LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13180
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda Kalosartipos » 01 lug 2016 07:19

Allez...
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8675
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda arnaldo » 01 lug 2016 09:26

ou???
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
raissa79
Messaggi: 1103
Iscritto il: 06 giu 2007 11:37
Località: Lazio

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda raissa79 » 01 lug 2016 10:40

Per una volta inizio io!!! Poi non sparate però sulla croce rossa eh! Ieri sera ho partecipato ad una cena con degustazione dei vini di Paolo e Noemia D'Amico, era presente anche il loro giovane e brillante enologo francese che ha dato un ottimo contributo.
I vini assaggiati:
Terre di Ala 2015: sauvignon blanc e sèmillon.
Falesia 2015
Notturno dei Calanchi 2014:100% pinot nero
Atlante magnum: 100% cabernet franc
Calanchi di Vaiano 2015, 2012, 2008: 100% chardonnay. Sicuramente quello che mi ha colpito di più! Al naso il 2015 sembrava quasi verdicchio per poi esplodere in bocca con sentori più aromatici e dolci, albicocca, mandorla, fiori di sambuco con un bel finale minerale. Fra i 3 la 2008 con un evidente colore più ambrato è quello che aveva l'acidità e la persistenza più marcata, davvero un ottimo vino per essere un bianco del Lazio
Dei rossi ho apprezzato un po' di più il pinot nero, ma solo perché secondo me il cabernet ha bisogno di qlc anno per esprimersi al meglio.
Io sono bellezza e amore;
io sono amicizia, tuo conforto;
io sono colui che dimentica
e perdona.
Lo Spirito del Vino.
alì65
Messaggi: 11761
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda alì65 » 01 lug 2016 13:07

Energade
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
raissa79
Messaggi: 1103
Iscritto il: 06 giu 2007 11:37
Località: Lazio

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda raissa79 » 01 lug 2016 13:12

alì65 ha scritto:Energade

???
Io sono bellezza e amore;

io sono amicizia, tuo conforto;

io sono colui che dimentica

e perdona.

Lo Spirito del Vino.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13180
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda Kalosartipos » 02 lug 2016 07:28

raissa79 ha scritto:
alì65 ha scritto:Energade

???


Credo che Claudio intendesse di avere bevuto Energade..

:wink:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13180
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda Kalosartipos » 02 lug 2016 07:31

Bello fresco... :D

Immagine

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
H2NO
Messaggi: 152
Iscritto il: 14 gen 2015 17:48
Località: L'Aquila

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda H2NO » 02 lug 2016 15:13

Luglio si è presentato nel migliore dei modi, ieri sera bevuto
Giulio Ferrari MG 2004: E' sempre una bollicina di grandissimo impatto, suadente, elegante, grassa il giusto ed perfettamente bilanciata nella freschezza, con un finale ed una vita davanti lunghissima.
Buvoli Sette Rosè Extra Brut La nemesi di Giulio :D se piace il genere è buonissima ma è il genere delle ossidazioni, delle note giocate in evoluzione di scarsa brillantezza nel bicchiere e di una grassezza e un corpo in bocca da renderlo un vino non da aperitivo spensierato in riva la mare.
Chandon de braille 2006 : Fatale la dimenticanza di non averla aperta con anticipo. Buona e cremosa come ci si aspettava ma è finita troppo presto per un giudizio meno telegrafico
De Fermo, Le cince Cerasuolo d'Abruzzo 2013 Semplicemte buonissimo, per giunta abbinato con una focaccia con culatello e fichi, un abbinamento da 10/10. Il tempo ha solo reso meno brillante il colore ma al naso e alla bocca sembra un Cerasuolo d'annata. Poco da fare, a mio avviso è la cantina abruzzese da seguire nei prossimi anni
Paolo Scavino Barolo Bric del Fiasc 2008 E' un barolo giovanissimo con un promettente futuro davanti, di taglio decisamente moderno può far storcere il naso agli amanti del Barolo più tradizionale ma è un vino tecnicamente perfetto, espressione di territorio e rispettoso del vitigno con il tocco modernista che personalmente non sempre apprezzo ma, di tanto in tanto, mi tocca sottostare.
Brunello di Mopntalcino 1993 Soldera: Purtroppo non bevo Soldera tutti i giorni (sic) ma sono bottiglie sempre, perennemente, costantemente, emozionanti annata minore, tra le sue meno riuscite, bistrattata da molti ma se proprio non sapete che farci di queste bottiglie regalatemele ... è un vino appena pronto e nonostante l'annata di tono minore reggerà ancora tantissimo.
Gravner Breg Anfora 2007 Prima di passare ai passiti... per Gravner vale lo stesso discorso di Buvoli, può non piacere. Personalmente sono vini che amo, la beva è impegnativa ma sempre piacevole, il naso sul bicchiere fa lavorare molto il cervello con tutte le note ed i profumi che ha ma non è faticoso e il bicchiere finisce velocemente lasciando un bellissimo ricordo di quel magnifico colore aranciato brillante
Barberani Calcaia 2010 Abbinato a formaggi di mucca di varie lavorazioni e stagionature li accompagna senza mai cedere il passo nè sovrastarli. Ci videro bene a premiarlo vino dolce dell'anno, sicuramente tra le annate più riuscite di Barberani
Barolo Chinato Barale E' una tipologia non particolamente amata, a me è piaciuto per la sua bella e rinfrescante nota di chinotto, deterge bene il palato e non è stucchevole

Ci sarebbe anche un Rum Samaroli 1991 di cui parlare... ma qui si parla di vino :D :D :D
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3410
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda videodrome » 03 lug 2016 19:42

:D
alì65 ha scritto:Energade

:D
Ziliovino
Messaggi: 3135
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda Ziliovino » 04 lug 2016 09:58

Un paio di rosati:

Cerasuolo d’Abruzzo Pie’ delle Vigne 2014 – Cataldi Madonna. Proseguo nel mio personale approfondimento dell’abbruzzo: spiazzante il colore, più da schiava, quasi un Santa Maddalena, con riflessi violacei, più che un rosato…naso intenso di fiori e frutta, il meglio lo da in bocca dove per essere un “rosatone” ha un notevole equilibrio e freschezza, è bello goloso. Nel complesso un poco semplice, ma tanto carattere.

Champagne Rosé Brut – André Beaufort. Gran bella bottiglia, frutti rossi e scorza d’arancia, sorso di struttura, sicuramente non tagliente ma di grande equilibrio ed eleganza.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
landmax
Messaggi: 1030
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda landmax » 04 lug 2016 10:11

H2NO ha scritto: Gravner Breg Anfora 2007 Prima di passare ai passiti... per Gravner vale lo stesso discorso di Buvoli, può non piacere. Personalmente sono vini che amo, la beva è impegnativa ma sempre piacevole, il naso sul bicchiere fa lavorare molto il cervello con tutte le note ed i profumi che ha ma non è faticoso e il bicchiere finisce velocemente lasciando un bellissimo ricordo di quel magnifico colore aranciato brillante


Se la beva fosse impegnativa, il bicchiere non finirebbe velocemente... la verità è che si tratta di un grande vino in senso assoluto, che come tutti i grandi vini ha materia, come è giusto che sia, ma perfettamente bilanciata da un'ottima freschezza e da una scia sapida straordinaria, già magistralmente fuse e integrate nel corpo del vino. Uno di quei rari casi in cui mi sentirei di spendere la parola "armonico".

Bevuto qualche mese fa (rigorosamente alla cieca), è il primo vino di Gravner post anfora che mi ha fatto trasalire. L'annata in zona è super e questo penso abbia giovato. Vino ampiamente sopra i 90 punti. Peccato che non lo produca più... :cry:
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2833
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda Ludi » 04 lug 2016 10:34

Masseria Li Veli, Verdeca Arktos 2014: poco espressivo, forse in chiusura. Da rivedere.
Hauner, Antonello 2011: a mio avviso un po' troppo dolce e concentrato; lo Hiera' mi piace molto di più.
Ostertag, Riesling Muenchberg 1996: ragazzino di vent'anni che si difende alla grande. Stranamente (ma non troppo) più vicino ad un grande Chenin che ad un Riesling della Mosella.
Malvirà, Roero Riserva Trinità 2006: davvero ottimo, elegante e sottile come piace a me, con una significativa presenza del "mitico" cardamomo nel profilo olfattivo. Scolato.
Feiler Artiger, Muskat Ottonel 2012: non mi ha fatto impazzire, il residuo zuccherino mal conteneva l'amarognolo del vitigno.
De Sousa, 3A deg. 10/12: buonissimo, invidiabile freschezza e perfetto equilibrio. Difficile credere fosse un extra brut, tanta era la gradevolezza e l'assenza di qualsiasi asperità.
Domaine de la Janasse, CdP Chaupin 2000: annata calda e surmatura, e si sente, ma al naso è un tripudio, un'ode allo Chateauneuf. Astenersi amanti dei vini sottili.
landmax
Messaggi: 1030
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda landmax » 04 lug 2016 10:52

Sainte Anne Brut 2008 Chartogne-Taillet
Molto buono, non tanto nei profumi, quanto in bocca, per una bollicina finissima, una bella pienezza e un'acidità rinfrescante. 50 e 50 chardonnay e pinot noir dalle montagne di Reims (massiccio di Saint Thierry a Merfy). 91/100

Saint-Aubin 1er cru 2005 Morey-Blanc
Curiosamente (almeno per me) indica in etichetta che si tratta di un 1er cru, ma non dice quale. Discreto borgogna, per gli amanti della polvere pirica e della tostatura (non io), di medio corpo e ottima freschezza. Alla fine il suo maggior pregio è la bevibilità, ma non mi ha conquistato al 100%. 87/100

Contrada C (Chiappemacine) 2011 Passopisciaro
Davvero notevole. I profumi sono di grande fascino, ricorda un whiskey (leggermente) torbato, poi c'è la fragola macerata ed altro. Da un naso del genere ti aspetteresti un vinone, e invece no, lui è snello, dritto, fresco, con una componente tannica sottile e già ben integrata. Da una contrada a 550 s.l.m., nerello mascalese da piante di oltre 80 anni. Da bere ora senza patemi. 92/100

Sangioveto 2009 Badia a Coltibuono
Bel sangiovese di stile classico, di ottima fattura ed estrazione, l'annata calda non si avverte, piuttosto è fresco, dinamico, setoso nei tannini. E' un vino di beva e, purtroppo, finisce presto. Si può aspettare ancora (nei profumi evolverà), ma già oggi di grande piacevolezza. 91/100
Ziliovino
Messaggi: 3135
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda Ziliovino » 04 lug 2016 11:13

Immagine

Bevuta a tema bianchi minerali, dopo qualche rinfrescante gin tonic si è tracannato:

Tharros Karmis Cuvée 2015 – Contini. Nota aromatica con un leggero tratto fumé, tanto agrume per un naso fragrante, bocca più semplice. Interessante.

Sudtirol Eisacktaler Veltliner 2007 – Garlider. E’ parso un poco stanco e forse un po’ piatto nonostante la frutta e la pera matura e la buona struttura in bocca.

Vdt Bajola 2013 – Bajola di Alice Iacono. Colore decisamente arancio, sembra un succo di frutta, al naso arancia e scroza d’agrumi, un po’ di spezie dolci, bocca traq struttura e freschezza, sapido e leggero accenno tannico. Non male.

Sancerre Clos La Nèore 2011 – Vatan. Molto elegante e delicato, sussurrato, leggero accenno fumé, la frutta si senta quasi più nel ritorno retro nasale in bocca con una bella pesca bianca, lungo. Surclassa tutti in eleganza ed equilibrio.

Chablis La Forest 2011 – Dauvissat. Al contrario questo è aperto e comunicativo, con un cereale iniziale, che vira sulla frutta fresca e più matura, struttura e larghezza in bocca che però non sovrastano la freschezza.

Campania Dall’Isola 2014 – Joaquin. Verticale, fresco, salino, agrumi e ginestra. Molto mediterraneoe molto convincente.

Weinberg Dolomiten Pinot Grigio 2013 – Marinus Hof. Classico p.g., frutta mattura e grassezza, però senza slanci.

Savennieres Arena 2012 – Mosse Agnes e René. Non male questo fruttato Chenin, l’ho però seguito poco…

Savennieres Clos de Coulaine 2013 – Pierre Bise. Bella bottiglia: frutta stramatura e cere, leggero propoli, grande freschezza, lungo. Da dimenticare in cantina.

Riviera Ligure di Ponente Pigato 2001 – Feipù dei Massaretti. ito…

Vdt Underwood – Walter de Batté. Bottiglia decisamente problematica, tra sentori da lambic, rabarbaro e muffa da tappo: una tragedia…

Campania Bianco 2013 - Monte di Grazia. Fresco e tagliente, limone e limoncella, salino, ma decisamente più approcciabile e tutto sommato di buona elenganza rispetto alle bevute di qualche anno fa. Piaciuto.

Champagne Brut – Hervé Dubois. Fresco, piacevole, facile, svolge bene il ruolo di defaticante.

Champagne V.O. Extra Brut – Selosse. Sboccatura 2008. Marzapane e pan di spagna, amaretto e sentori marini/iodati per un naso meno arzigogolato rispetto ad altri suoi vini, con più ossidazioni ma anche più eleganza. Anche in bocca ha buon equilibrio, solita gran struttura e buona freschezza. Buono, ma altri suoi vini mi hanno coinvolto di più.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
AmoSlade
Messaggi: 475
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda AmoSlade » 05 lug 2016 19:26

Assyrtiko Cuvée N. 15 2014 - Hatzidakis: proseguo l'esplorazione dei vini di questo produttore di Santorini. Rispetto al base in questo, frutto di una vendemmia più tardiva e non filtrato, la mineralità la fa da padrona, con profumi molto intensi di pietra focaia e sassi scaldati dal sole, cui fanno da cornice fiori bianchi e limone. In bocca ha buona struttura, grande acidità ma soprattutto salinità. Finale molto lungo e pulito, si beve benissimo nonostante i 14,5 gradi. Davvero notevole, dicono invecchi bene e non fatico a crederci.
max.giuli
Messaggi: 377
Iscritto il: 02 lug 2010 00:00
Località: L'Aquila

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda max.giuli » 06 lug 2016 00:22

Chartogne-Taillet Le Rose
Profumi appena accennati, arancia rossa, una leggera nota lattica(?), in bocca molto buono, bolla poco invadente, fresco e succulento. Nel complesso un buon champagne.

Maison Bereche Terroir de Vertus 2008
Tutto chardonnay. Più affilato del precedente, note verdi, kiwi, bocca cremosa e bella mineralità. Molto buono.

Joh. Jos. Prum Wehlener Sonnenuhr Riesling Spatlese 2007
Naso complesso, inizialmente dominato dagli idrocarburi, che poi lasciano parte dello spazio al frutto giallo, melone, albicocca. Bocca con le dolcezze perfettamente coadiuvate dall'acidità. Per molti vino della serata. Ottimo.

Fattoria San Lorenzo 'Il San Lorenzo' 2002
Sinceramente lo ricordavo migliore (1997 e 2001). Qui il problema a mio avviso è il frutto. Lo attendo nel bicchiere ma l'evoluzione non porta a nulla di buono. Ok le note macerate ma non quando generano questa marcescenza invadente. Non in equilibrio, molto alcool e beva non invitante. Annata del cavolo?

Clos Rougeard Saumur Blanc Breze 2010
Prima esperienza con questo chenin elevato in barrique (25% nuove). Un vino schiacciato dal legno? Niente affatto! Note boisées di certo ma d'altro canto tanta materia, acidità e tensione. Agrumi, una nota limonosa a contorno di un sorso appagante che si chiude amarognolo sulla scorza dell'agrume. Certamente un vino giovane con le parti che spero in futuro possano evolvere ed amalgamarsi. Ottimo.

Podere Rocche dei Manzoni Pianpolvere Soprano Barolo Bussia 7 Anni Riserva 2007
Colore molto carico, non sembra un nebbiolo. Al naso invece si riconoscono alcune note tipiche quali la rosa appassita ma l'alcool è veramente troppo invadente. Bocca molto calda, morbida, setosa e vanigliata, per niente fresca, dalla beva monotona. Affatto nelle mie corde.
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda paperofranco » 06 lug 2016 00:24

Tre vini bevuti nel mese scorso che mi hanno colpito per motivi diversi.

Nobile di Montepulciano 2012 Podere Sanguineto
Non che sia un frequentatore abituale della tipologia, e nemmeno un estimatore, ma questo è forse il miglior nobile che io ricordi ed in generale un Sig. Sangiovese.
Mostra ben poco delle sue origini sudiste, se non una piacevole avvolgenza di fondo, colpisce invece per il ritmo e la dinamica gustativa "chiantigiana", nonché per l'attitudine a stare in tavola. Gran bel bere.

Cirò A Vita riserva 2010.
Evoluto già dal colore, non particolarmente invitante per un vino così giovane. Volatile fuori misura che quasi sconfina nello spunto; ha un profilo che ricorda un nebbiolo poco buono, noioso e antipatico. Tannini secchi, bocca asciugante, non ho goduto nemmeno un secondo.

Clos St. Hune 2009 Trimbach.
Il primo naso è un pozzo petrolifero, poi l'ossigeno lavora a favore di eleganti sfumature marine iodate. Bocca rigorosa, verticale, con una giusta dose di polpa per poterne godere bicchiere dopo bicchiere fino in fondo.
Un vino di grande personalità e carattere, con un timbro molto particolare, che lascia il segno, difficile scordarselo. Tanta roba, mai sentito nulla di simile in Alsazia.
Avatar utente
la_crota1925
Messaggi: 2708
Iscritto il: 06 giu 2007 19:48
Località: ex città delle palme ora paradiso del punteruolo rosso

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda la_crota1925 » 06 lug 2016 08:56

max.giuli ha scritto: Joh. Jos. Prum Wehlener Sonnenuhr Riesling Spatlese 2007
Naso complesso, inizialmente dominato dagli idrocarburi, che poi lasciano parte dello spazio al frutto giallo, melone, albicocca. Bocca con le dolcezze perfettamente coadiuvate dall'acidità. Per molti vino della serata. Ottimo.

lo avete bevuto come dessert ? non ho ancora capito questi riesling con residuo zuccherino con cosa abbinarli.
spedizione al ricevimento del pagamento.
max.giuli
Messaggi: 377
Iscritto il: 02 lug 2010 00:00
Località: L'Aquila

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda max.giuli » 06 lug 2016 10:26

la_crota1925 ha scritto:
max.giuli ha scritto: Joh. Jos. Prum Wehlener Sonnenuhr Riesling Spatlese 2007
Naso complesso, inizialmente dominato dagli idrocarburi, che poi lasciano parte dello spazio al frutto giallo, melone, albicocca. Bocca con le dolcezze perfettamente coadiuvate dall'acidità. Per molti vino della serata. Ottimo.

lo avete bevuto come dessert ? non ho ancora capito questi riesling con residuo zuccherino con cosa abbinarli.


No, serata in enoteca, c'era solo qualche formaggio vaccino non adatto a questo abbinamento poiché le forme avevano pochi giorni di vita. Nella mia ignoranza mi piacerebbe provare su un primo piatto tipo qualche risotto (zucca o provola). Rimanendo sul dessert direi con qualche crostata alla frutta non molto dolce.
darmagi90
Messaggi: 908
Iscritto il: 06 giu 2007 11:02
Località: Emilia Centrale
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda darmagi90 » 06 lug 2016 10:28

Penultimo martedì sera con gli amici di Bondeno, ci siamo bevuti alcuni spumantini in compagnia.

Oltrepò Pavese Metodo Classico Blanc de Blancs - Mazzolino
Bel vino, molto orientato sulle note di lievito e brioche, magari poco complesso ma molto piacevole e "didattico". Prima della destagnolatura in molti hanno detto Trento. Sboccatura un po' recente, dicembre 2015. Forse attendendo un po' migliorerà.

Purtroppo ero distratto e non mi sono segnato il nome del vino e del produttore, comunque un RM.
Champagne 100% Pinot Meunier, anche questo non molto complesso ma estremamente gradevole nei profumi di frutta candita e vaniglia. Bocca un po' segnata da un dosaggio che, almeno per i miei gusti, era decisamente generoso, pur trattandosi di un brut. In ogni caso una bella interpretazione del Pinot Meunier. Qui nessuno si è sbilanciato, per tutti abbastanza diverso dalle bollicine note.

Brut Rosé - Pinot Noir Villa Barthenau - Hofstaetter (Magnum)
Colore ramato/buccia di cipolla, proprio come i Rulaender, Pinot Grigi vinificati in rosso. Rosa antico molto lieve con riflessi arancioni, bellissimo. Naso quasi non pervenuto, solo lievi note fruttare di fragolina e lampone. In bocca invece molto potente, non solo per il mezzo grado in più di alcool ma proprio per una struttura complessiva ed una ricchezza di materia non confrontabili con i vini che hanno preceduto o seguito.

Franciacorta Quadra
Sboccatura primavera 2015, non un'eternità ma è già qualcosa. Un Franciacorta a mio parere che si discosta dallo stile più diffuso di questa zona. Molti, se non tutti, alla cieca hanno indicato Champagne come provenienza. Profumi complessi, minerali, con note di lievito ma anche di leggerissima ossidazione. Buono anche in bocca ma non ha retto l'impietoso confronto con il predecessore. Al naso decisamente superiore il Quadra ma in bocca Hofstaetter lo ha un po' asfaltato.

Champagne 7 crus - Agrapart
Sboccatura febbraio 2016, maledizione!!!
Perlage scomposto e disordinato come un nido di gazze e profumi ancora un po' da definire. Bella nota che io chiamo vegetale, di clorofilla, qualcosa che ricorda i pampini di vite. Anche qui nota ossidativa appena percepibile e bocca di bell'equilibrio, giocato però decisamente più in verticale rispetto a tutti i precedenti.
Non so dire se valga davvero il prezzo ma delle 5 bolle assaggiate è sato quello che a me è piaciuto maggiormente, nonostante la sboccatura recentissima.
"E' un modo comodo di vivere quello di credersi grandi di una grandezza latente"
Italo Svevo - La coscienza di Zeno

"L'acqua galleggia!"
Parmesan Artist

http://www.oasilamartina.it
https://it-it.facebook.com/oasi.lamartina/
darmagi90
Messaggi: 908
Iscritto il: 06 giu 2007 11:02
Località: Emilia Centrale
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda darmagi90 » 06 lug 2016 10:33

Ho scritto pampini, avrei dovuti scrivere viticci, scusate.

Dimenticavo, nel Quadra nessuna nota amarognola nel finale.
"E' un modo comodo di vivere quello di credersi grandi di una grandezza latente"
Italo Svevo - La coscienza di Zeno

"L'acqua galleggia!"
Parmesan Artist

http://www.oasilamartina.it
https://it-it.facebook.com/oasi.lamartina/
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11910
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda Alberto » 06 lug 2016 11:46

darmagi90 ha scritto:Ho scritto pampini, avrei dovuti scrivere viticci, scusate.

Dimenticavo, nel Quadra nessuna nota amarognola nel finale.

Sei conscio dell'esistenza dell'Edit Post, vero Mauro? Sììì? :lol:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
darmagi90
Messaggi: 908
Iscritto il: 06 giu 2007 11:02
Località: Emilia Centrale
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda darmagi90 » 06 lug 2016 12:04

Alberto ha scritto:
darmagi90 ha scritto:Ho scritto pampini, avrei dovuti scrivere viticci, scusate.

Dimenticavo, nel Quadra nessuna nota amarognola nel finale.

Sei conscio dell'esistenza dell'Edit Post, vero Mauro? Sììì? :lol:


Certo che ne sono a conoscenza e ne faccio anche un uso quasi smodato :twisted:
"E' un modo comodo di vivere quello di credersi grandi di una grandezza latente"
Italo Svevo - La coscienza di Zeno

"L'acqua galleggia!"
Parmesan Artist

http://www.oasilamartina.it
https://it-it.facebook.com/oasi.lamartina/
piergi
Messaggi: 2237
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda piergi » 06 lug 2016 16:34

Luigi Maffini- pietraincatenata 2013
Il colore dorato carico denuncia il passaggio in legno, che si percepisce anche al naso con una leggera nota boisè stretta fra decisi sentori iodati e erbaceo da macchia mediterranea. In bocca il primo impatto torna su note decisamente salmastre, che sfumano su pesca gialla e sottile vaniglia.
Erano anni che non riassaggiavo questo vino, l'ho trovato molto più agile e verticale rispetto a quanto ricordassi, so che c'è stato un cambio di protocollo ma penso abbiano influito anche le nuove vigne ben più alte rispetto a quelle di castellabate.
Astenersi amanti dei fiano nordici, per me è il bianco cilentano più convincente e continuo.
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11910
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI LUGLIO 2016

Messaggioda Alberto » 06 lug 2016 17:05

piergi ha scritto:Astenersi amanti dei fiano nordici

Quelli altoatesini, per indenderci? :roll: Mai incontrato uno, peccato... :mrgreen:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: addre_91, boston e 15 ospiti