Bevitori di Maremma

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 12 nov 2015 11:01

emigrato ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
emigrato ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Riporto su il thread Maremmano.

Il motivo è la volontà, da parte nostra, di andare in giro a visitare aziende qui in zona. Il punto è che ci siamo subito "scontrati" con richieste per la visita fino a 30 euro a persona, più il costo dei prodotti utilizzati.


Ma chi e' che ti chiede quelle somme? a me non e' mai successo anche se evito cantine molto mainstream..


Qui di mainstream ci sono solo cinghiali :mrgreen:

Non faccio nomi perché non voglio fargli pubblicità gratuita.

Ovviamente sono punti di vista, magari sbaglio io. Però, ad esempio, Antonio Camillo ci ha risposto che "sarà lieto di riceverci e di farci assaggiare i suoi vini, senza costi da sostenere, perché spiegare e promuovere il suo lavoro è un piacere".

Ci siete stati quindi? Com'e' andato il giro? Ho letto che si e' messo in proprio dopo aver collaborato con Poggio Argentiera.


No no. Ancora non siamo andati da nessuna parte. Abbiamo appena iniziato la ricerca di aziende (possibilmente tutte nella stessa zona) da visitare un sabato tutti insieme.
La cosa positiva da segnalare è che queste aziende nello stesso giorno dell'invio della mail o al massimo il giorno successivo rispondono e sono abbastanza dettagliate nella spiegazione. Sto ancora aspettando un paio di risposte ma immagino che rispondano in giornata.
La cosa negativa è che chiedere 15 euro per la degustazione più il costo dei prodotti che uno decide di degustare mi sembra assurdo. Tanto vale che compro una bottiglia per tipo, me li porto a casa e me li assaggio con calma. Risparmio e ho modo di assaggiare in modo migliore (a mio avviso). I 15 euro per cosa sono? Per "l'accompagnamento" al vino? Una sola azienda ce l'ha chiesto se volevamo degli stuzzichini o se volevamo fare proprio merenda/pranzo/cena.
SommelierSardo
Messaggi: 1365
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda SommelierSardo » 12 nov 2015 13:54

Potete concordare questo tipo di accordo: se acquistiamo, non paghiamo la visita/degustazione.
Ti assicuro che spesso accettano senza troppi problemi, escludendo chiaramente le aziende che ormai hanno un nome internazionale, e con cui spesso sembra di andare a visitare un museo.
Esempio: Castello di Ama, bellissima visita, degustazione al tavolo con 4 vini "normali" e pane con il loro olio (no Apparita, no Casuccia, no Bellavista), costo 30€ a persona.
Fuori da ogni logica... mi sono tolto lo sfizio, ma ci sono rimasto alquanto perplesso e deluso, soprattutto perchè è un'azienda che amo da sempre.
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 12 nov 2015 14:39

SommelierSardo ha scritto:Fuori da ogni logica... mi sono tolto lo sfizio, ma ci sono rimasto alquanto perplesso e deluso, soprattutto perchè è un'azienda che amo da sempre.


Esatto. Lo sfizio.
Quando sono andato in Franciacorta mi sono tolto lo sfizio di Berlucchi (e per me ne è valsa la pena per ogni euro pagato).
Essendo un amante del Tignanello, probabilmente farò anche quella da Antinori nella nuova cantina. Anche qui più per sfizio che per altro.
Ma si sta parlando di aziende GROSSE, non del più o meno piccolo produttore locale.
30 euro Castello di AMA, ok.
30 euro produttore locale semi-sconosciuto di cui non si ha neanche la certezza che i prodotti siano effettivamente buoni, no.
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 11 gen 2016 19:25

Ritiro su il "nostro" topic per annunciare un nuovo "incontro" dei Bevitori di Maremma.
Il giorno è fissato per domenica 24 Gennaio a pranzo e saremo sempre ospiti del buon Gianni (finché non ci manderà a quel paese).
Dopo il "sangiovese alla cieca" dell'ultima volta si passa agli Champagne. Ma non i soliti nomi noti, altro.
Da una parte il sottoscritto che ha proclamato che "piuttosto che uno champagne da 30 euro mi bevo con più goduria un Franciacorta" e il resto dei BdM che hanno gridato allo scandalo vedremo che scappa fuori... :lol:
Niente pranzi esagerati: affettati di varia natura e genere, formaggi e stuzzichini vari.
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 24 gen 2016 20:21

La bevuta dei BdM é da poco finita. Bella giornata. Ambiente caldo e accogliente, gente speciale.
Cosa abbiamo bevuto? Nell'ordine:
SaintGybryen Grand Cru
Baron Dauvergne Grand Cru
Pierre Gerbais Prestige
Francia Boulard Les Murgiers Extra Brut

Fuori gara il sottoscritto aveva portato anche un George Lacombe Grand Cuvee e, rullo di tamburi, un bel Franciacorta Faccoli Extra Brut! :lol:

Escludendo gli ultimi due il grado di preferenza mio é stato, nell'ordine, Boulard, Dauvergne, Gerbais e infine il Saintgybryen.

L'ultimo dopo un po' che stava nel bicchiere aveva totalmente perso qualsiasi tipo di odore. Il Boulard dopo lo stesso tempo lasciava sentire un odore di pera buonissimo!
Lascio però maggiori commenti agli altri!
Immagine

Scusate l'immagine minuscola ma ho qualche problemino con il pc e ho dovuto fare tutto da cellulare. Potete clickare l'immagine e compare più grande. Spero.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 24 gen 2016 22:23

Io per ora ho solo una domanda. Oggi era fiore, foglia, frutto, radice o topa?

I vini erano tutti molto buoni. Opterei per l'ultima.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 24 gen 2016 23:09

A volte il forum tira fuori il peggio che è in me :mrgreen:

Parlando più seriamente,e in attesa che Gallia posti le sue note, mi pronuncio su un aspetto della nostra bevuta.
A quelli che sono restii a sborsare grosse cifre per il vino vorrei dire una cosa. Noi con una ricerca mirata, in virtù dell'aiuto di qualche fornitore di questi luoghi ( grazie Mofise, grazie Giulio ), alla conoscenza ( ancora grazie a Giulio ) e a un po' di sana curiosità, abbiamo fatto una bevuta di alto livello con una spesa contenuta.
Certo, Dom, Krug, Selosse e compagnia bella sono bellissime bottiglie, ma credetemi, anche con le nostre semi-anonime bottiglie abbiamo bevuto alla grande.

Molto in breve:
Baron Dauvergne Grand Cru, ampio e rotondo nel mio sentire, e per i miei gusti il migliore

Boulard Les Murgiers Extra Brut, con una acidità, o asprezza, che mi ha fatto ricordare l'acidità di una :oops: duchesse de Bourgogne , spero si capisca in che senso, mi ha spiazzato e nel mio disorientamento mi ha conquistato

Pierre Gerbais Prestige, preso in mezzo agli altri due ha patito una normalità, o a voler trovare altri termini, un equilibrio, che mi hanno indirizzato maggiormente verso gli altri due.

Saint Gybryen Grand Cru, il primo assaggiato, ha goduto del palato ancora vergine ( definizione ambigua :) ), e si è fatto apprezzare per una grande freschezza.

outsider
Faccoli, e lo dico senza essere minimamente prevenuto, secondo me ammandorlato oltre il lecito, mentre il Lacombe, di dubbia provenienza ( gentile omaggio di Yotamoteuchi, come del resto Faccoli ), soccombe :mrgreen: di fronte alla artiglieria avversaria.

Ancora una volta sono la scheggia impazzita del gruppo BdM che ha invertito i primi due posti. Ma è ormai assodato che sono loro a non capire niente.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 24 gen 2016 23:47

Piacevole giornata in questa bella versione di Maremma che è la campagna di Gianni, dove abbiamo bevuto champagne per consumo umano, bene.
Anche per me i migliori sono stati l'extra brut di Boulard e il Baron Dauvergne. Il primo un pinot meunier in purezza abbastanza spiazzante per me (che non sono un conoscitore), elegante e capace più di degli altri di evolvere nel bicchiere fino a note al naso di pera-pera caramellata/affumicato, sempre con acidità ok. Il secondo più rotondo, tende forse col tempo a sedersi leggermente ma è di grande piacere e pulizia e mostra il fruttino rosso del pinot noir (50per cento), proprio buono, è finito per primo.
Fra i due blanc de blancs il Gerbet ha più struttura, ma anche il Saint Gybrien si difende bene su note di agrumi, entrambi buona tensione, anche in questo caso "nessuna scortesia all'uscita".
Pure i due sparring partner portati da Michele erano due vini più che dignitosi, che avrebbero meglio figurato se bevuti all'inizio anziché alla fine. Il Lacombe uno champagnino semplice un po' più dolcino ma piacevole, il Faccoli extra brut segna una nota amara e forse è un po' penalizzato dalla gioventù ma non ne esce male e vorrei sentirlo in un contesto di Franciacorta.
Siamo stati bene, ora non sto a fare i salamelecchi ma saluto tutti.
P.s. Gianni, è noto che tu sei l'unico che ci capisce qualcosa... :mrgreen:
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 25 gen 2016 11:32

Tanto per rimarcare l'ambiente piacevole vi metto questa:

Immagine

Foto clickabile, come sempre.
Nell'ordine partendo da sinistra miccel, gallia (dietro il camino) e il sottoscritto con in mano la boccia di Faccoli... 8)

I BdM ovviamente non si fermano qua... è già in programma la prossima bevuta anche se è ancora tutto da decidere... si pensa a marzo... si pensa a dei rossi alla cieca... si pensa in agriturismo dove allevano e producono ovini, bovini, suini, formaggi, insaccati, affettati, etc.
Io so già cosa porterò se avrò libertà di scelta sul rosso. Tremate gente... :lol:
Avatar utente
gaprile
Messaggi: 647
Iscritto il: 29 giu 2011 12:15

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gaprile » 25 gen 2016 13:10

Grandi :mrgreen:
per aspera ad astra
Avatar utente
gallia
Messaggi: 1169
Iscritto il: 24 ott 2008 14:49
Località: Maremma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gallia » 25 gen 2016 18:21

Bella giornata bevendo cose "umane" senza sacrificare la componente godereccia e ludica.
Ecco alcune note:
SaintGybryen Cramant Grand Cru BdB: Bella sorpresa, anzi piacevole conferma. Avevo avuto modo di berlo qualche anno fa e si conferma uno di migliori champagne q/p della Cotes Des Blancs. Fine elegante forse un pochino debole a centro bocca dove la “cremosità forse domina sulla acida. Piacevole il finale agrumato e sostenuto da una buona acidità. Buona bottiglia soprattutto considerato il prezzo, Piacevole ora ma dubito che possa migliorare.
Baron Dauvergne Delice de Bouzy Grand Cru: Il più “caldo della batteria dove si fa sentire a mio parere il dosaggio non propriamente lieve. Molto forte anche la componente del Pinot Nero che ruba un po di freschezza nel sorso allo chardonnay (i due vitigni partecipano in quota paritaria alla composizione di questo champagne). Il finale non me lo sarei aspettato così fresco e lungo, con una chiusura ancora giocata sulle note verdi dell’agrume.
Pierre Gerbais Prestige BdB : Chi l’ha detto che l’Aube non regali grandi Champagne? Gerbais è la dimostrazione che anche in questa regione si possa dare alla luce vini tesi freschi e con una buona vita davanti. Champagne molto “nervoso” dove la componente acida prevale, le belle sfumature verdi nel bicchieri fanno da anticipazione a sensazioni di mela verde affiancato da piacevoli note di agrume. L’unica pecca imputabile a questa bottiglia è l’estrema gioventù e quindi rimane penalizzata dal punto di vista di complessità.
Francis Boulard Les Murgieres BdN: Si cambia zona, siamo nella Montagne de Reims e si incontra Boulard. Stile molto particolare e riconoscibile, i vini di Francis e sua figlia non lasciano indifferenti. Io personalmente li amo e questo Les Murgieres l’ho trovato semplicemente fantastico. E si tratta pur sempre di un “base”. Da quest’anno totalmente Pinot Meunier, parte della massa del vino matura in botti usate. Apre al naso con note di mela verde, pera e con l’aumentare della temperatura si trasforma in una fantastica nota di Calvados. In bocca è un alternarsi di sensazioni salate e cremose dolci e acide, fino a sfiorare suggestioni acetiche veramente interessanti e gustose. Ancora troppo giovane l’unica eccezione che si può sollevare nei confronti di questa bottiglia.
"Vino rosso col pesce. Avrei dovuto capirlo da questo" James Bond - Dalla Russia con Amore
Avatar utente
gallia
Messaggi: 1169
Iscritto il: 24 ott 2008 14:49
Località: Maremma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gallia » 25 gen 2016 18:23

Grazie a Gianni per la consueta ospitalità e a tutti i BdM per la piacevole compagnia. Faccoli permettendo andremo avanti 8)
"Vino rosso col pesce. Avrei dovuto capirlo da questo" James Bond - Dalla Russia con Amore
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 25 gen 2016 19:51

gallia ha scritto:Bella giornata bevendo cose "umane" senza sacrificare la componente godereccia e ludica.

Francis Boulard Les Murgieres BdN: Si cambia zona, siamo nella Montagne de Reims e si incontra Boulard. Stile molto particolare e riconoscibile, i vini di Francis e sua figlia non lasciano indifferenti. Io personalmente li amo e questo Les Murgieres l’ho trovato semplicemente fantastico. E si tratta pur sempre di un “base”. Da quest’anno totalmente Pinot Meunier, parte della massa del vino matura in botti usate. Apre al naso con note di mela verde, pera e con l’aumentare della temperatura si trasforma in una fantastica nota di Calvados. In bocca è un alternarsi di sensazioni salate e cremose dolci e acide, fino a sfiorare suggestioni acetiche veramente interessanti e gustose. Ancora troppo giovane l’unica eccezione che si può sollevare nei confronti di questa bottiglia.


Ho troppa poca dimestichezza con lo Champagne per esprimermi con convinzione. Io ho trovato interessante la componente acetica che, ho assimilato, ed ero serio, a quella di una birra bevuta in passato ( Duchesse de Bourgogne ). Andiamoci piano con i paragoni poiché quello che intendo ovviamente non è una somiglianza, ma una assonanza nella componente acida, mai provata prima nella mia esperienza di bevitore di vino. Evidentemente per gli altri non è stata così fondamentale, ma per me, nella sua piacevolezza, è rimasta una questione da risolvere, sebbene Giulio ci avesse detto che si tratta di un produttore che "evita interventi fino a quando possibile" ( questo lo evinco da sito ) e in questo si potrebbe trovare forse una parziale spiegazione.
Insomma una "acetica", o qualsiasi altra cosa sia, che non stento a credere che alcuni avrebbero potuto ritenere al limite del difetto.

Se qualcuno interviene per illuminarmi....
Ultima modifica di gianni femminella il 25 gen 2016 22:34, modificato 1 volta in totale.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
gallia
Messaggi: 1169
Iscritto il: 24 ott 2008 14:49
Località: Maremma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gallia » 25 gen 2016 20:32

gianni femminella ha scritto:
Insomma una "acetica", o qualsiasi altra cosa sia, che non stento a credere che alcuni avrebbero potuto rintere al limite del difetto.

Se qualcuno interviene per illuminarmi....
Beh non era così spinta tanto da giudicarla difettosa. Diciamo che è una caratteristica di Boulard, questa vena acida molto spinta e che la permanenza in vecchi fusti aumenta. La lieve carica acetica deriva quindi da questo. Grande carica acida, piacevoli sensazioni agrumate e tecniche produttive. Ripeto la bottiglia è uscita sul mercato da poco (infatti sono le prime bottiglie 100% Meunier) e tra qualche mese si aprirà meglio e sarà più leggibile. Ma già così a me fa impazzire.
"Vino rosso col pesce. Avrei dovuto capirlo da questo" James Bond - Dalla Russia con Amore
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 25 gen 2016 23:05

gallia ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
Insomma una "acetica", o qualsiasi altra cosa sia, che non stento a credere che alcuni avrebbero potuto rintere al limite del difetto.

Se qualcuno interviene per illuminarmi....
Beh non era così spinta tanto da giudicarla difettosa. Diciamo che è una caratteristica di Boulard, questa vena acida molto spinta e che la permanenza in vecchi fusti aumenta. La lieve carica acetica deriva quindi da questo. Grande carica acida, piacevoli sensazioni agrumate e tecniche produttive. Ripeto la bottiglia è uscita sul mercato da poco (infatti sono le prime bottiglie 100% Meunier) e tra qualche mese si aprirà meglio e sarà più leggibile. Ma già così a me fa impazzire.


Intendevo che qualche altro bevitore avrebbe potuto trovarlo ( quasi ) difettoso. Non io. A me è piaciuto moltissimo.
Mi è solo rimasto l'interrogativo su questa strana caratteristica.

Mandamene un bancale.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 05 apr 2016 10:07

Eccoci nuovamente qua con i BdM!!!
Data prossimo incontro? Sabato 07 Maggio 2016 a pranzo.
Dove? Agriturismo Palazzi (tra Paganico e Roccastrada, sempre in provincia di Grosseto).
Cosa si mangia? Affettati di produzione propria, formaggi di produzione propria, primi, secondi, contorni, dolci, etc.
Cosa si beve? Rossi, alla cieca.

Se qualche "extra" maremma vuole unirsi a noi è ovviamente il benvenuto e può chiedere informazioni più dettagliate in PM a me.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 07 mag 2016 11:36

Avremo preso modo di parlare delle bottiglie che andremo a stappare a breve. Bottiglie coperte... mistero fitto.

buon fine settimana a tutti
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 07 mag 2016 18:31

Finalmente eccoci qua...
Bel pranzo, bel posto, bella gente.
11 i presenti e 11 le bottiglie di vino bevute (piu' uno champagne di apertura).
Abbiamo mangiato: affettati e formaggi misti di produzione propria (compreso ravaggiolo e ricotta fatti la mattina). Tagliatelle cacio e pepe e gnocchetti al sugo di salsiccia. Maialino al forno. Agnello al forno. Salsicce al forno. Insalata e patate fritte. Tiramisu', bigne e crostata.
La bevuta, come gia' detto, era coperta. Cosa ci siamo inventati?
Questo:

Immagine

L'immagine e' clickabile per avere una visione piu' grande e migliore.
Dopo l'aperitivo fatto con lo champagne Michel Furdyna Brut Reserve (la prima bottiglia a sinistra), abbiamo deciso di dividere le bevute in 3 batterie: la prima con le prime 5 bottiglie, poi con altre 3 bottiglie e infine con le ultime 3.
Invece di dare dei voti alle singole bottiglie, dopo aver discusso abbondantemente di ogni bottiglia presente nella batteria, abbiamo deciso di fare una classifica personale dei vini bevuti in quella stessa batteria.
Nella prima batteria l'ordine di preferenza, in media, e' stato:
- Bricco dell'Uccellone 2006 - Tignanello 2010 - Suber - Les Pruliers 2006 - Costasera 2001(bottiglia quasi sicuramente fallata)
Nella seconda batteria l'ordine di preferenza, in media, e' stato:
- Palari Faro 2008 - Giramonte 2004 - Kaulos
Nella terza batteria l'ordine di preferenza, in media, e' stato:
- Clos du Chene vert 2006 - La Porta di Vertine Riserva 2007- Sassella Riserva 2000

Per chi era alla bevuta nella foto sono state invertite le bottiglie del Bricco (bevuta per seconda) e del Suber (bevuta per prima).

Per i commenti sulle singole bottiglie vi lascio agli altri.
Ultima modifica di yotamoteuchi il 09 mag 2016 14:14, modificato 1 volta in totale.
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 07 mag 2016 19:14

Giornata divertente e rilassante.
Per quanto mi riguarda le bottiglie più interessanti (quelle che avrei portato via per prime) sono state:
Palari - Faro 2008
Joguet - Clos du Chene Vert 2006
Balgera - Sassella Riserva 2000
Gouges - Nuits Saint Georges Les Pruliers 2006
Fra le sorprese Il Bricco dell'Uccellone 2006 e Il Giramonte 2004 di Frescobaldi, due bottiglie che in teoria non rientrano nei miei gusti, ma che alla cieca ho apprezzato.
Le altre rientravano nell'ordine di ciò che mi potevo aspettare: godibile il mediterraneo Suber, e anche il Tignanello (vabbè Yota, lo ammetto :mrgreen: non è poi male), un po' più peso il calabrese.
Una menzione per La Porta di Vertine - Chianti Riserva 2007, fallata, che sotto una riduzione...irriducibile mostrava secondo me qualcosa di molto buono.
Saludones
alì65
Messaggi: 11621
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda alì65 » 07 mag 2016 19:42

miccel ha scritto:Giornata divertente e rilassante.
Per quanto mi riguarda le bottiglie più interessanti (quelle che avrei portato via per prime) sono state:
Palari - Faro 2008
Joguet - Clos du Chene Vert 2006
Balgera - Sassella Riserva 2000
Gouges - Nuits Saint Georges Les Pruliers 2006
Fra le sorprese Il Bricco dell'Uccellone 2006 e Il Giramonte 2004 di Frescobaldi, due bottiglie che in teoria non rientrano nei miei gusti, ma che alla cieca ho apprezzato.
Le altre rientravano nell'ordine di ciò che mi potevo aspettare: godibile il mediterraneo Suber, e anche il Tignanello (vabbè Yota, lo ammetto :mrgreen: non è poi male), un po' più peso il calabrese.
Una menzione per La Porta di Vertine - Chianti Riserva 2007, fallata, che sotto una riduzione...irriducibile mostrava secondo me qualcosa di molto buono.
Saludones


Porta di Vertine R.07 è molto buona
fino ad ora bt con problemi non ne ho trovate ma un cambio di "stile" negli ultimi anni si è notato, infatto non ho più acquistato dopo la 08
e comunque spiace che abbiano abbandonato il loro progetto....
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 08 mag 2016 11:03

Avrei voglia di rompere un po' le palle, ma scrivere con lo Smart Phone e' uggioso. Rimando a domani il mio disaccordo :mrgreen:
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 08 mag 2016 19:20

yotamoteuchi ha scritto:Bel pranzo, bel posto, bella gente.

Immagine


Nella prima batteria l'ordine di preferenza, in media, e' stato:
- Bricco dell'Uccellone - Tignanello - Suber - Les Pruliers - Costasera (bottiglia quasi sicuramente fallata)
Nella seconda batteria l'ordine di preferenza, in media, e' stato:
- Palari Faro - Giramonte - Kaulos
Nella terza batteria l'ordine di preferenza, in media, e' stato:
- Clos du Chene vert - La Porta di Vertine ( fallato ) - Sassella

Per chi era alla bevuta nella foto sono state invertite le bottiglie del Bricco (bevuta per seconda) e del Suber (bevuta per prima).



Buona la prima batteria.
La seconda trascurabile, eccetto il Palari che pero' ho trovato troppo maturo e decisamente in fase discendente. Al tavolo si sussurrava "Borgogna" con rispetto; personalmente ho visto una bella trama ma come avete capito mi ha lasciato insoddisfatto.
Della terza parlo poco perché due vini erano miei e ovviamente li ho portati perché li trovavo degni di nota. Peccato per il Porta di Vertine problematico, quando viceversa il tappo orrendo del Joguet mi aveva fatto temere il peggio ( buono ma non al suo meglio ).

Piu' in dettaglio i mei preferiti sono stati il Bricco, il Suber e il Tignanello ( devo dare giusta soddisfazione al caro Michele ) seguiti a ruota da les Pruliers. Discreto il Kaulos, trascurabile il Giramonte, difficile da giudicare il Sassella.

Belle tutte le fasi gustative in divenire del Bricco dell'Uccellone 2006, mutevole e sempre interessante. Nonostante ne abbia versato una seconda volta nel bicchiere ci sono rimasto con la voglia.

Faro Palari 2008 tra menta, origano, fieno, tabacco, effettivamente buono, ma in bocca avevo pensato a un vino di 10 anni più vecchio. So che come spesso accade i miei compagni di tavolo non sono d'accordo con me.

Suber 2011 magnifico frutto di mirtillo maturo, attraversato da una vena balsamica rinfrescante, morbido come velluto sul palato. Lungo, ampio, privo di eccessi di calore. Bellissimo! E' stato accerchiato nella sua provenienza lentamente, senza pero' che nessuno ne indovinasse il vitigno, un po' difficile da individuare per la sua nobile robusta eleganza. Di Nero di Avola così non ne ho bevuti ( sorvolo sulle quote di Frappato e Alicante che ne compongono l'uvaggio )

Tignanello 2010 riconoscibile come Toscano e come Sangiovese aveva tutto quello che può avere un super tuscan di quelli buoni. Ce ne sono ancora di buoni? era migliore anni fa? Non importa, e' buono anche ora, almeno in questa annata ( qui quote di Cabernet S e F )

Les Pruliers 2006 Nuit saint George giovanissimo, molto buono e... non ricordo altro purtroppo. E' del tutto possibile che ascoltato con piu' attenzione potesse essere il migliore della serata, per me.

Sassella 2000 Balgera stupefacente per gioventu' e incredibile nella sua componente di frutto prepotente e prevaricante su tutto. Bel vino probabilmente, ammiro questa viticoltura eroica, ma non lo comprerei mai. Sembrava una spremuta di more.

de gustibus


p.s. una tirata di orecchie ai compari che o non scrivono o non mettono neppure le annate :P
Ultima modifica di gianni femminella il 08 mag 2016 19:39, modificato 2 volte in totale.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 08 mag 2016 19:21

Scusate le sbavature del messaggio sopra, ma scrivere qui e' diventato quasi impossibile.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda paperofranco » 09 mag 2016 09:12

Quindi, Tignanello uno dei migliori vini......bene...... :mrgreen:
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 09 mag 2016 11:57

paperofranco ha scritto:Quindi, Tignanello uno dei migliori vini......bene...... :mrgreen:


:mrgreen:

Un po' di perplessita' al tavolo c'era, ma alla fine confermo che mi e' piaciuto.
Mi dai occasione per sottolineare la difficolta' di affrontare una bevuta coperta cosi' priva di regole. Tra l'altro il nostro Giorgio aveva frainteso e aveva portato malvolentieri un Amarone ( credeva il tema fosse: i rossi Italici ), altrimenti avrebbe portato qualcos'altro.

Insomma, spaziare dalla Sicila alla Valtellina, dalla Francia alla Toscana, su vini per lo piu' mai bevuti prima, ci ha messo alla prova. Non era facile capire zone e vitigni. Sentiamo se i miei compari confermano o smentiscono.

Forse il Tignanello ci e' sembrato buono per via dell'abbinamento all'ottimo cibo :mrgreen: oppure perche' non c'era altro Sangiovese?
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: 1010, Biavo, FERRARI, landmax, Marco1900, marcolanc, memmo5005, piergi, stefanor e 9 ospiti