LE BEVUTE DI MARZO 2018

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
pstrada75
Messaggi: 620
Iscritto il: 13 gen 2011 23:44
Località: Losanna - Svizzera

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda pstrada75 » 16 mar 2018 17:08

Ieri nella Brasserie di un Ristorante stellato della zona alla ricerca di qualcosa di umanamente raggiungibile a livello di costo ho scovato questa bottiglia.

Lucien Aviet et Fils - Arbois Trousseau 207 Cuvee' des Geologues 2011
Premesso che sono un amante dello Jura (soprattutto su i loro bianchi) e che quando in lista ne trovo di interessanti mi butto sempre a pesce....qua veramente ho trovato una bottiglia meravigliosa.
Apparentemente il vino fa 207 giorni di macerazione sulle bucce, cosa che non si direbbe mai dal colore che lo fa quasi sembrare un rose' carico piu' che un rosso.
Vino di una delicatezza impressionante, tantissimi fruttini rossi e delle belle spezie. Sprecherei il termine "bevibilita' assassina" in questo caso, perche' veramente va giu' ad una velocita' impressionante. Decisamente nelle mie corde. Ottimo.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12949
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda Kalosartipos » 16 mar 2018 18:22

Bevuto qualche giorno fa.. non ho ampia esperienza della tipologia, ma ne ho assaggiati di meglio (e non di poco).. questo Rossese di TORNATORE GIUSEPPINA, per me, è un poco "rustico".

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Spectator
Messaggi: 3737
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda Spectator » 16 mar 2018 18:46

..Bricco Appiani 2006,F.Roddolo. Un Cabernet..piemontese x me interessante!Naso cupo di frutta rossa,peperone ,china e grafite.Sorso inizialmente scontroso,con tannini ben presenti.Con il passare dei minuti il vino si distende e la bevuta diventa oltremodo piacevole.Buon equilibrio generale,rustica eleganza,lunga persistenza. Alla fine..della fiera mi e' piaciuto,e ne cerchero' un'altra boccia.Mi hanno consigliato..l'annata 2004.
gpetrus
Messaggi: 2461
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda gpetrus » 16 mar 2018 19:12

Spectator ha scritto:..Bricco Appiani 2006,F.Roddolo. Un Cabernet..piemontese x me interessante!Naso cupo di frutta rossa,peperone ,china e grafite.Sorso inizialmente scontroso,con tannini ben presenti.Con il passare dei minuti il vino si distende e la bevuta diventa oltremodo piacevole.Buon equilibrio generale,rustica eleganza,lunga persistenza. Alla fine..della fiera mi e' piaciuto,e ne cerchero' un'altra boccia.Mi hanno consigliato..l'annata 2004.

Il 2004 bevuto in cantina da lui lo scorso settembre. Notevole devo dire, anche se il cab. Sauvignon non è propriamente il mio vitigno preferito.
Spectator
Messaggi: 3737
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda Spectator » 17 mar 2018 12:18

gpetrus ha scritto:
Spectator ha scritto:..Bricco Appiani 2006,F.Roddolo. Un Cabernet..piemontese x me interessante!Naso cupo di frutta rossa,peperone ,china e grafite.Sorso inizialmente scontroso,con tannini ben presenti.Con il passare dei minuti il vino si distende e la bevuta diventa oltremodo piacevole.Buon equilibrio generale,rustica eleganza,lunga persistenza. Alla fine..della fiera mi e' piaciuto,e ne cerchero' un'altra boccia.Mi hanno consigliato..l'annata 2004.

Il 2004 bevuto in cantina da lui lo scorso settembre. Notevole devo dire, anche se il cab. Sauvignon non è propriamente il mio vitigno preferito.


..Bene..grazie :wink: .
Spectator
Messaggi: 3737
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda Spectator » 17 mar 2018 13:30

..La Ricomla 2012,S.G.Rentennano. Merlottone superstar.Rosso granata fittissimo,naso intenso di frutta rossa ,amarene in primis. Poi,prugne mature,cioccolata e fiori secchi. Sorso succoso,ricco, avvolge tutto il palato.Tannini dolcissimi,dileguati in un marasma statico di frutta;col tempo mi rendo conto che e' preponderante la freschezza e la quasi..masticabilita' del vino.Finale..lunghissimo e saporito. Ad esser sinceri,nn posso dire che nn mi sia ' piaciuto, ma nn mi ha stupito e neanche lontanamente..emozionato.
shingo tamai
Messaggi: 160
Iscritto il: 18 ott 2012 18:04

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda shingo tamai » 17 mar 2018 16:30

Vinos ha scritto:
Monfortino 1997 vs monfortino 1999: se il 1997 non avesse avuto il 1999 di fianco sarebbe stato un grandissimo vino; il naso è più caldo e meno cangiante, in bocca ha meno sostanza e ricchezza, distruggerebbe il 99% dei barolo in ottima annata,ma ha di fianco il 1999 che è un mostro, una delle più belle annate degli ultimi 20 anni, favoloso...balsamico, terroso, i suoi fiori secchi sono un inno al Barolo; in bocca dà il suo meglio, è multistrato, profondo,avvolgente,salato, infinito.


Bevuta mese scorso piccola verticale 1997-1998-1999-2000.
1999 una spanna e anche più sopra gli altri. Non ho provato il 2004 e il 2010, ma il 1999, col 1996, è a mio parere il miglior monfortino dal 1985.
davidef
Messaggi: 7790
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda davidef » 17 mar 2018 23:49

Fino a un paio di anni fa c'era il tiro al Monfortino 1997 dato per morto decrepito..... 8)
Vinos
Messaggi: 960
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda Vinos » 18 mar 2018 08:51

davidef ha scritto:Fino a un paio di anni fa c'era il tiro al Monfortino 1997 dato per morto decrepito..... 8)


Addirittura morto? Per niente proprio.
Poi se si becca la bottiglia dove il tappo non ha tenuto o è stata conservata sopra il camino di casa allora può essere :-)...
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda BarbarEdo » 18 mar 2018 10:02

Terrano 2012 - Skerk
Vino per il quale il calice non è adatto: ci andrebbe il bicchiere da osteria a vetro spesso e una scodella di jota friulana con crauti e maiale... Purtroppo non c'erano ed è stato un primo incontro un po' a metà.
Profumi non particolarmente interessanti, frutto rosso croccante, vegetale tenero, linfatico, qualche cenno selvatico, rustico, ma non sporco. Vino più di gusto e di acidità, che a questo punto di maturazione risulta ben integrata: succo e polpa di amarena, tannino minimo ma non assente, agilità senza eccessiva magrezza. Sì è fatto finire in fretta nonostante una temperatura di servizio troppo alta. Trovo che il prezzo sia alto per il tipo di vino.
82 pt.

Erbaluce di Caluso passito 2012- Ilaria Salvietti
Ambrato chiaro con riflessi aranciati. Mobile, poco viscoso nel bicchiere. Lieve riduzione che non sparisce nell'arco di mezz'ora. Naso piuttosto chiuso, pungente: gesso e erbe officinali, senza la minima concessione al frutto. Molto meglio sul versante del gusto: dolcezza e freschezza, ritorno di erbe aromatiche, calore, dinamica. Purtroppo anche un lieve sentore cartonato a disurbare.
Resta il dubbio che la bottiglia non fosse a posto.
80 pt.
Primum bibere deinde philosophari
davidef
Messaggi: 7790
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda davidef » 18 mar 2018 10:05

.
Ultima modifica di davidef il 05 nov 2018 01:03, modificato 1 volta in totale.
Fedevarius
Messaggi: 318
Iscritto il: 24 mag 2016 14:47
Località: Firenze

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda Fedevarius » 18 mar 2018 11:19

Jurancon sec Vitatge Vielh 2010, Clos Lapeyre

La retroetichetta dice che il vino viene da una vigna vecchia di più di 50 anni piantata a gros manseng, petit manseng e corbu. Il colore è giallo dorato pieno e luminoso, il naso parte con un impatto fortemente agrumato cui si aggiungono note di fiori bianchi ed erbe e una leggera nota di ossidazione. In bocca è di nuovo agrumato, pieno ma snello, acido e salino, un bicchiere tira l'altro. Una piacevole nota di camomilla in retrolfazione.
Un vino un po' insolito, con un carattere definito. Un vino da bere, che fa della piacevolezza di bocca più che dell'impatto aromatico il suo punto forte.
"E poi se la gente sa, e la gente lo sa che sai suonare, suonare ti tocca per tutta la vita, e ti piace lasciarti ascoltare…"
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1461
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 18 mar 2018 12:33

Gattinara iaretti 13
naso floreale aristocratico di rosa appassita e toni minerali, in bocca è fine, elegante nell'incedere, fresco, dissetante, pulito, ha una beva che sembra quasi di tracannare barbera..ritorna al naso una nocciola tostata..credo una delle annate di iaretti meglio riuscite negli ultimi anni

La torre bianco, tiberi 2016
Il naso è un esplosione floreale con i controcazzi..tipo quelle che si avvertono nei vini di skerk in grande annata, evolve su note speziate e di pesca sciroppata..in bocca non c'è quella materia preannunciata al naso, ma va bene così..punta sulla beva, sul dinamismo e l'attitudine alla tavola..schietto, pulito, elegante, quasi femminile

Champagne jacquesson cuvee 739
naso in continuo cambiamento, i sentori fruttati rispondono principalmente al melone bianco e alla mela, idrocarburi pronunciati che danno una sferzata di profondità..ovviamente non è tutto qui, ci sono toni vegetali che affiorano ogni tanto, poi sentori di gesso e di carbonella calda..e al palato? La prima cosa che mi viene da dire è coerenza..si ritrova quella simmetria tra freschezza e austerità..la bolla si percepisce appena, fine, elegante, inesauribile, finale di agrumi e tostature di frutta secca...ho sicuramente dimenticato qualcosa..
Lorenzo
piergi
Messaggi: 2202
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda piergi » 18 mar 2018 12:55

Pepe nero 2009- az agr Castel Del Piano
Vermentino nero in purezza.
Bello il colore rosso rubino scarico e trasparente fino al cuore.
Al naso cuoio, fiori secchi, un leggero cardamomo.
In bocca vitale e mobile, torna il garofano secco e si affaccia il pepe nero promesso in etichetta.
Ha un che di gozzaniano
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
vinogodi
Messaggi: 28210
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda vinogodi » 18 mar 2018 20:18

...bella giornata champagnosa (ma non solo) con la folta comunità trentina, al calduccio di Bue House fra risate e interminabili discussioni vinose . Cosa?
Aperitivo: Champagne Poret Dumenil :D :D :D :) (sempre una certezza di aperitivo ) e Champagne Le brun Servenay Grand Cru Brut (sempre buonissimo ) :D :D :D :)
Prima batteria , studio di vitigni:
- Pinot Meunier : Champagne La Vigne de Vrigny Egly Ouriet :D :D :D :) +
- Chardonnay : Champagne Blanc de Blanc Cuvée de Melomane Herbert Beaufort :D :D :D :D
- Pinot Noir : Champagne Blanc de Noir Erik Rodez

Bianchi dal mondo :
- Macon Verzé 2014 Domaine Leflaive :D :D :D :) + (un gioiellino seppur giovanissimo)
- Sancerre cru ............. ....... 2010 (amnesia totale ...l'età....) :D :D :D :D
- Mas Daumas Gassac 2002 :D :D :D :D +++ (misericordia chebbuono,...)

Millesimati Blanc de Blanc :
- Champagne Chateau de Bligny Blanc de Blanc 2006 :D :D :D :D +
- Ferrari Giulio Riserva Fondatore 2005 :D :D :D :) +++ (naso bellissimo, perde con i due vicini per una bocca bella ma ... Champagne , mon amour...)
- Champagne DE Venoge Blanc de Blanc 2002 :D :D :D :D :) (davvero davvero buono)

Fuoriprogramma:
- Chianti Classico Riserva 1971 Villa Antinori :D :D :D :D (naso stratosferico , bocca ancora tesa e raffinata)
- Barolo 1970 Marchesi di Barolo :D :D :D :D (integro , paga un po' al naso ma bocca potente ed apapgante ... un vecchio, caro Barolo d'antan...)

FINALE :
- Weins Prumm Auslese :D :D :D :)
- DR Hermann Auslese GoldKapsel :D :D :D :D (poderoso e piacevolissimo , grandissima sorpresa)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
maxer
Messaggi: 2812
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda maxer » 18 mar 2018 22:29

Quando per bere moolto bene, non è obbligatorio stappare le "solite" bottiglie di nome e modaiole.

Certo, è necessario avere a disposizione una cantina speciale, operare una scelta ponderata, avere una conoscenza profonda del mondo del vino.
Il risultato è la giornata di oggi da Marco, davvero inattesa per la piacevolezza della degustazione nel suo complesso, con dei vini davvero sorprendenti.
Beaufort, Rodez, Mas Daumas Gassac, Paul Cherrier, De Venoge, Dr Hermann, fino ai quasi cinquantenni vintage Villa Antinori e Marchesi di Barolo, questi ultimi perfetti nella loro eleganza vellutata, mi hanno stupito ognuno per la rappresentazione originale di una spiccata territorialità.

P.S. a) darei :D :D :D :D a Rodez b) il Sauvignon Sancerre era di Paul Cherrier
carpe diem 8)
lucastoner
Messaggi: 420
Iscritto il: 20 giu 2009 09:59

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda lucastoner » 19 mar 2018 00:15

Cà del Bosco, Saten Vintage collection 2013
Bel giallo paglierino carico. Al naso miele, frutta bianca e camomilla. Bolla scarica e gusto decisamente poco persistente e piatto.
Deludente.
Fam.Olivini. Notte a S.Martino 2006
Rosso rubino carico, cupo. Naso di marasca, ciliegia matura e un cenno di spezie sul finale. In bocca è velluto puro. Finale lungo e piacevole.
Bella sorpresa.
Giovanni79
Messaggi: 23
Iscritto il: 09 dic 2014 12:50

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda Giovanni79 » 20 mar 2018 15:27

Riesling Castel Juval 2016
Un po' compresso al naso inizialmente, poi agrumi e frutta gialla. Molto meglio sul palato dove è sapido, minerale e molto beverino. Ho provato ad abbinarlo a dei crostini con salsa "ai fegatini" (tipico antipasto toscano) ed è andato benissimo.

Champagne Nicolas Gueusquin Cuvee Prestige
65% Pinot Nero, 20% Pinot Meunier, 10% Chardonnay, dosage se non sbaglio 10g/l - bel naso da enciclopedia dello champagne, panificazione, brioche, una piccola nota di lievito. La bocca secondo me deve ancora assorbire bene il legno ma è molto equilibrata, note dolci con una bella nota di acidità tagliente dello chardonnay. Bocca lunghissima. In questo momento è un carro armato, uno champagne da abbinamento, l'ho bevuto su una meravigliosa arista con osso, ha fatto un figurone.

Paleo 2006

Decantato un'oretta, bottiglia in forma smagliante. Non amo il cab franc, ma una volta persi i peccati di gioventù (secondo me) diventa un gran bel vino. Naso splendido, olive nere, ginepro, macchia mediterranea, peperone, bocca calda con tannini belli marcati. Dopo quasi un paio d'ore salgono in cattedra le note di cioccolato e caffè. Veramente ben fatto.
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1461
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 20 mar 2018 22:29

Bianco anfora 2016 lammidia
Trebbiano d'Abruzzo 100% vol 10.6%
Niente solforosa aggiunta, niente chiarifiche, niente filtrazioni.

Ué questo è buono..niente di particolarmente profondo o complesso, ma a parte un'acidità un po' sopra le righe (mascherata da uno spirito limonoso niente male) non ho riscontrato difetti..naso di erbe aromatiche e spezie calde, in cui spicca della mentuccia e del pepe bianco..in bocca la sensazione agrumata è maestosa..a tratti sembrerebbe veramente una limonata, con timidi ritorni di camomilla e tè verde..come arrivano i primi soli di maggio me la metto in un secchiello del ghiaccio e me la scolo con uno spaghetto ajo e ojo.
Provata stasera con una carbonara....e che ve lo dico affá
Lorenzo
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7382
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda zampaflex » 21 mar 2018 13:56

gbaenergiaeco10 ha scritto:Bianco anfora 2016 lammidia
Trebbiano d'Abruzzo 100% vol 10.6%
Niente solforosa aggiunta, niente chiarifiche, niente filtrazioni.

Ué questo è buono..niente di particolarmente profondo o complesso, ma a parte un'acidità un po' sopra le righe (mascherata da uno spirito limonoso niente male) non ho riscontrato difetti..naso di erbe aromatiche e spezie calde, in cui spicca della mentuccia e del pepe bianco..in bocca la sensazione agrumata è maestosa..a tratti sembrerebbe veramente una limonata, con timidi ritorni di camomilla e tè verde..come arrivano i primi soli di maggio me la metto in un secchiello del ghiaccio e me la scolo con uno spaghetto ajo e ojo.
Provata stasera con una carbonara....e che ve lo dico affá

Uhm... non è che sia semplicemente frutto di uve colte prima della corretta maturazione?
Titolare solo 10 gradi nel 2016 per me vuol dire questo. E l'essere così agrumato e limonoso lo testimonierebbe.

È un errore che vedo abbastanza di frequente nei naturali italiani.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1461
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 21 mar 2018 14:07

zampaflex ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:Bianco anfora 2016 lammidia
Trebbiano d'Abruzzo 100% vol 10.6%
Niente solforosa aggiunta, niente chiarifiche, niente filtrazioni.

Ué questo è buono..niente di particolarmente profondo o complesso, ma a parte un'acidità un po' sopra le righe (mascherata da uno spirito limonoso niente male) non ho riscontrato difetti..naso di erbe aromatiche e spezie calde, in cui spicca della mentuccia e del pepe bianco..in bocca la sensazione agrumata è maestosa..a tratti sembrerebbe veramente una limonata, con timidi ritorni di camomilla e tè verde..come arrivano i primi soli di maggio me la metto in un secchiello del ghiaccio e me la scolo con uno spaghetto ajo e ojo.
Provata stasera con una carbonara....e che ve lo dico affá

Uhm... non è che sia semplicemente frutto di uve colte prima della corretta maturazione?
Titolare solo 10 gradi nel 2016 per me vuol dire questo. E l'essere così agrumato e limonoso lo testimonierebbe.

È un errore che vedo abbastanza di frequente nei naturali italiani.


guarda Luciano onestamente non saprei..probabilmente è come dici, o magari si tratta di una scelta del produttore, posso solo dire che a mio gusto personale il risultato mi ha soddisfatto
Lorenzo
vinogodi
Messaggi: 28210
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda vinogodi » 21 mar 2018 15:06

...lunedì sera , alla Risotteria di Cavriago "Dài càn dòm " (dal dialetto significa "dai che ci andiamo) , divertente serata di bolle con 12 (dodici) risotti di accompagnamento , uno più buono dell'altro, per la qual cosa consiglio vivamente , sia per qualità (tutto riso Carnaroli Acquerello) , sia per la bravura della cuoca sia per rezzi onestissimi , di fermavi dove passaste in zona perché ne vale davvero la pena. Eravamo in 24 , quindi doppia bottiglia e magnum di ogni tipologia . Cosa?

Aperitivo (extra) : Pfalz Riesling Trocken Johannishof

Poi in rapida successione :
- Champagne Epernay Albert Le Brun Brut :D :D :D
- Champagne Le Brun Servenay Avize Brut :D :D :D :)
- Champagne Delaplace Lady Trilogie :D :D :D :)
- Champagne Maillart Brut "Platine" :D :D :D
- Champagne Cazals Carte Blanche Brut :D :D :D :)
- Champagne Dumenil "Poret" :D :D :D :)
- Champagne Olivier Pere & Fils " Caractère :D :D :D :D
- Franciacorta (ringer) Cabochon Monterossa 2011 :D :D :D
- Champagne Blanc de Noirs Rodez :D :D :D :)

FINALE con i formaggi (deliziosi) : Primitivo Memor 2009 (da Magnum) Nicola Ferri :D :D :D :D
PS: successo clamoroso (in 30 hanno dovuto rinunciare per numero ormai esaurito) . Dovrò ripeterne altre per gli amici che mancavano ... anche con altri approfondimenti...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Alessio
Messaggi: 177
Iscritto il: 03 gen 2008 16:55

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda Alessio » 22 mar 2018 10:40

Ieri sera, in un ristorante franco sud africano di nome Cap, ho bevuto uno syraz proveniente dalla zona di Paarl
Samsara Avondale 2009. Forse perché non avevo enormi aspettative il vino mi é piaciuto. Molto pepe bianco, fruttini rossi, ed anche un po' di oliva, vino con una gradevole sapidità. Ancora molto giovane, ma con un tannino già setoso, nessun problema di "legnosità" o ammicamenti strani.
In sintesi un vino gradevole che consiglio di assaggiare a chi ne avesse l'opportunità.
Avatar utente
venicka
Messaggi: 395
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda venicka » 22 mar 2018 17:17

di ritorno da una bella vacanzina in terra champenois (visitato produttori giovani e vecchi, alternativi e reazionari, barrique tostate e acciaio e TUTTI sono stati drasticamente d'accordo su una cosa: 2017 annata demmerda che più demmerda non si può, secondo alcuni addirittura peggio della 2011, EVVAI) segnalo qualche bevuta.

NV Les Vignes de Mon Village - Mousse
100% Meunier, apre ridotto, col tempo si pulisce ma un po' di fiammifero (piacevole e non coprente) rimane, vino estroverso, espressivo, con lieve susina, panificio, biscotti e tanta mela golden al naso e in bocca, poi netta mineralità chiara a farla da padrone, bocca cremosa e possente, di gran persistenza.
Piaciuto tanto.

NV Bouzy Grand Cru Rosè - Delavenne
Io sono un fan sfegatato del loro blanc de blancs, prima volta con sto rosè e che dire, ottima impressione.
Vino di corpo, possente, a pelle credo con parecchio vino rosso dentro, parte con naso molto balsamico, note verdi, che m'han fatto pensare a certi borgogna coi raspi, poi spezie dolci, ciliegia matura, una sorta di piccantezza floreale, bocca succosa e con un bel grip tannico, bevuto al ristorante con vari piatti si è letteralmente esaltato col piccione, strano a dirsi ma tant'è.
Ricorda vagamente come stile il dom rosè, bravi, bel domaine, da approfondire.

(credo 2011 ma non ci metto la mano suo fuoco) Vin Cent Bulle - Bedel
Coteaux Champenois bianco semplicemente imbevibile, una limonata.
MAH.

2014 Cumieres Rouge Pinot Noir- Geoffroy
Un naso splendido stile stella di campalto, incenso e spezia, china netta, poi fruttini rossi e fiori, sanguinella con petali di rosa a macerare, in bocca è molto fresco, delicato con una bellissima dolcezza, un ottimo rosso da pesce.

2009 Santenay 1er Cru La Comme - Marc Colin
Uh che bellino, fiori secchi e ruggine dolce a farla da padrone, poi terrosità e lieve ciliegia scura, in bocca c'è un po' troppa ciccia forse ma dettagli, nel suo genere molto buono.

1999 Nuits St Georges Clos des Forets St. Georges - Domaine de l'Arlot
Naso di gran complessità e mutevolezza, carrubba e tabacco da pipa, rose, fragola, buccia di mandarino e bazar di spezie esotiche varie, bocca con ancora un po' troppa rabbia giovanile per i miei gusti ma comunque tuttaltro che spiacevole, ti fodera il palato con grazia e te lo coccola a lungo.
Vino che sta iniziando ad entrare nella fase che piace a me, comunque già ora goduriosissimo.
lucastoner
Messaggi: 420
Iscritto il: 20 giu 2009 09:59

Re: LE BEVUTE DI MARZO 2018

Messaggioda lucastoner » 22 mar 2018 19:48

Il ruggine dolce e bazar di spezie esotiche me li segno..... :shock:

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: gabresso, littlewood, Massimum, Zbigniew, Ziliovino e 45 ospiti