BEVUTE SETTEMBRINE

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
maxer
Messaggi: 3000
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda maxer » 19 set 2017 12:30

VILLA BUCCI RISERVA 2013
Bevuta da Uliassi: purtroppo mi è sta servita ad una temperatura di circa 6/7 gradi, unico erroraccio nel corso della magnifica cena con il nuovo Menù degustazione 2017. Ho dovuto tenere il bicchiere fra le mani a lungo prima di bere ( :mrgreen: )
Color giallo paglierino marcato, all'inizio è ovviamente chiuso al naso, poi molto lentamente si apre con i suoi profumi di viola, salvia, fieno, albicocca, pera, mandorla, con un equilibrio sempre più perfetto. In bocca acidità sapidità di mare e struttura consistente, con esplosività sorprendente ma pur sempre rimanendo delicato e con una lunghissima pesistenza. Si è abbinato perfettamente ai piatti di Uliassi, di pesce, molluschi e crostacei, tutti con l''impronta di un gusto marcato, volutamente quasi "rustico" ma indimenticabile. Il Villa Bucci Riserva non lo scopro certo io. Sicurezza. :D :D :D :D :D

BARTHENAU 2008 HOFSTATTER
Da vigne di quasi 70 anni, questo Pinot Noir ha un grande impatto al naso, lamponi e fragole di bosco. Al sorso equilibrio fra tannini delicati ancora presenti e freschezza, amarene e frutti di bosco, con una persistenza piacevolissima e duratura. Veramente una bella bottiglia, che non conoscevo, forse inaspettata da una azienda che produce quasi un milione di bottiglie l'anno. Ma si sa, il Sudtirol (o Alto Adige per i patriottici ... 8)) a volte, o spesso, sa sorprendere. Ne berrò ancora. :D :D :D :D

Prossima puntata: Degustazione Cantina PRODIGO ALESSANDRO SPERI Vini Argentina
carpe diem 8)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7570
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda zampaflex » 19 set 2017 12:48

maxer ha scritto:
BARTHENAU 2008 HOFSTATTER
Da vigne di quasi 70 anni, questo Pinot Noir ha un grande impatto al naso, lamponi e fragole di bosco. Al sorso equilibrio fra tannini delicati ancora presenti e freschezza, amarene e frutti di bosco, con una persistenza piacevolissima e duratura. Veramente una bella bottiglia, che non conoscevo, forse inaspettata da una azienda che produce quasi un milione di bottiglie l'anno. Ma si sa, il Sudtirol (o Alto Adige per i patriottici ... 8)) a volte, o spesso, sa sorprendere. Ne berrò ancora. :D :D :D :D



Il Barthenau Vigna Sant'Urbano è il capostipite del Pinot Nero in Alto Adige, e da un certo punto di vista qualitativo viene da dire in Italia. Ha subito anche lui le variazioni nelle tecniche in vigna ed in cantina, ma resta, per l'Italia, un prodotto di eccellenza nell'ambito del vitigno. E' una delle prime bottiglie "di peso" che abbia bevuto, vent'anni fa, in una piacevolissima occasione tra l'altro :mrgreen:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Bruciato
Messaggi: 271
Iscritto il: 10 ott 2014 21:18

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Bruciato » 19 set 2017 13:21

Furore Rosso riserva 2015 M.Cuomo: mia prima esperienza con questo vino e non posso che parlarne bene. Bello vigoroso in bocca con tannino presente e importante. A naso un bel sottobosco che ha accompagnato tutta la bevuta. Ecco forse la beva non è semplicissima e finire la bottiglia è stato un po' ostico.
Comunque buon vino molto personale ed identificabile. :)
maxer
Messaggi: 3000
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda maxer » 19 set 2017 13:25

Che bei " ricordi "...
Tu le chiami "occasioni"? Io in un altro modo ...
Le è piaciuto (il vino) ? :D
carpe diem 8)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7570
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda zampaflex » 19 set 2017 14:12

maxer ha scritto:Che bei " ricordi "...
Tu le chiami "occasioni"? Io in un altro modo ...
Le è piaciuto (il vino) ? :D


Molto :D
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Francesco M
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Francesco M » 19 set 2017 14:24

Barbaresco Rabaja G. Cortese 2014 - premetto che ho bevuto con grande soddisfazione la 2013, ancora sbarbatello ma con tutte le carte a posto per un bel futuro, rubino decisamente tendente al granato, delicati frutti rossi di bosco, tannino austero ma non violento, fresco e affilato, poi liquirizia, cacao, infine tabacco, non si scopre mai del tutto, lungo e persistente, l'ho trovato molto intrigante.

Ieri sera è cambiata la musica (purtroppo), tralasciando l'estrema magrezza (un vino quasi impalpabile), sembrava già decrepito, granato scarico, al naso non riuscivo a percepire nulla se non una botta di ridotto (direi sapone) che mi ha cappottato dalla sedia, guardavo gli altri che bevevano tranquilli e pensavo fossi ubriaco io; meno male che dopo una decina di minuti sono apparsi i primi fruttini e così via i vegetali e qualche impercettibile nota di liquirizia e spezie; in bocca un corpo davvero troppo esile, solito tannino austero ben presente ma sapidità e acidità che non riuscivano a sostenere l'alcolicità (quella sì che si percepiva bene), cortissimo e magro magro magro.
cortese nel 2014 ha raccolto davvero questi frutti oppure ho bevuto una bottiglia storta?
eppure i barbera 2014 che ho assaggiato da loro avevano tutt'altro carattere
La ragione ha torto
supersonic76
Messaggi: 725
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda supersonic76 » 19 set 2017 14:36

Secondo me la 2014 è stata (come ampiamente previsto) un' annata di stra-merda.
Quasi senza eccezioni...
Memento Audere Semper
Francesco M
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Francesco M » 19 set 2017 14:54

supersonic76 ha scritto:Secondo me la 2014 è stata (come ampiamente previsto) un' annata di stra-merda.
Quasi senza eccezioni...

ti dirò che tanti bianchi qui nelle marche mi stanno riservando belle sorprese, soprattutto quelli dei vignaioli che scelgono di non estremizzare l'intervento in cantina pur di ottenere il "risultato".

invece non posso dire altrettanto per i rossi :roll: .
La ragione ha torto
Avatar utente
sbrega
Messaggi: 3953
Iscritto il: 03 lug 2007 14:53

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda sbrega » 19 set 2017 14:58

Francesco M ha scritto:Barbaresco Rabaja G. Cortese 2014 - premetto che ho bevuto con grande soddisfazione la 2013, ancora sbarbatello ma con tutte le carte a posto per un bel futuro, rubino decisamente tendente al granato, delicati frutti rossi di bosco, tannino austero ma non violento, fresco e affilato, poi liquirizia, cacao, infine tabacco, non si scopre mai del tutto, lungo e persistente, l'ho trovato molto intrigante.

Ieri sera è cambiata la musica (purtroppo), tralasciando l'estrema magrezza (un vino quasi impalpabile), sembrava già decrepito, granato scarico, al naso non riuscivo a percepire nulla se non una botta di ridotto (direi sapone) che mi ha cappottato dalla sedia, guardavo gli altri che bevevano tranquilli e pensavo fossi ubriaco io; meno male che dopo una decina di minuti sono apparsi i primi fruttini e così via i vegetali e qualche impercettibile nota di liquirizia e spezie; in bocca un corpo davvero troppo esile, solito tannino austero ben presente ma sapidità e acidità che non riuscivano a sostenere l'alcolicità (quella sì che si percepiva bene), cortissimo e magro magro magro.
cortese nel 2014 ha raccolto davvero questi frutti oppure ho bevuto una bottiglia storta?
eppure i barbera 2014 che ho assaggiato da loro avevano tutt'altro carattere


Rabaja Cortese 2014 bevuto 2 settimane fa veramente sottotono... confermo la magrezza del vino in questione
Non esistono brutte donne... esiste solo poco RUM!

Abbuffino N°1

21 Giugno: IO C'ERO!
21 Giugno BIS: IO C'ERO!
21 Giugno TRIS: IO l'HO ORGANIZZATO
21 Giugno IV: IO C'ERO!
littlewood
Messaggi: 1820
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda littlewood » 19 set 2017 15:42

E io un monfortino 014 straordinario! E x ronberto conterno annata grandissima .e nn aolo x lui...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11678
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Alberto » 19 set 2017 15:53

littlewood ha scritto:E io un monfortino 014 straordinario! E x ronberto conterno annata grandissima .e nn aolo x lui...

Infatti metà delle aziende a Montalcino saltano il Brunello, metà in Chianti le Riserve e le Gran Selezioni, in Veneto e FVG se usciranno solo 90% di rossi base sarà già tanto. Non metterei via per il futuro nemmeno i bianchi, in genere.
Sull'Etna grandi cose parrebbe, ma quello è un mondo a sé, sono state grandi la 2002 e la 2008, che invece altrove hanno dato piccoli vini. :wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11678
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Alberto » 19 set 2017 15:53

Alberto ha scritto:
littlewood ha scritto:E io un monfortino 014 straordinario! E x ronberto conterno annata grandissima .e nn aolo x lui...

Infatti metà delle aziende a Montalcino saltano il Brunello, metà in Chianti le Riserve e le Gran Selezioni, in Veneto e FVG se usciranno solo 90% di rossi base sarà già tanto. Non metterei via per il futuro nemmeno i bianchi, in genere.
Sull'Etna grandi cose parrebbe, ma quello è un mondo a sé, sono state grandi la 2002 e la 2008, che invece altrove hanno dato piccoli vini. :wink:


P.S.: Fortunatamente mio figlio è nato nel 2015... :mrgreen:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Francesco M
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Francesco M » 19 set 2017 15:59

Alberto ha scritto:
littlewood ha scritto:E io un monfortino 014 straordinario! E x ronberto conterno annata grandissima .e nn aolo x lui...

Infatti metà delle aziende a Montalcino saltano il Brunello, metà in Chianti le Riserve e le Gran Selezioni, in Veneto e FVG se usciranno solo 90% di rossi base sarà già tanto. Non metterei via per il futuro nemmeno i bianchi, in genere.
Sull'Etna grandi cose parrebbe, ma quello è un mondo a sé, sono state grandi la 2002 e la 2008, che invece altrove hanno dato piccoli vini. :wink:

per quanto mi riguarda, bevuto a giugno il syrah 2014 di amerighi: una bella bomba.
La ragione ha torto
maxer
Messaggi: 3000
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda maxer » 19 set 2017 16:02

DEGUSTAZIONE PRODIGO di ALESSANDRO SPERI
Nel 2002 Alessandro Speri decide di andare in Argentina ed iniziare la sua "avventura" enologica nel Sudamerica. Laureato in Giurisprudenza, persona di complessa e profonda cultura (e simpatia), cresciuto fino a quel momento fra le vigne e la campagna della Valpolicella in una delle famiglie di più tradizione in campo enologico respirandone da sempre gli influssi e la sapienza , compie la sua scelta particolare di "figliol prodigo" di trasferirsi a Mendoza. Con l'aiuto del padre, acquista dei terreni dai 1100 ai 700 metri di altezza (a una latitudine corrispondente nel ns. emisfero alla Tunisia) ed inizia a sperimentare.
I suoi vini, sorprendenti per finezza ed eleganza, rappresentano la territorialità e l'identità del vitigno e del suolo, sommate ad una conoscenza acquisita della ricerca e delle tecniche di vinificazione sempre rispettose della vigna.
Tranquilli, la degustazione è avvenuta a Fumane, nella azienda del fratello minore Marco Speri (Secondo Marco) e purtroppo non in Argentina, dove si era tra l'altro recato il mio amico Augusto "Massif" qualche anno fa in un viaggio a suo dire meraviglioso.

MALBEC 2013 PRODIGO
In purezza, bel colore rubino rosso brillante e toni violacei, aromi di lampone, prugna, vaniglia, di buona struttura con tannini morbidi e buona acidità. Prevalgono frutti rossi di amarena e ciliegia, cioccolata. Freschezza, equilibrio e buon finale. un Malbec interpretato bene, all'europea ... di ottima bevibilità :D :D :D

MALBEC RISERVA 2008 PRODIGO
Qui siamo su un piano senz'altro superiore. Sempre colore rosso ma più intenso, con note viola accentuate. Al naso frutta rossa marcata, spezie, cioccolato fondente. Importante struttura in bocca, pur con tannini delicati ma presenti e acidità ancora ottima, il tutto in equilibrio con richiami di legno francese. Finale molto lungo e avvolgente: un vino che può vivere ancora per tanti anni. Sorprendente. :D :D :D :D :)

TEMPRANILLO SELECTION 2013 PRODIGO
E' senz'altro il vino più "singolare" della degustazione: l'ho chiamato in dialetto veneto "vim selvadego", trovando la risata e l'approvazione di Alessandro. Naso particolare di cuoio, di aromi ancestrali, erbe selvatiche appunto, prato bagnato, fieno non secco. Gusti di frutta rossa matura, di bosco, ciliegiona, cioccolata, sapori balsamici. Un cavallo della pampa scalpitante (anche un pò sudato). Da bere con l'asado e la parrilla. Mi è piaciuto tanto! :D :D :D :D

ROSE' MALBEC 2014 PRODIGO
Un rosato di 14 gradi, ma ti va giù che non lo senti nemmeno ... Color rosa intenso e fucsia, un bel fruttato di fragola, lampone e ciliegia chiara, profumo di viola. Come tutti i vini di Alessandro Speri (a parte il "selvadego") è elegante, raffinato, territoriale. Da berne. :D :D :D

TORRONTES 2014 PRODIGO
Anche questo in purezza, è un bianco che ricorda i ns. Moscato. Anche se non è un vino che amo alla follia (il Moscato), è pur sempre interpretato con la consueta capacità "prodigiosa", con profumi variegati floreali, sapidità e delicatezza. Da bere volentieri con il pesce crudo. Mi ha ricordato, per la sapidità marina, quella splendida bottiglia dell' Orto, vino veneziano dell'isoletta di S.Erasmo creato da Michel Thoulouze (malvasia istriana e greco). Come è piccolo il mondo. :D :D :D :)

Ultima nota: il rapporto qualità/prezzo è davvero mooolto interessante.

Visto che ero nell'azienda del fratello Marco, ho anche assaggiato il suo:

VALPOLICELLA CLASSICO 2014 SECONDO MARCO
Corvina 70% Corvinone 15 % Rondinella 10 % Altri 5 %, nasce nella zona di Fumane, perfetta per gli incroci fra i venti freddi dai Monti Lessini e quelli tiepidi dal Lago di Garda. Un vino gentile, con struttura fine ed elegante, rotonda, con buona complessità di aromi. Rosso rubino, profumo fresco e fruttato di ciliegia rossa e amarena. Il 2014 ha una acidità accentuata, ma personalmente la considero piacevole (son fatto così, amo i vini che tendono più all'acido che non al grasso), che porterà questa bottiglia a durare più a lungo. Una delle migliori espressioni del Valpolicella :D :D :D :D
carpe diem 8)
littlewood
Messaggi: 1820
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda littlewood » 19 set 2017 18:38

Averlo saputo...ora abito a 1 km da secondo marco... :cry:
maxer
Messaggi: 3000
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda maxer » 19 set 2017 20:59

Se ti interessa, ti posso dare in mp il suo cell.
carpe diem 8)
maxer
Messaggi: 3000
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda maxer » 19 set 2017 21:03

Alessandro adesso è in Argentina. Tornerà in ottobre, fermandosi in Italia per circa un mese.
carpe diem 8)
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3402
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda videodrome » 19 set 2017 21:40

sbrega ha scritto:
Francesco M ha scritto:Barbaresco Rabaja G. Cortese 2014 - premetto che ho bevuto con grande soddisfazione la 2013, ancora sbarbatello ma con tutte le carte a posto per un bel futuro, rubino decisamente tendente al granato, delicati frutti rossi di bosco, tannino austero ma non violento, fresco e affilato, poi liquirizia, cacao, infine tabacco, non si scopre mai del tutto, lungo e persistente, l'ho trovato molto intrigante.

Ieri sera è cambiata la musica (purtroppo), tralasciando l'estrema magrezza (un vino quasi impalpabile), sembrava già decrepito, granato scarico, al naso non riuscivo a percepire nulla se non una botta di ridotto (direi sapone) che mi ha cappottato dalla sedia, guardavo gli altri che bevevano tranquilli e pensavo fossi ubriaco io; meno male che dopo una decina di minuti sono apparsi i primi fruttini e così via i vegetali e qualche impercettibile nota di liquirizia e spezie; in bocca un corpo davvero troppo esile, solito tannino austero ben presente ma sapidità e acidità che non riuscivano a sostenere l'alcolicità (quella sì che si percepiva bene), cortissimo e magro magro magro.
cortese nel 2014 ha raccolto davvero questi frutti oppure ho bevuto una bottiglia storta?
eppure i barbera 2014 che ho assaggiato da loro avevano tutt'altro carattere


Rabaja Cortese 2014 bevuto 2 settimane fa veramente sottotono... confermo la magrezza del vino in questione

L'avevo bevuto al vinitaly, certo non mi aveva colpito in positivo ma neppure cosí disastroso.
stecca
Messaggi: 379
Iscritto il: 01 nov 2008 12:49
Località: BS

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda stecca » 19 set 2017 23:20

ROUGE 2016 pinot neo - DORNACH Patrick Uccelli
Bottiglia presa un mese fa da lui in azienda.
Il colore è quello tipico dei Pinot, rubino scarico, naso inizialmente monotematico di fruttino rosso e alcol, poi col tempo escono note di carne rossa e qualcosa di autunnale e leggermente foxy.
In bocca è leggero, anche troppo.
Ci sono anche un base in bottiglie da litro con della schiava in assemblaggio (pensato proprio per essere nella sua semplicità un vino da sbicchierare in osteria e per essere un onesto compagno a tavola/costo dieci euri) e una selezione con maggiore complessità: questo invece è il vino di mezzo, che si beve spensieratamente, ma non mi ha fatto strabuzzare.
Un po' di ciccia e concentrazione (in chiave "potenza senza peso" - si sta parlando sempre di Pinot :) ) non avrebbero guastato.
In cantina lo si prende a 15 euro.(vado a memoria)
Della visita in cantina conservo davvero un bel ricordo, Patrick è molto gentile, disponibile ed è un attimo che il tempo, discorrendo di vino, voli. L'impressione è però che quello che ci si ritrova nel bicchiere non riesca a trasferire tutta la passione e le idee che si percepiscono stando a parlare di persona con lui a chi lo beve
Penso e spero che sia solo una questione di esperienza e che il manico si faccia.

Due piccole considerazioni:
- In Alto Adige ci sono ottimi vini, ma a parità di qualità, in linea di massima, in altre regione si spenda meno. (unica eccezione forse, a parità di qualità, i passiti e le bolle).
- Provo e riprovo col pinot: faccio fatica a trovare dei borgogna a meno di un ventino e quindi, giocoforza, per berlo vado sugli italiani, ma devo ammetere a me stesso che altri vitigni, allo stesso prezzo o anche a meno, mi lasciano sempre più soddisfatto.
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda BarbarEdo » 20 set 2017 07:36

videodrome ha scritto:
sbrega ha scritto:
Francesco M ha scritto:Barbaresco Rabaja G. Cortese 2014 - premetto che ho bevuto con grande soddisfazione la 2013, ancora sbarbatello ma con tutte le carte a posto per un bel futuro, rubino decisamente tendente al granato, delicati frutti rossi di bosco, tannino austero ma non violento, fresco e affilato, poi liquirizia, cacao, infine tabacco, non si scopre mai del tutto, lungo e persistente, l'ho trovato molto intrigante.

Ieri sera è cambiata la musica (purtroppo), tralasciando l'estrema magrezza (un vino quasi impalpabile), sembrava già decrepito, granato scarico, al naso non riuscivo a percepire nulla se non una botta di ridotto (direi sapone) che mi ha cappottato dalla sedia, guardavo gli altri che bevevano tranquilli e pensavo fossi ubriaco io; meno male che dopo una decina di minuti sono apparsi i primi fruttini e così via i vegetali e qualche impercettibile nota di liquirizia e spezie; in bocca un corpo davvero troppo esile, solito tannino austero ben presente ma sapidità e acidità che non riuscivano a sostenere l'alcolicità (quella sì che si percepiva bene), cortissimo e magro magro magro.
cortese nel 2014 ha raccolto davvero questi frutti oppure ho bevuto una bottiglia storta?
eppure i barbera 2014 che ho assaggiato da loro avevano tutt'altro carattere


Rabaja Cortese 2014 bevuto 2 settimane fa veramente sottotono... confermo la magrezza del vino in questione

L'avevo bevuto al vinitaly, certo non mi aveva colpito in positivo ma neppure cosí disastroso.

Purtroppo il 2014 di Cortese al momento è così : magro e poco espressivo. Non ricordo però un'alcolicità fastidiosa, né la sensazione che fosse già decrepito. Comunque deludente.
Uno sbuffo di sapone ricordo bene di averlo sentito anch'io, ma non nel barbaresco, bensì nel suo dolcetto 2015... Boh..
Primum bibere deinde philosophari
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13091
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Kalosartipos » 20 set 2017 08:50

Ieri pomeriggio ho visitato l'azienda di Ermes Pavese, a Morgex.. solo Prié Blanc, viti a piede franco, sei ettari totali divisi in CENTOQUARANTA :shock: micro-parcelle, fra i 900 ed i 1.200 metri.. la vendemmia 2017, causa gelate primaverili, ha prodotto solo l'1% rispetto al consueto..

Immagine
Ultima modifica di Kalosartipos il 20 set 2017 08:53, modificato 1 volta in totale.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13091
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Kalosartipos » 20 set 2017 08:51

Alcune delle vasche inox

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13091
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Kalosartipos » 20 set 2017 08:52

La piccola bottaia (barriques e tonneaux)

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13091
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Kalosartipos » 20 set 2017 08:58

Abbiamo assaggiato l'intera gamma, ad esclusione dell'icewine "Ninive", esaurito..

Due bolle interessanti, entrambi pas dosé, con sosta di 18 e 24 mesi sui lieviti (preferita la maggiore complessità di quest'ultima).. esisterebbe anche le versione 36 mesi, attualmente non disponibile; etichette sempre originali.

Immagine

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13091
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: BEVUTE SETTEMBRINE

Messaggioda Kalosartipos » 20 set 2017 08:59

Il cavallo di battaglia dell'azienda, il Blanc de Morgex et de La Salle base.. in commercio con l'annata 2016, estremamente giovane e da lasciare riposare almeno fino alla prossima estate

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Belluccio, george7179, littlewood e 16 ospiti