Il veganesimo

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
vinogodi
Messaggi: 29034
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Il veganesimo

Messaggioda vinogodi » 07 lug 2017 11:13

... allora , visto che divaghiamo dal concetto iniziale, facciamo gli interattivi fino in fondo e vi racconto un aneddoto , quello relativo a " i fattori che influenzano la salute" ... e , conseguentemente , l'aspetto fisico . Per sgombrare il campo da facili allusioni o delegittimazioni di certuni , che non la pensano come me , dico solo che parlo per esperienza personale e professionale , come chimico alimentare , biologo , nutrizionista e ricercatore (questo per sottolineare quanto ce l'ho lungo):

Il "triangolo del benessere" non è un triangolo equilatero ( i cui lati sono : Nutrizione - Attività Fisica - Genetica) . Vi espongo 3 punti di vista non di persone qualsiasi , ma luminari nel loro campo professionale :

a) Il triangolo "scaleno" vede il lato decisamente più importante riguardo all'aspetto legato alla Nutrizione , che vale almeno il 60% della lunghezza dell'intero perimetro. . Siamo quel che mangiamo , un vero laboratorio biochimico che interagisce con le macromolecole sia costituzionali che funzionali . Di conseguenza lo stile di vita influenza la maggior parte di quella che sarà l'aspetto salutistico , ma solo per correggerne le devianze alimentari. La genetica è una variabile indipendente con poco significato .

b) L'attività motoria è il lato principale del triangolo , capace di correggere quasi ogni digressione negativa alimentare , capace di ottimizzare qualsiasi bilancio energetico e che permette una perfetta efficienza motoria . Perché il corpo umano è una vera e propria macchina che va tenuta efficiente e "ben oliata" , sempre in movimento, sempre attiva. L'alimentazione permette di avere una maggior efficacia nell'attività fisica ottimizzandone i risultati . La genetica aiuta nel massimizzare queste performances , come variabile indipendente .

c) La genetica è addirittura il 70% del perimetro . Nella vita bisogna avere il culo di nascere dai genitori giusti .

Chiedo a voi di indovinare chi sono questi tre personaggi ( o , meglio, il loro ambito professionale) che hanno elaborato queste tre tesi e che mestiere fanno ... per dirvi che molte volte , lo stesso problema e gli stessi risultati possono essere interpretati in maniera completamente diversa a seconda della propria , personale, formazione o filosofia...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
alì65
Messaggi: 12089
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Il veganesimo

Messaggioda alì65 » 07 lug 2017 13:20

pensavo che in questo "sito" fosse frequentato da persone intelligenti....in certi casi mi devo ricredere.. :?
futuro incerto...2020 di merda!!!
ZEL WINE
Messaggi: 7317
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Il veganesimo

Messaggioda ZEL WINE » 07 lug 2017 14:17

Alla fine della fiera esiste un solo dato oggettivo: l'aspettativa di vita. Mi sembra che non sia poi male tutto sommato e noi poveri italiani stiamo lassù .
Morire da sani e' veramente triste.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
alì65
Messaggi: 12089
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Il veganesimo

Messaggioda alì65 » 07 lug 2017 14:46

ZEL WINE ha scritto:.....
Morire da sani e' veramente triste.


...vivendo da malati...
futuro incerto...2020 di merda!!!
Avatar utente
puspo
Messaggi: 662
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: Il veganesimo

Messaggioda puspo » 08 lug 2017 11:31

vinogodi ha scritto:...

Il "triangolo del benessere" non è un triangolo equilatero ( i cui lati sono : Nutrizione - Attività Fisica - Genetica) . Vi espongo 3 punti di vista non di persone qualsiasi , ma luminari nel loro campo professionale :

a) Il triangolo "scaleno" vede il lato decisamente più importante riguardo all'aspetto legato alla Nutrizione , che vale almeno il 60% della lunghezza dell'intero perimetro. . Siamo quel che mangiamo , un vero laboratorio biochimico che interagisce con le macromolecole sia costituzionali che funzionali . Di conseguenza lo stile di vita influenza la maggior parte di quella che sarà l'aspetto salutistico , ma solo per correggerne le devianze alimentari. La genetica è una variabile indipendente con poco significato .

b) L'attività motoria è il lato principale del triangolo , capace di correggere quasi ogni digressione negativa alimentare , capace di ottimizzare qualsiasi bilancio energetico e che permette una perfetta efficienza motoria . Perché il corpo umano è una vera e propria macchina che va tenuta efficiente e "ben oliata" , sempre in movimento, sempre attiva. L'alimentazione permette di avere una maggior efficacia nell'attività fisica ottimizzandone i risultati . La genetica aiuta nel massimizzare queste performances , come variabile indipendente .

c) La genetica è addirittura il 70% del perimetro . Nella vita bisogna avere il culo di nascere dai genitori giusti .


a- Veronesi (vegetariano convinto, probabilmente morto di tumore)
b- Mino Raiola (noto sportivo)
c- Gesù Cristo (genitori "giusti", morto a 33 anni)
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Avatar utente
voor69
Messaggi: 2578
Iscritto il: 30 dic 2008 20:38
Località: Berghem City

Re: Il veganesimo

Messaggioda voor69 » 08 lug 2017 13:19

[quote="vinogodi"]... allora , visto che divaghiamo dal concetto iniziale, facciamo gli interattivi fino in fondo e vi racconto un aneddoto , quello relativo a " i fattori che influenzano la salute" ... e , conseguentemente , l'aspetto fisico . Per sgombrare il campo da facili allusioni o delegittimazioni di certuni , che non la pensano come me , dico solo che parlo per esperienza personale e professionale , come chimico alimentare , biologo , nutrizionista e ricercatore (questo per sottolineare quanto ce l'ho lungo):

Il "triangolo del benessere" non è un triangolo equilatero ( i cui lati sono : Nutrizione - Attività Fisica - Genetica) . Vi espongo 3 punti di vista non di persone qualsiasi , ma luminari nel loro campo professionale :

a) Il triangolo "scaleno" vede il lato decisamente più importante riguardo all'aspetto legato alla Nutrizione , che vale almeno il 60% della lunghezza dell'intero perimetro. . Siamo quel che mangiamo , un vero laboratorio biochimico che interagisce con le macromolecole sia costituzionali che funzionali . Di conseguenza lo stile di vita influenza la maggior parte di quella che sarà l'aspetto salutistico , ma solo per correggerne le devianze alimentari. La genetica è una variabile indipendente con poco significato .

b) L'attività motoria è il lato principale del triangolo , capace di correggere quasi ogni digressione negativa alimentare , capace di ottimizzare qualsiasi bilancio energetico e che permette una perfetta efficienza motoria . Perché il corpo umano è una vera e propria macchina che va tenuta efficiente e "ben oliata" , sempre in movimento, sempre attiva. L'alimentazione permette di avere una maggior efficacia nell'attività fisica ottimizzandone i risultati . La genetica aiuta nel massimizzare queste performances , come variabile indipendente .

c) La genetica è addirittura il 70% del perimetro . Nella vita bisogna avere il culo di nascere dai genitori giusti .



a) Mario Balotelli

b) Pitagora (quello di Paperino però)

c) Adolf Hitler
Se non è bello ciò che piace, figuriamoci se piace ciò che è brutto.

Can you tell me the name of 3 great kings who have brought happiness & peace into people's lives?
Smo-king, Drin-king & Fuc-king
vinogodi
Messaggi: 29034
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Il veganesimo

Messaggioda vinogodi » 08 lug 2017 14:05

...siete talmente lontani che è inutile aspettare :

a) Chiara Manzi (fra le più grandi nutrizioniste d'Italia) , formatasi presso università statunitensi, scrittrice di 3 libri su nutrizione e salute con la quale collaboro da circa 3 anni in ricerca applicata , nell'ideazione di preparazioni per cucina e prodotti bilanciati nutrizionalmente e fondatrice della scuola Art Join Nutrition alla quale mi sono specializzato (vedere il web per approfondimenti)

b) Il prof (scomparso) Emilio They , scrittore e grande teorico dell'allenamento coi pesi legato alla salute , Biologo , atleta , divulgatore tecnico scientifico della biomeccanica, campione in tutte le categorie d'età ( over 40 - over 50 e over 60 di BodyBuilding ... una specie di leviatano indistruttibile e dal fisico inenarrabile e improponibile ) , di Parma, con il quale mi sono interfacciato per anni in interminabili discussioni (e allenamenti) ... che ricordo con grande stima ed ammirazione.

c) Esimio Prof Franco Conterio , uno dei più grandi antropologi genetisti (scomparso di recente) , docente all'Università di Parma nell'epoca d'oro delle innumerevoli pubblicazioni dell'Università ( con il quale preparai un epico esame di Genetica e che fece carte false per avermi come internato di tesi in genetica molecolare , ma poi scelsi una più pragmatica tesi sperimentale alla Stazione Sperimentale delle Conserve Alimentari di Parma con l'altrettanto esimio Prof. Casolari , il più grande microbiologo alimentare vivente...))
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
littlewood
Messaggi: 1998
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Il veganesimo

Messaggioda littlewood » 08 lug 2017 18:35

Io penso che l' ambiente sia fattore assolutamente predominante. Pur essendomi occupato di genetica x tanti anni questa nn ha influenza x piu' di un 20/25%. Le comparazioni vanno fatte sempre a parita' di condizioni. X gli animali contemporanee nello stesso allevamento x gli uomini nello stesso ambiente e con lo stesso stile di vita. Se una persona che abbia nella sua famiglia il gene dell' obesita' se la metti in un ambiente con dieta ristretta magari lo manifestera' meno di uno con una dieta ricca di grassi e proteine x cui come dice la Manzi siamo quello che mangiamo!!
ZEL WINE
Messaggi: 7317
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Il veganesimo

Messaggioda ZEL WINE » 08 lug 2017 19:41

littlewood ha scritto: x cui come dice la Manzi siamo quello che mangiamo!!

beh insomma! Diciamo che la Manzi l'ha ripetuto 150 anni dopo.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti