PRESENTAZIONE GUIDA VITAE 2015 MILANO

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
aleman10
Messaggi: 91
Iscritto il: 09 ott 2013 07:32

PRESENTAZIONE GUIDA VITAE 2015 MILANO

Messaggioda aleman10 » 04 nov 2014 22:44

Chi di voi ha partecipato e quali sono gli assaggi che vi hanno colpito di più? Bisogna dire che il livello era veramente alto e sebbene tutte le aziende abbiano presentato campioni molto giovani( ovvero quelli recensiti per la guida) è raro poter partecipare ad una degustazione di 400 vini di questo calibro ad un prezzo del genere. Per quanto riguarda i miei preferiti:

Rossi: Barolo Cascina Francia 2010, Barolo Monvigliero Burlotto 2010, Rinaldi Barolo Brunate 2010, Borgogno Cannubi 2009, Poggio di Sotto 2009,Barbaresco Rabaja Giuseppe Cortese 2011, Rossese Bricco Arcagna 2012, San Leonardo 2008, Sodi di San Nicolò 2010,Barolo Sarmassa Brezza 2010

Bianchi: Breg Anfora Gravner 2006, Ribolla Podversic 2010, Fiano Pietraincantenata Maffini 2011, Villa Bucci 2012, Riesling Herzu Ettore Germano 2012, Greco di Tufo Benito Ferrara Vigna Cicogna
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: PRESENTAZIONE GUIDA VITAE 2015 MILANO

Messaggioda gabriele succi » 04 nov 2014 23:09

Intanto, dopo l'uscita di questa guida, faccio i complimenti a Cristina Geminiani (fattoria zerbina) per il suo Pietramora SDR ris 2011 che, pare, sia uno dei pochi (o l'unico) vini che hanno messo d'accordo tutte le guide nazionali.
Bevuto alla leopolda a FI è veramente buono.
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7746
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: PRESENTAZIONE GUIDA VITAE 2015 MILANO

Messaggioda zampaflex » 05 nov 2014 00:03

Io ci sono stato. Ne ho scritto brevemente nel thread mensile...aggiungo che non mi sono piaciuti i friulani, trovati troppo alcoolici e glicerici (sarà un fatto climatico, purtroppo per loro, ma si faticava un po' a berli) con poche eccezioni.
Ho voluto provare qualche Franciacorta e le bolle nordiche, col risultato di confermare che i primi sembrano sciroppati mentre i secondi hanno due piste di vantaggio.
Bene i tre orange provati; bene Ornellaia, Polvanera 17, Villa Bucci Riserva (e tanto anche!), Valentini; not bad San Calisto; alterni i brunelli, benone i pochi barolo provati.
Purtroppo ho potuto andarci dopo l'ufficio col risultato di dovere comprimere una cinquantina di assaggi in tre ore, e di più non si è potuto. Speriamo replichino il prossimo anno, mancava a Milano una degustazione di questo tipo.

Se avessi potuto leggere il commento di Gabriele prima di andarci avrei provato quello invece de La Palazza! :?
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
divino59
Messaggi: 1638
Iscritto il: 06 giu 2007 17:54
Località: Ruvo di Puglia
Contatta:

Re: PRESENTAZIONE GUIDA VITAE 2015 MILANO

Messaggioda divino59 » 05 nov 2014 14:51

gabriele succi ha scritto:Intanto, dopo l'uscita di questa guida, faccio i complimenti a Cristina Geminiani (fattoria zerbina) per il suo Pietramora SDR ris 2011 che, pare, sia uno dei pochi (o l'unico) vini che hanno messo d'accordo tutte le guide nazionali.
Bevuto alla leopolda a FI è veramente buono.


Concordo con Gabriele, adesso e da un po di anni che non lo assaggio e di conseguenza non lo propongo hai nostri ospiti, il Pietramora di Cristina Geminiani fa parte di quelle 4 o 5 etichette che il buon Paolo Teverini in un 'incontro sui formaggi di capra in Oltre Po' Pavese più di 10 anni fa ad una mia precisa domanda mi indicò fra gli altri, i vini di questa azienda, poi non dimentichiamoci lo Scacco Matto.
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: PRESENTAZIONE GUIDA VITAE 2015 MILANO

Messaggioda gp » 05 nov 2014 15:12

gabriele succi ha scritto:Pietramora SDR ris 2011 che, pare, sia uno dei pochi (o l'unico) vini che hanno messo d'accordo tutte le guide nazionali.

Sorry, manca almeno Vini Buoni d'Italia -- d'altronde dopo i nuovi arrivi le guide sono talmente tante che trovarle tutte d'accordo su un vino è un caso più unico che raro.
gp

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Leo94, SommelierSardo e 8 ospiti