Fornovo 2017

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Francesco M
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: Fornovo 2017

Messaggioda Francesco M » 14 nov 2017 01:42

sono andato domenica perché lunedì si doveva tornare per lavoro.
dico anch'io che c'era molta ressa, ma la domenica credo sia normale, è il terzo anno che vado e malsopporto sempre di più la confusione e di conseguenza l'impossibilità di parlare tranquillamente con qualche produttore che comunque, comprendo bene, "sta lì per vende" (cit.).
magari riuscire ad aggiungere un giorno potrebbe essere un buon modo per spalmare i visitatori?
la butto lì, ma credo che c'abbiano già penstato, quindi se non l'hanno fatto, qualche motivo ci sarà.

detto l'ovvio, passiamo agli assaggi che devo riguardare negli appunti, ma così di getto dico, per motivi tanto diversi (son tutte cantine stra note):
a' vita : buoni, puliti, bello spessore, piaciuti tutti;
i clivi: sottili, appena accennati, ma il carattere si sente eccome, piaciuti;
vignai da duline: buoni proprio, ma al banchetto non c'erano, ho dovuto servirmi da solo;
porta del vento: la gamma mi è sembrata tutta molto piacevole;
vite ad ovest: macerati, morbidi, con un bell'equilibrio e freschezza. vini dalle personalità ben distinte tra loro;
mani di luna: deliziosa beva, bel frutto, alcuni un po' contratti al naso ma calibrati, lo scorso anno un assaggio me lo ricordavo più scontroso (anche se il loro sangiovese in purezza non l'ho bevuto perché assaggiato il mese scorso e trovato un po' sbilanciatino e slegato);
marco merli: ero distratto e pure lui. da riassaggiare;
praesidium: ottimo montepulciano, bel frutto, si deve distendere, ma bella stoffa;
de fermo: sarò un eretico ma il loro chardonnay m'è piaciuto tanto, non ruffiano, teso, preciso e pulito; il cerasuolo bella beva, un pelo magro ma piacevolissimo;
amerighi: ni, m'era piaciuto di più all'osteria pane e vino a cortona, lo berrò più attentamente in cantina;
osteria pane e vino: molto piacevoli, il dodo per me ha bella stoffa, tanto frutto, tannino ben presente ma calibrato e sostanza;
terre a mano: ero stanco ma così a pelle il bianco m'è piaciuto;
vino di anna: ni, vini che vanno un po' per cazzi loro ma vorrei comunque assaggiarli con tranquillità a tavola;
natalino del prete: vini che mi hanno fatto venire voglia di andare a prendere un paio di panini con la salsiccia e mangiarli lì al suo banchetto, scolandomi le bottiglie, vini piacevolissimi e secondo me molto centrati;
monte di grazia: piaciuti, macerati un po' troppo ortodossi e poco distinti tra loro ma vorrei approfondire la conoscenza della cantina;
margò: non li ricordo bene;
cantina del barone e cantine dell'angelo: cantine che confondo perché vicine e con lo stesso enologo, fiano e greco ben fatti, per carità, ma non mi hanno emozionato molto, ma può darsi che ero distratto dalla ressa sempre più pressante;
donati camillo: gran signore e grande barbera ribelle rifermentato in bottiglia, i bianchi li aveva finiti :cry:
La ragione ha torto
AlessandroMarzocchi
Messaggi: 242
Iscritto il: 25 giu 2016 21:57

Re: Fornovo 2017

Messaggioda AlessandroMarzocchi » 14 nov 2017 13:30

alleg ha scritto:
bondo ha scritto:
AlessandroMarzocchi ha scritto:Aspetto negativo: organizzazione sempre peggiore, che è il motivo per cui ogni anno diversi colleghi decidono di disertare l'evento. Eppure ci vorrebbe così poco...


Concordo al 100%. Ogni anno è sempre peggio, più gente, più caos, in alcuni casi meno produttori interessanti.
Una soluzione potrebbe essere aumentare il prezzo del biglietto di ingresso: scomparirebbero immediatamente tutti quelli che vengono soltanto per bere un po' di vino e fare un pranzo a sbafo a suon di assaggi. Si potrebbe iniziare con aumento da 13 a 20 euro, in mancanza di risultati arrivare anche a 30 euro...non sono molti, ma sicuramente scoraggerebbero i non appassionati.


Ma si perché non metterla a 100 e rotti euro come a Merano o riservarla a enotecari e ristotoratori?

Dai la... che si possa pensare di organizzare meglio le cose è un conto ma selezionare per disponibilità economica l'ingresso ad una manifestazione che (almeno inizialmente) ha fatto della democraticità del vino buono il suo manifesto mi sembra vagamente una cagata...


Quoto completamente quanto hai detto.
Fornovo nasce come una grande festa aperta a tutti, e nel corso degli anni ho conosciuto diverse persone che si sono avvicinate al vino naturale grazie a questa fiera. Inutile e fuorviante rispetto alle intenzioni della manifestazione alzare il prezzo del biglietto.
Cambiare il luogo della fiera (quest'anno in diversi punti il tetto perdeva acqua), affidare la comunicazione interna ed esterna a qualche professionista (gli annunci gracchianti e gridati dalle casse non aiutano nessuno e disturbano solamente), sostituire quegli orribili secchi in terra con delle comunissime sputacchiere, sono tutti piccoli accorgimenti che richiedono poco sforzo e potrebbero veramente dare una parvenza di serietà e professionalità ad una fiera ventennale che, ad ora, assomiglia ad una grande, confusissima, festa alcolica.
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20228
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Fornovo 2017

Messaggioda pippuz » 14 nov 2017 13:47

zampaflex ha scritto:.

L'anno prossimo ci andiamo assieme, visto che è proprio il tuo e il mio genere ... o forse no. :lol: :lol: :lol:
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
giandriolo
Messaggi: 190
Iscritto il: 22 feb 2016 19:07
Località: Triveneto

Re: Fornovo 2017

Messaggioda giandriolo » 14 nov 2017 14:05

Francesco M ha scritto:marco merli: ero distratto e pure lui. da riassaggiare;


Il suo Tristo mi è sempre piaciuto molto, espressivo e "crespuscolare" (come senti spesso dai naturalisti :lol:)
Purtroppo, anche qui, c'è spesso variabilità e dopo qualche bottiglia non proprio in ottima forma ci ho un po' rinunciato...
Wine improves with age. The older I get, the better I like it.
AlessandroMarzocchi
Messaggi: 242
Iscritto il: 25 giu 2016 21:57

Re: Fornovo 2017

Messaggioda AlessandroMarzocchi » 14 nov 2017 14:26

giandriolo ha scritto:
Francesco M ha scritto:marco merli: ero distratto e pure lui. da riassaggiare;


Il suo Tristo mi è sempre piaciuto molto, espressivo e "crespuscolare" (come senti spesso dai naturalisti :lol:)
Purtroppo, anche qui, c'è spesso variabilità e dopo qualche bottiglia non proprio in ottima forma ci ho un po' rinunciato...


Quest'anno è uscito con una malvasia di Candia aromatica affinata in damigiana da ribaltarsi!

Per me sempre grandissimi vini, decisamente variabili da anno in anno (quest'anno il Venco non mi ha convinto per niente).

Lui distratto e burbero lo è sempre, il primo anno che lo conobbi a Vinnatur nemmeno mi voleva vendere i vini... :shock:
AlessandroMarzocchi
Messaggi: 242
Iscritto il: 25 giu 2016 21:57

Re: Fornovo 2017

Messaggioda AlessandroMarzocchi » 14 nov 2017 14:43

giandriolo ha scritto:
AlessandroMarzocchi ha scritto:
giandriolo ha scritto:
Francesco M ha scritto:marco merli: ero distratto e pure lui. da riassaggiare;


Il suo Tristo mi è sempre piaciuto molto, espressivo e "crespuscolare" (come senti spesso dai naturalisti :lol:)
Purtroppo, anche qui, c'è spesso variabilità e dopo qualche bottiglia non proprio in ottima forma ci ho un po' rinunciato...


Quest'anno è uscito con una malvasia di Candia aromatica affinata in damigiana da ribaltarsi!

Per me sempre grandissimi vini, decisamente variabili da anno in anno (quest'anno il Venco non mi ha convinto per niente).

Lui distratto e burbero lo è sempre, il primo anno che lo conobbi a Vinnatur nemmeno mi voleva vendere i vini... :shock:


L'ultima volta che l'ho assaggiato era l'anno scorso. Ricordo Brucisco 2013, aperto tra amici, del quale ho ampiamente decantato le lodi prima di aprirlo. Non l'avessi mai fatto...


Davvero??? Boccia sfigata allora! Sul Brucisco non sbaglia un'annata. Forse la riduzione iniziale ha creato un po' di malcontento?
giandriolo
Messaggi: 190
Iscritto il: 22 feb 2016 19:07
Località: Triveneto

Re: Fornovo 2017

Messaggioda giandriolo » 14 nov 2017 14:44

AlessandroMarzocchi ha scritto:
giandriolo ha scritto:
Francesco M ha scritto:marco merli: ero distratto e pure lui. da riassaggiare;


Il suo Tristo mi è sempre piaciuto molto, espressivo e "crespuscolare" (come senti spesso dai naturalisti :lol:)
Purtroppo, anche qui, c'è spesso variabilità e dopo qualche bottiglia non proprio in ottima forma ci ho un po' rinunciato...


Quest'anno è uscito con una malvasia di Candia aromatica affinata in damigiana da ribaltarsi!

Per me sempre grandissimi vini, decisamente variabili da anno in anno (quest'anno il Venco non mi ha convinto per niente).

Lui distratto e burbero lo è sempre, il primo anno che lo conobbi a Vinnatur nemmeno mi voleva vendere i vini... :shock:


L'ultima volta che l'ho assaggiato era l'anno scorso. Ricordo Brucisco 2013, aperto tra amici, del quale ho ampiamente decantato le lodi prima di aprirlo. Non l'avessi mai fatto...
Wine improves with age. The older I get, the better I like it.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7555
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Fornovo 2017

Messaggioda zampaflex » 14 nov 2017 15:16

pippuz ha scritto:
zampaflex ha scritto:.

L'anno prossimo ci andiamo assieme, visto che è proprio il tuo e il mio genere ... o forse no. :lol: :lol: :lol:


Ci porteremo il crachoir personale :mrgreen:

Immagine
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
alì65
Messaggi: 11624
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Fornovo 2017

Messaggioda alì65 » 14 nov 2017 15:33

Francesco M ha scritto:
donati camillo: .....i bianchi li aveva finiti :cry:


di andata di culo!! :D
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11666
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Fornovo 2017

Messaggioda Alberto » 14 nov 2017 17:45

Francesco M ha scritto:così di getto dico, per motivi tanto diversi (son tutte cantine stra note):
...
vite ad ovest
mani di luna
marco merli
osteria pane e vino

Ma che scherzi?! :lol:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Francesco M
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: Fornovo 2017

Messaggioda Francesco M » 14 nov 2017 17:55

ahah perché? non ti piacciono, immagino :lol: :lol:
La ragione ha torto
Francesco M
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: Fornovo 2017

Messaggioda Francesco M » 14 nov 2017 17:56

alì65 ha scritto:
Francesco M ha scritto:
donati camillo: .....i bianchi li aveva finiti :cry:


di andata di culo!! :D


:mrgreen: :mrgreen:
non si bevono?
il barbera mi è piaciuto molto.
La ragione ha torto
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11666
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Fornovo 2017

Messaggioda Alberto » 14 nov 2017 18:00

Francesco M ha scritto:ahah perché? non ti piacciono, immagino :lol: :lol:

No, è che sono aziende che proprio non avevo mai sentito nominare prima...per cui quel tuo "stra note" mi sembrava un filo ottimistico! :mrgreen:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Francesco M
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: Fornovo 2017

Messaggioda Francesco M » 14 nov 2017 18:17

Alberto ha scritto:
Francesco M ha scritto:ahah perché? non ti piacciono, immagino :lol: :lol:

No, è che sono aziende che proprio non avevo mai sentito nominare prima...per cui quel tuo "stra note" mi sembrava un filo ottimistico! :mrgreen:


beh sì.
rileggendo, in effetti alcune non sono così note. errore di valutazione :roll:
La ragione ha torto
bondo
Messaggi: 43
Iscritto il: 08 set 2017 07:28
Località: Veltlin

Re: Fornovo 2017

Messaggioda bondo » 14 nov 2017 19:07

alleg ha scritto:Ma si perché non metterla a 100 e rotti euro come a Merano o riservarla a enotecari e ristotoratori?

Dai la... che si possa pensare di organizzare meglio le cose è un conto ma selezionare per disponibilità economica l'ingresso ad una manifestazione che (almeno inizialmente) ha fatto della democraticità del vino buono il suo manifesto mi sembra vagamente una cagata...


Quindi quali sono le proposte per risolvere il problema dell'eccessivo affollamento, che credo sia impossibile negare? Aumentare lo spazio espositivo non credo sia fattibile, distribuire la manifestazione su più giorni nemmeno, quindi??

Comunque un conto sono 20-30 euro e un altro 100. Tra una manifestazione aperta a tutti (proprio tutti, visto che con 13 euro forse riesci a prendere una pizza al ristorante) e una aperta soltanto agli addetti e con un costo di ingresso esagerato forse esiste una via di mezzo (con riferimento al costo di accesso). Non si tratta di selezionare in base alla disponibilità economica, ma di selezionare in base alla disponibilità a pagare (e questa è verosimilmente correlata all'interesse/passione per il vino). Una selezione (minima) dei visitatori, riducendo un poco l'afflusso, è anche un modo di valorizzare gli espositori, che comunque sono lì per lavorare (vendere, come giustamente scrive Francesco).
E verosimilmente chi non è disposto a spendere 7 euro in più per l'ingresso non è disposto nemmeno a comprare qualche bottiglia di vino...
Drink french wine? Not if they tied me to a horse and pulled me forty miles by my tongue.
Drink spanish wine? Not if they hung me from a tree and put a lit bomb in my mouth.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: alleg, declar, Lanathewall e 20 ospiti