bevute di settembre 2014

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8669
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda arnaldo » 17 set 2014 21:05

Ieri sera
Emanuel Rouget -bourgogne hautes cotes de beaune 2009 - dorato.naso di frutta secca declinante al rancio/ossidativo,denota una maturita'galoppante e grassezza.bocca che conferma le medesime impressioni,accentuando questa nota agee'/stramatura chiudendo con un piacevole gusto di ovetto sbattuto. Consiglio di bere velocemente.
Quando lo assaggiai l'anno scorso al Wineday del suo distributore la nota primaria olfattiva era un tono resinoso/balsamico molto accentuato e una bocca grassa,matura ma con uno spunto di feschezza. 1 annetto e .....le cose corrono...cambiano...... :D
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 5141
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda Andyele » 17 set 2014 22:54

Francvino ha scritto:
Andyele ha scritto:
L'altra sera invece finalmente ho aperto un Verdicchio che mi ha convinto in pieno il Belisario Meridia 2007. Sapido, bello teso, con una buona bevibilità e per una volta senza quella sensazione di alcol "bruciante" che io trovo spesso in questa tipologia.


Finalmente un Tre Bicchieri meritato. :D


Ah si? Non lo sapevo. Allora bravi! :lol:
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3405
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda videodrome » 17 set 2014 23:05

arnaldo ha scritto:Ieri sera
Emanuel Rouget -bourgogne hautes cotes de beaune 2009 - dorato.naso di frutta secca declinante al rancio/ossidativo,denota una maturita'galoppante e grassezza.bocca che conferma le medesime impressioni,accentuando questa nota agee'/stramatura chiudendo con un piacevole gusto di ovetto sbattuto. Consiglio di bere velocemente.
Quando lo assaggiai l'anno scorso al Wineday del suo distributore la nota primaria olfattiva era un tono resinoso/balsamico molto accentuato e una bocca grassa,matura ma con uno spunto di feschezza. 1 annetto e .....le cose corrono...cambiano...... :D

Aldo, non eri tu che decantavi una 20ina di gg fa la buona performance dei bianchi 09? :D
Si qualcosa di buono (chi ha il manico) c'è ma la media non è certo 'na gran cosa
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4745
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda Francvino » 18 set 2014 08:39

Andyele ha scritto:
Francvino ha scritto:
Andyele ha scritto:
L'altra sera invece finalmente ho aperto un Verdicchio che mi ha convinto in pieno il Belisario Meridia 2007. Sapido, bello teso, con una buona bevibilità e per una volta senza quella sensazione di alcol "bruciante" che io trovo spesso in questa tipologia.


Finalmente un Tre Bicchieri meritato. :D


Ah si? Non lo sapevo. Allora bravi! :lol:


Il classico colpo di culo. La bravura è un'altra cosa. :lol:
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8669
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda arnaldo » 18 set 2014 15:46

videodrome ha scritto:
arnaldo ha scritto:Ieri sera
Emanuel Rouget -bourgogne hautes cotes de beaune 2009 - dorato.naso di frutta secca declinante al rancio/ossidativo,denota una maturita'galoppante e grassezza.bocca che conferma le medesime impressioni,accentuando questa nota agee'/stramatura chiudendo con un piacevole gusto di ovetto sbattuto. Consiglio di bere velocemente.
Quando lo assaggiai l'anno scorso al Wineday del suo distributore la nota primaria olfattiva era un tono resinoso/balsamico molto accentuato e una bocca grassa,matura ma con uno spunto di feschezza. 1 annetto e .....le cose corrono...cambiano...... :D

Aldo, non eri tu che decantavi una 20ina di gg fa la buona performance dei bianchi 09? :D
Si qualcosa di buono (chi ha il manico) c'è ma la media non è certo 'na gran cosa


Si, ne ho un altra per capire se trattasi di bt sfigata o se è proprio cosi'. Ovvio che sulla denominazione Regionale (eccetto pochi nomi, es Roulot)inutile aspettarsi grandi vini ma speravo che manico produttore/buon terroir potesse funzionare. Qui, pare proprio di no, anche se mi dice Littlewood che il 2011 preso da Romanèe invece è molto,molto buono.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Vinis
Messaggi: 257
Iscritto il: 30 lug 2014 18:07

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda Vinis » 18 set 2014 21:42

egio ha scritto:
Vinis ha scritto:Encostas de Provezendee Douro Doc Reserva Tinto 2008
Uve : Touriga Nacional, Tinta Roriz, Tinta Amarela, Tinto Cao
Vinificato in vasche di granito con lunghe macerazioni.
Piccola Azienda che ho conosciuto in un viaggio di lavoro in Portogallo, gran bel vino non il classico marmellatone portoghese che è facile trovare in giro, bel colore rosso rubino dai riflessi elganti, naso speziato di ginepro, pepe bianco e erbe aromatiche con una bellissimo finale minerale, bocca equilibrata con tannino di velluto bella ferschezza, pagato 20 euro in cantina e li vale tutti. :D
Cantina Pinhao.


Interessante; potresti riguardare ancora l'etichetta, o magari postarne una foto? Perché non riesco a inquadrarlo. L'azienda che lo produce si chiama proprio Cantina Pinhao, come il fiume, ho capito bene? E il vino è un Encostas de Provezende, quindi siamo nei dintorni di Provesende, nella vallata tra Douro e Pinhao, corretto? Sai se producono altri vini? Tante domande... Grazie.



Esatto! il viticultore è Luís António Morais Barata,producono altri vini un bianco un rosato e il porto che non è un gran che, ma questo si è veramente buono, la foto ho provato a metterla ma mi dice che l'allegato e troppo grande :oops:
albi2
Messaggi: 395
Iscritto il: 25 gen 2012 16:07
Località: Terra di Mezzo

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda albi2 » 19 set 2014 08:50

Bevendo ieri sera un Avvoltore 2004 ho pensato che sarebbe come andare a letto con la sorella di Pinocchio.

Quanti anni buttati ad inseguire mode e gusti che non ci appartengono.
Don't shoot me, I'm only the Fiano player.

Piccolo forum di chiacchere da cazzeggio con cibo vino e vita
http://www.think-oink.com/forum/index.php
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7663
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda zampaflex » 19 set 2014 09:38

albi2 ha scritto:Bevendo ieri sera un Avvoltore 2004 ho pensato che sarebbe come andare a letto con la sorella di Pinocchio.

Quanti anni buttati ad inseguire mode e gusti che non ci appartengono.


Che questo stile non ti appartenesse però lo hai potuto scoprire solo con l'esperienza, anche bevendo ciò che adesso non ti piace più :D
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11796
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda Alberto » 19 set 2014 09:41

Qualche giorno di girovagare andaluso e poche bevute sparse e sostanzialmente mainstream, ma tra queste un paio di abbinamenti sensazionali:

-Manzanilla La Gitana con consommé di pollo corretto con il medesimo vino
-Oloroso Alfonso Gonzales-Byass con olive in olio (e parecchio aglio)

Bonus emozionale il PX della casa, spillato "de barrica" e servito nel bicchierino da shots, al Casa Lola di Malaga: un po' vino, un po' aceto balsamico, con un'acidità (non solo volatile) in grado di sgrassare e resettare all'istante la bocca da qualsiasi tapas precedentemente ingurgitata... :D
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Spectator
Messaggi: 3762
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda Spectator » 19 set 2014 10:40

..IL Campitello ,chianti classico 2004 riserva,Monteraponi.Rosso rubino scuro con qualche guizzo granato. Naso floreale, frutta rossa delicata, nn dolcissima e spezie,il tutto ben amalgamato.Bocca solida,asciutta,saporita, un tantino rustica come pure il tannino,nn perfettamente levigato. Alcool integrato integrato e buona persistenza.Piaciuto un po' meno del 2009..ma piaciuto :D .
Ultima modifica di Spectator il 19 set 2014 17:58, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2083
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda gianni femminella » 19 set 2014 10:45

zampaflex ha scritto:
albi2 ha scritto:Bevendo ieri sera un Avvoltore 2004 ho pensato che sarebbe come andare a letto con la sorella di Pinocchio.

Quanti anni buttati ad inseguire mode e gusti che non ci appartengono.


Che questo stile non ti appartenesse però lo hai potuto scoprire solo con l'esperienza, anche bevendo ciò che adesso non ti piace più :D


Da un mesetto sto tentando disperatamente di smaltire vini acquistati in passato che non apprezzo più ( e anche qualche acquisto recente; vini che ero curioso di assaggiare e che ho scoperto non fanno per me ).
Ad esempio ieri sera bevevo una ennesima bottiglia di Polvanera 17. Io sostengo che quasi sempre il vino trae giovamento dall'abbinamento con il cibo adeguato, ma in molti casi, come questo, non credo che potrebbe arrivare a piacermi davvero, nemmeno accompagnato da agnello o simili.
Per essere preciso mi riferisco strettamente ai gusti personali.

Sul fronte dello spreco di tempo ( e denaro ) speso quindi, albi, non sei solo.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
albi2
Messaggi: 395
Iscritto il: 25 gen 2012 16:07
Località: Terra di Mezzo

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda albi2 » 19 set 2014 15:18

gianni femminella ha scritto:
zampaflex ha scritto:
albi2 ha scritto:Bevendo ieri sera un Avvoltore 2004 ho pensato che sarebbe come andare a letto con la sorella di Pinocchio.

Quanti anni buttati ad inseguire mode e gusti che non ci appartengono.


Che questo stile non ti appartenesse però lo hai potuto scoprire solo con l'esperienza, anche bevendo ciò che adesso non ti piace più :D


Da un mesetto sto tentando disperatamente di smaltire vini acquistati in passato che non apprezzo più ( e anche qualche acquisto recente; vini che ero curioso di assaggiare e che ho scoperto non fanno per me ).
Ad esempio ieri sera bevevo una ennesima bottiglia di Polvanera 17. Io sostengo che quasi sempre il vino trae giovamento dall'abbinamento con il cibo adeguato, ma in molti casi, come questo, non credo che potrebbe arrivare a piacermi davvero, nemmeno accompagnato da agnello o simili.
Per essere preciso mi riferisco strettamente ai gusti personali.

Sul fronte dello spreco di tempo ( e denaro ) speso quindi, albi, non sei solo.


Concordo con entrambi.
Le esperienze negative servono sempre e fanno imparare per il futuro e riflettere sul passato. Sempre usare il proprio cervello e gusto quando si deve usare il proprio portafoglio :)
Il fatto che alcuni vini non siano praticamente abbinabili al cibo, peggiora il giudizio.
Questa tipologia di vini mi è sempre piaciuta poco e per fortuna ne ho pochissimi esemplari in cantina. Il tempo non li ha migliorati, purtroppo.
Lasciamo perdere la quantità di premi, stelle, bicchieri elargiti a vino con poco senso, mica siamo qui a fare polemiche eh :mrgreen:
Don't shoot me, I'm only the Fiano player.

Piccolo forum di chiacchere da cazzeggio con cibo vino e vita
http://www.think-oink.com/forum/index.php
vinogodi
Messaggi: 28506
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda vinogodi » 19 set 2014 17:40

albi2 ha scritto:... mica siamo qui a fare polemiche eh :mrgreen:
...dici? Mica siamo al circolo dell'uncinetto , ma in "Polemiche & Opinioni"... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
MarioC77
Messaggi: 162
Iscritto il: 12 set 2013 11:32
Località: Verona

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda MarioC77 » 19 set 2014 19:03

BORGO SYRAH 2010 TENIMENTI D'ALESSANDRO.
Al naso parte subito alla grandissima, con profumi intensi e il classico pepe nero.
Poi in bocca la sorpresa: totalmente scarico, zero corpo, nessun sapore in evidenza. Su due bottiglie, identico risultato. Annata o lotto sfigato?
H/=\V
Roland
Messaggi: 53373
Iscritto il: 06 giu 2007 11:39
Località: Campi Bisenzio - Firenze -

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda Roland » 19 set 2014 19:21

MarioC77 ha scritto:BORGO SYRAH 2010 TENIMENTI D'ALESSANDRO.
Al naso parte subito alla grandissima, con profumi intensi e il classico pepe nero.
Poi in bocca la sorpresa: totalmente scarico, zero corpo, nessun sapore in evidenza. Su due bottiglie, identico risultato. Annata o lotto sfigato?


meno peggio di come pensassi :mrgreen:
Importiamo vino,champagne e pata negra
Spediamo il lunedi successivo al ricevimento del pagamento
Emettiamo scontrino fiscale o fattura .

http://www.facebook.com/pages/ENOTECA-B ... 4224421705
tel: 3317841888
Avatar utente
Cristianmark
Messaggi: 1179
Iscritto il: 28 feb 2013 22:55

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda Cristianmark » 19 set 2014 19:45

Roland ha scritto:
MarioC77 ha scritto:BORGO SYRAH 2010 TENIMENTI D'ALESSANDRO.
Al naso parte subito alla grandissima, con profumi intensi e il classico pepe nero.
Poi in bocca la sorpresa: totalmente scarico, zero corpo, nessun sapore in evidenza. Su due bottiglie, identico risultato. Annata o lotto sfigato?


meno peggio di come pensassi :mrgreen:


Se nn sentiva di cera ....e' gia' un bel culo.
Vino che nn ho mai compreso.
Vinis
Messaggi: 257
Iscritto il: 30 lug 2014 18:07

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda Vinis » 19 set 2014 21:17

MarioC77 ha scritto:BORGO SYRAH 2010 TENIMENTI D'ALESSANDRO.
Al naso parte subito alla grandissima, con profumi intensi e il classico pepe nero.
Poi in bocca la sorpresa: totalmente scarico, zero corpo, nessun sapore in evidenza. Su due bottiglie, identico risultato. Annata o lotto sfigato?


Assolutamente non è l'annata, splendida per i syrah di Cortona è altro come Roland e Cristianmark hanno scritto :D
aleman10
Messaggi: 91
Iscritto il: 09 ott 2013 07:32

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda aleman10 » 20 set 2014 15:34

CAVALLERI COLLEZIONI GRANDI CRU

Eleganza e finezza. Naso snello, lime, gesso, lavanda, finocchietto. Lievi noti di pasticceria. In bocca è dritto, salino dotato di una freschezza appagante e citrina. Abbastanza lungo, davvero un bel franciacorta.

MANINCOR LIEBEN AICH

Naso inizialmente abbastanza riservato, note varietali tipiche del sauvignon ma sussurate e non volgari. In bocca incredibilmente snello, con una spina acida vivissima e un bell'apporto salino. Persistente e davvero molto buono. Forse il migliore Sauvignon Italiano assieme al Quartz di Cantine Terlano

MORUS ALBA VIGNAI DA DULINE

Naso variegatissimo ed inizialmente fatto di accenni. Camomilla, tiglio, albicocca, fieno.Mineralità e note eteree. In bocca è un vino di razza, dotato di una notevole corrispondenza gusto-olfattiva e una spallata amara finale che personalmente mi invogliava a berne sempre un altro sorso. Piaciuto davvero tanto.

FIORDUVA MARISA CUOMO

Naso piuttosto generoso, banana e frutta tropicale con accenni floreali. In bocca ha peso e tanta materia, florealità nitida. Finale dolce e con lieve ritorno alcolico. Mi è piaciuto ma forse mi fermerei a berne un solo bicchiere.

SANGIOVESE PRUNO LA PALAZZA

Naso che si apre su toni di frutta rossa, tracce di dolcezza, cioccolato e sfumature balsamiche riconducibili a erbe officinali. In bocca spicca un tannino verde con acidità e sapidità ben presenti, anche se secondo il mio punto di vista, le varie componenti non sono perfettamenti integrate tra loro ma un po scisse. Ad altri è piaciuto di più.

PROFUMO DI VULCANO

Sinceramente mi aspettavo qualcosa di più. Naso introverso che apre su note organiche e animali. In bocca è snello, Tannino molto incisivo, e buon apporto acido-sapido. note metalliche. Non lunghissimo. Potrei sbagliarmi, ma l'ho trovato inespresso.

SERPICO FEUDI DI SAN GREGORIO

Naso centrato su frutta rossa, lampone e confettura di fragola ed una sensazione di dolcezza diffusa sullo sfondo. Note balsamiche, finocchietto, ed evidente speziatura riconducibile al pepe nero. In bocca ha peso ma ben supportato dalla componente acido-sapida, chiude con un finale terroso-amaro tipico del Taurasi. Tannino severo, e lunga persistenza.

CHIANTI CLASSICO RISERVA CASTELL'IN VILLA 2009
Davvero un bel vino. Naso introverso, note ferrose e leggeri ricordi agrumati. La bocca è di bellissima coralità con tanto sale e acidità che spingono nella stessa direzione e un tannino di bella fattura. Classe e portamento.


NOVECENTO PODERE IL SANTO 2004
Vino davvero sorprendente, sebbene avessi già bevuto il Rairòn dello stesso produttore(che personaggio!!) ma questo novecento mi ha colpito molto. Naso stupendo, apre su note di erbe officinali tanto da sembrare un amaro o un barolo chinato. In bocca è corale, c'è freschezza e sapidità ma è soprattutto un vino succosissimo, a tratti sembra di bere un succo ai frutti di bosco. Continua ad evolvere nel bicchiere,dinamico. Manca qualche bottiglia in cantina, rimedierò presto.

MARSALA DE BARTOLI SAMPERI RISERVA VENTENNALE

Bevuto due volte in pochi giorni. Naso ampissimo con note di frutta secca, noce, albicocca, pistacchio,iodio. In bocca entra in punta di piedi ma è a tre quarti del sorso appena prima della deglutizione che esplode mettendo una marcia in più. Invade la bocca e la monopolizza spazzando via tutto. Un ciclone. Persistenza chilometrica.Buonissimo.

CHIANTI CLASSICO CASTELLO DI MONSANTO RISERVA IL POGGIO 2009

Una delle migliori espressioni di Chianti degustate nella mia seppur breve esperienza. Mazzo di fiori, arancia sanguinella, tutto ricamato. Bocca impressionante, una bordata di sale e freschezza. Campione di classe assoluta e purezza adamantina.

TENUTE DETTORI DETTORI ROSSO ROMANGIA 2007

Sinceramente non riesco mai a parlare di questo vino in maniera distaccata. Sarà che amo i vini Dettori e sono tra quei pochi che riescono davvero a coinvolgermi a livello emozionale, ma fatico a trovare descrittori validi. Cannonau prodotto da viti di 120 anni.Istrionico, esplosivo, debordante. Al naso è come tuffarsi nella Sardegna, mirto,ginepro, mare, capperi, rosmarino, frutta candita. La bocca è strepitosa,avvolgente, un residuo zuccherino piacevolissimo, acidità e sapidità che bilanciano i 18 gradi alcolici, finale interminabile. Ogni volta è un viaggio. Vino del cuore.

DETTORI RENOSU ROSSO 2006
Uve destinate alla produzione del Dettori Rosso, retrocesso a Renosu vista la vendemmia infelice. Ha ancora un bel frutto, manca un po' di grip tannico,ancora vivo e vegeto sebbene in fase calante. Non ha lontanamente la complessità del fratello maggiore, ma è un vino gioioso e conviviale, con un residuo zuccherino importante. Io nel dubbio lo bevo.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2818
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda Ludi » 20 set 2014 18:11

Ieri qualche divagazione sul cuore dell'Emilia.
Paltrinieri: sono sempre stato in sintonia con questo produttore, per l'eleganza, la freschezza, la bevibilita' e la "food friendliness". Il Radice e' certamente un gran vino, una sorta di apoteosi del Sorbara, e merita sempre qualche anno in cantina. La 2012 e' austera e vinosa al tempo stesso, grande allungo finale e persistenza inusitata. Leclisse 2013 e' piu' giocoso e beverino, ma tutt'altro che banale. Divertente il Solco, un demi-sec che in realta' vedo benissimo per compensare la sapidita' di una tigella ripiena al lardo. Menzione speciale per l'accoglienza in cantina, i coniugi Paltrinieri sono veramente deliziosi.
Da Camillo Donati si respira un'atmosfera d'altri tempi....i vini sono per certi versi estremi, e mi e' venuto più volte in mente l'indimenticabile incontro con Lino Maga. Abbiamo assaggiato tutta la gamma, ma ci e' rimasto indelebile il ricordo della Malvasia secca, incredibilmente complessa, dell'Ovidio, con una nota di anguria che richiamava inevitabilmente le-lontane- Langhe, la Barbera, con una versione 2012 da urlo, la Malvasia Dolce, che ci ha accompagnato tutta la sera nei ricordi olfattiva (l'avevamo degustata alle 17).
Che dire? Mi fa piacere avere la possibilita' di venire spesso in quelle terre, e dispiacere non potermi mai trattenere a lungo.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2083
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda gianni femminella » 20 set 2014 19:13

Alberto ha scritto:... tra queste un paio di abbinamenti sensazionali:

-Manzanilla La Gitana con consommé di pollo corretto con il medesimo vino
-Oloroso Alfonso Gonzales-Byass con olive in olio (e parecchio aglio)

Bonus emozionale il PX della casa, spillato "de barrica" e servito nel bicchierino da shots, al Casa Lola di Malaga: un po' vino, un po' aceto balsamico, con un'acidità (non solo volatile) in grado di sgrassare e resettare all'istante la bocca da qualsiasi tapas precedentemente ingurgitata... :D


Il consommè di pollo me lo immagino poco, potresti dare un'idea di come fosse?

Quello che mi intriga davvero però è l'Oloroso insieme alle olive "agliate".
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
vinogodi
Messaggi: 28506
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda vinogodi » 20 set 2014 20:12

...ieri sera da Alleg serata Borgognotta (dove preferirei introducesse lui quanto bevuto...poi qualche mio commento personale) e oggi a Voltri, con i Mangioni, i grandi artigiani del bianco ... due eccellenti bicchierate che appena ho un attimo di tempo commento . Oggi:
- Cremant de Jura Blanc de Blanc Rolet (questo è caro...)
- Champagne Blanc de Blanc André Beaufort cuvée de ...
- Champagne Blanc de Blanc Laherte

- Derthona Timorasso Walther Massa 2010
- Riesling Trocken gfsrwerstuwq 2011 Donhoff
- Jura Chardonnay 2009 Labet

- Costa d'Amalfi Furore Fiorduva 2012 Marisa Cuomo
- Loire Buisson Rénard 2011 Didier Dagenau
- Trebbiano D'Abruzzo 2004 Valentini ( :shock: :shock: :shock: ... uno dei migliori bianchi italiani di tutti i tempi? ...forse vincitore dell'intera serata)

- Sicilia Grillo ............ Biodinamico, Biologico, Macerato, natural, ecc

- Puligny Montrachet "Combettes" 1er Cru 2011 Etienne Sauzet
- Chassagne Montrachet 1er Cru "Cailleret" 2009 Domain Ramonet
- Chablis 1er Cru "Montée de Tonnerre" 2008 Ravenau
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda Kalosartipos » 20 set 2014 20:58

COMPAGNIA DELLE NEBBIE© is back.. :D

DR. LOOSEN Mosel Riesling Dry “Dr. L” ’13.

ANDREA FELICI Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore ’13.

DOMAINE JEAN-MARC BOULEY Bourgogne Aligoté ’11.

TENUTA ANFOSSO Vino Bianco "Antea".

SAVART Champagne Brut “L’Ouverture”.

CA’ DEL VENT Franciacorta Blanc-de-blancs Pas Operé ’10.

ANDRÉ CLOUET Champagne Brut “Grande Réserve” .

BOUQUIN-DUPONT FILS Champagne Non Dosé.

THOMAS BOULEY Meursault “Les Clous” ’12.

GUIDO MARSELLA Fiano di Avellino ’11.

DOMAINE GAUBY Vin de Pays des Côtes Catalanes Blanc Vieilles Vignes ’07.

BOUCHARD PÈRE ET FILS Mâcon-Lugny Saint-Pierre ’08.

VALDELLECORTI Chianti Classico ’11.

PANZANELLO Chianti Classico ’11.

KA MANCINÉ Rossese di Dolceacqua “Beragna” ’13.

STEFANO AMERIGHI Cortona Syrah ’11.

RIZZI Barbaresco “Pajoré” ’06.

PODERE SANTA FELICITA Toscana “Cuna” ’11.

JEAN-MARC BOULEY Volnay ’11.

THIBAULT LIGER-BELAIR Bourgogne “Les Grands Chaillots” ’10.

GIOVANNI ROSSO Barolo “La Serra” ’09.

RIZZI Barbaresco “Boito” ’05.

PRODUTTORI DEL BARBARESCO Barbaresco Riserva “Pora” ’04.

GIUSEPPE CORTESE Barbaresco “Rabajà” ’04.

GIACOMO CONTERNO Barbera d’Alba ’06.

CA’ D’GAL Moscato d’Asti “Vigna Vecchia” ’07.

BISSINGER & Co. Champagne Brut 1er Cru.
Ultima modifica di Kalosartipos il 23 set 2014 07:04, modificato 3 volte in totale.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
andrea
Messaggi: 7993
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda andrea » 20 set 2014 21:07

Kalosartipos ha scritto:BISSINGER & Co. Champagne Brut 1er Cru.

Vino della serata??
:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
alleg
Messaggi: 543
Iscritto il: 10 feb 2014 22:26
Località: Parma/Milano

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda alleg » 20 set 2014 21:29

Eccomi, avevo già provato a scrivere qualcosa ma poi il Gambero aveva paura che non fossi umano e ha mandato tutto in vacca... Comunque, ieri sera con culaccia ed altri salumi locali, maccheroni al ragù e stinchi al forno ci siamo bevuti:

- Chablis VV 2011 Vignobles Dampt: carino senza sussulti, piacevole ma molto semplice 6/10
- Puligny-Montrachet 1er cru Le Perrièrs 2006 Sauzet: Tanta frutta gialla matura. Struttura poderosa, manca un pochino di acidità ma fossero tutti così i vini larghi e giocati sulla potenza, io non me ne lamenterei mai. Non fa vedere la madonna ma è piaciuto molto 8/10

- Pinot Nero Bressan 2006: Colore scuro, violaceo. Il naso inizialmente non mi è dispiaciuto ma il vino non sembrava per niente Pinot nero. Bocca molto vinosa e abbastanza grezza. Forse da solo non avrebbe fatto una così brutta impressione ma aveva di fianco i due seguenti, quindi ha preso sberle da tutte le parti. 5/10
- Vosne-Romanee 1er Cru Les Rouges 2009 Desaunay-Bisset: Colore rubino scarico, naso e bocca clamorosamente eleganti. Signor vino 8/10
-Vosne-Romanée Grand Cru Echezeaux 2009 Michelet-Bissey: Giovanissimo ma già espressivo. Quando ci sono annata e terreno si riesce a bere da re anche senza scomodare DRC. Stesso tipo di classe ed eleganza del Les Rouges ma amplificati alla terza potenza. Libidine, 9/10

- Pommard 1er Le Clos Blanc 2007 Grivault: qui si vira su toni e frutti molto più scuri. Non molto espressivo, compresso. Forse l'acquisto in settimana e relativa spedizione ne hanno compromesso un po' la prestazione... certo che con compagni di batteria del genere è difficile emergere.... Un onesto 7/10 se lo merita.
- Ruchottes-Chambertin 2004 Pacalet: Non avevo mai sentito un 2004 ma se sono tutti così e volete disfarvi dei vostri avvisatemi che passo a pulirvi la cantina. MAGNIFICO. Potente, complesso con un incenso che lo nobilita incredibilmente. Nessun sedimento, colore trasparente, nessuna puzza fastidiosa nonostante l'apertura poco anticipata. Insomma saremo stati fortunati ma questa era una grandissima bottiglia. 9/10
- Charmes-Chambertin 2004 A.Rousseau: paradigmatico, grandissimo naso, grande bocca. Per l'Echezaux c'erano terreno ed annata qui forse l'annata sarà abbastanza sfigata ma con un po' di manico il produttore ha tirato fuori una vera perlazza di vino. Visibilio dei miei amici alla prima esperienza con dei Borgogna seri ed anche di chi proprio alla prima esperienza non era! Sconvolgente 9.5/10

Un ringraziamento particolare a Marco che ha condiviso con noi la sua esperienza e queste due grandissime bottiglie!
vinogodi
Messaggi: 28506
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: bevute di settembre 2014

Messaggioda vinogodi » 20 set 2014 21:55

alleg ha scritto:Eccomi, avevo già provato a scrivere qualcosa ma poi il Gambero aveva paura che non fossi umano e ha mandato tutto in vacca... Comunque, ieri sera con culaccia ed altri salumi locali, maccheroni al ragù e stinchi al forno ci siamo bevuti:

- Chablis VV 2011 Vignobles Dampt: carino senza sussulti, piacevole ma molto semplice 6/10
- Puligny-Montrachet 1er cru Le Perrièrs 2006 Sauzet: Tanta frutta gialla matura. Struttura poderosa, manca un pochino di acidità ma fossero tutti così i vini larghi e giocati sulla potenza, io non me ne lamenterei mai. Non fa vedere la madonna ma è piaciuto molto 8/10

- Pinot Nero Bressan 2006: Colore scuro, violaceo. Il naso inizialmente non mi è dispiaciuto ma il vino non sembrava per niente Pinot nero. Bocca molto vinosa e abbastanza grezza. Forse da solo non avrebbe fatto una così brutta impressione ma aveva di fianco i due seguenti, quindi ha preso sberle da tutte le parti. 5/10
- Vosne-Romanee 1er Cru Les Rouges 2009 Desaunay-Bisset: Colore rubino scarico, naso e bocca clamorosamente eleganti. Signor vino 8/10
-Vosne-Romanée Grand Cru Echezeaux 2009 Michelet-Bissey: Giovanissimo ma già espressivo. Quando ci sono annata e terreno si riesce a bere da re anche senza scomodare DRC. Stesso tipo di classe ed eleganza del Les Rouges ma amplificati alla terza potenza. Libidine, 9/10

- Pommard 1er Le Clos Blanc 2007 Grivault: qui si vira su toni e frutti molto più scuri. Non molto espressivo, compresso. Forse l'acquisto in settimana e relativa spedizione ne hanno compromesso un po' la prestazione... certo che con compagni di batteria del genere è difficile emergere.... Un onesto 7/10 se lo merita.
- Ruchottes-Chambertin 2004 Pacalet: Non avevo mai sentito un 2004 ma se sono tutti così e volete disfarvi dei vostri avvisatemi che passo a pulirvi la cantina. MAGNIFICO. Potente, complesso con un incenso che lo nobilita incredibilmente. Nessun sedimento, colore trasparente, nessuna puzza fastidiosa nonostante l'apertura poco anticipata. Insomma saremo stati fortunati ma questa era una grandissima bottiglia. 9/10
- Charmes-Chambertin 2004 A.Rousseau: paradigmatico, grandissimo naso, grande bocca. Per l'Echezaux c'erano terreno ed annata qui forse l'annata sarà abbastanza sfigata ma con un po' di manico il produttore ha tirato fuori una vera perlazza di vino. Visibilio dei miei amici alla prima esperienza con dei Borgogna seri ed anche di chi proprio alla prima esperienza non era! Sconvolgente 9.5/10

Un ringraziamento particolare a Marco che ha condiviso con noi la sua esperienza e queste due grandissime bottiglie!
...ringrazio io Alleg per la magnifica serata con grande dispendio d'energia per la performance in cucina. Vini tutti da buoni ad ottime . Forse Bressan e lo Chablis, pur gradevoli, un pò problematici: Bressan per le note davvero strane per un Pinot Nero, relativamente cupo, con poco slancio olfattivo e buttato più sul materico. Aveva una discreta dose di frutta come corredo ma poca verve espressiva, come fosse compresso in una amteria di buon livello ma poco propenso ad aprirsi. Lo Chablis di Dampt non aveva difetti particolari, anzi , bello nella sua semplicità e linearità: aveva solamente caratteristiche non vocate al visibilio di sorso, il suo compitino l'avrebbe svolto con diligenza in ogni consesso di piacevole conversazione a tavola.
Il Perrieres PM dimostra ancora una volta la grande interpretazione di Sauzet per questa annata , mostrando oltre all'indubbia e ormai acecrtata eleganza, anche quel tanto di ciccia che , unito a frutta matura e miele , l'hanno reso decisamente gourmant e riempito golosamente le bocche dei presenti. I due 2009 si sono rivelati per la grande annata di cui sono figli. Giovani ma già in beva, bella struttura e spalla, ottima complessità, con punta assolutamente d'eccellenza per l'Echezaux, che me lo sarei ingollato senza ritegno. Pommard un pò così, troppo impettito e ritroso, non male ma tutt'altro che esplosivo. Due note per i 2004 : aperti d'amblé pochi minuti dal versamento nel bicchiere ,dopo viaggio periglioso , sono stati sorprendentementi beccati , probabilmente, nel miglior periodo della loro vita , che non sarà lunghissima. Una noticina leggerissima vegetale in Rousseau c'era, all'apertura, ma nel bicchiere è evoluto in maniera sontuosa , paradigmatico per quanto dovrebbe essere un Gevrey Chambertin con i fiocchi. Pacalet , uno dei migliori dell'ultimo periodo, anch'esso, aperto a la volée temevo in riduzioni terribili (cosa che appena è saltato il tappo aveva) ma, fortunatamente, era integrissimo e pulitosi ha dato quasi la sensazione di ispirazione "leroyana" come gli capita quando in forma . Certo che per i costi e l'incostanza , aprire una boccia di Pacalet è come cimentarsi con un Gratta e Vinci: molte volte ti va buca, ma quando gratti il numerino giusto hai motivo per mostrare un sorriso a 32 denti... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: JMB e 1 ospite