cantina domestica, consigli

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
ZEL WINE
Messaggi: 7185
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda ZEL WINE » 03 apr 2015 14:41



Vista quella luce alle btg costa cara, molto cara.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
claudietto
Messaggi: 789
Iscritto il: 06 giu 2007 11:24
Località: Milano

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda claudietto » 03 apr 2015 16:16

ZEL WINE ha scritto:


Vista quella luce alle btg costa cara, molto cara.


Dipende sempre dove la collochi e qual'è il tempo di permanenza delle bottiglie. Le luci poi non dovrebbero rimanere sempre accese.
Chiaro che dentro non mi aspetto di trovarci Chateau Margaux 1928 impolverato...
Rimane il problema costo... e magari capire anche chi le fa.
Avatar utente
emigrato
Messaggi: 459
Iscritto il: 12 apr 2014 10:28
Località: Gdansk (Polonia)

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda emigrato » 03 apr 2015 20:01

claudietto ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:


Vista quella luce alle btg costa cara, molto cara.


Dipende sempre dove la collochi e qual'è il tempo di permanenza delle bottiglie. Le luci poi non dovrebbero rimanere sempre accese.
Chiaro che dentro non mi aspetto di trovarci Chateau Margaux 1928 impolverato...
Rimane il problema costo... e magari capire anche chi le fa.

Si ma e' una roba che fai solo per fare il figo e buttare via soldi per riempirla, perche' poi se ci metti dentro bottiglie da 10 euro era meglio farti qualcos'altro piu' economico e piu' adatto all'ambiente che hai e spendere in bottiglie il resto :mrgreen:
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13146
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda Kalosartipos » 03 apr 2015 20:16

Questa di SUBZERO è spettacolare..
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
claudietto
Messaggi: 789
Iscritto il: 06 giu 2007 11:24
Località: Milano

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda claudietto » 04 apr 2015 10:42

emigrato ha scritto:
claudietto ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:


Vista quella luce alle btg costa cara, molto cara.


Dipende sempre dove la collochi e qual'è il tempo di permanenza delle bottiglie. Le luci poi non dovrebbero rimanere sempre accese.
Chiaro che dentro non mi aspetto di trovarci Chateau Margaux 1928 impolverato...
Rimane il problema costo... e magari capire anche chi le fa.

Si ma e' una roba che fai solo per fare il figo e buttare via soldi per riempirla, perche' poi se ci metti dentro bottiglie da 10 euro era meglio farti qualcos'altro piu' economico e piu' adatto all'ambiente che hai e spendere in bottiglie il resto :mrgreen:


Si, certo che è per fare il figo :D
ZEL WINE
Messaggi: 7185
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda ZEL WINE » 04 apr 2015 12:18

claudietto ha scritto:
emigrato ha scritto:
claudietto ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:


Vista quella luce alle btg costa cara, molto cara.


Dipende sempre dove la collochi e qual'è il tempo di permanenza delle bottiglie. Le luci poi non dovrebbero rimanere sempre accese.
Chiaro che dentro non mi aspetto di trovarci Chateau Margaux 1928 impolverato...
Rimane il problema costo... e magari capire anche chi le fa.

Si ma e' una roba che fai solo per fare il figo e buttare via soldi per riempirla, perche' poi se ci metti dentro bottiglie da 10 euro era meglio farti qualcos'altro piu' economico e piu' adatto all'ambiente che hai e spendere in bottiglie il resto :mrgreen:


Si, certo che è per fare il figo :D


Capisco, non ci metterai CM 28, ma se vuoi fare il figo immagino che qlc btg da 3/4€ gliela metterai.
Cmq un robo così orrendo non meno di 30.000 euro uso ridere.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Mauro qv
Messaggi: 58
Iscritto il: 23 gen 2013 01:51

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda Mauro qv » 04 apr 2015 13:07

Kalosartipos ha scritto:Questa di SUBZERO è spettacolare..

per l'estetica o per le performances?
Alcuni forumisti consigliavano di non lasciare le bt più di 2 anni nelle cantinette, anche nelle migliori.
Mauro qv ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:in quelli più caldi non supera i 16..


Non so dove abiti, ma se hai 16°C d'estate senza nessun sistema di refrigerazione hai una cantina eccezionale, se consideriamo che è domestica poi...
ma sei sicuro di avere 16°C quando fuori ce ne sono 36? :shock:

Odio autoquotarmi, ma sono davvero curioso di sapere come fa ad avere 16°C d'estate quando fuori ce ne sono 36
ZEL WINE
Messaggi: 7185
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda ZEL WINE » 04 apr 2015 13:11

Mauro qv ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:Questa di SUBZERO è spettacolare..

per l'estetica o per le performances?
Alcuni forumisti consigliavano di non lasciare le bt più di 2 anni nelle cantinette, anche nelle migliori.
Mauro qv ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:in quelli più caldi non supera i 16..


Non so dove abiti, ma se hai 16°C d'estate senza nessun sistema di refrigerazione hai una cantina eccezionale, se consideriamo che è domestica poi...
ma sei sicuro di avere 16°C quando fuori ce ne sono 36? :shock:

Odio autoquotarmi, ma sono davvero curioso di sapere come fa ad avere 16°C d'estate quando fuori ce ne sono 36


Non li ha .
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
claudietto
Messaggi: 789
Iscritto il: 06 giu 2007 11:24
Località: Milano

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda claudietto » 04 apr 2015 14:31

ZEL WINE ha scritto:
claudietto ha scritto:
emigrato ha scritto:
claudietto ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
Vista quella luce alle btg costa cara, molto cara.


Dipende sempre dove la collochi e qual'è il tempo di permanenza delle bottiglie. Le luci poi non dovrebbero rimanere sempre accese.
Chiaro che dentro non mi aspetto di trovarci Chateau Margaux 1928 impolverato...
Rimane il problema costo... e magari capire anche chi le fa.

Si ma e' una roba che fai solo per fare il figo e buttare via soldi per riempirla, perche' poi se ci metti dentro bottiglie da 10 euro era meglio farti qualcos'altro piu' economico e piu' adatto all'ambiente che hai e spendere in bottiglie il resto :mrgreen:


Si, certo che è per fare il figo :D


Capisco, non ci metterai CM 28, ma se vuoi fare il figo immagino che qlc btg da 3/4€ gliela metterai.
Cmq un robo così orrendo non meno di 30.000 euro uso ridere.


Ma cosa c'entra il valore delle bottiglie? Quelle le tieni dove le tieni costano sempre uguale e ognuno di noi ha le bottiglie che si può permettere. La cantina in casa per me è figa (per te è orrenda ma sono gusti) e risolve il problema anche di chi la cantina interrata non l'ha e non la può avere (nei condomini di città è sempre più difficile che le nuove costruzioni abbiano la cantina, e quando c'è non è certo quella grotta che va bene per i vino).
30k euro mi sembrano un prezzo ragionevole. Qualcuno sa dirmi che le produce o le progetta?
alì65
Messaggi: 11698
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda alì65 » 04 apr 2015 14:39

Mauro qv ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:Questa di SUBZERO è spettacolare..

per l'estetica o per le performances?
Alcuni forumisti consigliavano di non lasciare le bt più di 2 anni nelle cantinette, anche nelle migliori.
Mauro qv ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:in quelli più caldi non supera i 16..


Non so dove abiti, ma se hai 16°C d'estate senza nessun sistema di refrigerazione hai una cantina eccezionale, se consideriamo che è domestica poi...
ma sei sicuro di avere 16°C quando fuori ce ne sono 36? :shock:

Odio autoquotarmi, ma sono davvero curioso di sapere come fa ad avere 16°C d'estate quando fuori ce ne sono 36


la mia arriva a 18 e a 20 con 40 fuori ed è sotto solo 3 metri circa (in origine ne era almeno 5 con canali di scolo per le falde e la neve)
dipende da come e quando è costruita la casa
nel 700/800 le cantine erano veri e propri frigoriferi tanto da ospitare neve nel periodo invernale per poi cedere il freddo poco per volta
avevano intercapedini arieggiate prima del contatto con il terreno
comunque le cantine con 10° estivi esistono, basta avere mura spesse un metro o più anche fuori terra (visto di persona)
bisogna possedere una casa di quel periodo ed è tutto normale....unico neo l'umidità ma serve per tenere bassi i gradi
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
alì65
Messaggi: 11698
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda alì65 » 04 apr 2015 14:45

claudietto ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
claudietto ha scritto:
emigrato ha scritto:[
Si, certo che è per fare il figo :D


Capisco, non ci metterai CM 28, ma se vuoi fare il figo immagino che qlc btg da 3/4€ gliela metterai.
Cmq un robo così orrendo non meno di 30.000 euro uso ridere.


Ma cosa c'entra il valore delle bottiglie? Quelle le tieni dove le tieni costano sempre uguale e ognuno di noi ha le bottiglie che si può permettere. La cantina in casa per me è figa (per te è orrenda ma sono gusti) e risolve il problema anche di chi la cantina interrata non l'ha e non la può avere (nei condomini di città è sempre più difficile che le nuove costruzioni abbiano la cantina, e quando c'è non è certo quella grotta che va bene per i vino).
30k euro mi sembrano un prezzo ragionevole. Qualcuno sa dirmi che le produce o le progetta?


per 30k te la faccio io!!!! e non scherzo....
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
vinogodi
Messaggi: 28503
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda vinogodi » 04 apr 2015 14:50

30k per un surrogato di cantina? Il mistero sulla natura umana e i misteri della mente si infittiscono... 8) ... 6000 bottiglie di buon lambrusco e ti passa la paura . A una boccia al giorno bevi con dignita per 16 anni abbondanti...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
emigrato
Messaggi: 459
Iscritto il: 12 apr 2014 10:28
Località: Gdansk (Polonia)

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda emigrato » 04 apr 2015 15:04

vinogodi ha scritto:30k per un surrogato di cantina? Il mistero sulla natura umana e i misteri della mente si infittiscono... 8) ... 6000 bottiglie di buon lambrusco e ti passa la paura . A una boccia al giorno bevi con dignita per 16 anni abbondanti...

quello che dicevo io sopra :mrgreen:
alì65
Messaggi: 11698
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda alì65 » 04 apr 2015 15:12

vinogodi ha scritto:30k per un surrogato di cantina? Il mistero sulla natura umana e i misteri della mente si infittiscono... 8) ... 6000 bottiglie di buon lambrusco e ti passa la paura . A una boccia al giorno bevi con dignita per 16 anni abbondanti...


non mettere cattive idee in testa al mio futuro cliente!!! :D
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
ZEL WINE
Messaggi: 7185
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda ZEL WINE » 04 apr 2015 15:45

claudietto ha scritto:["]
claudietto ha scritto:
emigrato ha scritto:
claudietto ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
Vista quella luce alle btg costa cara, molto cara.


Dipende sempre dove la collochi e qual'è il tempo di permanenza delle bottiglie. Le luci poi non dovrebbero rimanere sempre accese.
Chiaro che dentro non mi aspetto di trovarci Chateau Margaux 1928 impolverato...
Rimane il problema costo... e magari capire anche chi le fa.

Si ma e' una roba che fai solo per fare il figo e buttare via soldi per riempirla, perche' poi se ci metti dentro bottiglie da 10 euro era meglio farti qualcos'altro piu' economico e piu' adatto all'ambiente che hai e spendere in bottiglie il resto :mrgreen:


Si, certo che è per fare il figo :D


Capisco, non ci metterai CM 28, ma se vuoi fare il figo immagino che qlc btg da 3/4€ gliela metterai.
Cmq un robo così orrendo non meno di 30.000 euro uso ridere.


Ma cosa c'entra il valore delle bottiglie? Quelle le tieni dove le tieni costano sempre uguale e ognuno di noi ha le bottiglie che si può permettere. La cantina in casa per me è figa (per te è orrenda ma sono gusti) e risolve il problema anche di chi la cantina interrata non l'ha e non la può avere (nei condomini di città è sempre più difficile che le nuove costruzioni abbiano la cantina, e quando c'è non è certo quella grotta che va bene per i vino).
30k euro mi sembrano un prezzo ragionevole. Qualcuno sa dirmi che le produce o le progetta?[/quote]

ti sei scaldato per niente, non hai seguito il ragionamento. compratela e' bellissima,
tutta invidia la mia.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
vinogodi
Messaggi: 28503
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda vinogodi » 04 apr 2015 15:59

ZEL WINE ha scritto:
ti sei scaldato per niente, non hai seguito il ragionamento. compratela e' bellissima,
tutta invidia la mia.
... quoto: anche io l'ho sempre desiderata fin da piccolo ma, egoisticamente, ho preferito spendere quei soldi in vino , pur pensando pure io che 30.000 Euro per una cantinetta frigo era un prezzo non solo equo ma proprio economico... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13146
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda Kalosartipos » 04 apr 2015 16:21

Mauro qv ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:Questa di SUBZERO è spettacolare..

per l'estetica o per le performances?
Alcuni forumisti consigliavano di non lasciare le bt più di 2 anni nelle cantinette, anche nelle migliori.

Per le prestazioni, almeno quelle dichiarate.. trattasi di macchina da circa 10k+IVA.. :roll:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Mauro qv
Messaggi: 58
Iscritto il: 23 gen 2013 01:51

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda Mauro qv » 04 apr 2015 18:40

alì65 ha scritto:
Mauro qv ha scritto:sono davvero curioso di sapere come fa ad avere 16°C d'estate quando fuori ce ne sono 36

la mia arriva a 18 e a 20 con 40 fuori ed è sotto solo 3 metri circa (in origine ne era almeno 5 con canali di scolo per le falde e la neve)
dipende da come e quando è costruita la casa
nel 700/800 le cantine erano veri e propri frigoriferi tanto da ospitare neve nel periodo invernale per poi cedere il freddo poco per volta
avevano intercapedini arieggiate prima del contatto con il terreno
comunque le cantine con 10° estivi esistono, basta avere mura spesse un metro o più anche fuori terra (visto di persona)
bisogna possedere una casa di quel periodo ed è tutto normale....unico neo l'umidità ma serve per tenere bassi i gradi

A quanto ne so in periodi lontani i frigoriferi erano le ghiacciaie non le cantine, ambienti tenuti a 3-4°C grazie all'uso di grossi blocchi di ghiaccio venduti nelle città che arrivavano dai ghiaccia alpini.
Le cantine erano una cosa diversa, la mia purtroppo non è così prestazionale, ma è vero che è per metà nuova e metà "antica" (un muro è stato rifatto 15 anni fa) d'estate raggiunge i 24°C (36°C esterni) stavo pensando ad un sistema di refrigerazione.
Non ho capito il discorso umidità, quelle del 700/800 sarebbero troppo umide?

Ali, costruisci cantine?
alì65
Messaggi: 11698
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda alì65 » 05 apr 2015 08:48

Mauro qv ha scritto:
alì65 ha scritto:
Mauro qv ha scritto:sono davvero curioso di sapere come fa ad avere 16°C d'estate quando fuori ce ne sono 36

la mia arriva a 18 e a 20 con 40 fuori ed è sotto solo 3 metri circa (in origine ne era almeno 5 con canali di scolo per le falde e la neve)
dipende da come e quando è costruita la casa
nel 700/800 le cantine erano veri e propri frigoriferi tanto da ospitare neve nel periodo invernale per poi cedere il freddo poco per volta
avevano intercapedini arieggiate prima del contatto con il terreno
comunque le cantine con 10° estivi esistono, basta avere mura spesse un metro o più anche fuori terra (visto di persona)
bisogna possedere una casa di quel periodo ed è tutto normale....unico neo l'umidità ma serve per tenere bassi i gradi

A quanto ne so in periodi lontani i frigoriferi erano le ghiacciaie non le cantine, ambienti tenuti a 3-4°C grazie all'uso di grossi blocchi di ghiaccio venduti nelle città che arrivavano dai ghiaccia alpini.
Le cantine erano una cosa diversa, la mia purtroppo non è così prestazionale, ma è vero che è per metà nuova e metà "antica" (un muro è stato rifatto 15 anni fa) d'estate raggiunge i 24°C (36°C esterni) stavo pensando ad un sistema di refrigerazione.
Non ho capito il discorso umidità, quelle del 700/800 sarebbero troppo umide?

Ali, costruisci cantine?


le ghiacciaie medioevali erano concepite per ospitare la neve in "pozzi" enormi con pareti molto spesse e interne, resisteva a lungo fino ai mesi caldi
questo da noi sia in pianura che in collina ed in particolar modo nei manieri della provincia
le cantine del 700 erano molto profonde con fondo di terra e scoli per le falde acquifere e neve che si scioglieva poco alla volta
questa veniva immagazzinata sul lato interno della cantina rilasciando freddo e umidità che, nei mesi caldi, aiutava a tenere bassa la temperatura
queste cantine sono particolarmente umide, arrivano anche al 98% per cento se non hanno possibilità di ventilazione
la neve veniva fatta scivolare dentro grazie alle bocche di lupo che poi servivano anche come areazione per evitare il ristagno delle muffe
cantine indicate per la conservazione e stagionatura dei salumi locali, meno il formaggio, anche se si usavano, e ottime per i vini
molte volte si metteva la sabbia e sale sul fondo per tenere ancora più bassa la temperatura estiva ma per le muffe non era il massimo

cantine ne ho ristrutturate due (una mia e una di un amico) e ne ho arredate 3 ma tutte senza condizionamento aggiunto
scaffalature in legno di vario tipo nella mia e rastrelliera singola in rovere per le altre due dove la componente pratico/estetica era fondamentale
in effetti la rastrelliera in rovere è una figata dove si è differenziato lo spazio per mg e dmg

se interessa qualche cosa chiedi pure, posso mandarti qualche foto
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1513
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 06 apr 2015 12:15

ZEL WINE ha scritto:
Mauro qv ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:Questa di SUBZERO è spettacolare..

per l'estetica o per le performances?
Alcuni forumisti consigliavano di non lasciare le bt più di 2 anni nelle cantinette, anche nelle migliori.
Mauro qv ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:in quelli più caldi non supera i 16..


Non so dove abiti, ma se hai 16°C d'estate senza nessun sistema di refrigerazione hai una cantina eccezionale, se consideriamo che è domestica poi...
ma sei sicuro di avere 16°C quando fuori ce ne sono 36? :shock:

Odio autoquotarmi, ma sono davvero curioso di sapere come fa ad avere 16°C d'estate quando fuori ce ne sono 36


Non li ha .


boh, la mia cantina è interrata 3 metri...niente robe medioevali.. sarà una casa costruita trent'anni fa..l'escursione termica va dai 10 ai 15 gradi, e questo vale sia per l'estate che per l'inverno..forse sono complici i materiali usati per fare la taverna adiacente (cotto fiorentino), sinceramente non vi so dire..ma se fuori ci sono trenta gradi dentro ce ne sono 16..se fuori ce ne sono - 2 dentro ce ne sono 12.. se ce ne sono 36 non vi so dire, non capita spesso da queste parti di avere temperature del genere in estate
Lorenzo
AedesLaterani2012
Messaggi: 1491
Iscritto il: 31 gen 2013 17:01
Località: Centro

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda AedesLaterani2012 » 06 apr 2015 19:37

gbaenergiaeco10 ha scritto:l'escursione termica va dai 10 ai 15 gradi, e questo vale sia per l'estate che per l'inverno..forse sono complici i materiali usati per fare la taverna adiacente (cotto fiorentino), sinceramente non vi so dire..ma se fuori ci sono trenta gradi dentro ce ne sono 16..se fuori ce ne sono - 2 dentro ce ne sono 12.. se ce ne sono 36 non vi so dire, non capita spesso da queste parti di avere temperature del genere in estate


Interessante e dotto argomentare, davvero. Claudio, mi hai fatto tornare alla mente i 'depositi di neve' nell'antichità, come quello di Villa Adriana: una grandiosa opera sotterranea, la neviera tiburtina, scavata nella viva roccia e rivestita di calcestruzzo impermeabile. Un vero e proprio "frigorifero naturale" al servizio dei luculliani banchetti estivi nella incredibile dimora dell'Imperatore.

Quanto al discorso sull'escursione termica Estate/Inverno negli ambienti sotterranei, non so dove Tu sia, ma, alla nostra latitudine (mi riferisco a quella peninsulare, chiaramente) ben poche zone climatiche consentono "minime oscillazioni" come la tua, senza ricorrere al termo-controllo degli ambienti ed agli armadi climatizzati, come nella seicentesca cantina di 1.000 mq dell'azienda Capannelle di Gaiole in Chianti, che ospita le collezioni vintage di numerosi ristoranti stellati.
In località prossima a Soprabolzano, ricordo di una conversazione con il proprietario di un maso d'alta quota, con annessa cantina ipogea, costruito nel 1600: 18-20 gradi nella stagione estiva con punte di 33-35*C all'esterno e 8-10 gradi d'Inverno con punte di -10*C ed oltre un metro e mezzo di neve fuori.

Personalmente ritengo che per la conservazione sulle "lunghe distanze", poche cantine storiche consentano di avere la giusta umidità (65-75%) ed una temperatura più o meno costante nell'anno, con oscillazioni di pochi gradi... Certo, se parliamo della cantina dell'Abbazia di Monte Oliveto Maggiore o delle grotte naturali, scavate nel tufo litoide, tre piani sotto Palazzo Mottura a Civitella d'Agliano...
Honni soit qui mal y pense
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1513
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 12 apr 2015 02:21

volevo chiedervi: come vi ho detto ho fatto la cantinola servendomi di una struttura in acciaio che già avevo, e aggiungendo mattoni di tufo (una cinquantina) per fare più ripiani e ottimizzare lo spazio..ho scoperto che il tufo emana una gas radioattivo, tale radon..che aumenta la sua pericolosità in ambienti chiusi..l'aria entra nelle bottiglie, io me le bevo e schiatto dopodomani..ecco volevo capire se era il caso di buttare ammare tufo e bottiglie..io ho usato questo materiale perchè sapevo che era un regolatore naturale di umidità, e che alcune cantine professionali sono addirittura scavate nel tufo...inzomma voi che dite?
Lorenzo
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13146
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda Kalosartipos » 12 apr 2015 05:42

gbaenergiaeco10 ha scritto: io me le bevo e schiatto dopodomani..ecco volevo capire se era il caso di buttare ammare tufo e bottiglie..io ho usato questo materiale perchè sapevo che era un regolatore naturale di umidità, e che alcune cantine professionali sono addirittura scavate nel tufo...inzomma voi che dite?

Fai una bella lista sul "compra&vendi"... by cantina ok... :mrgreen:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
AedesLaterani2012
Messaggi: 1491
Iscritto il: 31 gen 2013 17:01
Località: Centro

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda AedesLaterani2012 » 12 apr 2015 09:56

gbaenergiaeco10 ha scritto:volevo chiedervi: come vi ho detto ho fatto la cantinola servendomi di una struttura in acciaio che già avevo, e aggiungendo mattoni di tufo (una cinquantina) per fare più ripiani e ottimizzare lo spazio..ho scoperto che il tufo emana una gas radioattivo, tale radon..che aumenta la sua pericolosità in ambienti chiusi..l'aria entra nelle bottiglie, io me le bevo e schiatto dopodomani..ecco volevo capire se era il caso di buttare ammare tufo e bottiglie..io ho usato questo materiale perchè sapevo che era un regolatore naturale di umidità, e che alcune cantine professionali sono addirittura scavate nel tufo...inzomma voi che dite?



Che non stai sbagliando. Tutto il Suburbio romano è composto in prevalenza dal cd. "cappellaccio" (tufo litoide), dalla pozzolana e da banchi di arenaria. Hai idea, parlando di architetture del sottosuolo, quanti ambienti pertinenti a cimiteri cristiani (catacombe) ed intere camere relative ad ipogei di diritto privato (complessi funerari "pagani") siano stati riutilizzati per farci cantine e depositi di botti e damigiane dal 1600 in avanti? E quante cantine storiche laziali siano state letteralmente scavate nel tufo? Il problema delle emissioni di radon - perdonami se te lo scrivo - è relativo, perché l'80% della crosta terrestre emette quel gas; non devi certo abitarci nella cantina e non pensare che il vino possa diventare "radioattivo" o che tu possa ammalarti in tarda età di cancro ai polmoni perché hai costruito la cantina utilizzando blocchetti di tufo, tanto per parlar chiaro e non fare inutili perifrasi.
Sono ben altre le fonti di radon negli ambienti domestici.
La cosa importante, parlando di risanamento degli ambienti soggetti a radon (in edifici storici specie se costruiti su suoli granitici e vulcanici) è che Tu - come ha ben esplicitato Claudio - sappia creare un sistema efficiente di ventilazione. L'areazione in un locale, specie in una cantina è fondamentale (anche per evitare la formazione di muffe sui sugheri), perché il vino, come composto di sostanze organiche ed inorganiche, anch'esso "respira".
Secondo me stai facendo più che bene: vai sereno e non farti troppi problemi...
Honni soit qui mal y pense
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1513
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: cantina domestica, consigli

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 12 apr 2015 11:53

AedesLaterani2012 ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:volevo chiedervi: come vi ho detto ho fatto la cantinola servendomi di una struttura in acciaio che già avevo, e aggiungendo mattoni di tufo (una cinquantina) per fare più ripiani e ottimizzare lo spazio..ho scoperto che il tufo emana una gas radioattivo, tale radon..che aumenta la sua pericolosità in ambienti chiusi..l'aria entra nelle bottiglie, io me le bevo e schiatto dopodomani..ecco volevo capire se era il caso di buttare ammare tufo e bottiglie..io ho usato questo materiale perchè sapevo che era un regolatore naturale di umidità, e che alcune cantine professionali sono addirittura scavate nel tufo...inzomma voi che dite?



Che non stai sbagliando. Tutto il Suburbio romano è composto in prevalenza dal cd. "cappellaccio" (tufo litoide), dalla pozzolana e da banchi di arenaria. Hai idea, parlando di architetture del sottosuolo, quanti ambienti pertinenti a cimiteri cristiani (catacombe) ed intere camere relative ad ipogei di diritto privato (complessi funerari "pagani") siano stati riutilizzati per farci cantine e depositi di botti e damigiane dal 1600 in avanti? E quante cantine storiche laziali siano state letteralmente scavate nel tufo? Il problema delle emissioni di radon - perdonami se te lo scrivo - è relativo, perché l'80% della crosta terrestre emette quel gas; non devi certo abitarci nella cantina e non pensare che il vino possa diventare "radioattivo" o che tu possa ammalarti in tarda età di cancro ai polmoni perché hai costruito la cantina utilizzando blocchetti di tufo, tanto per parlar chiaro e non fare inutili perifrasi.
Sono ben altre le fonti di radon negli ambienti domestici.
La cosa importante, parlando di risanamento degli ambienti soggetti a radon (in edifici storici specie se costruiti su suoli granitici e vulcanici) è che Tu - come ha ben esplicitato Claudio - sappia creare un sistema efficiente di ventilazione. L'areazione in un locale, specie in una cantina è fondamentale (anche per evitare la formazione di muffe sui sugheri), perché il vino, come composto di sostanze organiche ed inorganiche, anch'esso "respira".
Secondo me stai facendo più che bene: vai sereno e non farti troppi problemi...


Grassie, ero già pronto con il contatore geiger per misurare le radiazioni :mrgreen:
Lorenzo

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: marco.f11, max.giuli, md78d, Roland e 1 ospite