CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
vinogodi
Messaggi: 28416
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda vinogodi » 25 mar 2015 21:32

....cosa berremo prossimamente: venerdì sera al Circolo Inzani presso i campi da Rugby di Parma, serata bolle dal mondo e bianchi. Panoramica divertente con belle punte Champagnose (LeclercBriant e Bonnet Gilmert) e italiane (Majolini millesimato e Haldembourg Pas Dosé) ma anche top di Blanquette e Cremant ... ma anche bianchi intriganti sia italiani (Volberg Riserva di Terlano, Villa Bucci, Friulano di Livio Felluga, Renosu di Dettori) che esteri (Chablis Premier Montée de Tonnere Duplessis, Faurchaume Premier Bessin , ma anche Riesling di Allimant Laugner e Marcel Deiss) ...
... poi domenica lo scibile di Riesling tedeschi a Piacenza , con panoramica generale di Kabinett e Auslese di tutti i top (Egon Muller, Donhoff, JohJos Prum, Shafer, Karthauseroff, Sloss Lieser, Haag, Weiss Prum) ma anche un paio di vecchioni di oltre trent'anni (Smhidt Wagner e Georg Brewer) e un finale con Beerenauslese in doppia bottiglia (Donhoff) , Eiswein (Manz) e TBA (Margarethenof) con ringer SGN di Deiss...che sete... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
tricky123
Messaggi: 1167
Iscritto il: 06 giu 2007 18:35
Località: Italia

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda tricky123 » 26 mar 2015 12:06

Ieri sera, Biondi Santi brunello 1985.
Colore granato di media concentrazione e limpidezza.
Naso fresco e mobile, su note secondarie di frutta (prugna, ciliegia), erbe officinali (timo), tabacco, cenni balsamici, catrame vegetale, pietra focaia.
Bocca di medio spessore, tesa per acidità e di buona persistenza.
Ottimo vino ? Sicuramente una buona bottiglia: una gemella di qualche giorno fa non ha però performato allo stesso livello.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2803
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Ludi » 26 mar 2015 14:50

alleg ha scritto:
picenum ha scritto:
miccel ha scritto:Scusate, ma non ho le idee chiare.
C’è una differenza fra un vino come questo, che trovo descritto come “ad ossidazione controllata” o “leggermente ossidato” e un vin jaune vero e proprio come lo Chateau Chalon?
Vitigno a parte, voglio dire; c’è una differenza tecnica nella conservazione e maturazione del vino?

mi scuso io... mi riferivo per quanto mi riguarda allo chateau chalon.


Provo a risponderti io per quello che ho capito, ma se qualcuno avesse notizie piu certe, sarebbe il benvenuto. In questo caso le uve non dovrebbero venire dalla zona chaChateau Chalon, c e un aggiunta di chardonnay ed il tempo passato sotto il tappo dovrebbe essere inferiore ma la filosofia produttiva rimane, non credo ci sia molto di controllato... abbinamenti molto difficili ma il compte e un ottimo aiuto per chi fa fatica con questi vini


lo Chateau Chalon è prodotto da uve Savagnin in purezza ed è affinato in botti scolme sotto un velo di lieviti (voile). I Cotes du Jura (che non siano classificati come Vin Jaune) possono anche essere Savagnin in purezza, ma sono ouillé (ossia, le botti vengono colmate) in modo da controllare l'ossidazione. Macle fa entrambe le tipologie.
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda miccel » 26 mar 2015 20:33

Ludi ha scritto:
alleg ha scritto:
picenum ha scritto:
miccel ha scritto:Scusate, ma non ho le idee chiare.
C’è una differenza fra un vino come questo, che trovo descritto come “ad ossidazione controllata” o “leggermente ossidato” e un vin jaune vero e proprio come lo Chateau Chalon?
Vitigno a parte, voglio dire; c’è una differenza tecnica nella conservazione e maturazione del vino?

mi scuso io... mi riferivo per quanto mi riguarda allo chateau chalon.


Provo a risponderti io per quello che ho capito, ma se qualcuno avesse notizie piu certe, sarebbe il benvenuto. In questo caso le uve non dovrebbero venire dalla zona chaChateau Chalon, c e un aggiunta di chardonnay ed il tempo passato sotto il tappo dovrebbe essere inferiore ma la filosofia produttiva rimane, non credo ci sia molto di controllato... abbinamenti molto difficili ma il compte e un ottimo aiuto per chi fa fatica con questi vini


lo Chateau Chalon è prodotto da uve Savagnin in purezza ed è affinato in botti scolme sotto un velo di lieviti (voile). I Cotes du Jura (che non siano classificati come Vin Jaune) possono anche essere Savagnin in purezza, ma sono ouillé (ossia, le botti vengono colmate) in modo da controllare l'ossidazione. Macle fa entrambe le tipologie.

Beh, vi ringrazio, ora ho capito un po' di più (non proprio tutto, però :? ).
Mi viene in mente che forse il mio Cotes du Jura 2009 potrei provare ad usarlo come aperitivo... (in alternativa all'accoppiamento col più volte menzionato formaggio).
Avatar utente
fabiotatiana
Messaggi: 213
Iscritto il: 22 apr 2009 12:15
Località: firenze

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda fabiotatiana » 26 mar 2015 22:11

Brunello Pietroso 2006
Aperto stasera. Bel colore rubino , unghia mattone classica.
Tenui profumi di frutta rossa , tabacco toscano, cuoio, frutta sotto spirito. In bocca elegante ma non intenso. Io ci ritrovo la frutta rossa ma non altro. Un vino pulito , tradizionale che secondo me si dovrebbe vendere bene che però non ricomprerei. :
masticava caramelle alascane
Avatar utente
kubik
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22 nov 2007 01:20
Località: piemonte

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda kubik » 26 mar 2015 23:47

I Vigneri, Vinudilice brut: il frutto é maturo ma non fiacco, no lieviti, bolla cremosa e finissima pur facendo solo 18 mesi sur lie se ben ricordo, bell'acidità e vena sapida, abbastanza secco, si beve con molta piacevolezza.
Girolamo Russo, Etna Rosso San Lorenzo 2008 : un po troppo legno (e tecnica) ad imbalsamarlo, sbavatura alcolica, si beve anche ma non coinvolge. Un po delusione perché mi ricordavo di averlo assaggiato all'uscita con altra soddisfazione. La 2008 non è anche una bella annata sull'Etna?
Avatar utente
delta
Messaggi: 398
Iscritto il: 08 gen 2013 12:32
Località: SV

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda delta » 27 mar 2015 12:28

Sempre più contento di essermi ricreduto su questa bottiglia
Un Franciacorta onesto
Immagine
Alberto
Spectator
Messaggi: 3753
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Spectator » 27 mar 2015 13:27

..Chianti cl. riserva 2011-Monsanto,Fabrizio Bianchi.Ogni tanto il mio..pusher toscano mi fa capitare..robba bona :D . Naso elegante,sa di fiori secchi,fragoline,ciliegie e viole.Sorso dinamico,armonioso ,di estrema pulizia e media persistenza ; acidita' e alcool perfettamente integrati ne hanno reso la beva piacevole ed estremamente godibile.
Ultima modifica di Spectator il 27 mar 2015 17:27, modificato 2 volte in totale.
bpdino
Messaggi: 1826
Iscritto il: 06 giu 2007 11:04
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda bpdino » 27 mar 2015 13:41

tricky123 ha scritto:Ieri sera, Biondi Santi brunello 1985.
Colore granato di media concentrazione e limpidezza.
Naso fresco e mobile, su note secondarie di frutta (prugna, ciliegia), erbe officinali (timo), tabacco, cenni balsamici, catrame vegetale, pietra focaia.
Bocca di medio spessore, tesa per acidità e di buona persistenza.
Ottimo vino ? Sicuramente una buona bottiglia: una gemella di qualche giorno fa non ha però performato allo stesso livello.


In effetti la seconda btg gemella era messa maluccio: ossidata, marsalata, praticamente andata completamente. Un vero peccato anche per avere aperto quella sfortunata: cose che capitano :(
Bernardo
e-mail: bernardo.pancione@gmail.com
Utente "vecchio" Forum dal 20.Feb.2003
Avatar utente
and.car
Messaggi: 913
Iscritto il: 14 mar 2011 17:47
Località: Padova

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda and.car » 27 mar 2015 17:48

Bourgogne Blanc 2008 - Marc Morey
Frutta bianca matura, qualche fiore e una bella scia minerale.Una bella acidità e un finale sapido e morbido.Buona la lunghezza.
Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell'egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità. [Oscar Wilde]
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda paperofranco » 27 mar 2015 20:38

Brunello di Montalcino 2005 Cerbaiona.
Si presenta scuretto al colore. Le prime note al naso sono "empireumatiche", come direbbero quelli bravi, in modo più prosaico carne arrostita, che si confonde con una traccia idrocarburica/catramosa. Con l'aria si rinfresca, facendosi via via più fragrante e mettendo in evidenza un'espressività d'impronta quasi "solderiana". Bocca succosa e di buona polpa, pur non avendo la tensione e la profondità della grande annata; buona anche la persistenza. Nel complesso, un ottimo brunello, pronto, di grande godibilità adesso, da non aspettare un decennio.

Brunello di Montalcino ris. 1971 Biondi Santi.
Bottiglia perfetta, almeno apparentemente, tappo che mostra i suoi anni, ma niente di strano. Il vino si presenta di un colore vivissimo, surreale per l'età. Naso non un campione di pulizia, su note principalmente terrose e "umide", autunnali, ma un ventaglio un po' ristretto. La bocca è una lama di acidità, incredibile, e tannini che ancora grattano senza cedimento alcuno, tagliando anche in modo un po' brusco la persistenza.
Ora si pone un dilemma con risvolti anche filosofici, dando per scontato che sia una bottiglia perfetta,chiaramente non lo so, mi serve per il ragionamento.
Vino dal fascino indiscusso e indiscutibile, considerando anche che sembra non conoscere un declino, se si pensa solo alla bocca. Ma quanto ho goduto veramente nel berlo? Ad essere sincero, poco o niente. Quindi, in definitiva, bello che sia eterno, ma sarà mai stato o sarà mai veramente piacevole?
Un amico addetto ai lavori, piuttosto esperto della zona, mi ha detto che al tempo andava in bottiglia senza aver fatto la malolattica con dei ph sotto 3, motivo della sua impareggiabile longevità, almeno per i nostrani, ma anche della sua proverbiale durezza.
Altre esperienze con questa boccia?

Charmes-Chambertin GC 1998 Denis Bachelet.
Borgogna matura e bella. Eleganza e spessore, profondità e lunghezza. Un Sig. Gevrey.

Chambertin 2009 Rossignol-Trapet.
Per me decisamente inferiore rispetto al Latricières coetaneo bevuto poco tempo fa. Sicuramente troppo giovane per poterlo giudicare bene, ma faccio davvero fatica a vederci una gran prospettiva. Non trovo la dimensione del Grand Cru. Accademico.
Avatar utente
kubik
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22 nov 2007 01:20
Località: piemonte

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda kubik » 28 mar 2015 10:18

Giuseppe Rinaldi, Barolo Cannubi San Lorenzo-Ravera 2006
Verità e rigore. E' un grande barolo, serio, composto, austero a tratti ma non inavvicinabile, raccolto nella propria ferrea integrità che significa gioventù, tanta, soprattutto dal punto di vista aromatico e di accoglienza. Naso timido ma sufficientemente espressivo per raccontare di un barolo autentico: il frutto è ancora accennato, liquirizia, lievi accenni terrosi ed ematici; al sorso è dritto, verticale, elegante con un passo un pò algido solo perché giovane e ritroso quanto basta a farsi portare rispetto, tannino graffiante ma di grana fine e dolce. È ma soprattutto sarà a mio avviso..
vinogodi
Messaggi: 28416
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda vinogodi » 28 mar 2015 11:24

vinogodi ha scritto:....cosa berremo prossimamente: venerdì sera al Circolo Inzani presso i campi da Rugby di Parma, serata ...
...allora:
- Prosecco Banda Rossa Bortolomiol ( :D :D :) ) sempre piacevole , "meloso" e con leggera vena rotonda vs Blanquette de Limoux Laurens Metohode Traditionelle ( :D :D :D ) questo è quasi agrumato, diritto e con una mela renetta anch'esso veramente piacevole. Grande freschezza ...

- Bianco D'Alessano + Fiano Masseria Jorche 2012 ( :D :D :) ) profumatissimo e di grande appeal al naso, si perde un pò in bocca non tanto per la freschezza quanto per una chiusura decisamente netta e non eccessiva sostanza vs Renosu 2012 Tenute Dettori ( :D :D :D :) ) dal bel giallo intenso, con profumo di mirto e pesca bianca, bocca davvero voluttuosa.

- Hadembourg Pas Dosé ( :D :D :D :) ) sempre bello e cangiante, sapido, intenso nella frutta bianca e con grandissimo impatto al palato. Davvero spumante con i fiocchi ... VS Pas Dosé Riserva milelsimata 2006 Majolini ( :D :D :D :) ): dal colore giallo oro, il naso variegato di frutta gialla e cardamomo (non so che cazzo di sapore abbia ma su Intravino lo evocano per tutti gli spumanti quindi non penso di sbagliare) , bocca ampia e generosa. Bella boccia di Franciacorta, tra l'altro senza amaro finale..
- Friulano 2012 Livio Felluga : ( :D :D :D :) ) produttore che adoro e che meno cagatop non si può, continua a macinare vini eccellenti a prezzi onesti. Questo è quasi verde nel colore, il profumo rimanda alla frutta secca (mandorle e pinoli) , la bocca è di una piacevolezza estrema per sostanza e acidità ... vs Riesling sfdrwrsantesg 2012 Allimand Laugner ( :D :D :D :D ) anche in questo caso piccolo capolavoro di piacevolezza che ha lasciato tutti a bocca aperta e sorpresona della giornata per come si è volatilizzato ... minerale di selce, quarzite, ma anche pirite, roccia basaltica, marmo, grafite, pietra focaia , sassi della Va ldi Taro e mattoni della fornace di Casalbellotto . Attilio Scienza dice che sono cazzate? Lo confermo ma mi andava di descriverlo così...

- Champagne Blanc de Blanc Bonnet Gilmert ( :D :D :D :D ) poderoso ma elegante, coquillage a gogo , silicati, carbonati e sali marini (atlantici) di sottofondo ... vs Champagne Brut LeClerc Briant ( :D :D :D :) ), dall'aspetto elettrizzante per giallo intenso luminoso, naso ricco di frutta gialla e bocca di bella eleganza ma anche vigoria. Entrambi fumati...

- Volberg Pinot Bianco Terlano 2012 ( :D :D :D :) ) davvero buono. Giallo intenso con nuances verdognole, si notava balsamicità originale in un contesto floreale intrigantissimo. Bocca di bella potenza. Bianco ai vertici in Italia senz'altro ... vs Chablis Premier Cru "Faurchaume" 2012 Duplessis ( :D :D :D :) ): anch'esso sapidissimo fin da sembrare "marino" , sambuco e mentuccia, bocca tesa ed essenziale

FINALE con Parmigiano stravecchio : Purpureus 2009 Nicola Ferri ( :D :D :D :) ) fra lo stupore dei presenti, sto personalmente notando una leggera chiusura olfattiva anche se la struttura èsempre solenne e la Prugna Noberasco è sempre in bella evidenza. Mò basta aprirne (anche se è stato adorato dai presenti) perchè se nò mi finisce prima ancora di valutarne la consistenza temporale...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
kubik
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22 nov 2007 01:20
Località: piemonte

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda kubik » 28 mar 2015 13:19

Aggiungo qualche bevuta nelle settimana scorse, oggi sono in vena va e ho ancora tempo, a memoria :mrgreen: :
Le Coste, Rosato 2012: piaciuto poco, naso puzzettoso seppur il frutto ci sia, bocca magra e verticale, di facile beva ma torna la non pulizia.
Marisa Cuomo, Costa d'Amalfi Fiorduva bianco 2012: naso leggiadro di fiori, erbe, a tratti delicatamente dolce ma legno pervenuto quasi zero, bocca tonica e soffice, grande equilibrio e al contempo spinta. bello e buono davvero.
Gauby, Coume Gineste 2009: grandissimo seppur dopo due ore di decanter il naso fosse ancora strano visto che sparava tempera muraria a tutto gas, poi si muove molto e stantuffa una sacco di roba anche indecifrabile ma ammaliante, grande bocca ficcante e coesa, giovane.
Bressan, Schioppettino 2006: prima volta che lo bevo, uno spettacolo! Inizia un pò maturo da pensare alla stanchezza come protagonista, ma l'ossigeno lo libera e vai..! mai sentito tanto pepe in tutti i colori e declinazioni in un vino, bocca anche essa di articolazione, succo e sapidità, tannino risolto e grande beva.
Tenuta S.Francesco, E'iss 2011: uve tintore a piede franco, un vino paragonabile ad un mosto appena finito di fermentare, indietro di brutto, vinoso, crudo e massivo ma non seduto.
Feudi san Maurizio, VdA Vuillermin 2012: delicatissimo peccato abbia tanto legno al naso, bocca lieve e spensierata di grande beva.
Granato 2000 : bottiglia ottimamente conservata, vino integro solo imbalsamato e ingessato nella tecnica? nel legno? non conquista, non ammalia, non seduce seppur tecnicamente ineccepibile e che comunque si beve.
La Scolca, Gavi dei Gavi d'antan 1999: bella sorpresa, ancora verdolino e con 11,5% !! Grande integrità, naso caleidoscopico, c'è una marea di roba con un assetto verso la lieve dolcezza non melensa, in bocca ha grip e agilità, tendenzialmente sul magro, ma c'è tutto. Davvero poco frequentata la scolca ma gran manico e personalità tutte le volte che sento i d'antan e l'etichetta nera, almeno .
Zidarich, Terrano 2010 : vino dicotomico inizialmente, al naso terroso e cupo sembrando avere 10 anni di più almeno, alla cieca per il naso dicevamo un brunello di materia con una 15 anni, invece in bocca di una gioventù e di un acidità spiazzante, tannino finissimo, grande succo, finanche un pò scorbutico nell'assetto. Poi il naso nel bicchiere si alleggerisce parecchio e arriva il frutto rosso e spezie. Spiazzante.
Bisson, Abissi 2012: naso molto suggestivo e piacevole, rarefatto, lievi dolcezze e fiori, no lievito, bocca però semplice con bolla grossetta, piacevole nel complesso e con della personalità ma non vale il prezzo .
Avatar utente
delta
Messaggi: 398
Iscritto il: 08 gen 2013 12:32
Località: SV

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda delta » 28 mar 2015 14:33

Direttamente nel lavandino
:evil:
Immagine
Alberto
ryanc82
Messaggi: 388
Iscritto il: 24 ago 2010 12:59

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda ryanc82 » 28 mar 2015 14:39

delta ha scritto:Direttamente nel lavandino
:evil:
Immagine


Tappo????
Avatar utente
delta
Messaggi: 398
Iscritto il: 08 gen 2013 12:32
Località: SV

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda delta » 29 mar 2015 10:18

ryanc82 ha scritto:
delta ha scritto:Direttamente nel lavandino
:evil:
Immagine


Tappo????


Mai vista una cosa del genere!
Il vino era MARCIO
Tappo perfetto ma già al naso si capiva tutto.....non me lo so spiegare!

Ieri sera Perlè 2007 e Monterossa Saten
Abbiamo poi continuato con un MT di Tiefenbrunner (troppo fruttato per i miei gusti tanto da sembrare un Traminer) e questo Riesling di Nals Margreid.
Il Pitzon 2013 bello fresco e profumato con una bella acidità e una struttura per nulla banale
Davvero buono



Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Alberto
ryanc82
Messaggi: 388
Iscritto il: 24 ago 2010 12:59

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda ryanc82 » 29 mar 2015 13:16

delta ha scritto:
ryanc82 ha scritto:
delta ha scritto:Direttamente nel lavandino
:evil:
Immagine


Tappo????


Mai vista una cosa del genere!
Il vino era MARCIO
Tappo perfetto ma già al naso si capiva tutto.....non me lo so spiegare!



Ho una bottiglia identica in cantinetta dopo pasqua apro e vediamo...
Smarco
Messaggi: 3521
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Smarco » 29 mar 2015 13:24

In questi giorni:
Illuminati Montepulciano d Abruzzo 2012, l ho preso solo perché sto facendo un esperimento e cioè cerco di assaggiare tutti i vini che hanno l adesivo sulle bottiglie dove è riportato il voto che hanno preso sulle varie guide (questo riporta 2 bicchieri), finora ne ho assaggiati pochi dato che ho appena iniziato e comunque anche questo si dimostra come tutti gli altri.... colore rosso inpenetrabile con riflesso violaceo al naso un misto di frutta rossa per niente ben definita e in bocca poca materia anzi quasi nulla, persistenza minima solo un leggero tannino che accompagna il sorso con una chiusura un po amara. Piaciuto per niente

Marche rosso k un, Clara marcelli 2011, avevo letto che era Montepulciano 100% anche se secondo me.... apre su note speziate con frutta rossa, liquirizia e un bel po' di legno che accompagna il tutto ma che non infastidisce, in bocca è abbastanza avvolgente con una bella persistenza leggermente tannico, probabilmente migliorerà col tempo, bel rapporto qualità prezzo anche se al ristorante l ho pagato 20€ :x

Huet le mont sec 2011: la stranezza della serata, il tappo puzzolente come pochi ma il vino fortunatamente non ne ha risentito :? Apre su note di frutta matura dolce, con qualche accenno di floreale la bocca ha un attacco leggerrmente dolce ma poi compare l acidità, non invadente che pulisce il tutto, l impressione è quella di un vino che non durerà ancora molto, ma credo che il tappo comunque abbia fatto la sua parte in qualche modo
Avatar utente
delta
Messaggi: 398
Iscritto il: 08 gen 2013 12:32
Località: SV

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda delta » 29 mar 2015 14:25

ryanc82 ha scritto:
delta ha scritto:
ryanc82 ha scritto:
delta ha scritto:Direttamente nel lavandino
:evil:
Immagine


Tappo????


Mai vista una cosa del genere!
Il vino era MARCIO
Tappo perfetto ma già al naso si capiva tutto.....non me lo so spiegare!





Ho una bottiglia identica in cantinetta dopo pasqua apro e vediamo...


Immagine

Io ho ancora un 2012...vediamo
Ho aperto anche un Vaillons 2011 un paio di mesi fa ed era strepitoso
mah mistero
Alberto
vinogodi
Messaggi: 28416
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda vinogodi » 29 mar 2015 19:46

vinogodi ha scritto:....cosa berremo prossimamente:
... poi domenica lo scibile di Riesling tedeschi a Piacenza
...in sintesi ma domani due commenti, in quanto ci siamo appena alzati di panca ma stasera ho una esterna di birre e la giornata è stata al limite dell'esaltante , sia per chi conosceva superficialmente il Riesling sia per i neofiti del vitigno che hanno avuto la folgorazione sulla via di Damasco. Ci siamo alzati, dopo 5 ore di tavola, da poter ricominciare da capo... cosa?
APERITIVI:
- Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2002 ( :D :D :D :) )
- Champagne Guyot Blanc de Blanc 2002 ( :D :D :D :D )

INTRO:
- Riesling gfsrdvecatggttssaaa 1997 Georg Breuer ( :D :D :D :D )

PRIMA BATTERIA :
-Riesling Kabinett ghsrrrrsttttarewxf Weiss Prum 2013 ( :D :D :D )
- Riesling Kabinett cderrrwwsearqxfa 2013 Merkhelback ( o come cazzo si scrive) :D :D :D
- Riesling Kabinett sdrrwwwwqrstwlprt Schloss Lieser 2913 :D :D :D
- Riesling Kabinett gfffffsstrgsweqaswòp Willie Shafer 2010 ( :D :D :D :) )

SECONDA BATTERIA :
- (stagnolato) Bianca Regina Vendemmia Tardiva Lusenti 2006 ( :D :D :D :) )
- Riesling Kabinett 2011 Donhoff ( :D :D :D )
- Riesling Hermanshole Kabinett 2011 JohJosPrum ( :D :D :D :) )
- Riesling drswsqcsdeaqwtjsrt Spatlese Fritz Haag ( :D :D :D :) )

INTERMEZZO:
- Riesling Spartlese grswwwswtrq 1995 Schmidt ( :D :D :D :D )
- Riesling Schfarzhofberger 2006 Kabinett Egon Muller ( :D :D :D :D :D )

TERZA BATTERIA :
- Riesling Auslese 2011 grwwwsssqqqdddxxx Karthauserof ( :D :D :D :) )
- Riesling Auslese GoldKapsel 2011 fgrswtsrtsqgg Fritz Haag ( :D :D :D :) )
- Riesling Auslese GoldKapsel 2010 fgsqerwxcccsfrwt Shafer ( :D :D :D :D )
- Riesling Auslese 2013 frdsrtwxxxcsqrt JohJos Prum ( :D :D :D :D )

FINALE:
- Riesling Beerenauslese dgsrtwxxagieggd (dopia bottiglia) 2011 Donhoff ( :D :D :D :D :D )
- Eiswein 2000 grsqqqqbdsfrwgtb doppia bottiglia Albert Manz ( :D :D :D :D )

Si è mangiato da Dio con le preparazioni di Antonio adattate ,sia la pasta che gli antipasti che la carne per spezie e salse , al Riesling: cosa da artista ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8657
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda arnaldo » 30 mar 2015 09:27

Immagine

Questa merita un cenno....una delle piu' piu' buone bottiglie bevute in questi ultimi mesi.......
CHATEAU PIBARNON - Bandol 2005 - rubino sfolgorante. Naso subito a palla, cangiante,un vortice di profumi. Frutta, caleidoscopio di spezie, alloro,macchia,mirto....assomiglia ad un grande cannonau.....bocca equilibrata tra parti morbide e dure, in piu' con quel grip unico della mourvedre che impreziosisce il liquido.persistenza lunga e fresca.Gran vino ben oltre i 90 pt.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
vinogodi
Messaggi: 28416
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda vinogodi » 30 mar 2015 09:30

allora:
APERITIVI:
- Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2002 ( :D :D :D :) ) : è ricco e solare. Continuiamo ad accapponirci nel volerlo proporre vicino a grandi Champagne perpetrando delitto di lesa maestà, perchè sempre più sono convinto che il Giulio è mondo a parte e non è con i paragoni irriverenti che gli si rende giustizia, perchè manca in parte quella tensione, sapidità e , soprattutto , "mineralità" tipica degli Champagne con i controcazzi. Detto questo è ampio e solare, ricco di materia e quasi pomposo nel proporsi. Bocca di grande soddisfazione perchè rimane propositivo di enoporcaggine come una milfona ben avezza alle coppe abbondanti , le giarrettiere e tutto ciò che è sovrastruttura per tentare di rivitalizzare qualsivoglia rapporto magari un pò adagiato col tempo.
- Champagne Guyot Blanc de Blanc 2002 ( :D :D :D :D ): gioiellino di freschezza impressionante e integrità sorprendente. Non è solo questo, ma tanto agrume , licorella e mela verde. Chapeau

INTRO:
- Riesling gfsrdvecatggttssaaa 1997 Georg Breuer ( :D :D :D :D ) : sorpreserrima della giornata perchè di giallo oro di terribile efficacia, ricco di materia. Naso rotondo, largo, con pesca gialla, fiori di campo e leggerissimo idrocarburo. Bocca possente , secca ma rotonda, amplissima .... ma come sono buoni i Riesling maturi e ben conservati?

PRIMA BATTERIA :
-Riesling Kabinett ghsrrrrsttttarewxf Weiss Prum 2013 ( :D :D :D ) : Molto flebile ma di eleganza impressionante.Pallidissimo al colore, profumi di mughetto e margherita. Bocca diafanae fresca, da indecente ingollatura .... ma come sono buoni i Riesling giovanissimi ?
- Riesling Kabinett cderrrwwsearqxfa 2013 Merkhelback ( o come cazzo si scrive) :D :D :D : Rotondo e floreale, minerale, sapido, fresco come pochi. Aggiunge anche un pò di ciccia ee il cerchio si chiude. Inutile continuare con la solfa della bevibilità, qui siamo ai vertici mondiali....
- Riesling Kabinett sdrrwwwwqrstwlprt Schloss Lieser 2913 :D :D :D : l'acidità più assassina dell'intera giornata. Gli amanti acidofili emettevano gridolini di compiacimento, penso vino eterno perchè in questa fase in fasce quasi abrasivo...
- Riesling Kabinett gfffffsstrgsweqaswòp Willie Shafer 2010 ( :D :D :D :) ): vincitore della batteria perchè solenne fin dal colore giallo verdolino carico, ma anche per uno spettro olfattivo di prim'ordine, variegato su spartito floreale e minerale, con nette note balsamiche con sottofondo deciso di lime.
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7560
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda zampaflex » 30 mar 2015 10:07

Smarco ha scritto:In questi giorni:
Huet le mont sec 2011: la stranezza della serata, il tappo puzzolente come pochi ma il vino fortunatamente non ne ha risentito :? Apre su note di frutta matura dolce, con qualche accenno di floreale la bocca ha un attacco leggerrmente dolce ma poi compare l acidità, non invadente che pulisce il tutto, l impressione è quella di un vino che non durerà ancora molto, ma credo che il tappo comunque abbia fatto la sua parte in qualche modo


Forse ti ha confuso il profilo olfattivo dello Chenin che appare "dolce" e quasi ossidato (tipica la mela cotogna, meno bello ma presente un sentore di piselli in scatola); però può sempre capitare la boccia stanca.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7560
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda zampaflex » 30 mar 2015 10:10

kubik ha scritto:Aggiungo qualche bevuta nelle settimana scorse, oggi sono in vena va e ho ancora tempo, a memoria :mrgreen: :
Feudi san Maurizio, VdA Vuillermin 2012: delicatissimo peccato abbia tanto legno al naso, bocca lieve e spensierata di grande beva.


Federico, sei sicuro del legno? O meglio, ti ha dato l'impressione di avere usato legno nuovo o piccolo?
Ho bevuto pochi mesi fa il loro Cornalin e non ne ho sentito.

Bella scelta per le altre bocce! :D
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti