Serata verticale Alzero Quintarelli

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
cyberbibe
Messaggi: 1104
Iscritto il: 29 feb 2012 16:19

Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda cyberbibe » 24 gen 2016 19:05

Ciao a tutti,
sto organizzando serata verticale Alzero Quintarelli con le seguenti annate in degustazione:
1993
1994
1995
1996
2001
Vino assai raro e di grande fascino.
Solo 8 posti al tavolo, 5 disponibili poichè 3 già prenotati.
quota € 130,00 a testa
location: Veneto e dintorni da definire
data: da metà febbraio in poi, entro e non oltre il 1 aprile (perchè poi comincia a far caldo :mrgreen: )
Per prenotazioni scrivete in chiaro o mandatemi MP.
Alessandro
...exposition 2011 Union des Grands Crus de Bordeaux: " devo dire che qualcosina di vino sto cominciando a capirne"...Alexandre de Lur saluce
vinogodi
Messaggi: 28613
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda vinogodi » 24 gen 2016 19:40

...bellissima iniziativa. Tienici informato su data e location, entrambi importanti per poter pianificare eventuale trasferta...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3410
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda videodrome » 24 gen 2016 20:24

Interessato a partecipare, fammi sapere soprattutto la location (vi /pd?) e la data. Intqnto opzioni 1 posto
Vinos
Messaggi: 1012
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda Vinos » 24 gen 2016 22:42

Sarei molto interessato ma dipende dalla data.
Avatar utente
mattiave
Messaggi: 1067
Iscritto il: 25 set 2011 12:41

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda mattiave » 25 gen 2016 00:02

interessato.
Avatar utente
and.car
Messaggi: 921
Iscritto il: 14 mar 2011 17:47
Località: Padova

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda and.car » 25 gen 2016 11:14

interessato pure io
Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell'egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità. [Oscar Wilde]
Avatar utente
cyberbibe
Messaggi: 1104
Iscritto il: 29 feb 2012 16:19

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda cyberbibe » 25 gen 2016 21:41

Buonasera a tutti,
riepilogo in sequenza di arrivo messaggi gli interessati:

vinogodi (in chiaro)
videodrome (in chiaro)
vinos (in chiaro)
mattiave (in chiaro)
Manuz (in privato)

in panchina pronti a subentrare
and.car (in chiaro)
MCSE (in privato)
Davidef (in privato)

Mandatemi vostro cellulare via mp che apro gruppo su whatsapp, molto più semplice ed istanteneo :wink:
Ale
...exposition 2011 Union des Grands Crus de Bordeaux: " devo dire che qualcosina di vino sto cominciando a capirne"...Alexandre de Lur saluce
Vinos
Messaggi: 1012
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda Vinos » 25 gen 2016 22:05

Ti mando il numero in mp
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3410
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda videodrome » 04 mar 2016 12:13

Splendida serata; il bepi regala tuttora grandi emozioni con le sue firme d'autore. Capita spesso di imbattersi in vini buoni o molto buoni, raramente di imbattersi in vini emozionali come il filotto 93/96 di ieri sera.
Telegraficamente in ordine di preferenza, il faccinometro (faccine non regalate......)
1993 :D :D :D :D :D
1996 :D :D :D :D :D --
1994 :D :D :D :D
1995 :D :D :D 1/2

2001 :D :D 1/2 (cambio di stile netto)
Avatar utente
and.car
Messaggi: 921
Iscritto il: 14 mar 2011 17:47
Località: Padova

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda and.car » 04 mar 2016 12:50

videodrome ha scritto:Splendida serata; il bepi regala tuttora grandi emozioni con le sue firme d'autore. Capita spesso di imbattersi in vini buoni o molto buoni, raramente di imbattersi in vini emozionali come il filotto 93/96 di ieri sera.
Telegraficamente in ordine di preferenza, il faccinometro (faccine non regalate......)
1993 :D :D :D :D :D
1996 :D :D :D :D :D --
1994 :D :D :D :D
1995 :D :D :D 1/2

2001 :D :D 1/2 (cambio di stile netto)


quoto in pieno... :wink:
Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell'egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità. [Oscar Wilde]
landmax
Messaggi: 1030
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda landmax » 04 mar 2016 12:59

videodrome ha scritto:Splendida serata; il bepi regala tuttora grandi emozioni con le sue firme d'autore. Capita spesso di imbattersi in vini buoni o molto buoni, raramente di imbattersi in vini emozionali come il filotto 93/96 di ieri sera.
Telegraficamente in ordine di preferenza, il faccinometro (faccine non regalate......)
1993 :D :D :D :D :D


Comincio a pensare, senza polemica alcuna, che chi si è formato il palato negli anni '90 (o prima) abbia gusti proprio differenti rispetto a chi, come me, ha iniziato il proprio avvicinamento al vino all'inizio degli anni 2000. L'ho notato già in altre occasioni (ad esempio con un Calvari 2006 di Miani, per me pessimo, ma che a molti senior era piaciuto assai) ed anche in questo caso ne ho riprova.
L'Alzero 1993, bevuto da Vinogodi non più tardi di due settimane fa all'amaronata a casa sua, era a mio parere un vino "banalotto, poco mobile, troppo dolce" (così l'ho definito nel relativo 3d). Ancora molto vanigliato al naso, poco mobile nel bicchiere e abbastanza stucchevole in bocca (dove l'acidità non era sufficiente a contrastare un'evidente "abboccatura"), a mio parere era la perfetta espressione dei vini che piacevano 10-15 anni fa (e che ad alcuni, evidentemente, piacciono ancora), che facevano della concentrazione la loro arma vincente. Oh, poi non abbiamo bevuto la stessa bottiglia, per cui sono curioso di sentire commenti più dettagliati su quella che avete bevuto voi. Posso solo dire che la bottiglia bevuta da Marco era perfetta quanto a conservazione e non presentava alcun difetto.

E lo dice uno che adora Quintarelli, tra i pochi (forse il solo) che regala davvero emozioni in Valpolicella (ma con Valpolicella e Amarone, non con quest'americanata dell'Alzero, imho obviously).
Avatar utente
and.car
Messaggi: 921
Iscritto il: 14 mar 2011 17:47
Località: Padova

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda and.car » 04 mar 2016 13:10

landmax ha scritto:
videodrome ha scritto:Splendida serata; il bepi regala tuttora grandi emozioni con le sue firme d'autore. Capita spesso di imbattersi in vini buoni o molto buoni, raramente di imbattersi in vini emozionali come il filotto 93/96 di ieri sera.
Telegraficamente in ordine di preferenza, il faccinometro (faccine non regalate......)
1993 :D :D :D :D :D

Ancora molto vanigliato al naso, poco mobile nel bicchiere e abbastanza stucchevole in bocca (dove l'acidità non era sufficiente a contrastare un'evidente "abboccatura")


beh, in realtà ieri è arrivato al primo posto in virtù della maggiore freschezza al naso e una bella spinta donata dall'acidità rispetto ai fratelli.
Quello che hai descritto tu lo abbiamo trovato nella '95...in bocca sembrava quasi un recioto in quanto a residuo zuccherino.
Per la 2001 spezzo una lancia, l'ho bevuto l'anno scorso e non era come quello di ieri...che era scomposto e alla fine della serata al naso avvertivamo addirittura gomma bruciata...propendo per una bottiglia non perfetta.
Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell'egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità. [Oscar Wilde]
landmax
Messaggi: 1030
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda landmax » 04 mar 2016 13:33

and.car ha scritto:beh, in realtà ieri è arrivato al primo posto in virtù della maggiore freschezza al naso e una bella spinta donata dall'acidità rispetto ai fratelli.
Quello che hai descritto tu lo abbiamo trovato nella '95...in bocca sembrava quasi un recioto in quanto a residuo zuccherino.


Ti confermo però che io ho bevuto proprio la '93 (e non la '95).
vinogodi
Messaggi: 28613
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda vinogodi » 04 mar 2016 13:51

and.car ha scritto:...propendo per una bottiglia non perfetta.
...ti confermo: bevuto da non molto , poderoso ma assolutamente non come descritto... oeh, la propensione all'esagerato dev'essere palese, ma davvero sembrano vini diversi...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
ZEL WINE
Messaggi: 7203
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda ZEL WINE » 04 mar 2016 14:22

landmax ha scritto:[], non con quest'americanata dell'Alzero, imho obviously).


mi chiarisci questo concetto? grazie
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3410
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda videodrome » 04 mar 2016 18:15

landmax ha scritto:L'Alzero 1993, bevuto da Vinogodi non più tardi di due settimane fa all'amaronata a casa sua, era a mio parere un vino "banalotto, poco mobile, troppo dolce" (così l'ho definito nel relativo 3d). Ancora molto vanigliato al naso, poco mobile nel bicchiere e abbastanza stucchevole in bocca (dove l'acidità non era sufficiente a contrastare un'evidente "abboccatura"), a mio parere era la perfetta espressione dei vini che piacevano 10-15 anni fa (e che ad alcuni, evidentemente, piacciono ancora), che facevano della concentrazione la loro arma vincente. Oh, poi non abbiamo bevuto la stessa bottiglia, per cui sono curioso di sentire commenti più dettagliati su quella che avete bevuto voi. Posso solo dire che la bottiglia bevuta da Marco era perfetta quanto a conservazione e non presentava alcun difetto.

E lo dice uno che adora Quintarelli, tra i pochi (forse il solo) che regala davvero emozioni in Valpolicella (ma con Valpolicella e Amarone, non con quest'americanata dell'Alzero, imho obviously).

Non potrebbe semplicemente essere che la bottiglia che hai bevuto fosse sottoperformante a quella che abbiamo bevuto noi (magari era un giorno radice :D )? O forse che magari l'hai bevuto in fondo ad una sfilza di batterie di amaroni (che un pò saturanti lo sono alla lunga) e il tuo palato era, per così dire, un pò affaticato? Non mi ritrovo mica tanto tanto nel concetto che l'alzero (si parla di annate anni 90 con giusto tempo sullo spalle) è un vino che fa della concentrazione l'arma vincente (per le annate più recenti ti posso dare ragione, ma son vini non creati dal Bepi).
In ogni caso me ne farò una ragione, mi spiace non averne qualche bottiglia in più di quell'americanata.
Vinos
Messaggi: 1012
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda Vinos » 04 mar 2016 18:27

landmax ha scritto:
videodrome ha scritto:Splendida serata; il bepi regala tuttora grandi emozioni con le sue firme d'autore. Capita spesso di imbattersi in vini buoni o molto buoni, raramente di imbattersi in vini emozionali come il filotto 93/96 di ieri sera.
Telegraficamente in ordine di preferenza, il faccinometro (faccine non regalate......)
1993 :D :D :D :D :D


Comincio a pensare, senza polemica alcuna, che chi si è formato il palato negli anni '90 (o prima) abbia gusti proprio differenti rispetto a chi, come me, ha iniziato il proprio avvicinamento al vino all'inizio degli anni 2000. L'ho notato già in altre occasioni (ad esempio con un Calvari 2006 di Miani, per me pessimo, ma che a molti senior era piaciuto assai) ed anche in questo caso ne ho riprova.
L'Alzero 1993, bevuto da Vinogodi non più tardi di due settimane fa all'amaronata a casa sua, era a mio parere un vino "banalotto, poco mobile, troppo dolce" (così l'ho definito nel relativo 3d). Ancora molto vanigliato al naso, poco mobile nel bicchiere e abbastanza stucchevole in bocca (dove l'acidità non era sufficiente a contrastare un'evidente "abboccatura"), a mio parere era la perfetta espressione dei vini che piacevano 10-15 anni fa (e che ad alcuni, evidentemente, piacciono ancora), che facevano della concentrazione la loro arma vincente. Oh, poi non abbiamo bevuto la stessa bottiglia, per cui sono curioso di sentire commenti più dettagliati su quella che avete bevuto voi. Posso solo dire che la bottiglia bevuta da Marco era perfetta quanto a conservazione e non presentava alcun difetto.

E lo dice uno che adora Quintarelli, tra i pochi (forse il solo) che regala davvero emozioni in Valpolicella (ma con Valpolicella e Amarone, non con quest'americanata dell'Alzero, imho obviously).

Ciao max, io ho partecipato ad entrambe le bevute e prima di queste di recente avevo bevuto( in due) la 1997 e 1998.
Le mie conclusioni sono : 1) l'alzero è un vino particolarissimo escusivamente da meditazione 2) tutte le annate anni 90 hanno un residuo zuccherino ben percebibile che per alcuni essere puó " stucchevole" ma nella 1993 1996 e 1997( per me in assoluto la migliore) è abbastanza bilanciato da acidità e tannini( non molto percettibili in quanto già "risolti" ma che cmq danno struttura in grado bilanciare bene le parti morbide)
3) nessuno parla della persistenza di alzero che è INFINITA nelle annate top(tipo 1997)lunghissima nelle altre cmq.
4) da Marco dopo aver bevuto tutti quei vini alcuni dei quali giovanissimi per il potenziale ormai le papille gustative erano fottute e dare un giudizio razionale era difficilissimo.
Resta cmq il fatto che l'alzero o lo ami o lo odi ma l'aroma di vaniglia legnosa da "gusto americano" non l'ho mai sentita.
alì65
Messaggi: 11761
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda alì65 » 04 mar 2016 19:18

non mi dilungo molto perche tanto e inutile, ognuno ha il suo gusto e da il suo sacrosanto parere ma una cosa la so; i vini di Quintarelli sono fatti per essere molto longevi e la parte dolce, appunto, fa la sua parte
se bevuti con tanti anni sono stupendi e molto equilibrati tanto da innamorartene
poi che Alzero non piaccia ci sta, anche a me non fa impazzire ma non posso dire che non sia un vino ottimo....diciamo che e sul generis
però non capisco cosa si vuol dire con "chi si e fatto il palato negli anni 90 non e come chi se lo fa negli anni 2000..." :shock:

prima che qualcuno svenga non ho messo gli accenti perche creano problemi...
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
littlewood
Messaggi: 1874
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda littlewood » 04 mar 2016 19:55

e io in che categoria sto allora? sino al 2003 ero semiastemio e se uno mi avesse parlato di quintarelli forse lo avrei scambiato per un fungo! (ops! quello e'il cantarellus!) Eppure i vini del bepi di ieri sera dolci o non dolci (a parte il 2001) mi sono mooolto piaciuti e a piu' riprese mi sono svenato per comprare delle sue bottiglie. Poi ci sta che a uno un vino non faccia impazzire ,ma non ne farei una questione di quando uno abbia iniziato a bere certe cose per carita'!
Avatar utente
and.car
Messaggi: 921
Iscritto il: 14 mar 2011 17:47
Località: Padova

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda and.car » 04 mar 2016 19:58

videodrome ha scritto:
landmax ha scritto:L'Alzero 1993, bevuto da Vinogodi non più tardi di due settimane fa all'amaronata a casa sua, era a mio parere un vino "banalotto, poco mobile, troppo dolce" (così l'ho definito nel relativo 3d). Ancora molto vanigliato al naso, poco mobile nel bicchiere e abbastanza stucchevole in bocca (dove l'acidità non era sufficiente a contrastare un'evidente "abboccatura")


forse che magari l'hai bevuto in fondo ad una sfilza di batterie di amaroni (che un pò saturanti lo sono alla lunga) e il tuo palato era, per così dire, un pò affaticato?


appunto
Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell'egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità. [Oscar Wilde]
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda davidef » 04 mar 2016 23:06

davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda davidef » 05 mar 2016 15:09

landmax ha scritto:
videodrome ha scritto:Splendida serata; il bepi regala tuttora grandi emozioni con le sue firme d'autore. Capita spesso di imbattersi in vini buoni o molto buoni, raramente di imbattersi in vini emozionali come il filotto 93/96 di ieri sera.
Telegraficamente in ordine di preferenza, il faccinometro (faccine non regalate......)
1993 :D :D :D :D :D


Comincio a pensare, senza polemica alcuna, che chi si è formato il palato negli anni '90 (o prima) abbia gusti proprio differenti rispetto a chi, come me, ha iniziato il proprio avvicinamento al vino all'inizio degli anni 2000. L'ho notato già in altre occasioni (ad esempio con un Calvari 2006 di Miani, per me pessimo, ma che a molti senior era piaciuto assai) ed anche in questo caso ne ho riprova.
L'Alzero 1993, bevuto da Vinogodi non più tardi di due settimane fa all'amaronata a casa sua, era a mio parere un vino "banalotto, poco mobile, troppo dolce" (così l'ho definito nel relativo 3d). Ancora molto vanigliato al naso, poco mobile nel bicchiere e abbastanza stucchevole in bocca (dove l'acidità non era sufficiente a contrastare un'evidente "abboccatura"), a mio parere era la perfetta espressione dei vini che piacevano 10-15 anni fa (e che ad alcuni, evidentemente, piacciono ancora), che facevano della concentrazione la loro arma vincente. Oh, poi non abbiamo bevuto la stessa bottiglia, per cui sono curioso di sentire commenti più dettagliati su quella che avete bevuto voi. Posso solo dire che la bottiglia bevuta da Marco era perfetta quanto a conservazione e non presentava alcun difetto.

E lo dice uno che adora Quintarelli, tra i pochi (forse il solo) che regala davvero emozioni in Valpolicella (ma con Valpolicella e Amarone, non con quest'americanata dell'Alzero, imho obviously).



Su questo intervento ci sono veramente alcuni aspetti non condivisibili. ...ma uno su tutti è proprio una puttanata galattica, definire Alzero una americanata denota assenza di cultura in materia imbarazzante...ragazzi non bastano un po di bicchierate per scrivere certe cose come se nulla fosse. .dai per favore...
Avatar utente
Vinory
Messaggi: 164
Iscritto il: 09 gen 2016 11:07
Località: Lisòndria

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda Vinory » 05 mar 2016 15:24

and.car ha scritto:
videodrome ha scritto:
landmax ha scritto:L'Alzero 1993, bevuto da Vinogodi non più tardi di due settimane fa all'amaronata a casa sua, era a mio parere un vino "banalotto, poco mobile, troppo dolce" (così l'ho definito nel relativo 3d). Ancora molto vanigliato al naso, poco mobile nel bicchiere e abbastanza stucchevole in bocca (dove l'acidità non era sufficiente a contrastare un'evidente "abboccatura")


forse che magari l'hai bevuto in fondo ad una sfilza di batterie di amaroni (che un pò saturanti lo sono alla lunga) e il tuo palato era, per così dire, un pò affaticato?


appunto


Anche io ho avuto come altri la stessa idea sul Alzero 1993, stucchevole come dice landmax che ha assaggiato la stessa bottiglia con me e altri.nessun palato stanco, di che bomba era la riserva 1990 se ne sono pure accorti i gatti fuori. Anche io come per il quintarelli 1995 bevuto in quell'occasione propendo per una bottiglia "strana". Il 1993 da me provato ricorda la descrizione del 1995 fatta da Davidef pari pari.
Il 1993 provato da Davidef era un altro vino a confronto del nostro.
Avatar utente
cyberbibe
Messaggi: 1104
Iscritto il: 29 feb 2012 16:19

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda cyberbibe » 05 mar 2016 16:55

davidef ha scritto:
landmax ha scritto:
videodrome ha scritto:Splendida serata; il bepi regala tuttora grandi emozioni con le sue firme d'autore. Capita spesso di imbattersi in vini buoni o molto buoni, raramente di imbattersi in vini emozionali come il filotto 93/96 di ieri sera.
Telegraficamente in ordine di preferenza, il faccinometro (faccine non regalate......)
1993 :D :D :D :D :D


Comincio a pensare, senza polemica alcuna, che chi si è formato il palato negli anni '90 (o prima) abbia gusti proprio differenti rispetto a chi, come me, ha iniziato il proprio avvicinamento al vino all'inizio degli anni 2000. L'ho notato già in altre occasioni (ad esempio con un Calvari 2006 di Miani, per me pessimo, ma che a molti senior era piaciuto assai) ed anche in questo caso ne ho riprova.
L'Alzero 1993, bevuto da Vinogodi non più tardi di due settimane fa all'amaronata a casa sua, era a mio parere un vino "banalotto, poco mobile, troppo dolce" (così l'ho definito nel relativo 3d). Ancora molto vanigliato al naso, poco mobile nel bicchiere e abbastanza stucchevole in bocca (dove l'acidità non era sufficiente a contrastare un'evidente "abboccatura"), a mio parere era la perfetta espressione dei vini che piacevano 10-15 anni fa (e che ad alcuni, evidentemente, piacciono ancora), che facevano della concentrazione la loro arma vincente. Oh, poi non abbiamo bevuto la stessa bottiglia, per cui sono curioso di sentire commenti più dettagliati su quella che avete bevuto voi. Posso solo dire che la bottiglia bevuta da Marco era perfetta quanto a conservazione e non presentava alcun difetto.

E lo dice uno che adora Quintarelli, tra i pochi (forse il solo) che regala davvero emozioni in Valpolicella (ma con Valpolicella e Amarone, non con quest'americanata dell'Alzero, imho obviously).



Su questo intervento ci sono veramente alcuni aspetti non condivisibili. ...ma uno su tutti è proprio una puttanata galattica, definire Alzero una americanata denota assenza di cultura in materia imbarazzante...ragazzi non bastano un po di bicchierate per scrivere certe cose come se nulla fosse. .dai per favore...

Quotando in toto quanto scritto da Davide, e sentendo il raccondo di Fabio che ha partecipato ad entrambe le serate (bere un alzero dopo 4 champi e 6 amaroni è come buttarsi giù un martini dopo 8 jack daniels)...bè, il mio parere dopo aver condiviso questi vini è:
oggettivamente: alzero integra tutta l'alchimia, genialità di un grande vignaiolo, non per niente è unico nel suo genere come vino (non mi sembra che qualcuno sia riuscito minimamente a proporre un prodotto simile e livelli eccelsi come ha fatto il Bepi.
soggettivamente: vino che lascia spazio a mille riflessioni proprio per la sua unicità.
Mantenere una freschezza ed acidità nel tempo vista la tipologia è un pregio, non percepire quasi minimamente l'alcolicità da un vino che pone in etichetta 16°, bè, vi risponde da solo. Concludi poi che l'equilibrio e l'armonia (93 e 96) sono nelle corde per tutta la serata dopo aver aperto le "bambine" alle 8.00 del mattino, con relativa scolmatura...forse prima di fare commenti affrettati sarebbe il caso di valutare cosa si porta come bagaglio in materia.
Ale
...exposition 2011 Union des Grands Crus de Bordeaux: " devo dire che qualcosina di vino sto cominciando a capirne"...Alexandre de Lur saluce
Avatar utente
Vinory
Messaggi: 164
Iscritto il: 09 gen 2016 11:07
Località: Lisòndria

Re: Serata verticale Alzero Quintarelli

Messaggioda Vinory » 05 mar 2016 21:22

Dai, in fondo stiamo parlando di vini, per quanto nel cuore di alcuni di noi. Un vino eccellente o blasonato per qualcuno,ad altri potrebbe anche non piacere....adesso tralasciando L'alzero del 1993 che mi prometto di riassaporare altre volte per un degno confronto, a mio gusto la riserva del 1990 era qualcosa di epico , un equilibrio perfetto , anzi L'amarone.... imho chiaramente :wink:

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: andrea, dani23, gpetrus, littlewood, quellocheaspetta, supersonic76, zampaflex e 10 ospiti