrata, seguita praticamente dal nulla. Riprovata la sera dopo, non migliora.
Per curiosità ho dato una sbirciata sul forum cugino "La Passion du vin", anche lì si trovano dei commenti negativi su questa annata, non ho ben capito se c'è stato anche qualche problema in cantina, ad ogni modo la mia bottiglia non pareva difettosa, era noemente deludente.


Ho letto anche di una diversa struttura tra Onglès e Nourrissons, derivante sia dall'età delle viti che dal terreno.
Poi forse, ma vado a memoria e potrei sbagliarmi, non sono sicuro che riguardi questo cru/annata, potrebbe avere effettuato due imbottigliamenti sul cru, uno gestito bene (da uno bravo, lui non lo fa) e l'altro da Bernaudeau ad minchiam, senza filtratura, senza nulla, così come gli veniva.

Non ho mai bevuto Les Nourrissons ma so che è un gran vino. Però anche Les Ongles, a leggere, non dovrebbe essere male, e fra l'altro lo fanno pagare (tanto più che in quelle zone si compra ancora molto bene). Ma questo, guarda... ho usato la parola deludente ma sarebbe stato più proprio irritante. Sbilanciato, corto, ho faticato a buttarlo giù. E sono uno che ama lo chenin.
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11896
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Alberto » 26 ott 2018 13:23

Ieri sera cena di compleanno al Mediterraneo di Badoere (mangiato ancor meglio del solito!) coi soliti "complici" veneti.

Nell'ordine, telegraficamente...

Champagne Special Cuvée, Bollinger
Un assegno circolare. Profilo che più classico non si può, bolla inappuntabile e bella sobrietà della liqueur sul finale (la liquirizia c'è, ma non disturba...anzi dà un tocco in più).

Masieri Bianco, La Biancara, 2008
Incredibile: vivissimo, vegetissimo, e pure buono, against all odds. Verde verde verde, si sente il 40% di trebbiano dichiarato in etichetta, materia sorprendente così come la tenuta, per un vino base qual è (si ringraziano i 50 mg/l di solforosa aggiunta, cosa inusuale per Maule, e magari qualche vasca di "roba buona" che ci è finita dentro chissà perché).
Gran Malvazija, Moreno Coronica, 2008
Annata credo mai commercializzata (bottiglia non etichettata presa in cantina da Moreno); giallo-cremoso e minerale, ma in debito di freschezza e definizione, con un boisé un po' fine a sè stesso. Provate la 2009, che è un altro pianeta.
Spigàu, Rocche del Gatto, 1999
Colore molto evoluto, classico elastico e toni marini ancora ben percepibili, bocca un po' sottile...resta in piedi, anche se col deambulatore e la flebo attaccata. Mi piacerebbe sentire cose recenti di De Andreis (ma la cantina esiste ancora?).

Ronco dei Roseti, Abbazia di Rosazzo, 1988
Diversissimo dall'89 bevuto in settimana: al di là del colore splendido senza quasi orlo granato, parte decisamente ridotto/straccioso/muffettoso, ed impiega una vita ad aprirsi nel bicchiere, restando sempre olivoso e vagamente cupo; più materia e tannino ma meno elegante, definito ed articolato. Integrità totale anche in questo caso.
Pinónero, Rocche dei Manzoni, 2000
Naso divertente, di mandarino, incenso e spezie varie, leggermente marcato dalla volatile forse; bocca sorprendentemente agile, legno assorbito e tanta acidità ma un po' per i fatti suoi, si sente che lo scollinamento probabilmente è avvenuto da qualche anno. Ma alla fine facendo la tara a tutto, nient'affatto male.
Brunello di Montalcino Schiena d'Asino, Mastrojanni, 2001
Qui si vola alto davvero: Sangiovese da libro di testo, profondo, terrosisimo, alloro, frutto pulito e croccante anche alla soglia della maggiore età, una grande materia perfettamente armonizzata in tutte le componenti. Vino della serata, all'unanimità.
Brunello di Montalcino Schiena d'Asino, Mastrojanni, 1999
Più frutto, più tannino (quasi furente!), più densità, più "tutto" rispetto al 2001, tranne che per il risultato finale nel bicchiere. Non ha la compiutezza del fratellino e non so se mai arriverà ad averla, anche se rimane un Brunello coi controcazzi.
Patriglione, Cosimo Taurino, 1997
Versione calda e un po' "appassionata" di questa vecchia conoscenza salentina; apertamente surmaturo al naso, non ha il rigore quasi "nordico" dei primi '90 ma in bocca è sempre lui, saturante, sensuale e lunghissimo.
Tulipano Nero, Viviani, 1997
Al di là delle mode, per me un grande Amarone, di integrità e gioventù ancora totali, e soprattutto leggibile. Mineralità al naso a contrastare i toni di appassimento, "finto-residuato" in bocca (nel senso che non si porta gli zuccheri sul finale), solo leggermente accalorato al centro, con la complessità che esce in retrolfattiva, quando la forza alcolica scema. Avercene.

Sebastiano, Riecine, 1999
Ossidativo dal maestrale equilibrio dolce-non-dolce, lieve, elegante, minerale e teso in bocca con toni ammandorlati molto molto fini. Bravo Guercio, un fine pasto che non stanca mai.
Muskat Ottonel Schilfwein, Angerhof-Tschida, 2001
Zuccheri molto più in evidenza rispetto al precedente, più albicocca che agrumi, buona freschezza anche se la vera profondità latita, come spesso succede in riva allo stagno.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
ORSO85
Messaggi: 1000
Iscritto il: 26 gen 2017 11:04
Contatta:

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda ORSO85 » 26 ott 2018 23:57

FRANZ HAAS Riserva Magnum 2015:
Spettacolare, giovane e fresco ma dagli aromi e dai sapori di ben altra caratura.
Un vino che più bevo e più mi piace, in magnum poi sembra essere ancora più impeccabile.
Che bevuta!

GIORGI 1870:
Buono, non mi aspettavo una bollicina così matura da un produttore così “commerciale”. Mi ha stupito piacevolmente. 2012 sboccatura 2018
http://www.latanadelvino.com
Non spedisco il venerdì per evitare di lasciare il vostro vino in deposito dai corrieri.
Spedisco il giorno successivo alla visualizzazione del pagamento, consegna in 24/48h.
giacomo
Messaggi: 614
Iscritto il: 06 giu 2007 13:31
Località: Foligno
Contatta:

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda giacomo » 27 ott 2018 01:33

bdb pierre callot nature grand cru . bolla un po' grossolana, ma profumi interessanti e non banali. da aperitivo

aubry de humbert 09 . perlage finissimo e cremoso. vino base quasi borgognone, raffinato. persistenza molto lunga. piaciuto molto molto. con sushi creativo top

bdb vauversin millesime 2010 grand cru oger. appena sboccato. bolla grossa e squassata. vino base interessantissimo. tra qualche anno mi dicono sarà da pippa.


che dire...grazie a pablo20...
"L'importante e' prendere la palla al balzo", come disse il castratore di canguri.

...strano mondo il nostro: c'è chi mette il blu-diesel nell'auto, e mc-chiken nel corpo...
Vinos
Messaggi: 1012
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Vinos » 27 ott 2018 09:55

Dom perignon oenoteque 1996: Vino di rara complessità olfattiva, il frastuono che si avverte dopo ogni assaggio è del tutto normale, incanta e seduce con aromi di iodio, di brioche appena sfornate, frutta tropicale, tostature da caffè; l’eco lontano dei profumi fungini si percepisce a malapena ma è sintomo di un vino all’apice, non ha senso aspettarlo ancora. Al palato è cremoso, di bolla molto fine, il burro ti riporta dritto in cote de beaune , l’acidità è fusa con le parti morbide, ma dá spinta, tutto è al posto giusto.
Dopo vari assaggi negli anni, sono arrivato alla conclusione che ci sono un insieme di caratteristiche in questo vino che portano la mente a pensare che sia lo champagne perfetto . Attenzione non ho scritto il migliore, il più grande....

Batard montrachet sauzet 2014: fiori,scorza di agrume, gesso, di progressione continua, guadagna peso nel bicchiere( all’inizio sembrava sin troppo esile per un batard)e dà il meglio di se dopo ore dall’apertura. Il sale allunga deciso, è puro, gioca il campionato dell’eleganza schivando con classe quello della potenza, bicchiere che non satura e che rispecchia tanto quest’annata per me molto interessante per i bianchi di borgogna. Grande vino!
supersonic76
Messaggi: 742
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda supersonic76 » 27 ott 2018 10:25

Vinos ha scritto:Dom perignon oenoteque 1996: Vino di rara complessità olfattiva, il frastuono che si avverte dopo ogni assaggio è del tutto normale, incanta e seduce con aromi di iodio, di brioche appena sfornate, frutta tropicale, tostature da caffè; l’eco lontano dei profumi fungini si percepisce a malapena ma è sintomo di un vino all’apice, non ha senso aspettarlo ancora. Al palato è cremoso, di bolla molto fine, il burro ti riporta dritto in cote de beaune , l’acidità è fusa con le parti morbide, ma dá spinta, tutto è al posto giusto.
Dopo vari assaggi negli anni, sono arrivato alla conclusione che ci sono un insieme di caratteristiche in questo vino che portano la mente a pensare che sia lo champagne perfetto . Attenzione non ho scritto il migliore, il più grande....


Spettacolo
Memento Audere Semper
Vinos
Messaggi: 1012
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Vinos » 27 ott 2018 11:32

supersonic76 ha scritto:
Vinos ha scritto:Dom perignon oenoteque 1996: Vino di rara complessità olfattiva, il frastuono che si avverte dopo ogni assaggio è del tutto normale, incanta e seduce con aromi di iodio, di brioche appena sfornate, frutta tropicale, tostature da caffè; l’eco lontano dei profumi fungini si percepisce a malapena ma è sintomo di un vino all’apice, non ha senso aspettarlo ancora. Al palato è cremoso, di bolla molto fine, il burro ti riporta dritto in cote de beaune , l’acidità è fusa con le parti morbide, ma dá spinta, tutto è al posto giusto.
Dopo vari assaggi negli anni, sono arrivato alla conclusione che ci sono un insieme di caratteristiche in questo vino che portano la mente a pensare che sia lo champagne perfetto . Attenzione non ho scritto il migliore, il più grande....


Spettacolo


Si buonissimo...
Bruciato
Messaggi: 271
Iscritto il: 10 ott 2014 21:18

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Bruciato » 27 ott 2018 12:24

Domperignon 2009: buono, niente da dire; profumi e sapori di Maison ma quasi troppo scolastico. Probabilmente tra qualche anno tutta la materia che c'è in quella bottiglia si evolverà in qualcosa di emozionante... oggi no

Krug senza ID: bottiglia probabilmente di 10 anni fa... la versione più buona di Krug provata sino a oggi. Profumatissimo di vino, albicocca, cera.. maturo avvolgente. Il perlage è una crema da masticare lunghissima e avvolgente... se questo è ciò che raggiunge quando si aspetta così tanto allora non aprirò mai più un krug appena uscito.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7753
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda zampaflex » 27 ott 2018 18:07

Bruciato ha scritto:se questo è ciò che raggiunge quando si aspetta così tanto allora non aprirò mai più un krug appena uscito.


Ecco.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Bordolese78
Messaggi: 270
Iscritto il: 07 dic 2010 02:56

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Bordolese78 » 27 ott 2018 22:47

zampaflex ha scritto:
Bruciato ha scritto:se questo è ciò che raggiunge quando si aspetta così tanto allora non aprirò mai più un krug appena uscito.


Ecco.



Dovrebbero renderlo obbligatorio :D
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13170
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Kalosartipos » 28 ott 2018 10:36

Bordolese78 ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Bruciato ha scritto:se questo è ciò che raggiunge quando si aspetta così tanto allora non aprirò mai più un krug appena uscito.


Ecco.



Dovrebbero renderlo obbligatorio :D

Dovrebbe essere KRUG a commercializzare le bottiglie dopo almeno otto anni dalla sboccatura..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
maxer
Messaggi: 3127
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda maxer » 28 ott 2018 11:14

Kalosartipos ha scritto:
Bordolese78 ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Bruciato ha scritto:se questo è ciò che raggiunge quando si aspetta così tanto allora non aprirò mai più un krug appena uscito.

Ecco.

Dovrebbero renderlo obbligatorio :D

Dovrebbe essere KRUG a commercializzare le bottiglie dopo almeno otto anni dalla sboccatura..

Facciamo sette.
Sennò falliscono ..... 8)
carpe diem 8)
supersonic76
Messaggi: 742
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda supersonic76 » 28 ott 2018 12:21

Pian del Ciampolo 2015 Montevertine

Per i miei gusti l'annata 2015 è......."troppo" in tutto.Magari con gli anni ogni componente troverà la sua giusta collocazione e la bevuta si fara più piacevole.Raramente ho visto un Pian del Ciampolo così ciccioso, caldo e strutturato.Sapidità da vinone.Buonissimo ma tengo mille la volte la 2016
Memento Audere Semper
biodinamico
Messaggi: 878
Iscritto il: 02 ago 2008 12:21

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda biodinamico » 28 ott 2018 12:47

Marie Courtin-Champagne rosé extra brut 2011
Rosa cerasuolo,bolla abbastanza fine,lamponi e ribes,bella spaziatura che ricorda l'oriente.Bocca di carattere,forse non elegantissima ma parecchio gourmand.
Robert Chevillon-Nuits Saint Georges 1er cru les vaucrains 2008
Granato piuttosto carico,frutto scuro e bella speziatura di pepe nero,chiodo di garofano e curry dopo mezz'ora diventa più chiaro con una nota di pesca.Elegante,tannino finissimo e finale lungo e intenso.Produttore che non mi delude mai.
Faivaley-Nuits Saint Georges Clos de la Marechale Monopole 2000
Granato,naso di foglie secche,tabacco,decisa nota affumicata.Bocca di medio corpo,squilibrata e alcolica.Male...
Bouchard pere et Fils-Corton grand cru 1999
Granato cupo,mirtillo,cuoio,pepe nero,spezie orientali,incenso.Bocca piena,intensa,tannino praticamente risolto ma ancora presente e vellutato,chiude con grande eleganza e lunghezza.Piaciuto parecchio.
Podere il Palazzino-Chianti classico Argenina 2010
Rubino carico riflessi granati.Prugna,ciliegia sotto spirito,tabacco biondo,cannella.Bocca intensa,tannino vispo e buona freschezza,peccato la nota amaricante e leggermente alcolica sul finale.
Fattoria Rodano-Impassito
Oro antico,mallo di noce,miele di castagno,smalto e acetone.Bocca intensa,moderatamente dolce e finale abbastanza lungo su note di frutta secca.
Ultima modifica di biodinamico il 28 ott 2018 12:53, modificato 1 volta in totale.
Messner
Messaggi: 806
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Messner » 28 ott 2018 12:53

Terre di Vite, bella manifestazione al castello di Levizzano, molto bella la location, qualche produttore interessante era presente, qualche assaggio degno di nota, con faccinometro inedito per me

Brunello San Lorenzo 2008 :D :D :D :D
Barbacarlo Maga 2015 :D :D :D :D
Paltrinieri Grosso 2015 :D :D :D +
Canova Fattoria Moretto 2017 :D :D :D
Terrazzi Alti Sassella 2016 :D :D :D :)
Pizzo Coca Inferno 2016 :D :D :D ++ (quando digerirà il legno sarà molto interessante)
Spectator
Messaggi: 3772
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Spectator » 28 ott 2018 13:43

..Stella retica 2012,Arpepe. Bottiglia..deludente !Rosso..diluito/opaco;profumi di Nebbiolo..nn pervenuti,solo un leggero sbuffo di marasca e liquirizia ; bocca scarna,sfuggente/astrngente, x nulla invogliante; finale anonimo/amaricante. Dirottata mezza boccia..per sfumare,ma ci devo pensare!
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8674
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda arnaldo » 28 ott 2018 15:31

Messner ha scritto:Terre di Vite, bella manifestazione al castello di Levizzano, molto bella la location, qualche produttore interessante era presente, qualche assaggio degno di nota, con faccinometro inedito per me

Brunello San Lorenzo 2008 :D :D :D :D
Barbacarlo Maga 2015 :D :D :D :D
Paltrinieri Grosso 2015 :D :D :D +
Canova Fattoria Moretto 2017 :D :D :D
Terrazzi Alti Sassella 2016 :D :D :D :)
Pizzo Coca Inferno 2016 :D :D :D ++ (quando digerirà il legno sarà molto interessante)


Hai assaggiato Kabaj???
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Messner
Messaggi: 806
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Messner » 28 ott 2018 18:54

arnaldo ha scritto:
Messner ha scritto:Terre di Vite, bella manifestazione al castello di Levizzano, molto bella la location, qualche produttore interessante era presente, qualche assaggio degno di nota, con faccinometro inedito per me

Brunello San Lorenzo 2008 :D :D :D :D
Barbacarlo Maga 2015 :D :D :D :D
Paltrinieri Grosso 2015 :D :D :D +
Canova Fattoria Moretto 2017 :D :D :D
Terrazzi Alti Sassella 2016 :D :D :D :)
Pizzo Coca Inferno 2016 :D :D :D ++ (quando digerirà il legno sarà molto interessante)


Hai assaggiato Kabaj???


Onestamente no!
Bel manico? Non lo conosco
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8674
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda arnaldo » 28 ott 2018 18:58

Si..e' un enologo francese che ha sposato una slovena. Macerazioni, anche anfora. L bevuto dalla Krugmann.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Messner
Messaggi: 806
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Messner » 28 ott 2018 19:10

arnaldo ha scritto:Si..e' un enologo francese che ha sposato una slovena. Macerazioni, anche anfora. L bevuto dalla Krugmann.


Cazzarola me lo sono perso.. Aaah l'ignoranza :roll: Se mi capita qualcosa sotto mano lo prendo! Intanto grazie del consiglio :D

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: alessandro zanuso, gianni femminella, littlewood e 17 ospiti