LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7459
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda zampaflex » 06 nov 2015 11:26

vinót ha scritto:
zampaflex ha scritto:Skerk - Vitovska 2012 :D :D :D :)

Se dico che la trama della bocca e certi rimandi al caffè (toni bucciosi all'origine) mi hanno ricordato il Trebbiano del Maestro, mi credete?
Comunque uscita, per ora, non all'altezza della 2011.


parli di francesco paolo...il duca degli Abruzzi?


E chi altri? :wink:
Ricordato, neh, quindi affinità. Non uguaglianza.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
vinót
Messaggi: 110
Iscritto il: 03 nov 2015 19:20

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda vinót » 06 nov 2015 11:45

zampaflex ha scritto:
vinót ha scritto:
zampaflex ha scritto:Skerk - Vitovska 2012 :D :D :D :)

Se dico che la trama della bocca e certi rimandi al caffè (toni bucciosi all'origine) mi hanno ricordato il Trebbiano del Maestro, mi credete?
Comunque uscita, per ora, non all'altezza della 2011.


parli di francesco paolo...il duca degli Abruzzi?


E chi altri? :wink:
Ricordato, neh, quindi affinità. Non uguaglianza.


:D purtroppamente non conosco la vitovska ma sento dire molto di vodopivec, gravner e compagnia briscola.
il TDA del Maestro lo conosco un po' meglio anche se mi mancano le annate giuste...procurarmele costa una 60ina di € ma...ci sto pensando
se qualcuno vuol organizzare un GdA ci sto 8)
Chi più sa, più dubita. Enea Silvio Piccolomini
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11605
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda Alberto » 06 nov 2015 15:08

vinót ha scritto: :D purtroppamente non conosco la vitovska ma sento dire molto di vodopivec, gravner e compagnia briscola.

Nemmeno io conosco la vitovska di Gravner, a dire il vero... :roll: :mrgreen:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
vinót
Messaggi: 110
Iscritto il: 03 nov 2015 19:20

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda vinót » 06 nov 2015 19:04

Alberto ha scritto:
vinót ha scritto: :D purtroppamente non conosco la vitovska ma sento dire molto di vodopivec, gravner e compagnia briscola.

Nemmeno io conosco la vitovska di Gravner, a dire il vero... :roll: :mrgreen:


Non mi spiegai...parlavo in genere di produttori carsici o giuliani molto noti, non parlavo specificamente di vitovska ("in amphora" o meno) di j. Gravner chiedo umilmente scusa per la poca chiarezza.
Chi più sa, più dubita. Enea Silvio Piccolomini
AmoSlade
Messaggi: 471
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda AmoSlade » 07 nov 2015 15:28

Barbaresco 2011, Serafino Rivella. Un barbaresco austero e di non facilissima lettura, sicuramente non un barbaresco femminile. Profumi delicati di ciliegia sotto spirito, tabacco, cuoio ed erbe secche. In bocca giustamente è tannico, giovanissimo, ma se ne può già intuire l'eleganza e tra un po' di anni sarà un signor vino.
egio
Messaggi: 1182
Iscritto il: 09 set 2009 12:15
Località: Bologna

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda egio » 07 nov 2015 20:41

Due bianchi davvero notevoli, nella fascia di prezzo sotto i 20 euri di cui si parlava in un altro thread:

Cheo - Cinque Terre Perciò 2014: una delle mie aziende di riferimento in zona, per un bianco davvero ben centrato, oltre che versatile negli abbinamenti (ottimo compagno di una buona pizza, ad esempio).

Vindimian - Kerner "780 s.l.m.": mi piace molto la mano di questo produttore di Lavis, che oltre ai vigneti giù in valle, ha qualche ettaro di vigne più vecchie arroccato sulle pendici del monte Terlago, ai piedi della Paganella, a quasi 800 metri di altitudine, appunto. Non frequento molto il Kerner, ma forse perché non capita spesso di sentirne così...
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda miccel » 08 nov 2015 11:18

D. LA MONARDIERE - VACQUEYRAS LE 2 MONARDES 2011
Grenache 70 - Syrah 30, da viti di circa 40 anni. Ha una struttura solida e il classico frutto scuro, corredato da qualche cenno di arrostito, ma soprattutto da una sorprendente acidità davvero ben condotta lungo tutto il vino senza mai infastidire. Una complessità e una persistenza medie, nessuna sensazione di dolcezza, se fosse stato possibile lo avrei seccato da solo.
Pagato 12 euro in cantina, 14.5 gradi. Per me è l'ennesima dimostrazione di come sia difficile generalizzare: non sui prezzi, perché in Italia una bottiglia così 19 volte su 20 la paghi di più; non sulla distinzione tra vini freschi e caldi, perché da zona calda in annata calda, se hai la mano e accortezza (anche nell'uso del legno), puoi tirar fuori una cosa così, strutturata ma di semplice eleganza e dalla beva facile.
stecca
Messaggi: 378
Iscritto il: 01 nov 2008 12:49
Località: BS

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda stecca » 09 nov 2015 00:40

RODDOLO - BARBERA 2007
Vino che trasuda langa da ogni poro: terra, foglie secche e autunno al naso e una bella bocca con l'acidità viva ma addomesticata da qualche anno di bottiglia che invoglia a continui sorsi.
Un grande compagno a tavola.
Piaciuto molto!
Avatar utente
Bordolese78
Messaggi: 265
Iscritto il: 07 dic 2010 02:56

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda Bordolese78 » 09 nov 2015 10:32

FONTALLORO 2009-Felsina

Sangiovese a mio avviso di gran stoffa...bello e luminoso nel suo colore non troppo carico. Precisissimo il naso su note intense di frutti rossi che spiccano da un sottofondo di spezie dolci, pepe e chiodi di garofano. Bocca vitale, tannino graffiante ma "giusto" così come l'acidità. Dopo lunga ossigenazione nitidissima liquirizia. Gran compagno di mangiate. Considerando il vino che è, noto che se ne parla e soprattutto beve pochetto......
Avatar utente
boston
Messaggi: 2289
Iscritto il: 06 giu 2007 13:24
Località: ROMAGNA

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda boston » 09 nov 2015 11:43

Breg 1992
Si ripulisce presto di note lattiche e di cassettone aprendosi su un profilo dolce che va dal miele, ai marron glacé, a fiori gialli macerati fino ad uno spunto di Rosolio. In bocca il vino è pronto, sapido, con buona freschezza e fa la sua figura su un ossobuco con sugo di abbondante cipolla carota e sedano servito con risotto alla milanese
Tutti avevano la faccia del Cristo nella livida aureola dell'elmetto. Tutti portavano l'insegna del supplizio nella croce della baionetta e nelle tasche il pane dell'ultima cena e nella gola il pianto dell'ultimo addio.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2789
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda Ludi » 09 nov 2015 12:33

Castello dei Rampolla, Chianti Classico Riserva 1997: inizialmente quasi commovente nella splendida terziarizzazione speziata, dopo un'oretta nel bicchiere diviene tenue, quasi impalpabile. Si scioglie come un castello di sabbia.
Gravello 2005: decisamente ben fatto, con la componente di CS in evidenza rispetto al Gaglioppo, ma anche con una sua territorialità ben definita.
Coulee de Serrant 1997: versione atipica, con residuo zuccherino e molta ossidazione, poca freschezza ma una sapidità estrema di acciuga. Non il miglior Joly.
A. Jaume, Lirac Clos de Sixte 2007: la potenza dell'annata, a volte eccessiva, è giocata benissimo. Non che il vino sia sottile, certo, ma ha eleganza e complessità da vendere. Piaciuto.
Guffens-Heynen, Macon Pierreclos La Chavigne 2009: alla cieca avrei pensato ad uno Chablis, tanto è prevalente la componente acida, limonosa. Non c'è ostrica, c'è miele e pietra focaia, ma il vino non convince appieno.
Bodegas El Nido, Clio 2008: mamma mia quanta roba! Vino estremamente parkeriano, con 15.5 di alcol, tannino abbondante e morbidone, frutta da sbucciare e da mettere in una ciotola come macedonia. Detto questo, dopo un po' le componenti più sfacciate si puliscono, ed emerge un vino inaspettatamente godibile, anche se non per enogay. Per quanto mi riguarda, Vina Tondonia tutta la vita....
alleg
Messaggi: 531
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda alleg » 09 nov 2015 16:32

Sabato sera presso l'agriturismo La Longarola (dopo il Rodano Centro a pranzo da Alì) mi è toccato anche bere:

- Il Vino dei Vigneri 2009 I Vigneri :D :D :D Senza la nota leggermente ossidata riscontrata in altre bottiglie, il livello si alza decisamente.

- Passopisciaro 2005 :D :D :D :D Uno dei vini più espressivi della serata. In gran forma.

- Terre di Lavoro 2004 Galardi :D :D :D Un po' pesantino per i miei gusti e probabilmente anche a causa del mio personale sovraccarico alle papille gustative.

- Chimbanta 2002 Dettori :D :D :D Il più leggiadro dei vini di Dettori che mi sia capitato di bere (non molti comunque) ma sempre molto riconoscibile. Bello.

- Tancredi 1999 Donnafugata :D :D :D :) Preso al punto giusto, terziarizzato ma con ancora una buona acidità. Me lo aspettavo pensantissimo mentre si è fatto bere piuttosto bene.

- Cabernet Sauvignon Regaleali 1989 Tasca d'Almerita :D :D :D :D Chapeau...

Dopo cena visto che non ce ne avevamo a sufficienza affettati misti di maiale nero abbiamo bevuto anche un Trebbiano 2014 di Camillo Donati( :D :D :D ) che si conferma essere uno dei migliori rifermentati in bottiglia attualmente reperibili. Ovviamente, se l'opalescenza nel bicchiere non crea mal di stomaco...
Spectator
Messaggi: 3749
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda Spectator » 09 nov 2015 19:37

..P68-Rosso igt 2014 (Frappato e N.d'Avola),A Occhipinti. Delicatamente puzzettoso al naso, e sottilmente aspro alla bocca :lol: .Poco invogliante al momento e quindi poco piaciuto.

Nero Ibleo 2014,Gulfi.Rosso da Nero d'Avola,come il precedente lavorato in..biologico. Aromi di frutta rossa matura,olive nere e qualche spezia,bocca fresca morbida,niente di particolarmente complesso ma solare e beverino.
Mike76
Messaggi: 1004
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda Mike76 » 09 nov 2015 21:29

Paltrinieri - L'eclisse 2014
Rosa shocking elettrico, anche al naso: melograno e fragola, un succo di frutta con tante bolle, perfetto per un antipasto di salumi, specie se parmensi.

A vita - Cirò 2010
Una "mah" grosso come una casa: spreciso, disarmonico, sgarbato.
Forse bottiglia non a posto, troppo brutto per essere vero. Ma il tappo era ok.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1995
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda gianni femminella » 10 nov 2015 11:11

Mike76 ha scritto:
A vita - Cirò 2010
Una "mah" grosso come una casa: spreciso, disarmonico, sgarbato.
Forse bottiglia non a posto, troppo brutto per essere vero. Ma il tappo era ok.


Ho assaggi non recenti di questo vino, quindi relativi ad alttre annate.
Ricordo che inizialmente mi era piaciuto, poi le ultime bottiglie che ho bevuto sono state deludenti. Non ne ho più ripreso.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Mike76
Messaggi: 1004
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda Mike76 » 10 nov 2015 11:41

gianni femminella ha scritto:
Mike76 ha scritto:
A vita - Cirò 2010
Una "mah" grosso come una casa: spreciso, disarmonico, sgarbato.
Forse bottiglia non a posto, troppo brutto per essere vero. Ma il tappo era ok.


Ho assaggi non recenti di questo vino, quindi relativi ad alttre annate.
Ricordo che inizialmente mi era piaciuto, poi le ultime bottiglie che ho bevuto sono state deludenti. Non ne ho più ripreso.


Idem...
Roland
Messaggi: 52961
Iscritto il: 06 giu 2007 11:39
Località: Campi Bisenzio - Firenze -

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda Roland » 10 nov 2015 11:47

Mike76 ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
Mike76 ha scritto:
A vita - Cirò 2010
Una "mah" grosso come una casa: spreciso, disarmonico, sgarbato.
Forse bottiglia non a posto, troppo brutto per essere vero. Ma il tappo era ok.


Ho assaggi non recenti di questo vino, quindi relativi ad alttre annate.
Ricordo che inizialmente mi era piaciuto, poi le ultime bottiglie che ho bevuto sono state deludenti. Non ne ho più ripreso.


Idem...



Ciao , temo che Francesco nn abbia risolto il problema dei tappi .
Importiamo vino,champagne e pata negra
Spediamo il lunedi successivo al ricevimento del pagamento
Emettiamo scontrino fiscale o fattura .

http://www.facebook.com/pages/ENOTECA-B ... 4224421705
tel: 3317841888
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1995
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda gianni femminella » 10 nov 2015 11:58

Un sabato pomeriggio di passaggio a Firenze. la vinoteca al Chianti è vicina all'uscita del casello; me ne hanno parlato spesso e decido di fermarmi. Il posto trabocca di bottiglie, stipate letteralmente ovunque, e divise per zone e generi.

Mi accoglie un signore davvero simile al Fiorentino vecchio stampo, quello dell'immaginario comune. E' estroverso, parla senza sosta, è cordiale, propositivo. Mi offre un bicchiere di Chianti dicendo che è un vino semplice, però "a tavola capace che uno se ne beve una bottiglia d'un fiato". Mi tramortisce di chiacchiere, non trattengo nemmeno il nome dell'etichetta; buonino, ma vinoso, sa troppo di vino novello.
Mi concentro sulla ricerca di qualche bottiglia di prezzo contenuto e me ne vado con due cartoni di sangiovese assortito.

Vengo al dunque, ieri ho stappato:
Chianti classico riserva 2009 Bucciarelli
Colore rosso profondo, quasi una citazione, profumo di violetta, ferro, fiori secchi. Sorso freschissimo che cede il passo a un tannino vivo e piacevolmente, quanto lievemente, asciugante. Ampio sul palato, anche austero ma giocoso.
Un piacere per il palato e per la tavola.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
pier2559
Messaggi: 1033
Iscritto il: 19 feb 2009 20:24
Località: Romagna

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda pier2559 » 10 nov 2015 13:19

Spectator ha scritto:SP68-Rosso igt 2014 (Frappato e N.d'Avola),A Occhipinti. Delicatamente puzzettoso al naso, e sottilmente aspro alla bocca :lol: .Poco invogliante al momento e quindi poco piaciuto.

Incuriosito dal fatto che ne leggevo tanto sul web e piuttosto bene, e anche dalla bella bottiglia (e in parte, lo ammetto, dai riconoscimenti ricevuti su qualche guida) qualche settimana fa ne ho comprato un cartoncino da sei. Stappata una boccia la settimana scorsa e quoto in pieno le tue impressioni, è un vino che mi ha un pochino deluso ma credo, e spero, sia dovuto alla giovane età. Poco invogliante al momento è perfetto, da dimenticare in cantina per un annetto, poi si vedrà...
Riempi il tuo cranio di vino, prima che si riempia di terra. (Nazim Hikmet)
Avatar utente
emigrato
Messaggi: 440
Iscritto il: 12 apr 2014 10:28
Località: Gdansk (Polonia)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda emigrato » 10 nov 2015 13:31

gianni femminella ha scritto:Un sabato pomeriggio di passaggio a Firenze. la vinoteca al Chianti è vicina all'uscita del casello; me ne hanno parlato spesso e decido di fermarmi. Il posto trabocca di bottiglie, stipate letteralmente ovunque, e divise per zone e generi.

Mi accoglie un signore davvero simile al Fiorentino vecchio stampo, quello dell'immaginario comune. E' estroverso, parla senza sosta, è cordiale, propositivo. Mi offre un bicchiere di Chianti dicendo che è un vino semplice, però "a tavola capace che uno se ne beve una bottiglia d'un fiato". Mi tramortisce di chiacchiere, non trattengo nemmeno il nome dell'etichetta; buonino, ma vinoso, sa troppo di vino novello.
Mi concentro sulla ricerca di qualche bottiglia di prezzo contenuto e me ne vado con due cartoni di sangiovese assortito.

Vengo al dunque, ieri ho stappato:
Chianti classico riserva 2009 Bucciarelli
Colore rosso profondo, quasi una citazione, profumo di violetta, ferro, fiori secchi. Sorso freschissimo che cede il passo a un tannino vivo e piacevolmente, quanto lievemente, asciugante. Ampio sul palato, anche austero ma giocoso.
Un piacere per il palato e per la tavola.

Attento che il buon Bucciarelli diventa una droga :mrgreen:
Ziliovino
Messaggi: 3119
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda Ziliovino » 10 nov 2015 20:38

Champagne Le Mont Benoit Extra Brut 2011 – Emmanuel Brochet. Colore dorato, naso intenso e sul fruttato, bocca di buona struttura, d’impatto ma senza esagerare, bolla non finissima.

Champagne BdB Brut 2006 – André Robert. Classicissimo nelle classiche creme e pasticceria, senza sbavature ma anche senza sussulti.

Roussette de Savoie Vieille Vigne Grande Reserve 2014 – Perret. Comprato decisamente a caso, direi che mi è andata bene: naso intenso di pera verde e fiori, bocca verticale e saporita, da bere a secchiate. Mi è sembrato un incrocio tra una petite arvine e un verdicchio di Matelica…

Sudtrirol Muller Thurgau Feldmarschal von Fenner 2013 – Tiefenbrunner. Essendo mio padre un “mullerista” (ovvero a cena fuori ordina molto spesso quello…) è stato tra i primi bianchi che ho apprezzato agli albori della passione-vino. Ma ai tempi, da buon studente squattrinato costava troppo… Si conferma un ottimo bianco, a metà tra un sauvignon e un muller t. per le note agrumate e di anice e finocchietto. Bello verticale e ancora giovanissimo.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11605
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda Alberto » 10 nov 2015 21:59

Piave Raboso dell'Arnasa, Castello di Roncade, 2010 (13%)
Controproducente bere un Raboso così giovane, ma per amor di conoscenza si stappa anche prima della maturità espressiva teorica di un vino.
Ad ogni modo: color rubino scuro, quasi impenetrabile. Tratti balsamici ed un frutto scuro al naso (la classica mora di gelso) che si "schiarisce" leggermente in bocca, spiccatissimo, quasi aggressivo. La materia non è piccola ma in questa fase la giudico imbrigliata dal rovere (dichiara tre anni in botte grande, probabilmente però questa è ancora "giovane"); ad ogni modo le parti dure, soprattutto l'acidità, si mostrano tutt'altro che flebili (anzi), il che potrebbe far presagire una parabola evolutiva piuttosto lunga.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1995
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda gianni femminella » 10 nov 2015 22:26

Alberto ha scritto:per amor di conoscenza si stappa anche prima della maturità espressiva teorica di un vino.


E' un po' quello che ho fatto io, però, ammetto, la mia spinta è stata più prosaicamente la curiosità.

Rosso di Montalcino 2012 Lambardi - 14,5 gradi
Patisce innanzitutto l'essere stato bevuto dopo un mezzo bicchiere di Chianti Bucciarelli riserva 2009 ( vedere poco sopra ). Dalla sua ha una bevibilità delle maggiori, per contro una dolcezza eccessiva, e una semplicità che, pur derivando probabilmente da una precisa scelta di vinificazione, ne riduce la profondità. Lo stile apparentemente è in "zona Baricci", ma senza averne la tridimensionalità, nè quella carnosità che ci si aspetterebbe, in assonanza, in virtù di un ematico pronunciato che illude per un attimo e poi si dissolve.

Mi rileggo... boh, Mi è venuta così.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda miccel » 10 nov 2015 23:33

gianni femminella ha scritto:
Alberto ha scritto:per amor di conoscenza si stappa anche prima della maturità espressiva teorica di un vino.


E' un po' quello che ho fatto io, però, ammetto, la mia spinta è stata più prosaicamente la curiosità.

Rosso di Montalcino 2012 Lambardi - 14,5 gradi
Patisce innanzitutto l'essere stato bevuto dopo un mezzo bicchiere di Chianti Bucciarelli riserva 2009 ( vedere poco sopra ). Dalla sua ha una bevibilità delle maggiori, per contro una dolcezza eccessiva, e una semplicità che, pur derivando probabilmente da una precisa scelta di vinificazione, ne riduce la profondità. Lo stile apparentemente è in "zona Baricci", ma senza averne la tridimensionalità, nè quella carnosità che ci si aspetterebbe, in assonanza, in virtù di un ematico pronunciato che illude per un attimo e poi si dissolve.

Mi rileggo... boh, Mi è venuta così.

Infatti, Gianni, stando a quel che si legge, Lambardi ha virato verso un approccio con un po' più "moderno", ultimamente. Io ho preso il Brunello 2010, ma non l'ho ancora sentito.
vinogodi
Messaggi: 28305
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2015

Messaggioda vinogodi » 11 nov 2015 08:56

...ieri sera ho bevuto molto bene, deo gratias, senza bisogno di ricorrere ai soliti nomi... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Kalosartipos, lorenzodom, vinogodi, zampaflex e 11 ospiti