LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
calzidavide
Messaggi: 1532
Iscritto il: 26 feb 2009 12:32
Località: Crema
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda calzidavide » 11 mag 2014 14:32

Kalosartipos ha scritto:
Patatasd ha scritto:Ieri a Brescia al Ristorante Gaudio in una serata sulla Côte de Nuits organizzata da Rolando Zorzi e tenuta da Giancarlo Marino e Francesco Falcone abbiamo bevuto:

Porca l'oca!!! :shock: :shock: :shock:
Ma perchè non l'ho saputo??? :? :evil:

Me lo stavo chiedendo anche io :roll:
Mike76
Messaggi: 1021
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Mike76 » 11 mag 2014 16:54

Ieri pranzo con infanticidio allo scoglietto:

Dauvissat - Chablis 1er cru "Séchet" 2010
Giallo intenso e luminoso, rimane chiuso per qualche minuto.
Poi affiorano note agrumate, di mandarino, menta e una pennellata di legno tostato.
In bocca una lama, un cristallo, "purezza pura".
Roccia bagnata e sale sul finale, fresco e pulito.
Bevibilità fuori dal comune anche per uno Chablis. Classy.

dauvissat.jpg
dauvissat.jpg (202.17 KiB) Visto 5556 volte
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13150
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Kalosartipos » 11 mag 2014 17:41

Mike76 ha scritto:Ieri pranzo con infanticidio allo scoglietto:

Dauvissat - Chablis 1er cru "Séchet" 2010

M'hai fatto venire una voglia.. :D.. vado a cercare in cantina...
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2086
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda gianni femminella » 11 mag 2014 19:47

Rabasco vini, Montepulciano d'Abruzzo docg 2007 - gradi 13 L1012 bottiglie prodotte 1096

L'etichetta riporta "da vigna a tendone di 40 anni, affinato in legno e vetroresina". Dovrebbe essere prodotto con metodi "naturali" ma il vino non ha nessuna di quelle caratteritiche negative che molti attribuiscono a questo tipo di vini. E' pulito e preciso. Soprassiedo alla tiritera di profumi-colore-acidità-sapidità etc., anche perché non mi riesce bene :mrgreen: . Dico solo che l'alcool non si avverte minimamente e che nella piacevolezza complessiva si sente solo la mancanza di un tannino con più nerbo, caratteristica che mi sarei aspettato dato che ne avevano parlato come di un vino rustico.
Interessante.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13150
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Kalosartipos » 11 mag 2014 19:59

Ed in cantina ho pescato discretamente: bottiglia splendida, con tante "conchiglie", una bocca affilata e fresca, giovane ma sta cominciando a farsi.. per me, 91/100.
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Ziliovino
Messaggi: 3129
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Ziliovino » 11 mag 2014 20:35

Immagine

Sbevazzata di Chianti in compagnia, alla cieca:

Champagne Sir Wiston Churchill 1996 – Pol Roger. Reticente al naso, tanto gesso e un po’ di frutta gialla, in bocca tanta freschezza e verticalità equilibrate da un buon corpo da un insieme di grande forza e finezza, lungo, ma va giù (aimè) troppo velocemente…

Rosso di Montalcino 2009 – Salvioni. Si parte subito con l’intruso, dal colore opaco, frutti di rovo ed una nota linfatica-vegetale per un naso parecchio confuso. Anche in bocca è inizialmente squilibrato, beverino, con un po’ di calore da alcol. Col tempo almeno in bocca migliora un poco.

Chianti Classico Riserva Casavecchia alla Piazza 2009 – Buondonno. Il profilo olfattivo si fa un po’ più cupo, ma non troppo, abbastanza espressivo e croccante, tanta materia in bocca con bel tannino.

Chianti Classico 2006 – Castell’ In Villa. Colore compatto e scuro, stantuffa viola e mora, un po’ di prugna. Bocca di carattere, tesa fin quasi dura, con tanta acidità e tannino graffiante ma piacevole, un filo di legno al naso ma direi di grandi prospettive per il futuro.

Chianti Classico Riserva Rancia 2003 – Felsina. Frutta scura voluttuosa, un po’ di cuoio, bocca rotonda e morbida, un po’piacione e corto, seppur ben fatto.

Chianti Rufina Riserva Vigneto Bucerchiale 2000 – Fattoria Selvapiana. Frutti di bosco e tanto sottobosco e fogliame, i tratti si fanno più evoluti, una nota di ferro, terra e pelliccia. Bocca distesa e risolta, direi da bere. Suggestivo, ma in una bevuta precedente era più pimpante, soprattutto in bocca. Tiene comunque bene il giorno dopo.

Chianti Classico Riserva Il Poggio 1990 – Monsanto. Inizialmente molto chiuso, parte poi molto fine su terra, composta di frutta ed un bel floreale di rosa e spezie. Anche in bocca inizialmente la nota acida è quasi prevaricante, con un po’ di aria si distende, molto teso e verticale, con ancora un bel tannino, lungo. Ha ancora qualcosa da dare nel tempo…

Porto Tawny 20 anni – Dow’s. Etereo, leggero alcol, nota di solvente solo accennata, piuttosto fine ed elegante, acqua di rose, si lascia bere piuttosto bene.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
sundek181
Messaggi: 972
Iscritto il: 06 giu 2007 16:13
Località: Lecco

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda sundek181 » 11 mag 2014 20:49

Oggi, con un dovuto grazie all'amico Marzio "Nebbiolino" si è bevuto direi discretamente direi OTTIMI vini :D :D
Grande Anné 2002, Bollinger :lol: :lol: :lol: :lol: fa della finezza ed eleganza la sua carta vincente, una leggera tostatura di mandorla al naso, dritto e coinciso, una bolla con una bevilità fuori scala, e con una materia con grande potenziale ancora, ora però in un momento perfetto.
Corton Charlemagne 2005 :lol: :lol: :lol: :lol: :D Bonneau Du Martray colore che fa pensare a un vino più giovane, giallo scarico con riflessi quasi verdognoli, subito vieni catapultato in borgogna, penso a Puligny per la pulizia netta del naso e della bocca, la materia sotto è tanta roba, al naso inizialmente una leggera tostatura e un po' verdognolo, poi esplode con frutta bianca e fiori, burro salato, una leggera vaniglia, ma soprattutto minerale, la bocca è tanta roba senza mai strabordare con troppa ciccia, è chiaro e rigoroso, una bellissima bottiglia. Chapeau
Clos de Tart 2005 :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: 8) alla facciazza del vino della madonna!!!!! naso da subito cangiante, inizialmente un po' animalesco, poi pepe bianco, e poi fruttini rossi, violetta, spezie, e ad ogni snasata un profumo nuovo e diverso,, ma la bocca è una cosa disarmante, avvolgente e ciccia senza mai essere “troppo”, La Borgogna che vorrei sempre bere, bevibilità assassina con una materia di eccellenza. Vino della giornata senza se e senza ma, e uno dei vini in assoluto più buoni da me bevuti ad oggi.
Brunello di Montalcino riserva 2003 Soldera !!!!!!!!!!!!! :shock: spero bottiglia non a posto, naso che no fa pensare a nessun tipo di vitigno, leggermente ossidato e non perfetto, fa pensare a un vino con molti anni sulle spalle, la bocca è quasi diluita, tannino completamente assente, domani urge riassaggio, ma oggi non siamo andati più in la di mezzo bicchiere a testa. E a me il sangiovese non dispiace per niente...
In accompagnamento:
Tigelle con lardo pestato col rosmarino e coppa piacentina
Spaghetti trafilati al bronzo con dadolata di spada, pachino e taggiasche
Spezzatino di vitello con piselli dell'orto e polentina
Piccola pasticceria da favola.
Grazie ancora per la bella compagnia e le belle bottiglie aperte, a Capo Verde non si beveva e magnava così!!!
Pensi sempre di poter rimandare a domani...
...e se non ci fosse un domani?!?!
Avatar utente
vinotec
Messaggi: 27018
Iscritto il: 09 giu 2007 14:19
Località: BRISIGHELLA
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda vinotec » 12 mag 2014 06:19

sundek181 ha scritto:Oggi, con un dovuto grazie all'amico Marzio "Nebbiolino" si è bevuto direi discretamente direi OTTIMI vini :D :D

Brunello di Montalcino riserva 2003 Soldera !!!!!!!!!!!!! :shock: spero bottiglia non a posto, naso che no fa pensare a nessun tipo di vitigno, leggermente ossidato e non perfetto, fa pensare a un vino con molti anni sulle spalle, la bocca è quasi diluita, tannino completamente assente, domani urge riassaggio, ma oggi non siamo andati più in la di mezzo bicchiere a testa. E a me il sangiovese non dispiace per niente...


...noi all'ultimo pranzo di poche settimane fa, lo trovammo stupendo...probabilmente la vostra era una bottiglia non a posto...
UBI MAIOR, MINOR CESSAT !
Avatar utente
@ndre@
Messaggi: 2117
Iscritto il: 17 nov 2008 14:58
Località: Parma (petite capital) ora in fase rinascimentale

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda @ndre@ » 12 mag 2014 07:38

vinogodi ha scritto:.
Malvasia di Candia Crocizia"Bisiosa". Dal colore aranciato , frutto di macerazioni lunghissime, con abbondante fondo, con aromi di buccia accentuata, un po' di volatile, qualche riduzione, per chi non conosce l'azienda bio,bio,bio,bio,biologico, bio dinamico, bionico,biodegradabile....insomma, quei vini che Endrya se li sogna di notte, li agogna, li anela, li brama e li concupisce. Difficile togliergli la boccia impugnata avidamente per tutta la serata. Un vino da intra vino, tanto per intenderci... :D :D :D :D :D

guarda che è tutta colpa tua,perchè mi dicono che:
molto dipende dalla conservazione... sono vini delicati perché con pochissima solforosa: basta tenerli per un po' sopra i 20 °c e partono malolattiche, ossidazioni e riduzioni..

credo siano vini che non hanno toni di grigio,o bianco o nero,o ti piace o non ti piace...e a me non piaque :mrgreen:
L'è méj al vén sénsa bicér, che al bicér sénsa vén
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda paperofranco » 12 mag 2014 09:43

Alcune delle cose bevute in rilassatezza fra amici, in questo fine settimana. Note molto sintetiche perché ce la siamo fatta prendere bene con il mangiare, il dialogo e le risate, oltre al bere.

Champagne “Efflorescence” extra brut 2008 Marie-Courtain.
Ottimo champagnino da pinot nero, vinificato in legno. Molto equilibrato, in bilico fra note ossidative e fresche al naso, bollicina fine e cremosa, di bella presa al palato, con un leggero tocco rustico. Ha personalità.

Meursault “le chevalier” 2009 Buisson Vadot.
Avevo sentito parlare molto bene di questo piccolo produttore, quindi ero molto curioso di bere qualcosa, devo dire però che non mi ha particolarmente colpito. Forse, complice l’annata un po’ tonda e matura, mi sembra che il vino manchi di tensione: una nota di vaniglia evidente e un goccio di cognac al naso, preludono ad una certa grassezza gustativa. Buona sapidità e discreta lunghezza, ma non mi prende.

Volnay 1er cru “Les Mitàns” 2005 Michel Lafarge.
Di incredibile freschezza, anche “cromatica”, con un bel riflesso porpora a contorno del solito rubino luminoso. Siamo ancora indietro nello sviluppo, il nocciolo dei profumi si deve sciogliere, al momento se ne può solo cogliere l’intensità, le leggere sfumature floreali e ferrose, che con il tempo comporranno un bouquet elegantissimo. In bocca è affilato e penetrante, gioca tutto in verticale, sulla finezza tannica e sulla mineralità dell’affondo. Il più “volnay” dei 1er di Monsieur Lafarge, e come al solito, un grande pinot noir. Da aspettare ancora qualche anno, senza patema.

Barbaresco riserva Rabaja 2006 Cortese.
Un grande nebbiolo, volendo in beva già adesso, ma dal futuro radioso. Cercando nei miei ricordi gustativi lo trovo superiore alla riserva 2004, più peso specifico, più profondità, più definizione e pulizia aromatica, di superiore qualità tannica. Complimenti.

Chianti Cl. Riserva 2006 Valdellecorti.
Ne ho già scritto almeno altre due volte negli ultimi due anni. Un grande sangiovese di Radda, un vino di classe, ancora giovane, già ad un significativo grado di espressività. Forse non siamo all’apice, ma berlo adesso è un piacere irrinunciabile..

Barolo Monprivato 2004 Giuseppe Mascarello & Figlio.
Grande vino, punto. Mi sono riconciliato dopo l’ultima bottiglia aperta, che risultò fallata, a causa dell’influsso negativo dei miei amici Meursault e Gabriele Succi :mrgreen: . Uno stupendo classico Monprivato da 13,5 alcolici.

Etna Rosso “Musumeci” 2007 Tenuta di Fessina.
Mai bevuto prima. Leggermente smaltato al naso, un po’ statico; nel complesso è meglio in bocca, lo trovo solo un po’ magrino, ma comunque piacevole.

CdP Les Cailloux 2007 André Brunel.
Già bevuto dal mitico Alì65 nella giornata rodanesca. L’ho riapprezzato molto volentieri, confermando la mia prima buona impressione. Certo, va detto che un conto è bere questi vini in mezzo ad altri della solita tipologia o territorio o livello, altro conto è berlo con nebbioli, sangiovesi e pn buoni.
Avatar utente
Sydney
Messaggi: 5926
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: Venezia

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Sydney » 12 mag 2014 11:58

paperofranco ha scritto:
Barbaresco riserva Rabaja 2006 Cortese.
Un grande nebbiolo, volendo in beva già adesso, ma dal futuro radioso. Cercando nei miei ricordi gustativi lo trovo superiore alla riserva 2004, più peso specifico, più profondità, più definizione e pulizia aromatica, di superiore qualità tannica. Complimenti.



Ci trovi un grosso stacco rispetto al base?
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda paperofranco » 12 mag 2014 12:06

Sydney ha scritto:
paperofranco ha scritto:
Barbaresco riserva Rabaja 2006 Cortese.
Un grande nebbiolo, volendo in beva già adesso, ma dal futuro radioso. Cercando nei miei ricordi gustativi lo trovo superiore alla riserva 2004, più peso specifico, più profondità, più definizione e pulizia aromatica, di superiore qualità tannica. Complimenti.



Ci trovi un grosso stacco rispetto al base?


Rispetto al base della stessa annata o al 2010?
Avatar utente
andrea
Messaggi: 7994
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda andrea » 12 mag 2014 12:09

paperofranco ha scritto:
Sydney ha scritto:
paperofranco ha scritto:
Barbaresco riserva Rabaja 2006 Cortese.
Un grande nebbiolo, volendo in beva già adesso, ma dal futuro radioso. Cercando nei miei ricordi gustativi lo trovo superiore alla riserva 2004, più peso specifico, più profondità, più definizione e pulizia aromatica, di superiore qualità tannica. Complimenti.



Ci trovi un grosso stacco rispetto al base?


Rispetto al base della stessa annata o al 2010?

Tra base e Rabajà di Cortese lo stacco è sempre rilevante.
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
Avatar utente
Sydney
Messaggi: 5926
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: Venezia

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Sydney » 12 mag 2014 12:12

paperofranco ha scritto:
Sydney ha scritto:
paperofranco ha scritto:
Barbaresco riserva Rabaja 2006 Cortese.
Un grande nebbiolo, volendo in beva già adesso, ma dal futuro radioso. Cercando nei miei ricordi gustativi lo trovo superiore alla riserva 2004, più peso specifico, più profondità, più definizione e pulizia aromatica, di superiore qualità tannica. Complimenti.



Ci trovi un grosso stacco rispetto al base?


Rispetto al base della stessa annata o al 2010?


Tra rabajà 2006 e riserva 2006.
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda paperofranco » 12 mag 2014 12:21

Sydney ha scritto:
paperofranco ha scritto:
Sydney ha scritto:
paperofranco ha scritto:
Barbaresco riserva Rabaja 2006 Cortese.
Un grande nebbiolo, volendo in beva già adesso, ma dal futuro radioso. Cercando nei miei ricordi gustativi lo trovo superiore alla riserva 2004, più peso specifico, più profondità, più definizione e pulizia aromatica, di superiore qualità tannica. Complimenti.



Ci trovi un grosso stacco rispetto al base?


Rispetto al base della stessa annata o al 2010?


Tra rabajà 2006 e riserva 2006.


Eh, è da un po' che non lo bevo, così a tonfo direi di sì, un discreto stacco. Il 2006 base me lo ricordo molto buono, ma questa riserva dovrebbe avere proprio un altro passo.
Patatasd
Messaggi: 664
Iscritto il: 23 lug 2012 11:17

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Patatasd » 12 mag 2014 13:40

videodrome ha scritto:Qualche nota su Fourrier Roumier Cathiard e Mungeret Gibourg,,grazie.


Purtroppo su di loro ho scritto proprio poco, per quanto possano valere:

Fourrier: Non ho scritto nulla ma me lo ricordo molto solare, al naso meno espressivo e più piacevole come bocca.
Roumier: Colpisce subito per le sue note iodate intense, in bocca stimola tutta la lingua, saporito!
Mugneret Gibourg: Il più tannico, molto lungo ma non mi ha particolarmente emozionato

Cathiard lo trovi nel primo post.

Se per caso li hai già assaggiati mi piacerebbe sapere le tue note per un confronto, grazie.
Patatasd
Messaggi: 664
Iscritto il: 23 lug 2012 11:17

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Patatasd » 12 mag 2014 13:41

calzidavide ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:Porca l'oca!!! :shock: :shock: :shock:
Ma perchè non l'ho saputo??? :? :evil:

Me lo stavo chiedendo anche io :roll:


Mal comune mezzo gaudio?

Ok dopo questa me ne vado...
claudietto
Messaggi: 789
Iscritto il: 06 giu 2007 11:24
Località: Milano

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda claudietto » 12 mag 2014 15:21

sundek181 ha scritto:Grande Anné 2002, Bollinger :lol: :lol: :lol: :lol: fa della finezza ed eleganza la sua carta vincente, una leggera tostatura di mandorla al naso, dritto e coinciso, una bolla con una bevilità fuori scala, e con una materia con grande potenziale ancora, ora però in un momento perfetto.


Secondo me Bollinger e' uno campo più' potente che fine ed elegante. Tra l'altro tu stesso nel secondo parametro citi la grande materia che lo contraddistingue. Bella bottiglia comunque!
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2818
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Ludi » 12 mag 2014 17:02

Weekend di visite nel nord Piemonte.....non ho molto tempo per fare un resoconto dettagliato, e mi limito dunque a postare qualche impressione veloce.
Una assoluta certezza Le Piane, il cui Boca 2008 è assolutamente splendido, godibilissimo ora ma con un lungo futuro davanti. Un vino magistrale.
Conti fa vini molto buoni, forse di qualità non spettacolare ma dal prezzo decisamente interessante.
Di Travaglini ho apprezzato soprattutto il Riserva 2007, ma dovrebbero fare qualcosa per fornire un minimo di istruzione alle pur cortesissime addette alle degustazioni, che mi fornivano risposte di una sconcertante ingenuità....
Da Nervi fanno assaggiare solo i base, ma il Gattinara 2006 è veramente eccellente, quindi alla fin fine ci siamo accontentati.
Prolo, piccolo produttore di Fara, era di una disarmante simpatia, anche se i vini erano altrettanto disarmantemente rustici; tuttavia, a 8 € a bottiglia portarsi a casa un Fara beverino e fresco può starci.
Odilio e Mattia Antoniotti, due tra le persone più gentili e disponibili che abbia incontrato nelle mie tante visite in giro per il mondo del vino, hanno dalla loro un Bramaterra 2010 che farà strada, e tanta. Vino che coniuga in maniera perfetta eleganza ed edonismo, verticale ma d'impatto. Insomma, eccellente.
Antico Borgo dei Cavalli, oltre a fare alcuni tra i pochi metodo classico buoni della zona, ha un interessantissimo nebbiolo passito ed un gran Boca 2009. Anche qui, cortesia e disponibilità assolute.

A latere, anche se questa non è la sezione giusta: abbiamo cenato da Cannavacciuolo, e nell'ampio menù degustazione abbiamo trovato due piatti sublimi (ostrica all'acqua di mare e tagliolini allo scoglio), uno del tutto sbagliato (agnolotti al plin con tartare di manzo) ed il resto molto buoni senza essere veramente emozionanti.
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 5142
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Andyele » 12 mag 2014 17:11

Ludi ha scritto:Di Travaglini ho apprezzato soprattutto il Riserva 2007, ma dovrebbero fare qualcosa per fornire un minimo di istruzione alle pur cortesissime addette alle degustazioni, che mi fornivano risposte di una sconcertante ingenuità....


Si, ma almeno erano bone? :)
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2818
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Ludi » 12 mag 2014 17:36

Andyele ha scritto:
Si, ma almeno erano bone? :)


neppure quello.....
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 5142
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda Andyele » 12 mag 2014 18:05

Ludi ha scritto:
Andyele ha scritto:
Si, ma almeno erano bone? :)


neppure quello.....


e allora no ca@@o...passi tutto ma questo no!!!
Avatar utente
kubik
Messaggi: 2109
Iscritto il: 22 nov 2007 01:20
Località: piemonte

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda kubik » 12 mag 2014 23:22

Ludi ha scritto:Weekend di visite nel nord Piemonte.....non ho molto tempo per fare un resoconto dettagliato, e mi limito dunque a postare qualche impressione veloce.
Una assoluta certezza Le Piane, il cui Boca 2008 è assolutamente splendido, godibilissimo ora ma con un lungo futuro davanti. Un vino magistrale.
Conti fa vini molto buoni, forse di qualità non spettacolare ma dal prezzo decisamente interessante.
Di Travaglini ho apprezzato soprattutto il Riserva 2007, ma dovrebbero fare qualcosa per fornire un minimo di istruzione alle pur cortesissime addette alle degustazioni, che mi fornivano risposte di una sconcertante ingenuità....
Da Nervi fanno assaggiare solo i base, ma il Gattinara 2006 è veramente eccellente, quindi alla fin fine ci siamo accontentati.
Prolo, piccolo produttore di Fara, era di una disarmante simpatia, anche se i vini erano altrettanto disarmantemente rustici; tuttavia, a 8 € a bottiglia portarsi a casa un Fara beverino e fresco può starci.
Odilio e Mattia Antoniotti, due tra le persone più gentili e disponibili che abbia incontrato nelle mie tante visite in giro per il mondo del vino, hanno dalla loro un Bramaterra 2010 che farà strada, e tanta. Vino che coniuga in maniera perfetta eleganza ed edonismo, verticale ma d'impatto. Insomma, eccellente.
Antico Borgo dei Cavalli, oltre a fare alcuni tra i pochi metodo classico buoni della zona, ha un interessantissimo nebbiolo passito ed un gran Boca 2009. Anche qui, cortesia e disponibilità assolute.

A latere, anche se questa non è la sezione giusta: abbiamo cenato da Cannavacciuolo, e nell'ampio menù degustazione abbiamo trovato due piatti sublimi (ostrica all'acqua di mare e tagliolini allo scoglio), uno del tutto sbagliato (agnolotti al plin con tartare di manzo) ed il resto molto buoni senza essere veramente emozionanti.

Bel giro devi aver fatto, perchè lassù c'è un fascino tutto particolare.
Concordo in tutto (o quasi, nel senso che Prolo mai pervenuto per ora e Travaglini caduto sempre bene invece),
il bramaterra '10 di Odilio è superbo e strabiliante (lo è stato all'uscita anche il 2008 :wink: , ma questo ancor più )
romanee'
Messaggi: 6353
Iscritto il: 27 apr 2009 15:15

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda romanee' » 13 mag 2014 10:50

non so se l'abbinamento e' ideale...ma vi garantisco che ha una finezza,sostanza e beva eccellente..... :mrgreen:
SPEDISCO SOLITAMENTE DOPO 1 O 2 GIORNI DAL PAGAMENTO...MA A MOLTI HO SPEDITO E SPEDIRO' ANCOR PRIMA.. :D :wink:
danyraffy
Messaggi: 565
Iscritto il: 20 dic 2011 18:57

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2014...

Messaggioda danyraffy » 13 mag 2014 11:21

Ludi ha scritto:Weekend di visite nel nord Piemonte.....non ho molto tempo per fare un resoconto dettagliato, e mi limito dunque a postare qualche impressione veloce.
Una assoluta certezza Le Piane, il cui Boca 2008 è assolutamente splendido, godibilissimo ora ma con un lungo futuro davanti. Un vino magistrale.
Conti fa vini molto buoni, forse di qualità non spettacolare ma dal prezzo decisamente interessante.
Di Travaglini ho apprezzato soprattutto il Riserva 2007, ma dovrebbero fare qualcosa per fornire un minimo di istruzione alle pur cortesissime addette alle degustazioni, che mi fornivano risposte di una sconcertante ingenuità....
Da Nervi fanno assaggiare solo i base, ma il Gattinara 2006 è veramente eccellente, quindi alla fin fine ci siamo accontentati.
Prolo, piccolo produttore di Fara, era di una disarmante simpatia, anche se i vini erano altrettanto disarmantemente rustici; tuttavia, a 8 € a bottiglia portarsi a casa un Fara beverino e fresco può starci.
Odilio e Mattia Antoniotti, due tra le persone più gentili e disponibili che abbia incontrato nelle mie tante visite in giro per il mondo del vino, hanno dalla loro un Bramaterra 2010 che farà strada, e tanta. Vino che coniuga in maniera perfetta eleganza ed edonismo, verticale ma d'impatto. Insomma, eccellente.
Antico Borgo dei Cavalli, oltre a fare alcuni tra i pochi metodo classico buoni della zona, ha un interessantissimo nebbiolo passito ed un gran Boca 2009. Anche qui, cortesia e disponibilità assolute.

A latere, anche se questa non è la sezione giusta: abbiamo cenato da Cannavacciuolo, e nell'ampio menù degustazione abbiamo trovato due piatti sublimi (ostrica all'acqua di mare e tagliolini allo scoglio), uno del tutto sbagliato (agnolotti al plin con tartare di manzo) ed il resto molto buoni senza essere veramente emozionanti.


il base di nervi (2008), assaggiato al Bivio a Quinto Vercellese, veramente un bel prodotto.... mi dicono che la svolta sulla produzione sia arrivata da quando la proprietà e diventata finlandese :shock: :shock:
non sei passato da Sella e Antoniolo, come mai?

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti