A luglio si beve.....

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
emigrato
Messaggi: 556
Iscritto il: 12 apr 2014 10:28
Località: Gdansk (Polonia)

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda emigrato » 13 lug 2015 11:27

Stim ha scritto:
CiccioCH ha scritto:Sabato

Langhe Nebbiolo 2013, Burlotto: Qui invece non ci siamo. Naso praticamente muto, si sente solo un leggero tocco di rose in sottofondo per il resto niente. In bocca tannini asciuganti e amaricanti. Proprio difficile da bere. Per adesso bocciato.


l'ho preso qualche mese fa in cantina. Mi piacque molto.
Aperto un mesetto fa e le considerazioni son quelle che hai scritto.
Bisogna spettare :D

Anche a me in Cantina era piaciuto molto, o boccia sfortunata oppure andra' aspettato..
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda il chiaro » 13 lug 2015 13:42

Alberto ha scritto:
Mike76 ha scritto:Stasera La Rocca 2012, di Pieropan.
Pochi profumi, olfatto e bocca dominati dal legno, di attacco dolce ma amarognolo a fine deglutizione.
Sinceramente, il base e il Calvarino sono un'altra cosa. Non capito e non piaciuto.

Di solito esce bene a 8-10 anni dalla vendemmia e oltre...dagli tempo... :wink:


In questi 8/10 anni dalla vendemmia che percorso segue il vino?
let me put my love into you babe
let me put my love on the line

let me put my love into you babe
let me cut your cake with my knife

Brian Johnson
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12819
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda Alberto » 13 lug 2015 15:22

il chiaro ha scritto:In questi 8/10 anni dalla vendemmia che percorso segue il vino?

Il legno viene in genere digerito e poi anche in base alle caratteristiche dell'annata (se più fresca e delicata oppure se più calda e matura) escono il frutto giallo e l'idrocarburo.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8753
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda arnaldo » 13 lug 2015 17:10

Mike76 ha scritto:Stasera La Rocca 2012, di Pieropan.
Pochi profumi, olfatto e bocca dominati dal legno, di attacco dolce ma amarognolo a fine deglutizione.
Sinceramente, il base e il Calvarino sono un'altra cosa. Non capito e non piaciuto.


TranquilloMike! Ad averlo saputo ti dicevo FErmooo non aprire. Troppo presto. La Rocca 2012 si compra da metter via e bere tra 5/6 anni minimo. Io ho messo via la 2010. Puoi comprare e berti il base che spendi meno, o il calvarino anche se questo anche lui ama l'invecchiamento (ho ancora il 2007 da aprire...) :wink: :wink:
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
AmoSlade
Messaggi: 496
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda AmoSlade » 13 lug 2015 22:49

Incuriosito dalle recensioni sul forum ho proseguito la mia ricerca di vini rossi estivi provando il mio primo rossese, il Rossese superiore di Anfosso 2011 (scelta obbligata essendo l'unico che ho trovato in enoteca). L'ho trovato un vino molto "allegro" e beverino: fruttini rossi, pochi tannini e spiccata acidità e sapidità con un retrogusto che lasciava impressoni di pineta mediterranea.
E' andata male invece con il mio primo rosato, Arzù 2009, Poderosa. Unica cosa bella il colore ramato, praticamente muto al naso, si lascia bere ma non fa niente per farsi ricordare. Probabimlente andava bevuto qualche annetto fa.
chris715
Messaggi: 2045
Iscritto il: 12 giu 2007 07:47
Località: LECCO

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda chris715 » 14 lug 2015 07:52

landmax ha scritto:
chris715 ha scritto:ieri sera bella serata , nell'ordine :



Dom Perignon Oenoteque - 1996 - :D :D :D :D :D Colore giallo quasi dorato perlage finissimo , sniffata di fieno maturo al sole , durante una calda giornata toscana . Quindi spezie orientali e funghi secchi . Bocca piena da vino rosso , più morbida e sensuale che non affilata . Leggero cedro ( non limone ) che invoglia alla beva . Fantastico .
Chevalier-Montrachet Les Demoiselles Grand Cru - 2010 - Jadot - :D :D :D Giallo oro , naso di legno e frutta esotica . Bocca un po' pesantina nonostante sia abbastanza minerale . Un miele millefiori che appesantisce non poco la beva .
Chateau Angelus Saint Emilion G.Cru - 1995 -Angelus - :D :D :D + Il migliore dei 3 bordeaux , fruttini di rovo freschi, balsamico di mentuccia e alloro , tamarindo , non molto lungo .
Chateau Ausone Saint-Emilion - 1988 - Ausone - :D :D :D Naso non pervenuto quasi sul dolce solo un poco di tabacco da pipa , bocca magra senza nerbo ( bottiglia fallata ? )
Chateau Haut-Brion Pessac-Leognan - 2010 - Haut-Brion - :D :D :D + Bel vino , il più verde dei tre ( giovanissimo ) un infante . Tanto di tutto ma ancora chiuso in un involucro di seta .
Tokaji Oremus Aszu' 6 Puttonyos - 2002 - Oremus - :D :D :D :D :D

Dolce come lo sciroppo d'acero , ma sostenuto da un citrino notevole , naso caleodoscopico di frutta secca , albicocche , fichi e datteri ... beva da record .

Puoi dirci due parole sui vini?

Ti metto le note , ciao Chris

Grazie mille.
Ciao ,
Chris .
chris715
Messaggi: 2045
Iscritto il: 12 giu 2007 07:47
Località: LECCO

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda chris715 » 14 lug 2015 10:21

2 vini straordinari dello stesso produttore , in annate differenti .
Cosa vuole dire l' annata ....... sembrano 2 vini completamente diversi ma , della stessa mano .

VILLA DIAMANTE FIANO VDCONGREGAZIONE 2010

Il colore è oro chiaro molto luminoso Al naso oltre il frutto ( pesche e cedri ) vi è un bellissimo fumè , in bocca è molto borgogneggiante ( con meravigliosi toni burrosi quasi da chardonnay ) ma senza legno . La bocca è ampia , molto sapida quasi quasi la definisco salata ( burro francese ) Chiusura lunghissima, da vero fuoriclasse, con pazzesche sensazioni di calore che restano a lungo in bocca .

VILLA DIAMANTE FIANO VDCONGREGAZIONE 2004

Dorato vivo e molto brillante il colore. Profumi intensi, quasi minerali, con note decisamente di frutta secca ( mandorle , nocciole ) di lieviti ridotti, un pochino solfuree, molto molto complesse . Sapido, molto salato all’assaggio, per nulla burroso ( diversissimo dal 2010 ) forse anche un poco evoluto, con un meraviglioso ritorno di sensazioni minerali , nel finale torna la mandorla e la nocciola .
Ciao ,

Chris .
Mike76
Messaggi: 1074
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda Mike76 » 15 lug 2015 14:39

arnaldo ha scritto:
Mike76 ha scritto:Stasera La Rocca 2012, di Pieropan.
Pochi profumi, olfatto e bocca dominati dal legno, di attacco dolce ma amarognolo a fine deglutizione.
Sinceramente, il base e il Calvarino sono un'altra cosa. Non capito e non piaciuto.


TranquilloMike! Ad averlo saputo ti dicevo FErmooo non aprire. Troppo presto. La Rocca 2012 si compra da metter via e bere tra 5/6 anni minimo. Io ho messo via la 2010. Puoi comprare e berti il base che spendi meno, o il calvarino anche se questo anche lui ama l'invecchiamento (ho ancora il 2007 da aprire...) :wink: :wink:


A dire il vero, il Calvarino lo adoro anche appena imbottigliato, proprio perché non fa legno. Idem per il base.
Ero titubante per La Rocca, che ho comprato a scatola chiusa da Pieropan, non essendo in degustazione. Ne ho assaggiati pochi, ma per me il Soave non trae beneficio dal legno.
Lo rivaluterò tra qualche anno, ne ho ancora un paio di bocce, ma come partenza non ci siamo.
stralcidivite
Messaggi: 37
Iscritto il: 04 ago 2013 17:32
Contatta:

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda stralcidivite » 15 lug 2015 15:50

Davvero bello il 2010, ri-assaggiato di recente.
Me ne rimane una btg in cantina...:(

chris715 ha scritto:2 vini straordinari dello stesso produttore , in annate differenti .
Cosa vuole dire l' annata ....... sembrano 2 vini completamente diversi ma , della stessa mano .

VILLA DIAMANTE FIANO VDCONGREGAZIONE 2010

Il colore è oro chiaro molto luminoso Al naso oltre il frutto ( pesche e cedri ) vi è un bellissimo fumè , in bocca è molto borgogneggiante ( con meravigliosi toni burrosi quasi da chardonnay ) ma senza legno . La bocca è ampia , molto sapida quasi quasi la definisco salata ( burro francese ) Chiusura lunghissima, da vero fuoriclasse, con pazzesche sensazioni di calore che restano a lungo in bocca .

VILLA DIAMANTE FIANO VDCONGREGAZIONE 2004

Dorato vivo e molto brillante il colore. Profumi intensi, quasi minerali, con note decisamente di frutta secca ( mandorle , nocciole ) di lieviti ridotti, un pochino solfuree, molto molto complesse . Sapido, molto salato all’assaggio, per nulla burroso ( diversissimo dal 2010 ) forse anche un poco evoluto, con un meraviglioso ritorno di sensazioni minerali , nel finale torna la mandorla e la nocciola .
alì65
Messaggi: 12430
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda alì65 » 15 lug 2015 21:50

Villa Rosa C.C. ris.2001, un Chianti come si deve e come dovrebbero essere gli altri
frutto, complessità e acidità completano un sorso pieno e di grande soddisfazione
con un bisteccone stagionato come si deve la morte sua......
futuro incerto...2020 di merda!!!
Avatar utente
b.severini
Messaggi: 87
Iscritto il: 03 dic 2014 20:18
Località: Milano

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda b.severini » 15 lug 2015 23:33

CHATEAUX TALBOT SAINT JULIEN 2005 :D :D :D
Tecnicamente perfetto, nessun difetto ma neppure nessuna emozione.

GAJA BARBARESCO 2008 :D :D :D :D
"semplicemente" bello! Bello e sopratutto buono. Si dica quel che si voglia di Gaja ma per me è grandioso e i suoi vini lo dimostrano.

LE PIANE BOCA 2000 :D :D :D :D
Un gran e bello giovincello! Assaggiato alla cieca, ha messo in difficoltà tutti i commensali ma alla fine i bicchieri vuoti son stati un sintomo della grande "difficoltà" di tutti a bere questo vino

VIETTI BAROLO RAVERA 2010 :D :D :D :)
Mah, per la cifra spesa, per i 100 punti di Galloni e per molto altro ci si aspettava decisamente di più... buono eh, ma ci son molti altri Baroli più meritevoli. e la bottiglia era perfetta e non è stata terminata. "Ruffiano" per certi aspetti, con una certa dolcezza di bocca e un naso anche un molto invitante. un vino che stupisce, che può stupire ma a lungo andare non di più. forse aveva bisogno di ancora più tempo per evolvere, ma il vino l'ho pagato per berlo, non per aspettarlo.

CERETTO BAROLO BRUNATE 2009 :D :D :D :D :D
la sorpresa che non ti aspetti, forse perchè sai che i loro vini son sempre molto precisi. ed invece no, stupisce! Non staccheresti il naso dal bicchiere, mille sfaccettature, sentori primari e terziari che son in continua evoluzione. WOW! GRANDE BAROLO, GRANDE VINO
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 3003
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda Ludi » 16 lug 2015 07:35

C. Bouchard, Val Vilaine Blanc de Noirs (deg. 4/14): tutta la potenza e la raffinatezza che ti aspetti da Boichard, con sensazioni di cedro candito, albicocca, un mazzetto di erbe di campo appena colte, un pizzico di croissant. Bocca apparentemente dominata dalla sapidità, ma a bicchiere più caldo si coglie alla perfezione la cremosa freschezza. Decisamente piaciuto.
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda il chiaro » 16 lug 2015 07:38

Alberto ha scritto:
il chiaro ha scritto:In questi 8/10 anni dalla vendemmia che percorso segue il vino?

Il legno viene in genere digerito e poi anche in base alle caratteristiche dell'annata (se più fresca e delicata oppure se più calda e matura) escono il frutto giallo e l'idrocarburo.[/

Ops, quotato per sbaglio
let me put my love into you babe

let me put my love on the line



let me put my love into you babe

let me cut your cake with my knife



Brian Johnson
Spectator
Messaggi: 3838
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda Spectator » 17 lug 2015 09:18

..Egly Ouriet brut tradition gran cru.Oro carico e fine perlage,naso intenso di lieviti e note tostate,poi frutta gialla candita.Bocca..vinosa,matura ,sapida,minerale e consistentemente acida a sostenere il tutto .Buona bevibilita' con finale ricco e consistente ; nel suo range di prezzo(penso sui 55/60eur) uno dei migliori sciampa assaggiati.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13361
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda Kalosartipos » 17 lug 2015 10:14

Piacevole sorpresa..
Immagine
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
miccel
Messaggi: 539
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda miccel » 17 lug 2015 11:21

DOMAINE DE LA MEULIERE
CHABLIS 1er cru “MONTS DE MILIEU” 2011
E’ uno chablis di quelli abbastanza abbordabili che però si trovano sulle guide (lo dico in senso positivo, in questo caso). Non fa legno. Lo commento con simpatia.
Il primo impatto, come aperitivo (ossia, stavo cucinando e l’ho assaggiato) mi lascia interdetto: accanto alla particolare, riconoscibile salinità, non ritrovo il classico “taglio” dello chablis: il vino è rotondo e relativamente morbido, e ho l’impressione di qualche sconnessione. Nell’abbinamento col pesce invece trova la sua armonia, con un sottofondo di acidità gentile e rimandi al burro e al miele. Semplice, ma irresistibilmente fuso col cibo. Un godimento del tutto simile a quello che ho quando, con la carne, imbrocco il chianti classico - base o il rosso di montalcino giusto.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8650
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda zampaflex » 17 lug 2015 11:51

L'altra sera compleanno al riparo dell'aria condizionata a casuccia :mrgreen:

Selosse - Initial deg. 10/2012

Meno borgognone di altre volte (leggasi legno), più ossidativo, con il consueto corollario di fiori e frutta a pasta gialla e bianca e una struttura acido/sapida bella tosta. Peccato costi quello che costa...
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Ziliovino
Messaggi: 3169
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda Ziliovino » 18 lug 2015 18:57

Immagine

Non il solito aperitivo: orizzontale di Blanc de Morgex et de La Salle 2013.

Tutti e quattro bei vini, sottili e beverini ma non banali, nel complesso il corpo è ovviamente scarico, come il tenore alcolico (alcuni erano a 11%), le note di fiori e frutta spesso virano verso il verde e le erbe di montagna, l’acidità è viva ma mai sbilanciata. Alla fine ho preferito Piero Brunet, espressivo al naso e con una buona grassezza in bocca a bilanciare l’acidità. Il dubbio era se fosse più buono di quello di Calegato, indubbiamente il più profondo e minerale del quartetto. In ordine poi Vevey Albert e Vevey Marziano.

Per placare la sete poi sono serviti anche: Champagne Extra Brut Originelle di Bedel, dai toni yogurtosi e rustici, nel complesso comunque non un brutto vino, l’effluvio di frutti scuri del Recioto della Valpolicella Classico 2011 Antolini, e una secchiata di Moscato d’Asti Lumine 2014 Ca d’Gal…
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
giucas
Messaggi: 252
Iscritto il: 23 gen 2012 00:13
Località: bologna

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda giucas » 18 lug 2015 22:54

......:
CHIANTI CLASSICO 2012 ISTINE: smart buy che colpisce per la verticalità ed una quota di densità che non ti aspetteresti a questi livelli di prezzo. Ferroso e gastronomico.
PIGNOLETTO COLLI BOLOGNESI PICRI' BRUT 2014 ISOLA : finalmente un pignoletto con le bolle come si deve: pulito :D :D , fruttato verde non banale, con la bolla ben gestita. Beva compulsiva. Bella riuscita e potenzialmente concorrenziale rispetto alle tipologie ben piu' celebri .
CA' DEL MAGRO CUSTOZA SUPERIORE 2013 MONTE DEL FRA: superesotico ai profumi ( mango , ananas,..) . Palato di spessore, serio, dove però la quota alcoolica si sente un po' di troppo. Buono, ma sfumatamente internazionale.
CHIANTI CLASSICO NIPOZZANO RUFINA 2012 RISERVA vecchie vigne FRESCOBALDI: tecnico ed algido, manca un po' di spinta e volume. Segno dei tempi: meno opulenza e piu' magrezza. Con poca piu' ciccia andava meglio.
VERDICCHIO 2013 COLLESTEFANO da MGM: ...che dire ?...evaporata in poco tempo tra colti ed enodilettanti. Evergreen :wink: .
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12819
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda Alberto » 20 lug 2015 09:04

Chablis, Laurent Tribut, 2009 (12,5%)
Che dire: sa proprio tanto tanto di Chablis (e poco poco da chardonnay, mi verrebbe da aggiungere), con quella nota verde peculiarissima ed estremamente rinfrescante, con poco grasso a coprire lo scheletro duro, ed un frutto aperto che dal biancore della mela e della pera scaldandosi si colora un po' verso la pesca gialla e l'albicocca. Vino all'apice, compiuto, fine, che si tracanna con una facilità enorme. Grazie ad Arnaldo che me lo regalò tempo fa.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda paperofranco » 20 lug 2015 10:14

Puligny-Montrachet 1er cru Les Pucelles 2011 Paul Pernot.
I 14 gradi indicati in etichetta non mi fanno presagire nulla di buono, visto che non si parla di un bianco siciliano, o del sud del Rodano, se si vuole restare in Francia. Ed infatti il vino è per me un’autentica delusione: grasso, burroso, con un primo naso ed un retrogusto “liquoroso”, tronfio e pesante.
landmax
Messaggi: 1061
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda landmax » 20 lug 2015 10:34

E. Sauzet Puligny Montrachet 1er Cru Champ Gain 2009
Vino ancora in divenire, le note di legno si sentono marcatamente, ma è solo un difetto di gioventù. La bocca è ricca e rotonda, tuttavia gli manca quel guizzo di freschezza in più per farmelo piacere fino in fondo, anche se una bella vena minerale lo conduce verso un finale molto lungo e pulito (e per questo molto gastronomico).
Più in generale si conferma, a mio giudizio, almeno per i pochi assaggi (ma non per qualità) fatti finora, che la 2009 non sia una grande annata per i bianchi della Cote de Beaune, in tutti quelli assaggiati sinora non ho trovato quella tensione gustativa che ho riscontrato in altri millesimi. Illuminante è il paragone con la 2008, che ha dato vini ben più verticali e slanciati (mi sovviene uno Champ Canet '08 dello stesso Sauzet, che al netto delle differenze di cru mi aveva colpito ben di più).

Ormanni Chianti Classico Gran Selezione 2010
Un vino senza né capo né coda. Non puoi dire che sia cattivo o che abbia difetti, ma nemmeno particolari pregi. Al naso, forse anche per via del legno nuovo, sembra mancare un po’ di tipicità (tipicità che peraltro ho riscontrato in diversi altri sangiovese con passaggio in barrique, ma qui sembra mancare tutto il resto). La bocca è scorrevole, ma non molto complessa e anche il finale non è lungo. Dimenticabile.

Colline Lucchesi Tenuta di Valgiano 2010
Ci siamo rifatti con questo, che ha decisamente un altro passo. 13 gradi in etichetta, il naso parte su note di fieno e leggero stallatico per poi virare su un bel frutto rosso e una leggera nota speziata, ma non è molto ampio, almeno per il momento. Tuttavia è la bocca il vero pregio di questa bottiglia: trascinante per freschezza, mobilità e bevibilità, molto elegante ma non meno complesso. Chapeau.

Finale con un magnifico brandy Villa Zarri 1987 (se vi capita provatelo perché merita).
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda paperofranco » 20 lug 2015 10:39

alì65 ha scritto:Villa Rosa C.C. ris.2001, un Chianti come si deve e come dovrebbero essere gli altri
frutto, complessità e acidità completano un sorso pieno e di grande soddisfazione
con un bisteccone stagionato come si deve la morte sua......


Mi sa che è l'ultima veramente bella delle ris. di Villarosa.
Smarco
Messaggi: 3962
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda Smarco » 20 lug 2015 13:19

Spectator ha scritto:..Egly Ouriet brut tradition gran cru.Oro carico e fine perlage,naso intenso di lieviti e note tostate,poi frutta gialla candita.Bocca..vinosa,matura ,sapida,minerale e consistentemente acida a sostenere il tutto .Buona bevibilita' con finale ricco e consistente ; nel suo range di prezzo(penso sui 55/60eur) uno dei migliori sciampa assaggiati.

Bevuto anche io un paio di settimane fa, stesse impressioni soltanto avrei preferito un po di freschezza in più in bocca, confermo il prezzo forse qualcosa meno
Spectator
Messaggi: 3838
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: A luglio si beve.....

Messaggioda Spectator » 20 lug 2015 16:36

Smarco ha scritto:
Spectator ha scritto:..Egly Ouriet brut tradition gran cru.Oro carico e fine perlage,naso intenso di lieviti e note tostate,poi frutta gialla candita.Bocca..vinosa,matura ,sapida,minerale e consistentemente acida a sostenere il tutto .Buona bevibilita' con finale ricco e consistente ; nel suo range di prezzo(penso sui 55/60eur) uno dei migliori sciampa assaggiati.

Bevuto anche io un paio di settimane fa, stesse impressioni soltanto avrei preferito un po di freschezza in più in bocca, confermo il prezzo forse qualcosa meno


..L'avro' comprata da uno piu'..esoso di Te :wink: .Concordo x la freschezza,ma preferisco gli..sciampa un po' piu'..opulenti.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: albi87 e 1 ospite