Bollicine 2015

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
romanee'
Messaggi: 6340
Iscritto il: 27 apr 2009 15:15

Re: Bollicine 2015

Messaggioda romanee' » 26 gen 2015 20:17

Smarco ha scritto:Scusate, io non voglio mettere fretta a nessuno ma qualcosa su selosse si può sapere?

TE LO DICO IO...COSTA CARO... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
UN CARO SALUTO....
PS....PER MARCO....LA SMETTIAMO CON QUESTE RIUNIONI,IMPROVVISE,E TOTALMENTE INGIUSTIFICABILI?????? :lol: :lol: :lol: FORZA.......
SPEDISCO SOLITAMENTE DOPO 1 O 2 GIORNI DAL PAGAMENTO...MA A MOLTI HO SPEDITO E SPEDIRO' ANCOR PRIMA.. :D :wink:
Smarco
Messaggi: 3523
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: Bollicine 2015

Messaggioda Smarco » 26 gen 2015 20:21

Scusate, io non voglio mettere fretta a nessuno ma qualcosa su selosse si può sapere?
Smarco
Messaggi: 3523
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: Bollicine 2015

Messaggioda Smarco » 26 gen 2015 20:40

romanee' ha scritto:
Smarco ha scritto:Scusate, io non voglio mettere fretta a nessuno ma qualcosa su selosse si può sapere?

TE LO DICO IO...COSTA CARO... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
UN CARO SALUTO....
PS....PER MARCO....LA SMETTIAMO CON QUESTE RIUNIONI,IMPROVVISE,E TOTALMENTE INGIUSTIFICABILI?????? :lol: :lol: :lol: FORZA.......

È....che costa caro lo so, infatti secondo me è il meno venduto di tutta la linea e credo che a giorni l ultima bottiglia la sacrifico per vedere di persona :mrgreen: però prima volevo sapere com è così poi mi rimane più facile scrivere la nota :lol: :lol:
Avatar utente
george7179
Messaggi: 1953
Iscritto il: 05 feb 2011 21:32
Località: Reggio Emilia

Re: Bollicine 2015

Messaggioda george7179 » 26 gen 2015 21:03

Smarco ha scritto:
romanee' ha scritto:
Smarco ha scritto:Scusate, io non voglio mettere fretta a nessuno ma qualcosa su selosse si può sapere?

TE LO DICO IO...COSTA CARO... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
UN CARO SALUTO....
PS....PER MARCO....LA SMETTIAMO CON QUESTE RIUNIONI,IMPROVVISE,E TOTALMENTE INGIUSTIFICABILI?????? :lol: :lol: :lol: FORZA.......

È....che costa caro lo so, infatti secondo me è il meno venduto di tutta la linea e credo che a giorni l ultima bottiglia la sacrifico per vedere di persona :mrgreen: però prima volevo sapere com è così poi mi rimane più facile scrivere la nota :lol: :lol:

Buono, molto buono, fantastico, però, mia modesta opinione, con questi soldi preferisco comprare tre Bereche, o 1,5 Krug millesimati... :lol:
#23# "The best there ever was, the best there ever will be" #23#
Avatar utente
george7179
Messaggi: 1953
Iscritto il: 05 feb 2011 21:32
Località: Reggio Emilia

Re: Bollicine 2015

Messaggioda george7179 » 26 gen 2015 21:18

Per essere più chiaro.... mi è piaciuto molto di più di Salon e Winston Churchill
#23# "The best there ever was, the best there ever will be" #23#
vinogodi
Messaggi: 28454
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Bollicine 2015

Messaggioda vinogodi » 26 gen 2015 21:21

... vediamo gli aperitivi, solitamente bollicine senza tanti patemi nel berli


- Reflet D'Antan Bereche : la vera sorpresa della giornata perchè il vino che nessuno si aspettava ma che io so per certo che se la gioca con Substance, bevendolo spesso, come migliore champagne metodo solera dell'universo conosciuto. Algido al colore, quasi giallo chiaro con note quasi verdognole di giovinezza, che già dall'aspetto mostrava quell'acidità citrina che solo la bocca riusciva a placare. Al naso l'agrumato più intrigante della giornata, con fiori di campo a fare da contorno e quella speziatura forse inusuale. E' ricco anche se si perde strutturalmente al cospetto di Substance che supera indecentemente in eleganza ed equilibrio. Chapeau : :D :D :D :D
- Substance Selosse : Ok , lo preferisco rispetto al Reflet per potenza devastante, per una nota di confetture di pesca bianca, per una sferzata di energia che ti da quando lo bevi. Ha comunque da assestare cotanta potenza, ma quando lo porti in bocca , esplode ... :D :D :D :D :)
- Sir Winston Churchill 1999 Pol Roger : una finezza del genere è difficile da trovare. Se non stesse aumentando di prezzo in maniera impressionante (vedrete il 2002 ... :shock: ) sarebbe da oscar come miglior qualità prezzo del pianeta. Giallo dorato scarico, il naso è balsamico ed agrumato, con leggera nota di mandarino. Frutta bianca e acidità guizzante finivano il quadro e le pennellate d'autore. E' vino dall'equilibrio di beva da brividi... :D :D :D :D
- Salon 1999 : E' lui, è terrificante. Mutino al naso all'apertura, nel tempo si apriva con la sua carica energica e quasi austera. Acido come la bava di Alien, tagliente come una rasoiata. Anche qui l'agrume, il lime e il cedro... ma che bocca ..da aspettare "almeno" un lustro per l'apice :D :D :D :D
- Dom Perignon Oenoteque 1996 : la solita maitresse che dopo ti lascia agonizzante in cerca di ricostituente per rivitalizzare le membra spossate da tanto cimento. E' ricco, è piacione, è potente ed è elegante. Piccolo capolavoro della spumantizzazione , da ingollarsene senza ritegno alcuno ed adagiarsi felice e rilassato... :D :D :D :D :D
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 28454
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Bollicine 2015

Messaggioda vinogodi » 26 gen 2015 22:41

Saltando al finale , tutt'altro che ... banale :
- Nuits S.Georges Les Lavrieres 2001 Leroy monumentale ettepareva. Rosso meno flebile del solito, la carica erotica di questo vino è eccessiva, tanto da renderlo vietato ai minori e oggetto , più volte, di passaggio su enoyouporn , per compiacere l'onanismo dei sodali in Bue House . Non può mancare , in bicchierata seria , 'sto pezzo di gnocca enologica che è madame. Il naso è il solito seppur con una componente di austerità ancor più attizzante. L'incenso è d'obbligo, ma una civettuola liquirizia dolce e una violetta del pensiero si alternano maliziose . La bocca è quanto di più elettrizzante conosca e il bicchiere finisce in un batter d'occhio: un grande Blanc de Noir senza bolle, ca va sans dire... :D :D :D :D :D
- Barolo Riserva Vigna Rionda Massolino 2004 : sostituisce un '97 tappato, ahimè. E' bello e vigoroso , ricco e conturbante. Fra le migliori versioni mai assaggiate, ciclopico e coinvolgente :D :D :D :D
- Porto Quinta do Noval Vintage 2001 "Silval" : si può affermare incautamente :"berne a secchi" declinato ad un Porto? i suoi 19,5 erano imbarazzatnti perchè non si sentivano. Gaudente, riflessivo, ricco di materia , elegante, austero ... chi l'ha goduto (Charlie One e Perbacco) con un sigaro Avana in esterna godendo come un suino a primavera... questi piccoli piaceri della vita vanno colti senza indugio... :D :D :D :D :)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
calzidavide
Messaggi: 1532
Iscritto il: 26 feb 2009 12:32
Località: Crema
Contatta:

Re: Bollicine 2015

Messaggioda calzidavide » 26 gen 2015 22:58

Ringraziando Marco per ospitalità e scelta posto note personali e foto (si fa quel che si può :roll: )

CHAMPAGNE BRUT LECLERC BRIANT
Blend di 70% Pinot Nero e 30% Chardonnay coltivati in Biodinamica nei villaggi di Hautvillers, Cumières e Verneuil, la presenza di vini di riserva concorre per il 5%. Di color paglierino poco intenso, l'olfatto è di forte vocazione "rustica" e di matrice fruttata. In bocca la bolla non è fnissima ed il vino sembra non aver ancora trovato la giusta quadra; quando in soccorso interviene l'acidità, ben marcata, il vino recupera e ne esce con con dignità.

TRENTO DOC RISERVA DEL FONDATORE GIULIO FERRARI 2002 FERRARI
Da uve Chardonnay provenienti dal Maso Pianizza, vigneto posto a 500-600 metri d'altitudine ed esposto a sud-ovest, affina sui lieviti per oltre dieci anni. Colore paglierino vivo e carico, naso dalla forte espressione tostata e speziata in cui sono avvertibili note di polvere di caffè e nocciola su base fruttata. Bocca dalla vivacità presente, seppur moderata, corrispondente nei sentori tostati a cui si aggiungono note di miele e vaniglia. Una bolla di corpo, dalla forte intensità propositiva.

CHAMPAGNE REFLET D'ANTAN BRUT BERECHE ET FILS
Assemblaggio di uve Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Meunier, utilizzate in parti uguali e frutto della vendemmia 2008 per i 2/3, al vino ottenuto si aggiunge 1/3 di riserva perpetua secondo il metodo Solera. E' un vino che ti colpisce da subito, sin dal colore tendente al dorato, e dal fine perlage. Il naso si esprime su toni agrumati di notevole qualità, a cui si aggiungono sentori di balsami, incenso e spezie "chiare"; lo spettro olfattivo è aperto e "mutevole" nel tempo. Al gusto è pieno, dotato di una piacevole "rusticità", la quale non nasconde la qualità della bollicina e la corrispondenza retro-olfattiva di altissimo valore. Champagne soddisfacente, che richiama il cibo e si lascia ricordare a lungo.

CHAMPAGNE GRAND CRU BDB SUBSTANCE SELOSSE
Solo Chardonnay fermentato in barrique nuove da 228 litri per 10-12 mesi, segue l'assemblaggio secondo il metodo "Solera", quindi l'imbottigliamento; l'invecchiamento in bottiglia dura almeno 6 anni. Il colore è pieno e maturo, sin dal primo appoccio si intuiscono la qualità e la complessità che l'assaggio ci regalerà. Un olfatto espressivo di agrumi, balsami e spezie orientaleggianti che ben è corrisposto in bocca, luogo dove da il meglio di sè. La progressione è continua ed aiutata da una saporita freschezza che accompagna tutto il sorso. Vino emozionale.

Immagine
calzidavide
Messaggi: 1532
Iscritto il: 26 feb 2009 12:32
Località: Crema
Contatta:

Re: Bollicine 2015

Messaggioda calzidavide » 26 gen 2015 23:00

CHAMPAGNE BRUT SIR WINSTON CHURCHILL 1999 POL ROGER
Da assemblaggio di Pinot Nero, in maggioranza, e Chardonnay, vinificate in acciaio per singola varietà e “village”, la permanenza sui lieviti ha una durata di 10 anni. Paglierino lucente, bolla fine. Dopo i due metodo Solera il registro è completamente diverso: i profumi sono più diretti e “classici”, fatti di frutta matura, fiori da infuso, crosta di pane e sentori minerali. Bocca di ottima rispondenza, in perfetto equilibrio tra acidità, sapidità e frutto. Champagne dal passo aristocratico

CHAMPAGNE BDB BRUT 1999 SALON
Da uve Chardonnay coltivate a Le-Mesnil (20 parcelle) da vigne mediamente vecchie, vinificazione dei vini base in acciaio, sosta sui lieviti di 10 anni. Paglierino tenue, riflessi giovanili. Inizialmente introverso e cristallino: apre con sentori di agrume, conchiglia, mela, fiori bianchi, crosta di pane, per poi aprirsi a sentori minerali, gessosi e do polvere di caffe. Al gusto è complesso, minerale, dalla bellissima cremosità e dalla bolla setosa. Finale interminabile.

CHAMPAGNE ŒNOTHEQUE 1996 DOM PERIGNON
50% Chardonnay e 50% Pinot Nero. Quinta volta che lo bevo e quinta volta che penso di essere di fronte ad uno dei migliori Champagne di sempre (da me bevuti). Il naso rievoca una forte impronta minerale, con sentori da grandi Chablis: troviamo conchiglie, gesso, balsami, frutta, agrumi e sentori mentolati. La bocca è tesa, minerale, affilata come una lama. Il sorso è completo, ancora giovane ma già appagante; impressiona la facilità di beva con cui esprime il suo enorme potenziale.

CHAMPAGNE ROSE’ 2000 DOM PERIGNON
Senza infamia e senza lode.

Immagine

Immagine
calzidavide
Messaggi: 1532
Iscritto il: 26 feb 2009 12:32
Località: Crema
Contatta:

Re: Bollicine 2015

Messaggioda calzidavide » 26 gen 2015 23:03

CHAMPAGNE VINTAGE 1990 KRUG
Frutto delle tre uve della Champagne: Pinot Nero, Pinot Meunier e Chardonnay vinificate separatamente in fût de chêne. Colore molto vicino all’oro, è un vino pienamente maturo, dall’olfatto di miele, frutta gialla, sentori biscottati e creme; i terziari sono bene espressi e donano complessità. Bocca pienamente corrispondente, cremosa e ricca di sapori. Champagne che ha raggiunto l’apice, in cui l’ancora ben presente acidità dona vigore ed energia.

CHAMPAGNE LE CLOS SAINT HILAIRE 1996 BILLECART SALMON
Pinot nero in purezza coltivato nel Clos Saint Hilarie, un ettaro di vigne del 1964. Rispetto all’Œnotjeque 1996 ha raggiunto un grado di maturità maggiore, fatto di sentori di polvere di caffè che ben si amalgamano a sentori balsamici di incenso. Bocca dalla viva acidità e dalla struttura importante, il frutto è maturo accompagnato da ritorni balsamici e speziati. Vino di grande equilibrio.

CHAMPAGNE COLLECTION 1989 KRUG

Il millesimato 1989 di casa Krug con oltre 20 anni sui lieviti. Olfatto in piena maturità e di eccellente ricchezza aromatica, non lesina toni dolci di creme, lievi sentori eterei e toni speziati tipici dei Krug. Bocca freschissima, dove la carbonica vivace e l’acidità agrumata impattano la bocca, questa viene poi avvolta da una stupefacente cremosità. Champagne appagante in tutti i sensi, unisce la maturità e la qualità di un bouquet perfettamente terziarizzato con una freschezza ed una tensione perfettamente integre.

Immagine

Immagine
ZEL WINE
Messaggi: 7180
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Bollicine 2015

Messaggioda ZEL WINE » 26 gen 2015 23:39

Il millesimato 1989 di casa Krug con oltre 20 anni sui lieviti. Olfatto in piena maturità e di eccellente ricchezza aromatica, non lesina toni dolci di creme, lievi sentori eterei e toni speziati tipici dei Krug. Bocca freschissima, dove la carbonica vivace e l’acidità agrumata impattano la bocca, questa viene poi avvolta da una stupefacente cremosità. Champagne appagante in tutti i sensi, unisce la maturità e la qualità di un bouquet perfettamente terziarizzato con una freschezza ed una tensione perfettamente integre.

M'interessa la questione "sur lattes" dove hai trovato l'indicazione degli anni, krug non lo indica chiaramente. Il Collection tecnicamente ha un affinamento più' lungo in vetro, contrariamente all'oenotheque non spingono sulla permanenza sui lieviti, o sbaglio?
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
alì65
Messaggi: 11641
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Bollicine 2015

Messaggioda alì65 » 27 gen 2015 00:02

ZEL WINE ha scritto:Il millesimato 1989 di casa Krug con oltre 20 anni sui lieviti. Olfatto in piena maturità e di eccellente ricchezza aromatica, non lesina toni dolci di creme, lievi sentori eterei e toni speziati tipici dei Krug. Bocca freschissima, dove la carbonica vivace e l’acidità agrumata impattano la bocca, questa viene poi avvolta da una stupefacente cremosità. Champagne appagante in tutti i sensi, unisce la maturità e la qualità di un bouquet perfettamente terziarizzato con una freschezza ed una tensione perfettamente integre.

M'interessa la questione "sur lattes" dove hai trovato l'indicazione degli anni, krug non lo indica chiaramente. Il Collection tecnicamente ha un affinamento più' lungo in vetro, contrariamente all'oenotheque non spingono sulla permanenza sui lieviti, o sbaglio?


Collection è il millesimato che rimane più a lungo sui lieviti, sboccatura recente alla commercializzazione
basterebbe fare due conti, quando è uscito sul mercato l'89?
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
ZEL WINE
Messaggi: 7180
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Bollicine 2015

Messaggioda ZEL WINE » 27 gen 2015 00:16

alì65 ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:Il millesimato 1989 di casa Krug con oltre 20 anni sui lieviti. Olfatto in piena maturità e di eccellente ricchezza aromatica, non lesina toni dolci di creme, lievi sentori eterei e toni speziati tipici dei Krug. Bocca freschissima, dove la carbonica vivace e l’acidità agrumata impattano la bocca, questa viene poi avvolta da una stupefacente cremosità. Champagne appagante in tutti i sensi, unisce la maturità e la qualità di un bouquet perfettamente terziarizzato con una freschezza ed una tensione perfettamente integre.

M'interessa la questione "sur lattes" dove hai trovato l'indicazione degli anni, krug non lo indica chiaramente. Il Collection tecnicamente ha un affinamento più' lungo in vetro, contrariamente all'oenotheque non spingono sulla permanenza sui lieviti, o sbaglio?


Collection è il millesimato che rimane più a lungo sui lieviti, sboccatura recente alla commercializzazione
basterebbe fare due conti, quando è uscito sul mercato l'89?


Non e' proprio cosi' immediato, per questo chiedevo riscontri precisi.
Il fatto che esca dopo non e' sinonimo che l'abbiano tenuto sui lieviti, lo possono aver tenuto in vetro.
Hanno una concezione diversa dell'oenotheque il cui programma sui lieviti e' chiaramente indicato nelle varie plenitude.
http://www.lemiebollicine.com/4027-cham ... tion-1989/
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
alì65
Messaggi: 11641
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Bollicine 2015

Messaggioda alì65 » 27 gen 2015 00:27

ZEL WINE ha scritto:
alì65 ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:Il millesimato 1989 di casa Krug con oltre 20 anni sui lieviti. Olfatto in piena maturità e di eccellente ricchezza aromatica, non lesina toni dolci di creme, lievi sentori eterei e toni speziati tipici dei Krug. Bocca freschissima, dove la carbonica vivace e l’acidità agrumata impattano la bocca, questa viene poi avvolta da una stupefacente cremosità. Champagne appagante in tutti i sensi, unisce la maturità e la qualità di un bouquet perfettamente terziarizzato con una freschezza ed una tensione perfettamente integre.

M'interessa la questione "sur lattes" dove hai trovato l'indicazione degli anni, krug non lo indica chiaramente. Il Collection tecnicamente ha un affinamento più' lungo in vetro, contrariamente all'oenotheque non spingono sulla permanenza sui lieviti, o sbaglio?


Collection è il millesimato che rimane più a lungo sui lieviti, sboccatura recente alla commercializzazione
basterebbe fare due conti, quando è uscito sul mercato l'89?


Non e' proprio cosi' immediato, per questo chiedevo riscontri precisi.
Il fatto che esca dopo non e' sinonimo che l'abbiano tenuto sui lieviti, lo possono aver tenuto in vetro.
Hanno una concezione diversa dell'oenotheque il cui programma sui lieviti e' chiaramente indicato nelle varie plenitude.
http://www.lemiebollicine.com/4027-cham ... tion-1989/


hai ragione e forse è come dici tu ma ti garantisco che il Collection 85 è nettamente più buono del millesimo
un motivo oltre l'affinamento in vetro ci sarà, forse....
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
ZEL WINE
Messaggi: 7180
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Bollicine 2015

Messaggioda ZEL WINE » 27 gen 2015 00:44

alì65 ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
alì65 ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:Il millesimato 1989 di casa Krug con oltre 20 anni sui lieviti. Olfatto in piena maturità e di eccellente ricchezza aromatica, non lesina toni dolci di creme, lievi sentori eterei e toni speziati tipici dei Krug. Bocca freschissima, dove la carbonica vivace e l’acidità agrumata impattano la bocca, questa viene poi avvolta da una stupefacente cremosità. Champagne appagante in tutti i sensi, unisce la maturità e la qualità di un bouquet perfettamente terziarizzato con una freschezza ed una tensione perfettamente integre.

M'interessa la questione "sur lattes" dove hai trovato l'indicazione degli anni, krug non lo indica chiaramente. Il Collection tecnicamente ha un affinamento più' lungo in vetro, contrariamente all'oenotheque non spingono sulla permanenza sui lieviti, o sbaglio?


Collection è il millesimato che rimane più a lungo sui lieviti, sboccatura recente alla commercializzazione
basterebbe fare due conti, quando è uscito sul mercato l'89?


Non e' proprio cosi' immediato, per questo chiedevo riscontri precisi.
Il fatto che esca dopo non e' sinonimo che l'abbiano tenuto sui lieviti, lo possono aver tenuto in vetro.
Hanno una concezione diversa dell'oenotheque il cui programma sui lieviti e' chiaramente indicato nelle varie plenitude.
http://www.lemiebollicine.com/4027-cham ... tion-1989/


hai ragione e forse è come dici tu ma ti garantisco che il Collection 85 è nettamente più buono del millesimo
un motivo oltre l'affinamento in vetro ci sarà, forse....


Per la mia esperienza, i vintage se ben tenuti (e qui casca l'asino) si fanno rispettare, eccome. Anche in questa bevuta mi sembra siano venuti fuori bene. I Collection, oltre ad avere (forse?) una maggior permanenza sui lieviti, hanno sicuramente molti km in meno sulle spalle e questo puo' essere un fattore determinante. Pensa ad un 89collection uscito da 1annetto da Reims e un vintage89 che gira da 15anni.
Poi chiedevo per aver riscontri più' precisi, perche' la maison non li da ufficialmente.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13095
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Bollicine 2015

Messaggioda Kalosartipos » 27 gen 2015 07:56

calzidavide ha scritto: e foto (si fa quel che si può :roll: )

Dove sono?
:lol:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13095
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Bollicine 2015

Messaggioda Kalosartipos » 27 gen 2015 08:00

ZEL WINE ha scritto:Il Collection tecnicamente ha un affinamento più' lungo in vetro, contrariamente all'oenotheque non spingono sulla permanenza sui lieviti, o sbaglio?

Anch'io sapevo del lunghissimo affinamento in vetro e non della permanenza sui lieviti..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
alì65
Messaggi: 11641
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Bollicine 2015

Messaggioda alì65 » 27 gen 2015 08:33

ZEL WINE ha scritto:
alì65 ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
alì65 ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:Il millesimato 1989 di casa Krug con oltre 20 anni sui lieviti. Olfatto in piena maturità e di eccellente ricchezza aromatica, non lesina toni dolci di creme, lievi sentori eterei e toni speziati tipici dei Krug. Bocca freschissima, dove la carbonica vivace e l’acidità agrumata impattano la bocca, questa viene poi avvolta da una stupefacente cremosità. Champagne appagante in tutti i sensi, unisce la maturità e la qualità di un bouquet perfettamente terziarizzato con una freschezza ed una tensione perfettamente integre.

M'interessa la questione "sur lattes" dove hai trovato l'indicazione degli anni, krug non lo indica chiaramente. Il Collection tecnicamente ha un affinamento più' lungo in vetro, contrariamente all'oenotheque non spingono sulla permanenza sui lieviti, o sbaglio?


Collection è il millesimato che rimane più a lungo sui lieviti, sboccatura recente alla commercializzazione
basterebbe fare due conti, quando è uscito sul mercato l'89?


Non e' proprio cosi' immediato, per questo chiedevo riscontri precisi.
Il fatto che esca dopo non e' sinonimo che l'abbiano tenuto sui lieviti, lo possono aver tenuto in vetro.
Hanno una concezione diversa dell'oenotheque il cui programma sui lieviti e' chiaramente indicato nelle varie plenitude.
http://www.lemiebollicine.com/4027-cham ... tion-1989/


hai ragione e forse è come dici tu ma ti garantisco che il Collection 85 è nettamente più buono del millesimo
un motivo oltre l'affinamento in vetro ci sarà, forse....


....... Pensa ad un 89collection uscito da 1annetto da Reims e un vintage89 che gira da 15anni....


io tenevo come riferimento le mie e non sono in giro da 15 anni, semmai il Collection non era stato preso subito dopo l'uscita ma non credo abbia inciso
comunque ci sta, se il millesimo tenuto da sempre come dio comanda potrebbe avere lo stesso valore del Collection
domando perchè non sono informato, si farà il 90?
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13095
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Bollicine 2015

Messaggioda Kalosartipos » 27 gen 2015 09:06

alì65 ha scritto:si farà il 90?

Stiamo aspettando anche il 1988... :D
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
vinogodi
Messaggi: 28454
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Bollicine 2015

Messaggioda vinogodi » 27 gen 2015 11:14

- Krug Vintage 1990 ...essendo cresciuto a Bordeaux e Nebbiolo, con qualche pizzico di Krug (quanto basta) ho confidente autorevolezza per affermare che questo è un vino della Madonna. E' all'apice, probabilmente da domani già comincia la sua (decennale) parabola discendente . Perchè ieri rasentava la perfezione. Dorato carico, spuma evanescente (plus) , profumi orizzontali di frutta fresca, di crostata , di Chantilly, di miele . Ridondante in bocca per l'opulenza e la presenza scenica indecente. L'acidità dava il tocco che chiudeva il cerchio, altrimenti , dimensionalmente, avrebbe raggiunto sembianze boteriane. Didattico e didascalico su come è un grandissimo Champagne perfettamente terziarizzato. :D :D :D :D :D ( :wink: )
- Billecart Salmon Clos S.Hilayre 1996 : ha quasi ceduto il passo alla potenza di Krug '90 per poi riprendersi per tante altre super caratteristiche. Forza, energia, vigore, eleganza, ed equilibrio. Uno dei piccoli capolavori della champagneria mondiale ... :D :D :D :D :D
- Bollinger Vieilles Vignes Francaises 1997 : sembrava il gemello ... eterozigote del CSY :shock: ... comunque è quella la lunghezza d'onda di un grandissimo Champagne. Paga un pò in complessità ma con una leggera balsamicità (mentuccia da sballo) in più ... si , insomma, se dovete buttarlo, ci penso io a raccoglierlo... :D :D :D :D :D
- Krug Collection 1989 : mi è piaciuto un pelo di fica in meno di quello bevuto per il compleanno di Kalos ma più dell'anno scorso. Sta migliorando. E' un vino che rasenta l'assoluto anche se non i vertici del mitico '85, forse il più grande Champagneda me bevuto (compresi Ambonnay e Mesnil) . E' ricco, non avrei altri termini. Su livelli altissimi l'intensità olfattiva, seconda solo ... al Mesnil successivo, la frutta bianca è da manuale su semitoni altissimi la mineralità e la baslamicità. Lo stile Krug , inconfondibile, lo rende unico e riconoscibilissimo. Ha da addivenire come perfezione, ma qui siamo su livelli planetari... :D :D :D :D :D
- Krug Clos Du Mesnil 1995 : per fortuna è stato servito a temperatura "altina" (12°) da cantina perchè, per l'ennesima volta, mi ero sbagliato rinfrescando un Mesnil 1998 (qualcuno mi esortò di aprire pure quelloper confrontarli.... 8) ) vino pazzesco per intensità e potenza , non è esente da emozione forte da mineralità borgognona e frutta gialla, bianca, rossa, rosa, verde, celeste, rosa, nera, blu e persino grigia... si insomma, un negozio di frutta ambulante, con qualche spruzzo di esotico e un ammiccamento di erotoca confettura d'ananas . Qualcuno è rimasto shoccato, mò son cazzi suoi a bere qualcos'altro questa settimana... :D :D :D :D :D :shock: .

PS: importante questi grandi ( che siano grandi) Champagne non servirli a temperatura di glacette o frigorifero, anzi. Ideale 8 - 10 gradi per apprezzarli appieno senza ingozzarli in un attimo ghiacciati, perchè questi non sono grandi spumanti ma grandi vini... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 28454
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Bollicine 2015

Messaggioda vinogodi » 27 gen 2015 11:14

Kalosartipos ha scritto:
alì65 ha scritto:si farà il 90?

Stiamo aspettando anche il 1988... :D

...io lo sto aspettando con trepidazione....
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti