LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
willycr
Messaggi: 5
Iscritto il: 24 ago 2017 22:53

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda willycr » 03 ott 2017 23:41

willycr ha scritto:Ai suma 1996 bottiglia emozionante
willycr ha scritto:Ai suma 1996 bottiglia emozionante
tricky123
Messaggi: 1148
Iscritto il: 06 giu 2007 18:35
Località: Italia

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda tricky123 » 04 ott 2017 10:33

merlotto85 ha scritto:.............. note scure nn le ho sentite


Fra la viola ed il terroso.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1965
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda gianni femminella » 04 ott 2017 10:57

Barolo 2005 rocche del Falletto di Serralunga Bruno Giacosa
Il mio compare me la propone inzialmente coperta.
Il profumo è di Barolo, la bocca è un po' discordante. Inizialmente duro e scontroso mi lascia perplesso. Sembrerebbe parecchio giovane. Ci diamo tempo e lo lasciamo ossigenare. I profumi vengono un po' meno, la bocca invece migliora. Siamo rimasti a tavola tre ore a bere e chiacchierare, forse non abbastanza da dagli tempo di esprimersi. Rimane ostico fino alla fine, un po' inficiato da una linea amara di cui non si libera mai. Peccato, bottiglia non al suo meglio.

Beaune Bressandes 1er cru 2007 Albert Morot
Anche a questo avrebbe fatto bene essere stappato un po' prima, ma il mio amico è mezzo matto :mrgreen: arriva al ristorante con una valigia con sette-otto bottiglie di cui non mi ha anticipato nulla, poi quando è accomodato, medita un po' e si abbandona all'improvvisazione. Ne sceglie una e la apre ( anche questa seconda coperta perché mi intriga bere così ).
Setoso, ma profondo, bilanciato, secondo me maturo al punto giusto, scende che è una bellezza.
Vitigno che frequento poco, per me ancora da sviscerare e comprendere, ma qui direi che già si parametra bene. Temo per le mie tasche.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1965
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda gianni femminella » 04 ott 2017 10:59

paperofranco ha scritto:

Non vedo più l'apposito 3ad, come del resto è sparito anche quello del chianti......ma cavolo, lo bevo solo io? :mrgreen:



Tipologia mediocre e non rispondente ai criteri di un vero intenditore :mrgreen:

Come te la passi Franco?
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
vinogodi
Messaggi: 28219
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda vinogodi » 05 ott 2017 09:28

vinogodi ha scritto:...domani , all'Angiol D'Or , bella bevuta in compagnia e ... in compagnia di San Giovese . Panoramichina su Brunello , Chianti Classico, Nobile di Montepulciano e qualcosa di Romagna . Finale scoppiettante con Tignanello 1999 (in doppia bottiglia) e finale dolce con Vin Santo ... però di Albarola di Barattieri , su richiesta di un amico forumista che me l'ha formulato in diretta sul forum... 8) che parlare di trader e prezzi speculativi può essere divertente (per me noioso) , ma alla fine beviamo in compagnia divertendoci (e fine settimana con due champagnate epiche con le cuvée de Prestige delle grandi maisons e dei Récoltants più in voga...)

..iniziata la rumba di 4 bicchierate in 6 giorni . Divertentissimo , ieri sera all'Angiol . Cosa?

Aperitivi (in bottiglia singola):

- Metodo Classico millesimato 2010 LIni 910 :D :D :D :) (magnifico ... se lo trovate compratene a casse, , si fotte il 50% degli spumanti italiani di ogni zona vocata e non...)
- Champagne Le Brun Brut :D :D :D :) piacevolissimo ed agrumato
- Champagne Blanc de Noir Brigandat :D :D :D :) (affilato come una lama )

Poi panoramica Sangiovese tutte in doppia bottiglia (eravamo in 15)

- Sangiovese di Romagna "Serra" 2014 Costa Archi : fra i migliori Sangiovese di Romagna in circolazione , forte e deciso nonostante annata difficile :D :D :D :)
- Nobile di Montepulciano Fattoria del Cerro 2011 : speziatissimo , un po' cortino , di bellisssima beva :D :D :D
- Chianti Classico Riserva Le Baroncole 2014 San Giusto a Rentennano : austero , potente , profondissimo . Interpretazione magnifica di annata difficile :D :D :D :)
- Chianti Rufina Riserva 2010 Bucerchiale Selvapiana : vino di articolazione magnifica, elegante ma di grandissimo spessore :D :D :D :D
- Brunello di Montalcino Canalicchio di Sotto Lambardi 2011 : forte nella sostanza, straordinario con il cibo :D :D :D :)
Vintage coi formaggi:
- Brunello di Montalcino 1997 Castello di Romitorio : ancora selvatichino , cuoio , balsamicità sparata a mille . Per tanti il vino della serata . Non ho mai apprezzato appieno questa azienda ma quella boccia era assolutamente sorprendente :D :D :D :D
- Tignanello 1999 : entrambe le bottiglie fra i più grandi Tignanellomai bevuti. Pieni di corpo, di grandissimo impatto, bocche straordinariamente gourmant . Secondo me vino della serata (con il successivo...) :D :D :D :D

FINALE:
- Vino Santo di Albarola Barattieri 2004 : esplosivo , articolatissimo , confettura di fichi , rabarbaro, frutta secca ... il tutto sparato a mille. Bocca splendida per bevibilità Tutti esaltati ... :D :D :D :D :)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Biavo
Messaggi: 441
Iscritto il: 11 nov 2016 12:46
Località: Parma

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda Biavo » 05 ott 2017 09:34

Grande Marco, ottime bottiglie con il Vin Santo che mi ha stupito... :D
landmax
Messaggi: 1012
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda landmax » 05 ott 2017 12:24

Cotes du Jura Chardonnay "La Bardette" 2014 Domaine Labet

Ogni volta che bevo i vini dello Jura penso che ne dovrei bere di più. Questo chardonnay "ouillé" (quindi non ossidativo) ne è l'ennesimo esempio. Un vino che ha davvero tutto: profumi, grande pienezza e profondità gustativa, ma soprattutto tanto, tanto sapore.
Ecco, se dovessi trovare un tratto distintivo evidente tra gli chardonnay di Borgogna e quelli dello Jura (per quel poco che ho bevuto), è proprio l'incredibile sapore che sprigionano questi ultimi. Sapore che non è solo sapidità (o mineralità), che pure non manca, ma quel quid di solarità e maturità del frutto in più, che non toglie nulla all'equilibrio o dinamicità di questi vini e che regala sensazioni nuove e davvero appaganti per il bevitore.

Sarebbe davvero interessante, come esperimento, se Marco Vinogodi, ad una delle future "borgognate", provasse a inserire uno di questi campioni (il Grusse En Billat di Ganevat, per dire), per verificare, alla cieca, (i) se viene riconosciuto come "fuori zona" e
(ii) se riesce a "tenere testa", in termini di qualità assoluta, ai grandi di Borgogna (io giurerei di sì).
eutopia
Messaggi: 43
Iscritto il: 25 set 2017 10:59

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda eutopia » 05 ott 2017 12:51

vinogodi ha scritto:
vinogodi ha scritto:...domani , all'Angiol D'Or , bella bevuta in compagnia e ... in compagnia di San Giovese . Panoramichina su Brunello , Chianti Classico, Nobile di Montepulciano e qualcosa di Romagna . Finale scoppiettante con Tignanello 1999 (in doppia bottiglia) e finale dolce con Vin Santo ... però di Albarola di Barattieri , su richiesta di un amico forumista che me l'ha formulato in diretta sul forum... 8) che parlare di trader e prezzi speculativi può essere divertente (per me noioso) , ma alla fine beviamo in compagnia divertendoci (e fine settimana con due champagnate epiche con le cuvée de Prestige delle grandi maisons e dei Récoltants più in voga...)

..iniziata la rumba di 4 bicchierate in 6 giorni . Divertentissimo , ieri sera all'Angiol . Cosa?

Aperitivi (in bottiglia singola):

- Metodo Classico millesimato 2010 LIni 910 :D :D :D :) (magnifico ... se lo trovate compratene a casse, , si fotte il 50% degli spumanti italiani di ogni zona vocata e non...)
- Champagne Le Brun Brut :D :D :D :) piacevolissimo ed agrumato
- Champagne Blanc de Noir Brigandat :D :D :D :) (affilato come una lama )

Poi panoramica Sangiovese tutte in doppia bottiglia (eravamo in 15)

- Sangiovese di Romagna "Serra" 2014 Costa Archi : fra i migliori Sangiovese di Romagna in circolazione , forte e deciso nonostante annata difficile :D :D :D :)
- Nobile di Montepulciano Fattoria del Cerro 2011 : speziatissimo , un po' cortino , di bellisssima beva :D :D :D
- Chianti Classico Riserva Le Baroncole 2014 San Giusto a Rentennano : austero , potente , profondissimo . Interpretazione magnifica di annata difficile :D :D :D :)
- Chianti Rufina Riserva 2010 Bucerchiale Selvapiana : vino di articolazione magnifica, elegante ma di grandissimo spessore :D :D :D :D
- Brunello di Montalcino Canalicchio di Sotto Lambardi 2011 : forte nella sostanza, straordinario con il cibo :D :D :D :)
Vintage coi formaggi:
- Brunello di Montalcino 1997 Castello di Romitorio : ancora selvatichino , cuoio , balsamicità sparata a mille . Per tanti il vino della serata . Non ho mai apprezzato appieno questa azienda ma quella boccia era assolutamente sorprendente :D :D :D :D
- Tignanello 1999 : entrambe le bottiglie fra i più grandi Tignanellomai bevuti. Pieni di corpo, di grandissimo impatto, bocche straordinariamente gourmant . Secondo me vino della serata (con il successivo...) :D :D :D :D

FINALE:
- Vino Santo di Albarola Barattieri 2004 : esplosivo , articolatissimo , confettura di fichi , rabarbaro, frutta secca ... il tutto sparato a mille. Bocca splendida per bevibilità Tutti esaltati ... :D :D :D :D :)



Metodo Classico millesimato 2010 LIni 910 - quale versione: bianco, rosato o rosso?
vinogodi
Messaggi: 28219
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda vinogodi » 05 ott 2017 13:16

eutopia ha scritto:
vinogodi ha scritto:
vinogodi ha scritto:...domani , all'Angiol D'Or , bella bevuta in compagnia e ... in compagnia di San Giovese . Panoramichina su Brunello , Chianti Classico, Nobile di Montepulciano e qualcosa di Romagna . Finale scoppiettante con Tignanello 1999 (in doppia bottiglia) e finale dolce con Vin Santo ... però di Albarola di Barattieri , su richiesta di un amico forumista che me l'ha formulato in diretta sul forum... 8) che parlare di trader e prezzi speculativi può essere divertente (per me noioso) , ma alla fine beviamo in compagnia divertendoci (e fine settimana con due champagnate epiche con le cuvée de Prestige delle grandi maisons e dei Récoltants più in voga...)

..iniziata la rumba di 4 bicchierate in 6 giorni . Divertentissimo , ieri sera all'Angiol . Cosa?

Aperitivi (in bottiglia singola):

- Metodo Classico millesimato 2010 LIni 910 :D :D :D :) (magnifico ... se lo trovate compratene a casse, , si fotte il 50% degli spumanti italiani di ogni zona vocata e non...)
- Champagne Le Brun Brut :D :D :D :) piacevolissimo ed agrumato
- Champagne Blanc de Noir Brigandat :D :D :D :) (affilato come una lama )

Poi panoramica Sangiovese tutte in doppia bottiglia (eravamo in 15)

- Sangiovese di Romagna "Serra" 2014 Costa Archi : fra i migliori Sangiovese di Romagna in circolazione , forte e deciso nonostante annata difficile :D :D :D :)
- Nobile di Montepulciano Fattoria del Cerro 2011 : speziatissimo , un po' cortino , di bellisssima beva :D :D :D
- Chianti Classico Riserva Le Baroncole 2014 San Giusto a Rentennano : austero , potente , profondissimo . Interpretazione magnifica di annata difficile :D :D :D :)
- Chianti Rufina Riserva 2010 Bucerchiale Selvapiana : vino di articolazione magnifica, elegante ma di grandissimo spessore :D :D :D :D
- Brunello di Montalcino Canalicchio di Sotto Lambardi 2011 : forte nella sostanza, straordinario con il cibo :D :D :D :)
Vintage coi formaggi:
- Brunello di Montalcino 1997 Castello di Romitorio : ancora selvatichino , cuoio , balsamicità sparata a mille . Per tanti il vino della serata . Non ho mai apprezzato appieno questa azienda ma quella boccia era assolutamente sorprendente :D :D :D :D
- Tignanello 1999 : entrambe le bottiglie fra i più grandi Tignanellomai bevuti. Pieni di corpo, di grandissimo impatto, bocche straordinariamente gourmant . Secondo me vino della serata (con il successivo...) :D :D :D :D

FINALE:
- Vino Santo di Albarola Barattieri 2004 : esplosivo , articolatissimo , confettura di fichi , rabarbaro, frutta secca ... il tutto sparato a mille. Bocca splendida per bevibilità Tutti esaltati ... :D :D :D :D :)



Metodo Classico millesimato 2010 LIni 910 - quale versione: bianco, rosato o rosso?
...vediamo se con l'intuizione riesci ad arrivarci : ti sottolineo solo qualche elemento già in possesso ...
- Aperitivo
- Vicino a due Champagne (bianchi)
- Primo vino assaggiato

Se indovini hai vinto un vino "speculativo" che i traders del forum indicheranno come premio... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
eutopia
Messaggi: 43
Iscritto il: 25 set 2017 10:59

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda eutopia » 05 ott 2017 13:21

vinogodi ha scritto:
eutopia ha scritto:
vinogodi ha scritto:
vinogodi ha scritto:...domani , all'Angiol D'Or , bella bevuta in compagnia e ... in compagnia di San Giovese . Panoramichina su Brunello , Chianti Classico, Nobile di Montepulciano e qualcosa di Romagna . Finale scoppiettante con Tignanello 1999 (in doppia bottiglia) e finale dolce con Vin Santo ... però di Albarola di Barattieri , su richiesta di un amico forumista che me l'ha formulato in diretta sul forum... 8) che parlare di trader e prezzi speculativi può essere divertente (per me noioso) , ma alla fine beviamo in compagnia divertendoci (e fine settimana con due champagnate epiche con le cuvée de Prestige delle grandi maisons e dei Récoltants più in voga...)

..iniziata la rumba di 4 bicchierate in 6 giorni . Divertentissimo , ieri sera all'Angiol . Cosa?

Aperitivi (in bottiglia singola):

- Metodo Classico millesimato 2010 LIni 910 :D :D :D :) (magnifico ... se lo trovate compratene a casse, , si fotte il 50% degli spumanti italiani di ogni zona vocata e non...)
- Champagne Le Brun Brut :D :D :D :) piacevolissimo ed agrumato
- Champagne Blanc de Noir Brigandat :D :D :D :) (affilato come una lama )

Poi panoramica Sangiovese tutte in doppia bottiglia (eravamo in 15)

- Sangiovese di Romagna "Serra" 2014 Costa Archi : fra i migliori Sangiovese di Romagna in circolazione , forte e deciso nonostante annata difficile :D :D :D :)
- Nobile di Montepulciano Fattoria del Cerro 2011 : speziatissimo , un po' cortino , di bellisssima beva :D :D :D
- Chianti Classico Riserva Le Baroncole 2014 San Giusto a Rentennano : austero , potente , profondissimo . Interpretazione magnifica di annata difficile :D :D :D :)
- Chianti Rufina Riserva 2010 Bucerchiale Selvapiana : vino di articolazione magnifica, elegante ma di grandissimo spessore :D :D :D :D
- Brunello di Montalcino Canalicchio di Sotto Lambardi 2011 : forte nella sostanza, straordinario con il cibo :D :D :D :)
Vintage coi formaggi:
- Brunello di Montalcino 1997 Castello di Romitorio : ancora selvatichino , cuoio , balsamicità sparata a mille . Per tanti il vino della serata . Non ho mai apprezzato appieno questa azienda ma quella boccia era assolutamente sorprendente :D :D :D :D
- Tignanello 1999 : entrambe le bottiglie fra i più grandi Tignanellomai bevuti. Pieni di corpo, di grandissimo impatto, bocche straordinariamente gourmant . Secondo me vino della serata (con il successivo...) :D :D :D :D

FINALE:
- Vino Santo di Albarola Barattieri 2004 : esplosivo , articolatissimo , confettura di fichi , rabarbaro, frutta secca ... il tutto sparato a mille. Bocca splendida per bevibilità Tutti esaltati ... :D :D :D :D :)



Metodo Classico millesimato 2010 LIni 910 - quale versione: bianco, rosato o rosso?
...vediamo se con l'intuizione riesci ad arrivarci : ti sottolineo solo qualche elemento già in possesso ...
- Aperitivo
- Vicino a due Champagne (bianchi)
- Primo vino assaggiato

Se indovini hai vinto un vino "speculativo" che i traders del forum indicheranno come premio... 8)


rosso!!! :mrgreen:

attendo vino speculativo, grazie!
piergi
Messaggi: 2202
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda piergi » 05 ott 2017 16:42

Mariolina Baccellieri- Siccagno 2015
Greco di bianco (famiglia delle Malvasia non dei greco) vinificato in secco.
Il colore è giallo oro, forse da vendemmia leggermente ritardata. Al naso questa sensazione diventa quasi certezza, albicocca disidratata, cedro, mandarino comune. In bocca ad un primo impatto glicerico segue una spinta acida che rende la beva fresca e per nulla pesante.
La frutta gialla matura è controbilanciata da nette note di origano fresco e menta.
Abbinamento fantastico con paccheri alici, crema di patate e spuma di finocchietto.
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda BarbarEdo » 05 ott 2017 17:52

Champagne S.A. Cuvée n. 735 Dégorgement Tardif - Jacquesson.
Non capisco nulla di Champagne. Ne avrò bevuti cinque in vita mia, ma ieri sera con questa bottiglia mi si è aperto un mondo. Sapeva di agrumi, spezie natalizie, erbe aromatiche, pandoro, anche sensazioni rocciose e marine. Tutte queste fuse in una roba deliziosa! Bocca lunga e goduriosissima, piena, fresca. Una droga!!
Ma son tutti così gli Champagne? Ne esistono di migliori? O son stato fortunato?
Ne voglio ancora!!! :-P
Voto: 5/5.
Primum bibere deinde philosophari
SommelierSardo
Messaggi: 1341
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda SommelierSardo » 05 ott 2017 18:05

BarbarEdo ha scritto:Champagne S.A. Cuvée n. 735 Dégorgement Tardif - Jacquesson.
Non capisco nulla di Champagne. Ne avrò bevuti cinque in vita mia, ma ieri sera con questa bottiglia mi si è aperto un mondo. Sapeva di agrumi, spezie natalizie, erbe aromatiche, pandoro, anche sensazioni rocciose e marine. Tutte queste fuse in una roba deliziosa! Bocca lunga e goduriosissima, piena, fresca. Una droga!!
Ma son tutti così gli Champagne? Ne esistono di migliori? O son stato fortunato?
Ne voglio ancora!!! :-P
Voto: 5/5.


Jacquesson bellissima realtà! Compra una paio di 740 ed aprili non prima di 3-4 anni... :wink:
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda paperofranco » 05 ott 2017 19:35

landmax ha scritto:Cotes du Jura Chardonnay "La Bardette" 2014 Domaine Labet

Ogni volta che bevo i vini dello Jura penso che ne dovrei bere di più. Questo chardonnay "ouillé" (quindi non ossidativo) ne è l'ennesimo esempio. Un vino che ha davvero tutto: profumi, grande pienezza e profondità gustativa, ma soprattutto tanto, tanto sapore.
Ecco, se dovessi trovare un tratto distintivo evidente tra gli chardonnay di Borgogna e quelli dello Jura (per quel poco che ho bevuto), è proprio l'incredibile sapore che sprigionano questi ultimi. Sapore che non è solo sapidità (o mineralità), che pure non manca, ma quel quid di solarità e maturità del frutto in più, che non toglie nulla all'equilibrio o dinamicità di questi vini e che regala sensazioni nuove e davvero appaganti per il bevitore.

Sarebbe davvero interessante, come esperimento, se Marco Vinogodi, ad una delle future "borgognate", provasse a inserire uno di questi campioni (il Grusse En Billat di Ganevat, per dire), per verificare, alla cieca, (i) se viene riconosciuto come "fuori zona" e
(ii) se riesce a "tenere testa", in termini di qualità assoluta, ai grandi di Borgogna (io giurerei di sì).


Per quel poco che ho bevuto, per me lo Chardonnay trova nello Jura la sua massima espressione, ...........forse detta così è un po' forte, ma mi garbano davvero tanto, mediamente assai di più della Borgogna bianca, che mi è venuta a noia.......
Smarco
Messaggi: 3481
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda Smarco » 05 ott 2017 20:03

SommelierSardo ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:Champagne S.A. Cuvée n. 735 Dégorgement Tardif - Jacquesson.
Non capisco nulla di Champagne. Ne avrò bevuti cinque in vita mia, ma ieri sera con questa bottiglia mi si è aperto un mondo. Sapeva di agrumi, spezie natalizie, erbe aromatiche, pandoro, anche sensazioni rocciose e marine. Tutte queste fuse in una roba deliziosa! Bocca lunga e goduriosissima, piena, fresca. Una droga!!
Ma son tutti così gli Champagne? Ne esistono di migliori? O son stato fortunato?
Ne voglio ancora!!! :-P
Voto: 5/5.


Jacquesson bellissima realtà! Compra una paio di 740 ed aprili non prima di 3-4 anni... :wink:

O anche un 736 DT dato che gli è piaciuto il DT :D
SommelierSardo
Messaggi: 1341
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda SommelierSardo » 05 ott 2017 20:05

Smarco ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:Champagne S.A. Cuvée n. 735 Dégorgement Tardif - Jacquesson.
Non capisco nulla di Champagne. Ne avrò bevuti cinque in vita mia, ma ieri sera con questa bottiglia mi si è aperto un mondo. Sapeva di agrumi, spezie natalizie, erbe aromatiche, pandoro, anche sensazioni rocciose e marine. Tutte queste fuse in una roba deliziosa! Bocca lunga e goduriosissima, piena, fresca. Una droga!!
Ma son tutti così gli Champagne? Ne esistono di migliori? O son stato fortunato?
Ne voglio ancora!!! :-P
Voto: 5/5.


Jacquesson bellissima realtà! Compra una paio di 740 ed aprili non prima di 3-4 anni... :wink:

O anche un 736 DT dato che gli è piaciuto il DT :D


Sfondi una porta aperta! :mrgreen:
Volevo farlo risparmiare in trepidante attesa...
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda BarbarEdo » 05 ott 2017 21:27

SommelierSardo ha scritto:
Smarco ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:Champagne S.A. Cuvée n. 735 Dégorgement Tardif - Jacquesson.
Non capisco nulla di Champagne. Ne avrò bevuti cinque in vita mia, ma ieri sera con questa bottiglia mi si è aperto un mondo. Sapeva di agrumi, spezie natalizie, erbe aromatiche, pandoro, anche sensazioni rocciose e marine. Tutte queste fuse in una roba deliziosa! Bocca lunga e goduriosissima, piena, fresca. Una droga!!
Ma son tutti così gli Champagne? Ne esistono di migliori? O son stato fortunato?
Ne voglio ancora!!! :-P
Voto: 5/5.


Jacquesson bellissima realtà! Compra una paio di 740 ed aprili non prima di 3-4 anni... :wink:

O anche un 736 DT dato che gli è piaciuto il DT :D


Sfondi una porta aperta! :mrgreen:
Volevo farlo risparmiare in trepidante attesa...


Prendo appunti con grande interesse. Penso comunque che, portafogli permettendo, approfondirò quel mondo.
Ho sempre saputo che mi sarei rovinato a seguire la passione per il buon vino... :roll: :D
Primum bibere deinde philosophari
SommelierSardo
Messaggi: 1341
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda SommelierSardo » 05 ott 2017 21:46

BarbarEdo ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:
Smarco ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:Champagne S.A. Cuvée n. 735 Dégorgement Tardif - Jacquesson.
Non capisco nulla di Champagne. Ne avrò bevuti cinque in vita mia, ma ieri sera con questa bottiglia mi si è aperto un mondo. Sapeva di agrumi, spezie natalizie, erbe aromatiche, pandoro, anche sensazioni rocciose e marine. Tutte queste fuse in una roba deliziosa! Bocca lunga e goduriosissima, piena, fresca. Una droga!!
Ma son tutti così gli Champagne? Ne esistono di migliori? O son stato fortunato?
Ne voglio ancora!!! :-P
Voto: 5/5.


Jacquesson bellissima realtà! Compra una paio di 740 ed aprili non prima di 3-4 anni... :wink:

O anche un 736 DT dato che gli è piaciuto il DT :D


Sfondi una porta aperta! :mrgreen:
Volevo farlo risparmiare in trepidante attesa...


Prendo appunti con grande interesse. Penso comunque che, portafogli permettendo, approfondirò quel mondo.
Ho sempre saputo che mi sarei rovinato a seguire la passione per il buon vino... :roll: :D


...rovinato, ma che soddisfazioni!!
Smarco
Messaggi: 3481
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda Smarco » 05 ott 2017 21:49

SommelierSardo ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:
Smarco ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:
Jacquesson bellissima realtà! Compra una paio di 740 ed aprili non prima di 3-4 anni... :wink:

O anche un 736 DT dato che gli è piaciuto il DT :D


Sfondi una porta aperta! :mrgreen:
Volevo farlo risparmiare in trepidante attesa...


Prendo appunti con grande interesse. Penso comunque che, portafogli permettendo, approfondirò quel mondo.
Ho sempre saputo che mi sarei rovinato a seguire la passione per il buon vino... :roll: :D


...rovinato, ma che soddisfazioni!!

Prossimo passo P2 :mrgreen:
davidef
Messaggi: 7790
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda davidef » 05 ott 2017 22:51

.
Ultima modifica di davidef il 05 nov 2018 18:11, modificato 1 volta in totale.
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda BarbarEdo » 05 ott 2017 23:23

Smarco ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:
Smarco ha scritto:O anche un 736 DT dato che gli è piaciuto il DT :D


Sfondi una porta aperta! :mrgreen:
Volevo farlo risparmiare in trepidante attesa...


Prendo appunti con grande interesse. Penso comunque che, portafogli permettendo, approfondirò quel mondo.
Ho sempre saputo che mi sarei rovinato a seguire la passione per il buon vino... :roll: :D


...rovinato, ma che soddisfazioni!!

Prossimo passo P2 :mrgreen:

Sì, grandi soddisfazioni!! :D Penso di avere ancora molto di squisito da assaggiare a un livello più basso del P2, ma piano piano conto di arrivare anche a quello ;-).
Primum bibere deinde philosophari
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7386
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda zampaflex » 06 ott 2017 09:38

davidef ha scritto:
paperofranco ha scritto:
landmax ha scritto:Cotes du Jura Chardonnay "La Bardette" 2014 Domaine Labet

Ogni volta che bevo i vini dello Jura penso che ne dovrei bere di più. Questo chardonnay "ouillé" (quindi non ossidativo) ne è l'ennesimo esempio. Un vino che ha davvero tutto: profumi, grande pienezza e profondità gustativa, ma soprattutto tanto, tanto sapore.
Ecco, se dovessi trovare un tratto distintivo evidente tra gli chardonnay di Borgogna e quelli dello Jura (per quel poco che ho bevuto), è proprio l'incredibile sapore che sprigionano questi ultimi. Sapore che non è solo sapidità (o mineralità), che pure non manca, ma quel quid di solarità e maturità del frutto in più, che non toglie nulla all'equilibrio o dinamicità di questi vini e che regala sensazioni nuove e davvero appaganti per il bevitore.

Sarebbe davvero interessante, come esperimento, se Marco Vinogodi, ad una delle future "borgognate", provasse a inserire uno di questi campioni (il Grusse En Billat di Ganevat, per dire), per verificare, alla cieca, (i) se viene riconosciuto come "fuori zona" e
(ii) se riesce a "tenere testa", in termini di qualità assoluta, ai grandi di Borgogna (io giurerei di sì).


Per quel poco che ho bevuto, per me lo Chardonnay trova nello Jura la sua massima espressione, ...........forse detta così è un po' forte, ma mi garbano davvero tanto, mediamente assai di più della Borgogna bianca, che mi è venuta a noia.......


Bei vini, gran bei vini, Labet produttore molto fine che amo e compro da un pezzetto, la Borgogna però è altra cosa

Gsnevat rispondendo a Landmax se lo metti in mezzo a dei Borgogna ma pure a degli Chablis viene evidenziato i 2,7 secondi, fatto anche a metà anno, non se ne esce diversamente


Stavo per dirlo anche io. Si esprime diversamente, viaggia su registri più acidi e minerali; come paragonare il nebbiolo di Valtellina con quello di Langa: impossibile confonderli.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
andrea
Messaggi: 7958
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda andrea » 06 ott 2017 09:59

davidef ha scritto:Bei vini, gran bei vini, Labet produttore molto fine che amo e compro da un pezzetto, la Borgogna però è altra cosa

E meno male!!! Così si trovano chardonnay bevibili!
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
landmax
Messaggi: 1012
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda landmax » 06 ott 2017 10:22

zampaflex ha scritto:
davidef ha scritto:
paperofranco ha scritto:
landmax ha scritto:Cotes du Jura Chardonnay "La Bardette" 2014 Domaine Labet

Ogni volta che bevo i vini dello Jura penso che ne dovrei bere di più. Questo chardonnay "ouillé" (quindi non ossidativo) ne è l'ennesimo esempio. Un vino che ha davvero tutto: profumi, grande pienezza e profondità gustativa, ma soprattutto tanto, tanto sapore.
Ecco, se dovessi trovare un tratto distintivo evidente tra gli chardonnay di Borgogna e quelli dello Jura (per quel poco che ho bevuto), è proprio l'incredibile sapore che sprigionano questi ultimi. Sapore che non è solo sapidità (o mineralità), che pure non manca, ma quel quid di solarità e maturità del frutto in più, che non toglie nulla all'equilibrio o dinamicità di questi vini e che regala sensazioni nuove e davvero appaganti per il bevitore.

Sarebbe davvero interessante, come esperimento, se Marco Vinogodi, ad una delle future "borgognate", provasse a inserire uno di questi campioni (il Grusse En Billat di Ganevat, per dire), per verificare, alla cieca, (i) se viene riconosciuto come "fuori zona" e
(ii) se riesce a "tenere testa", in termini di qualità assoluta, ai grandi di Borgogna (io giurerei di sì).


Per quel poco che ho bevuto, per me lo Chardonnay trova nello Jura la sua massima espressione, ...........forse detta così è un po' forte, ma mi garbano davvero tanto, mediamente assai di più della Borgogna bianca, che mi è venuta a noia.......


Bei vini, gran bei vini, Labet produttore molto fine che amo e compro da un pezzetto, la Borgogna però è altra cosa

Gsnevat rispondendo a Landmax se lo metti in mezzo a dei Borgogna ma pure a degli Chablis viene evidenziato i 2,7 secondi, fatto anche a metà anno, non se ne esce diversamente


Stavo per dirlo anche io. Si esprime diversamente, viaggia su registri più acidi e minerali; come paragonare il nebbiolo di Valtellina con quello di Langa: impossibile confonderli.


Credo anch'io, infatti, e mi pare di avere anche spiegato, dal mio punto di vista, le macro differenze che riscontro tra i due terroir (non mi pare però che gli chardonnay jurassien appaiano più acidi di quelli borgognoni, parlando nella media; poi, chiaro, se me li confronti con certi Meursault può starci).

La mia era piuttosto la curiosità di verificare, non avendolo mai fatto, se un grande chardonnay ouillé dello Jura possa tener testa, in termini di qualità "assoluta" percepita (prescindendo quindi dalla contestualizzazione dei terroir), ad un grande chardonnay di Borgogna. Io azzarderei di sì e mi piacerebbe verificarlo (e probabilmente mi sbaglio, eh). Anche Chablis, del resto, esprime chardonnay che non hanno nulla a che vedere con i vari Meursault, Puligny, ecc., pur essendo formalmente Borgogna.
Vinos
Messaggi: 960
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2017

Messaggioda Vinos » 06 ott 2017 11:10

landmax ha scritto:Cotes du Jura Chardonnay "La Bardette" 2014 Domaine Labet

Ogni volta che bevo i vini dello Jura penso che ne dovrei bere di più. Questo chardonnay "ouillé" (quindi non ossidativo) ne è l'ennesimo esempio. Un vino che ha davvero tutto: profumi, grande pienezza e profondità gustativa, ma soprattutto tanto, tanto sapore.
Ecco, se dovessi trovare un tratto distintivo evidente tra gli chardonnay di Borgogna e quelli dello Jura (per quel poco che ho bevuto), è proprio l'incredibile sapore che sprigionano questi ultimi. Sapore che non è solo sapidità (o mineralità), che pure non manca, ma quel quid di solarità e maturità del frutto in più, che non toglie nulla all'equilibrio o dinamicità di questi vini e che regala sensazioni nuove e davvero appaganti per il bevitore.

Sarebbe davvero interessante, come esperimento, se Marco Vinogodi, ad una delle future "borgognate", provasse a inserire uno di questi campioni (il Grusse En Billat di Ganevat, per dire), per verificare, alla cieca, (i) se viene riconosciuto come "fuori zona" e
(ii) se riesce a "tenere testa", in termini di qualità assoluta, ai grandi di Borgogna (io giurerei di sì).


Ho bevuto un 2012 qualche mese fa è devo dire che è mi è piaciuto parecchio.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: biodinamico e 18 ospiti