CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13014
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda Kalosartipos » 29 ago 2014 10:31

landmax ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:Oggi a pranzo:
HENRIOT Champagne Brut "Cuvée des Enchanteleurs" '96.
HENRIOT Champagne Brut "Cuvée des Enchanteleurs" '95.
DOMAINE RAMONET Puligny-Montrachet 1er Cru "Champs-Canet" '08.
OLIVIER LEFLAIVE Meursault 1er Cru "Les Poruzots" '98.
VIGNOBLE DAMPT-DUPAS Chablis 1er Cru "Fourchaume" '06.
CHÂTEAU COS D'ESTOURNEL Saint-Estèphe '83.
FRANCO FIORINA Barolo '67.

ci puoi dare qualche approfondimento sui vini bevuti? Sono particolarmente curioso dei due rossi.

Restano:
lo Champs-Canet '08 di RAMONET, per me bottiglia della giornata, tutte le cosine al posto giusto (anche la mentuccia), niente invadenza del legno, proprio come dev'essere la Borgogna bianca per il mio gusto :mrgreen: ... gemella di una bottiglia stappata con uguale soddisfazione lo scorso novembre al compleanno mio e di Calzi;
il Poruzots '98 di O. LEFLAIVE, decisamente scollinato;
il Fourchaume '06 di DAMPT-DUPAS, già parecchio evoluto sia come colore, che naso e bocca.. a parte le (mie) facili battute sull'annata, ne avevo bevuto una bottiglia un paio d'anni fa e non presentava nessun problema.. non credo che in due anni il vino sia crollato così, sarà la bottiglia non a posto.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Spectator
Messaggi: 3748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda Spectator » 29 ago 2014 13:11

..Les Vieux Clos 2007,Nicola Joly. Giallo oro molto carico,naso timidissimo,quasi piatto,a tratti sbuffi aromatici di distillato, corteccia d'albero e zucchero bruciato,ma e'..poca cosa. Al primo sorso,l'acool si sente imperioso, faccio raffreddare un tantino il vino e man mano rientra ; l'acidita' e' viva e sferzante ,in bocca si sente chiaramente l'ossidazione voluta dal produtture.Ho cominciato ad apprezzarlo emozionalmente a meta' boccia e alla fine mi e' piaciuto..quasi assai :) .Perche'? Nn lo so !Sicuramente il liquido tentava di comunicare,nn sapendo che io il francese lo capisco..quasi nulla . Penso di prenderne qualche altra bottiglia con la speranza me ne capiti una un po' piu'..viva ,per cercare di capire meglio .
eno
Messaggi: 2157
Iscritto il: 08 giu 2007 23:58

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda eno » 29 ago 2014 20:40

Kalosartipos ha scritto:
eno ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:Oggi a pranzo:
HENRIOT Champagne Brut "Cuvée des Enchanteleurs" '96.
HENRIOT Champagne Brut "Cuvée des Enchanteleurs" '95.
DOMAINE RAMONET Puligny-Montrachet 1er Cru "Champs-Canet" '08.
OLIVIER LEFLAIVE Meursault 1er Cru "Les Poruzots" '98.
VIGNOBLE DAMPT-DUPAS Chablis 1er Cru "Fourchaume" '06.
CHÂTEAU COS D'ESTOURNEL Saint-Estèphe '83.
FRANCO FIORINA Barolo '67.


Mi dici dei due Henriot?


Certamente buoni (ho preferito il '95 al '96), ma il mio palato corrotto non era convinto da quella sottile vena ossidativa, che non è la caratteristica che prediligo in uno Champagne.. segnalo che il '96 aveva un sughero legnoso, mentre il '95 perfetto.
Comincio a credere che l'Enchanteleurs non sia la mia bolla..


Ecco, perche' anc'hio ho trovato un leggerissimo tono ossidativa nel 95 bevuto da poco, splo che ho avuto l'impressione che fosse una nota evolutiva piu' che di stile
gianz
Messaggi: 202
Iscritto il: 19 feb 2010 17:49
Località: Brescia

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda gianz » 30 ago 2014 04:16


2013 Krajančić Pošip Intrada

Bottiglia interessante , vitigno autoctono di un'isola della Dalmazia (Croazia). Naso minerale , scorza di limone , macchia mediterranea che mi rimanda immediatamente ai profumi riscontrati sull'isola rigogliosamente verde. In bocca pieno corpo , frutta tropicale , bilanciato e con una bella acidità che lo sostiene ed invoglia la beva.
image.jpg
image.jpg (62.41 KiB) Visto 5969 volte
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4166
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda Wineduck » 30 ago 2014 12:53

gianz ha scritto:
2013 Krajančić Pošip Intrada

Bottiglia interessante , vitigno autoctono di un'isola della Dalmazia (Croazia). Naso minerale , scorza di limone , macchia mediterranea che mi rimanda immediatamente ai profumi riscontrati sull'isola rigogliosamente verde. In bocca pieno corpo , frutta tropicale , bilanciato e con una bella acidità che lo sostiene ed invoglia la beva.


Toh chi si rivede! Ciao Gianni, bentornato! :wink:
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
vinogodi
Messaggi: 28294
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda vinogodi » 30 ago 2014 16:16

...ieri sera, al Bello Carico di Sacchetta (chiaramente in attesa delle foto di Endrya) una bella tenzone Italia - Francia di Chardonnay , con qualche variante per rendere divertente la serata ulteriormente. A parte l'intermezzo di tortelli di zucca davvero superlativi, così come la pancetta stravecchia , le tagliatelle ai funghi e tanta altra amenità culinaria... eravamo una diciottina , per cui tutte doppie bottiglie, chiaramente

PREAPERITIVi:
- Prosecco Chartier : sapete che è davvero buono? :D :D :D
- Metodo Classico Bellavista etichetta rossa : un amarognolo un pò fastidioso , ma tantè... s'è bevuto senza troppo danno :D :D :)

POI:
PRIMA BATTERIA:
- Giulio Riserva del Fondatore Ferrari 2002 (continua a migliorare sempre di più ... che sia una bella versione di Giulio? Ieri sera profumi ricchi e opulenti, con bocca di buona bevibilità ... per alcuni vincitore della batteria) :D :D :D :) vs Champagne Gran Cru 2006 Special Club Vazart Coquart ... denso di mineralità, floreale , gessoso, teso :D :D :D :) ... per me di un pelo di fica superiore al Giulio ma platea decisamente divisa . Grandi bocce ...

SECONDA BATTERIA:
- Chardonnay Planeta 2010 ... dorato carico, solita vanigliona, alcolone e mieloso. Qualcuno non ha finito il bicchiere , altri hanno apprezzato incondizionatamente, con queste tettone over size , adiposo e con bei pannelli di cellulite sulle chiappe ... :D :D :)
- Chablis Grand Cru "Les Clos" 2011 Duplessis ... è stato un massacro . Questo era in veste giallo verdognolo e sprizzava balsamicità e frutta bianca da ogni poro. Bocca devastante ... :D :D :D :D

TERZA BATTERIA :
- Cervaro della Sala 2010 ... anche questo giallo carico e con un legnetto che con la temperatura si notava , ha dato bella mostra di se e , devo ammettere, nel tavolo "uno" ha mostrato grande gradimento e in generale ha fatto la sua porca figura. Bisogna sempre ricordare chi aveva vicino , che non è particolare da trascurare ... :D :D :D
- Puligny Montrachet 2011 Domain Leflaive : terribile la bevibilità anche se al naso ancora da svolgere il compito che lo porterà a livelli davvero considerevoli di completezza scenica. Chi non lo conosceva ne è rimasto letteralmente affascinato con occhi sgranati ...(PS... ma perchè anche i bianchi di Borgogna, come i rossi, hanno da essere, per forza, aspettati anni ... questi sarebbero buoni anche spillati dalla botte... :D :D :D :D

QUARTA BATTERIA :
- Cuvée Bois Cretes 2010 ... vinio bianco italiano della serata, in alcuni non l'avevano mai bevuto e ne sono rimasti colpiti. Seppur un leggerissimo legno da riassorbire, ha dato una bella dimopstrazione di eleganza, equilibrio e vigoria. Se fosse stato solo avrebbe fatto man bassa di supergiudizi ( :D :D :D :) ) però aveva vicino ...
- Chassagne Montrachet "Les Rouchottes" 1er Cru 2011 Domain Ramonet ... beh , il più buon Premier dell'anno e conferma che i 2011 bianchi in Borgogna non dureranno secoli ma oggi sono di un0espressività e piacevolezza straordinari . Bouquet di fiori su struttura ricca e rigogliosa, minerale quanto basta, acidità guizzante e non fastidiosa. Chapeau . Legno? Non pervenuto... e se c'era dormiva ... :D :D :D :D :)

QUINTA BATTERIA FUORIPROGRAMMA con il Parmigiano stagionato:
- Barolo 1967 Fontanafredda : commovente , una bottiglia moriva abbastanza presto nel bicchiere, l'altra aveva ancora acidità guizzante e un senso organolettico, con tannini risoltissimi e quasi dolci, tessitura finissima e colore lunare . Voto alla seconda :D :D :D :)
- Primitivo di Manduria ES Barrique " Cuvée Vinogodi" 2007 (appositamente imbottigliata e etichettata con etichetta "a rombo" non in commercio)... privilegio per pochi, sembrava appena imbottigliato con rosso intenso , concentrato . Naso viscioloso, amarenoso e prugnoso (qualche sentore vaginale arricchiva l'insieme). Bocca opulenta, ricchissima di materia anche se con la temperatura alta , l'inevitabile alcool di cui sovrabbonda , iniziava a formulare sui palati effetto euforizzante ... :D :D :D :D

FINALE :
- Barolo Chinato Ceretto : molto buono freddo, con la temperatura un pò troppo "medicinale" . Cappellano è piuttosto distante ... :D :D :D

PS: ci si rivede mercoledì con grande serata Chablis all'Angiol D'Or...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1987
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda gianni femminella » 30 ago 2014 16:59

Chianti Classico 2001 Casina di Cornia: il tappo è di conglomerato con uno strato di nobile a contatto con il vino. Sarà un caso? la bottiglia è "tappata". Avrei detto Radda per il colore e per l'agilità che dimostra nel bicchiere, invece l'azienda è di Castellina. Il difetto inficia il giudizio; secondo me sarebbe un bel chianti.

Brunello di Montalcino 2001 fattoria dei Barbi: sto dando fondo a bottiglie della mia vita pre-forum. Peccato per la mancanza di complessità e la poca tensione, poiché è ancora vivo e con un bel tannino. Tutto sommato non mi è dispiaciuto.

Champagne 2006 bdb A. Margaine: mia moglie che di vino ne beve poco ma ne capisce più di me ha subito esclamato "questo è buono". Un pizzico di dosaggio di troppo; comunque tanto per far capire che l'ho gradito sono ben contento che ce ne sia un'altra bottiglia in cantina.

Renosu 2006 Dettori: mi stupisce quando un vino rimanda così direttamente all'uva. Sembrava di masticare un acino bello maturo. E' strano, il vino è uva spremuta :!: ma ( a me ) capita di rado. Bottiglia in stato di grazia. Non un mostro di complessità, ma bottiglia che si discosta parecchio dal "solito" bianco. Ha accompagnato e arricchito, con piacere piatti semplici ed estivi.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13014
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda Kalosartipos » 30 ago 2014 20:34

Tanti fruttini rossi, col lampone in evidenza.. per il resto, abbastanza semplice e scorrevole... è stato comunque apprezzato, anche visto il costo contenuto :D .
Sulla controetichetta consigliano l'abbinamento con la torta di fragole, ma io proprio non ce lo vedrei :?
Immagine
Immagine
Ultima modifica di Kalosartipos il 30 ago 2014 20:51, modificato 1 volta in totale.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Smarco
Messaggi: 3496
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda Smarco » 30 ago 2014 20:50

Clos rougeard les poyeux 2007: colore rosso rubino tendente al violaceo al naso bei frutti rossi ma con un po' di erbaceo accompagnato da qualche spezia e un tocco fume in bocca c è una buona materia che però non rimane per molto, penso che potrebbe migliorare col tempo ma dato che era l ultima bottiglia non mi pongo il problema
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1987
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda gianni femminella » 30 ago 2014 21:39

Kalosartipos ha scritto:Sulla controetichetta consigliano l'abbinamento con la torta di fragole, ma io proprio non ce lo vedrei :?
Immagine
Immagine


Se abbinano per colori può darsi :mrgreen:
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda paperofranco » 30 ago 2014 22:07

gianni femminella ha scritto:Chianti Classico 2001 Casina di Cornia: il tappo è di conglomerato con uno strato di nobile a contatto con il vino. Sarà un caso? la bottiglia è "tappata". Avrei detto Radda per il colore e per l'agilità che dimostra nel bicchiere, invece l'azienda è di Castellina. Il difetto inficia il giudizio; secondo me sarebbe un bel chianti.

Brunello di Montalcino 2001 fattoria dei Barbi: sto dando fondo a bottiglie della mia vita pre-forum. Peccato per la mancanza di complessità e la poca tensione, poiché è ancora vivo e con un bel tannino. Tutto sommato non mi è dispiaciuto.

Champagne 2006 bdb A. Margaine: mia moglie che di vino ne beve poco ma ne capisce più di me ha subito esclamato "questo è buono". Un pizzico di dosaggio di troppo; comunque tanto per far capire che l'ho gradito sono ben contento che ce ne sia un'altra bottiglia in cantina.

Renosu 2006 Dettori: mi stupisce quando un vino rimanda così direttamente all'uva. Sembrava di masticare un acino bello maturo. E' strano, il vino è uva spremuta :!: ma ( a me ) capita di rado. Bottiglia in stato di grazia. Non un mostro di complessità, ma bottiglia che si discosta parecchio dal "solito" bianco. Ha accompagnato e arricchito, con piacere piatti semplici ed estivi.


Mi spiace Gianni, le ho finite anch'io. A Ottobre ripasserò in azienda, ma può darsi che ci sia solo la 2012, ma va bene lo stesso per assaggiare l'azienda.
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8648
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda arnaldo » 31 ago 2014 09:34

Ieri sera
Domaine de belleviere -Jasnieres Les rosiers 2010 -paglierino.naso di pesca bianca,roccia,pirite,e poi ancora toni floreali.bocca che sembra solcata da un filino di residuo e che invece e'secchissima,tesa,richiama alla beva in maniera assassina,finita molto presto....
Alain Graillot -crozes hermitage 2010 -rubino violaceo scuro. Lo ricordavo piu'sul frutto...invece ha un profilo selvatico speziato che poi vira in salamoia...particolare...infatti in bocca pare quasi crudo,tra la mora e spezie,comunque molto beverino. Finita la scorta dei 2010 di Alain..purtroppo....
Fattoria Garbole -recioto 2007 - Madonna che bonta'.kirsch,amarene sotto spirito,fondente,tratti quasi balsamici...abbinato alla Sachef...spettacolo puro....12,5*e gran beva...bravo Ettore.......
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
gianz
Messaggi: 202
Iscritto il: 19 feb 2010 17:49
Località: Brescia

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda gianz » 31 ago 2014 11:19

2011 Korta Katarina Pošip Čara

Sempre stesso vitigno bianco della Dalmazia ma qui il produttore ė un americano che ha investito in Croazia , il risultato ė evidente , vino caro che sa di spremuta di legno. Comunque sto americani ci sanno fare perché questo viene considerato uno tra i migliori Pošip ! Commercialmente non li batte nessuno

image.jpg
image.jpg (11.45 KiB) Visto 5238 volte
luc83
Messaggi: 375
Iscritto il: 10 ott 2008 14:56
Località: busto arsizio
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda luc83 » 31 ago 2014 11:39

TERZA BATTERIA :
- Cervaro della Sala 2010 ... anche questo giallo carico e con un legnetto che con la temperatura si notava , ha dato bella mostra di se e , devo ammettere, nel tavolo "uno" ha mostrato grande gradimento e in generale ha fatto la sua porca figura. Bisogna sempre ricordare chi aveva vicino , che non è particolare da trascurare ... :D :D :D

Marco quanti anni lo lasceresti in cantina? Me ne hanno regalata una bottiglia e non saprei quando berlo :oops:
chris715
Messaggi: 2045
Iscritto il: 12 giu 2007 07:47
Località: LECCO

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda chris715 » 31 ago 2014 12:18

Arici franciacorta dosaggio zero.
Non sembra per nulla un franciacorta, zero. Alla cieca avrei detto champagne, molto molto base però. Molto gasato e crosta di pane a manetta. Secco. Per 16 euro ci stà, di più no.

Pinot bianco 2013 stra.base di Hofstatter, che vino fantastico!! Però williams, erbe di campo. Acidità di cedro maturo. Grande vino. Per 8,70 e. Da prenderne a vagonate.
Ciao ,
Chris .
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7447
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda zampaflex » 31 ago 2014 12:52

vinogodi ha scritto:- Cuvée Bois Cretes 2010 ... vino bianco italiano della serata, in alcuni non l'avevano mai bevuto e ne sono rimasti colpiti. Seppur un leggerissimo legno da riassorbire, ha dato una bella dimostrazione di eleganza, equilibrio e vigoria....


Quando avevo detto tre anni (proposto al corso AIS) fa che la Cuvée Bois si era parecchio alleggerita con le ultime annate (2009 per esempio) ed era diventata un bel vino, avevo notato un certo scetticismo tra i forumisti... :| adesso spero venga rivalutato. Non è ancora la Borgogna, ma è molto più vicino di prima. Probabilmente il migliore Chardonnay italiano, quantomeno tra quelli con passaggio in barrique.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Mike76
Messaggi: 1004
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda Mike76 » 31 ago 2014 13:57

Les Crêtes - Petite Arvine Valle d'Aosta 2010
Da molti liquidato come vino da aperitivo, per me si dimostra più versatile e complesso.
Color oro classico, manda profumi di nocciola e pompelmo. Sfida dolce-salata al palato, dove la maturità perfetta del frutto giallo si coniuga con la parte salina e acida, rendendo fresco e sapido il finale.
Bel vino, da vitigno Petit Arvine.
Smarco
Messaggi: 3496
Iscritto il: 18 nov 2012 15:01
Località: Ascoli Piceno

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda Smarco » 31 ago 2014 17:05

Chablis Gran Regnard 2011 magnum: bel vinello dal prezzo non impegnativo perfetto da stappare quando si è con amici che non si fanno troppe domande su ciò che bevono, al naso apre su note di frutta bianca e agrumi con qualche sbuffo minerale, in bocca l acidità si fa sentire e c'è una buona persistenza servito bello ghiacciato scende che è un piacere
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1987
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda gianni femminella » 31 ago 2014 17:28

Mike76 ha scritto:Les Crêtes - Petite Arvine Valle d'Aosta 2010
Da molti liquidato come vino da aperitivo, per me si dimostra più versatile e complesso.
Color oro classico, manda profumi di nocciola e pompelmo. Sfida dolce-salata al palato, dove la maturità perfetta del frutto giallo si coniuga con la parte salina e acida, rendendo fresco e sapido il finale.
Bel vino, da vitigno Petit Arvine.


Quoto.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
vinogodi
Messaggi: 28294
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda vinogodi » 31 ago 2014 18:21

luc83 ha scritto:TERZA BATTERIA :
- Cervaro della Sala 2010 ... anche questo giallo carico e con un legnetto che con la temperatura si notava , ha dato bella mostra di se e , devo ammettere, nel tavolo "uno" ha mostrato grande gradimento e in generale ha fatto la sua porca figura. Bisogna sempre ricordare chi aveva vicino , che non è particolare da trascurare ... :D :D :D

Marco quanti anni lo lasceresti in cantina? Me ne hanno regalata una bottiglia e non saprei quando berlo :oops:
...solitamente un decennio lo dura, ma non vedo dove possa andare a parare , in più, con gli anni. 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 28294
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda vinogodi » 31 ago 2014 18:23

zampaflex ha scritto:
vinogodi ha scritto:- Cuvée Bois Cretes 2010 ... vino bianco italiano della serata, in alcuni non l'avevano mai bevuto e ne sono rimasti colpiti. Seppur un leggerissimo legno da riassorbire, ha dato una bella dimostrazione di eleganza, equilibrio e vigoria....


Quando avevo detto tre anni (proposto al corso AIS) fa che la Cuvée Bois si era parecchio alleggerita con le ultime annate (2009 per esempio) ed era diventata un bel vino, avevo notato un certo scetticismo tra i forumisti... :| adesso spero venga rivalutato. Non è ancora la Borgogna, ma è molto più vicino di prima. Probabilmente il migliore Chardonnay italiano, quantomeno tra quelli con passaggio in barrique.
...concordo senza meno... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
@ndre@
Messaggi: 2117
Iscritto il: 17 nov 2008 14:58
Località: Parma (petite capital) ora in fase rinascimentale

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda @ndre@ » 01 set 2014 06:33

vinogodi ha scritto:...ieri sera, al Bello Carico di Sacchetta (chiaramente in attesa delle foto di Endrya) una bella tenzone Italia - Francia di Chardonnay

pronti....via!!!
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
e totale...
Immagine
la prossima volta non mi siedo più vicino a te perchè vedo che copi totalmente i miei giudizi :D
L'è méj al vén sénsa bicér, che al bicér sénsa vén
Vinis
Messaggi: 247
Iscritto il: 30 lug 2014 18:07

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda Vinis » 01 set 2014 13:11

Cavermaso 2013 Vermentino-Albarola-Malvasia colli di Luni profumi di mela, acacia, pesca bocca di ottima sapidità e freschezza, un buon vino non di più.

Champagne Rosè Drappier pinot nero 100% Rosè con un bellissimo color fragola con bellissimi profumi di amarena e lamponi,melograno, cassis, vaniglia, zucchero a velo.
Bocca di gran corpo e nerbo, arcigno. Uno Champagne opulento e ricco ma stupendo a tavola con amici calabresi quindi soprassata, salame e nduja :mrgreen:

Andrea Arici Nero 2009 ecco questa è una bolla che ci è stata servita alla cieca ieri sera e ancora ci brucia la figuraccia che abbiamo fatto io e i miei amici per averlo scambiato per uno Champagne, non vi dico che nomi abbiamo fatto :lol: , Comunque grande bolla perlage finissimo, profumi salmastri e iodati, litchi,ribes rosso e in bocca ha grande struttura un nerbo e sapidità da paura che spinge la lunghezza, insomma a volte si dovrebbe bere più vino e meno le etichette, sicuramente secondo il mio umile parere questo vino a parità di prezzo(35 euro :shock: ) non ha niente da temere dallo Champagne.
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda ugc » 02 set 2014 12:44

Vinis ha scritto:sicuramente secondo il mio umile parere questo vino a parità di prezzo(35 euro :shock: ) non ha niente da temere dallo Champagne.

faccina appropriata...non è che sia esattamente regalato... :roll:
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Vinis
Messaggi: 247
Iscritto il: 30 lug 2014 18:07

Re: CHE BEVESSIMO AD AGOSTO 2014

Messaggioda Vinis » 02 set 2014 13:05

ugc ha scritto:
Vinis ha scritto:sicuramente secondo il mio umile parere questo vino a parità di prezzo(35 euro :shock: ) non ha niente da temere dallo Champagne.

faccina appropriata...non è che sia esattamente regalato... :roll:


Beh per me è proprio il contrario, intendevo dire che a questo prezzo e a questa qualità essendo anche un millesimato non so quanti Champagne o anche bolle italiane puoi bere :wink:

Io amo lo Champagne! ma non capisco ancora perchè quando si parla di bolle italiane di QUALITA' devono avere prezzi da grande distribuzione, meno male che non la pensiamo tutti così o se no un vino come la Riserva del Fondatore sarebbe rimasta in cantina invenduta.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Darkman135, Jurko, littlewood, MaurizioP, scrio, Travolta, vinotec e 13 ospiti