LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
AmoSlade
Messaggi: 472
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda AmoSlade » 07 ott 2015 23:17

vinogodi ha scritto:
AmoSlade ha scritto:
littlewood ha scritto:Acidita' ragazzi! e' l'acidita' che rende cosi' longevi quei splendidi vini! :D

Grazie del contributo! Quindi anche i trocken hanno il medesimo potenziale di invecchiamento?
...direi anche di più... 8)

Buono a sapersi per futuri acquisti, grazie :D
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda il chiaro » 08 ott 2015 07:58

vinogodi ha scritto:
AmoSlade ha scritto:
littlewood ha scritto:Acidita' ragazzi! e' l'acidita' che rende cosi' longevi quei splendidi vini! :D

Grazie del contributo! Quindi anche i trocken hanno il medesimo potenziale di invecchiamento?
...direi anche di più... 8)


L'anno scorso in visita da Zilliken ci apri come ultimo assaggio un trocken 1959: piu fresco di un lugana d'annata :mrgreen:
let me put my love into you babe
let me put my love on the line

let me put my love into you babe
let me cut your cake with my knife

Brian Johnson
Avatar utente
picenum
Messaggi: 879
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda picenum » 08 ott 2015 08:39

littlewood ha scritto:Acidita' ragazzi! e' l'acidita' che rende cosi' longevi quei splendidi vini! :D


non sono convinto in senso assoluto di questo. l'ho sempre pensato e l'ho sempre sentito dire. sicuramente ha un suo contributo fondamentale, ma forse non è l'unica componente nel vino per parlare di longevità.
certo non sono io a poter parlare di ciò, ma ultimamente mi convinco che c'è dell'altro. equilibrio è una parola che mi piace.
ad esempio non da molto ho bevuto una vecchia annata di rossese (M. Cane) che tutto dovrebbe essere tranne che un vino verticale.
per capire. tutto qui.
Avatar utente
picenum
Messaggi: 879
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda picenum » 08 ott 2015 08:44

Bevutina tra noi al tino.

Giulio Ferrari 2002 :D :D :D
Ferrara Vigna Cicogna 2013 :D :D :)
Duplessis Montee de Tonnerre 2010 :D :D :D +
Breg Anfora 2001; :D :D :D :D
BS BdM Tenuta il greppo 1986. :D :D :D :)
Auslese ..... 1990 :D :D

per le descrizioni chiedere a giuseppe o giorgio. mi sembra giusto postarla di qui.

lepergoletorte
Davvero una bellissima serata. Cibo e compagnia ad altissimi livelli.
Due note sui vini, cominciando da quello che ho preferito in assoluto
Breg Anfora 2001
Colore spiazzante, di un ambrato particolare, più scuro, quasi ramato direi.
Al naso è molto intenso, complesso, i sentori sono infiniti: note di albicocca, rosa, erbe aromatiche (timo e salvia), nocciola, nespola, mela cotogna, zafferano, fiori di mimosa, foglie secche
A fine serata, divenuto più caldo, si trasforma e vira su sentori terziari di ceralacca e vernice. In bocca è di grande equilibrio, armonico, con freschezza e ricchezza che ben si bilanciano, tannino ancora presente, invita a berne e riberne. Lungo e persistente il finale. 95 punti
AmoSlade
Messaggi: 472
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda AmoSlade » 08 ott 2015 09:19

il chiaro ha scritto:
vinogodi ha scritto:
AmoSlade ha scritto:
littlewood ha scritto:Acidita' ragazzi! e' l'acidita' che rende cosi' longevi quei splendidi vini! :D

Grazie del contributo! Quindi anche i trocken hanno il medesimo potenziale di invecchiamento?
...direi anche di più... 8)


L'anno scorso in visita da Zilliken ci apri come ultimo assaggio un trocken 1959: piu fresco di un lugana d'annata :mrgreen:


:shock:
Fra l'altro, è una tipologia di vino per la quale sulle bottiglie di annata si possono fare ancora discreti "affari". Certo la possibilità della bottiglia fallata ci sarà sempre, ma quando per 20 euro ti ritrovi a bere un gran vino come mi è capitato con l'ultima bottiglia, anche se poi la volta dopo non va così bene ci si può passare sopra.

Un'altro dubbio che ho riguarda le annate, non ho trovato in rete nessuna informazione sulla qualità delle annate, perlomeno non su quelle vecchie, quindi per ora nei pochi acquisti sono andato un po' alla cieca. Qualcuno sa dirmi qualcosa?
AmoSlade
Messaggi: 472
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda AmoSlade » 08 ott 2015 09:21

picenum ha scritto:
littlewood ha scritto:Acidita' ragazzi! e' l'acidita' che rende cosi' longevi quei splendidi vini! :D


non sono convinto in senso assoluto di questo. l'ho sempre pensato e l'ho sempre sentito dire. sicuramente ha un suo contributo fondamentale, ma forse non è l'unica componente nel vino per parlare di longevità.
certo non sono io a poter parlare di ciò, ma ultimamente mi convinco che c'è dell'altro. equilibrio è una parola che mi piace.
ad esempio non da molto ho bevuto una vecchia annata di rossese (M. Cane) che tutto dovrebbe essere tranne che un vino verticale.
per capire. tutto qui.


Molto interessante il concetto di equilibrio. In effetti il rossese non può certo contare su tannini e struttura, e nemmeno, credo, su un'acidità spiccatissima.
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda il chiaro » 08 ott 2015 09:27

Nebbiolino ha scritto:
paperofranco ha scritto:
iulo ha scritto:
videodrome ha scritto:Bartolo Mascarello barolo 2011: bevuto ieri uno dei migliori 2011 provati con tocco molto femminile, bella delicatezza soprattutto olfattiva, sorso con tannino ben gestito che si avverte appena di piú a centro bocca, colore rubino trasparente, ottimo in generale e di buona beva fin da subito.


assaggiato in cantina non più tardi di un mese fa e concordo su tutto: è la prima volta (per me dall'annata 1998) che appare subito così godibile.


Il fatto che sia così pronto e godibile può essere un punto debole?


No, semplicemente per goderselo (una volta tanto) non bisogna aspettare dieci anni.
Servono anche annate così.

Ps: comunque è buonissimo. :wink:


La 2011 è un'annata che ci permetterà di godere subito di barolo che solitamente in annate "classiche" vanno bevuti dopo 10/15 anni se non oltre. A me piace molto questa cosa perchè troppo spesso mi son capitati barolo invecchiati che sembrano del brodo fatto col dado
let me put my love into you babe

let me put my love on the line



let me put my love into you babe

let me cut your cake with my knife



Brian Johnson
Nebbiolino
Messaggi: 6731
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda Nebbiolino » 08 ott 2015 10:00

il chiaro ha scritto: troppo spesso mi son capitati barolo invecchiati che sembrano del brodo fatto col dado


Questo però dipende dalla conservazione, Marco... Il sentore di brodo non fa certo parte della normale evoluzione del barolo.
Avatar utente
iulo
Messaggi: 869
Iscritto il: 06 giu 2007 11:47
Località: PESARO

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda iulo » 08 ott 2015 11:12

Nebbiolino ha scritto:
il chiaro ha scritto: troppo spesso mi son capitati barolo invecchiati che sembrano del brodo fatto col dado


Questo però dipende dalla conservazione, Marco... Il sentore di brodo non fa certo parte della normale evoluzione del barolo.


Ho bevuto la scorsa settimana l'ultima bottiglia del 1998 di Bartolo, da sempre nella mia cantina, e garantisco che è stata una bevuta emozionante, per integrità del vino, ancora di una belezza e finezza estrema senza odori o sentori che disturbassero la beva, men che meno odoracci di brodo di dado .
Magari, ma non credo, anche il 2011 invecchiasse così.
saluti
VOLARE NECESSE EST VIVERE NON EST NECESSE
darmagi90
Messaggi: 908
Iscritto il: 06 giu 2007 11:02
Località: Emilia Centrale
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda darmagi90 » 08 ott 2015 13:30

gianni femminella ha scritto: ... una punta di arancia ( descrittore forse poco da sangiovese, eppure c'era ).


L'arancia non sarà un descrittore tipico del Sangiovese in termini generali, però nel Brunello non è difficile riscontrarlo.
Direi che non necessariamente la si ritrova, l'arancia rossa, però a me è capitato di sentirla diverse volte ed in qualche caso in maniera piuttosto netta.
"E' un modo comodo di vivere quello di credersi grandi di una grandezza latente"
Italo Svevo - La coscienza di Zeno

"L'acqua galleggia!"
Parmesan Artist

http://www.oasilamartina.it
https://it-it.facebook.com/oasi.lamartina/
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11675
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda Alberto » 08 ott 2015 14:55

darmagi90 ha scritto:
gianni femminella ha scritto: ... una punta di arancia ( descrittore forse poco da sangiovese, eppure c'era ).


L'arancia non sarà un descrittore tipico del Sangiovese in termini generali, però nel Brunello non è difficile riscontrarlo.
Direi che non necessariamente la si ritrova, l'arancia rossa, però a me è capitato di sentirla diverse volte ed in qualche caso in maniera piuttosto netta.

Uno dei più bei marcatori di certi Chianti fini (Montevertine in testa), per me.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
lloyd142
Messaggi: 569
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda lloyd142 » 08 ott 2015 17:09

AmoSlade ha scritto:
il chiaro ha scritto:
vinogodi ha scritto:
AmoSlade ha scritto:
littlewood ha scritto:Acidita' ragazzi! e' l'acidita' che rende cosi' longevi quei splendidi vini! :D

Grazie del contributo! Quindi anche i trocken hanno il medesimo potenziale di invecchiamento?
...direi anche di più... 8)


L'anno scorso in visita da Zilliken ci apri come ultimo assaggio un trocken 1959: piu fresco di un lugana d'annata :mrgreen:


:shock:
Fra l'altro, è una tipologia di vino per la quale sulle bottiglie di annata si possono fare ancora discreti "affari". Certo la possibilità della bottiglia fallata ci sarà sempre, ma quando per 20 euro ti ritrovi a bere un gran vino come mi è capitato con l'ultima bottiglia, anche se poi la volta dopo non va così bene ci si può passare sopra.

Un'altro dubbio che ho riguarda le annate, non ho trovato in rete nessuna informazione sulla qualità delle annate, perlomeno non su quelle vecchie, quindi per ora nei pochi acquisti sono andato un po' alla cieca. Qualcuno sa dirmi qualcosa?


Ho trovato una buonissima qualita' abbastanza costante sul 1983. In particolare , una partita di Auslese di Guntrum che ogni volta che ne apro una mi fa fare ampi sorrisi.
Ma ho trovato dei 1974 e 1966 buonissimi e a scendere anche un 1957 stratosferico per freschezza che ho aperto al compleanno di mia moglie ( che e' appunto del 57) 8)
AmoSlade
Messaggi: 472
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda AmoSlade » 08 ott 2015 21:08

lloyd142 ha scritto:
Ho trovato una buonissima qualita' abbastanza costante sul 1983. In particolare , una partita di Auslese di Guntrum che ogni volta che ne apro una mi fa fare ampi sorrisi.
Ma ho trovato dei 1974 e 1966 buonissimi e a scendere anche un 1957 stratosferico per freschezza che ho aperto al compleanno di mia moglie ( che e' appunto del 57) 8)


Grazie! E qualche nome di cantine abbastanza sicure diciamo per vini anni 70-80? Quella che ho aperto io era della weingut christoffel-prüm, qualcuno ne sa qualcosa?
Danke schön :D
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3401
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda videodrome » 08 ott 2015 22:56

iulo ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:
il chiaro ha scritto: troppo spesso mi son capitati barolo invecchiati che sembrano del brodo fatto col dado


Questo però dipende dalla conservazione, Marco... Il sentore di brodo non fa certo parte della normale evoluzione del barolo.


Ho bevuto la scorsa settimana l'ultima bottiglia del 1998 di Bartolo, da sempre nella mia cantina, e garantisco che è stata una bevuta emozionante, per integrità del vino, ancora di una belezza e finezza estrema senza odori o sentori che disturbassero la beva, men che meno odoracci di brodo di dado .
Magari, ma non credo, anche il 2011 invecchiasse così.
saluti

Più di qualcuno mi sta dicendo che la '98 è in un periodo di ottima beva già da qualche anno.
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3401
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda videodrome » 08 ott 2015 23:06

Giovanni Rosso - Barolo Vigna rionda Ester Canale 2013
Assaggio da botte, questa è la terza annata prodotta da Davide Rosso dopo aver ereditato il pezzo di vigna Rionda da Tommaso Canale. Beh devo dire che è davvero un signor vino, un tannino già dolce rotondo, persistenza e potenza unita alla leggerezza. Appena lo accosti al naso dici "Rionda è lui quel terroir". Vino che ha delle potenzialità elevate, ritengo che quando qualche importante recensore lo assaggerà arriveranno voti parecchio alti. La speculazione purtroppo c'è già in quanto già venduto tutto en primeur a BB&R (vhe lo vende a poco più di 200 sterline alla bottiglia, en primeur). Non mi stupirei se questo VR tra qualche anno venisse considerato appena sotto i vari Roagna Mascarello Conterno
Ultima modifica di videodrome il 08 ott 2015 23:09, modificato 1 volta in totale.
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda paperofranco » 08 ott 2015 23:09

videodrome ha scritto:
iulo ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:
il chiaro ha scritto: troppo spesso mi son capitati barolo invecchiati che sembrano del brodo fatto col dado


Questo però dipende dalla conservazione, Marco... Il sentore di brodo non fa certo parte della normale evoluzione del barolo.


Ho bevuto la scorsa settimana l'ultima bottiglia del 1998 di Bartolo, da sempre nella mia cantina, e garantisco che è stata una bevuta emozionante, per integrità del vino, ancora di una belezza e finezza estrema senza odori o sentori che disturbassero la beva, men che meno odoracci di brodo di dado .
Magari, ma non credo, anche il 2011 invecchiasse così.
saluti

Più di qualcuno mi sta dicendo che la '98 è in un periodo di ottima beva già da qualche anno.


Comunque intendevo dire, non avendolo bevuto, che forse potrebbe non essere una così grande versione, data proprio questa immediatezza, secondo me un grande barolo non deve essere pronto subito, tutto qui.
AmoSlade
Messaggi: 472
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda AmoSlade » 09 ott 2015 01:01

AmoSlade ha scritto:
lloyd142 ha scritto:
Ho trovato una buonissima qualita' abbastanza costante sul 1983. In particolare , una partita di Auslese di Guntrum che ogni volta che ne apro una mi fa fare ampi sorrisi.
Ma ho trovato dei 1974 e 1966 buonissimi e a scendere anche un 1957 stratosferico per freschezza che ho aperto al compleanno di mia moglie ( che e' appunto del 57) 8)


Grazie! E qualche nome di cantine abbastanza sicure diciamo per vini anni 70-80? Quella che ho aperto io era della weingut christoffel-prüm, qualcuno ne sa qualcosa?
Danke schön :D


P.S. Certo che, fra caratteri in gotico, etichette arzigogolate che riportano di tutto salvo il nome del produttore che a volte ci vuole la lente di ingrandimento per trovarlo, nomi impronunciabili che non si sa se sono quelli di qualche collinetta da cui proviene il vino o cos'altro, è veramente dura capire che cosa ci possa essere dentro una bottiglia (eccetto la classificazione SL, AL, BAL, TBAL che peraltro dice tutto e niente)...non esiste una guida? :shock:

Parto per macrozone per cercare di districarmi: differenze fra Mosel-Saar-Ruwer (Mosella) e Rheingau? Per le annate vecchie meglio scommettere sui primi, che mi pare di aver letto siano più austeri e verticali in gioventù, o anche i secondi possono avere buone speranze?

Grazie a chi vorrà rispondermi :D
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7568
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda zampaflex » 09 ott 2015 09:21

videodrome ha scritto:Giovanni Rosso - Barolo Vigna rionda Ester Canale 2013
La speculazione purtroppo c'è già in quanto già venduto tutto en primeur a BB&R (che lo vende a poco più di 200 sterline alla bottiglia, en primeur).


Da consumatore la cosa mi fa alterare non poco.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Nebbiolino
Messaggi: 6731
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda Nebbiolino » 09 ott 2015 09:23

zampaflex ha scritto:
videodrome ha scritto:Giovanni Rosso - Barolo Vigna rionda Ester Canale 2013
La speculazione purtroppo c'è già in quanto già venduto tutto en primeur a BB&R (che lo vende a poco più di 200 sterline alla bottiglia, en primeur).


Da consumatore la cosa mi fa alterare non poco.


A me fa proprio girare le palle.
Avatar utente
Pot
Messaggi: 2074
Iscritto il: 15 lug 2010 13:59
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda Pot » 09 ott 2015 10:22

gianni femminella ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
Brunello di Montalcino 2008 Le Ragnaie - gradi 14,5
Naso bellissimo di sangue e di spezie, terroso e senza timidezze. Il colore è profondo e senza cedimenti, limpido e brillante.
Lo ricordavo diverso, più di altura ( Le Ragnaie si trovano a 564 m.s.l. in una località che si chiama passo del Lume Spento - nome evocativo! ), e invece lo trovo bello tosto e nient'affatto lieve. Il tannino punge piacevolmente, l'ematico corrisponde al naso e la lunghezza è ragguardevole.
Solo l'alcool scalda un tantino e va in parte a disturbare una beva territoriale e piacevole.


Mi quoto unicamente perché al riassaggio, caso raro, ho trovato il vino migliorato.
Il naso ha perso la terrosità e si è orientato su uno zenzero molto spiccato ( conferma delle spezie ) mentre l'ematico si è ingentilito ed è uscita una punta di arancia ( descrittore forse poco da sangiovese, eppure c'era ).
La bocca si è addolcita e, sorpresa, non percepisco l'alcool del giorno precedente. Non gli do un voto ma sarebbe alto.

Più che mai mi convinco che è importante entrare in sintonia con il vino. Ieri sera, grazie soprattutto alla bottiglia, sicuramente ci sono riuscito.


Perchè parli di caso raro? Io credo che con alcuni vini, cito ad esempio Brunello e molti Nebbiolo, sia molto frequente.
...La vita va corretta, eccome, è troppo dura da buttare giù liscia
Nebbiolino
Messaggi: 6731
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda Nebbiolino » 09 ott 2015 10:33

paperofranco ha scritto:
Comunque intendevo dire, non avendolo bevuto, che forse potrebbe non essere una così grande versione, data proprio questa immediatezza, secondo me un grande barolo non deve essere pronto subito, tutto qui.


Ma no, scusa, nel bicchiere hai un vino buonissimo... e lo cataloghi come non grande versione perchè (magari) non durerà vent'anni? :wink:
Secondo me il tuo ragionamento sarebbe giusto se stessimo parlando di annata tipo la 2006 o la 2008.
La 2011 è stata una buona annata, come andamento climatico, fatto salvo un periodo di un paio di settimane di gran caldo (così mi dicono).
Questo ha portato ad avere vini molto buoni in veste già fruibile. Certo, probabilmente non potranno cavalcare le decadi tipo una '96, ma d'altra parte non è che campiamo 150 anni.
Ripeto, ogni tanto servono anche annate come la 2011.
Comunque occhio, i vini sono tutti già godibili ma non privi di acidità...
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3401
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda videodrome » 09 ott 2015 10:35

Nebbiolino ha scritto:
zampaflex ha scritto:
videodrome ha scritto:Giovanni Rosso - Barolo Vigna rionda Ester Canale 2013
La speculazione purtroppo c'è già in quanto già venduto tutto en primeur a BB&R (che lo vende a poco più di 200 sterline alla bottiglia, en primeur).


Da consumatore la cosa mi fa alterare non poco.


A me fa proprio girare le palle.

Pure a me come consumatore ed italiano, che un vino italiano venga ceduto in toto ad un distributore inglese... dal'altra parte possso anche capire il produttore che deve nel contempo sostenere investimenti in cantina.
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3401
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda videodrome » 09 ott 2015 10:40

Nebbiolino ha scritto:
paperofranco ha scritto:
Comunque intendevo dire, non avendolo bevuto, che forse potrebbe non essere una così grande versione, data proprio questa immediatezza, secondo me un grande barolo non deve essere pronto subito, tutto qui.


Ma no, scusa, nel bicchiere hai un vino buonissimo... e lo cataloghi come non grande versione perchè (magari) non durerà vent'anni? :wink:
Secondo me il tuo ragionamento sarebbe giusto se stessimo parlando di annata tipo la 2006 o la 2008.
La 2011 è stata una buona annata, come andamento climatico, fatto salvo un periodo di un paio di settimane di gran caldo (così mi dicono).
Questo ha portato ad avere vini molto buoni in veste già fruibile. Certo, probabilmente non potranno cavalcare le decadi tipo una '96, ma d'altra parte non è che campiamo 150 anni.Ripeto, ogni tanto servono anche annate come la 2011.
Comunque occhio, i vini sono tutti già godibili ma non privi di acidità...

Non posso che quotare

Debbo dire che anche i 2 rinaldi che di solito sono abbastanza arcigni e spigolosi appena in bottiglia sono già abbastanza godibili, quella di avere vini abbastanza intellegibili ed aperti fin da subito direi che è una caratteristica dell'annata.
Nebbiolino
Messaggi: 6731
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda Nebbiolino » 09 ott 2015 10:45

videodrome ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:
zampaflex ha scritto:
videodrome ha scritto:Giovanni Rosso - Barolo Vigna rionda Ester Canale 2013
La speculazione purtroppo c'è già in quanto già venduto tutto en primeur a BB&R (che lo vende a poco più di 200 sterline alla bottiglia, en primeur).


Da consumatore la cosa mi fa alterare non poco.


A me fa proprio girare le palle.

Pure a me come consumatore ed italiano, che un vino italiano venga ceduto in toto ad un distributore inglese... dal'altra parte possso anche capire il produttore che deve nel contempo sostenere investimenti in cantina.



A parte che hanno appena venduto un'intero vigneto... ma tutto sommato sono questioni loro... il punto è che non credo avrebbe fatto fatica a vendere quelle bottiglie.
Parliamo di una piccola produzione, da una grande vigna, in una regione vitivinicola come Barolo? :? C'è solo da aspettare che vengano a suonarti al campanello.
Diamine, almeno riserva una piccola percentuale da vendere ai poveri deficienti (me compreso, eh!) che ogni anno fanno avanti e indietro un tot di volte dalla Langa per vivere e godersi il territorio...
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8659
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: LE BEVUTE DI OTTOBRE 2015

Messaggioda arnaldo » 09 ott 2015 11:18

Immagine

seratina Sangio l'altra sera in quel di Romano D'Ezzelino al pedrocchi.....si comincia con il brunello 06 di LE CHIUSE beccato in una fase di parziale chiusura al naso, s'intrasentono cose buone ma molto flebili e lontane.....in bocca il vino invece c'è tutto....fresco,fruttato,di buona ampiezza e discreta lunghezza.....sicuramente si fara' in qualche annetto.....Belpoggio e il suo brunello 2004 è un po' rusticotto....profumi subito poco chiari,quasi salmastri e non molto puliti....poi vira su frutta schiacciata,terra,con declinazioni quasi sanguigne...bocca coerente,un po' ruspante per via dei tannini ma sicuramente un vino sincero....per chi ama il genere...
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: gianni femminella, lucastoner, Nexus1990, vinogodi e 8 ospiti