CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
vinogodi
Messaggi: 29039
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda vinogodi » 13 mar 2015 14:52

davidef ha scritto:
vinogodi ha scritto:
davidef ha scritto:
vinogodi ha scritto:.. confermo che la 2001 per Romano non è stata annata epica.



Io su questa affermazione sui 2001 ho qualche perplessità ...quale è secondo te l'ordine per le annate quindi da oggi a 1994 ?

...sul 2001 avevo aspettative enormi, ma mi è piaciuto più la 2002, anomala fin che vuoi ma interpretata magistralmente. A me la 2000 è piaciuta molto, ma anche annate "classiche " come 1996 e 1998 . La '99 è stata splendida , ma nel mio cuore rimangono 1994 e 1995 ...



grazie Marco

ti ho chiesto come le mettevi in fila per capire come si son spostati od evoluti i tuoi gusti rispetto a questo produttore ed ai suoi vini e la risposta è stata significativa

al netto di preferenze personali sul singolo vino è chiaro che hai amato maggiormente la fase di Amarone stilizzato ma non eccessivamente tirato, 1994 è magnifico e 1995 lo adoro ma son 2 vini che non sono fino a ieri più nelle idee del produttore, ad esempio mi metti alta la 2002 che è annata difficile dove Dal Forno ha lavorato benissimo ma il vino ha una concentrazione minore con un profilo olfattivo ricco

la 1999 che per te è stata splendida Dal Forno mi ha ribadito più volte che col senno di poi non avrebbe dovuto produrla perchè secondo Lui (da perfezionista qual'è e critico nei confronti del suo lavoro) non è un vino che oggi rientrebbe negli standard di quello che ritiene debba andare in bottiglia con la scritta Amarone, anche questo mi fa pensare che ami più la strada fino al 2000

la 1997 non la metti ? quella di lunedì sera era grande grande...talmente fresco che pensavo fosse un 2001 pensa te :lol: salvo avere una apertura aromatica ben maggiore in questa fase

invece vedo che non citi nulla dopo 2002, la immensa 2004 e 2006/2008 non ti son piaciute o non le hai assaggiate ? io penso che la 2004 sarà uno dei riferimenti assoluti della zona (e non solo) tra vent'anni per tutti quelli che potranno berla tenuta bene, oggi ovviamente sarebbe un reato stapparla

pensa che ti ho conosciuto che ti eri spostato in blocco visceralmente verso Dal Forno proveniendo da Quintarelli ed oggi mi sembra che stai facendo nettamente il percorso inverso...deve essere la Borgogna che ti ha rovinato come aspettative :mrgreen:

...la 1997 è per me freudiana, forse per questo l'ho omess, non volutamente. Semplicemente è talmente grande da fare discorso a parte , perchè sintesi di ciò che ho sempre voluto da Romano : potenza, precisione stilistica, struttura debordante , intensità sopra le righe. Dici bene , il tempo e l'età , complice annate clamorosamente buone , soprattutto alcune annate storiche "Riserva" mi hanno riconciliato con il vecchio Quintarelli, anche se 2004 e 2005 per me sono annate decisamente in "definizione" e le sto attendendo con pazienza dopo alcuni dubbi. Di annate post 2002 di Dal Forno sono convinto eccome (anche della 2003) , ma sono anche deciso ad aspettarle con pazienza perchè pur amandone la mostruosa complessione fisica, il tempo le amalgama come nessun altro vino ha bisogno.comunque sarò ancora da lui a Giugno per assaggiare le novità sia in bottiglia che in botte, forse anche per la guida, altrimenti ... per i cazzi miei come al solito , che non ho bisogmno di "assaggi ufficiali" per godere delle enormità organolettiche di Romano.... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8700
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda arnaldo » 13 mar 2015 15:31

davidef ha scritto:prosciutto sugli occhi, piuttosto mi porta spesso a ragionare sul progetto che sta dietro ad un vino con i diretti interessati in modo meno da scampagnata in cantina e magari condividerne od analizzarne criticità ed aspetti interessanti...a me piace molto perchè si ragiona su aspetti colturali, cantina, interazioni delle uve per annata ecc. ecc., poi è più facile comprendere alcuni aspetti e scegliere cosa ti piace o meno

)


:roll: :roll: :roll: sto rileggendo piu' volte e faccio fatica... :roll: :roll: mi spiego meglio......se io sto assieme piu' volte col produttore...........sulla scorta del bevuto (annata per annata) gli chiedo un suo parere, su che annata/vino gli è riuscita piu' o meno. Se è onesto, te lo dira'. Annata x me SI, annata x me NO. Senza tanti fronzoli o giri di parole, su progetti,aspetti culturali,interazioni o comunicazioni.
Rispetto alle 2 meta' degli anni 90......nei primi anni 2000 ha cambiato barriques, ha cambiato tempi di appassimento o cosa ??? Il succo del discorso sta tutto li'.
i 2000/2001 lasciandoli li' ancora 10 anni.....cambieranno? diventeranno come i 95/97 ???
perchè ad esempio il 95 e il 97 sono moooolto piu' buoni del 2000 e 2001 ??????
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8700
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda arnaldo » 13 mar 2015 15:36

vinogodi ha scritto:dubbi. Di annate post 2002 di Dal Forno sono convinto eccome (anche della 2003) , ma sono anche deciso ad aspettarle con pazienza perchè pur amandone la mostruosa complessione fisica, il tempo le amalgama come nessun altro vino ha bisogno)


Ecco. probabilmente bisogna aspettarle x tanto tempo. il 2000 l'ho bevuto ad esempio a novembre 2013, e il 2001 il mese dopo.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8700
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda arnaldo » 13 mar 2015 15:42

davidef ha scritto:detto ciò il 2001 è un vino in fase di chiusura, oltretutto la sua cifra stilistica nel medio termine non sarà sicuramente la variegatezza olfattiva, piuttosto la ricerca di alzare una asticella verso parametri oggi meno interessanti forse...la freschezza comunque era sempre un aspetto che non dovrebbe essere venuto meno

penso che tra 5/6 anni di questi 2001 ne ridiscuteremo, ne ho la convinzione 8)


La variegatezza olfattiva non è l'obiettivo nel medio termine. Peccato, intanto sono passati gia' una decina di anni,siamo nel 2015. Nel lungo periodo....quale vuol essere la sua cifra stilistica ? Quali erano i parametri di allora ritenuti oggi meno interessanti ??? IL volume d'estrazione/massa ??? Allora quando dico Grosso,quasi imbolsito forse c'ho ragione ??? O è meglio dire fase di chiusura ???
vabbe', gli diamo un po' di fiducia e attesa,ci mancherebbe.
ma sbaglio,o eravamo Quintarelli Boys ???? :D :D :lol:
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8700
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda arnaldo » 13 mar 2015 15:47

Davide... :lol: :lol: :lol: porta pazienza.....siamo rimasti in 3 gatti qua' dentro.... :lol: :lol: parliamo tra di noi.....anzi ti telefono.... :lol: :lol: :lol: facciamo prima.... :lol: :lol: :lol: bisogna pur dargli ossigeno o sto cacchio di forum......anzi opterei per una bella aspirina!!!!! :lol:
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda davidef » 13 mar 2015 16:49

arnaldo ha scritto:
davidef ha scritto:prosciutto sugli occhi, piuttosto mi porta spesso a ragionare sul progetto che sta dietro ad un vino con i diretti interessati in modo meno da scampagnata in cantina e magari condividerne od analizzarne criticità ed aspetti interessanti...a me piace molto perchè si ragiona su aspetti colturali, cantina, interazioni delle uve per annata ecc. ecc., poi è più facile comprendere alcuni aspetti e scegliere cosa ti piace o meno

)


:roll: :roll: :roll: sto rileggendo piu' volte e faccio fatica... :roll: :roll: mi spiego meglio......se io sto assieme piu' volte col produttore...........sulla scorta del bevuto (annata per annata) gli chiedo un suo parere, su che annata/vino gli è riuscita piu' o meno. Se è onesto, te lo dira'. Annata x me SI, annata x me NO. Senza tanti fronzoli o giri di parole, su progetti,aspetti culturali,interazioni o comunicazioni.
Rispetto alle 2 meta' degli anni 90......nei primi anni 2000 ha cambiato barriques, ha cambiato tempi di appassimento o cosa ??? Il succo del discorso sta tutto li'.
i 2000/2001 lasciandoli li' ancora 10 anni.....cambieranno? diventeranno come i 95/97 ???
perchè ad esempio il 95 e il 97 sono moooolto piu' buoni del 2000 e 2001 ??????



ma a me i pareri li danno, pure quelli che non si possono scrivere :mrgreen: :mrgreen:

discorso stile, ne abbiamo già scritto, ci sono sostanzialmente 3 momenti...i vini '94/'95/'97, i vini a cavallo del 2000, i vini dal 2004/2006 in poi, in mezzo ci stanno aspettative diverse, sperimentazioni, ricerca di freschezza differenza e di integrità del frutto inteso come sensazione nitida priva di impronta ossidativa che l'appassimento tende a dare...non è semplicissimo da riassumere in 2 parole ma il concetto è che son 3 microperiodi

i più buoni da bere oggi, se uno ama la "classicità", sono il periodo '94-'97, 2001 ha potenzialità enormi ma è pure frutto di una ricerca che ha prodotto un vino lentissimo e verrà fuori tra molto, 2004 la bottiglia da avere in cantina. dal 2006 in avanti un allineamento su una impronta leggermente ripensata con moderazione ma sempre con la barra della qualità al primo posto (per le idee del produttore ovviamente)

il 2001 non sarà mai come il 1995, è un vino nato diverso dalle prime fasi fino all'imbottigliamento, con altre mire...quanto lasciarlo lì ? berresti tu oggi Latour 2001 ? io al massimo una per vedere che effetto fa ma so già che me le comincio a giocare tra 10 anni, questi son vini che nelle annate grandi dovrebbero avere quel tipo di respiro...almeno nelle intenzioni, capiscimi 8)
docfa0332
Messaggi: 4785
Iscritto il: 20 apr 2009 18:00
Località: cittiglio

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda docfa0332 » 13 mar 2015 16:49

qualcosa dell'ultimo periodo poco pretenzioso :
pecorino giocheremo con i fiori di torredei beati :D :D :D piaciuto , fresco e abbastanza teso apprezzato di piu il giorno successivo boh
es 2013 GianfrancoFino :D :D :D :D :D non è il vino che bevo di solito per tipologia ma per incredibile troppo buono
Terrazzi alti valtellina superiore :D :D :D buono , scarichino di colore ma discreta acidità non difficile da bere , discreti profumi , per me valtellina solito problema non cè rapporto qualità prezzo troppo cari
Brunello di Montalcino ris 2001 il palazzone, :D :D :D :D dimenticate in cantina , veramentre buono ancora profumi nitidi non sfuocati , più balsamico in apertura e frutto in uscita dopo, veramente piaciuto

Spero di contribuire alla vita del forum anche se non bravo nelle descrizioni
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda davidef » 13 mar 2015 16:55

arnaldo ha scritto:
ma sbaglio,o eravamo Quintarelli Boys ???? :D :D :lol:


vinobuono Boys... 8)

scherzi a parte fino a ieri si, ma ora stiamo giocando su annate post 2000 ed io dal 2004 in su i miei eurini non li metto certo nei vini messi in commercio oggi a Negrar, se penso al 2004 Dal Forno ed al 2004 Quintarelli non c'è partita, ho bevuto recentemente alla cieca bicchieri a fianco 2004 Quintarelli e 2008 dal Forno...manco che manco

dal 1990 in giù è fin troppo ovvio, sui vini 1995/1997 parliamone, sulla 1995 per me vince Dal Forno, sulla 1997 potrebbe essere uno spareggio, la 1998 sarei più su Quintarelli, la 1999 dal Forno ha prodotto (anche se poi non ha amato quel vino) e Quintarelli non ha prodotto (discreto Rosso del Bepi...e sottolineo discreto) la 2000 Quintarelli nettamente, la 2001 Quintarelli non ha prodotto e Dal Forno si, la 2003 bho...dal 2004 in poi fine, giochi chiusi
Avatar utente
and.car
Messaggi: 929
Iscritto il: 14 mar 2011 17:47
Località: Padova

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda and.car » 13 mar 2015 18:31

davidef ha scritto:
arnaldo ha scritto:
ma sbaglio,o eravamo Quintarelli Boys ???? :D :D :lol:


vinobuono Boys... 8)

dal 1990 in giù è fin troppo ovvio, sui vini 1995/1997 parliamone, sulla 1995 per me vince Dal Forno, sulla 1997 potrebbe essere uno spareggio, la 1998 sarei più su Quintarelli, la 1999 dal Forno ha prodotto (anche se poi non ha amato quel vino) e Quintarelli non ha prodotto (discreto Rosso del Bepi...e sottolineo discreto) la 2000 Quintarelli nettamente, la 2001 Quintarelli non ha prodotto e Dal Forno si, la 2003 bho...dal 2004 in poi fine, giochi chiusi


Ottimo..da: consiglio per gli acquisti :lol:
Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell'egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità. [Oscar Wilde]
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda paperofranco » 13 mar 2015 20:24

Io mi domando come fate a bere certa roba.
Smarco
Messaggi: 3784
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Smarco » 13 mar 2015 21:16

Oggi sotto consiglio di un forumista sono andato da: Walter o Valter? Mattoni, abito a neanche 6 km e non ci ero mai stato.... Forse perché non sapevo cosa mi perdevo, a parte il personaggio che è Valter, ma soprattutto per i suoi vini, in particolare il rossobordo ottenuto da uve granache, splendido al naso tutto ben definito ma è in bocca che da il meglio di se con una persistenza ottima, il trebbiano quello che meno mi ha colpito all inizio un po' puzzoso ma poi cambia su note di frutta bianca molto leggere, in bocca c'è la sostanza ma perde un po' in persistenza, il cerasuolo invece è un ottimo qualità prezzo un po' di pietra focaia/polvere da sparo, ciliegia sotto spirito, caramello, in bocca è denso e persistente con un leggero tannino, ripeto ottimo qualità prezzo
Tutti molto alcolicici: rossobordo 14,5 (ma lui dice 15,5) trebbiano 14 cerasuolo 14 l alcol comunque ben integrato forse un po' meno sul cerasuolo
Avatar utente
picenum
Messaggi: 903
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda picenum » 13 mar 2015 21:46

Smarco ha scritto:Oggi sotto consiglio di un forumista sono andato da: Walter o Valter? Mattoni, abito a neanche 6 km e non ci ero mai stato.... Forse perché non sapevo cosa mi perdevo, a parte il personaggio che è Valter, ma soprattutto per i suoi vini, in particolare il rossobordo ottenuto da uve granache, splendido al naso tutto ben definito ma è in bocca che da il meglio di se con una persistenza ottima, il trebbiano quello che meno mi ha colpito all inizio un po' puzzoso ma poi cambia su note di frutta bianca molto leggere, in bocca c'è la sostanza ma perde un po' in persistenza, il cerasuolo invece è un ottimo qualità prezzo un po' di pietra focaia/polvere da sparo, ciliegia sotto spirito, caramello, in bocca è denso e persistente con un leggero tannino, ripeto ottimo qualità prezzo
Tutti molto alcolicici: rossobordo 14,5 (ma lui dice 15,5) trebbiano 14 cerasuolo 14 l alcol comunque ben integrato forse un po' meno sul cerasuolo

Walter Mattoni detto la roccia, ma come non lo conoscevi??? il trebbien è variabile, non male, non hai assaggiato il suo pluripremiato montepulciano (l'arshura) di cui la 2011 dicono fosse fantastica... sul bordò (ma mi sembra di avertelo detto troppe volte) ca@@arola vai un poco più su, da castorano la strada che sale per borgo miriam, da Capriotti (poderi san lazzaro) il suo bordò è il più economico di tutti ed è F A V O L O S O !!! (anche se poi costa comunque un pochino... 45€)
Smarco
Messaggi: 3784
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Smarco » 13 mar 2015 22:05

picenum ha scritto:
Smarco ha scritto:Oggi sotto consiglio di un forumista sono andato da: Walter o Valter? Mattoni, abito a neanche 6 km e non ci ero mai stato.... Forse perché non sapevo cosa mi perdevo, a parte il personaggio che è Valter, ma soprattutto per i suoi vini, in particolare il rossobordo ottenuto da uve granache, splendido al naso tutto ben definito ma è in bocca che da il meglio di se con una persistenza ottima, il trebbiano quello che meno mi ha colpito all inizio un po' puzzoso ma poi cambia su note di frutta bianca molto leggere, in bocca c'è la sostanza ma perde un po' in persistenza, il cerasuolo invece è un ottimo qualità prezzo un po' di pietra focaia/polvere da sparo, ciliegia sotto spirito, caramello, in bocca è denso e persistente con un leggero tannino, ripeto ottimo qualità prezzo
Tutti molto alcolicici: rossobordo 14,5 (ma lui dice 15,5) trebbiano 14 cerasuolo 14 l alcol comunque ben integrato forse un po' meno sul cerasuolo

Walter Mattoni detto la roccia, ma come non lo conoscevi??? il trebbien è variabile, non male, non hai assaggiato il suo pluripremiato montepulciano (l'arshura) di cui la 2011 dicono fosse fantastica... sul bordò (ma mi sembra di avertelo detto troppe volte) ca@@arola vai un poco più su, da castorano la strada che sale per borgo miriam, da Capriotti (poderi san lazzaro) il suo bordò è il più economico di tutti ed è F A V O L O S O !!! (anche se poi costa comunque un pochino... 45€)

Lo conoscevo ma non avevo mai approfondito "a dovere" comunque già stava a fa il tirchio per il rossobordo, l arshura non me lo avrebbe fatto assaggiare mai anche se secondo me dopo un paio di bicchieri in più cedeva sicuro, non pensavo faceva così poche bottiglie...
Smarco
Messaggi: 3784
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Smarco » 13 mar 2015 22:19

gabresso ha scritto:ho mandato Smarco da Mattoni... proprio per la grenache .. sono contento gli sia piaciuta... e concordo sul cerasuolo che ha un ottimo rapporto qualità prezzo.
In loco il vitigno Bordo' come lo chiamano loro ...è UNA BOMBA !!!!
chiaro Casolanetti la fa un po' da padrona... ma per il kupra oggi giorno ci voglio troppi euri... gli ho detto di provare anche quello di Pantaleone...( caruccio anche quello)... e se voleva di spostarsi piu' in la .. da Le Caniette .. ma soprattutto da Paolo PODERI SAN LAZZARO.... che è senz'altro la migliore come rapporto qualità prezzo! certo Casolanetti ha messo la mano in tutte queste cantine e un po' si vede...cmq sia... prima o poi provatele....non ve ne pentirete !!

Pantaleone non so perché ma mi sta un po' sul... :D comunque approfondirò il discorso grenache sicuramente per ora però v/Walter mi ispira di più :mrgreen:
Avatar utente
gabresso
Messaggi: 1349
Iscritto il: 21 ago 2011 14:38
Località: Milano provincia

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda gabresso » 13 mar 2015 22:21

ho mandato Smarco da Mattoni... proprio per la grenache .. sono contento gli sia piaciuta... e concordo sul cerasuolo che ha un ottimo rapporto qualità prezzo.
In loco il vitigno Bordo' come lo chiamano loro ...è UNA BOMBA !!!!
chiaro Casolanetti la fa un po' da padrona... ma per il kupra oggi giorno ci voglio troppi euri... gli ho detto di provare anche quello di Pantaleone...( caruccio anche quello)... e se voleva di spostarsi piu' in la .. da Le Caniette .. ma soprattutto da Paolo PODERI SAN LAZZARO.... che è senz'altro la migliore come rapporto qualità prezzo! certo Casolanetti ha messo la mano in tutte queste cantine e un po' si vede...cmq sia... prima o poi provatele....non ve ne pentirete !!
Smarco
Messaggi: 3784
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Smarco » 13 mar 2015 22:22

picenum ha scritto:
gabresso ha scritto:Paolo PODERI SAN LAZZARO.... che è senz'altro la migliore come rapporto qualità prezzo! provatele....non ve ne pentirete !!

io ci vado tutti gli anni e mi ha raccontato di un avido milanese che gli aveva comprato qualche bottiglia e poco dopo lo ha richiamato per farsene spedire delle altre prima che finissero (neanche 900 bottiglie prodotte :shock: ) ...fossi tu?

ps. (io scherzo è)
gabresso ha scritto:ho mandato Smarco da Mattoni... proprio per la grenache .. sono contento gli sia piaciuta... e concordo sul cerasuolo che ha un ottimo rapporto qualità prezzo.
In loco il vitigno Bordo' come lo chiamano loro ...è UNA BOMBA !!!!
chiaro Casolanetti la fa un po' da padrona... ma per il kupra oggi giorno ci voglio troppi euri... gli ho detto di provare anche quello di Pantaleone...( caruccio anche quello)... e se voleva di spostarsi piu' in la .. da Le Caniette .. ma soprattutto da Paolo PODERI SAN LAZZARO.... che è senz'altro la migliore come rapporto qualità prezzo! certo Casolanetti ha messo la mano in tutte queste cantine e un po' si vede...cmq sia... prima o poi provatele....non ve ne pentirete !!

A sto punto si può organizza na cosa tutta a base grenache
Avatar utente
picenum
Messaggi: 903
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda picenum » 13 mar 2015 22:33

gabresso ha scritto:Paolo PODERI SAN LAZZARO.... che è senz'altro la migliore come rapporto qualità prezzo! provatele....non ve ne pentirete !!

io ci vado tutti gli anni e mi ha raccontato di un avido milanese che gli aveva comprato qualche bottiglia e poco dopo lo ha richiamato per farsene spedire delle altre prima che finissero (neanche 900 bottiglie prodotte :shock: ) ...fossi tu?

ps. (io scherzo è)
Avatar utente
gabresso
Messaggi: 1349
Iscritto il: 21 ago 2011 14:38
Località: Milano provincia

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda gabresso » 13 mar 2015 22:43

picenum ha scritto:
gabresso ha scritto:Paolo PODERI SAN LAZZARO.... che è senz'altro la migliore come rapporto qualità prezzo! provatele....non ve ne pentirete !!

io ci vado tutti gli anni e mi ha raccontato di un avido milanese che gli aveva comprato qualche bottiglia e poco dopo lo ha richiamato per farsene spedire delle altre prima che finissero (neanche 900 bottiglie prodotte :shock: ) ...fossi tu?

ps. (io scherzo è)


mi sa di si... sono stato li a Luglio... poi a Ottobre via mail ho fatto un altro ordine...e a Novembre mi ha invitato ad una degustazione in AIS dove l'ho raggiunto solo per finirgli la bottiglia sottobanco che aveva !...sicuro saro' io !!
ma la prossima volta ci mando Smarco... lui è bravo molto più di me a trattare sui prezzi :mrgreen: !!
Smarco
Messaggi: 3784
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Smarco » 14 mar 2015 00:44

gabresso ha scritto:
picenum ha scritto:
gabresso ha scritto:ma la prossima volta ci mando Smarco... lui è bravo molto più di me a trattare sui prezzi :mrgreen: !!


Allora sci... :lol: :lol:
barone79
Messaggi: 3400
Iscritto il: 04 gen 2008 03:22
Località: arezzo/perugia

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda barone79 » 14 mar 2015 01:29

BRUNELLO DI MONTALCINO BIONDI SANTI 1999
al naso presenta ciliegia e un bel sentore di violetta,leggera speziatura poi tabacco dolce,terra, foglie secche e sottobosco,humus e macchia mediterranea e a tratti qualche sensazione ematica/ferrosa,bocca elegantissima, vino di struttura ma potenza solo sussurrata,bella nota minerale che si ritrova anche nel finale decisamente appagante ,tannino fittissimo e perfettamente addomesticato,fresco al sorso ma non particolarmente tagliente come nei primi anni di vita,credo che i 16 anni di bottiglia abbiano smussato gli impeti e le spigolosità e sta iniziando ad essere estremamente equilibrato tanto che la bottiglia è finita in un amen abbinata ad una tagliata alle erbette aromatiche.
piaciuto molto,buono oggi e per diversi anni ancora.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13250
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Kalosartipos » 14 mar 2015 07:27

Ieri sera, con la scusa di un "brasato+polenta" da un nuovo amico, ritrovo della COMPAGNIA DELLE NEBBIE© per stappare qualche bottiglia random..

Di questa ne ho bevute di meglio (peccato, perchè era la mia bottiglia :roll: )
Immagine
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13250
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Kalosartipos » 14 mar 2015 07:27

Piaciuto il Bricat, molto meno il Villero.
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13250
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Kalosartipos » 14 mar 2015 07:29

Gran bottiglia il Rabajà '06 (colore scarico, frutto chiaro, arancia rossa) del CASTELLO DI VERDUNO, piaciuti veramente poco gli altri..
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13250
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Kalosartipos » 14 mar 2015 07:31

Queste buone, piaciuto anche di più il Brunello Riserva '01 (bel frutto rosso), che non ricordo di avere mai sentito.
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13250
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Kalosartipos » 14 mar 2015 07:35

Si è finito con questo passito biodinamico (da uva Merlot.. :roll: )... servito a temperatura sbagliata (ambiente), come pure l'abbinamento con biscotti "maison" ai fiocchi di cereali (buonissimi... uno tira l'altro, come le ciliegie).
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti