Bevitori di Maremma

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
stecca
Messaggi: 379
Iscritto il: 01 nov 2008 12:49
Località: BS

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda stecca » 12 ott 2015 20:08

Maremmani...qualcuno conosce i vini dell'azienda "Le CALLE"? (zona Montecucco)
E' spesso presente alle manifestazioni Vino Veriste enon mi dispiacciono in particolare il base che mi pare sia un assemblaggio di Sangiovese Canaiolo e Merlot, che ha una sempre una bella freschezza e golosità di beva.
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda paperofranco » 12 ott 2015 21:08

Ragazzi, in questo 3ad, fra pallosissima pubblicità AIS e richieste d'informazioni estemporanee, c'è un po' di tutto.

Intanto bravi per aver cominciato, in un modo o nell'altro, non ho nessun particolare contributo da dare sui vini. Su Montenidoli, che conosco molto bene, posso dirvi che a San Gimignano il sangiovese non matura bene e non trova un terreno adatto, un po' come in Maremma, lasciate stare e provate la Vernaccia.

Gianni, ma il Pomona te lo avevo dato io? Non era a posto o semplicemente faceva cacare?
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 12 ott 2015 21:53

Alberto ha scritto:Domanda: Cialla Verduzzo 1985 com'era? :)

Era buono, era buono, solo che essendo stato servito dopo 9 rossi non ti saprei dire quanto...
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 12 ott 2015 21:53

stecca ha scritto:Maremmani...qualcuno conosce i vini dell'azienda "Le CALLE"? (zona Montecucco)
E' spesso presente alle manifestazioni Vino Veriste enon mi dispiacciono in particolare il base che mi pare sia un assemblaggio di Sangiovese Canaiolo e Merlot, che ha una sempre una bella freschezza e golosità di beva.

Personalmente mai sentito
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 12 ott 2015 21:58

paperofranco ha scritto:Ragazzi, in questo 3ad, fra pallosissima pubblicità AIS e richieste d'informazioni estemporanee, c'è un po' di tutto.

Intanto bravi per aver cominciato, in un modo o nell'altro, non ho nessun particolare contributo da dare sui vini. Su Montenidoli, che conosco molto bene, posso dirvi che a San Gimignano il sangiovese non matura bene e non trova un terreno adatto, un po' come in Maremma, lasciate stare e provate la Vernaccia.

Gianni, ma il Pomona te lo avevo dato io? Non era a posto o semplicemente faceva cacare?

No, l'ho portato io ed era buono (riserva bandini 2010). È' stato bevuto in una seconda batteria di 4 che nessuno per ora ha commentato, ricavando un primo posto, due secondi e un terzo e battendosela col Grotte Rosse stesso anno di Salustri.
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 13 ott 2015 09:07

Io conosco Le Calle sia come azienda, che come vini, che direttamente il titolare d'azienda. Vicino Cinigiano ma non ricordo di preciso la località.
Purtroppo ho conosciuto l'azienda quando stava nascendo e i primi vini prodotti erano decisamente poco bevibili. Nel tempo è migliorato ma non ho avuto possibilità di assaggiare niente di suo di recente.
Il Cialla non era assolutamente ossidato, anzi. Decisamente buono!
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13085
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda Kalosartipos » 13 ott 2015 09:39

Ridimensionare le foto, please...
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 13 ott 2015 10:25

Alberto ha scritto:Domanda: Cialla Verduzzo 1985 com'era? :)


Nessuna nota presa al momento purtroppo.
Si è trattato di quella nettamente più in forma fra quelle bottiglie che ho bevuto della stessa azienda in tempi abbastanza recenti di annate 1988, 1990 e 1985. Se mai capiti qui in zona, in cantina ne ho altre.
Questo era limpido, privo di qualsiasi ossidazione, anzi fresco e di sfrontata gioventù. Non gli mancava anche una certa profondità. A me è piciuto moltissimo anche se mie ero cautelato, con già pronto all'uso, un Marsala vergine Florio 1975 ( sarà per la prossima volta )-
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
gallia
Messaggi: 1169
Iscritto il: 24 ott 2008 14:49
Località: Maremma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gallia » 13 ott 2015 10:52

stecca ha scritto:Maremmani...qualcuno conosce i vini dell'azienda "Le CALLE"? (zona Montecucco)
E' spesso presente alle manifestazioni Vino Veriste enon mi dispiacciono in particolare il base che mi pare sia un assemblaggio di Sangiovese Canaiolo e Merlot, che ha una sempre una bella freschezza e golosità di beva.

le Calle sono i vicini di Salustri a Poggi del Sasso. Vini profondi e nitidi, grandi sangiovesi, specialmente il Poggio D'oro (non la riserva spesso troppo matura).
Nota di merito per il loro vermentino. Quando andai in visita da loro mi fecero assaggiare diverse cose tra cui una 1998 del loro vermentino. Ora, non siamo ai livelli dei bianchi di Elisabetta a San Gimignano, però diceva la sua.
"Vino rosso col pesce. Avrei dovuto capirlo da questo" James Bond - Dalla Russia con Amore
Avatar utente
gallia
Messaggi: 1169
Iscritto il: 24 ott 2008 14:49
Località: Maremma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gallia » 13 ott 2015 11:04

paperofranco ha scritto:Su Montenidoli, che conosco molto bene, posso dirvi che a San Gimignano il sangiovese non matura bene e non trova un terreno adatto, un po' come in Maremma

Mah, non sono d'accordo. In linea di massima (ovvero sui rossi di San Gimignano) hai ragione. Ma i rossi di Elisabetta diciamo che si distinguono. Profondi territoriali, bellissime acidità. La 2004 bevuta domenica non aveva difetti o squilibri. Era semplicemente meno esuberante delle altre.
Non sono d'accordo neanche sulla generalizzazione sul sangiovese in Maremma. Ci sono dei distinguo, come ad esempio alcune zone del Montecucco o rarissime a Scansano. Due nomi: Salustri (tra l'altro il Grotte Rosse 2010 non mi sembra abbia sfigurato domenica) e Roccapesta.
"Vino rosso col pesce. Avrei dovuto capirlo da questo" James Bond - Dalla Russia con Amore
Avatar utente
gaprile
Messaggi: 647
Iscritto il: 29 giu 2011 12:15

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gaprile » 13 ott 2015 12:16

gallia ha scritto:Mah, non sono d'accordo. In linea di massima (ovvero sui rossi di San Gimignano) hai ragione. Ma i rossi di Elisabetta diciamo che si distinguono. Profondi territoriali, bellissime acidità. La 2004 bevuta domenica non aveva difetti o squilibri. Era semplicemente meno esuberante delle altre.

Quoto assolutamete, ma immagino che quella del Papero fosse una provocazione, le generalizzazioni sono sempre da evitare.
D'altra parte non avrei proposto il Sono Montenidoli in degustazione se non lo ritenessi meritevole di interesse.
Probabilmente è vero che San Gimignano non abbia vocazione rossista, imbrigliato forse in cotanta Vernaccia.
Ed io stesso, la prima volta che assaggiai questo rosso, restai così sorpreso che potessero fare un vino del genere, che andai in "pellegrinaggio" in Azienda per capirne di più. Un viaggio che invito ad intraprendere, ne vale la pena.
Peraltro ho trovato molto interessante anche il Garrulo, Chianti dei Colli Senesi di grande eleganza, freschezza e serbevolezza.
per aspera ad astra
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 13 ott 2015 12:18

Ho messo ordine nelle mie note. A differenza di miccel, quello che ho scritto non è influenzato dai giudizi altrui. Infatti la mia classifica personale differisce da quella di tutti gli altri avendo quasi ribaltato i valori dei primi tre in campo.

nell'ordine:

Vigna Soccorso riserva 2006 Tiezzi
All'inizio viene accusato di declamare legno, ma nel tempo, con l'ossigenazione la dolcezza si compie ed ha altra provenienza secondo me.
Non so se parlare di tannino dolce sia un controsenso, se si tratti di aminoacidi o umami e vorrei tanto saperlo. Resta il fatto che, nonostante mostri meno peso rispetto a Le Chiuse e Poggio al Vento, lo preferisco agli altri due proprio per questa caratteristica e anche per la bella vena acida che attraversa il palato.
Rimane, come considerazione postuma, che il tempo non lo ha migliorato. Perlomeno questa bottiglia specifica.

Le Chiuse 2006
Cupo, fitto, anche troppo. Ha belle qualità ma una nota amara che aumenta nel tempo, mi disturba leggermente, e gli toglie il podio.

Poggio al Vento riserva 2001
Equilibrato tra frutto-tannino-acidità. E' quello che, a mio avviso, più declama il sangiovese. Peccato per una durezza che mi convince poco, la quale mi toglie, anche in questo caso, il dubbio sul mio preferito del giorno ( col senno di poi, l'intervento di zampaflex mi fornisce una spiegazione su questa sensazione )

Sono Montenidoli 2004
Buio più che cupo. Evoluto. Uso una immagine; è come se la abbondante materia avesse lottato per trovare una armonia, senza riuscirci, fino a soccombere di sé stessa ( nonché al tempo impietoso ).

La Fortuna 2009
La già descritta, e indiscutibile, nota di foglia/salsa di pomodoro è così forte da respingere l'olfatto. Bottiglia forse con problemi. Vino per me ingiudicabile nonostante la bocca fosse interessante.


Considerazione generale. Il tempo non ha dato ragione a nessuna di queste bottiglie. Come dicevo ai commensali, rispetto al passato mi sono convertito a vini ancor lontani dalla piena maturità, per non dire oltre. Quelli sul tavolo di domenica avevano, secondo me, tutti oltrepassato il limite ideale della propria maturazione. Credo che un paio di anni fa avrebbero dato soddisfazioni ben maggiori.


Breve descrizione delle due bottiglie degne di nota della seconda batteria.

Grotte Rosse Salustri 2010
Questa, come la seguente, a viso scoperto e a me fino ad ora sconosciuto ( visto in giro, mai assaggiato ). Mora, caffè, spezie e altro. Naso insolito e bocca originale tra tannino spigoloso e dolcezza. Ampio e profondo, di estrazione importante, ma se è fatta così mi piace proprio.

Villa Pomona chianti classico riserva 2010
Giovane, di tannicità ancora piacevolmente astringente cui fa da contralto un frutto piacevole e un lieve gradito ematico ( la caratteristica di cui avevo sentito la mancanza ). Bottiglia che tra poco potrà dare ottime soddisfazioni.

Di queste ultime due due peccato non averne altre.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11662
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda Alberto » 13 ott 2015 12:22

Ragazzi, c'è poco da fare: bisogna smetterla di stappare nei giorni Radice... :roll: :wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 13 ott 2015 13:14

Per chi vuole assaggiare qualcosa del Salustri, oltre al Grotte Rosse e al Narà (vermentino) consiglio TANTISSIMO le Terre d'Alviero (sempre sangiovese).
Ne fa pochissime bottiglie ogni anno utilizzando le uve di un vecchissimo vigneto. Il risultato è, per me, eccezionale!
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 13 ott 2015 16:23

Alberto ha scritto:Ragazzi, c'è poco da fare: bisogna smetterla di stappare nei giorni Radice... :roll: :wink:


Eh eh eh. Non mi ero accorto che fosse radice.

Comunque visto che il mio parere non è allineato con quello degli altri bisognerebbe prima sapere cosa ne pensano delle mie note. Magari era radice solo per me :P
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 13 ott 2015 16:49

miccel ha scritto:
3) La Fortuna – BdM 2009
Sono l’unico che non l’ha messo ultimo... si presentava come un vino facile ma non banale, frutto dolce e tannino già pronto, potente ma agile, dinamico, e con una venatura ferrosa finale. Insomma potenzialmente un vino di media complessità ma molto godereccio.


Oh dove te ttu l'ha sentite tutte 'ste cose, maremma m'pestata?
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
gallia
Messaggi: 1169
Iscritto il: 24 ott 2008 14:49
Località: Maremma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gallia » 14 ott 2015 16:29

gianni femminella ha scritto:Considerazione generale. Il tempo non ha dato ragione a nessuna di queste bottiglie. Come dicevo ai commensali, rispetto al passato mi sono convertito a vini ancor lontani dalla piena maturità, per non dire oltre. Quelli sul tavolo di domenica avevano, secondo me, tutti oltrepassato il limite ideale della propria maturazione. Credo che un paio di anni fa avrebbero dato soddisfazioni ben maggiori.

Su questo non sono molto d'accordo Gianni. O perlomeno io li ho trovati ancora vividi.
I vini (a parte Fortuna) erano tutti integri e bilanciati. Oltretutto non si parla di annate così indietro negli anni. Sia Poggio al Vento che, sopratutto, Le Chiuse hanno ancora molti anni davanti. Nel Brunello di Col D'Orcia sono ancora netti i richiami floreali e direi quasi di gioventù. Le Chiuse era semmai addirittura poco espressivo al naso perché probabilmente affrontava una fase di chiusura (vedrai, "Le Chiuse" :D ) giovanile, ma in bocca era una bomba. Vedrai che la tua fase di "infanticida" magari passerà :wink: .
"Vino rosso col pesce. Avrei dovuto capirlo da questo" James Bond - Dalla Russia con Amore
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 14 ott 2015 18:02

Per il mio palato:
Vigna Soccorso ris 06 e Grotte Rosse 10 da aspettare ancora.
Le Chiuse 06 e Villa Pomona ris 10 già pronti ma con margini di miglioramento.
Poggio al Vento ris 01 perfetto.
Sono Montenidoli 04 contraddittorio ma nel dubbio lo berrei.
La Fortuna 09 pronto per stasera...con gli spaghetti. :D
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 14 ott 2015 18:39

Non ho inteso dire fossero vini stanchi, però insisto a dire che due-tre anni fa erano più buoni. Parere che, a titolo del tutto personale, posso suffragare in ragione di precedenti assaggi sia del Vigna Soccorso che del Poggio al Vento ( pari annata ovviamente ).
Forse avete ragione su le Chiuse sul quale non sono riuscito a farmi una idea del tutto limpida per via della lieve nota amara che mi è pervenuta; anche perché altrimenti lo avrei messo al primo posto.

C'era troppa armonia a quel tavolo, troppo "volemose bene". Questioniamo un po' dai :mrgreen:
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 11 nov 2015 19:37

Riporto su il thread Maremmano.

Il motivo è la volontà, da parte nostra, di andare in giro a visitare aziende qui in zona. Il punto è che ci siamo subito "scontrati" con richieste per la visita fino a 30 euro a persona, più il costo dei prodotti utilizzati.

Capisco che le logiche commerciali siano sempre più stringenti, però credo che un produttore dovrebbe essere lieto dell'interesse da parte di un gruppo di persone che va a visitare l'azienda. Se si va lì un motivo ci sarà; un interesse specifico penso sia immaginabile.

A costo di ripetermi; persone che prenotano una visita e si muovono apposta per andare in un luogo, non andranno mica lì solo per bere a sbafo :!: , tanto costa di più il viaggio del vino che ti offriranno...

Insomma la distinzione con uno straniero che capita lì per caso, senza nulla togliere, credo sia evidente.

And last but not least, si presuppone che si acquisterà vino.

Lo so è un argomento già dibattuto, ma tanto più che si parla di Maremma e non di una grande zona vinicola...
Dite voi.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
alì65
Messaggi: 11621
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda alì65 » 11 nov 2015 19:52

gianni femminella ha scritto:Riporto su il thread Maremmano.

Il motivo è la volontà, da parte nostra, di andare in giro a visitare aziende qui in zona. Il punto è che ci siamo subito "scontrati" con richieste per la visita fino a 30 euro a persona, più il costo dei prodotti utilizzati.

Capisco che le logiche commerciali siano sempre più stringenti, però credo che un produttore dovrebbe essere lieto dell'interesse da parte di un gruppo di persone che va a visitare l'azienda. Se si va lì un motivo ci sarà; un interesse specifico penso sia immaginabile.

A costo di ripetermi; persone che prenotano una visita e si muovono apposta per andare in un luogo, non andranno mica lì solo per bere a sbafo :!: , tanto costa di più il viaggio del vino che ti offriranno...

Insomma la distinzione con uno straniero che capita lì per caso, senza nulla togliere, credo sia evidente.

And last but not least, si presuppone che si acquisterà vino.

Lo so è un argomento già dibattuto, ma tanto più che si parla di Maremma e non di una grande zona vinicola...
Dite voi.


Gianni, vieni ad abitare a Parma, il vino è quello che è (ma neanche tanto, negli ultimi anni le cose sono cambiate parecchio) ma in compenso hai di che godere con Parmigiano Reggiano e Prosciutto crudo, oltre agli altri salumi che ben sai....
ti aspettiamo!! :D
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
alì65
Messaggi: 11621
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda alì65 » 11 nov 2015 19:52

naturalmente nessuno paga....
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
emigrato
Messaggi: 448
Iscritto il: 12 apr 2014 10:28
Località: Gdansk (Polonia)

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda emigrato » 11 nov 2015 20:35

gianni femminella ha scritto:Riporto su il thread Maremmano.

Il motivo è la volontà, da parte nostra, di andare in giro a visitare aziende qui in zona. Il punto è che ci siamo subito "scontrati" con richieste per la visita fino a 30 euro a persona, più il costo dei prodotti utilizzati.

Capisco che le logiche commerciali siano sempre più stringenti, però credo che un produttore dovrebbe essere lieto dell'interesse da parte di un gruppo di persone che va a visitare l'azienda. Se si va lì un motivo ci sarà; un interesse specifico penso sia immaginabile.

A costo di ripetermi; persone che prenotano una visita e si muovono apposta per andare in un luogo, non andranno mica lì solo per bere a sbafo :!: , tanto costa di più il viaggio del vino che ti offriranno...

Insomma la distinzione con uno straniero che capita lì per caso, senza nulla togliere, credo sia evidente.

And last but not least, si presuppone che si acquisterà vino.

Lo so è un argomento già dibattuto, ma tanto più che si parla di Maremma e non di una grande zona vinicola...
Dite voi.

Ma chi e' che ti chiede quelle somme? a me non e' mai successo anche se evito cantine molto mainstream..
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 11 nov 2015 22:33

emigrato ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Riporto su il thread Maremmano.

Il motivo è la volontà, da parte nostra, di andare in giro a visitare aziende qui in zona. Il punto è che ci siamo subito "scontrati" con richieste per la visita fino a 30 euro a persona, più il costo dei prodotti utilizzati.


Ma chi e' che ti chiede quelle somme? a me non e' mai successo anche se evito cantine molto mainstream..


Qui di mainstream ci sono solo cinghiali :mrgreen:

Non faccio nomi perché non voglio fargli pubblicità gratuita.

Ovviamente sono punti di vista, magari sbaglio io. Però, ad esempio, Antonio Camillo ci ha risposto che "sarà lieto di riceverci e di farci assaggiare i suoi vini, senza costi da sostenere, perché spiegare e promuovere il suo lavoro è un piacere".
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
emigrato
Messaggi: 448
Iscritto il: 12 apr 2014 10:28
Località: Gdansk (Polonia)

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda emigrato » 12 nov 2015 10:05

gianni femminella ha scritto:
emigrato ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Riporto su il thread Maremmano.

Il motivo è la volontà, da parte nostra, di andare in giro a visitare aziende qui in zona. Il punto è che ci siamo subito "scontrati" con richieste per la visita fino a 30 euro a persona, più il costo dei prodotti utilizzati.


Ma chi e' che ti chiede quelle somme? a me non e' mai successo anche se evito cantine molto mainstream..


Qui di mainstream ci sono solo cinghiali :mrgreen:

Non faccio nomi perché non voglio fargli pubblicità gratuita.

Ovviamente sono punti di vista, magari sbaglio io. Però, ad esempio, Antonio Camillo ci ha risposto che "sarà lieto di riceverci e di farci assaggiare i suoi vini, senza costi da sostenere, perché spiegare e promuovere il suo lavoro è un piacere".

Ci siete stati quindi? Com'e' andato il giro? Ho letto che si e' messo in proprio dopo aver collaborato con Poggio Argentiera.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ale Lenzi, Biavo, ciscuz500r, emigrato, guggenheim, PoderedelGufo, samuele77, stefanor e 15 ospiti