CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
vinogodi
Messaggi: 28624
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda vinogodi » 07 mar 2015 11:12

delta ha scritto:Barolo Cannubi 2010 Brezza
un po' giovane e legato

Immagine

Immagine
...come mai l'hai versato nel pisoir ?
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Spectator
Messaggi: 3776
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Spectator » 07 mar 2015 12:52

vinogodi ha scritto:
delta ha scritto:Barolo Cannubi 2010 Brezza
un po' giovane e legato

Immagine

Immagine
...come mai l'hai versato nel pisoir ?


...Si chiama...decanter :lol: .
vinogodi
Messaggi: 28624
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda vinogodi » 07 mar 2015 13:15

Spectator ha scritto:
vinogodi ha scritto:
delta ha scritto:Barolo Cannubi 2010 Brezza
un po' giovane e legato

Immagine

Immagine
...come mai l'hai versato nel pisoir ?


...Si chiama...decanter :lol: .
...no, no... mi sembra proprio il "pappagallo" che usano all'ospedale Olio Po di Casalmaggiore .
PS: ma per un vino del 2010 , la candela serve perchè manca qualche diottria e quindi come facilitatore luminoso per infilare meglio il buco? 8) ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
marcolanc
Messaggi: 679
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda marcolanc » 07 mar 2015 16:26

Ieri sera ho bevuto una Ribolla 1999 di Gravner. E mi ha dato da pensare. Ricordo di avere letto (o visto?) un'intervista in cui raccontava il motivo che lo portò all'utilizzo delle anfore: l'idea era di tornare alle "origini" per evitare l'omologazione che stava caratterizzando i vini occidentali.
Se non sbaglio, la 1999 fu una delle ultime annate uscite usando ancora legno ed era da un bel pezzo che non bevevo vini di Gravner pre-anfora.
Versato nel bicchiere, è subito impressionante: più che un vino, ricorda quasi un distillato. Non lo definirei un "orange wine", ma un "brown wine! :D
Il naso è immediatamente esplosivo. E in bocca conserva una freschezza fantastica (quando si dice: 16 anni e non sentirli!), ma pure una piacevole sapidità. È un concentrato di sensazioni: si va dall'arancia al caramello, dalle note floreali alla resina. È una continua evoluzione sia nel bicchiere che in bocca.
In due parole: che buono!!! :D
Avatar utente
delta
Messaggi: 398
Iscritto il: 08 gen 2013 12:32
Località: SV

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda delta » 07 mar 2015 16:31

vinogodi ha scritto:
Spectator ha scritto:
vinogodi ha scritto:
delta ha scritto:Barolo Cannubi 2010 Brezza
un po' giovane e legato

Immagine

Immagine
...come mai l'hai versato nel pisoir ?


...Si chiama...decanter :lol: .
...no, no... mi sembra proprio il "pappagallo" che usano all'ospedale Olio Po di Casalmaggiore .
PS: ma per un vino del 2010 , la candela serve perchè manca qualche diottria e quindi come facilitatore luminoso per infilare meglio il buco? 8) ...


ah ah ah
ha fatto tutto il tizio del ristorante
:lol:
Alberto
Avatar utente
xoan
Messaggi: 1122
Iscritto il: 13 nov 2012 23:58

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda xoan » 07 mar 2015 16:54

delta ha scritto:mi piace assai....
Immagine
invia immagini


E la foto del prestige ca del bosco?
Avatar utente
delta
Messaggi: 398
Iscritto il: 08 gen 2013 12:32
Località: SV

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda delta » 07 mar 2015 17:19

xoan ha scritto:
delta ha scritto:mi piace assai....
Immagine
invia immagini


E la foto del prestige ca del bosco?


non volevo viziarvi troppo
:lol:
Alberto
paolik
Messaggi: 2051
Iscritto il: 06 giu 2007 19:31
Località: Barbarano Mossano

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda paolik » 07 mar 2015 19:32

Oggi a pranzo bevuto gottardi riserva 2009 - guyon bourgogne 2009 ho voluto fare il confronto fra 2 pinot noir che costano circa uguale, risultato nella prima parte della bevuta l'italico ha nettamente prevalso, per poi nel secondo tempo le parti si sono nettamente invertite a favore del francese, il gottardi si e' come spento, il frrancese invece si e' aperto e come ringiovanito staccando il gottardi.
peccato perché all'inizio il gottardi era risultato piu' complesso e con uno spretto di profumi e di gusto molto piu' ampio del francese, risultato piu' di facile beva ma monocorde rispetto all'altro.
Perdonate le mie note elementari ma tutte le varie sfumature che spesso altri ci mettono, ma a me mancano :oops:
Avatar utente
Pot
Messaggi: 2079
Iscritto il: 15 lug 2010 13:59
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Pot » 07 mar 2015 19:51

delta ha scritto:
vinogodi ha scritto:
Spectator ha scritto:
vinogodi ha scritto:
delta ha scritto:Barolo Cannubi 2010 Brezza
un po' giovane e legato

Immagine

Immagine
...come mai l'hai versato nel pisoir ?


...Si chiama...decanter :lol: .
...no, no... mi sembra proprio il "pappagallo" che usano all'ospedale Olio Po di Casalmaggiore .
PS: ma per un vino del 2010 , la candela serve perchè manca qualche diottria e quindi come facilitatore luminoso per infilare meglio il buco? 8) ...


ah ah ah
ha fatto tutto il tizio del ristorante
:lol:


Cantina troppo fredda, la candela serve per stiepidire leggermente il vino 8)
A me sembra attaccata alla bottiglia...
...La vita va corretta, eccome, è troppo dura da buttare giù liscia
vinogodi
Messaggi: 28624
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda vinogodi » 07 mar 2015 20:09

...stasera ho ospiti... mò vado in cantinetta del giorno pechè devo ancora decidere: domani due (o tre) note... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Ziliovino
Messaggi: 3136
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Ziliovino » 07 mar 2015 22:14

Soave Classico 2010 – Suavia. In un momento ottimale di beva, alla freschezza floreale si è aggiunta la frutta matura e qualche tono di evoluzione con un accenno di cere e propoli. Bocca di buon equilibrio. Semplice ma proprio ben fatto…

Chianti Classico Riserva Il Grigio 2001 – San Felice. Colorone scuro e senza cedimenti, naso di ciliegie e amarene, mon cheri, spezie dolci, garofano, bocca piena e di struttura, rotonda e di buon equilibrio. Nel complesso un bel vino, ottima tenuta del tempo, ma mai avrei detto sangiovese…

Chianti Classico Riserva 1995 – San Giusto a Rentennano. Colore ancora bellissimo, leggera riduzione al naso che se ne va quasi subito, il vino fatica però ad aprirsi, viole, un tocco di frutta, spezie orientali. In bocca ha bella grinta, equilibrio decisamente raggiunto, va giù che è un piacere…

Barbera d’Asti Bricco della Bigotta 2004 – Giacomo Bologna. Effluvio di frutta scura al naso, un accenno di spezie e mirtilli, bocca di gran bel equilibrio, tendente comunque al rotondo e ricco. Non gli si possono proprio trovar difetti…
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
delta
Messaggi: 398
Iscritto il: 08 gen 2013 12:32
Località: SV

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda delta » 07 mar 2015 23:08

Questa sera Barbaresco 2009 di Barale
Bello schietto e senza tanti preamboli
Mi è piaciuto molto :)


Immagine
Alberto
max.giuli
Messaggi: 377
Iscritto il: 02 lug 2010 00:00
Località: L'Aquila

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda max.giuli » 08 mar 2015 03:12

Brunello Pian delle Vigne 2006:
Non avevo molte aspettative ma nemmeno preconcetti.
Appena aperto e decantato subito pronto al naso su note dolci e suadenti che sono defunte con tutto il resto degli odori dopo una mezzora ad esagerare. Bocca acquosa e cedevole su corteccia. Insomma una delusione.
alì65
Messaggi: 11779
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda alì65 » 08 mar 2015 08:07

delta ha scritto:
vinogodi ha scritto:
Spectator ha scritto:
vinogodi ha scritto:
delta ha scritto:Barolo Cannubi 2010 Brezza
un po' giovane e legato

Immagine

Immagine
...come mai l'hai versato nel pisoir ?


...Si chiama...decanter :lol: .
...no, no... mi sembra proprio il "pappagallo" che usano all'ospedale Olio Po di Casalmaggiore .
PS: ma per un vino del 2010 , la candela serve perchè manca qualche diottria e quindi come facilitatore luminoso per infilare meglio il buco? 8) ...


ah ah ah
ha fatto tutto il tizio del ristorante
:lol:


la prossima volta digli tu dove deve mettere quella candela..... :wink:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
alì65
Messaggi: 11779
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda alì65 » 08 mar 2015 08:09

marcolanc ha scritto:Ieri sera ho bevuto una Ribolla 1999 di Gravner. E mi ha dato da pensare. Ricordo di avere letto (o visto?) un'intervista in cui raccontava il motivo che lo portò all'utilizzo delle anfore: l'idea era di tornare alle "origini" per evitare l'omologazione che stava caratterizzando i vini occidentali.
Se non sbaglio, la 1999 fu una delle ultime annate uscite usando ancora legno ed era da un bel pezzo che non bevevo vini di Gravner pre-anfora.
Versato nel bicchiere, è subito impressionante: più che un vino, ricorda quasi un distillato. Non lo definirei un "orange wine", ma un "brown wine! :D
Il naso è immediatamente esplosivo. E in bocca conserva una freschezza fantastica (quando si dice: 16 anni e non sentirli!), ma pure una piacevole sapidità. È un concentrato di sensazioni: si va dall'arancia al caramello, dalle note floreali alla resina. È una continua evoluzione sia nel bicchiere che in bocca.
In due parole: che buono!!! :D


fino alla 2000 erano vini mezze vigogne, nel senso di anfora e botte mischiati, in quale percentuale non saprei ma la 99, assieme a quallche 98, è l'unica annata presente in cantina di Breg, una grandissima riuscita
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
vinogodi
Messaggi: 28624
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda vinogodi » 08 mar 2015 12:12

vinogodi ha scritto:...stasera ho ospiti... mò vado in cantinetta del giorno pechè devo ancora decidere: domani due (o tre) note... 8)
...direi non male:
- Champagne Corbon "Prestige" : rimane bolla di assoluta eleganza e piacevolezza. Originale, quasi selvatico subito, poi agrume e fiori di campo. Raramente ho visto "fumare" una bottiglia in così poco tempo... :D :D :D :D
- Champagne Leclerc Briant Réserve : anche in questo caso, bottiglia di grande personalità e piacevolezza. Affilato ma non magro, qualche leggerissima nota dosata e di macerazione, bocca golosa e appagante ... :D :D :D :)
- Batard Montrachet 2006 Ramonet : non è , per fortuna, Leflaive, è boccia di grande struttura e di un fruttato solenne. Quel che cambia dalle altre annate di Ramonet è la florealità assai poco spinta, la butta più sulla pesca bianca . L'acidità non è tagliente ma il tutto è condito da grande forza strutturale... :D :D :D :D
- Margaux Chateau Brain Cantenac 1998 : è fine e aristocratico. Non un mostro di potenza ma ben amalgamato e fresco, di carattere e riconoscibilissimo. Note piraziniche quasi assenti se non per un lontanissimo richiamo al peperone giallo. Finisce con buona balsamicità e una civettuola nota speziata. Un vino secondo me eccellente da pasto : :D :D :D :)
- S.Estephe Chateau Montrose 1998 : secondo me con più stoffa e proiezione futura, ha nerbo saldo e austerità tipica. Setoso in bocca, acidità ben adeguata alla pretesa futurista di longevità, ha eccellente equilibrio con quella garrigue in chiusura affascinante. Lunghezza suoperba. :D :D :D :D
- Amarone Riserva Zenato 2009 : pensavo ad un vinone banalotto e invece ha il suo perchè. Rosso intenso e concentrato, naso molto viscioloso e amarenoso, con leggera nota di prugna essiccata, bocca rotonda e ricchissima. Con il Gorgonzola naturale superbo, abbinamento che ripeterò mercoledì con i grandi Amaroni di Quintarelli , DalForno , Roccolo Grassi & C... :D :D :D :)
- Auslese 2013 Merrckelbach ... bottiglia completamente differente da quella aperta per il Vosne Romanée ... o hanno sbagliato etichetta o davevro era una boccia non a posto... note formaggiose non rilevate, ma tanto idrocarburo (buono) e dolcezza leggerissima, con acidità citrina... :D :D :D
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
marcolanc
Messaggi: 679
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda marcolanc » 08 mar 2015 12:22

alì65 ha scritto:
marcolanc ha scritto:Ieri sera ho bevuto una Ribolla 1999 di Gravner. E mi ha dato da pensare. Ricordo di avere letto (o visto?) un'intervista in cui raccontava il motivo che lo portò all'utilizzo delle anfore: l'idea era di tornare alle "origini" per evitare l'omologazione che stava caratterizzando i vini occidentali.
Se non sbaglio, la 1999 fu una delle ultime annate uscite usando ancora legno ed era da un bel pezzo che non bevevo vini di Gravner pre-anfora.
Versato nel bicchiere, è subito impressionante: più che un vino, ricorda quasi un distillato. Non lo definirei un "orange wine", ma un "brown wine! :D
Il naso è immediatamente esplosivo. E in bocca conserva una freschezza fantastica (quando si dice: 16 anni e non sentirli!), ma pure una piacevole sapidità. È un concentrato di sensazioni: si va dall'arancia al caramello, dalle note floreali alla resina. È una continua evoluzione sia nel bicchiere che in bocca.
In due parole: che buono!!! :D


fino alla 2000 erano vini mezze vigogne, nel senso di anfora e botte mischiati, in quale percentuale non saprei ma la 99, assieme a quallche 98, è l'unica annata presente in cantina di Breg, una grandissima riuscita

Ho trovato l'intervista a cui facevo riferimento!
http://youtu.be/16dSa99sKk4
http://youtu.be/6-A1A4GNRNk
(È divisa in due parti di poco più di 6 minuti ciascuna)
Da questa intervista, mi ero fatto l'idea che la prima annata in anfora fosse la 2001 (dice che le anfore gli arrivarono nel 2000, ma troppo tardi per essere utilizzate), ma in effetti Gravner parla anche di un'anfora da 230 litri che era riuscito a farsi inviare prima del suo viaggio in Caucaso e che utilizzò per sperimentarne gli effetti. Non pensavo però che il risultato di quegli esperimenti (immagino una quantità assai ridotta) fosse finito mischiato a quanto ottenuto con il processo precedente.
marcolanc
Messaggi: 679
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda marcolanc » 08 mar 2015 12:30

vinogodi ha scritto:
vinogodi ha scritto:- Amarone Riserva Zenato 2009 : pensavo ad un vinone banalotto e invece ha il suo perchè. Rosso intenso e concentrato, naso molto viscioloso e amarenoso, con leggera nota di prugna essiccata, bocca rotonda e ricchissima. Con il Gorgonzola naturale superbo, abbinamento che ripeterò mercoledì con i grandi Amaroni di Quintarelli , DalForno , Roccolo Grassi & C... :D :D :D :)

Ho bevuto in dicembre una bottiglia del 2007 (regalata da mio fratello), che non mi è dispiaciuta per niente. Sarà che bevo sempre più raramente amaroni e che di conseguenza le rare volte che mi capitano nel bicchiere mi sorprendono facilmente, ma l'ho (abbiamo) tracannata con soddisfazione alla velocità della luce!
alleg
Messaggi: 545
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda alleg » 08 mar 2015 12:49

Ieri sera cena in famiglia con bomba di fagiano e lepre con polenta.

Ho aperto ad uso personale una bottiglia di Barolo 2009 Massolino in grande fase espressiva con un frutto polputo ma fresco e croccante, tannino vivo ma ben integrato e buona profondità. Una sola nota negativa: è piaciuto a tutti quindi sono riuscito a berne solo due bicchieri. Lascio perdere sul corollario di altri vini scelti dal parentame...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11926
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Alberto » 08 mar 2015 15:18

Rosato di Raboso Sui Lieviti Redentor, Tessère, 2008 (12%)
Non so perché insistino a chiamarlo rosato: il colore va dal giallo aranciato velato (primo bicchiere) all'aranciato torbido (ultimo bicchiere), senza il minimo riflesso nei toni del rosa. Ad ogni modo, inizia subito con un naso pulito ed un bel frutto giallo in crescita nel bicchiere; no puzzette, no acetica o altri difetti. Bocca semplice ma estremamente netta e sgrassante di acidità, e non corta. Bollicina per grana e persistenza più da MC (anche se non sboccato) che da "semplice" vino col fondo, anche perché sur lattes ci resta parecchio. Buono.

Ieri anche una mini-panoramica, al volo e non completa, dell'azienda Mocali di Montalcino, proprietaria da qualche anno anche di una tenuta nella DOCG Morellino di Scansano: bella dolcezza e golosità di frutto sul RdM 2013 (tutto acciaio); trascurabili per me entrambi i maremmani (base tutto acciaio 2013 e Riserva 2011 dai tannini troppo grezzi); Brunello base 2009 leggermente evoluto al naso e "rilassato" nel profilo di bocca, ma perlomeno dai tannini non ruvidi/amari, ed alla fine anche abbastanza lungo; Moscadello VT 2010 dal profilo agrumato dolce-amaro abbastanza complessso, forse un po' in debito di zuccheri e spalla. Peccato non aver potuto sentire i due Brunello Vigna delle Raunate, normale e Riserva.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
vinogodi
Messaggi: 28624
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda vinogodi » 08 mar 2015 15:51

...poco fa , per il compleanno della mamma (in leggera differita, ma a metà settimana non si poteva) , gloriosi 90 anni portati da Dio, menù leggero leggero appositamente studiato per accondiscendere si ai suoi gusti ma anche alla delicatezza di stomaco che caratterizza questa età ,con vini scelti anch'essi da lei a suo insindacabile desiderio , per cui non stiamo qui a cavillare sull'abbinamento ...

- ANTIPASTO : Culatello con burro di montagna , ciccioli freschi di norcineria e crostini con Pancetta steccata invecchiata 24 mesi... con Prosecco Superiore Banda Rossa Bortolomiol ( commento : rotondino, ruffianone ma anche splendido con quel che si è ingollato ... :D :D :) )
- PRIMO: Risotto alla pasta di salsiccia fresca rosolata con cipolla di Tropea co Lambrusco Mantovano Abboccato Cavalcabò della Cantina di Viadana ( il miglior Lambrusco mantovano, golosssimo e irresistibile se bevuto freddo di frigo ... :D :D :D ).
- SECONDO (prima parte) : Spalla cotta calda (tagliata a mano) con Torta Fritta (per gli ignoranti: è il gnocco fritto delle nostre parti...) con Lambrusco Amabile Grasparossa di Castelvetro Lini (di una finezza che non immaginate ... ma davvero il Lambrusco ha da essere "secchissimo"? Forse che la mia mamma abbia ragione in pieno?) :D :D :D
- SECONDO (seconda parte) : Zampone artigianale e cotechino artigianale senza pelle del Salumificio Ducale di Colorno (grazie Roberto...) con crauti fatti con le manine sante di Dina e , a parte, lenticchie di Castelluccio (non reidratate, cotte dal crudo con soffritto sempre di cipolla rossa di Tropea) accoppiato a Recioto della Valpolicella Classico Roccolo Grassi 2009 ('na bomba atomica ... non solo il vino ma proprio l'abbinamento: è dolce si ma anche freschissimo e intenso di sapori, bevuto freddo una delizia assoluta ain abbinamento...) :D :D :D :D
- SECONDO (terza parte) : ...sfizio personale di mamma , dio origine veneta ma ferrarese acquisita : Capitone marinato con Blanquette de Limoux "l'Expression" Aimery (unico abbinamento forzatamente imposto da me : e già così è stato terribile , l'abbinamento, nonostante le note limonose che caratterizzano questo vino... col capitone marinato acqua e stop... comunque, al vino :D :D :) )
- FINALE : torta semifredda di compleanno (..beh , oddio, semifredda ... direi gelata, visto che l'abbiamo scordata in congelatore fino a 5 minuti dalla fine... :lol: ) con Moscato d'Asti Caudrina (è veramente dolce ma fresca, non la ricordavo così buona... :D :D :D )
Ultima modifica di vinogodi il 08 mar 2015 15:54, modificato 1 volta in totale.
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda davidef » 08 mar 2015 16:07

Bella bevutina venerdì sera, uso faccinometro...a richiesta integro

S. Leonardo 2001 :D :D :D
Montevetrano 2001 :x tappo
Bue Apis 2003 :D :D :D
Ampuis 2005 Guigal :D :D :D :) :)
Costa Russi 2001 Gaja :D :D :D :D +
Ornellaia 2001 :D :D :)
Monfortino 2005 :D :D :D :D :)
Valentini 2002 :D :D
Calvari 2002 :D :D :D :) -
Biondi Santi Riserva 2004 :D :D :D :D :shock:
Solaia 2001 :D :D :D :D :)

risciacquo bocca con
Bereche brut reserve :D :D :D
Jacquesson 738 :D :D :D

alleggerimento e caciara mista con :
Fleurie 2010 Foillard :D :D :D -
Vol de Nuit Carignan 2011 Mas Amiel :D :D :D
La Marginale Cabernet Franc 2009 T. Germain :D :D :D +

Chiusura:
SGN Altembourg Le Tri Pinot Gris 2009 Albert Mann :D :D :D :D
Smarco
Messaggi: 3598
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda Smarco » 08 mar 2015 16:15

davidef ha scritto:Ornellaia 2001 :D :D :)


come mai così poco?
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda davidef » 08 mar 2015 16:22

[url]y[/url]
Smarco ha scritto:
davidef ha scritto:Ornellaia 2001 :D :D :)


come mai così poco?


Vino grosso, statico...in declino, risentito il fondo ieri ( bevuto venerdì sera) vino morto

bottiglia a km zero dalla mia cantina, tappo, livello ecc. ecc. perfetti...spero nella boccia sfigata
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7775
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHE BEVESSIMO A MARZO 2015

Messaggioda zampaflex » 08 mar 2015 17:20

davidef ha scritto:Bella bevutina venerdì sera, uso faccinometro...a richiesta integro

Calvari 2002 :D :D :D :) -


Anche questo, troppo sottoperformante per essere vero?
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ale Lenzi, beluga, giodiui, littlewood e 9 ospiti