LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda paperofranco » 27 giu 2015 20:52

Alberto ha scritto:
paperofranco ha scritto:le solite vernacce

Parliamone Franco... :D
Per esempio, di Mattia Barzaghi/ReZet hai assaggiato nulla di recente?


No Alberto, per me Mattia Barzaghi ha finito con la Zeta, nel senso che ha dato il meglio.
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3405
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda videodrome » 28 giu 2015 18:50

Bart ha scritto:Annamaria Clementi rosè 2005 Cà del bosco, boh, aldilà del fatto che non sono particolarmente amante della tipologia, non mi ha detto molto, come vino sotto i 30 euro era bevibile, ma anche trascurabile, considerando invece il suo costo reale mi pare un delirio.
Chablis le clos 2007 Dauvissat, paradigma del vino acido e minerale in annata minerale e acida, ne esce fuori il mio tipo di bianco, solo ancora un po' chiuso nei profumi, ma vibrante, filante e saturante.
Chassagne Montrachet les caillerets 2005 Ramonet, paradigma del vino ricco e grasso in annata grassa e ricca, temevo la noia, invece al quarto tentativo finalmente un Ramonet che mi convince, e questo mi mette di buonumore riguardo al Batard che ancora riposa in cantina; certo, c'è il burro, la mou, la potenza, ma il tutto in un quadro di equilibrio ed eleganza. Alla fine, per mia naturale predisposizione, perde il confronto col compagno del Nord, ma gran vino.
Pomerol 1988 Vieux Chateau Certan, tappo, per alcuni netto, per me, che sono scarsamente sensibile al difetto, meno, ma c'era; peccato, perchè sotto si sentivano tante cose belle.
Barolo Monfortino 2002 Conterno, amen. Naso ancora ritroso, ma bocca indiavolata, una belva che ti cattura e non ti molla più. Certo giovane, ma già secondo me godibilissimo, comodamente nella fascia dell'eccellenza.
Oberhauser Brucke auslese goldkapsel 2009 Donnhoff, il pulisci bocca per eccellenza. A tavola si diceva che Riesling di questo livello è raro che deludano, ma finiscono per assomigliarsi un po' troppo tra loro; io credo che dipenda dalla nostra scarsa esperienza al riguardo, ma in ogni caso non me ne farei un cruccio, il bello non stanca mai.

Però, complimenti
AmoSlade
Messaggi: 473
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda AmoSlade » 28 giu 2015 21:34

Reduce da una caldissima giornata di assaggi di nebbioli dell'alto Piemonte, al netto di condizioni di assaggio non ottimali (a partire dai bicchieri forniti dagli organizzatori della manifestazione) e, ovviamente, della mia inesperienza, queste sono le mie impressioni su vini e aziende (purtroppo parecchie aziende interessanti ho dovuto saltarle per mancanza di tempo ma sarà per la prossima volta).

Mauro Franchino: Gattinara 2009 fine, minerale ed austero, con ottime prospettive: da aspettare.

Colombera e Garella: arrivati in pieno orario di pranzo ci accoglie il figlio del titolare. Molto gentile e simpatico, oltre che competente, trasmette tutta la passione che mette nel suo lavoro. Coste del Sesia 2011 in cui spicca una nota di frutto dolcissimo, quasi sciroppato, ma sempre con una certa eleganza. Davvero godurioso adesso.
Bramaterra 2011 e Lessona 2011 (quest'ultimo prima annata con solo 240 bottiglie) altrettanto di spessore, daranno ancora di più tra qualche annetto.

Antichi vigneti di Cantalupo: quando si va a visitare una cantina, anche se tecnicamente è sbagliato dal punto di vista della valutazione oggettiva dei vini, per quanto mi riguarda parecchio fa anche la presentazione (e quel mix di entusiasmo/competenza) da parte di chi accoglie. La mia non è una critica (capisco benissimo che i produttori abbiano altro da fare) ma solo una giustificazione al poco entusiasmo della mia recensione. Assaggiato la bolla rosè, personalmente non mi è piaciuto per niente; buoni anno primo 2007, breclemae 2005 ma su tutti ho preferito il collis carellae 2008.

Le Piane: sono passato un po' di fretta. Mi sono piaciuti sia il Mimmo 2010 che il rosso 2009 (croatina in purezza) che nulla ha a che fare con le croatine che conoscevo. Purtroppo mi ha un po' deluso il Boca, di cui mi hanno fatto assaggiare il 2009. Buono, per carità, ma come qualità/prezzo ho trovato di meglio quest'oggi.

Tiziano Mazzoni: davvero ottimi anche i prodotti di questa cantina in particolare Ghemme 2011 e Ghemme ai Livelli 2010, più fine il primo, più intenso e corposo il secondo.

Ho visitato anche Quat Gat, ricordo poco ma mi sono sembrati tutti vini ben fatti, e loro sono molto simpatici ed alla mano. E Travaglini, di cui tra gli assaggi mi è piaciuta di più la riserva 2009.

Ora non vedo l'ora di poterle valutare meglio a tu per tu con la bottiglia :D
Ultima modifica di AmoSlade il 28 giu 2015 21:36, modificato 1 volta in totale.
AmoSlade
Messaggi: 473
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda AmoSlade » 28 giu 2015 21:34

Ieri sera invece: Champagne Marie Noelle Ledru - Brut. Era la mia prima bottiglia di champagne, che dire...fino a ieri credevo di non essere un fan delle bollicine (avevo bevuto solo franciacorta :oops: ) ma siamo su un piano completamente diverso: nerbo acido, frutto giallo, melone, piacevoli leggere note ossidative...e se questo è un base!
Mike76
Messaggi: 1018
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Mike76 » 28 giu 2015 22:00

Immagine

Non il solito rosato corso carico e mediterraneo, ma un rosato stile provenzale da uve Sciaccarellu.
Rosa e sale, pompelmo rosa in bocca. A-tipico.
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3405
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda videodrome » 29 giu 2015 08:58

Il mio podio:
Cascina francia 1999 ancora giovanissimo, di un rosso rubino con appena qualche screziatura aranciata, un sorso di grandissima vitalità con parecchi anni innanzi a sè.

Dom perignon 2000 momento perfetto di beva, versione che esprime finezza piuttosto che potenza, allunga come complessità sugli altri champi.

ledru goulté 2008
Grande versione con piccoli fruttini rossi e bocca tranciante per acidità e spessore da maneggiare con cautela attendere un lustro per godere ma le premesse ci sono tutte.

ravenau chablis la foret 2007 E' sempre lui, la semidivinità degli chardonnay nordici: anche sui 1er cru più bassi si esprime su eccellenze che i suoi conterranei a malapena raggiungono con i Gran Cru.
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda miccel » 29 giu 2015 11:36

Mike76 ha scritto:Immagine

Non il solito rosato corso carico e mediterraneo, ma un rosato stile provenzale da uve Sciaccarellu.
Rosa e sale, pompelmo rosa in bocca. A-tipico.

Del domaine Comte Peraldi bevvi qualche anno fa l’Ajaccio Rouge, sempre a base di Sciaccarello, un vino fruttato e intenso, ma giocato in finezza, buono, direi anzi ottimo se valutato in rapporto al prezzo.
Avatar utente
la_crota1925
Messaggi: 2700
Iscritto il: 06 giu 2007 19:48
Località: ex città delle palme ora paradiso del punteruolo rosso

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda la_crota1925 » 29 giu 2015 12:18

miccel ha scritto: Del domaine Comte Peraldi bevvi qualche anno fa l’Ajaccio Rouge, sempre a base di Sciaccarello, un vino fruttato e intenso, ma giocato in finezza, buono, direi anzi ottimo se valutato in rapporto al prezzo.

quoto.... bevuto ultimamente e confermo ottimo rapporto qualità/prezzo (30% Sciaccarello, 35% Nielluccio, 10% Syrah, 25% Cinsault). Della stessa cantina bevuto anche il loro cru Clos Cardinal € 24,00 da Auchan (Carignan, Cinsault, Niellucio, Sciaccarello).
spedizione al ricevimento del pagamento.
Mike76
Messaggi: 1018
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Mike76 » 29 giu 2015 12:43

la_crota1925 ha scritto:
miccel ha scritto: Del domaine Comte Peraldi bevvi qualche anno fa l’Ajaccio Rouge, sempre a base di Sciaccarello, un vino fruttato e intenso, ma giocato in finezza, buono, direi anzi ottimo se valutato in rapporto al prezzo.

quoto.... bevuto ultimamente e confermo ottimo rapporto qualità/prezzo (30% Sciaccarello, 35% Nielluccio, 10% Syrah, 25% Cinsault). Della stessa cantina bevuto anche il loro cru Clos Cardinal € 24,00 da Auchan (Carignan, Cinsault, Niellucio, Sciaccarello).


Confermo la conferma, interessante anche il bianco a base Vermentino. Forse il Domaine migliore dell'appellation Ajaccio.
stemolino
Messaggi: 580
Iscritto il: 25 nov 2011 12:27
Località: Alba
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda stemolino » 29 giu 2015 12:53

AmoSlade ha scritto:Ieri sera invece: Champagne Marie Noelle Ledru - Brut. Era la mia prima bottiglia di champagne, che dire...fino a ieri credevo di non essere un fan delle bollicine (avevo bevuto solo franciacorta :oops: ) ma siamo su un piano completamente diverso: nerbo acido, frutto giallo, melone, piacevoli leggere note ossidative...e se questo è un base!


Quando si dice "partire col piede giusto" :mrgreen:
"A chi non beve vino Dio neghi anche l'acqua"

http://www.instagram.com/winedays/
http://www.winedays.it
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda miccel » 29 giu 2015 13:02

la_crota1925 ha scritto:
miccel ha scritto: Del domaine Comte Peraldi bevvi qualche anno fa l’Ajaccio Rouge, sempre a base di Sciaccarello, un vino fruttato e intenso, ma giocato in finezza, buono, direi anzi ottimo se valutato in rapporto al prezzo.

quoto.... bevuto ultimamente e confermo ottimo rapporto qualità/prezzo (30% Sciaccarello, 35% Nielluccio, 10% Syrah, 25% Cinsault). Della stessa cantina bevuto anche il loro cru Clos Cardinal € 24,00 da Auchan (Carignan, Cinsault, Niellucio, Sciaccarello).

Nel cercare notizie dopo il tuo post scopro che quello che scrivi tu è il Comte Peraldi rouge aoc Corse, mentre quello che ho bevuto io era il Comte Peraldi rouge aoc Ajaccio (dove lo Sciaccarello è oltre la metà). Stessa distinzione per il rosé e il bianco. Le cuvée, poi, stanno tutte nella denominazione Ajaccio.
Com'è questa cuvée del cardinale? Vale la pena?
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda miccel » 29 giu 2015 13:09

Mike76 ha scritto:
la_crota1925 ha scritto:
miccel ha scritto: Del domaine Comte Peraldi bevvi qualche anno fa l’Ajaccio Rouge, sempre a base di Sciaccarello, un vino fruttato e intenso, ma giocato in finezza, buono, direi anzi ottimo se valutato in rapporto al prezzo.

quoto.... bevuto ultimamente e confermo ottimo rapporto qualità/prezzo (30% Sciaccarello, 35% Nielluccio, 10% Syrah, 25% Cinsault). Della stessa cantina bevuto anche il loro cru Clos Cardinal € 24,00 da Auchan (Carignan, Cinsault, Niellucio, Sciaccarello).


Confermo la conferma, interessante anche il bianco a base Vermentino. Forse il Domaine migliore dell'appellation Ajaccio.

Ma tu lo trovi in Toscana o l'hai preso là?
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11775
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Alberto » 29 giu 2015 14:19

Friuli Isonzo Pinot Grigio, Davide Feresin, 2008 (14%)
"Ramato" ottenuto con macerazione di 3 giorni, poi solo cemento. Vino difficilmente afferrabile, e di certo quasi impossibile da descrivere, già dal colore mattone scuro all'apparenza estremamente evoluto, che sembra ambra, ma ambra non è...in realtà a ben pensarci è proprio il colore della buccia del pinot grigio maturo! L'approccio al naso ti mette di fronte alla prima sfida: assolutamente non è ossidato, ma vi puoi leggere una completa "trasfigurazione" del tipico frutto del PG, e dopo una partenza discreta al limite del sussurrato, via via che fagocita aria inizia ad aprire il suo ventaglio: petali di rosa in composta, mandarino, sciroppo di melograno, tocchi chinati ed officinali... In bocca entra non grasso, ma placido (leggi: non è una lama di acidità), e però piano piano inizia un "massaggio ai fianchi" in senso boxistico con tutte quante le note del naso che si alternano con bel ritmo, alle quali si aggiungono le previste sferzate dei tannini e dell'alcol. Anche in questo caso, l'evoluzione generale sembra tutta quanta incanalata in un senso per nulla ossidativo. Che dire? Molto buono, senza ombra di dubbio, ma per bevitori smagatissimi. Mai vini banali dal duo Davide Feresin e Michele Bean (l'enologo), comunque.
Ho ancora una bottiglia di 2009 a casa, annata sulla carta migliore...ma pure 15% suonati in etichetta, ragazzi...non so se tenerlo lì ancora un po' o far partire il tappo pure a quello... :roll:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
ciscuz500l
Messaggi: 947
Iscritto il: 27 feb 2012 17:14
Località: Brescia (BS)

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda ciscuz500l » 29 giu 2015 16:08

Malbec - "Afincado 2005" - Terrazas de los Andes

Comprato da mia moglie, a detta sua uno dei rossi più buoni che abbia bevuto. :shock: ...
violaceo impenetrabile.
naso: intenso, legno non invadente, un pò fungo, tanta e tanta e tanta vaniglia e poi tanta frutta rossa matura e oltre, leggera viola.
bocca: frutta rossa matura, ancora vaniglia... troppa, avvolgente nel suo calore ma non invadente.
manca di sapidità e acidità... forse un po' vecchiotto ma mi ha dato l'idea di un vino un po' ruffiano.

comunque a mia moglie è piaciuto un casino :mrgreen:

cosa potrei comprare di simile rimanendo legati al suolo italico?
grazie
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda miccel » 29 giu 2015 16:43

ciscuz500l ha scritto:Malbec - "Afincado 2005" - Terrazas de los Andes

Comprato da mia moglie, a detta sua uno dei rossi più buoni che abbia bevuto. :shock: ...
violaceo impenetrabile.
naso: intenso, legno non invadente, un pò fungo, tanta e tanta e tanta vaniglia e poi tanta frutta rossa matura e oltre, leggera viola.
bocca: frutta rossa matura, ancora vaniglia... troppa, avvolgente nel suo calore ma non invadente.
manca di sapidità e acidità... forse un po' vecchiotto ma mi ha dato l'idea di un vino un po' ruffiano.

comunque a mia moglie è piaciuto un casino :mrgreen:

cosa potrei comprare di simile rimanendo legati al suolo italico?
grazie

Non è male il malbec che Antinori fa vicino a Sovana. Si chiama: Fattoria Albrandesca – Vie Cave – Maremma Toscana IGT.
Sottinteso che siamo su quel genere lì, del vino più largo che lungo, ma, ripeto, per me non è male
Avatar utente
la_crota1925
Messaggi: 2700
Iscritto il: 06 giu 2007 19:48
Località: ex città delle palme ora paradiso del punteruolo rosso

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda la_crota1925 » 29 giu 2015 16:55

miccel ha scritto:
la_crota1925 ha scritto:
miccel ha scritto: Del domaine Comte Peraldi bevvi qualche anno fa l’Ajaccio Rouge, sempre a base di Sciaccarello, un vino fruttato e intenso, ma giocato in finezza, buono, direi anzi ottimo se valutato in rapporto al prezzo.

quoto.... bevuto ultimamente e confermo ottimo rapporto qualità/prezzo (30% Sciaccarello, 35% Nielluccio, 10% Syrah, 25% Cinsault). Della stessa cantina bevuto anche il loro cru Clos Cardinal € 24,00 da Auchan (Carignan, Cinsault, Niellucio, Sciaccarello).

Nel cercare notizie dopo il tuo post scopro che quello che scrivi tu è il Comte Peraldi rouge aoc Corse, mentre quello che ho bevuto io era il Comte Peraldi rouge aoc Ajaccio (dove lo Sciaccarello è oltre la metà). Stessa distinzione per il rosé e il bianco. Le cuvée, poi, stanno tutte nella denominazione Ajaccio.
Com'è questa cuvée del cardinale? Vale la pena?

sono andato a vedere anch'io, hai ragione mi sono confuso quello bevuto da me è AOC Corse. Il Clos Cardinal merita provarlo, io lo presi a Settembre 2014 a Auchan di Nizza ma penso che lo si trovi abbastanza facilmente.
spedizione al ricevimento del pagamento.
Spectator
Messaggi: 3761
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Spectator » 29 giu 2015 17:44

..Chianti cl-Valdellecorti 2012.Rosso rubino diluito ,naso bello aperto,molto somigliante ad un buon P.Nero.Bocca facile e beverina,si sente,ed e' piacevole, la poca estrazione ed il tannino gia' quasi del tutto svolto e asciutto.Alcool appena percettibile.Ho preso anche qualche boccia del 2013,..chissa' come sara' :lol: ?!
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11775
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Alberto » 29 giu 2015 17:58

Spectator ha scritto:..Chianti cl-Valdellecorti 2012.Rosso rubino diluito ,naso bello aperto,molto somigliante ad un buon P.Nero.

Io direi che il naso assomiglia proprio tanto a quello di un gran CC di Radda giovane e scattante... :roll: ...ma poi ovviamente ognuno ci legge quello che più gli aggrada... :wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
AmoSlade
Messaggi: 473
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda AmoSlade » 29 giu 2015 21:00

stemolino ha scritto:
AmoSlade ha scritto:Ieri sera invece: Champagne Marie Noelle Ledru - Brut. Era la mia prima bottiglia di champagne, che dire...fino a ieri credevo di non essere un fan delle bollicine (avevo bevuto solo franciacorta :oops: ) ma siamo su un piano completamente diverso: nerbo acido, frutto giallo, melone, piacevoli leggere note ossidative...e se questo è un base!


Quando si dice "partire col piede giusto" :mrgreen:


Eh sì, mi si è aperto un mondo :D
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13144
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Kalosartipos » 29 giu 2015 21:14

AmoSlade ha scritto:
stemolino ha scritto:
AmoSlade ha scritto:Ieri sera invece: Champagne Marie Noelle Ledru - Brut. Era la mia prima bottiglia di champagne, che dire...fino a ieri credevo di non essere un fan delle bollicine (avevo bevuto solo franciacorta :oops: ) ma siamo su un piano completamente diverso: nerbo acido, frutto giallo, melone, piacevoli leggere note ossidative...e se questo è un base!


Quando si dice "partire col piede giusto" :mrgreen:


Eh sì, mi si è aperto un mondo :D

E ti si aprirà anche il portafogli... :mrgreen:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
AmoSlade
Messaggi: 473
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda AmoSlade » 29 giu 2015 22:04

Kalosartipos ha scritto:
AmoSlade ha scritto:
stemolino ha scritto:
AmoSlade ha scritto:Ieri sera invece: Champagne Marie Noelle Ledru - Brut. Era la mia prima bottiglia di champagne, che dire...fino a ieri credevo di non essere un fan delle bollicine (avevo bevuto solo franciacorta :oops: ) ma siamo su un piano completamente diverso: nerbo acido, frutto giallo, melone, piacevoli leggere note ossidative...e se questo è un base!


Quando si dice "partire col piede giusto" :mrgreen:


Eh sì, mi si è aperto un mondo :D

E ti si aprirà anche il portafogli... :mrgreen:


Ahahah starò sui base ancora per un bel po' :D alla fine eviti di prendere due franciacorta medi e ti può saltar fuori un buono champagne...sto spulciando discussioni vecchie del forum per capire dove è possibile pescare bene senza spendere troppo :lol:
Avatar utente
ciscuz500l
Messaggi: 947
Iscritto il: 27 feb 2012 17:14
Località: Brescia (BS)

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda ciscuz500l » 30 giu 2015 11:06

miccel ha scritto:
ciscuz500l ha scritto:Malbec - "Afincado 2005" - Terrazas de los Andes

Comprato da mia moglie, a detta sua uno dei rossi più buoni che abbia bevuto. :shock: ...
violaceo impenetrabile.
naso: intenso, legno non invadente, un pò fungo, tanta e tanta e tanta vaniglia e poi tanta frutta rossa matura e oltre, leggera viola.
bocca: frutta rossa matura, ancora vaniglia... troppa, avvolgente nel suo calore ma non invadente.
manca di sapidità e acidità... forse un po' vecchiotto ma mi ha dato l'idea di un vino un po' ruffiano.

comunque a mia moglie è piaciuto un casino :mrgreen:

cosa potrei comprare di simile rimanendo legati al suolo italico?
grazie

Non è male il malbec che Antinori fa vicino a Sovana. Si chiama: Fattoria Albrandesca – Vie Cave – Maremma Toscana IGT.
Sottinteso che siamo su quel genere lì, del vino più largo che lungo, ma, ripeto, per me non è male



lo proverò sicuramente,
grazie per la dritta :wink:
CiccioCH
Messaggi: 104
Iscritto il: 17 nov 2014 15:48

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda CiccioCH » 30 giu 2015 12:27

Spectator ha scritto:..Chianti cl-Valdellecorti 2012.Rosso rubino diluito ,naso bello aperto,molto somigliante ad un buon P.Nero.Bocca facile e beverina,si sente,ed e' piacevole, la poca estrazione ed il tannino gia' quasi del tutto svolto e asciutto.Alcool appena percettibile.Ho preso anche qualche boccia del 2013,..chissa' come sara' :lol: ?!


Bevuto anch'io sabato scorso, ho avuto le tue stesse impressioni. Specialmente quando scrivi "Bocca facile e beverina" quasi troppo direi per i miei gusti... :roll:
CiccioCH
Messaggi: 104
Iscritto il: 17 nov 2014 15:48

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda CiccioCH » 30 giu 2015 12:30

Sabato scorso anche un Franc de Pied di Thierry Germain annata 2010. Peperone grigliato sparato che monopolizza tutto il quadro olfattivo, si intravede anche frutta nera matura in sottofondo. Meglio in bocca con una buona lunghezza e freschezza ed un piacevole retrogusto piccante. Discreta bevuta, ma non lo ricomprerei.
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3405
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda videodrome » 30 giu 2015 23:14

CiccioCH ha scritto:Sabato scorso anche un Franc de Pied di Thierry Germain annata 2010. Peperone grigliato sparato che monopolizza tutto il quadro olfattivo, si intravede anche frutta nera matura in sottofondo. Meglio in bocca con una buona lunghezza e freschezza ed un piacevole retrogusto piccante. Discreta bevuta, ma non lo ricomprerei.

Sarei davvero curioso di berlo il franc de pied, anche perché non viene proprio regalato (se non erro sui 40) certo qualche anno di vetro in più penso che non possa che migliorarlo, come tutti i cabernet.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: littlewood, lucalupo e 1 ospite