BORGOGNA

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
cascinafrancia
Messaggi: 732
Iscritto il: 07 giu 2007 10:53

Re: BORGOGNA

Messaggioda cascinafrancia » 24 nov 2014 18:14

A me pare tu faccia un gran casino, rimbalzando da un'annata all'altra quando il punto era un altro.

Un'altra bella scoperta, Mugnier un produttore "minore". :D

Ok, ok, lascio stare. Va bene così, grazie mille.

Vado a vedere se trovo una degustazione gratis, così magari ti raggiungo a quota 100 grand cru all'anno. 8) :lol: :roll: :wink: :mrgreen:
Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
"Migliore della serata, Clos de Aramis 1969, di Armand Châtaigne.
Non cercatelo sulle mappe, come direbbero i vecchi geografi[...].
"Sa di vino più degli altri". "
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: BORGOGNA

Messaggioda paperofranco » 24 nov 2014 20:24

cascinafrancia ha scritto:
paperofranco ha scritto:[
Io la 2008, rispetto alla Cote de Nuits, non la amo; tutti i vini che ho sentito hanno un profilo freddo e distaccato, che alla lunga tende ad allontanarmi dal bicchiere, invece di coinvolgermi. Ad onor del vero, parlo principalmente di 1er cru e village.
Sulla Cote de Beaune ho meno esperienza, ma dimmi una cosa Luca, secondo te è meglio anche della 2009 e della 2010? Stiamo parlando dei rossi o ti riferivi ai bianchi?(in Cote de Beaune, naturalmente)


Capisco e condivido quanto dici sul "distacco". Che però nelle grandi riuscite si trasforma in pura magia, cristallo, elettricità. Chi avrà la fortuna di bere ad esempio la RSV di Cathiard (manco una me ne ha mollata, quella fava! :evil: ), sarà proiettato nel cosmo. Ma, certo, son vini parecchio cerebrali.

Per me, in rosso è nettamente meglio della 2009, a mani basse; con la 2010, tocca vedere, sarei meno categorico, e comunque son profili completamente diversi. Parlavo principalmente dei rossi, esatto. I bianchi di Borgogna mi appassionano sempre meno, sempre meno, sempre meno....


M'incuriosisci sulla 2008 in CdB, l'anno prossimo proverò a convincere il buon Frederic Lafarge a scucire una boccia di Clos des Chènes, e perché no, anche una di Beaune Grèves :D
cascinafrancia
Messaggi: 732
Iscritto il: 07 giu 2007 10:53

Re: BORGOGNA

Messaggioda cascinafrancia » 24 nov 2014 22:46

Eh sì, per la pensione vanno bene... Ma che sei matto? Ti ci vole trentadue anni di bottiglia... :lol: :mrgreen: :mrgreen:
Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
"Migliore della serata, Clos de Aramis 1969, di Armand Châtaigne.
Non cercatelo sulle mappe, come direbbero i vecchi geografi[...].
"Sa di vino più degli altri". "
paolo7505
Messaggi: 1634
Iscritto il: 14 giu 2007 12:33
Località: parma

Re: BORGOGNA

Messaggioda paolo7505 » 24 nov 2014 23:02

Luca leggendomi tutta la discussione d'un fiato, perchè oggi non ho avuto tempo, anche a me sembrava di capire che tu reputassi la 2008 migliore anche di 2009-2010, almeno in Cote de Beaune

cascinafrancia ha scritto:In CdB, la 2008 prende a manate praticamente tutte le altre annate degli anni 2000, per quanto mi riguarda.


Non era questo il senso?
Quindici contro quindici, e una palla ovale. Non c'è bisogno d'altro, neanche dell'arbitro.

Ci arrabbiamo se vinciamo senza stile. E non prendiamo neppure in considerazione l'eventualità di perdere.
Josh Kronfeld (All Black)
cascinafrancia
Messaggi: 732
Iscritto il: 07 giu 2007 10:53

Re: BORGOGNA

Messaggioda cascinafrancia » 24 nov 2014 23:23

paolo7505 ha scritto:Luca leggendomi tutta la discussione d'un fiato, perchè oggi non ho avuto tempo, anche a me sembrava di capire che tu reputassi la 2008 migliore anche di 2009-2010, almeno in Cote de Beaune

cascinafrancia ha scritto:In CdB, la 2008 prende a manate praticamente tutte le altre annate degli anni 2000, per quanto mi riguarda.


Non era questo il senso?


Paolo, in parte sì. Poi ho precisato sotto:

"Per me, in rosso è nettamente meglio della 2009, a mani basse; con la 2010, tocca vedere, sarei meno categorico, e comunque son profili completamente diversi."
Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
"Migliore della serata, Clos de Aramis 1969, di Armand Châtaigne.
Non cercatelo sulle mappe, come direbbero i vecchi geografi[...].
"Sa di vino più degli altri". "
paolo7505
Messaggi: 1634
Iscritto il: 14 giu 2007 12:33
Località: parma

Re: BORGOGNA

Messaggioda paolo7505 » 24 nov 2014 23:36

cascinafrancia ha scritto:
paolo7505 ha scritto:Luca leggendomi tutta la discussione d'un fiato, perchè oggi non ho avuto tempo, anche a me sembrava di capire che tu reputassi la 2008 migliore anche di 2009-2010, almeno in Cote de Beaune

cascinafrancia ha scritto:In CdB, la 2008 prende a manate praticamente tutte le altre annate degli anni 2000, per quanto mi riguarda.


Non era questo il senso?


Paolo, in parte sì. Poi ho precisato sotto:

"Per me, in rosso è nettamente meglio della 2009, a mani basse; con la 2010, tocca vedere, sarei meno categorico, e comunque son profili completamente diversi."



Ecco, e me l'ero anche detto che avevo letto tutto di corsa..... :roll: :mrgreen:
Chiariscimi meglio Luca, perchè ho provato anche a rileggermi i vari post, ma spaziando un po' tutti fra annate e luoghi, non sono sicuro di aver capito bene, secondo te è meglio della 2009 solo in Cote de Beaune o anche in Cote de Nuits?
Quindici contro quindici, e una palla ovale. Non c'è bisogno d'altro, neanche dell'arbitro.



Ci arrabbiamo se vinciamo senza stile. E non prendiamo neppure in considerazione l'eventualità di perdere.

Josh Kronfeld (All Black)
cascinafrancia
Messaggi: 732
Iscritto il: 07 giu 2007 10:53

Re: BORGOGNA

Messaggioda cascinafrancia » 25 nov 2014 00:04

Solo in Cote de Beaune.

Se dicessi una cosa del genere per la CdN, sarei scemo da legare.

Ritengo la 2009 in CdN, per i rossi, un'annata straordinaria - quelli che hanno saputo gestire le maturazioni, non tutta a occhi chiusi, soyons exactes -, e, quella sì, diffusamente buona a tutti i livelli, Bourgogne compresi. Detto questo, ci vorrà tanto tanto tempo per smaltire un po' di cicce sparse, ma io ci credo molto. Se fra vent'anni i vini saranno caduti, beh, amen. Ma credo che l'equilibrio di nascita e la sapidità li terrano ben vivi e li traghetteranno a ricche complessità (citofonare Clos de la Roche 1985 Ponsot, per dirne uno, eh, peraltro bevuto a cena e non in degustazione....).

La 2008 è un'annata complicatissima e lo sappiamo, gli esiti "in basso" sono francamente orrendi - lì sì che mancava maturazione - ma da metà scala in su, beh, trovo la magia dei grandi Borgogna algidi. E credo che questa grandezza tantissimi 2006 - il punto era: prendete sempre i 2006, i 2008 vade retro Satana - se la sognino, ora e per sempre, amen.
Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
"Migliore della serata, Clos de Aramis 1969, di Armand Châtaigne.
Non cercatelo sulle mappe, come direbbero i vecchi geografi[...].
"Sa di vino più degli altri". "
cascinafrancia
Messaggi: 732
Iscritto il: 07 giu 2007 10:53

Re: BORGOGNA

Messaggioda cascinafrancia » 25 nov 2014 00:07

Detto questo, e ben sapendo di non avere la vastità "totale" di assaggi che mette al riparo da grosse cantonate - et encore... -, quando esperti veri mi metteranno davanti a vini che non conosco e che dimostreranno il contrario di quello che dico, avrò imparato un'altra cosa, semplicemente.
Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
"Migliore della serata, Clos de Aramis 1969, di Armand Châtaigne.
Non cercatelo sulle mappe, come direbbero i vecchi geografi[...].
"Sa di vino più degli altri". "
paolo7505
Messaggi: 1634
Iscritto il: 14 giu 2007 12:33
Località: parma

Re: BORGOGNA

Messaggioda paolo7505 » 25 nov 2014 00:29

Tutto chiaro adesso, su alcune cose concordo, su altre meno, ma ho capito cosa intendevi. :wink:
Quindici contro quindici, e una palla ovale. Non c'è bisogno d'altro, neanche dell'arbitro.



Ci arrabbiamo se vinciamo senza stile. E non prendiamo neppure in considerazione l'eventualità di perdere.

Josh Kronfeld (All Black)
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: BORGOGNA

Messaggioda paperofranco » 25 nov 2014 09:31

cascinafrancia ha scritto:Eh sì, per la pensione vanno bene... Ma che sei matto? Ti ci vole trentadue anni di bottiglia... :lol: :mrgreen: :mrgreen:


...un ti fa confonde da discorsi, Luca, a stappare un Clos des Chènes di Lafarge un si sbaglia mai, dammi retta....... :mrgreen:
yuzu
Messaggi: 1821
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: BORGOGNA

Messaggioda yuzu » 25 nov 2014 11:10

cascinafrancia ha scritto:Insomma....

A livello di vertici, non c'è a mio avviso paragone. A beneficio della 2008, però.

Da Bourgogne a Village, d'accordo con voi.

Sui 1er, tocca andare a vedere. E sempre parlando di CdN.

In CdB, la 2008 prende a manate praticamente tutte le altre annate degli anni 2000, per quanto mi riguarda.

scusami, se permetti trovo più criptico questo.. cosa intendi quando dici a livello di vertici non c'è paragone??? a quali produttori?
qualcuno dice che la 2006 non è così buona, io ho bevuto di tutto un pò, e la trovo un'annata più che dignitosa, bei vini, frutto maturo, equilibrio, tannini morbidi.. un'annata molto regolare su un numero impressionante di produttori..
NON così la 2008, annata per la quale alcuni produttori che a me piacciono particolarmente (chassorney, prieure roch, rouget, anne gros, cecile tremblay, etc) hanno vini un pò più "duri" (frutta meno matura). ovviamente ho bevuto molto meno 2008 sia perchè mi piaceva meno, sia perchè essendo poi uscite annate ottime come la 2009 e la 2010, ho smesso di comprarne.
per me la 2008 (in base al campione di produttori MENZIONATO) è un pò sotto alla 2006, decisamente sotto la 2009 e 2010. è però meglio della 2007
se mi dici su quali produttori ti trovi in disaccordo possiamo parlarne costruttivamente.. altrimenti pazienza, spero che chi ha posto la domanda iniziale abbia tratto qualche informazione utile
mi sembrava doveroso entrare nei particolari dei produttori.. perchè altrimenti rimangono tutti discorsi campati in aria.
cascinafrancia
Messaggi: 732
Iscritto il: 07 giu 2007 10:53

Re: BORGOGNA

Messaggioda cascinafrancia » 25 nov 2014 11:35

Oh, ecco, così se ne può ragionare.

Anche per me la 2006 è un'annata "buona", non ci piove. Qui il punto era che fosse a occhi chiusi sempre da preferire alla 2008. Per me, no. Tutto qui.

Sui produttori, hai ragione. Ti citavo Cathiard, con RSV da paura, ma con un NSG 1er cru Aux Murgers da bere a canna, tutti i 1er di Vosne fenomenali, un Malconsorts da tenere per trenta anni. Poi penso alle sorelle Mugneret-Gibourg, appunto dai NSG 1er fino al CV, meraviglioso. Tutti gli Chambertin provati, da Trapet a Rossignol - trapet, a ovviamente Rousseau, in generale i vini di Gevrey li trovo elettrizzanti in quest'annata, duri come la morte, ma bellissimi... Il Clos de Tart e la Forges de Tart... Il Clos des Lambrays... il VV di Chateau de la Tour.... il Clos de Bèze di Bart... i vini della Tremblay, certo... i CdR, Chapelle e Griotte - Chambertin di Ponsot...
Su Fourrier, ad esempio, aspetto, i suoi 2006 sono bellissimi e non so se la 2008 sarà più bella, da lui....

Chassorney non lo conosco, su Prieurè Roch sono d'accordo e pure su Rouget...

Ritorno a ribadire che è un'annata "impopolare", gustativamente parlando. Capisco alla perfezione che tocchi poche corde, che male c'è. Ma mi rifiuto di avallare l'idea che sia da saltare, o che ci si debba sputare sopra, come ripeto fino alla nausea.
Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
"Migliore della serata, Clos de Aramis 1969, di Armand Châtaigne.
Non cercatelo sulle mappe, come direbbero i vecchi geografi[...].
"Sa di vino più degli altri". "
cascinafrancia
Messaggi: 732
Iscritto il: 07 giu 2007 10:53

Re: BORGOGNA

Messaggioda cascinafrancia » 25 nov 2014 11:40

paolo7505 ha scritto:Tutto chiaro adesso, su alcune cose concordo, su altre meno, ma ho capito cosa intendevi. :wink:


Si esprimi, dunque, si esprimi (Lei).... :D :lol: :mrgreen:
Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
"Migliore della serata, Clos de Aramis 1969, di Armand Châtaigne.
Non cercatelo sulle mappe, come direbbero i vecchi geografi[...].
"Sa di vino più degli altri". "
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3423
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: BORGOGNA

Messaggioda videodrome » 25 nov 2014 11:47

Chateau de La tour v.v. 2006 vs 2008 (bevute in sfilza la verticalona dal '99 in poi fino alla 2010 un mesetto fa con i Bresà - la provenienza Luca la dovresti conoscere :D) debbo dire che ho preferito con buon margine la 2006 alla 2008. Effettivamente la 2008 l'ho trovata un pò algida e scontrosetta come tannini. 2006 bella distesa e senza asperità. Del resto capisco il tuo discorso sulla 2008 e su vini per così dire elettrizzanti. Uno di questi esempi l'ho riscontrato in rousseau CSJ 2008, gran bel vino. In generale però se con la 2006 vai abbastanza sul sicuro, con la 2008 devi conoscere molto bene come ha lavorato il produttore.
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: BORGOGNA

Messaggioda de magistris » 25 nov 2014 12:21

mi sembra un'ottima sintesi, incrociando le considerazioni di tutti. Informazioni sicuramente molto utili a chi ha aperto il post. Bella lì. :D
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)
cascinafrancia
Messaggi: 732
Iscritto il: 07 giu 2007 10:53

Re: BORGOGNA

Messaggioda cascinafrancia » 25 nov 2014 12:22

de magistris ha scritto:mi sembra un'ottima sintesi, incrociando le considerazioni di tutti. Informazioni sicuramente molto utili a chi ha aperto il post. Bella lì. :D


Intervenghi, Lei, intervenghi, non facci il timidone.
Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
"Migliore della serata, Clos de Aramis 1969, di Armand Châtaigne.
Non cercatelo sulle mappe, come direbbero i vecchi geografi[...].
"Sa di vino più degli altri". "
cascinafrancia
Messaggi: 732
Iscritto il: 07 giu 2007 10:53

Re: BORGOGNA

Messaggioda cascinafrancia » 25 nov 2014 12:24

videodrome ha scritto:Chateau de La tour v.v. 2006 vs 2008 (bevute in sfilza la verticalona dal '99 in poi fino alla 2010 un mesetto fa con i Bresà - la provenienza Luca la dovresti conoscere :D) debbo dire che ho preferito con buon margine la 2006 alla 2008. Effettivamente la 2008 l'ho trovata un pò algida e scontrosetta come tannini. 2006 bella distesa e senza asperità. Del resto capisco il tuo discorso sulla 2008 e su vini per così dire elettrizzanti. Uno di questi esempi l'ho riscontrato in rousseau CSJ 2008, gran bel vino. In generale però se con la 2006 vai abbastanza sul sicuro, con la 2008 devi conoscere molto bene come ha lavorato il produttore.


Ach, so. :mrgreen: 8)
Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
"Migliore della serata, Clos de Aramis 1969, di Armand Châtaigne.
Non cercatelo sulle mappe, come direbbero i vecchi geografi[...].
"Sa di vino più degli altri". "
Avatar utente
Bart
Messaggi: 916
Iscritto il: 06 giu 2007 11:04

Re: BORGOGNA

Messaggioda Bart » 25 nov 2014 12:32

Visto che il titolo recita solo Borgogna, permettetemi di uscire un attimo dal discorso; a che punto sono i 2005?
cascinafrancia
Messaggi: 732
Iscritto il: 07 giu 2007 10:53

Re: BORGOGNA

Messaggioda cascinafrancia » 25 nov 2014 12:40

Mah. Io continuo a non berli, ancora.

Ma, in tutta onestà, dagli ultimi assaggi, grosse rivelazioni non ne ho avute... Un Volnay di Lafarge molto buono, ma poco altro.

Per la mia esperienza, ancora molto, molto bloccati. Ma, torno a dire, tendo a non pensarci e a dimenticarli.
Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
"Migliore della serata, Clos de Aramis 1969, di Armand Châtaigne.
Non cercatelo sulle mappe, come direbbero i vecchi geografi[...].
"Sa di vino più degli altri". "
hag
Messaggi: 130
Iscritto il: 31 lug 2007 16:00

Re: BORGOGNA

Messaggioda hag » 25 nov 2014 12:51

yuzu ha scritto:
cascinafrancia ha scritto:Insomma....

A livello di vertici, non c'è a mio avviso paragone. A beneficio della 2008, però.

Da Bourgogne a Village, d'accordo con voi.

Sui 1er, tocca andare a vedere. E sempre parlando di CdN.

In CdB, la 2008 prende a manate praticamente tutte le altre annate degli anni 2000, per quanto mi riguarda.

scusami, se permetti trovo più criptico questo.. cosa intendi quando dici a livello di vertici non c'è paragone??? a quali produttori?
qualcuno dice che la 2006 non è così buona, io ho bevuto di tutto un pò, e la trovo un'annata più che dignitosa, bei vini, frutto maturo, equilibrio, tannini morbidi.. un'annata molto regolare su un numero impressionante di produttori..
NON così la 2008, annata per la quale alcuni produttori che a me piacciono particolarmente (chassorney, prieure roch, rouget, anne gros, cecile tremblay, etc) hanno vini un pò più "duri" (frutta meno matura). ovviamente ho bevuto molto meno 2008 sia perchè mi piaceva meno, sia perchè essendo poi uscite annate ottime come la 2009 e la 2010, ho smesso di comprarne.
per me la 2008 (in base al campione di produttori MENZIONATO) è un pò sotto alla 2006, decisamente sotto la 2009 e 2010. è però meglio della 2007
se mi dici su quali produttori ti trovi in disaccordo possiamo parlarne costruttivamente.. altrimenti pazienza, spero che chi ha posto la domanda iniziale abbia tratto qualche informazione utile
mi sembrava doveroso entrare nei particolari dei produttori.. perchè altrimenti rimangono tutti discorsi campati in aria.


guardando alcuni degli esempi che hai fatto credo proprio sia anche una questione di gusti personali , parlo di chi conosco meglio e bevuto 3 / 4 bottiglie sia della 2006 che della 2008 cioè Prieure-roch che per me ad esempio è uno che la 2008 la ha azzeccata alla grande buoni l'"1" il 1er , buonissimi suchot e Goillotte
meno per me la 2006 sia come suchot che come goillotte , ho ancora il beze ma non lo ho toccato .
Di chassornay ho bevuto solo il Clod des argillières 08 ed era un gran vino , non ho però confronti con la 06
yuzu
Messaggi: 1821
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: BORGOGNA

Messaggioda yuzu » 25 nov 2014 14:26

cascinafrancia ha scritto:Oh, ecco, così se ne può ragionare.

Anche per me la 2006 è un'annata "buona", non ci piove. Qui il punto era che fosse a occhi chiusi sempre da preferire alla 2008. Per me, no. Tutto qui.

Sui produttori, hai ragione. Ti citavo Cathiard, con RSV da paura, ma con un NSG 1er cru Aux Murgers da bere a canna, tutti i 1er di Vosne fenomenali, un Malconsorts da tenere per trenta anni. Poi penso alle sorelle Mugneret-Gibourg, appunto dai NSG 1er fino al CV, meraviglioso. Tutti gli Chambertin provati, da Trapet a Rossignol - trapet, a ovviamente Rousseau, in generale i vini di Gevrey li trovo elettrizzanti in quest'annata, duri come la morte, ma bellissimi... Il Clos de Tart e la Forges de Tart... Il Clos des Lambrays... il VV di Chateau de la Tour.... il Clos de Bèze di Bart... i vini della Tremblay, certo... i CdR, Chapelle e Griotte - Chambertin di Ponsot...
Su Fourrier, ad esempio, aspetto, i suoi 2006 sono bellissimi e non so se la 2008 sarà più bella, da lui....

Chassorney non lo conosco, su Prieurè Roch sono d'accordo e pure su Rouget...

Ritorno a ribadire che è un'annata "impopolare", gustativamente parlando. Capisco alla perfezione che tocchi poche corde, che male c'è. Ma mi rifiuto di avallare l'idea che sia da saltare, o che ci si debba sputare sopra, come ripeto fino alla nausea.

ottimo, infatti io quello di cui son sorpreso della classifica è della presenza della 2007, e non della 2010?? possiboli?
cmq la frase sottolineata rende più chiaro la differente vision dell'annata.. io amo le annate con frutta matura, purchè non calde (come mi sembra essere la 2001).
infatti trovo la 2007 tra le peggiori degli ultimi anni (circa come la 2004) proprio perchè c'è una nota "verde" troppo accentuate.. problem di maturazione (e forse altro).
2008 a me non dispiace cmq eh. diciamo che va aspettata un pò di più.. e non ha lo "spessore" di 2009-10.
non so voi, ma la mancanza del 2010 lo trovo veramente incomprensibile
yuzu
Messaggi: 1821
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: BORGOGNA

Messaggioda yuzu » 25 nov 2014 14:34

Bart ha scritto:Visto che il titolo recita solo Borgogna, permettetemi di uscire un attimo dal discorso; a che punto sono i 2005?

io devo dirvi che li bevo molto volentieri. è vero, ci sono alcuni produttori che hanno vini che presentano ancora asperità.. ma penso sia il classico problema di maturazione..
non da molto ho bevuto uno chambolle musigny di arlaud che era uno spettacolo.. il Meursault di coche è forse il miglior village degli ultimi 10 anni (molto molto valido anche il suo 2001). deludente un batard di leflaive bevuto settimana scorsa, addirittura troppo evoluto.. ma questo è un problema piuttosto comune con leflaive (variabilità sulle bottiglie) mentre ramonet è favoloso. il ruchottes chambertin di pacalet è la migliore versione di sempre (non amo particolarmente questo produttore). alcune bottiglie bevute negli ultimi mesi.. i rousseau li trovo spettacolari (ma lo erano anche 3/4 anni fa), più sul frutto che non sulle note Verdi, come l'annata potrebbe a volte far pensare -> stesso discorso per lo charme tvv di roty (la famosa grandiosità delle vigne vecchie). purtroppo non prendo appunti e vado a braccio.. ma di belle cose ce ne sono..
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: BORGOGNA

Messaggioda paperofranco » 25 nov 2014 17:24

A Vosne chi è meglio fra Cathiard e Rouget?
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: BORGOGNA

Messaggioda de magistris » 25 nov 2014 18:05

paperofranco ha scritto:A Vosne chi è meglio fra Cathiard e Rouget?


credo possa finire pari e patta più o meno alla fine, ci sono argomenti validi per preferire sia l'uno che l'altro. Se costretto a scegliere con pistola puntata alla tempia, emozionalmente dico Cathiard.

(fatto soltanto una volta un match race tra i due: Malconsorts Cathiard Vs Cros Parantoux, entrambi 2010. Vinse abbastanza nettamente Cathiard, credo che Parantoux fosse in una fase non felice, con legno molto in primo piano)
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: BORGOGNA

Messaggioda de magistris » 25 nov 2014 18:14

cascinafrancia ha scritto:
de magistris ha scritto:mi sembra un'ottima sintesi, incrociando le considerazioni di tutti. Informazioni sicuramente molto utili a chi ha aperto il post. Bella lì. :D


Intervenghi, Lei, intervenghi, non facci il timidone.


non ero ironico, ho letto tante cose ben argomentate, al di là delle fisiologiche diversità di vedute, non fosse altro che per gusto/sensibilità personale.
La 2006 in rosso (in Cote de Nuits) mi ha dato costantemente belle soddisfazioni, ne ho bevuti tanti, anche perché è stata praticamente l'ultima annata che si poteva comprare davvero. Non ho praticamente mai trovato vini in chiusura e ricordo invece tante belle bottiglie espressive, goduriose ma non per questo banali o scontate. Forse non ci sono i picchi di complessità delle vendemmie super (e ci mancherebbe) ma nella mia esperienza il livello è ottimo, anche su produttori considerati solo "medi" come le sorelle Gerbet. Punto di debolezza: Cote de Beaune, sia in bianco che in rosso, con qualche eccezione.

La 2008 è quella che avete descritto, con un andamento climatico più complicato, salvato dal mese di settembre. C'è sicuramente più eterogeneità e se peschi a caso, è facile incontrare vini crudi ed eccessivamente cerebrali. Però i grandi (penso ai grand cru di Rousseau o di Roumier, per non parlare del Musigny di Roumier) hanno una scintilla di magia e rigore che può far perdere la testa agli amanti del genere. Non ne ho tantissimi ma quelli che ho li sto aspettando per berli dopo i 10 anni e qualcuno vorrei riuscire a tenerlo anche di più. Vini ascetici. A differenza della 2006, in Cote de Beaune c'è molto di più da scegliere.

La 2007 per i rossi non è proprio la mia e anche i bianchi non stanno invecchiando benissimo. Al contrario nella 2010 mi è piaciuto praticamente tutto finora, pure la torchiatura di zio Peppèn, e dopo un'iniziale diffidenza sto cambiando idea sulla 2009 in rosso, molto solida e non così "pesante-matura" come sembrava dai primi assaggi. La 2011 mi sembra interessante sui bianchi, molto meno sui rossi (ma sono sempre pronto a cambiare idea più avanti), la 2012 il contrario (qualche produttore azzardava confronti con la 2002 e non mi sembra una forzatura così grande), ma ho troppi pochi assaggi per dire qualcosa di veramente sensato. La 2013 solo poche prove da botte, ad istinto mi sembra che siamo dalle parti della 2008.
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Biavo, Max1991, shingo tamai, steeve6 e 1 ospite