COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
vinogodi
Messaggi: 29039
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda vinogodi » 13 set 2016 20:23

...la piantate di parlare di Anselmet? E' uno dei miei preferiti (leggere numerosi post di un decennio fa) e non vorrei cominciasse a montarsi la testa con prezzi senza senso. Già è non certo economicissimo; quindi , ripeto, fatevi i cazzi vostri senza tirare in ballo produttori che apprezzo senza riserve, lo dico per interesse personale (delle mie tasche)... 8) :lol:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 29039
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda vinogodi » 13 set 2016 20:38

...dunque:
Ho bevuto ieri un ottimo Prosecco , quello di Bosco del Merlo. Ruffiano come pochi, freddo di frigo mi ha accompagnato con una pizza margherita di rilievo. Questo è un Prosecco molto popular ma direi da berne a bizzeffe :D :D :) .
...sapete che stasera ho bevuto un Franciacorta mica male? Il millesimato 2009 di Bonomi , chiamato Cru Perdu. Secchissimo, si sente la vigoria del Pinot Nero e l'ottima tecnica. OK , Le Mesnil o Ambonnay sono lontanissimi, ma almeno non era amarricante e si beveva (con polipo e patate) in maniera soddisfacente ( :D :D :D ) .
PS: torno da una vacanza splendida, ne avevo bisogno, ero cotto. Ho anche bevuto e visitato, con l'autorizzazione muliebre, qualche cantina . Discreto e da approfondire. Dove? Vi lascio immaginare da:


BINIFADET: Ses Barraques s/n, Sant Lluis.

Inizia l’attività nel 1979 e nel 2004 inaugurano la vinificazione in proprio dopo aver selezionato i vigneti che meglio si adattavano al clima di ...... E’ possibile visitare la cantina.

BINITORD, Camino Lloc de Monges, Ciutadella (addirittura ci sono andato il primo giorno e ci sono tornato l'ultimo).
Creata nel 1997 ha la propria cantina scavata nel marès (la pietra tipica di ........) e questo consente di mantenere il vino ad una temperatura ottimale. Dopo un lungo periodo di sperimentazione è riuscita ad ottenere degli ottimi vini di alta gamma.

HORT DE SANT PATRICI, Camì de Sant Patrici s/n, Ferreries (la visita più lunga: non mi faceva mai andare via... e dovevamo ancora passare per El Toro e , soprattutto a Fornells)

L’azienda agricola Hort de Sant Patrici è un’azienda familiare storica nella municipio di Ferreries e merita sicuramente una visita . Le vendemmie sono tradizionalmente un momento di festa dove partecipano i familiari, gli amici e alcuni membri del club dei pensionati di Ferreries (io mi sono prenotato per una mattina ma mia moglie mi ha corso dietro con un nodoso bastone). Dal 2008 commercializzano i loro vino usando in nome commerciale D’Hort.



RUBI’ DEL MEDITERRANEO, Carrer de les Quatre Boques, Alaior. Vini discreti , pacevoli ma semplici.
Azienda giovane che si trova ad Alaior


VINYA DA CUDIA, Carrer Còs de Gracia, Mahon
Quest’azienda vinicola si trova nel Parco naturale di Albufera d’es Grau e produce un vino bianco decisamente singolare (un Malvasia dagli intesi profumi floreali). Pochi vigneti e produzione totalmente artigianale lottando contro il vento di tramontana e proteggendo le viti con lastre di ardesia come in passato faceva Bartolomè Jover.


PS: comunque il posto e ra , a prescindere dal valore dei vini, un paradiso ... :P
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8189
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda zampaflex » 13 set 2016 22:12

Marco, sei passato, immagino, da Mitjana Maquarella e Turqueta? :wink:

Su Anselmet lascia che ne parliamo, tanto, essendo un produttore di vitigni borgognotti ITALIANO, il 95% dei forumisti non se lo filerà a prescindere :mrgreen: (NdA: contiene sfida)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
dc87
Messaggi: 442
Iscritto il: 28 feb 2012 16:47

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda dc87 » 13 set 2016 23:21

vinogodi ha scritto:...la piantate di parlare di Anselmet? E' uno dei miei preferiti (leggere numerosi post di un decennio fa) e non vorrei cominciasse a montarsi la testa con prezzi senza senso. Già è non certo economicissimo; quindi , ripeto, fatevi i cazzi vostri senza tirare in ballo produttori che apprezzo senza riserve, lo dico per interesse personale (delle mie tasche)... 8) :lol:


Vivendo in Valle d'Aosta ne approfitto visto che se ne parla poche volte.. :mrgreen:
Per quel che riguarda i prezzi... Da quest'anno distribuisce Sagna :mrgreen:
vinogodi
Messaggi: 29039
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda vinogodi » 14 set 2016 09:04

zampaflex ha scritto:Marco, sei passato, immagino, da Mitjana Maquarella e Turqueta? :wink:

...direi che mi ci sono indecentemente immerso... :mrgreen:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
puspo
Messaggi: 662
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda puspo » 15 set 2016 12:17

Ieri sera, con un gruppo di amici in toscana, accompagnati da alcuni piatti di sontuosi "pici all'agliona", ci siamo fatti un piccolo percorso a ritroso nello Champagne, con un intruso d'aperitivo.
-Cremant de Loire "De Chanceny": trascurabile, se non fosse che costa solo 7 euro e a questo prezzo è difficile trovare anche un decente Prosecco. Nota amaricante finale, ma non si poteva chiedere tanto.
-Lamiable "Les Meslaines" 2008: ovvio salto di qualità, vinosità da Pinot Noir, acidità equilibrata, con la solita nota di mela matura che, alla lunga, in bocca può stancare ... non me :wink:
-Dom Perignon 2000: qui saliamo ulteriormente di livello. Il naso è un continuo susseguirsi di evoluzioni, ma il timbro "Perignon" è assolutamente inequivocabile. In bocca è potente, quasi troppo in alcuni momenti, e mi fa pensare che siamo al termine della fase evolutiva. Dopo un'ora abbondante si ferma nel bicchiere, sulle consuete note di tostatura. Avvincente
-Veuve Clicuot Rosè 1985: bolla ancora presente, acidità veramente importante vista l'età. Un po' "cognaccoso" soprattutto al naso, ma si beve molto volentieri.
-Ben Rye Passito di Pantelleria 2012: sembra un distillato di albicocche appassite, e ha una dolcezza assolutamente equilibrata, che non stanca. Forse non sarebbe proprio da abbinare ai cantucci? Ma chi se ne frega, me lo sono veramente goduto!
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8189
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda zampaflex » 15 set 2016 15:42

Ieri sera primo incontro post ferie con il mio gruppo di tifosi Olimpia preferito (vado in terra infideliorum, già :mrgreen: ) e abbiamo stappato:

- Selosse - XB GC Avize Les Chantereines sb. 4/2013
Al naso non è portentoso, si nasconde un po', si mimetizza: pare pigro; in bocca è una furia giusto un pelo ingentilita; per berlo bene va aspettato ancora parecchio. La sua traiettoria però al momento è una incognita, non è chiaro dove atterrerà, se prevarranno le ossidazioni o se si distenderà compiutamente, se l'acidità verrà integrata appieno o resterà a brutalizzare le papille. I tratti tipici selossiani si scorgono e lo fanno riconoscere in fretta, con la sua vinificazione borgognona e le note di caffé. Rispetto ai suoi sciampi non lieux-dits pare una sublimazione di una visione parziale, un'alternativa iperbolica.

- Pierre Morey - Meursault 1er cru Perrières 1999 (NG, bottiglia non a posto)

- Valentini - Montepulciano d'Abruzzo Cerasuolo 2011
Baldo giòvine, anche lui sta sulle sue senza scoprire tutte le carte; facilissimo da indovinare, anche così e forse soprattutto così. Ma bono assai anche se privo del guizzo del campione.

- Château Mouton Rothschild 1990
Bottiglia conservata nella capsula del tempo, assolutamente perfetta. Colore ancora giovanissimo, gli abbiamo dato dieci anni di meno. Naso spaziale, di una classe, eleganza e intensità da riferimento. Fa però presto capolino una nota vegetale che fa tanto cabernet Franc e che lo innerva profondamente, soprattutto al sorso. Ciò che ha diviso la platea, colpendo soprattutto me, è che il vegetale è stato troppo forte; e abbinato ad un comportamento in bocca inizialmente un filo scialbo ed un momento successivo stringente, non me lo ha fatto apprezzare pienamente. Lasciato nel bicchiere a lungo, ha cominciato ad arrotondarsi e limare questi eccessi, migliorando ma (per me) non svettando. Non sembra però, come d'altronde si legge qui e là, una riuscita all'altezza dell'annata e del potenziale della maison. Da risentire tra almeno cinque anni.

- Valentini - Montepulciano d'Abruzzo 2002*
Fruttosamente gustoso (stranamente data l'annata piovosa, ma è la caratteristica controcorrente di questa edizione), charmant, morbidamente avvolgente, infiltrante e lungo. Succoso e stuzzicante, gioca col palato rinnovandosi più volte e facendo percepire una costruzione multidimensionale. Molto bello. Dei tre grandi, unici ad essersi veramente salvati in questa brutta annata (insieme a lui, Monfortino e Soldera), per me potrebbe essere il migliore perchè dotato di una personalità più spiccata.

*uomo avvisato boccia salvata: dopo avere letto dei disagi di Davidef che ne aprì una bottiglia l'anno scorso per vederla naufragare tra carbonica e puzze cavalline, ho ansiosamente stappato la sera prima. Un poco di ossigenazione e poi richiusa. Much better this way. Ma era questa una bottiglia probabilmente più "avanti" rispetto a quella di Davide.

- Marc Sorrel - Hermitage Le Gréal 2001
Altra boccia conservata perfettamente, e grande appagamento. Vino sensuale e sornione, dolce ma forte, tipicissimo e solare. Il dialogo tra le componenti acide e dolci in bocca è uno spettacolo. Frutta, olive, fiori esposti generosamente ma senza eccessi. Magnetico. Per me, vino della serata.

- Cav. Accomasso - Barolo Rocchette 1993
Altra annata minore, altra bottiglia perfetta. Un Barolo di classe nobiliare che farebbe capire a chiunque al mondo le potenzialità del nebbiolo, ammericani fruttomaniaci compresi. Scala marcia dopo marcia mutando registro olfattivo con semplicità e naturalezza tutte sue per chiudere su note balsamiche di struggente evocatività. Paga dazio con una struttura un po' scheletrica che non rende il sorso paragonabile all'olfazione.

- Béreche - Coteaux Champenois Ormes Rouge 2014
Boccia testè condotta dalla Sciampagna dal conferitore, ivi recatosi per un giro di visite di lavoro e strappato al meritato riposo dalla uozzappata infamemente carognesca delle bottiglie sopra elencate. Sballottata quindi dal viaggio odierno, e troppo giovane. Ma inconfondibilmente Béreche e PN ultranordico. E' stato come aprire una finestra sul mondo delle basi per la spumantizzazione. Terroso, radicoso, chinoso, e parecchio acido. Più interessante che buono, ma giusto provarlo.
Ultima modifica di zampaflex il 15 set 2016 23:57, modificato 4 volte in totale.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
vinogodi
Messaggi: 29039
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda vinogodi » 15 set 2016 16:27

zampaflex ha scritto:Ieri sera primo incontro post ferie con il mio gruppo di tifosi Olimpia preferito (vado in terra infideliorum, già :mrgreen: ) e abbiamo stappato:

- Selosse - XB GC Avize Les Chantereines sb. 4/2013
- Pierre Morey - Meursault 1er cru Perrières 1999 (NG, bottiglia non a posto)
- Valentini - Montepulciano d'Abruzzo Cerasuolo 2011
- Château Mouton Rothschild 1990
- Valentini - Montepulciano d'Abruzzo 2002
- Marc Sorrel - Hermitage Le Gréal 2001
- Cav. Accomasso - Barolo Rocchette 1993
- Béreche - Coteaux Champenois Ormes Rouge 2014

Grande serata, bevuto benissimo. Stasera posto qualche commento.
...caspiterina , che bella partenza post estiva. Soffermati su Selosse e Mouton 1990 , che ricordo epico (ma anche sui due Valentini...)...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
b.severini
Messaggi: 87
Iscritto il: 03 dic 2014 20:18
Località: Milano

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda b.severini » 16 set 2016 15:58

- LANGHE RIESLING 2015 G.D. VAJRA :D :D :D :D :D

partenza in sordina, carattere totalmente "piemontese".
Inizialmente chiuso, quasi restio ad uscire dal bicchiere, poi si apre e per due ore regala tanto piacere.
Rispetto al 2014, che in parte prediligo per la tensione, il 2015 è molto più morbido, avvolgente. sia al naso che in bocca.

Comprata e bevuta al ristorante a 32 euro


- CHIANTI CLASSICO 2013 FONTODI :D :D :D :D

bello. Ciò che apprezzo di quest'annata in generale è la tensione e la pienezza dei vini.
Si beve piacevolmente molto bene.

Comprata e bevuta al ristorante a 18 euro


- BAROLO CANNUBI 1996 PRUNOTTO :D :D :D :)

quando ho visto il prezzo della bottiglia, non ho resistito.
50 euro tondi per un Barolo, del cru più rinomato, di una bella azienda ad un prezzo veramente "ridicolo" visto quanto si pagano le ultime annate.
comunque il vino era ancora bello, ma andava bevuto! Non credo che altri 5 anni in bottiglia li potesse reggere.


- BAROLO VILLERO 2009 GIUSEPPE MASCARELLO :D :D :D :D :D

OMG! veramente bello. Anche qua, carattere tutto "piemontese", un vino che assomiglia molto a Mauro.
Se non lo conosci, quasi diffidente, poi se si apre diventa goduria pura!

Comprata e bevuta al ristorante a 80 euro.


BS
Spectator
Messaggi: 3807
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda Spectator » 16 set 2016 17:56

..Vitovska 2004,Vodopevic.Color arancio/ramato,tipo buccia d'albicocca o foglia di cipolla ;naso di quasi..niente,solo un leggero aroma di albicocca e kumquat secchi e una piu' marcata nota terrosa ; bocca asciutta,delicatamente tannica,polverosa,spiccatamente minerale e fresca ; si lascia bere malgrado la..stranezza del liquido mai prima d'ora assaggiato, e l'abbinamento nn propio consono(coniglio all'ischitana..tirato,tirato); finale piacevole con un leggero retrogusto di brandy ; forse andava bevuto meno freddo di un normale bianco ma sinceramente,in toto, mi aspettavo di piu'. Piaciutino :) .
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12363
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda Alberto » 17 set 2016 07:55

Spectator ha scritto:..Vitovska 2004,Vodopevic.
...
forse andava bevuto meno freddo di un normale bianco

Dici? :roll:

:wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2917
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda Ludi » 17 set 2016 08:04

Per il w-e del mio compleanno, gitarella nel "mio" Rodano. Poche visite, preferisco per una volta rilassarmi...
Gerin: sempre gran bei vini, con il Grandes Places 2013 in forma smagliante.; per me è da sempre uno dei Cote Rotie di riferimento. Anche il Viallieres ed il "base", sempre nella 2013, estremamente performanti (se magari i produttori non adottassero quegli odiosi bicchierini da Porto lo sarebbero anche di più). Molto piaciuto il Condrieu Eguets 2014.
Corp du Loup: passavo davanti al loro cancello da anni, e non. mi ero mai fermato. Vini buoni, non tanto il Condrieu quanto i due Cote Rotie, davvero sorprendenti, e a poco più di 30 € un affare. La posizione della bellissima villa-cantina è superba.
Clusel-Roch: stavano vendemmiando il Condrieu proprio mentre siamo arrivati. Ci ha comunque ricevuto la signora Roch, mentre il marito Clusel si è affacviato per un attimo (mai visto una coppia fisicamente più improbabile). Assaggiato tutto, ivi compresi i buoni Coteaux du Lyonnais. Dei Cote Rotie ci è stata proposta sia la 2014 (più pronta ma più diluita) che la 2013 (decisamente più promettente, anche sse al momento meno espressiva). Les Grandes Places 2013 da urlo, vino davvero eccellente.
A tutti ho posto il quesito sull'andamento della 2016 (contano di vendemmiare la prossima settimana). Gerin: non si sa, lo stabiliremo quando il vino è in legno. Corp du Loup: ottima. Clusel-Roch: promettente, speriamo faccia un po' di sole i prossimi giorni (ieri ha piovuto, stamane ci sono brutte nuvole).
Spectator
Messaggi: 3807
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda Spectator » 17 set 2016 08:46

Alberto ha scritto:
Spectator ha scritto:..Vitovska 2004,Vodopevic.
...
forse andava bevuto meno freddo di un normale bianco

Dici? :roll:

:wink:


..Si..o no :wink: ?
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8189
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda zampaflex » 17 set 2016 09:32

Spectator ha scritto:
Alberto ha scritto:
Spectator ha scritto:..Vitovska 2004,Vodopevic.
...
forse andava bevuto meno freddo di un normale bianco

Dici? :roll:

:wink:


..Si..o no :wink: ?


Si. Quattro gradi in più rispetto ad un bianco normale lo fanno rendere al meglio.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Smarco
Messaggi: 3784
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda Smarco » 17 set 2016 09:54

zampaflex ha scritto:
- Selosse - XB GC Avize Les Chantereines sb. 4/2013
Al naso non è portentoso, si nasconde un po', si mimetizza: pare pigro; in bocca è una furia giusto un pelo ingentilita; per berlo bene va aspettato ancora parecchio. La sua traiettoria però al momento è una incognita, non è chiaro dove atterrerà, se prevarranno le ossidazioni o se si distenderà compiutamente, se l'acidità verrà integrata appieno o resterà a brutalizzare le papille. I tratti tipici selossiani si scorgono e lo fanno riconoscere in fretta, con la sua vinificazione borgognona e le note di caffé. Rispetto ai suoi sciampi non lieux-dits pare una sublimazione di una visione parziale, un'alternativa iperbolica.


questa è una gran bella bottiglia, io avrei tolto il "non" e avrei lasciato "è protentoso" comunque sulla bocca mi trovi pienamente d accordo, sarebbe bello berlo insieme a un clos du mesnil anche se credo che il chantereines in questo caso potrebbe superarlo se preso nel momento giusto
ZEL WINE
Messaggi: 7319
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda ZEL WINE » 17 set 2016 12:07

Smarco ha scritto:
zampaflex ha scritto:
- Selosse - XB GC Avize Les Chantereines sb. 4/2013
Al naso non è portentoso, si nasconde un po', si mimetizza: pare pigro; in bocca è una furia giusto un pelo ingentilita; per berlo bene va aspettato ancora parecchio. La sua traiettoria però al momento è una incognita, non è chiaro dove atterrerà, se prevarranno le ossidazioni o se si distenderà compiutamente, se l'acidità verrà integrata appieno o resterà a brutalizzare le papille. I tratti tipici selossiani si scorgono e lo fanno riconoscere in fretta, con la sua vinificazione borgognona e le note di caffé. Rispetto ai suoi sciampi non lieux-dits pare una sublimazione di una visione parziale, un'alternativa iperbolica.


questa è una gran bella bottiglia, io avrei tolto il "non" e avrei lasciato "è protentoso" comunque sulla bocca mi trovi pienamente d accordo, sarebbe bello berlo insieme a un clos du mesnil anche se credo che il chantereines in questo caso potrebbe superarlo se preso nel momento giusto


elamadonna
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Smarco
Messaggi: 3784
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda Smarco » 17 set 2016 12:10

ZEL WINE ha scritto:
Smarco ha scritto:
zampaflex ha scritto:
- Selosse - XB GC Avize Les Chantereines sb. 4/2013
Al naso non è portentoso, si nasconde un po', si mimetizza: pare pigro; in bocca è una furia giusto un pelo ingentilita; per berlo bene va aspettato ancora parecchio. La sua traiettoria però al momento è una incognita, non è chiaro dove atterrerà, se prevarranno le ossidazioni o se si distenderà compiutamente, se l'acidità verrà integrata appieno o resterà a brutalizzare le papille. I tratti tipici selossiani si scorgono e lo fanno riconoscere in fretta, con la sua vinificazione borgognona e le note di caffé. Rispetto ai suoi sciampi non lieux-dits pare una sublimazione di una visione parziale, un'alternativa iperbolica.


questa è una gran bella bottiglia, io avrei tolto il "non" e avrei lasciato "è protentoso" comunque sulla bocca mi trovi pienamente d accordo, sarebbe bello berlo insieme a un clos du mesnil anche se credo che il chantereines in questo caso potrebbe superarlo se preso nel momento giusto


elamadonna


:lol: dici ho esagerato? :mrgreen:
Smarco
Messaggi: 3784
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda Smarco » 17 set 2016 12:10

ZEL WINE ha scritto:
Smarco ha scritto:
zampaflex ha scritto:
- Selosse - XB GC Avize Les Chantereines sb. 4/2013
Al naso non è portentoso, si nasconde un po', si mimetizza: pare pigro; in bocca è una furia giusto un pelo ingentilita; per berlo bene va aspettato ancora parecchio. La sua traiettoria però al momento è una incognita, non è chiaro dove atterrerà, se prevarranno le ossidazioni o se si distenderà compiutamente, se l'acidità verrà integrata appieno o resterà a brutalizzare le papille. I tratti tipici selossiani si scorgono e lo fanno riconoscere in fretta, con la sua vinificazione borgognona e le note di caffé. Rispetto ai suoi sciampi non lieux-dits pare una sublimazione di una visione parziale, un'alternativa iperbolica.


questa è una gran bella bottiglia, io avrei tolto il "non" e avrei lasciato "è protentoso" comunque sulla bocca mi trovi pienamente d accordo, sarebbe bello berlo insieme a un clos du mesnil anche se credo che il chantereines in questo caso potrebbe superarlo se preso nel momento giusto


elamadonna


:lol: dici ho esagerato? :mrgreen:
alì65
Messaggi: 12101
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda alì65 » 17 set 2016 13:04

Smarco ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
Smarco ha scritto:
zampaflex ha scritto:
- Selosse - XB GC Avize Les Chantereines sb. 4/2013
Al naso non è portentoso, si nasconde un po', si mimetizza: pare pigro; in bocca è una furia giusto un pelo ingentilita; per berlo bene va aspettato ancora parecchio. La sua traiettoria però al momento è una incognita, non è chiaro dove atterrerà, se prevarranno le ossidazioni o se si distenderà compiutamente, se l'acidità verrà integrata appieno o resterà a brutalizzare le papille. I tratti tipici selossiani si scorgono e lo fanno riconoscere in fretta, con la sua vinificazione borgognona e le note di caffé. Rispetto ai suoi sciampi non lieux-dits pare una sublimazione di una visione parziale, un'alternativa iperbolica.


questa è una gran bella bottiglia, io avrei tolto il "non" e avrei lasciato "è protentoso" comunque sulla bocca mi trovi pienamente d accordo, sarebbe bello berlo insieme a un clos du mesnil anche se credo che il chantereines in questo caso potrebbe superarlo se preso nel momento giusto


elamadonna


:lol: dici ho esagerato? :mrgreen:


un cicinino..... 8)
futuro incerto...2020 di merda!!!
vinogodi
Messaggi: 29039
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda vinogodi » 17 set 2016 18:25

...reduce dalla bellissima giornata chez Ivo e un pò provato, due parole (domani o dopodomani due commenti) su una divertentissima serata ieri sera alla Scottina (Antica Osteria della Pesa) doe, al solito, abbiamo goduto con cucina straordinaria e batteria della serie "bevemo strano , originale , ma benissimo":
APERITIVI:
- Riesling Saarburger trocken 2013 Zilliken :D :D :D
- Rudesheimer Berg Roseneck Trocken 2013Johannishof :D :D :D

CHAMPAGNE METODO SOLERAS:
- Methode Perpetuelle Couche :D :D :D :)
- Le Sept Laherte :D :D :D :)
- Cuvée Divine "Solera" Leclerc Briant :D :D :D :D
- Le Reflet D'Antan Bereche :D :D :D :D :)

PRIMA BATTERIA :
- Alsace Pinot Blanc 2002 Marcel Deiss :D :D :D :)
- Clos de La Coulee de Serrant 1999 Nicholas Joly :D :D :D :D :)
- Furmint 2011 Szepsy :D :D :D :D

CHARDONNAY:
- Meursault Les Tessons 2007 Fichet :D :D :D :)
- Chardonnay Les Grands Teppes 2007 Vieilles Vignes Gavenat :D :D :D :D + (veramente grande e lunghissimo)
- Meursault Les Gouttes D'or 2007 1er Comte Lafon :D :D :D :D :)

CON I FORMAGGI:
- Vin Jaune 1998 Domaine de la Pinte (in doppia bottiglia) :D :D :D :)
- Chateau Chalon 2004 Jean Macle :D :D :D :D :)

FINALE DOLCE:
- Recioto della Valpolicella 2009 Roccolo Grassi (in tripla mezza bottiglia) :D :D :D :D

Vale davvero la pena di commentarla perchè fra le più originali dell'anno con davvero esaltazione generale dei presenti ...a giorni qualche commento ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2917
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda Ludi » 17 set 2016 21:52

vinogodi ha scritto:...reduce dalla bellissima giornata chez Ivo e un pò provato, due parole (domani o dopodomani due commenti) su una divertentissima serata ieri sera alla Scottina (Antica Osteria della Pesa) doe, al solito, abbiamo goduto con cucina straordinaria e batteria della serie "bevemo strano , originale , ma benissimo":
APERITIVI:
- Riesling Saarburger trocken 2013 Zilliken :D :D :D
- Rudesheimer Berg Roseneck Trocken 2013Johannishof :D :D :D

CHAMPAGNE METODO SOLERAS:
- Methode Perpetuelle Couche :D :D :D :)
- Le Sept Laherte :D :D :D :)
- Cuvée Divine "Solera" Leclerc Briant :D :D :D :D
- Le Reflet D'Antan Bereche :D :D :D :D :)

PRIMA BATTERIA :
- Alsace Pinot Blanc 2002 Marcel Deiss :D :D :D :)
- Clos de La Coulee de Serrant 1999 Nicholas Joly :D :D :D :D :)
- Furmint 2011 Szepsy :D :D :D :D

CHARDONNAY:
- Meursault Les Tessons 2007 Fichet :D :D :D :)
- Chardonnay Les Grands Teppes 2007 Vieilles Vignes Gavenat :D :D :D :D + (veramente grande e lunghissimo)
- Meursault Les Gouttes D'or 2007 1er Comte Lafon :D :D :D :D :)

CON I FORMAGGI:
- Vin Jaune 1998 Domaine de la Pinte (in doppia bottiglia) :D :D :D :)
- Chateau Chalon 2004 Jean Macle :D :D :D :D :)

FINALE DOLCE:
- Recioto della Valpolicella 2009 Roccolo Grassi (in tripla mezza bottiglia) :D :D :D :D

Vale davvero la pena di commentarla perchè fra le più originali dell'anno con davvero esaltazione generale dei presenti ...a giorni qualche commento ...

Coulee de Serrant 1999 strepitoso, per me...sono confortato dal tuo giudizio!
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8189
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda zampaflex » 17 set 2016 23:28

Ganevat e Szepsy sono due bravissimi produttori, non mi meraviglia affatto il risultato.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Spectator
Messaggi: 3807
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda Spectator » 18 set 2016 11:50

..Etna rosso 2013,Graci.Rosso rubino trasparente,naso..elegante di ribes,ciliegia,amarena, fiori secchi; bocca di buon impatto alcolico che man mano che passa il tempo tende a scemare ; al palato si risente tutto quello che si e' percepito al naso ,in aggiunta spezie e una bella nota minerale ; tannino dolce e discreta persistenza.Vino conviviale,solare ,poco impegnativo ma il piu' gradito dei 3 Etna rosso..base(Calabretta, i Vigneri ,Piano dei Daini) bevuti in quest'ultimo mese.A breve qualche..cru ,tipo Serra della Contessa, Vinupetra, Passopisciaro.
Ultima modifica di Spectator il 19 set 2016 07:51, modificato 2 volte in totale.
quellocheaspetta
Messaggi: 118
Iscritto il: 04 ott 2015 10:02
Località: val Tidone

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda quellocheaspetta » 18 set 2016 13:16

Ieri sera dopo una pausa(forzata :cry: ) dalle bevute ho ricominciato con:
Verdicchio Collestefano 2014 da mezza bottiglia. Buono, affilato e tagliente ha fatto il suo dovere abbinato ad un tortino di gorgonzola. Al naso mi è piaciuto un pò meno, molto su note di lievito/crosta di pane.
Nebbiolo Vigna Santa Rosalia 2013 Brezza tappo in vetro. Semplice, mi è piaciuto, un vino da tutti i giorni con bei profumi di fragoline. Qui ho mancato l'abbinamento, con una Cotoletta di agnello ci voleva qualcosa di più consistente.
"Dio salvi la Barbera"
AmoSlade
Messaggi: 486
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: COSA BERREMO A SETTEMBRE?

Messaggioda AmoSlade » 18 set 2016 15:41

Balnc de Noirs Les Crayeres - Egly Ouriet: sboccatura novembre 2008. Colore giallo quasi dorato, profumi intensissimi, su tutto lieviti, mandorle tostate, biscotti al burro, una lieve nota fungina. Scaldandosi emerge qualche aroma più "dolce", tipo miele di melata. Imponente struttura in bocca, polposo ma nel contempo acido e minerale, bollicine ancora assai pimpanti, molto persistente. Ha accompagnato alla perfezione tutta la cena, dall'antipasto di salumi d'oca alla tagliata con tartufo estivo. Sicuramente Il miglior champagne che ho provato finora.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Biavo, Burson, Manuel Buldorini, Santi Romano, vinotec, zampaflex, zippino85 e 8 ospiti