Sagrantino Montefalco

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
mccoy
Messaggi: 51
Iscritto il: 18 apr 2018 12:25

Re: Sagrantino Montefalco

Messaggioda mccoy » 13 set 2018 11:25

maxer ha scritto:
RussianMind ha scritto:..... Riporto su solo per dire: fantastica sta discussione ....

Non svegliare il mccoy che dorme, ti scongiuro :shock:


Ah ah, non c'è pericolo, ormai sono cronicamente assopito, solo oggi mi sono ricollegato al forum...

Purtroppo ancora non riesco a recarmi in Umbria, i vini consigliati localmente sono ancora irreperibili, alla fine mi deciderò ad ordinare via corriere probabimente.
rossobarbagia
Messaggi: 54
Iscritto il: 07 giu 2017 10:27

Re: Sagrantino Montefalco

Messaggioda rossobarbagia » 13 set 2018 19:03

RussianMind ha scritto:
rossobarbagia ha scritto:Primo acquisto fatto...non ce l'ho fatta a resistere !

prese 3 bottiglie del cru Colleallodole del 1998.


curioso di sapere com'è poi. 20 anni di Sagrantino ce li hanno in pochi. I più sono nati dal 2000 in poi

curioso anche perché secondo me già dopo 10 anni, specie in annate calde, comincia a far vedere che non vale la pena aspettarlo così tanto. Sono vini che non avendo acidità, diventano pastoni cotti e pieni di alcol minestrato che fatichi comunque a dire "mmm che buono". Sicuramente i tannini si ammorbidiscono, ma resta solo tanta pasta stracotta. Io ho qualche bottiglia dei 2004-2005 (di varie altre cantine) e sebbene so che sono arrivati, non mi va di aprire

20 anni sono tanti


Certo. Prima annata del " cru" Colleallodole. Mi sono messo in contatto con la ditta Antano prima di fare l'acquisto. Mi ha detto che se sono state denute in modo corretto hanno avanti a se altri 10 anni forse più. Ovviamente una grande ossigenazione (4 ore forse più) stappando la bottiglia in anticipo potrà "trasformare" il vino che ovviamente sarà con grande materia vista la tipologia ed anche la ditta che lo fa. Scriverò cosa ne penso (non sono un Sommelier ma solo un grande appassionato).
Avatar utente
RussianMind
Messaggi: 100
Iscritto il: 03 ago 2018 12:13

Re: Sagrantino Montefalco

Messaggioda RussianMind » 14 set 2018 06:29

Ci dirai, io ho i miei dubbi. Secondo me "durano male", o meglio, deludono.

A proposito di Umbria, qualcuno ha provato Annesanti? Ne parlano parecchio su Intravino. Io ho avuto modo di assaggiare qualcosa e mi è piaciuto molto molto. Non fa Sagrantino, ma Trebbiano Spoletino, Barbera, Sangiovese e il solito grechettaccio.
Molto buone le anfore... avrà successo secondo me
maxer
Messaggi: 3002
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Sagrantino Montefalco

Messaggioda maxer » 14 set 2018 07:59

mccoy ha scritto:
maxer ha scritto:Non svegliare il mccoy che dorme, ti scongiuro :shock:


Ah ah, non c'è pericolo, ormai sono cronicamente assopito, solo oggi mi sono ricollegato al forum...

Purtroppo ancora non riesco a recarmi in Umbria, i vini consigliati localmente sono ancora irreperibili, alla fine mi deciderò ad ordinare via corriere probabimente.

Hello mccoy !
Ci sei mancato tanto :wink:

Due domande : hai un po' aumentato il tuo consumo di polifenoli o sei rimasto alle tue minime dosi quaresimali ? E poi, sempre champignon come piatto preferito ?
Per gli ordinativi, tranquillo, ché sei buone bottiglie di Sagrantino bello giovane penso ti bastino per tutto l' anno .....

Simpaticamente.
carpe diem 8)
mccoy
Messaggi: 51
Iscritto il: 18 apr 2018 12:25

Re: Sagrantino Montefalco

Messaggioda mccoy » 19 set 2018 21:54

maxer ha scritto:Hello mccoy !
Ci sei mancato tanto :wink:
Due domande : hai un po' aumentato il tuo consumo di polifenoli o sei rimasto alle tue minime dosi quaresimali ? E poi, sempre champignon come piatto preferito ?
Per gli ordinativi, tranquillo, ché sei buone bottiglie di Sagrantino bello giovane penso ti bastino per tutto l' anno .....
Simpaticamente.


Maxer, confesso di avere anch'io un pò di nostalgia delle recenti epiche discussioni su polifenoli, stilbeni, ecc., sconfinate in miriadi di sottoargomenti e costellate di costernazioni varie da parte degli altri utenti, ah ah! Ma sono tempi passati.

Le dosi polifenoliche ultimamente si sono ridotte ancora, da quaresimali a infra-quaresimali, in compenso ho iniziato a bere amari digestivi dopo cena, in dosi medicinali (1-2 cucchiai). Alla fine ho scelto il Petrus Boonekamp poichè appare che sia l'unica marca commerciale esente da zuccheri aggiunti.

Champignon: diciamo che sono un cibo molto nutriente, vitamine del complesso B, altri principi attivi, pochissimi zuccheri, proteine... Ma non li consumo quotidianamente. Se mi chiedi del mio piatto preferito attualmente mi vengono in mente spinaci e cicoria ripassati con olio, aglio, peperoncino e altre spezie e magari cosparsi di abbondanti ceci e mangiati assieme a pane scurissimo di segale (pumpernickel). L'accostamento con il Sagrantino sembra garantito!

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alberto, Carlitos83, lucastoner, Moiraghi, SommelierSardo, Trikyred, Tuscany e 14 ospiti