Il veganesimo

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1614
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Il veganesimo

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 04 lug 2017 09:38

Cercando qua e la ho trovato poco e niente sul forum con riguardo a questo argomento.
Vorrei sviscerare le opinioni del forumisti rispetto a tutte le questioni attinenti al tema, con riferimento al vino, ma anche al cibo..so che non è questa la sezione più adatta, ma mi interessava principalmente l'opinione di coloro che bazzicano questa sezione.
Insomma può esserci umanità nello sfruttamento industriale di un animale ai fini di un nutrimento probabilmente non strettamente necessario e spesso, considerata la provenienza industriale del consumo di carne e latte (fecola di patate aggiunta alla carne bianca per aumentarne il volume e porcherie simili) addirittura dannoso?
Intendiamoci, non sono vegano..ma sto cercando di ridurre il consumo di carne e latticini al minimo proprio perchè sono nauseato da quello che ci sta dietro..non ritengo l'allevamento ai fini nutrizionali una pratica moralmente censurabile..il problema è l'industrializzazione che si è insinuata fino al midollo..e attenzione, non si scappa..per quanto si possa acquistare abitualmente dal macellaio di fiducia o dal caseificio dietro l'angolo, ognuno di noi inciampa più o meno frequentemente nel prodotto ottenuto dalla sofferenza gratuita e ingiustificata..e anche se abbassiamo la testa, anche se non vediamo o non vogliamo vedere, la consapevolezza ci rende responsabili.

PS: non ne so un granchè di cucina, ma dai programmi che mi capita di vedere in tv (da masterchef a giorgione) ho notato che l'argomento viene schivato con grande maestria. sempre.
Una cosa è certa: non parlarne fa proprio comodo.
Lorenzo
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Il veganesimo

Messaggioda pippuz » 04 lug 2017 10:21

Io roba "industriale" cerco di evitarla da anni, dalla carne ai formaggi alle uova.

Ci sarebbe anche da aggiungere un'altra cosa: è vero che lo sfruttamento intensivo di cui parli implica sofferenze animali, ma anche lo sfruttamento agricolo intensivo implica sofferenze (leggi: schiavismo) in questo caso umane.
Di questo però i vegani se ne fottono allegramente.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1614
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: Il veganesimo

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 04 lug 2017 10:36

pippuz ha scritto:Io roba "industriale" cerco di evitarla da anni, dalla carne ai formaggi alle uova.

Ci sarebbe anche da aggiungere un'altra cosa: è vero che lo sfruttamento intensivo di cui parli implica sofferenze animali, ma anche lo sfruttamento agricolo intensivo implica sofferenze (leggi: schiavismo) in questo caso umane.
Di questo però i vegani se ne fottono allegramente.


è un tema differente..senz'altro anche questo un grande problema..
Lorenzo
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8200
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Il veganesimo

Messaggioda zampaflex » 04 lug 2017 11:36

Se ne parliamo dal punto di vista nutrizionale, il veganesimo è una gran troiata (le proteine animali sono essenziali, anche in piccole quantità, per il corretto sviluppo dell'organismo umano).

Se vediamo il lato dello sfruttamento animale, dobbiamo anche dirci che quegli animali lì, manco avrebbero visto la luce. Si chiama allevamento, e lo pratichiamo da migliaia di anni.

Se affrontiamo il lato del bilancio energetico (risorse necessarie per produrre un chilo di alimento), la carne è mostruosamente più cara e inquinante dei vegetali e, di fronte all'aumento della popolazione, finiremo per doverne ridurre il consumo nostro malgrado.

Se affrontiamo il problema qualitativo, bene, molto bene (per la nostra salute e per il sostentamento dei piccoli produttori che fanno qualità), ma non spostiamo i termini del problema carne si - carne no.

Quindi, per me, c'è troppa ideologia e poca razionalità dietro a molti atteggiamenti dei vegetariani (peggio ancora dei vegani, le cui teorie manco stanno in piedi dal punto di vista biochimico).
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Smarco
Messaggi: 3793
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: Il veganesimo

Messaggioda Smarco » 04 lug 2017 12:10

zampaflex ha scritto:Se ne parliamo dal punto di vista nutrizionale, il veganesimo è una gran troiata (le proteine animali sono essenziali, anche in piccole quantità, per il corretto sviluppo dell'organismo umano).

Se vediamo il lato dello sfruttamento animale, dobbiamo anche dirci che quegli animali lì, manco avrebbero visto la luce. Si chiama allevamento, e lo pratichiamo da migliaia di anni.

Se affrontiamo il lato del bilancio energetico (risorse necessarie per produrre un chilo di alimento), la carne è mostruosamente più cara e inquinante dei vegetali e, di fronte all'aumento della popolazione, finiremo per doverne ridurre il consumo nostro malgrado.

Se affrontiamo il problema qualitativo, bene, molto bene (per la nostra salute e per il sostentamento dei piccoli produttori che fanno qualità), ma non spostiamo i termini del problema carne si - carne no.

Quindi, per me, c'è troppa ideologia e poca razionalità dietro a molti atteggiamenti dei vegetariani (peggio ancora dei vegani, le cui teorie manco stanno in piedi dal punto di vista biochimico).

riguardo i vegani e vegetariani ho sempre pensato che a una buona percentuale di loro degli animali non glie ne fotte niente e siano cosi solo perchè nella loro distorsione cognitiva e arrivati ormai a una crisi di mezza eta sperino di vivere più a lungo, vedo gente che diventa vegetariana a 50 anni dopo che si è inscritta su facebook...
sul cibo (spazzatura) a base animale, non ci vedo nulla di nuovo, si sapeva che faceva male e si sa anche ora.
Poche settimane fa sono stato in una fattoria con mio figlio il tutto organizzato dall asilo, mucche vitelli ecc erano tenuti in condizioni perfette e tutto era pulitissimo (parlo di 3 capannoni no di due animali) è chiaro che poi i polli con i quali Amadori fa le varie preparazioni di carne tipo due cotolette a 1,30€ non avranno lo stesso trattamento ma a quel punto a chi non va bene basta che non le compra e non scassa i marroni a chi non si può permettere di meglio.
L argomento è troppo ampio e sinceramente non capisco dove gbaenergiaeco voglia andare a parare anche perchè di nesso con il vino ci vedo ben poco a meno che non vogliamo parlare di VINO VEGANO :lol: :lol: :lol:
probabilmente stai arrivando anche tu alla soglia dei 50? :lol: :lol:
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Il veganesimo

Messaggioda pippuz » 04 lug 2017 12:13

zampaflex ha scritto:Se ne parliamo dal punto di vista nutrizionale, il veganesimo è una gran troiata (le proteine animali sono essenziali, anche in piccole quantità, per il corretto sviluppo dell'organismo umano).

Se vediamo il lato dello sfruttamento animale, dobbiamo anche dirci che quegli animali lì, manco avrebbero visto la luce. Si chiama allevamento, e lo pratichiamo da migliaia di anni.

Se affrontiamo il lato del bilancio energetico (risorse necessarie per produrre un chilo di alimento), la carne è mostruosamente più cara e inquinante dei vegetali e, di fronte all'aumento della popolazione, finiremo per doverne ridurre il consumo nostro malgrado.

Se affrontiamo il problema qualitativo, bene, molto bene (per la nostra salute e per il sostentamento dei piccoli produttori che fanno qualità), ma non spostiamo i termini del problema carne si - carne no.

Quindi, per me, c'è troppa ideologia e poca razionalità dietro a molti atteggiamenti dei vegetariani (peggio ancora dei vegani, le cui teorie manco stanno in piedi dal punto di vista biochimico).

A tutto questo aggiungerei una cosa: a me carne e pesce piacciono proprio, quindi ...
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
venicka
Messaggi: 395
Iscritto il: 01 nov 2016 14:14

Re: Il veganesimo

Messaggioda venicka » 04 lug 2017 12:49

Io non mi fido di una persona che tra un panino con la mortazza e un'insalata sceglie l'insalata.
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Il veganesimo

Messaggioda pippuz » 04 lug 2017 12:52

venicka ha scritto:Io non mi fido di una persona che tra un panino con la mortazza e un'insalata sceglie l'insalata.

Io nè di questi nè degli astemi
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8200
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Il veganesimo

Messaggioda zampaflex » 04 lug 2017 12:57

Smarco ha scritto:riguardo i vegani e vegetariani vedo gente che diventa vegetariana a 50 anni dopo che si è inscritta su facebook...


si chiama dieta :lol:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Timoteo
Messaggi: 2445
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Il veganesimo

Messaggioda Timoteo » 04 lug 2017 13:08

zampaflex ha scritto:
Smarco ha scritto:riguardo i vegani e vegetariani vedo gente che diventa vegetariana a 50 anni dopo che si è inscritta su facebook...


si chiama dieta :lol:


per sua informazzione, signora zampa, qualsiasi modo di mangiare si chiama dieta.
5 euri, cortesemente.
vinogodi
Messaggi: 29050
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Il veganesimo

Messaggioda vinogodi » 04 lug 2017 13:21

Timoteo ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Smarco ha scritto:riguardo i vegani e vegetariani vedo gente che diventa vegetariana a 50 anni dopo che si è inscritta su facebook...


si chiama dieta :lol:


per sua informazzione, signora zampa, qualsiasi modo di mangiare si chiama dieta.
5 euri, cortesemente.
.... innanzitutto chiariamo che sono 7 , gli euri, ormai dai tempi lontani, perché l'inflazione ha galoppato e io andrei addirittura ad 8 , così staremmo più attenti a quel che diciamo ... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 29050
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Il veganesimo

Messaggioda vinogodi » 04 lug 2017 13:37

...poi lascerei stare le sciocchezze (perché parlando di "cazzate" qualcuno senz'altro se la prenderà, per ragioni personali oppure ideologiche oppure per uno stato di depressione incipiente dovuta ad una "dieta" sbagliata) ... da professionista del settore , le scemate sesquipedali che si perpetrano quando si parla di alimentazione raggiungono un'apice di "epicità" che raramente qualsiasi altro argomento può eguagliare . Si scomodano l'etica , il preconcetto, l'educazione (alimentare e non) , la scienza , la cultura , la tradizione , il soggettivismo empirico , la poesia , l'arte , la farmacopea e la biodinamica/biologia , la fisiologia e la biochimica ... con una intercambiabilità e commistione (e ignoranza) che a volte sorprendono ... altre volte fanno solamente sorridere . Vegano è filosofia , perché , indipendentemente dallo sfruttamento poco solidale delle condizioni animali, loro non mangiano nulla , appunto, di origine animale : a prescindere , indipendentemente se provenga oppure no dalle "nazifattorie intensive" . E io che amo il fagiano e la beccaccia , il Culatello supremo e lo zampone divino, il formaggio di fossa e l'astice in bellavista sono poco più che un incrocio fra Hitler e Bokassa ( lui , almeno , mangiava gli oppositori , quindi altri esseri umani , alimentazione assai più etica di un pollo di batteria) . Dal punto di vista fisiologico e biologico, le argomentazioni addotte , di contro , sarebbero anche una bella alternativa ai triti varietà noiosi delle televisioni pubbliche e private ... è che , purtroppo , come tutti gli estremismi ci coinvolgono di persona e non sempre è facile ragionare con vegani, vegetariani , ecumenici dell'astinenza sessuale, gay , trans , etero nelle varie declinazioni e perversioni (bondage , pissing , sadomaso , monster ecc. ecc . ) , quindi rinuncio in partenza e , per una volta, mi passa la voglia di discutere già dai preliminari ...
PS: l'alimento industriale fa male? Certo , a noi che possiamo sceglierne un'alternativa ... telefonare al tre quarti del pianeta che sta morendo di fame... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
alì65
Messaggi: 12104
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Il veganesimo

Messaggioda alì65 » 04 lug 2017 13:48

mettiamoci anche una dose di moda del momento che non guasta mai....come la cucina macrobiotica di anni fa
io parlerei più di produzione biologica (quella vera, non la tarocca) che vegana o vegetariana perchè va bene approvvigionarsi di soli legume e verdure ma quanti pesticidi, più o meno dannosi, vengono usati?
ci sono talmente tante falsità, dietro, che nessuno di noi è a conoscenza.....quindi se vi da fastidio il maltrattamento degli animali guardate altrove ma, come ha detto giustamente Luciano, dietro c'è un tale sfruttamento della manodopera che anche il vegano più sfegatato non può non tenerne conto.....stiamo parlando di aria fritta
mangiamo un poco di tutto che siamo fatti così, mica lo abbiamo deciso noi
futuro incerto...2020 di merda!!!
vinogodi
Messaggi: 29050
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Il veganesimo

Messaggioda vinogodi » 04 lug 2017 14:17

...anzi ... facendo il verso alla mitica Madame Pompadour (quella che al popolo che voleva pane distribuiva brioches) : non ci piace il Lambrusco e cotechino? .... si può sempre virare su Romanée Conti (nobile vino biodinamico) e caviale Sevruga (da storioni biologici)... 8) :lol:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1614
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: Il veganesimo

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 04 lug 2017 14:43

zampaflex ha scritto:Se ne parliamo dal punto di vista nutrizionale, il veganesimo è una gran troiata (le proteine animali sono essenziali, anche in piccole quantità, per il corretto sviluppo dell'organismo umano).

Se vediamo il lato dello sfruttamento animale, dobbiamo anche dirci che quegli animali lì, manco avrebbero visto la luce. Si chiama allevamento, e lo pratichiamo da migliaia di anni.

Se affrontiamo il lato del bilancio energetico (risorse necessarie per produrre un chilo di alimento), la carne è mostruosamente più cara e inquinante dei vegetali e, di fronte all'aumento della popolazione, finiremo per doverne ridurre il consumo nostro malgrado.

Se affrontiamo il problema qualitativo, bene, molto bene (per la nostra salute e per il sostentamento dei piccoli produttori che fanno qualità), ma non spostiamo i termini del problema carne si - carne no.

Quindi, per me, c'è troppa ideologia e poca razionalità dietro a molti atteggiamenti dei vegetariani (peggio ancora dei vegani, le cui teorie manco stanno in piedi dal punto di vista biochimico).


concordo in parte Luciano..

nutrizionale: non sono un esperto in materia..ma ho letto diversi articoli e visto alcuni interventi di nutrizionisti dal rilevante trascorso accademico....talvolta le conclusioni sono nel senso di escludere tale essenzialità..gli argomenti portati a sostegno riguardano spesso la possibilità ad oggi (per chi vive nel mondo civilizzato, si intende) di variare molto la dieta..altri spunti riguardano invece la natura del nostro apparato dirigente (e anche qui non bisogna essere luminari per accorgersi che per digerire correttamente una fiorentina ci si mette giorni, diversamente per la frutta e la verdura con evidenti conseguenze sulla buona salute del proprio metabolismo)..insomma rimango perplesso..

sfruttamento animale: sono d'accordo, ma una cosa è un allevamento di 60 anni fa, altra cosa è l'inseminazione artificiale di vacche fino allo sfinimento (tanto che fanno fatica a reggersi sulle zampe dopo 8/9 anni di vita), altra cosa è tritare miliardi di pulcini (da vivi) solo perchè nati maschi, altra cosa è mettere in fila dei capi di bestiame per il macello che, capendo la loro sorte, iniziano ad avere degli spasmi...insomma l'allevamento dei nostri nonni era cosa ben diversa, ma soprattutto VERAMENTE necessaria ai fini della sussistenza..
Lorenzo
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1614
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: Il veganesimo

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 04 lug 2017 15:01

vinogodi ha scritto:...anzi ... facendo il verso alla mitica Madame Pompadour (quella che al popolo che voleva pane distribuiva brioches) : non ci piace il Lambrusco e cotechino? .... si può sempre virare su Romanée Conti (nobile vino biodinamico) e caviale Sevruga (da storioni biologici)... 8) :lol:



ahahahah touché...anche se a ben guardare...non bisogna certo essere ricchi per mangiare legumi verdure cereali frutta..ammetto che i prezzi sugli integrali sono un po' altini...
qualcuno sopra mi ha chiesto dove voglio andare a parare...in realtà da nessuna parte, mi interessava l'opinione del forum sull'argomento..è da un po che quando sono davanti a un pezzo di carne mi assalgono le domande bioluminescenti..avrà avuto una vita dignitosa? avrà passato una vita in una gabbia? ho veramente bisogno di mangiarlo per sopravvivere? perché ho sempre fatto finta che queste domande non esistessero? io ce la farei ad ucciderlo con le mie mani se da questo NON dipendesse la mia sopravvivenza? domande a cui non riesco mai a rispondere e che il più delle volte mi fanno sentire un mostro
Lorenzo
vinogodi
Messaggi: 29050
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Il veganesimo

Messaggioda vinogodi » 04 lug 2017 15:26

gbaenergiaeco10 ha scritto:
vinogodi ha scritto:...anzi ... facendo il verso alla mitica Madame Pompadour (quella che al popolo che voleva pane distribuiva brioches) : non ci piace il Lambrusco e cotechino? .... si può sempre virare su Romanée Conti (nobile vino biodinamico) e caviale Sevruga (da storioni biologici)... 8) :lol:



ahahahah touché...anche se a ben guardare...non bisogna certo essere ricchi per mangiare legumi verdure cereali frutta..ammetto che i prezzi sugli integrali sono un po' altini...
qualcuno sopra mi ha chiesto dove voglio andare a parare...in realtà da nessuna parte, mi interessava l'opinione del forum sull'argomento..è da un po che quando sono davanti a un pezzo di carne mi assalgono le domande bioluminescenti..avrà avuto una vita dignitosa? avrà passato una vita in una gabbia? ho veramente bisogno di mangiarlo per sopravvivere? perché ho sempre fatto finta che queste domande non esistessero? io ce la farei ad ucciderlo con le mie mani se da questo NON dipendesse la mia sopravvivenza? domande a cui non riesco mai a rispondere e che il più delle volte mi fanno sentire un mostro
... no , non sei un mostro. Sei semplicemente una persona sensibile che cerca di contestualizzare la propria esistenza in un mondo che ci accoglie ... suo malgrado , sperando di fare il meno danno possibile a quell'ambiente , appunto, che ci accolglie. E che non ha chiesto lui di interagire con il genere umano. Per la qual cosa, nonostante le mie battute (rileggendole, a volte odiose , anche se scritte di getto e sincere) anch'io propendo per un'agricoltura sostenibile perché il futuro passa da qui , adoro gli animali e non vorrei mai gli si creasse sofferenza (ebbi fino a 11 gatti , tre cani, acquari, terrari e persino ... galline domestiche), aborro le industrializzazioni indiscriminate e quello che ne consegue , l'inquinamento acustico (infatti adoro la montagna) ecc , ecc , ecc ... ma come singolo, proprio non so cosa fare , se non tentare di sensibilizzare sul tema chi conosco, anche con questo forum . Poi ci sono le esagerazioni dei vegani che non mangiano neppure la pepata di cozze :P o il Castelmagno erborinato :P ... e allora tarsecolo ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
littlewood
Messaggi: 2002
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Il veganesimo

Messaggioda littlewood » 04 lug 2017 17:25

Scusate ma nn resisto! Vengo da una famiglia di vegani! Mio nonno era vegano! Era un piccolo allevatore costretto x debiti a fare l' obbligato x debito cioe' lavorare da un' ora prima dell' alba a un' ora dopo il tramonto x pagare i suddetti! Mangiava solo polenta e aglio perche' altro nn aveva! Erano 14 fratelli .7 sono morti prima dell' anno di vita x vari problemi ha conosciuto la pellagra la guerra e la malaria. Era pero' un allevatore come si dice ora etico perche' aveva solo 2 vacche che servivano anche da riscaldamento e le inseminava col toro e nn come i cattivoni odierni! Il padre di mio zio era vegetariano! Era un transumante cioe' veniva dall' altipiano di Asiago e durante l' inverno per sopravvivere portavano le vacche sino alle valli di chioggia a mangiare canne di palude e loro a ammalarsi di malaria. Vivevano di polenta e formaggio qualche verdura. X la strada si son accorti di una bella zona di prati alla base delle montagne e li si son fermati. Ogni anno dopo le prime tre settimane di scuola a 6/7 anni il padre lo accompagnava da Vicenza alle valli chioggiotte e la' lo lasciava da SOLO con 10 vitelle un caliero un sacco di farina in un casone sino alle feste di natale!!! Io sono nato in un paese di 3000 anime e 10000 vacche. Prima di fare il vignaiolo ho lavorato x 20 anni presso l' associazione allevatori prima come controllore del latte poi xome esperto nazionale. A 6 anni sono andato la prima volta in malga. A 8 ho iniziato a mungere. Nn ce l' ho coi vegani, son loro che ce l' hanno con chi nn la pensa come loro! Fare l' allevatore e' un lavoro durissimo!! Nn esiste dimenica ne' natale ne pasqua ne ferragosto! Casini burocratici leggi assurde complicazioni legislative senza senso. Ogni allevatore SERIO ama i propi animali perche' da loro dipende la sua vita e la vita dei suoi famigliari. Nessuno se nn un pazzo li vuol far soffrire perche' nessuna vacca sofferente produce bene! E' comunque un' impresa economica e lo scandalo vero e' che l' allevatore prende 35 cent x un litro di latte e sugli scaffali dei negozi 2 giorni dopo quel latte e' in vendita a 1, 5 € al litro!! L' immagine della mucca con la margherita in bocca nn esiste e quando e' esistita ha prodotto quelle brutture che hanno subito come ho raccontato i miei antenati. A meno che nn si sia disposti a spendere 5 € al litro del latte e 50€ x un pollo o un kg di carne ...
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8200
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Il veganesimo

Messaggioda zampaflex » 04 lug 2017 17:55

littlewood ha scritto:A meno che nn si sia disposti a spendere 5 € al litro del latte e 50€ x un pollo o un kg di carne ...


Aspetto di cui nessun pasdaran parla mai. Gli allevamenti intensivi (al pari dell'agricoltura un secolo fa) hanno sfamato la popolazione mondiale.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
littlewood
Messaggi: 2002
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Il veganesimo

Messaggioda littlewood » 04 lug 2017 18:00

Saro' un sanguinario insensibile ma io amo molto di piu' mia moglie i miei figli e gli umani in genere che qualsiasi animale bipede quadrupede peloso o pennuto che sia!!
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1614
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: Il veganesimo

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 04 lug 2017 21:45

zampaflex ha scritto:
littlewood ha scritto:A meno che nn si sia disposti a spendere 5 € al litro del latte e 50€ x un pollo o un kg di carne ...


Aspetto di cui nessun pasdaran parla mai. Gli allevamenti intensivi (al pari dell'agricoltura un secolo fa) hanno sfamato la popolazione mondiale.


Certamente Luciano..ma era questa l'unica via? O forse sì è trattato della via più comoda e redditizia per colossi come McDonald? Non voglio fare il radical chic sulla bici, ripeto, io la carne la mangio..credo però che nel 2017 dovremmo pretendere di più da noi stessi..
Lorenzo
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8200
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Il veganesimo

Messaggioda zampaflex » 04 lug 2017 21:53

gbaenergiaeco10 ha scritto:
zampaflex ha scritto:
littlewood ha scritto:A meno che nn si sia disposti a spendere 5 € al litro del latte e 50€ x un pollo o un kg di carne ...


Aspetto di cui nessun pasdaran parla mai. Gli allevamenti intensivi (al pari dell'agricoltura un secolo fa) hanno sfamato la popolazione mondiale.


Certamente Luciano..ma era questa l'unica via? O forse sì è trattato della via più comoda e redditizia per colossi come McDonald? Non voglio fare il radical chic sulla bici, ripeto, io la carne la mangio..credo però che nel 2017 dovremmo pretendere di più da noi stessi..


McDonald's ha cominciato molto dopo la nascita degli allevamenti intensivi, ed in ogni caso ha una sua (pur piena di controindicazioni) funzione, in una nazione che lascia alle classi meno abbienti poco reddito e ancor meno scelte.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
littlewood
Messaggi: 2002
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Il veganesimo

Messaggioda littlewood » 04 lug 2017 21:58

Scusami ma perche' si pensa agli allevamenti "intensivi,, solo come il male?? Sei mai entrato in una stalla moderna? Quelle libere con grattatoi doccette ventilatori vasche d' acqua continua cuccette ergonomiche bagni x pediluvi sale mungitura con predisinfezione dei capezzoli massaggio mammario analisi conducibilita' elettrica x individuazione delle mastiti disinfezione post mungitura paddock in terra x benessere animale pedometri computerizzati x analisi movimento mandria?? Cosa ha di male tutto questo?? Erano migliori le stalle di 50 anni fa buie calde e malsane.? Le vacche stavano meglio quando si ammalavano di afta epizootica e la gente moriva di febbre maltese?? Si facevano 5 lt di latte e ora ne fatto 50 ma la genetica a questo e' servito.! La seleziibe e' il lavoro del bravo allevatore! La poesia sta' a 0! E' un lavoro e nessuno lavora x niente.
littlewood
Messaggi: 2002
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Il veganesimo

Messaggioda littlewood » 04 lug 2017 22:02

Poi xi sono allevatori di vacche di polli di tori da carne bravi e ci sono i cialtroni disonesti ma quelli sono delinquenti da sanzionare penalmente e nonostante tutto nel nostro paese i controlli in questo campo funzionano eccome!!!
Avatar utente
puspo
Messaggi: 662
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: Il veganesimo

Messaggioda puspo » 05 lug 2017 06:34

Ma poi, un Sangiovese come lo abbinate?
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Dottordivino, md78d, Nexus1990, Santi Romano e 9 ospiti