Bevitori di Maremma

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 09 mag 2016 14:12

gianni femminella ha scritto:Forse il Tignanello ci e' sembrato buono per via dell'abbinamento all'ottimo cibo :mrgreen: oppure perche' non c'era altro Sangiovese?


O forse ci e' sembrato buono perche' effettivamente e' buono senza se e senza ma?
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1986
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 09 mag 2016 17:35

yotamoteuchi ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Forse il Tignanello ci e' sembrato buono per via dell'abbinamento all'ottimo cibo :mrgreen: oppure perche' non c'era altro Sangiovese?


O forse ci e' sembrato buono perche' effettivamente e' buono senza se e senza ma?


Urge confrontarlo direttamente con altro Sangiovese.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 09 mag 2016 19:05

Gianni, rispondo ai tuoi interventi senza quotare, per non appesantire.
il Faro 2008 in effetti anche a me sembrava un vino qualche anno in piu lo avevo preso per un barbaresco abbastanza in eta, tanto che ho sparato a voce alta: nebbiolo. Tanto buono, comunque sia.
Il Nuits Pruliers 2006 non era molto comunicativo, specialmente all olfatto. I vini di Gouges sono notoriamente lenti, e in quest annata, almeno stando alle poche notizie che trovo su internet, anche piu introversi del solito; puo anche darsi che il vino sia cosi e basta, nel senso che non si aprira mai del tutto. In bocca pero la stoffa ce la sentivo e come. Considerare anche che stava in mezzo a due vini decisamente piu aggressivi, come L Uccellone 2006 e il Tignanello 2010.
Quest ultimo non male, vero, ma non mi ha colpito particolarmente, come pure il Suber 2011, che ho trovato un po carente di profondita rispetto agli altri della sua batteria (opinione pero strettamente personale, visto che invece al tavolo e piaciuto molto).
Il Sassella 2000 di Balgera era buono assai, poi sul discorso generale che fai sulla Valtellina sono d’accordo solo in parte.
Altrettanto sorprendente per l’apparente gioventu lo Chinon 2006. Il frutto vivo unito al finale speziato ed amarognolo mi hanno fatto pensare ad un syrah costiero del sud della Francia. A proposito della difficolta della degustazione alla cieca per chi non e abituato, io qui ho fatto lo stesso errore che avevo commesso col Faro ma al contrario: ho beccato qualche tratto comune, penso correttamente, ma non la discriminante fondamentale mediterraneo/non mediterraneo.
Quindi si specie con vini tanto diversi la cieca e veramente un casino, ma divertente e formativa. L’unica cosa, io preferirei avere una quantita maggiore di ciascun vino, perche con 6-7 centilitri per tipo faccio fatica. E vabbe, se questo e il prezzo per avere una compagnia piu ampia e variegata, lo pago volentieri.
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda paperofranco » 09 mag 2016 19:56

gianni femminella ha scritto:
yotamoteuchi ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Forse il Tignanello ci e' sembrato buono per via dell'abbinamento all'ottimo cibo :mrgreen: oppure perche' non c'era altro Sangiovese?


O forse ci e' sembrato buono perche' effettivamente e' buono senza se e senza ma?


Urge confrontarlo direttamente con altro Sangiovese.


Va bene tutto, ma il Tignanello non e' un sangiovese, questo per essere precisi.
AedesLaterani2012
Messaggi: 1491
Iscritto il: 31 gen 2013 17:01
Località: Centro

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda AedesLaterani2012 » 10 mag 2016 06:12

paperofranco ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
yotamoteuchi ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Forse il Tignanello ci e' sembrato buono per via dell'abbinamento all'ottimo cibo :mrgreen: oppure perche' non c'era altro Sangiovese?


O forse ci e' sembrato buono perche' effettivamente e' buono senza se e senza ma?


Urge confrontarlo direttamente con altro Sangiovese.


Va bene tutto, ma il Tignanello non e' un sangiovese, questo per essere precisi.


In purezza no, ma all'80% sì... sempre per essere precisi! :wink:
Honni soit qui mal y pense
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1986
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 13 mag 2016 17:54

AedesLaterani2012 ha scritto:
paperofranco ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
yotamoteuchi ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Forse il Tignanello ci e' sembrato buono per via dell'abbinamento all'ottimo cibo :mrgreen: oppure perche' non c'era altro Sangiovese?


O forse ci e' sembrato buono perche' effettivamente e' buono senza se e senza ma?


Urge confrontarlo direttamente con altro Sangiovese.


Va bene tutto, ma il Tignanello non e' un sangiovese, questo per essere precisi.


In purezza no, ma all'80% sì... sempre per essere precisi! :wink:


La percentuale è alta.
Può anche non piacere, ma il Sangiovese si sente eccome.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda paperofranco » 14 mag 2016 14:44

Sì dà il caso che abbia bevuto il tignanello 2010 giusto l'anno scorso. Per me è un vino inutile, di nessun interesse gustativo e che rappresenta perfettamente il prodotto industriale costoso, quindi un triplo no.
Detto questo mi permetto di darvi un piccolo consiglio non richiesto, quindi potete mandarmi tranquillamente a fare in culo : secondo dovreste accettare di buon grado interventi critici e battute ironiche ostili, altrimenti finerete per cantarvela e suonarvela da soli.
Detto in amicizia Gianni.
Buon proseguimento.
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 14 mag 2016 17:28

Interventi da parte di tutti sono sempre benvenuti.
Per tornare all'argomento di prima-Tignanello, a un certo punto al tavolo c'è stato il dubbio se si trattasse di sangiovese o meno, tanto che ricordo di avere chiesto se "questo n.4 è sangiovese o no", senza ottenere risposte precise, mi sembra, a parte forse Yota (che è quello che conosce meglio questo vino). Poi, dopo un rabbocco, la matrice del vitigno prevalente è venuta fuori più chiaramente. Almeno io ricordo così.
Quanto al valore del vino ognuno ha la sua opinione, a me non ha colpito e non lo comprerò.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1986
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 15 mag 2016 10:43

Caro Franco
non c'era nessuna ironia in quello che ho detto, e tanto meno volevo troncare la discussione. Il sangiovese in quel Tignanello era prevalente, e distinguibile, e neppure nego che bevitori migliori di me avrebbe invece capito che non era in purezza.
I vini da noi scelti erano nella fascia di prezzo dei 40-50 euro, quindi "in teoria" avrebbero dovuto essere vini decenti. Sottolineo anche, e in particolare, che mi sono trovato in difficoltà di fronte a tanta disomogeneità ( e non sono stato l'unico ). E' una bevuta che, ho già detto, per me è stata piacevomente difficile.

Parlo anche a nome degli altri miei compari, non vogliamo cantarcela e suonarcela da soli, anzi abbiamo bisogno degli interventi altrui, sebbene alla fine si possa anche non trovarsi d'accordo sul valore di un vino. Se il vino si esprimesse in numeri sarebbe finito il divertimento.

Quel Tignanello, in quel contesto, con quel cibo e confrontato ad altri vini, non si è espresso male, ma è possibile che messo accanto a Chianti e Montalcino possa evidenziare caratteri meno nobili di quanto ci sia sembrato. Sai che il tuo parere in fatto di vino per me è probante e da tenere assolutamente in considerazione. Se lo trovi inutie, industriale e di nessun interesse gustativo ne avrai ben motivo.

Termino dicendo che 50 euro per quella bottiglia non li spenderei e che a questo punto non ti mando in culo, bensì ti abbraccio per l'amico che sei ( il finale strappalacrime ci voleva :mrgreen: ). E se non vieni a trovarmi presto mi offendo anche. Urge bere una boccia insieme e parlare di f*** a tu per tu.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 16 mag 2016 10:46

miccel ha scritto:Interventi da parte di tutti sono sempre benvenuti...

Alla luce dell'ultimo messaggio la mia ospitalità appare un tantino esagerata :roll:
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda paperofranco » 16 mag 2016 21:40

miccel ha scritto:Gianni, rispondo ai tuoi interventi senza quotare, per non appesantire.
il Faro 2008 in effetti anche a me sembrava un vino qualche anno in piu lo avevo preso per un barbaresco abbastanza in eta, tanto che ho sparato a voce alta: nebbiolo. Tanto buono, comunque sia.
Il Nuits Pruliers 2006 non era molto comunicativo, specialmente all olfatto. I vini di Gouges sono notoriamente lenti, e in quest annata, almeno stando alle poche notizie che trovo su internet, anche piu introversi del solito; puo anche darsi che il vino sia cosi e basta, nel senso che non si aprira mai del tutto. In bocca pero la stoffa ce la sentivo e come. Considerare anche che stava in mezzo a due vini decisamente piu aggressivi, come L Uccellone 2006 e il Tignanello 2010.
Quest ultimo non male, vero, ma non mi ha colpito particolarmente, come pure il Suber 2011, che ho trovato un po carente di profondita rispetto agli altri della sua batteria (opinione pero strettamente personale, visto che invece al tavolo e piaciuto molto).
Il Sassella 2000 di Balgera era buono assai, poi sul discorso generale che fai sulla Valtellina sono d’accordo solo in parte.
Altrettanto sorprendente per l’apparente gioventu lo Chinon 2006. Il frutto vivo unito al finale speziato ed amarognolo mi hanno fatto pensare ad un syrah costiero del sud della Francia. A proposito della difficolta della degustazione alla cieca per chi non e abituato, io qui ho fatto lo stesso errore che avevo commesso col Faro ma al contrario: ho beccato qualche tratto comune, penso correttamente, ma non la discriminante fondamentale mediterraneo/non mediterraneo.
Quindi si specie con vini tanto diversi la cieca e veramente un casino, ma divertente e formativa. L’unica cosa, io preferirei avere una quantita maggiore di ciascun vino, perche con 6-7 centilitri per tipo faccio fatica. E vabbe, se questo e il prezzo per avere una compagnia piu ampia e variegata, lo pago volentieri.


Volevo tornare un attimo sul NSG Pruliers 2006 di Gouges.
Bevuto qualche annetto fa, anche allora era poco comunicativo, e mi sembra di capire che non è cambiato molto.
Ho seguito questo produttore per un po', andando dietro a racconti e letture autorevoli molto lusinghieri, poi alla fine, dopo varie cose bevute ho desistito.
Mi sono detto che era inutile incaponirsi. Vini sempre duri, spesso molto animali, selvatici, e cupi. Non è la Borgogna che amo.
Non so però se vi sia stato un cambiamento stilistico e come siano adesso i vini. Non ho più assaggiato niente.
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 17 mag 2016 10:43

(secondo me)
Io avevo bevuto la 2000 stessa cru ed era migliore, nello stile che dici tu ma migliore.
Questo 2006 più che duro sembrava proprio poco espressivo al naso, e anche in bocca non molto saporito; stando lì, però, acquistava fluidità e cominciava a schiudersi (e infatti metà del tavolo lo ha apprezzato) e a mostrare una eleganza “tattile” superiore ad ogni altra bottiglia della giornata, eccettuato il Faro. Questo per me è un aspetto importante, visto che vivo questi assaggi nella prospettiva, magari, di bermi in futuro una mezza bottiglia al pasto, e il vino deve andar giù bene. Tuttavia nel complesso lascia un senso di incompiuto. Io apprezzo comunque il fatto che non sia un vino banale, e se fosse un chianti classico lo riproverei senz’altro, ma ai prezzi correnti in Borgogna…
Sullo stato attuale del domaine, mi pare che la guida Bettane parli di un positivo rinnovamento, quelle cose tipo “guadagna in facilità senza perdere in profondità”
landmax
Messaggi: 1014
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda landmax » 17 mag 2016 12:46

Io di Henri Gouges ho assaggiato recentemente due vini:

- Bourgogne base 2012 (rosso), decisamente un ottimo q/p, al naso potrebbe tranquillamente essere scambiato per un village/1er cru, sprigiona Borgogna da tutti i pori, ovvio che in bocca paga il fatto di essere un base, ma si lascia bere con grande soddisfazione;

- Nuits Saint Georges 1er cru (non ricordo più quale) 2011 (da magnum), che mi è parso molto chiuso e ancora indietro e che complessivamente non mi ha fatto una buona impressione (sarà l'annata, sarà anche che non sono un grande amante in generale della denominazione).

Da questi due assaggi non sarei in grado di trarre un'impressione chiara sul produttore, anche stilisticamente i vini mi sono sembrati molto diversi (più aperto e solare il primo, più tannico e chiuso il secondo).
Avatar utente
andrea
Messaggi: 7970
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda andrea » 17 mag 2016 14:05

Un 1er di Gouges 2011 chiuso e duretto? Ma che strano!!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Gouges a volte fatica a risolversi anche dopo lustri, ma dopo qualche anno è quasi impossibile. E il Bourgogne non fa poi testo, anche lui dovrà bere qualcosa di più fresco ogni tanto!!!! :lol: :lol:
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
landmax
Messaggi: 1014
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda landmax » 17 mag 2016 14:18

andrea ha scritto:Un 1er di Gouges 2011 chiuso e duretto? Ma che strano!!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Gouges a volte fatica a risolversi anche dopo lustri, ma dopo qualche anno è quasi impossibile. E il Bourgogne non fa poi testo, anche lui dovrà bere qualcosa di più fresco ogni tanto!!!! :lol: :lol:


Beh, visto che sei un esperto di Gouges, perchè non ci dici qualcosa di più? Ha avuto o meno un cambio di stile più di recente? A questa domanda si stava cercando di offrire risposta.
Avatar utente
andrea
Messaggi: 7970
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda andrea » 17 mag 2016 14:23

landmax ha scritto:
andrea ha scritto:Un 1er di Gouges 2011 chiuso e duretto? Ma che strano!!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Gouges a volte fatica a risolversi anche dopo lustri, ma dopo qualche anno è quasi impossibile. E il Bourgogne non fa poi testo, anche lui dovrà bere qualcosa di più fresco ogni tanto!!!! :lol: :lol:


Beh, visto che sei un esperto di Gouges, perchè non ci dici qualcosa di più? Ha avuto o meno un cambio di stile più di recente? A questa domanda si stava cercando di offrire risposta.

Sai che non lo so? Il Gouges più giovane che ho bevuto è stato un 2006, troppo giovane, qualche anno fa.
Leggere le note degli altri comunque avvalora la mia opinione che sia un produttore da attendere, e penso di non sbagliarmi.
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
Avatar utente
gallia
Messaggi: 1168
Iscritto il: 24 ott 2008 14:49
Località: Maremma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gallia » 18 mag 2016 10:25

paperofranco ha scritto:Sì dà il caso che abbia bevuto il tignanello 2010 giusto l'anno scorso. Per me è un vino inutile, di nessun interesse gustativo e che rappresenta perfettamente il prodotto industriale costoso, quindi un triplo no.
.

Chi mi conosce sa la mia estrema repulsione verso un certo tipo di "mondo vinifero" Non sopporto le industrie-vino con i loro PR del cavolo e men che meno tollero i loro prodotti, spesso sì costruiti a tavolino. Come probabilmente costruito al tavolino da enologi equilibristi è stato questo Tignanello 2010.
Detto questo, vuoi per l'annata particolarmente favorevole, vuoi per un buon accostamento cibo-vino, vuoi che secondo me Antinori ha abbassato il tiro sull'estrazione, il Tignanello 2010 era Bono! Punto.
E' stato il migliore della giornata? Per me no, il Sassella semmai lo è stato eccome, sempre per me. Però al tavolo eravamo in 11, comprese tre donne (dettaglio non trascurabile 8) ) e alla fine il Tignanello è risultato uno dei più fruibili con il cibo.
Probabilmente se avessi portato un Rosso di Palmucci la cosa sarebbe andata diversamente.
"Vino rosso col pesce. Avrei dovuto capirlo da questo" James Bond - Dalla Russia con Amore
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda miccel » 31 mag 2016 17:07

Prossimo incontro previsto per sabato 18 giugno a pranzo, in quel di Follonica presso un bagno con ristorante. Menu di pesce. Tema prescelto: bianchi fermi mondiali, alla cieca e a sorpresa. Nessuno si sbottona, quindi, ma l'impressione è che possano saltar fuori delle belle bottiglie. Possibilità di buttarsi direttamente nel mare in caso di euforia o di cocenti delusioni...
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 31 mag 2016 17:20

Io ovviamente porterò un Tignanello bianco... :lol: :lol: :lol:
Porterò anche un'altra bottiglia, probabilmente... Chiaramente sarà un altro vino finto e costruito in cantina dal prezzo esorbitante per abbindolare i polli... 8)
Avatar utente
gallia
Messaggi: 1168
Iscritto il: 24 ott 2008 14:49
Località: Maremma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gallia » 31 mag 2016 17:37

yotamoteuchi ha scritto:Io ovviamente porterò un Tignanello bianco... :lol: :lol: :lol:
Porterò anche un'altra bottiglia, probabilmente... Chiaramente sarà un altro vino finto e costruito in cantina dal prezzo esorbitante per abbindolare i polli... 8)

Ti vedrei bene con lo chardonnay di Monteverro 8)
"Vino rosso col pesce. Avrei dovuto capirlo da questo" James Bond - Dalla Russia con Amore
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1986
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 31 mag 2016 17:41

miccel ha scritto:Possibilità farsi buttare direttamente nel mare


:mrgreen:
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1463
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 31 mag 2016 18:49

Ma quel costsera 2001 era così invalutabile? ne ho appena presa una bottiglia mi sarebbe piaciuta qualche considerazione.. :cry:
Lorenzo
Avatar utente
gallia
Messaggi: 1168
Iscritto il: 24 ott 2008 14:49
Località: Maremma

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gallia » 31 mag 2016 19:24

gbaenergiaeco10 ha scritto:Ma quel costsera 2001 era così invalutabile? ne ho appena presa una bottiglia mi sarebbe piaciuta qualche considerazione.. :cry:

Probabilmente problemi di tappo ne hanno compromesso il reale valore, risultando molto ossidato. Quindi, ossidazione+dolcezze derivanti dall'appassimento non lo hanno reso un campione di bevibilità.
Considera però che all'interno di quella bevuta era forse "un po troppo" per il cibo che avevamo di fronte. Sarà poi che a me la tipologia amarone & c. proprio non piace.
"Vino rosso col pesce. Avrei dovuto capirlo da questo" James Bond - Dalla Russia con Amore
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1986
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda gianni femminella » 18 giu 2016 10:06

Oggi a pranzo il ritrovo. Presto le note.

buon fine settimana a tutti
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: Bevitori di Maremma

Messaggioda yotamoteuchi » 18 giu 2016 19:56

Puntuale come un orologio svizzero ecco l'elenco della spesa bevuto oggi.
Come sempre non darò giudizi né commenti ma foto, qualche nome qua e la e i freddi numeri. Chiedo la cortesia a chi si è segnato qualcosa di più di integrare questa mia lista.
Questa volta abbiamo deciso di strafare e ci siamo presi la briga di dare voti in centesimi.
Intanto la foto delle 14 bottiglie (per i 10 assetati presenti) con l'organizzatore di questo evento, gallia:

Immagine

Per quanto riguarda le 3 batterie c'è da precisare che avevamo a disposizione 5 bicchieri (forniti dal ristorante) e, per non far scaldare troppo il vino, abbiamo deciso di bere i primi 3, poi altri 2. Dare i voti di questi 5 vini e ricominciare. L'ultima batteria è stata direttamente di 4 vini.
I vini sono stati numerati a caso dal sottoscritto quindi non c'è stato un ordine di bevuta ben preciso e questo può aver penalizzato alcune etichette e favoreggiato altre ma il rischio (e la bellezza) delle bevute coperte è proprio questa. No?

Prima Batteria:
Immagine
1- Vigneti Massa - Derthona Sterpi 2013 - 76/100
2- Domaine Zind Humbrecht - Clos Windsbuhl 2009 - 86/100
3- Aldo Polencic - Collio Pinot Bianco 2010 - Bottiglia Andata :(
4- Les Cretes - Cuvee Bois 2009 - 85/100
5- Cantine Ferri - Sol di Cuti - 74/100

Seconda Batteria:
Immagine
6- Thierry Germain - L'insolite - 81/100
7- Michel Bouzereau - Meursault Les Grands Charrons 2013 - 89/100
8- Valdonica - Ballarino 2013 - 83/100
9- Vigneti Massa - Derthona Costa del Vento 2011 - 84/100
10- F(?) Montrachet 2008 - 90/100

Terza Batteria:
Immagine
11- Trimbach - Cuvee frederic Emile - 84/100
12- Benanti - Pietra Marina - 83/100
13- La Monacesca - Mirum 2010 - 84/100
14- Cantina Terlan - Quarz 2014 - 81/100

Concludo con la sorpresa ideata dal sottoscritto: dei collarini numerati per i bicchieri con quello che, in teoria, potrebbe essere il nuovo logo dei Bevitori di Maremma.

Immagine

Ovviamente tutte le foto sono clickabili per vederle più grandi.

Dei primi cinque vini classificati mi fa piacere condividere il voto minimo e il massimo ricevuto per farvi capire le diversità (o meno) del giudizio personale sul vino.

Vino n. 10 - Minimo 85 - Massimo 98
Vino n. 07 - Minimo 82 - Massimo 95
Vino n. 02 - Minimo 75 - Massimo 91
Vino n. 04 - Minimo 78 - Massimo 90
Vino n. 09 - Minimo 71 - Massimo 91

Per quanto mi riguarda i migliori cinque vini sono stati proprio questi cinque, anche se in ordine differente che, nel mio caso, è stato 10-09-07-04-02

Il mio l'ho fatto, lascio lo spazio a chi si è segnato delle considerazione più specifiche per i vari vini.
Siamo pronti per la prossima?

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti