COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
alì65
Messaggi: 12507
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda alì65 » 11 gen 2015 20:14

Andyele ha scritto:
alì65 ha scritto:per i bordeaux vale la regola annata piccola bt importante, annata grade piccola media......qui più che mai


è chiarissima questa regola...mo me la segno Claudio! :lol: :mrgreen:


in effetti.....è un anagramma!! :mrgreen:
futuro incerto...2020 di merda!!!
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13513
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda Kalosartipos » 11 gen 2015 20:28

arnaldo ha scritto:And the winner is???

Fra i Baroli, per me il podio sarebbe:
- SANDRONE
- MASCARELLO
- RATTI.

N.B.: Cascina Francia kaputt :(

Splendido il (mio :mrgreen: ) Riesling '85.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
alleg
Messaggi: 646
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda alleg » 11 gen 2015 20:33

Resoconto di 10 giorni in Alto Adige che mi hanno svuotato il portafogli ed ingrossato il fegato :)

Spumanti:
Haderburg Pas Dosé 2010: :D :D :) Bolla un po' aggressiva ma di ottima acidità e con un leggerissimo sentore di armagnac che, essendo la bottiglia dell'ultima annata disponibile, forse non lascia presagire bene per un eventuale affinamento ma che al momento sta molto bene!
Haderburg Riserva Hausmanhof 2004 :D :D :D Qui la bolla diventa finissima e le note ossidative scompaiono del tutto (nonostante la sboccatura sia di inizio 2013). Uno dei migliori spumanti italiani che mi siano capitati. Se la gioca nel campionato del Riserva Lunelli per intenderci ma questo mi sembra più vivo e fresco.
Altemasi Riserva Graal 2006 Bolla abbastanza grossolana e bocca abbastanza anonima. Si beve bene e non ha difetti clamorosi ma non mi ha colpito. :D :D
Comprato anche una bottiglia di Stoecker Brut e Nature da testare in seguito.

Gli stranieri:
Chateau Musar Red 1995 Ingolositi dal prezzo stracciato non ci siamo accorti di un livello abbastanza basso del liquido... Momento di panico ed imprecazioni a raffica ma... incredibilmente il vino è OTTIMO. Già dal primo momento ci si rende conto che il vino ha resisto ad ogni maltrattamento. Certo la bottiglia non ha altri 10 anni davanti ma in questo momento ha sbigottito i presenti con una classe difficilmente riscontrabile. :D :D :D :D
Domaine Henry Milan Les Baux de Provence 2006 Chicca dal costo contenuto, il primo provenzale rosso pienamente convincente. Caldo ma non pesante e con un discreto allungo, ottimo acquisto :D :D :D :)

I vecchietti:
Antica Casa Vinicola Scarpa Nebbiolo d'Alba 1990 e Barbera Bricchi di Castelrocchero 1988 pagati a prezzo da discarica ci siamo voluti prendere questo "rischio" consci delle due buone annate in langa e della fama che il produttore aveva all'epoca (ora mi sembra di aver letto che stia passando un periodo non idilliaco causa nuovi proprietari). I vini ci hanno ripagato con una vitalità e freschezza assolutamente insperate e con le caratteristiche dei vitigni ancora ben distinguibili: una acidità più guizzante la barbera ed un profilo più autunnale il nebbiolo. :D :D :D :) per entrambi e grande sorpresa.

I Blauburgunder:
Pfitscher Vigneto "Fuchsleiten" 2013 Fresco e beverino ma troppo sempliciotto per i miei gusti, mi ha lasciato poco. :)
Haderburg Riserva Hausmanhof 2011 Troppo pettinato e con un sentore vanigliato finale abbastanza fastidioso... molto meglio le bolle :D :D
Manincor Mason di Mason 2011 Più completo ed equilibrato ma manca un po' di sostanza e chiude molto corto lasciandoti sospeso :D :D :)
Kellerei Terlan Montigl Riserva 2011 Nonostante sia quello di costo più contenuto mi è sembrato il meglio riuscito, con più materia del Manincor e meno imbrigliato del Haderburg. :D :D :D

Altri AA:
Manincor Eichorn 2013 Il primo Pinot Bianco pienamente convincente. Preferito a giovani Vorberg ed altri considerati ai vertici della tipologia. :D :D :D
Manincor Riserva del Conte 2011 Un taglio di LAgrein, Merlot e Cabernet veramente pesante da bere, non il mio vino. :)

Visite in Cantina:
Cantina Sociale Val d'Isarco Visita allo shop dove abbiamo assaggiato Sylvaner, Kerner e Grunen Veltliner in versione base, Aristos e dove prodotto Sabiona. Un ottima linea base dal grande rapporto qualità prezzo, con poco stacco rispetto alla linea Aristos. Piaciuto molto il Sylvaner Sabiona proposto però a prezzo molto più alto che nelle enoteche locali... se lo tengano. Siamo riusciti a provare anche il Riesling (che solitamente viene fulminato dalla cantina) ed un Lagrein base. Il Riesling non mi sconvolto, interpretazione abbastanza anonima. Il Lagrein invece mi è piaciuto per la sua freschezza, un buon vino quotidiano.

Weingut Garlider Visitato per un ricordo incredibilmente positivo del loro Blauburgunder abbiamo assaggiato tutto tranne quello (di cui però siamo riusciti ad estorcere qualche bottiglia). Una gamma di bianchi molto bella e che si dimostra, con un Muller Thurgau 2007, anche ben predisposta all'invecchiamento. Vini rustici, forse anche un po' puzzettosi che però mi sono piaciuti parecchio. Molto interessante anche un blend di due annate di Gamay alla prima annata di produzione, prezzo centrato e vino per niente banale.

Weingut Zohlhof Tre bianchi prodotti da due ettari di terreno, un Sylvaner, un Gewurztraminer ed un blend di Muller, Sylvaner e GWT che mi hanno fatto sbarrare gli occhi. Soppratutto il Sylvaner che presenta una complessità inusuale per il vitigno. Biologico, biodinamico e chi più ne ha più ne metta ma anche a bottiglie appena aperte non ho avvertito puzze fastidiose. Per me una rivelazione. Produce anche un rosso da uve Portugieser parecchio intrigante. Qui sulla bottiglia aperta la sera a casa di riduzioni iniziali ce ne erano ma, dato il poco tempo a disposizione, è stata effettuata una decantazione rapida in pentola d'acciaio stile Gaja d'Antatan che ha prontamente eliminato il problema... la prossima volta la apro un po' prima :mrgreen:
Becho
Messaggi: 2037
Iscritto il: 05 feb 2010 01:47
Località: Granducato di Toscana

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda Becho » 11 gen 2015 20:34

Kalosartipos ha scritto:N.B.: Cascina Francia kaputt :(


AZZ...peccato, bevuta pochi mesi fa con la CGT ed era stupenda
Spedisco il lunedì successivo al ricevimento del pagamento
alì65
Messaggi: 12507
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda alì65 » 11 gen 2015 21:14

Kalosartipos ha scritto:
arnaldo ha scritto:And the winner is???

Fra i Baroli, per me il podio sarebbe:
- SANDRONE
- MASCARELLO
- RATTI.

N.B.: Cascina Francia kaputt :(

Splendido il (mio :mrgreen: ) Riesling '85.


chevvelodicoaffà.... :D
futuro incerto...2020 di merda!!!
Smarco
Messaggi: 4157
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda Smarco » 11 gen 2015 21:57

Kalosartipos ha scritto:Batteria n. 2.

Immagine

Mascarello 2006 com è?
Avatar utente
vinotec
Messaggi: 27365
Iscritto il: 09 giu 2007 14:19
Località: BRISIGHELLA
Contatta:

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda vinotec » 12 gen 2015 07:21

Kalosartipos ha scritto:
arnaldo ha scritto:And the winner is???

Fra i Baroli, per me il podio sarebbe:
- SANDRONE
- MASCARELLO
- RATTI.

N.B.: Cascina Francia kaputt :(

Splendido il (mio :mrgreen: ) Riesling '85.


...in effetti è capitato anche a me in un pranzo con 22 forumisti, di qualche anno fa, nel quale Jossik ne aveva portate 2 bottiglie (cascina francia 99); una era strepitosa, mentre l'altra era molto sottoperformante...da notare che le due bottiglie erano state prelevate da Jossik dalla stessa cassa che aveva comperato lui stesso dalla cantina di produzione...
UBI MAIOR, MINOR CESSAT !
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13513
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda Kalosartipos » 12 gen 2015 08:48

Smarco ha scritto:Mascarello 2006 com è?

Meglio al sorso che al naso, ma, per me, gran vino..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8796
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda arnaldo » 12 gen 2015 08:48

Ieri
PATRICK PIUZE - Chablis premier Cru vaucoupin 2008 - paglierino intenso con sfumature dorate. Il colore carico fa pensare ad una veloce evoluzione. Invece il naso è sulla frutta secca,burro,crema di naviglia corroborati da una ventata di freschezza agrumata. Bocca infatti corrispondente,tra le note mature di frutta e una lunga scia acido minerale che lo rende trascinante e multiuso negli abbinamenti. Sorprendente,non me l'aspettavo cosi' performante. :D
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
diamonddave
Messaggi: 1170
Iscritto il: 06 dic 2010 15:42
Località: Terronialand

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda diamonddave » 12 gen 2015 10:49

Montevetrano 2008 :D :D :D
L'ha aperta, stagnolata, un caro amico affianco al mio Rioja e da subito, sin da venerdì sera, ha dato segni di essere un po' problematica, non semplicemente "troppo giovane", perché non si apriva mai (e non s'è aperta, come la mia memoria avrebbe voluto, neanche dopo 48 ore). Naso compresso, bocca spigolosa e retrogusto troppo amaricante. Peccato.
... per intenderci: la differenza fra me ed un sommelier è la stessa che passa fra un porno attore ed un ginecologo. © diamonddave 8)
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 3081
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda Ludi » 12 gen 2015 11:10

R. Chevillon, Bourgogne 2006: piccolo grande vino ancora pienamente vitale, di immensa bevibilità. Non proprio economico per un Bourgogne, ma è sempre un piacere.
Mater Matuta 2004: confesso di avere grandi pregiudizi verso questo vino, ma ad undici anni dalla vendemmia, smaltito il legno, si fa discretamente apprezzare. Nulla a che vedere con il Rodano, per carità, ma accanto ad un buon Cortona non sfigurerebbe.
Meo Camuzet, Hautes Cotes de Nuits Clos St. Philibert blanc 2007: altro Borgogna base di buona qualità ma di prezzo non popolare. E' una versione minimalista di un Puligny-Montrachet.
Chateau La Tour de By 2009: piccolo chateau in grande annata....ma il legno è ancora veramente troppo invadente. Rimandato ad un paio d'anni, con molte riserve.
Planeta, Burdese 2006: lasciamo proprio perdere
Egly Ouriet, V.P. (deg. dicembre 2011): ottimo, con gradevolissime note ossidative che rimandano anche alla mela cotogna ed al miele di castagno. Molto piaciuto.
Menegola, Sassella Riserva 2009: frutto esuberante, goloso e croccante, bevibilità assassina anche grazie alla setosità dei tannini. bella sorpresa.
Delas, Hermitage Les Bessards 1997: di sublime eleganza, frutto intatto, terziarizzazione in fase assolutamente iniziale. Una gioia per il palato e per il naso.
Chateau Bouscassé, Frimaire 2001: purtroppo la penultima bottiglia di questo grandissimo vino dolce, che sta ora assumendo note idrocarburiche di asfalto che lottano gioiosamente con l'albicocca ed il fico.
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 13345
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda Alberto » 12 gen 2015 11:47

Ludi ha scritto:Planeta, Burdese 2006: lasciamo proprio perdere
Che altro puoi dirci? Inguardabile perché?
Personalmente mi è sempre sembrato un bordolese piuttosto "serio" ed il vino più interessante di Planeta.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 3081
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda Ludi » 12 gen 2015 12:35

Alberto ha scritto:Che altro puoi dirci? Inguardabile perché?
Personalmente mi è sempre sembrato un bordolese piuttosto "serio" ed il vino più interessante di Planeta.

io l'ho trovato di grande banalità, segnato dal legno ed in generale molto poco espressivo. Di Planeta (produttore che amo assai poco, sia nei rossi che nei bianchi) preferisco a quel punto il S. Cecilia.
piergi
Messaggi: 2372
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda piergi » 12 gen 2015 19:08

Pensavo a uno svuotacantina invece è stata una bella sorpresa.
Le pupille-Morellino di scansano poggio valente 2002
Probabilmente le stesse condizioni che hanno reso poco felice la vendemmia in zone più continentali della regione hanno reso un gran servigio a questa bottiglia.
Il colore è rubino cupo senza alcun cedimento, i profumi non sono esageratamente espressivi, anzi paiono quasi sussurrati nelle note di cuoio e geranio. In bocca il vino è equilibrato sia nelle note fruttate ( frutti rossi, ciliegia) che in quelli più terragne (terriccio di sottobosco). L'acidità è ancora ben presente e la beva pur non essendo compulsiva è molto piacevole. Discreta la PAI

PS
Bottiglia aperta per il pranzo domenicale con parenti, appena assaggiata l'ho messa via per bermeli da solo, cosa che ho potuto fare solo oggi all'ora del desinare. Ha retto benissimo le 24 ore di ossigenazione
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
miccel
Messaggi: 539
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda miccel » 12 gen 2015 21:12

piergi ha scritto:Pensavo a uno svuotacantina invece è stata una bella sorpresa.
Le pupille-Morellino di scansano poggio valente 2002
Probabilmente le stesse condizioni che hanno reso poco felice la vendemmia in zone più continentali della regione hanno reso un gran servigio a questa bottiglia.
Il colore è rubino cupo senza alcun cedimento, i profumi non sono esageratamente espressivi, anzi paiono quasi sussurrati nelle note di cuoio e geranio. In bocca il vino è equilibrato sia nelle note fruttate ( frutti rossi, ciliegia) che in quelli più terragne (terriccio di sottobosco). L'acidità è ancora ben presente e la beva pur non essendo compulsiva è molto piacevole. Discreta la PAI

PS
Bottiglia aperta per il pranzo domenicale con parenti, appena assaggiata l'ho messa via per bermeli da solo, cosa che ho potuto fare solo oggi all'ora del desinare. Ha retto benissimo le 24 ore di ossigenazione


Bevuta tanto tanto tempo fa, ma anche io conservo una buona memoria di quest'annata di poggio valente, è fra le migliori bottiglie di morellino che ricordo.
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda paperofranco » 13 gen 2015 10:09

Chianti Classico riserva 2011 Buondonno.
Bottiglia bevuta in due tempi, a distanza di un paio di giorni. All'inizio molto compresso nei profumi, sente ancora una leggera tostatura da rovere; in bocca si ha da subito la sensazione di una materia prima eccellente, e di grande energia. Al secondo giro non ha ceduto un millimetro, anzi, è cresciuto in espressività e definizione aromatica, si è per così dire "schiarito"; in bocca è ovviamente più disteso e trova un allungo rilassato senza perdere niente in tensione gustativa.
A mio avviso, una gran riuscita per l'annata, 14,5 di alcol perfettamente integrati, nessuna sensazione di surmaturazione del frutto, che è anche più fresco rispetto al base. Un Sig. Chianti, da lasciare ancora in bottiglia qualche mese.
CiccioCH
Messaggi: 104
Iscritto il: 17 nov 2014 15:48

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda CiccioCH » 13 gen 2015 11:05

Bevute del weekend

Langhe Nebbiolo G. Mascarello 2006: Vino che già al colore mette di mal umore, sporchino e non proprio bello da vedere. Vino molto autunnale, che sembra aver preso il viale del tramonto. Naso spento e senza acuti. In bocca un pò meglio, ma in generale bottiglia deludente. Stesse sensazione un mesetto fa con un 2004 però... :roll:

Cotes du Rhone Domaine Jamet 2012: Colore che mette subito di buon umore, naso fresco e pulito di pepe e fruttini neri con un bel sfondo minerale. In bocca è bello succoso e ritornano le sensazioni avute al naso. Bevibilità assoluta. Unico appunto un pò scarno a centro bocca, avrei preferito un pò di ciccia in più.... ma poì sarebbe già un vino da 90 punti. Produttore che mi piace parecchio, i suoi Cote Rotie 2009 e 2010 che ho in cantina però lì devo ancora lasciare riposare... :lol:

Rodano entry level batte Langa entry level 1-0.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2593
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda gianni femminella » 13 gen 2015 11:19

piergi ha scritto:Pensavo a uno svuotacantina invece è stata una bella sorpresa.
Le pupille-Morellino di scansano poggio valente 2002

PS
Bottiglia aperta per il pranzo domenicale con parenti, appena assaggiata l'ho messa via per bermeli da solo


:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Come ti capisco :D
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8938
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda zampaflex » 13 gen 2015 11:30

Altra buona boccia dopo le feste abbastanza anonime.

Clape - Cornas Renaissance 2005 :D :D :D :D ++

Il colore stimolante, rubino violaceo, invita a tuffare il naso nel bicchiere in attesa di una primarietà che si manifesta giocosa, fatta di frutti macerati in primis. Le note di terroir escono sotto forma di china/grafite, e poi presenta in sottofondo un verde vegetale che è più peperone grigliato che oliva.
In bocca dà una curiosa sensazione di grassezza, maggiore che nelle annate vicine, contrastata da una certa scorrevolezza; tannini veramente setosi al punto da risultare pressoché impercettibili, coda fresca misurata e ben collegata.
Golosissimo.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Nebbiolino
Messaggi: 6741
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda Nebbiolino » 13 gen 2015 11:54

CiccioCH ha scritto: i suoi Cote Rotie 2009 e 2010 che ho in cantina però lì devo ancora lasciare riposare... :lol:

Rodano entry level batte Langa entry level 1-0.


Almeno altri 10 anni... :wink:

Comunque è giocare sporco, il tuo: hai preso il più buon Cotes du Rhones della denominazione e l'hai messo a fianco del base del produttore più problematico di langa. :mrgreen:
Mica giusto.
CiccioCH
Messaggi: 104
Iscritto il: 17 nov 2014 15:48

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda CiccioCH » 13 gen 2015 13:04

Nebbiolino ha scritto:
CiccioCH ha scritto: i suoi Cote Rotie 2009 e 2010 che ho in cantina però lì devo ancora lasciare riposare... :lol:

Rodano entry level batte Langa entry level 1-0.


Almeno altri 10 anni... :wink:

Comunque è giocare sporco, il tuo: hai preso il più buon Cotes du Rhones della denominazione e l'hai messo a fianco del base del produttore più problematico di langa. :mrgreen:
Mica giusto.


Voglio essere ancora più cattivo.... il cotes du rhone costa pure di meno... 8) :lol:

Visto la sfiga che ho avuto con le ultime bottiglie di Mascarello aperte, sono indeciso se prendere il Monprivato 2010. :?
romanee'
Messaggi: 6458
Iscritto il: 27 apr 2009 15:15

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda romanee' » 13 gen 2015 13:28

CiccioCH ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:
CiccioCH ha scritto: i suoi Cote Rotie 2009 e 2010 che ho in cantina però lì devo ancora lasciare riposare... :lol:

Rodano entry level batte Langa entry level 1-0.


Almeno altri 10 anni... :wink:

Comunque è giocare sporco, il tuo: hai preso il più buon Cotes du Rhones della denominazione e l'hai messo a fianco del base del produttore più problematico di langa. :mrgreen:
Mica giusto.


Voglio essere ancora più cattivo.... il cotes du rhone costa pure di meno... 8) :lol:

Visto la sfiga che ho avuto con le ultime bottiglie di Mascarello aperte, sono indeciso se prendere il Monprivato 2010. :?

di che cifra stiamo parlando per il cotes du rhone di jamet????
grazie
SPEDISCO SOLITAMENTE DOPO 1 O 2 GIORNI DAL PAGAMENTO...MA A MOLTI HO SPEDITO E SPEDIRO' ANCOR PRIMA.. :D :wink:
alì65
Messaggi: 12507
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda alì65 » 13 gen 2015 14:05

romanee' ha scritto:
CiccioCH ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:
CiccioCH ha scritto: i suoi Cote Rotie 2009 e 2010 che ho in cantina però lì devo ancora lasciare riposare... :lol:

Rodano entry level batte Langa entry level 1-0.


Almeno altri 10 anni... :wink:

Comunque è giocare sporco, il tuo: hai preso il più buon Cotes du Rhones della denominazione e l'hai messo a fianco del base del produttore più problematico di langa. :mrgreen:
Mica giusto.


17€ circa

Voglio essere ancora più cattivo.... il cotes du rhone costa pure di meno... 8) :lol:

Visto la sfiga che ho avuto con le ultime bottiglie di Mascarello aperte, sono indeciso se prendere il Monprivato 2010. :?

di che cifra stiamo parlando per il cotes du rhone di jamet????
grazie
futuro incerto...2020 di merda!!!
CiccioCH
Messaggi: 104
Iscritto il: 17 nov 2014 15:48

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda CiccioCH » 13 gen 2015 14:16

romanee' ha scritto:
CiccioCH ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:
CiccioCH ha scritto: i suoi Cote Rotie 2009 e 2010 che ho in cantina però lì devo ancora lasciare riposare... :lol:

Rodano entry level batte Langa entry level 1-0.


Almeno altri 10 anni... :wink:

Comunque è giocare sporco, il tuo: hai preso il più buon Cotes du Rhones della denominazione e l'hai messo a fianco del base del produttore più problematico di langa. :mrgreen:
Mica giusto.


Voglio essere ancora più cattivo.... il cotes du rhone costa pure di meno... 8) :lol:

Visto la sfiga che ho avuto con le ultime bottiglie di Mascarello aperte, sono indeciso se prendere il Monprivato 2010. :?

di che cifra stiamo parlando per il cotes du rhone di jamet????
grazie


Qui in svizzera sui 15Euro... :wink:
Ziliovino
Messaggi: 3191
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: COSA ABBIAMO BEVUTO A GENNAIO 2015...

Messaggioda Ziliovino » 13 gen 2015 21:34

Champagne Brut Nature – Guy Charlemagne. Naso pettinato e precisino, bocca molto piacevole e di buon equilibrio/eleganza per essere un nature.

Kamptal Gruner Veltliner 2007 – Hiedler. Inizio un po’ sfocato, dopo pochi minuti si apre e ne esce con buona intensità la pera, la frutta gialla matura, una bella speziatura dolce tra il marzapane e la canfora. Bocca fresca e citrina, decisamente secca.

Trento Brut – Maso Martis. Naso fragrante con un bel agrumato nitido, crosta di pane, bocca un po’ semplice e leggerina ma piacevole e fresca.

Vallagarina S. Leonardo 1997 – Tenuta San Leonardo. Colore ancora vivo e compatto, versione in cui la “peperonata” non è affatto urlata, anzi piuttosto elegante e si mischia a frutta matura, note di erba tagliata e un accenno fumé. Sorso anch’esso elegantissimo e succoso. Piaciuto, versione molto bordolese.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alberto, Alessio, teo777full e 1 ospite