CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda paperofranco » 12 apr 2015 20:31

Chambolle-Musigny 1er cru "la combe d'orveaux" 2009 Bruno Clavelier.
Piccolo premier cru, incastonato in alto fra il Clos Vougeot ed il Petit Musigny infatti, a mio avviso ha delle sfumature più da Vougeot che da Chambolle. Frutto scuretto, a tratti quasi "liquoroso", speziatura pepata abbastanza decisa; struttura media e bella presa sul palato. Molto buono.
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda paperofranco » 12 apr 2015 20:35

gianni femminella ha scritto:
miccel ha scritto:MARSELLA – FIANO DI AVELLINO 2007
Bottiglia alta 36 cm., l'ho misurata.
Colore giallo intenso non propriamente dorato. Note di frutta secca, con un che di tostato molto naturale. In bocca il vino esplode, occupandola in largo e in lungo, dolce e amaro insieme, poi esce con eleganza grazie a una grande vitalità e sapidità. In questo momento mi sembra in ottima forma, ma dà l'impressione di poter andare avanti ancora parecchio.
...
Una considerazione finale: l'ultimo bicchiere me lo sono bevuto da solo un'oretta dopo; somigliava davvero agli alsaziani, denso, con uno sviluppo giocato fra acidità, dolcezza e accenni affumicati, però rispetto ad essi la differenza fondamentale la fa la salinità, che lo rende tanto più accostabile al nostro mangiare.


Quoto volentieri il bravo miccel con questa bella descrizione di qualche tempo fa.

Io ho nel bicchiere invece di un 2007 ho un 2011.
Il colore è paglierino piuttosto chiaro, forse per via della maggior gioventù rispetto a quello descritto sopra.
Per precisone quello che scrivo l'ho constatato prima di leggere le impressioni di Miccel, solo in seguito all'assaggio mi è venuta la curiosità di cercare se qualcuno ne avesse parlato.
Brevemente: la prima idea è di affumicato ( infatti ) mentre l'impressione più generale è di un vino preciso, millimetrico nelle sensazioni che si alternano di larghezza, freschezza, mineralità. Raffinato, ma vivace, forte e gentile. Bellissimo vino.


"il 15 mar 2014 21:30

Fiano d'Avellino 2009 Marsella.
Giallo paglierino abbastanza carico, di bella lucentezza. Una nota torbata "perfetta", nel senso che si sente quel tanto che basta per riconoscere il varietale e per dare personalità al vino, senza però eccedere come capita a volte; sensazioni minerali/iodate, ed un tocco di frutto, tipo susina gialla. Struttura di tutto rispetto, vino di tanto sapore e pochi fronzoli, la "rotondità" appagante del sorso suggerisce una maturazione dell'uva ottimale, la bella vena sapida, che segna una notevole persistenza, rende la bevuta avvincente e chiama il bicchiere successivo.
Stasera a cena, fantastico con uno scorfano nostrale vivo all'acqua pazza. Un Sig. Bianco.

ps.
spendo una parola anche per il mio meraviglioso scorfano: non lo cambierei con mille orate o spigole.."


Consentitimi un po' di amarcord.......e con questo facciamo una verticalina :mrgreen:
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2085
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda gianni femminella » 12 apr 2015 21:04

paperofranco ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
miccel ha scritto:MARSELLA – FIANO DI AVELLINO 2007
Bottiglia alta 36 cm., l'ho misurata.
Colore giallo intenso non propriamente dorato. Note di frutta secca, con un che di tostato molto naturale. In bocca il vino esplode, occupandola in largo e in lungo, dolce e amaro insieme, poi esce con eleganza grazie a una grande vitalità e sapidità. In questo momento mi sembra in ottima forma, ma dà l'impressione di poter andare avanti ancora parecchio.
...
Una considerazione finale: l'ultimo bicchiere me lo sono bevuto da solo un'oretta dopo; somigliava davvero agli alsaziani, denso, con uno sviluppo giocato fra acidità, dolcezza e accenni affumicati, però rispetto ad essi la differenza fondamentale la fa la salinità, che lo rende tanto più accostabile al nostro mangiare.


Quoto volentieri il bravo miccel con questa bella descrizione di qualche tempo fa.

Io ho nel bicchiere invece di un 2007 ho un 2011.
Il colore è paglierino piuttosto chiaro, forse per via della maggior gioventù rispetto a quello descritto sopra.
Per precisone quello che scrivo l'ho constatato prima di leggere le impressioni di Miccel, solo in seguito all'assaggio mi è venuta la curiosità di cercare se qualcuno ne avesse parlato.
Brevemente: la prima idea è di affumicato ( infatti ) mentre l'impressione più generale è di un vino preciso, millimetrico nelle sensazioni che si alternano di larghezza, freschezza, mineralità. Raffinato, ma vivace, forte e gentile. Bellissimo vino.


"il 15 mar 2014 21:30

Fiano d'Avellino 2009 Marsella.
Giallo paglierino abbastanza carico, di bella lucentezza. Una nota torbata "perfetta", nel senso che si sente quel tanto che basta per riconoscere il varietale e per dare personalità al vino, senza però eccedere come capita a volte; sensazioni minerali/iodate, ed un tocco di frutto, tipo susina gialla. Struttura di tutto rispetto, vino di tanto sapore e pochi fronzoli, la "rotondità" appagante del sorso suggerisce una maturazione dell'uva ottimale, la bella vena sapida, che segna una notevole persistenza, rende la bevuta avvincente e chiama il bicchiere successivo.
Stasera a cena, fantastico con uno scorfano nostrale vivo all'acqua pazza. Un Sig. Bianco.

ps.
spendo una parola anche per il mio meraviglioso scorfano: non lo cambierei con mille orate o spigole.."


Consentitimi un po' di amarcord.......e con questo facciamo una verticalina :mrgreen:


Quello che mi preoccupa è la bottiglia alta 36 centimetri.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
romanee'
Messaggi: 6349
Iscritto il: 27 apr 2009 15:15

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda romanee' » 12 apr 2015 21:18

paperofranco ha scritto:Chambolle-Musigny 1er cru "la combe d'orveaux" 2009 Bruno Clavelier.
Piccolo premier cru, incastonato in alto fra il Clos Vougeot ed il Petit Musigny infatti, a mio avviso ha delle sfumature più da Vougeot che da Chambolle. Frutto scuretto, a tratti quasi "liquoroso", speziatura pepata abbastanza decisa; struttura media e bella presa sul palato. Molto buono.

quoto.........
secondo me clavelier fa dei vini eccellenti...solo che te per dare l'eccellenza a un vino,deve necessariamete iniziare con la lettera...S...
E NON MI RIFERISCO A SOLAIA,SASSICAIA ED ALTRO.... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
UN CARO SALUTO...... :wink:
SPEDISCO SOLITAMENTE DOPO 1 O 2 GIORNI DAL PAGAMENTO...MA A MOLTI HO SPEDITO E SPEDIRO' ANCOR PRIMA.. :D :wink:
Polpadizucca
Messaggi: 50
Iscritto il: 28 feb 2015 14:40
Località: Padule di Fucecchio

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda Polpadizucca » 12 apr 2015 21:29

Un pinot Nero che finalmente mi è piaciuto proprio,
stasera a cena con Mortadella Bologna e Formaggio di Fossa...
Buona capacità di sgrassare la bocca pur rimanendo rotondo e non troppo acido.
Al naso profumato a sufficienza, meglio comunque in bocca.
Scusate il gergo che non sarà da sommelier, ma sono solo un semplice bevitore...
Allegati
20150412_205220.jpg
20150412_205220.jpg (216.15 KiB) Visto 5863 volte
In discesa vanno anche i cocomeri :|
Avatar utente
@ndre@
Messaggi: 2117
Iscritto il: 17 nov 2008 14:58
Località: Parma (petite capital) ora in fase rinascimentale

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda @ndre@ » 13 apr 2015 07:18

alì65 ha scritto:l'altra sera, al compleanno di paolo7505 qualche bella boccia:
-inizio con bolla (MG) che non ricordo bene se non che mi è piaciuta il giusto, ottima con una pancetta di 48 mesi, eccezionale!!!!
-Batard 07 Ramonet, vincitore della serata; in grande forma, molto equilibrato ed elegante, molto sfaccettato e complesso, profondo, eterno
-Chevalier 02 Regnard, da subito ottimo ma col tempo si sgrazia, intenso ma non profondo, finisce con una impronta d'impatto ma poco altro
-Les Einsegneres 95 Dury, come al solito molto zolfoso e difficile da subito, con il tempo (lungo) si rende più aggraziato ma con poche complessità nella bevuta
naso affascinante che però a me non piace
fanno un vino molto goloso
...

:shock: :shock: :shock:
molto zolfoso il Coche????
mi sa che hai scamboiato i bicchieri perchè era il regnard lo zolforoso :)
L'è méj al vén sénsa bicér, che al bicér sénsa vén
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda paperofranco » 13 apr 2015 08:54

Per continuare con l’amarcord………….
Sabato sera, a cena fuori, scorro la carta dei vini senza un’idea precisa di cosa avevo voglia di bere, e m’imbatto in un Terre Alte 2012 di Livio Felluga. Ci penso tre secondi e me lo faccio portare. Non lo bevevo da una vita, ricordo che al tempo era uno dei bianchi più quotati e se la giocava con il Vintage Tunina di Jermann, anche se io ho sempre preferito quest’ultimo.
Al netto dei gusti che cambiano, e magari anche dei vini che cambiano, mi è piaciuto veramente poco. La proposta aromatica comincia e quasi si esaurisce con una banale nota vanigliata da legno, punteggiata qua e là da una lieve traccia vegetale(una quota di sauvignon?); in bocca è morbidino, abbastanza scorrevole, con poca spina dorsale acida. Tutto sommato si fa bere, basta.
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3405
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda videodrome » 13 apr 2015 08:55

@ndre@ ha scritto:
alì65 ha scritto:l'altra sera, al compleanno di paolo7505 qualche bella boccia:
-inizio con bolla (MG) che non ricordo bene se non che mi è piaciuta il giusto, ottima con una pancetta di 48 mesi, eccezionale!!!!
-Batard 07 Ramonet, vincitore della serata; in grande forma, molto equilibrato ed elegante, molto sfaccettato e complesso, profondo, eterno
-Chevalier 02 Regnard, da subito ottimo ma col tempo si sgrazia, intenso ma non profondo, finisce con una impronta d'impatto ma poco altro
-Les Einsegneres 95 Dury, come al solito molto zolfoso e difficile da subito, con il tempo (lungo) si rende più aggraziato ma con poche complessità nella bevuta
naso affascinante che però a me non piace
fanno un vino molto goloso
...

:shock: :shock: :shock:
molto zolfoso il Coche????
mi sa che hai scamboiato i bicchieri perchè era il regnard lo zolforoso :)

Mettetevi d'accordo tra capiscitori del vino :D :D
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2818
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda Ludi » 13 apr 2015 10:22

Bouchard, Meursault Charmes 1998: al naso da l'idea di un vino decisamente sul viale del tramonto, con sentori ossidativi pronunciati, mentre in bocca stupisce per il guizzo acido e la buona tensione gustativa. Il meglio lo ha comunque già dato.
A. Jaume, Lirac Clos de Sixte 2005: nel Rodano "minore", Lirac è una delle AOC che mi convince meno, con i suoi vini spesso troppo caldi e orizzontali. Questo è senza dubbio buono, ma non grido al miracolo.
Chateau Haut Bergey 2008: in leggera fase di chiusura, ma conferma il giudizio positivo degli scorsi assaggi di questo Pessac Leognan: giocoso e beverino, con piccoli frutti rossi e notevole freschezza.
Tasca d'Almerita, Cabernet Sauvignon 2004: ha diviso nel giudizio me e mia moglie: lei lo trovava troppo concentrato e masticabile, io, pur essendo in linea di massima d'accordo, ne ho apprezzato la grande potenza non disgiunta da compostezza ed equilibrio. Non lontanissimo da un CS di Napa.
Chateau de Rombeau, Rivesaltes 1958: domanda: il prezzo ben maggiore che pagherei per un Porto di analoga annata è giustificato? Risposta: si, ma solo in parte. Questo era veramente buonissimo.
Vodopivec, Vitovska Classica 2006: bottiglia in splendida forma, con impareggiabile freschezza e godibilità. Meno estrema della versione in anfora, ma forse un pochino più convincente, almeno in questa 2006.
A' Vita, Cirò 2009: al naso, sia per colore che per profumi, nebbioleggiava alla grande. La bocca è un'altra storia, ma il vino è splendido e pronto da bere.
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda miccel » 13 apr 2015 12:18

gianni femminella ha scritto:
paperofranco ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
miccel ha scritto:MARSELLA – FIANO DI AVELLINO 2007
Bottiglia alta 36 cm., l'ho misurata.
Colore giallo intenso non propriamente dorato. Note di frutta secca, con un che di tostato molto naturale. In bocca il vino esplode, occupandola in largo e in lungo, dolce e amaro insieme, poi esce con eleganza grazie a una grande vitalità e sapidità. In questo momento mi sembra in ottima forma, ma dà l'impressione di poter andare avanti ancora parecchio.
...
Una considerazione finale: l'ultimo bicchiere me lo sono bevuto da solo un'oretta dopo; somigliava davvero agli alsaziani, denso, con uno sviluppo giocato fra acidità, dolcezza e accenni affumicati, però rispetto ad essi la differenza fondamentale la fa la salinità, che lo rende tanto più accostabile al nostro mangiare.


Quoto volentieri il bravo miccel con questa bella descrizione di qualche tempo fa.

Io ho nel bicchiere invece di un 2007 ho un 2011.
Il colore è paglierino piuttosto chiaro, forse per via della maggior gioventù rispetto a quello descritto sopra.
Per precisone quello che scrivo l'ho constatato prima di leggere le impressioni di Miccel, solo in seguito all'assaggio mi è venuta la curiosità di cercare se qualcuno ne avesse parlato.
Brevemente: la prima idea è di affumicato ( infatti ) mentre l'impressione più generale è di un vino preciso, millimetrico nelle sensazioni che si alternano di larghezza, freschezza, mineralità. Raffinato, ma vivace, forte e gentile. Bellissimo vino.


"il 15 mar 2014 21:30

Fiano d'Avellino 2009 Marsella.
Giallo paglierino abbastanza carico, di bella lucentezza. Una nota torbata "perfetta", nel senso che si sente quel tanto che basta per riconoscere il varietale e per dare personalità al vino, senza però eccedere come capita a volte; sensazioni minerali/iodate, ed un tocco di frutto, tipo susina gialla. Struttura di tutto rispetto, vino di tanto sapore e pochi fronzoli, la "rotondità" appagante del sorso suggerisce una maturazione dell'uva ottimale, la bella vena sapida, che segna una notevole persistenza, rende la bevuta avvincente e chiama il bicchiere successivo.
Stasera a cena, fantastico con uno scorfano nostrale vivo all'acqua pazza. Un Sig. Bianco.

ps.
spendo una parola anche per il mio meraviglioso scorfano: non lo cambierei con mille orate o spigole.."


Consentitimi un po' di amarcord.......e con questo facciamo una verticalina :mrgreen:


Quello che mi preoccupa è la bottiglia alta 36 centimetri.

Bel vino, mi sembra sia piaciuto a tutti e tre.
Anche quello dei Fiano è un mondo, io non riesco a stargli veramente dietro, mi limito a bere ogni tanto qualche bottiglia che ha una buona critica qui sul forum o altrove.

p.s. Gianni, la lunghezza della bottiglia mi colpiva per i problemini di trasporto e stoccaggio che può comportare, ma giuro che GIAMMAI ne ho vagheggiato un uso improprio… :D :D :D
tricky123
Messaggi: 1173
Iscritto il: 06 giu 2007 18:35
Località: Italia

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda tricky123 » 13 apr 2015 13:47

Visto che se ne parla qui sopra, copio ed incollo le mie note (private) di un mese fa su un Fiano 2007 di G. Marsella:

colore giallo carico ma con riflessi verdolini. Naso di fiori gialli, mandorla, zafferano. Bocca di bella densità, con acidità viva, sapido, persistente. 90/100.
ryanc82
Messaggi: 389
Iscritto il: 24 ago 2010 12:59

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda ryanc82 » 13 apr 2015 22:09

Piollot Champagne Cuveè de Reserve ExtraBrut

Profumo di biancospino... in bocca fresco aroma di limone ed eleganza da vendere... e visto il costo direi tanta roba... Per me :D :D :D :D
max.giuli
Messaggi: 373
Iscritto il: 02 lug 2010 00:00
Località: L'Aquila

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda max.giuli » 14 apr 2015 00:18

Bella bevuta:
Le Ragnaie Chianti Colli Senesi 2012
Voltumna Querciolo Toscana 2011
Tenuta di Ghizzano Veneroso 2011
Tenuta di Ghizzano Nambrot 2001
Malvasia di Bosa Columbu 2006

Le Ragnaie più elegante del Voltumna ma quest'ultimo a mio avviso stava meglio con la bistecca di chianina.
Con Ghizzano si cambia di livello, Veneroso buonissimo, preciso e autentico. Nambrot è ancora giovane! Parte su fieno tagliato, erba, poi emergono i semi di cacao.
alì65
Messaggi: 11710
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda alì65 » 14 apr 2015 06:40

videodrome ha scritto:
@ndre@ ha scritto:
alì65 ha scritto:l'altra sera, al compleanno di paolo7505 qualche bella boccia:
-inizio con bolla (MG) che non ricordo bene se non che mi è piaciuta il giusto, ottima con una pancetta di 48 mesi, eccezionale!!!!
-Batard 07 Ramonet, vincitore della serata; in grande forma, molto equilibrato ed elegante, molto sfaccettato e complesso, profondo, eterno
-Chevalier 02 Regnard, da subito ottimo ma col tempo si sgrazia, intenso ma non profondo, finisce con una impronta d'impatto ma poco altro
-Les Einsegneres 95 Dury, come al solito molto zolfoso e difficile da subito, con il tempo (lungo) si rende più aggraziato ma con poche complessità nella bevuta
naso affascinante che però a me non piace
fanno un vino molto goloso
...

:shock: :shock: :shock:
molto zolfoso il Coche????
mi sa che hai scamboiato i bicchieri perchè era il regnard lo zolforoso :)

Mettetevi d'accordo tra capiscitori del vino :D :D


quando si tratta di Dury c'è sempre disparità, io non amo i punti forti, Andrea si innamora sempre davanti a questi vini.....io amo molto di più gli stili eleganti e meno di impatto......Ramonet docet
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
picenum
Messaggi: 881
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda picenum » 15 apr 2015 14:29

Dagueneau Blanc fume de pouilly 2012 vino giovane, verticale, con spiccata acidità, parte con un leggero idrocarburo per poi cedere a nette note di lime con cenni minerali e un ritorno di pera non matura in un finale molto lungo che ti lascia una piacevolezza in bocca ancora e ancora... anche se fratello minore comunque per me bella bevuta.
Vino che mi ha riportato a qualche serata addietro nella aprimmo:
Ganevat, Cuvée Marguerite 2011, Chardonnay prodotto solo in Magnum e pochissime bottiglie, provenienza Jura ma una chablis a tutti gli effetti, anche questo prototipo di vino “crudo”, minerale, affilato, spigoloso, con una lunghezza infinita che ti porta a pensare ad un’idea di lunga vita e curiosità di saperne l’evoluzione; affascinante.
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda miccel » 15 apr 2015 16:32

Tre ultime bevute (scala da una a quattro faccine)

CAPPELLANO – NEBIOLO D’ALBA 2009
Vino energico che mi sembra puntare su una schietta, gustosa bevibilità più che sulle sfumature. Alcol sensibile (14.5). Migliora con l’aerazione, diventa più vibrante e dà la sensazione di avere margini di crescita. Acidità obiettivamente in eccesso, ma il vino mi fa simpatia. Tre faccine+.

BARRACO – GRILLO 2011
Colore giallo intensissimo (quasi ocra) e torbido. Notevole alcolicità. Quello che sento io sono note marine, salmastre, il frutto ci sarà pure ma rimane in secondo piano. La bocca è bella, il vino ha grande intensità e sale, non molte sfaccettature ma vitalità sì. Da abbinare con sapori decisi (io ho fatto una pasta “rimediata” con aglio, olio, peperoncino, olive nere toste, capperi, abbondante tonno in scatola, un pochino di pomodoro e origano; secondo me ci andava). Tre faccine.

CANDIDO – CAPPELLO DI PRETE 2009
Negroamaro, per chi non lo sapesse. La morbidezza e il frutto molto maturo sono accompagnati da sentori di erbe mediterranee e resi meno banali da note amare finali. Alcol e larghezza non sono eccessivi. Non sarà mai il mio vino, ma riconosco che è serio e ben fatto, di rapporto qualità prezzo buono (siamo sotto i 10 euro). Due faccine e mezzo.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda Kalosartipos » 16 apr 2015 20:01

Ovviamente giovane e privo di sentori idrocarburici, colore giallo chiaro, naso di frutta bianca, bocca con leggerissimo (appena percettibile) residuo zuccherino, minerale e guizzante.. ideale da aperitivo :D .
Immagine

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Spectator
Messaggi: 3764
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda Spectator » 17 apr 2015 13:08

..GS 2011,Ravenna igt,Costa Archi. Vino di bevibilita'..assoluta,largo ,saporito e persistente.Di mirabile equilibrio. Nn vi annoio con solita tiritera delle descrizione olfattive e palatali,vi dico soltanto che' mi e' piaciuto..assai,assai.Se costasse qualche eurino in meno da quanto l'ho pagato io,..sarebbe un vino perfetto !
tricky123
Messaggi: 1173
Iscritto il: 06 giu 2007 18:35
Località: Italia

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda tricky123 » 17 apr 2015 13:28

KAITON L001 - Kuen Hof.

Detto che all' epoca il Kaiton non riportava l'annata in etichetta ma un codice (L001) che riferiva l'annata (2001), ecco l'esito di una bottiglia bevuta dopo lunga conservazione in cantina:

Colore giallo dorato, limpido. Naso avvolgente e molto mobile: note dolci (fiori gialli, fieno, zafferano, anice, malto d'orzo), ma anche fresche (salvia, pompelmo, zenzero), con cenni di evoluzione (idrocarburo). Bocca di medio spessore, ben distesa ed acida. Buona la persistenza. 92/100.

Non sfigurerebbe nel confronto con blasonati riesling di oltreconfine.
landmax
Messaggi: 1024
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda landmax » 17 apr 2015 14:47

Spectator ha scritto:..GS 2011,Ravenna igt,Costa Archi. Vino di bevibilita'..assoluta,largo ,saporito e persistente.Di mirabile equilibrio. Nn vi annoio con solita tiritera delle descrizione olfattive e palatali,vi dico soltanto che' mi e' piaciuto..assai,assai.Se costasse qualche eurino in meno da quanto l'ho pagato io,..sarebbe un vino perfetto !


Sono sostanzialmente d'accordo, salvo aggiungere che si tratta di un vino non solo di grande bevibilità, ma anche molto profondo. Non sono d'accordo dove dici "Se costasse qualche eurino in meno...": non so quanto lo hai pagato tu, ma per me 20 euro li vale tutti, fino all'ultimo goccio.
vinogodi
Messaggi: 28516
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda vinogodi » 17 apr 2015 16:37

...stasera divertente serata a Piacenza all'agriturismo pluristellato "La Scottina" : "Nord vs Sud" con robine originali e piacevoli, alla cieca, per vedere l'effetto che fa. Domani succinto resoconto....
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Spectator
Messaggi: 3764
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda Spectator » 17 apr 2015 16:37

landmax ha scritto:
Spectator ha scritto:..GS 2011,Ravenna igt,Costa Archi. Vino di bevibilita'..assoluta,largo ,saporito e persistente.Di mirabile equilibrio. Nn vi annoio con solita tiritera delle descrizione olfattive e palatali,vi dico soltanto che' mi e' piaciuto..assai,assai.Se costasse qualche eurino in meno da quanto l'ho pagato io,..sarebbe un vino perfetto !


Sono sostanzialmente d'accordo, salvo aggiungere che si tratta di un vino non solo di grande bevibilità, ma anche molto profondo. Non sono d'accordo dove dici "Se costasse qualche eurino in meno...": non so quanto lo hai pagato tu, ma per me 20 euro li vale tutti, fino all'ultimo goccio.


..Ecco,tanto l'avrei voluto pagare :mrgreen: :D ,20eur.Comunque, ne e' valsa la pena...anche con qualche ''spicciolo'' in piu' :wink: .
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda Kalosartipos » 18 apr 2015 06:29

COMPAGNIA DELLE NEBBIE© is back!
Oggi si stapperà.. stay tuned!
:D
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Ziliovino
Messaggi: 3129
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda Ziliovino » 18 apr 2015 08:00

Kalosartipos ha scritto:COMPAGNIA DELLE NEBBIE© is back!
Oggi si stapperà.. stay tuned!
:D


Anche da queste parti questa sera si stappa forte 8) , una parte degli invitati :mrgreen: :

Immagine
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
vinogodi
Messaggi: 28516
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO AD APRILE 2015

Messaggioda vinogodi » 18 apr 2015 14:50

vinogodi ha scritto:...stasera divertente serata a Piacenza all'agriturismo pluristellato "La Scottina" : "Nord vs Sud" con robine originali e piacevoli, alla cieca, per vedere l'effetto che fa. Domani succinto resoconto....
...e divertente è stato . Per ora il "cosa" , sto preparando una bicchieratina domani, appena tempo due righe:
Preaperitivo (per chi aspetta):
Champagne Brut Roederer :D :D :D
Aperitivi:
- Handembourg Milelsimato 2002 : :D :D :D :)
- Champagne Collelction Pierre Doufour Millesimée 1999 : :D :D :D :)
- D'Antan La Scolca 2000 : :D :D :D :D

POI il Nord vs Sud.
BIANCHI:
- Fiano Marsella 2006 ( :D :D :D :) ) vs Chardonnay Lowegang 2006 Alois Lageder ( :D :D :D :) )
- Soave Calvarino Pieropan 2010 ( :D :D :D :) ) vs Trebbiano Valentini 2004 ( :D :D :D :D :) )

ROSSI:
- Montevetrano 2008 ( :D :D :D :D ) vs Chateau Sociando Mallet 2008 ( :D :D :D :D )
- Taurasi Riserva Mastroberardino 1999 ( :D :D :D :D ) vs Barolo Riserva 1999 Vigna Rionda Massolino ( :D :D :D :D :) )
- Lamarein Riserva 2003 ( :D :D :D :D ) vs Kurni Oasi degli Angeli 2003 ( :D :D :D :D )
- Amarone "Barrique" 2007 Zeni ( :D :D :D ) vs Primitivo Adimra 2009 ( :D :D :D :D )

Finale :
- ES + Sole 2012 ( :D :D :D :D )
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: alexer3b, lucastoner, Polpadizucca, Roland, Scompa82, vinogodi e 7 ospiti