LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12949
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda Kalosartipos » 01 feb 2016 09:43

Avanti il primo!
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
vinogodi
Messaggi: 28211
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda vinogodi » 01 feb 2016 10:25

...ieri sera pizza con la famiglia. Cosa abbiamo bevuto?
...di colore giallo relativamente chiaro, con bei riflessi dorati. La spuma è ricca , rigogliosa, persistente ed allegra . Non tarda però a scemare nel bicchiere , rimanendo un perlage continuo e rigoroso, ma mai discutibile dal punto di vista della stimolazione dei recettori palatali (plus). Il naso devo ammettere non trascendentale , per intensità, ma , purtroppo , la temperatura molto fredda di servizio ne ha compresso , almeno di primo acchito, l'esuberanza olfattiva (che, in realtà , non c'è mai stata) . Con l'ossigenazione e il riscaldamento del liquido, si notavano civettuole sensazioni di luppolo , ma molto flebili, con contorni di frumento e stoppia estiva (quel che rimane dopo la mietitura primoestiva) . Qualche accenno floreale, di androceo di cucurbitacea, ne migliorava lo spettro olfattivo. La bocca decisamente fresca, retrogusto amarognolo, appagante . Cosa?
Spina media Peroni Nastro Azzurro :
Gradazione 4,8°
Temperatura di servizio : 4,6 °C
Volume 50 cc (boccale con manico laterale, non era né Riedel né Spiegelau , per gli amanti del genere va specificato )
Affinamento : 27 gg in fusto di acciaio
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
MCSE
Messaggi: 6721
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: LAGO

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda MCSE » 01 feb 2016 10:41

Nebbiolo d'Alba Valmaggiore Giacosa Bruno 2013
Rubino limpido e scarico con riflessi granato, naso frutta rossa matura, alcol, spezie leggere, nebbioleggia con cenni floreali appassiti, bocca setosa, fresca, fruttata.
Bevuto abbinato a una bella formagella 3 latti e pane casereccio, parmiggiano e gorgonzola :lol:
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda miccel » 01 feb 2016 11:43

Masson Blondelet- Pouilly Fumé "Villa Paulus" 2012
Avevo già apprezzato questo vino nell'annata 2008, e per me si conferma un ottimo acquisto per chi voglia bere un Sauvignon dell'alta Loira a 15 euro.
Profumi intensi di limone, susina, esordio in bocca con asprezza minerale dovuta alle "marnes kimmeridgiennes "; dopo vengono fuori anche il corpo e una certa grassezza e sul finale, con discrezione, la nota varietale erbacea. Buona persistenza.
Un bianco impeccabile come sanno farlo i nostri cugini, di media complessità, amico del mangiare, scende giù veloce con i suoi 12,5 gradi.
gpetrus
Messaggi: 2462
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda gpetrus » 01 feb 2016 13:19

vinogodi ha scritto:...ieri sera pizza con la famiglia. Cosa abbiamo bevuto?
...di colore giallo relativamente chiaro, con bei riflessi dorati. La spuma è ricca , rigogliosa, persistente ed allegra . Non tarda però a scemare nel bicchiere , rimanendo un perlage continuo e rigoroso, ma mai discutibile dal punto di vista della stimolazione dei recettori palatali (plus). Il naso devo ammettere non trascendentale , per intensità, ma , purtroppo , la temperatura molto fredda di servizio ne ha compresso , almeno di primo acchito, l'esuberanza olfattiva (che, in realtà , non c'è mai stata) . Con l'ossigenazione e il riscaldamento del liquido, si notavano civettuole sensazioni di luppolo , ma molto flebili, con contorni di frumento e stoppia estiva (quel che rimane dopo la mietitura primoestiva) . Qualche accenno floreale, di androceo di cucurbitacea, ne migliorava lo spettro olfattivo. La bocca decisamente fresca, retrogusto amarognolo, appagante . Cosa?
Spina media Peroni Nastro Azzurro :
Gradazione 4,8°
Temperatura di servizio : 4,6 °C
Volume 50 cc (boccale con manico laterale, non era né Riedel né Spiegelau , per gli amanti del genere va specificato )
Affinamento : 27 gg in fusto di acciaio

ahia...anche il guru del forum ha cannato sezione...vabbe' te lo possiamo concedere dopo 2448957882 post :mrgreen: :mrgreen:
Avatar utente
Vinory
Messaggi: 164
Iscritto il: 09 gen 2016 11:07
Località: Lisòndria

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda Vinory » 01 feb 2016 15:39

Perché la sezio e dedicata alla birra era talmente sovraffollata che ha bloccato il server e costretto a descrivere tale esperienza qui :D
vinogodi
Messaggi: 28211
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda vinogodi » 01 feb 2016 16:24

...non era errore ma intenzionale ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Vinory
Messaggi: 164
Iscritto il: 09 gen 2016 11:07
Località: Lisòndria

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda Vinory » 01 feb 2016 16:26

Lo so lo so ...So anche quanto sia affollata ls sezione birra! :mrgreen:
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2770
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda Ludi » 01 feb 2016 19:20

Weingut Karlsmuhle, Lorenzhofer Spatlese 2003: uno dei pochi posti in Europa ove la 2003 ha dato vini decisamente buoni a mio avviso è la Germania, e questo vinello da 8 € lo conferma in pieno. Gradevole, in piena beva, da ingurgitare senza ritegno.
Hambledon, Classic Cuvée NV: tutti i pregi e limiti degli spumanti inglesi: interessante al naso, in bocca ha acidità eccessiva e poca lunghezza.
Chateau Puygueraud 2004: non un grande chateau, non una grande annata, ma si difende egregiamente, specie al naso. Leggermente scomposto in bocca.
Huet, Vouvray Moelleux Le Haut Lieu 2003: qui invece la 2003 si sente. Non ha la consueta freschezza, e chiude un po' troppo ammandorlato.
Guigal, Hermitage Blanc 2007: splendido, intenso ed inebriante al naso, delude leggermente in bocca, specie per il finale amarognolo ed un pizzico di grassezza di troppo.
Colle Picchioni, Il Vassallo 2006: molto territoriale, pur nel rispetto della varietalità, l'ho bevuto con grande soddisfazione. Certo, non ha la lunghezza di un top Bolgheri, ma ci si può tranquillamente accontentare.
Giovintagewine
Messaggi: 1375
Iscritto il: 20 mag 2014 15:02
Località: Piemonte

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda Giovintagewine » 03 feb 2016 16:03

MCSE ha scritto:Nebbiolo d'Alba Valmaggiore Giacosa Bruno 2013
Rubino limpido e scarico con riflessi granato, naso frutta rossa matura, alcol, spezie leggere, nebbioleggia con cenni floreali appassiti, bocca setosa, fresca, fruttata.
Bevuto abbinato a una bella formagella 3 latti e pane casereccio, parmiggiano e gorgonzola :lol:



sicuro che non era il 2012?
Tra tutti gli investimenti che ho fatto, il vino è quello che mi fà dormir meglio, per male che vada posso sempre bermelo!
fabrizio leone
Messaggi: 652
Iscritto il: 06 giu 2012 15:00
Località: san Colombano al lambro ( MI )

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda fabrizio leone » 03 feb 2016 17:35

TIGNANELLO 89: ANDATO!!!!!!!! :evil:
vinogodi
Messaggi: 28211
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda vinogodi » 03 feb 2016 17:50

fabrizio leone ha scritto:TIGNANELLO 89: ANDATO!!!!!!!! :evil:
...facile, quando non si hanno più motivazioni... colpa tua... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1964
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda gianni femminella » 03 feb 2016 23:44

Dalle mie peregrinazioni tra le isole Greche l'estate scorsa ho portato a casa una bottiglia di
Vinsanto 2003 Hatzidakis ( vin naturellement doux ) - 13 gradi
La dicitura vinsanto non ha niente a che fare con il vin santo nostrano. Prodotto da uve appassite al sole direttamente sul terreno vulcanico.
Denso, di un rosso che tira all'ocra, con un riflesso oro/ramato. Il colore non è dei più facili da riassumere.
Profumi medicinali, confettura di fichi, uva passa, noci, caramello, mentolato, alcoolico.
Allappa, è fresco, dolce e fruttato. La densità di cui sopra ricorda l'aceto balsamico stravecchio. Avvolge la bocca completamente, combatte fieramente contro una bavarese al cioccolato e ne esce vincente, ipnotico, somigliante solo a uno jerez dolce ( non conosco abbastanza la tipologia da poter indicare con più precisione se lo jerez che intendo si chiami così ) e a nient'altro che io conosca. Unico comunque nella sua dolcezza/intensità/freschezza ( sempre nella mia scala di valori e conoscenze ).
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
max.giuli
Messaggi: 373
Iscritto il: 02 lug 2010 00:00
Località: L'Aquila

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda max.giuli » 05 feb 2016 02:28

Barbacarlo 2010
Innanzitutto il tappo, scusate ma trovarne di cosi belli non è usuale. Versato nel calice la schiuma si alza, rossa e briosa. Un esplosione di profumi freschi e speziati al naso, con la ciliegia macerata in evidenza poi cacao, pepe e curry. In bocca è asciutto e sapido, leggera carbonica che va e viene, non lo abbandona mai del tutto e evidenzia la parte acida in un gustoso non equilibrio.
vinogodi
Messaggi: 28211
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda vinogodi » 05 feb 2016 09:48

max.giuli ha scritto:Barbacarlo 2010
Innanzitutto il tappo, scusate ma trovarne di cosi belli non è usuale. Versato nel calice la schiuma si alza, rossa e briosa. Un esplosione di profumi freschi e speziati al naso, con la ciliegia macerata in evidenza poi cacao, pepe e curry. In bocca è asciutto e sapido, leggera carbonica che va e viene, non lo abbandona mai del tutto e evidenzia la parte acida in un gustoso non equilibrio.
...maledetto... mi hai fatto venire una voglia... stasera me ne apro uno dello scorso millennio... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7384
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda zampaflex » 05 feb 2016 14:00

Feudo di San Maurizio - Vuillermin 2011
Curiosissimo, asprino e chinato, ancora rustico e bisognoso di tempo ma da seguire perché potrebbe ingannare più d'un bevitore, portandolo a pensare a qualche prodotto francese, un po' syrah un po' gamay... :D
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
dc87
Messaggi: 440
Iscritto il: 28 feb 2012 16:47

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda dc87 » 05 feb 2016 15:55

zampaflex ha scritto:Feudo di San Maurizio - Vuillermin 2011
Curiosissimo, asprino e chinato, ancora rustico e bisognoso di tempo ma da seguire perché potrebbe ingannare più d'un bevitore, portandolo a pensare a qualche prodotto francese, un po' syrah un po' gamay... :D

Rimarrà rustico....
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7384
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda zampaflex » 05 feb 2016 16:17

dc87 ha scritto:
zampaflex ha scritto:Feudo di San Maurizio - Vuillermin 2011
Curiosissimo, asprino e chinato, ancora rustico e bisognoso di tempo ma da seguire perché potrebbe ingannare più d'un bevitore, portandolo a pensare a qualche prodotto francese, un po' syrah un po' gamay... :D

Rimarrà rustico....


In effetti il Cornalin mi è piaciuto di più.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
kubik
Messaggi: 2106
Iscritto il: 22 nov 2007 01:20
Località: piemonte

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda kubik » 05 feb 2016 23:55

zampaflex ha scritto:Feudo di San Maurizio - Vuillermin 2011
Curiosissimo, asprino e chinato, ancora rustico e bisognoso di tempo ma da seguire perché potrebbe ingannare più d'un bevitore, portandolo a pensare a qualche prodotto francese, un po' syrah un po' gamay... :D

Verissimo,
bevuto anche noi un annetto fa (forse altra annata)
e alla cieca abbiamo pensato proprio ad un gamay!
Mi ricordo un torrette di San Maurizio da urlo ma almeno 6/7 anni fa..
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2770
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda Ludi » 06 feb 2016 11:39

L. Michel, Chablis 1er Cru Vaillons 2006: ostricoso e tiglioso in maniera splendida, si nota l'assenza del legno. Sarebbe eccellente con un pizzichino di lunghezza in più.
Clerico, Barolo Pajana 2007: non amo la 2007, e non amo i modernisti, ma con Clerico mi levo il cappello. Opulento, ovviamente, ma anche rigoroso nelle note di pot pourri, rosa appassita, thé nero, spezie orientali, menta, persino qualche refolo salmastro a giocare in sottofondo. Gran vino.
Avatar utente
puspo
Messaggi: 654
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda puspo » 06 feb 2016 11:45

Ieri sera Philippe Naddef Gevrey Chambertin Vielles Vignes 2009.

Non credo dipenda dalla luna, ma ho trovato la bottiglia quasi totalmente inespressiva, anche dopo un'ora di bicchiere ... e sì che l'avevo preso in cantina proprio perchè mi aveva piacevolmente impressionato. :|
Per carità, non era scomposto o difettato ... vediamo se oggi a pranzo avrà qualcosa di nuovo da raccontarmi ...
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Spectator
Messaggi: 3739
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda Spectator » 06 feb 2016 12:21

..Barolo, B.Mascarello 2009.Rouge brillante..diluito,fascinoso; al naso, alcool,rosa,viola,fiori secchi,fruttini rossi molto,molto tenui :( ; piu'..comunicativo al palato dove e' una esuberante freschezza a farla da padrone ,teso,vibrante,con tannini eleganti e gia' godibili, beva agile,sciolta e media persistenza.Malgrado l'evidente gioventu' e ritrosia, alla fine nn mi e' dispiaciuto,anzi.
Mike76
Messaggi: 1000
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda Mike76 » 06 feb 2016 18:25

Immagine

Olivier Pithon - Cuvee Laïs 2013
Strano, note idrocarburoche dominanti.
Alla cieca avrei detto riesling teutonico, eppure è tra mare e Pirenei...mah..
Comunque piacevole e minerale, aromi insoliti.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7384
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda zampaflex » 06 feb 2016 20:07

Mike76 ha scritto:Olivier Pithon - Cuvee Laïs 2013
Strano, note idrocarburoche dominanti.
Alla cieca avrei detto riesling teutonico, eppure è tra mare e Pirenei...mah..
Comunque piacevole e minerale, aromi insoliti.


Strano no, una volta che conosci vitigno e produttore. Bevuto in settimana il Maccabeu in purezza di Pithon, stessa annata, abbiamo tutti girovagato attorno all'Alsazia prima che il conferitore ci desse una dritta... :wink:
Bianchi del Roussillon + mano felice = mineralità a go-go.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Mike76
Messaggi: 1000
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI FEBBRAIO 2016

Messaggioda Mike76 » 06 feb 2016 22:00

zampaflex ha scritto:Strano no, una volta che conosci vitigno e produttore. Bevuto in settimana il Maccabeu in purezza di Pithon, stessa annata, abbiamo tutti girovagato attorno all'Alsazia prima che il conferitore ci desse una dritta... :wink:
Bianchi del Roussillon + mano felice = mineralità a go-go.


Difatti lo "strano" sta per inaspettato, proprio perché non conoscendo né vino né produttore (e nemmeno i bianchi del Roussillon), mi aspettavo altro.
Che fosse buono sì, perché già ne avevo sentito parlar bene.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti