Gastaldi Neive

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
cecaba
Messaggi: 240
Iscritto il: 05 feb 2009 12:59

Gastaldi Neive

Messaggioda cecaba » 07 nov 2017 11:39

Qualcuno sa dirmi se produce sempre?
alemusci
Messaggi: 427
Iscritto il: 03 apr 2016 12:24

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda alemusci » 07 nov 2017 11:49

Io non li conosco ma sul sito di Enogea dedicato al barbaresco risultano ancora presenti. C'è anche un numero di telefono 0173677400
vacanze immaginarie nella nuova Cambogia, frantumano l'assalto al cielo di Parigi
cecaba
Messaggi: 240
Iscritto il: 05 feb 2009 12:59

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda cecaba » 07 nov 2017 12:14

alemusci ha scritto:Io non li conosco ma sul sito di Enogea dedicato al barbaresco risultano ancora presenti. C'è anche un numero di telefono 0173677400

Grazie! Sapevo di uscite ritardatissime già negli anni 90, ma almeno allora qualcosa si rintracciava, ultimamente non leggo più nulla, come se avesse smesso definitivamente: mi ha sempre affascinato il personaggio, probabilmente proprio per le sue scelte di posticipare così tanto l'uscita dei vini non ritenendoli pronti e per le poche notizie sul suo conto che contribuivano a renderlo "misterioso". I vini che ho bevuto non erano tutti indimenticabili, ma qualcosa di interessante c'era, proverò a contattarlo a quel numero...
cecaba
Messaggi: 240
Iscritto il: 05 feb 2009 12:59

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda cecaba » 09 nov 2017 17:40

alemusci ha scritto:Io non li conosco ma sul sito di Enogea dedicato al barbaresco risultano ancora presenti. C'è anche un numero di telefono 0173677400


Ho provato e riprovato ma non risponde mai nessuno...
alemusci
Messaggi: 427
Iscritto il: 03 apr 2016 12:24

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda alemusci » 10 nov 2017 00:26

cecaba ha scritto:
alemusci ha scritto:Io non li conosco ma sul sito di Enogea dedicato al barbaresco risultano ancora presenti. C'è anche un numero di telefono 0173677400


Ho provato e riprovato ma non risponde mai nessuno...


Il ministero si infittisce :roll:
vacanze immaginarie nella nuova Cambogia, frantumano l'assalto al cielo di Parigi
cecaba
Messaggi: 240
Iscritto il: 05 feb 2009 12:59

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda cecaba » 15 nov 2017 18:53

alemusci ha scritto:
cecaba ha scritto:
alemusci ha scritto:Io non li conosco ma sul sito di Enogea dedicato al barbaresco risultano ancora presenti. C'è anche un numero di telefono 0173677400


Ho provato e riprovato ma non risponde mai nessuno...


Il ministero si infittisce :roll:


Niente di niente, provato tutti i gironi della settimana a qualsiasi ora, non risponde mai nessuno! Ho provato anche con Associazione Produttori di Neive, ma neanche loro mi hanno saputo dire se ancora produce ed avevano solo quel numero, mi hanno invitato a ricontattarli la prossima settimana, nel frattempo si imformavano meglio...

Possibile che qua nessuno sappia nulla? Ricordo che qualcuno, anni fa, avevo scritto dell'azienda avendone bevuto i vini.
egio
Messaggi: 1185
Iscritto il: 09 set 2009 12:15
Località: Bologna

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda egio » 15 nov 2017 19:09

Ho avuto un grande innamoramento per il Rosso 1989, scoperto grazie a Cracco, all'epoca a Piobesi in un ristorante da sogno con una cucina da sogno (con belle stanze d'antan dove fermarsi a continuare il sogno). Mi fiondai e acquistai quel che fu possibile, riservando il resto della giornata e del baule della macchina alle meraviglie di Pianpolvere Soprano, quella vera, del compianto Ferruccio Fenocchio. Bellissimi ricordi di una ventina di anni fa. Persino l'uva di quel vino, ricordo, era una specie di mistero, un nebbiolo che forse nebbiolo proprio non era. Ma buonissimo.

Poi l'ho perso di vista, ma spiacerebbe sapere che non esiste più.
cecaba
Messaggi: 240
Iscritto il: 05 feb 2009 12:59

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda cecaba » 15 nov 2017 19:57

egio ha scritto:Ho avuto un grande innamoramento per il Rosso 1989, scoperto grazie a Cracco, all'epoca a Piobesi in un ristorante da sogno con una cucina da sogno (con belle stanze d'antan dove fermarsi a continuare il sogno). Mi fiondai e acquistai quel che fu possibile, riservando il resto della giornata e del baule della macchina alle meraviglie di Pianpolvere Soprano, quella vera, del compianto Ferruccio Fenocchio. Bellissimi ricordi di una ventina di anni fa. Persino l'uva di quel vino, ricordo, era una specie di mistero, un nebbiolo che forse nebbiolo proprio non era. Ma buonissimo.

Poi l'ho perso di vista, ma spiacerebbe sapere che non esiste più.


Bevuto anche io, sia 88 che 92, se non ricordo male c'era dentro anche un po' di grenache, così si vociferava; bevuti anche vecchi Castle', dolcetto e barbaresco. Quindi, se non ho capito male, ti eri presentato direttamente in azienda; sto pensando di fare lo stesso, se riesco a prendermi una giornata magari fisso altre visite nei dintorni e provo a passare...
egio
Messaggi: 1185
Iscritto il: 09 set 2009 12:15
Località: Bologna

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda egio » 16 nov 2017 00:57

cecaba ha scritto:
egio ha scritto:Ho avuto un grande innamoramento per il Rosso 1989, scoperto grazie a Cracco, all'epoca a Piobesi in un ristorante da sogno con una cucina da sogno (con belle stanze d'antan dove fermarsi a continuare il sogno). Mi fiondai e acquistai quel che fu possibile, riservando il resto della giornata e del baule della macchina alle meraviglie di Pianpolvere Soprano, quella vera, del compianto Ferruccio Fenocchio. Bellissimi ricordi di una ventina di anni fa. Persino l'uva di quel vino, ricordo, era una specie di mistero, un nebbiolo che forse nebbiolo proprio non era. Ma buonissimo.

Poi l'ho perso di vista, ma spiacerebbe sapere che non esiste più.


Bevuto anche io, sia 88 che 92, se non ricordo male c'era dentro anche un po' di grenache, così si vociferava; bevuti anche vecchi Castle', dolcetto e barbaresco. Quindi, se non ho capito male, ti eri presentato direttamente in azienda; sto pensando di fare lo stesso, se riesco a prendermi una giornata magari fisso altre visite nei dintorni e provo a passare...


Aveva chiamato Cracco direttamente sia loro che Fenocchio, avvisando che sarei passato. Gli avevo chiesto di suggerirmi le due aziende che secondo lui meritavano una visita, visto il poco tempo a disposizione, e lui mi indicò quelle.

Al telefono nulla, nemmeno a ora pasti o inizio sera? Comunque, se hai modo di fare un salto, magari ti va bene o comunque scopri qualcosa dal giornalaio o meglio, se è come certi che frequentano il forum, dal farmacista... :D
cecaba
Messaggi: 240
Iscritto il: 05 feb 2009 12:59

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda cecaba » 16 nov 2017 09:35

egio ha scritto:
cecaba ha scritto:
egio ha scritto:Ho avuto un grande innamoramento per il Rosso 1989, scoperto grazie a Cracco, all'epoca a Piobesi in un ristorante da sogno con una cucina da sogno (con belle stanze d'antan dove fermarsi a continuare il sogno). Mi fiondai e acquistai quel che fu possibile, riservando il resto della giornata e del baule della macchina alle meraviglie di Pianpolvere Soprano, quella vera, del compianto Ferruccio Fenocchio. Bellissimi ricordi di una ventina di anni fa. Persino l'uva di quel vino, ricordo, era una specie di mistero, un nebbiolo che forse nebbiolo proprio non era. Ma buonissimo.

Poi l'ho perso di vista, ma spiacerebbe sapere che non esiste più.


Bevuto anche io, sia 88 che 92, se non ricordo male c'era dentro anche un po' di grenache, così si vociferava; bevuti anche vecchi Castle', dolcetto e barbaresco. Quindi, se non ho capito male, ti eri presentato direttamente in azienda; sto pensando di fare lo stesso, se riesco a prendermi una giornata magari fisso altre visite nei dintorni e provo a passare...


Aveva chiamato Cracco direttamente sia loro che Fenocchio, avvisando che sarei passato. Gli avevo chiesto di suggerirmi le due aziende che secondo lui meritavano una visita, visto il poco tempo a disposizione, e lui mi indicò quelle.

Al telefono nulla, nemmeno a ora pasti o inizio sera? Comunque, se hai modo di fare un salto, magari ti va bene o comunque scopri qualcosa dal giornalaio o meglio, se è come certi che frequentano il forum, dal farmacista... :D


Macché, ho provato praticamente a tutte le ore, anche di sabato e domenica! Se dovessi riuscire a passarci ti dirò su quanto scoprirò!
Kevmit
Messaggi: 420
Iscritto il: 19 ott 2012 12:16

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda Kevmit » 16 nov 2017 10:41

se non lo trovi nemmeno di persona, non rimane che contattare "Chi l'ha visto" :mrgreen:
cecaba
Messaggi: 240
Iscritto il: 05 feb 2009 12:59

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda cecaba » 16 nov 2017 11:26

Kevmit ha scritto:se non lo trovi nemmeno di persona, non rimane che contattare "Chi l'ha visto" :mrgreen:


:lol:
Avatar utente
andrea
Messaggi: 7977
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda andrea » 16 nov 2017 15:38

Se la memoria non mi inganna il suo Moriolo 90 è stato il primo Dolcetto trebicchierato.
Ricordo che lo contattai per telefono per ordinargli Moriolo 90 e Rosso 89 e 90 e lui venne a portarmeli di persona fino a Limone Piemonte dove ero in vacanza...
Persona schiva ma molto vera
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
cecaba
Messaggi: 240
Iscritto il: 05 feb 2009 12:59

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda cecaba » 16 nov 2017 18:06

andrea ha scritto:Se la memoria non mi inganna il suo Moriolo 90 è stato il primo Dolcetto trebicchierato.
Ricordo che lo contattai per telefono per ordinargli Moriolo 90 e Rosso 89 e 90 e lui venne a portarmeli di persona fino a Limone Piemonte dove ero in vacanza...
Persona schiva ma molto vera


E' uno dei motivi per i quali mi farebbe piacere fargli visita, ma a questo punto mi sa che sarà dura!
Kevmit
Messaggi: 420
Iscritto il: 19 ott 2012 12:16

Re: Gastaldi Neive

Messaggioda Kevmit » 16 nov 2017 18:22

Online si trova questo articolo :

"

Il mistero del Bianco Gastaldi il vino che appare e scompare

QUESTO non è un articolo, ma una richiesta di aiuto. La prendiamo da lontano: era il 1999 quando partecipammo all'ultima cena della Panoramica di Loranzè, ristorante mai rimpianto abbastanza, e Adriano Presbitero, che era l'anima della sala e della cantina, propose agli astanti un vino di così grande personalità da non avere bisogno di nomi. Si chiamava Bianco. Gastaldi. Da quel giorno siamo rimasti sedotti dalla potenza (e in fondo anche dall'eclettismo) di quel vino di Neive, figlio di chardonnay e sauvignon, che muta di anno in anno, al variare delle stagioni. A volte esile e tagliente, a volte più grassoccio, ma sempre sapido, sempre d'animo borgognone, sempre di carattere. Abbiamo preso a cercarlo nelle enoteche, nelle vinerie e poi anche nei siti on line, ma non lo troviamo: magari qualche lettore ci saprà aiutare. Ci capita invece di incontrarlo improvvisamente in una carta dei vini di qualche ristoratore lungimirante (ad esempio al Nazionale di Vernante, dove qualche giorno fa abbiamo bevuto l'anno 2003) e lo beviamo, non sapendo quando accadrà di nuovo. In fondo possiamo dire che non sei tu a cercare il Bianco Gastaldi, ma è lui ha trovare te (cit.). Solo ci piacerebbe succedesse più spesso.

GASTALDI , Via Albesani, 20 - 12057 Neive (CN)

"

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ale1984, Stefano-zaccarini e 13 ospiti