Tre Bicchieri 2015. Lazio

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
gambero_parlante
Site Admin
Messaggi: 1039
Iscritto il: 18 mag 2007 17:13

Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda gambero_parlante » 25 set 2014 13:27

Quest'anno tra i premiati si affiancano ai soliti noti, che sono poi i nomi che riescono a conciliare qualità e costanza nei risultati, anche delle belle sorprese....

Biancolella Faro della Guardia 2013 Casale del Giglio
Cesanese del Piglio Sup. Hernicus 2012 Coletti Conti
Fiorano Bianco 2012 Tenuta di Fiorano
Frascati Sup. Epos 2013 Poggio Le Volpi
Frascati Sup. Poggio Verde 2013 Pallavicini
Grechetto Latour a Civitella 2011 Mottura
Montiano2012 Falesco
Gambero Rosso
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda gp » 25 set 2014 13:56

Se "soliti noti" è riferito alle aziende, come risulta dal resto della frase, quali sarebbero le "sorprese"? Le due aziende che si aggiungono alle 5 premiate l'anno scorso con lo stesso vino o un altro sono Casale del Giglio e Pallavicini. A casa mia questi sono "soliti noti", almeno per il primo mi sembra indiscutibile...
Grazie comunque per lo sforzo apprezzabile di aver messo un cappello che commenta i premi invece del panorama regionale, visto che quello veniva regolarmente frainteso (quello si trova sul sito del GR, e quest'anno è particolarmente entusiasta...).

Che i "soliti noti" siano "i nomi che riescono a conciliare qualità e costanza nei risultati" è un'abile giustificazione che varrà la pena discutere, al di là del caso Lazio.
Ultima modifica di gp il 25 set 2014 13:59, modificato 1 volta in totale.
gp
ZEL WINE
Messaggi: 7185
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda ZEL WINE » 25 set 2014 13:58

Mamma mia che sfrancica maroni che sei
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda gp » 25 set 2014 14:01

ZEL WINE ha scritto:Mamma mia che sfrancica maroni che sei

Ti sfugge il titolo della sezione: "polemiche e opinioni".
Se non ti interessano, basta che non la frequenti, in questo forum ce ne sono tante altre.
gp
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8669
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda arnaldo » 25 set 2014 16:42

Eh.... nella pletora dei vitigni in sperimentazione a CASALE del GIGLIO mancava proprio la biancolella.....(forse manca anche la vespaiola)......e bisogna pure andare a premiarla......
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
Aramis
Messaggi: 3882
Iscritto il: 06 giu 2007 15:50

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda Aramis » 25 set 2014 16:47

No, Arnà, la Biancolella di questo vino viene da Ponza, dove è il solo vitigno bianco rimasto o quasi. Cioè, Casale del Giglio la compra qua e là in giro per Ponza - certo non solo sotto il Faro della Guardia nella zona che guarda il paese, dove pure c'è vigneto storico.
Mio giudizio personale: con un po' di occhio, se si intendeva tributare un sacrosanto omaggio ad una viticoltura eroica per davvero come quella ponzese, e alle sue vigne di straordinaria bellezza, c'era di meglio. Nell'isola stessa. Ma forse è a Casale del Giglio che si intendeva tributare qualcosa.
"L’appellation d’origine constitue un patrimoine collectif, et ne peut donc pas être la propriété d’opérateurs économiques à titre privatif, contrairement à une marque, par exemple." (INAO, Institut National des Appellations d'Origine)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7671
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda zampaflex » 25 set 2014 17:32

Aramis ha scritto:No, Arnà, la Biancolella di questo vino viene da Ponza, dove è il solo vitigno bianco rimasto o quasi. Cioè, Casale del Giglio la compra qua e là in giro per Ponza - certo non solo sotto il Faro della Guardia nella zona che guarda il paese, dove pure c'è vigneto storico.
Mio giudizio personale: con un po' di occhio, se si intendeva tributare un sacrosanto omaggio ad una viticoltura eroica per davvero come quella ponzese, e alle sue vigne di straordinaria bellezza, c'era di meglio. Nell'isola stessa. Ma forse è a Casale del Giglio che si intendeva tributare qualcosa.


Eccone un'altro emerso dalle catacombe forumistiche, dopo tanto tempo... :D che dici di Coletti Conti, che mi ricordo mi suggeristi come valido tra quelli sempre snobbati dalle guide? Finalmente under the spotlight?
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12489
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda l'oste » 26 set 2014 03:21

Aramis ha scritto:No, Arnà, la Biancolella di questo vino viene da Ponza, dove è il solo vitigno bianco rimasto o quasi. Cioè, Casale del Giglio la compra qua e là in giro per Ponza - certo non solo sotto il Faro della Guardia nella zona che guarda il paese, dove pure c'è vigneto storico.
Mio giudizio personale: con un po' di occhio, se si intendeva tributare un sacrosanto omaggio ad una viticoltura eroica per davvero come quella ponzese, e alle sue vigne di straordinaria bellezza, c'era di meglio. Nell'isola stessa. Ma forse è a Casale del Giglio che si intendeva tributare qualcosa.

La brava e gentilissima Luciana Sabino.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
picenum
Messaggi: 881
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda picenum » 26 set 2014 09:22

Il precursore dell'imbottigliamento dei vini di Ponza è stato Pouchain, ora affiancato dalla gentilissima Luciana delle cantine Migliaccio (ed i suoi splendidi vigneti a punta fieno).
Oltre alla biancolella ci sono buone quantità di piedirosso ed altri autoctoni (bianchi e rossi).
Pouchain ha anche impiantato altri vitigni internazionali e non, come lo chardonnay e la malvasia, con i quali ha prodotto un metodo classico (il Don Ferdinando, che ho preso e speriamo sia buono).
Comunque posti meravigliosi (la gente e la giunta :evil: un po' meno).
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8669
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda arnaldo » 26 set 2014 10:38

Aramis ha scritto:. Ma forse è a Casale del Giglio che si intendeva tributare qualcosa.


Ecco,Bravo Armando!Intanto ben ritornato. Prometto che pero' le tentero' tutte per cercare ed assaggiare questa grande biancolella di casale del Giglio.Diventera' la mia sfida nel mondo. :wink: :wink:
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda de magistris » 26 set 2014 10:38

picenum ha scritto:Il precursore dell'imbottigliamento dei vini di Ponza è stato Pouchain, ora affiancato dalla gentilissima Luciana delle cantine Migliaccio (ed i suoi splendidi vigneti a punta fieno).
Oltre alla biancolella ci sono buone quantità di piedirosso ed altri autoctoni (bianchi e rossi).
Pouchain ha anche impiantato altri vitigni internazionali e non, come lo chardonnay e la malvasia, con i quali ha prodotto un metodo classico (il Don Ferdinando, che ho preso e speriamo sia buono).
Comunque posti meravigliosi (la gente e la giunta :evil: un po' meno).


i bianchi di Migliaccio mi sono sembrati molto buoni, ma li assaggio solo da un paio d'anni. Vini isolani sul serio.
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)
Avatar utente
picenum
Messaggi: 881
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda picenum » 26 set 2014 10:56

de magistris ha scritto:i bianchi di Migliaccio mi sono sembrati molto buoni, ma li assaggio solo da un paio d'anni. Vini isolani sul serio.

a prescindere che è veramente suggestivo e consigliatissimo andare sul posto, assolutamente si... non mostri sacri ma meritevoli... stanno lavorando molto (con le consulenze di V. Mercurio).

ps. l'ultima bevuta venerdì... con C. Bronzi ci siamo fatti una bella coccola al taste :D
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda gp » 26 set 2014 12:00

Aramis ha scritto:Ma forse è a Casale del Giglio che si intendeva tributare qualcosa.

Toglierei il forse, dato che è evidente che questa guida (e non è la sola) premia innanzitutto le aziende, e poi uno (salvo eccezioni) dei loro vini, come si vede bene nel caso del Lazio dove tutte le aziende premiate l'anno scorso sono state confermate, con lo stesso vino o con un altro.
D'altronde se l'assunto è "soliti noti = nomi che riescono a conciliare qualità e costanza nei risultati" (vedi primo post del thread) diventa inevitabile preferire i soliti noti ai meno noti, anche se come in questo caso l'anno di prima uscita di questi bianchi ponzesi credo sia più o meno lo stesso.
gp
Avatar utente
Aramis
Messaggi: 3882
Iscritto il: 06 giu 2007 15:50

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda Aramis » 26 set 2014 12:08

gp ha scritto:
Aramis ha scritto:Ma forse è a Casale del Giglio che si intendeva tributare qualcosa.

Toglierei il forse, dato che è evidente che questa guida (e non è la sola) premia innanzitutto le aziende, e poi uno (salvo eccezioni) dei loro vini, come si vede bene nel caso del Lazio dove tutte le aziende premiate l'anno scorso sono state confermate, con lo stesso vino o con un altro.
D'altronde se l'assunto è "soliti noti = nomi che riescono a conciliare qualità e costanza nei risultati" (vedi primo post del thread) diventa inevitabile preferire i soliti noti ai meno noti, anche se come in questo caso l'anno di prima uscita di questi bianchi ponzesi credo sia più o meno lo stesso.


Non direi, sono reduce da assaggio verticale profondo almeno 10 annate di Biancolella del Fieno di Luciana Sabino; il Faro della Guardia è al secondo anno.
"L’appellation d’origine constitue un patrimoine collectif, et ne peut donc pas être la propriété d’opérateurs économiques à titre privatif, contrairement à une marque, par exemple." (INAO, Institut National des Appellations d'Origine)
vinogodi
Messaggi: 28516
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda vinogodi » 26 set 2014 13:24

Aramis ha scritto:
gp ha scritto:
Aramis ha scritto:Ma forse è a Casale del Giglio che si intendeva tributare qualcosa.

Toglierei il forse, dato che è evidente che questa guida (e non è la sola) premia innanzitutto le aziende, e poi uno (salvo eccezioni) dei loro vini, come si vede bene nel caso del Lazio dove tutte le aziende premiate l'anno scorso sono state confermate, con lo stesso vino o con un altro.
D'altronde se l'assunto è "soliti noti = nomi che riescono a conciliare qualità e costanza nei risultati" (vedi primo post del thread) diventa inevitabile preferire i soliti noti ai meno noti, anche se come in questo caso l'anno di prima uscita di questi bianchi ponzesi credo sia più o meno lo stesso.


Non direi, sono reduce da assaggio verticale profondo almeno 10 annate di Biancolella del Fieno di Luciana Sabino; il Faro della Guardia è al secondo anno.
...intanto un "doveroso" saluto, Armando...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda gp » 26 set 2014 17:21

Aramis ha scritto:
gp ha scritto:
Aramis ha scritto:Ma forse è a Casale del Giglio che si intendeva tributare qualcosa.

Toglierei il forse, dato che è evidente che questa guida (e non è la sola) premia innanzitutto le aziende, e poi uno (salvo eccezioni) dei loro vini, come si vede bene nel caso del Lazio dove tutte le aziende premiate l'anno scorso sono state confermate, con lo stesso vino o con un altro.
D'altronde se l'assunto è "soliti noti = nomi che riescono a conciliare qualità e costanza nei risultati" (vedi primo post del thread) diventa inevitabile preferire i soliti noti ai meno noti, anche se come in questo caso l'anno di prima uscita di questi bianchi ponzesi credo sia più o meno lo stesso.

Non direi, sono reduce da assaggio verticale profondo almeno 10 annate di Biancolella del Fieno di Luciana Sabino; il Faro della Guardia è al secondo anno.

Hai ragione. Forse si può dire che solo negli ultimi 2-3 anni una parte della critica ha sollevato il tema "vini delle isole minori", per cui chi c'era già da prima si è trovato in qualche modo parificato a chi è arrivato dopo?
Sarà forse una coincidenza, ma Cantine Migliaccio è entrata nella guida GR proprio due anni fa (edizione 2013), nella sezione "altre cantine" (quellle con la scheda piccola).
gp
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda alexer3b » 26 set 2014 19:54

Aramis ha scritto:Ma forse è a Casale del Giglio che si intendeva tributare qualcosa.

E non so quanto siano contenti.

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda gp » 27 set 2014 12:07

Beh, adesso viene pure fuori che uno è scontento di essere stato premiato... :roll:
Finché dura fa verzura!
gp
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda alexer3b » 27 set 2014 12:19

gp ha scritto:Beh, adesso viene pure fuori che uno è scontento di essere stato premiato... :roll:
Finché dura fa verzura!

Non è il premio ma il vino premiato a scontentare l'azienda. E non sarebbe la prima volta, per esperienza.

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda gp » 28 set 2014 18:05

Basterebbe fare un colpo di telefono in azienda prima di ufficializzare il premio: siete contenti? Se la risposta è no, o anche solo "sì, però" si assegna il premio al produttore successivo (sempre previa telefonata!).
gp
vinogodi
Messaggi: 28516
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda vinogodi » 29 set 2014 08:58

gp ha scritto:Basterebbe fare un colpo di telefono in azienda prima di ufficializzare il premio: siete contenti? Se la risposta è no, o anche solo "sì, però" si assegna il premio al produttore successivo (sempre previa telefonata!).

... io mi accontenterei di una e-mail .... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Aramis
Messaggi: 3882
Iscritto il: 06 giu 2007 15:50

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda Aramis » 02 ott 2014 10:57

Ricambio il saluto, Marco, grazie.
E confermo di slancio quanto detto da Alessio. Ma tanto chi premia il vino che loro desiderano sia premiato lo trovano sempre. E sempre lo stesso.
"L’appellation d’origine constitue un patrimoine collectif, et ne peut donc pas être la propriété d’opérateurs économiques à titre privatif, contrairement à une marque, par exemple." (INAO, Institut National des Appellations d'Origine)
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda gp » 02 ott 2014 11:07

Lazio in fortissima crescita in termini di eccellenze anche secondo la guida dell'Espresso: passa dallo zero dell'anno scorso a 2! :D
Incomprensibilmente, nessun solito noto (se non in ambiti ristretti) e nessun Frascati:

LAZIO
18 Cesanese del Piglio Superiore Civitella 2012 – Macciocca
18 Rosso R – Le Coste sul Lago
gp
Avatar utente
Aramis
Messaggi: 3882
Iscritto il: 06 giu 2007 15:50

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda Aramis » 02 ott 2014 11:13

gp ha scritto:Lazio in fortissima crescita in termini di eccellenze anche secondo la guida dell'Espresso: passa dallo zero dell'anno scorso a 2! :D
Incomprensibilmente, nessun solito noto (se non in ambiti ristretti) e nessun Frascati:

LAZIO
18 Cesanese del Piglio Superiore Civitella 2012 – Macciocca
18 Rosso R – Le Coste sul Lago


Una cosa che puoi fare solo tu: contare quanti vini diversi del Lazio hanno ottenuto un solo premio, cioè sono piaciuti ad una sola guida. Perché credo che anche questi due, il vino dell' "altro" Macciocca e il Rosso di Gianmarco Antonuzi non trovino riscontro nelle liste di Gambero, Slow e ricci.
"L’appellation d’origine constitue un patrimoine collectif, et ne peut donc pas être la propriété d’opérateurs économiques à titre privatif, contrairement à une marque, par exemple." (INAO, Institut National des Appellations d'Origine)
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Tre Bicchieri 2015. Lazio

Messaggioda gp » 02 ott 2014 11:31

la lista regionale Slowine non è ancora uscita, per GR, Bibenda e Vini Buoni d'Italia è così.
gp

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alberto, Luca90, lucalupo, quellocheaspetta, Zbigniew e 8 ospiti