Le bevute di APRILE 2014

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 5153
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda Andyele » 13 apr 2014 23:10

Champagne Tarlant zero nature: ci siamo. Mi è piaciuto, affilato, brioso ma anche sapido e sostanzioso, non è una spremuta acidula insomma.

Verdicchio Mirum 2006: ho scarso feeling con i Verdicchi, difficilmente mi soddisfano trovandoli spesso troppo alcolici e "grossi". Speravo che questo mi facesse cambiare idea, l'avevo tra l'altro bevuto un paio di anni fa e lo ricordavo migliore, invece una mezza delusione.

Rossese Ka Mancinè Galeae 2012: boh, non l'ho capito? Uno fra i vini più insignificanti da me bevuti negli ultimi 5 anni.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13169
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda Kalosartipos » 14 apr 2014 07:36

Kalosartipos ha scritto:KRUG Champagne Brut “Grande Cuvée”.

MARCEL DEISS Alsace Riesling Grand Cru “Bennwihr” ’96.

DOMAINE WEINBACH Alsace Riesling Grand Cru “Schlossberg” ’09.

DOMAINE ZIND-HUMBRECHT Alsace Riesling “Clos Häuserer” ’10.

FERD. PIEROTH Mosel Riesling Auslese "Senheimer Rosenberg" '67.

DÖNNHOFF Nahe Riesling Trocken “Roxheimer Hollenpfad” ’11.

JOH. JOS. PRÜM Mosel Riesling Kabinett “Wehlener Sonnenuhr” ’11.

EGON MÜLLER Mosel-Saar-Ruwer Riesling Spätlese “Scharzhofberger” ’06.

KARTHÄUSERHOF Mosel-Saar-Ruwer Riesling Auslese “Eitelsbacher Karthäuserhofberg” ’09.

MARGARETHENHOF Pfalz Riesling Auslese “Forster Ungeheuer” ’93.

DOMAINE WEINBACH Alsace Grand Cru Riesling Vendages Tardives “Schlossberg” ’01.

ALFRED MERKELBACH Mosel Riesling Beerenauslese “Urziger Würzgarten” ’10.

JOSEF SCHÖNLEBER Rheingau Riesling Eiswein “Mittelheimer Edelmann” ’92.

MANZ Riesling Eiswein “Weinolsheimer Kehr” ’00.

MANZ Riesling Trockenbeerenauslese “Uelvesheimer Schloss Huxelrebe ” ’00.

DOMAINE OSTERTAG Alsace Sélection de Grains Nobles de Gewurztraminer ’07.


Dimenticavo l'intermezzo :mrgreen: :

BRIGANDAT & FILS Champagne Brut Rosé.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13169
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda Kalosartipos » 14 apr 2014 07:41

Andyele ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:ALFRED MERKELBACH Mosel Riesling Beerenauslese “Urziger Würzgarten” ’10.


Mi dite qualcosa di questo?

Secondo mio assaggio negli ultimi quattro mesi: elegante, floreale, fresco, elevata acidità e facilità di sorso, anche se la dolcezza mi sembra più da buon Auslese che da Beerenauslese... da risentire più avanti.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
vinogodi
Messaggi: 28606
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda vinogodi » 14 apr 2014 08:32

Kalosartipos ha scritto:
Andyele ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:ALFRED MERKELBACH Mosel Riesling Beerenauslese “Urziger Würzgarten” ’10.


Mi dite qualcosa di questo?

Secondo mio assaggio negli ultimi quattro mesi: elegante, floreale, fresco, elevata acidità e facilità di sorso, anche se la dolcezza mi sembra più da buon Auslese che da Beerenauslese... da risentire più avanti.

...quotissimo...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
cesmic
Messaggi: 3948
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda cesmic » 14 apr 2014 09:48

Andyele ha scritto:Verdicchio Mirum 2006: ho scarso feeling con i Verdicchi, difficilmente mi soddisfano trovandoli spesso troppo alcolici e "grossi". Speravo che questo mi facesse cambiare idea, l'avevo tra l'altro bevuto un paio di anni fa e lo ricordavo migliore, invece una mezza delusione.

Se vogliamo banalmente generalizzare il concetto ti dico che posso concordare sul spesso troppo alcolici e "grossi" specialmente in annate calde, ma altrettanto credo che hai approfondito troppo poco la tipologia o sei stato sfortunato nella scelta. Oramai ti posso indicare decine di etichette in cui dello stile di cui parli non ve n'è praticamente traccia...
Poi, per ciò che riguarda il Mirum '06, sono propenso a credere che la tua boccia fosse non a posto.....perché per riuscire a definire tale vino in tale annata una mezza delusione qualcosa deve, per forza, essere andato storto.....
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
yayo85
Messaggi: 1739
Iscritto il: 11 mag 2008 17:33
Località: Roma

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda yayo85 » 14 apr 2014 09:57

cesmic ha scritto:
Andyele ha scritto:Verdicchio Mirum 2006: ho scarso feeling con i Verdicchi, difficilmente mi soddisfano trovandoli spesso troppo alcolici e "grossi". Speravo che questo mi facesse cambiare idea, l'avevo tra l'altro bevuto un paio di anni fa e lo ricordavo migliore, invece una mezza delusione.

Se vogliamo banalmente generalizzare il concetto ti dico che posso concordare sul spesso troppo alcolici e "grossi" specialmente in annate calde, ma altrettanto credo che hai approfondito troppo poco la tipologia o sei stato sfortunato nella scelta. Oramai ti posso indicare decine di etichette in cui dello stile di cui parli non ve n'è praticamente traccia...
Poi, per ciò che riguarda il Mirum '06, sono propenso a credere che la tua boccia fosse non a posto.....perché per riuscire a definire tale vino in tale annata una mezza delusione qualcosa deve, per forza, essere andato storto.....

Bevuto nel fine settimana e come dice Michele è tutt'altro.
E' un vino che coniuga eleganza e grande potenza. Profumi di camomilla, anice, agrume, biancospino e spiccata mineralità. La bocca è densa ma ben supportata dall'acidità. Bel centro bocca e buona sapidità di fondo. Lunga persistenza. Per me un gran bianco nel panorama italiano!
Le spedizioni si effettuano il lunedì/martedì successivo all'accredito del pagamento salvo diversi accordi.
cesmic
Messaggi: 3948
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda cesmic » 14 apr 2014 10:07

yayo85 ha scritto:
cesmic ha scritto:
Andyele ha scritto:Verdicchio Mirum 2006: ho scarso feeling con i Verdicchi, difficilmente mi soddisfano trovandoli spesso troppo alcolici e "grossi". Speravo che questo mi facesse cambiare idea, l'avevo tra l'altro bevuto un paio di anni fa e lo ricordavo migliore, invece una mezza delusione.

Se vogliamo banalmente generalizzare il concetto ti dico che posso concordare sul spesso troppo alcolici e "grossi" specialmente in annate calde, ma altrettanto credo che hai approfondito troppo poco la tipologia o sei stato sfortunato nella scelta. Oramai ti posso indicare decine di etichette in cui dello stile di cui parli non ve n'è praticamente traccia...
Poi, per ciò che riguarda il Mirum '06, sono propenso a credere che la tua boccia fosse non a posto.....perché per riuscire a definire tale vino in tale annata una mezza delusione qualcosa deve, per forza, essere andato storto.....

Bevuto nel fine settimana e come dice Michele è tutt'altro.
E' un vino che coniuga eleganza e grande potenza. Profumi di camomilla, anice, agrume, biancospino e spiccata mineralità. La bocca è densa ma ben supportata dall'acidità. Bel centro bocca e buona sapidità di fondo. Lunga persistenza. Per me un gran bianco nel panorama italiano!

Riccardo avendo letto che nel weekend lo avevi bevuto e avendo capito quanto lo avessi apprezzato, speravo, supportassi la mia tesi.... :wink:
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2832
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda Ludi » 14 apr 2014 10:54

Chateau Fonplegade, Fleur de Fonplegade rosé 2012: veramente buono, e dal gran rapporto q/p. Non il solito rosé poco impegnativo e leggero, ma un vino vero, ove il cabernet sauvignon fa sentire la sua varietalità. Bevibilità assassina.
Chateau Lalande Borie 2008: il naso inizia ad evolversi verso note terziarie e di buona eleganza, ma la bocca mostra, in questa fase, una certa asetticità ed un fastidioso finale amarognolo. Da riprovare tra un anno.
Tenuta di Vigliano, L'Erta Chardonnay 2008: il naso promette bene, con pietra focaia, albicocca, pepe bianco e frutta tropicale, ma in bocca la nota boisé e la mancanza di freschezza fanno cadere qualsiasi velleità di paragonarlo a quale bell'esempio nostrano di chardonnay.
Caprai, Sagrantino di Montefalco Collepiano 2003: in quest'annata, decisamente meglio il Collepiano, espressivo e di buona freschezza, che il 25 anni, che ricordo come un potente quanto sgraziato concentrato di confettura.
Domaine des Sablonettes, Coteaux du Layon 1999: ottimo, ma manca di un pizzico di freschezza che mi aspetterei da uno chenin di grande produttore. Una bottiglia provata l'anno scorso mi era piaciuta di più.
Heritiers du Comte Lafon, Macon Bussieres Le Monsard 2009: elegantissimo e per nulla opulento; semmai, un filo esile, ma comnunque di gran compostezza e gradevolezza alla beva.
Catherine & Pierre Breton, Bourgueil Franc de Pied 2007: naso da vino naturale un pò estremo, con note animali in assoluta evidenza (mio figlio ci ha sentito anche "la metropolitana di Londra", modo carino di declinare un misto tra il goudron e l'urina di topo....). In bocca, peraltro, è fresco e gradevole. Da provare.
Bott Geyl, GWT Sonnenglanz SGN 2002: veramente buonissimo, evidenti le note di botritis ma intatti i profumi varietali. In bocca sfodera una insospettata freschezza che ha lasciato poco scampo alla bottiglia, scolata in un battibaleno.
Avatar utente
@ndre@
Messaggi: 2117
Iscritto il: 17 nov 2008 14:58
Località: Parma (petite capital) ora in fase rinascimentale

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda @ndre@ » 14 apr 2014 11:53

hansen ha scritto:
vinogodi ha scritto:
hansen ha scritto:
scusa Marco ma che per qualcuno sia stato vino della serata :shock:
..eppure...

:roll:
...sarebbe un caso per una puntata di mistero 8)
io quando l'ho bevuto volevo aprire una rubrica : i nuovi mostri :lol:

eccomi,scusa per il ritardo (ma crminal case su Fb mi prende tempo :-) )
miei due cents
non è stata la bottiglia della serata per me,ma effettivamente per alcuni lo è stata,in discussione fuori locale mi hanno detto che era più pronta del monfo,il mio parere è opposto ma non era neppure cosi catastrofica come mi sembra di capire sia capitato a voi...le vie del signore sono infinite come la variabilità delle bottiglie :mrgreen:
L'è méj al vén sénsa bicér, che al bicér sénsa vén
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 5153
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda Andyele » 14 apr 2014 12:07

cesmic ha scritto:
Andyele ha scritto:Verdicchio Mirum 2006: ho scarso feeling con i Verdicchi, difficilmente mi soddisfano trovandoli spesso troppo alcolici e "grossi". Speravo che questo mi facesse cambiare idea, l'avevo tra l'altro bevuto un paio di anni fa e lo ricordavo migliore, invece una mezza delusione.

Se vogliamo banalmente generalizzare il concetto ti dico che posso concordare sul spesso troppo alcolici e "grossi" specialmente in annate calde, ma altrettanto credo che hai approfondito troppo poco la tipologia o sei stato sfortunato nella scelta. Oramai ti posso indicare decine di etichette in cui dello stile di cui parli non ve n'è praticamente traccia...
Poi, per ciò che riguarda il Mirum '06, sono propenso a credere che la tua boccia fosse non a posto.....perché per riuscire a definire tale vino in tale annata una mezza delusione qualcosa deve, per forza, essere andato storto.....


Senza dubbio ho approfondito poco la tipologia. Qualche prodotto l'ho provato (anche quelli che mi sembra di capire vadano per la maggiore) però non mi è mai scoccata la scintilla. Allora puoi ben capire, il mondo enologico è vasto e non è che uno si incaponisce su una tipologia con cui il feeling scarseggia.
Con questo uno ogni tanto lo riprovo volentieri e se mi vuoi consigliare (anche in MP) tre o quattro etichette di queste

cesmic ha scritto:Oramai ti posso indicare decine di etichette in cui dello stile di cui parli non ve n'è praticamente traccia...


io le proverò ben volentieri felice di scoprire magari un vino diverso da quello che mi è apparso fin ora.

Il Mirum bevuto potrebbe anche essere stata una bottiglia non troppo performante ma difettata non lo era, diciamo che le mie maggiori perplessità erano dovute alla dinamica gustativa troppo ingolfata con alcool e calore a far da padrone in un incedere per me troppo pesante per una bottiglia che dovrebbe essere tra gli emblemi della tipologia.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7746
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda zampaflex » 14 apr 2014 12:11

paperofranco ha scritto:Non ne dubito, ne avevo già sentito parlare bene, se non erro proprio da davidef, ma non l'ho mai bevuto. Quanto va a boccia?


Poco, Franco. A parte Clos Rougeard tutta la loira rossa viene via a prezzi da Chianti. :mrgreen:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1461
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda hansen » 14 apr 2014 12:24

@ndre@ ha scritto:
hansen ha scritto:
vinogodi ha scritto:
hansen ha scritto:
scusa Marco ma che per qualcuno sia stato vino della serata :shock:
..eppure...

:roll:
...sarebbe un caso per una puntata di mistero 8)
io quando l'ho bevuto volevo aprire una rubrica : i nuovi mostri :lol:

eccomi,scusa per il ritardo (ma crminal case su Fb mi prende tempo :-) )
miei due cents
non è stata la bottiglia della serata per me,ma effettivamente per alcuni lo è stata,in discussione fuori locale mi hanno detto che era più pronta del monfo,il mio parere è opposto ma non era neppure cosi catastrofica come mi sembra di capire sia capitato a voi...le vie del signore sono infinite come la variabilità delle bottiglie :mrgreen:


grazie Endrya della risp. ma voi chi? non vedo nessun altro commento a parte il mio su Granbussia97 :( che ricordo mostruosamente infarcito di legno smaltato e svuotatissimo al palato :cry:
Spectator
Messaggi: 3770
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda Spectator » 14 apr 2014 12:35

..Valpolicella 1999,Quintarelli.Certe bottiglie ,abbinate a..certi momenti,ti riconciliano con la vita :D :D +.Ho un rosso del Bepi della stessa annata:se tanto mi da tanto,penso che' godro' ancor di piu'.
Avatar utente
picenum
Messaggi: 886
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda picenum » 14 apr 2014 12:39

zampaflex ha scritto:
paperofranco ha scritto:Non ne dubito, ne avevo già sentito parlare bene, se non erro proprio da davidef, ma non l'ho mai bevuto. Quanto va a boccia?


Poco, Franco. A parte Clos Rougeard tutta la loira rossa viene via a prezzi da Chianti. :mrgreen:


di listino sta intorno ai 40€ qualcosa meno...
gpetrus
Messaggi: 2535
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda gpetrus » 14 apr 2014 14:17

Rujno '88 Gravner , un gran vino dimostra 10 anni e non 26 , ancora presente frutta rossa, mirtilli aciduli, poi spezie , bocca corrispondente e parecchio lunga un super :D :D :D :D :D
Barolo '88 Sobrero ...ahime' defunto con parecchia acidita' e profumi vicini allo straccio bagnato ...il gg successivo ancora peggio
Bandol '07 Doamine De L'oratorie 80 mouvedre e 20 grenache, piaciuto parecchio piu' al naso ( speziatissimo ) che in bocca dove chiude un filino amarognolo
Vigna Rionda 1998 Luigi Oddero ...giusto per riconciliarmi con la Langa , ancora giovane e molto austero , probabilmente avremmo dovuto aprirlo il gg prima
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda davidef » 14 apr 2014 20:40

qualche bevuta random dei giorni scorsi quà e là, vini più che altro settimanali però degni di attenzione, così per rinverdire il cosa avete bevuto mensile che langue... :D

Immagine

2005, annata di grazia per questo vino, lo sentii alcuni anni fa restandone positivamente colpito ed ora, dopo appunto diverso tempo, mi è tornata la voglia di vedere cosa è diventato nel tempo

ragazzi che bella bottiglia, non so se definirlo un borggnone alsaziano od un alsaziano borgognone :D , il profilo è da vino glicerico senza alcun cedimento grasso in eccesso, olfattivamente un mix tra lavanda ed erbe aromatiche e frutta secca candita, bocca coerente col colore, quasi da vino con contatto sulle buccie per la rugosità tattile che contrasta chiaramente con l'idea visiva, in bocca inoltre gran bella acidità spiazzante e spina dritta, completo e complesso, perfetto da bere, pericoloso...

dico solo che, finito la bottigluia, ho chiamato subito il mio contatto per farmene dare un cartoncino da 6 di questo 2005, ricordo le polemiche qualche mnese fa su Intravino sul 2007 di Dolomytos per la carica di solforosa presente, tranquilli che in questa bottiglia è l'ultima cosa che avvertite se ci riuscite e dopo che la avete seccata tutta

:D
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda davidef » 14 apr 2014 20:49

Immagine

ditemi se non è una chicchina su questo smunto contenitore ( :mrgreen: ) questo vinello... 8)

Elda, annata presumibile 2009 (annata non riportata perchè vino da tavola ma c'è l'indicazione del lotto per cui...), la schiava pinottante per eccellenza di Heinrich Mayr - Nusserhoff così difficile da incrociare, potevo resistere alla curiosità di rimetterci il naso dentro ? direi di no :roll:

dico subito che il vino mi è piaciuto a metà, costa come un P.N. alto atesino di buona fattura e quindi è un prodotto con delle "pretese" importanti per essere una schiava da cui differisce per la netta fittezza organolettica in bocca però, perchè c'è un però, in questa fase mi da la sensazione di vino crudo, incompiuto...fattore di giovinezza probabilmente visto l'ipotetico cammino di questa bottiglia, magari anche quel tannino inusuale su una schiava od il frutto un po' meno dolce e vinoso del previsto ma quando sfiori i 20€ le pretese salgono ed allora se cerco la piacevolezza della schiava vado sulla schiava appunto, se cerco il fruttino del P.N. vado su quello, quà, in questa fase siamo un pochino a metà del guado dove il vino sotto c'è e si sente che ha da dire anche parecchio ma si dovrà aspettare per capire se merita veramente l'attenzione che dovrebbe portare con se

la cosa positiva è che non hanno cercato di fare la superschiava alla Antheos - Waldgries per capirci quindi nulla di scuro, nulla di estratto, solo crudino adesso, la sorella aspetterà mi sa un lustro mi sa per la riprova :roll:
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda paperofranco » 14 apr 2014 20:53

davidef ha scritto:Immagine

ditemi se non è una chicchina su questo smunto contenitore ( :mrgreen: ) questo vinello... 8)

Elda, annata presumibile 2009 (annata non riportata perchè vino da tavola ma c'è l'indicazione del lotto per cui...), la schiava pinottante per eccellenza di Heinrich Mayr - Nusserhoff così difficile da incrociare, potevo resistere alla curiosità di rimetterci il naso dentro ? direi di no :roll:

dico subito che il vino mi è piaciuto a metà, costa come un P.N. alto atesino di buona fattura e quindi è un prodotto con delle "pretese" importanti per essere una schiava da cui differisce per la netta fittezza organolettica in bocca però, perchè c'è un però, in questa fase mi da la sensazione di vino crudo, incompiuto...fattore di giovinezza probabilmente visto l'ipotetico cammino di questa bottiglia, magari anche quel tannino inusuale su una schiava od il frutto un po' meno dolce e vinoso del previsto ma quando sfiori i 20€ le pretese salgono ed allora se cerco la piacevolezza della schiava vado sulla schiava appunto, se cerco il fruttino del P.N. vado su quello, quà, in questa fase siamo un pochino a metà del guado dove il vino sotto c'è e si sente che ha da dire anche parecchio ma si dovrà aspettare per capire se merita veramente l'attenzione che dovrebbe portare con se

la cosa positiva è che non hanno cercato di fare la superschiava alla Antheos - Waldgries per capirci quindi nulla di scuro, nulla di estratto, solo crudino adesso, la sorella aspetterà mi sa un lustro mi sa per la riprova :roll:


Ma è per caso lo stesso produttore "famoso" per il lagrein(premiato dall'espresso all'ultimo giro, se non erro)?
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda davidef » 14 apr 2014 20:58

Immagine

ogni tanto mi vien voglia di una "Borgognetta" approcciabile ma non banale, i 2005 li lascio stare da parecchio ed ero curioso quindi senza troppe aspettative vado di cavatappi e poi vado a fare un giretto in bici...

per cena tutto perfetto, bene, decisamente bene lo stato di questo vino che si offre ben aperto su un frutto nitido, fresco, vivo e goloso senza alcuna chiusura o sensazione cupa, in bocca è vivo, giustamente guizzante e completo come ci si può aspettare da un Village di rango superiore, nessuna visione mistica ma molta piacevolezza e riesce persino a farsi perdonare un pizzicorio da lievissima carbonica che non svanisce nemmeno il giorno dopo, appena accennata intendiamoci ma c'è senza che ci sia alcuna traccia di rifermentazione o che il vino sia sporcato da chissà che difettino

ho apprezzato molto questa bottiglia, qualche anno fa la visita da Claude Dugat era stata veramente un bel momento e son felice di aver ritrovato in bottiglia un pezzettino di quelle emozioni, ci si può anche perdonicchiare il prezzo non proprio popolare per un Village dai :roll:
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda davidef » 14 apr 2014 21:00

paperofranco ha scritto:
davidef ha scritto:Immagine

ditemi se non è una chicchina su questo smunto contenitore ( :mrgreen: ) questo vinello... 8)

Elda, annata presumibile 2009 (annata non riportata perchè vino da tavola ma c'è l'indicazione del lotto per cui...), la schiava pinottante per eccellenza di Heinrich Mayr - Nusserhoff così difficile da incrociare, potevo resistere alla curiosità di rimetterci il naso dentro ? direi di no :roll:

dico subito che il vino mi è piaciuto a metà, costa come un P.N. alto atesino di buona fattura e quindi è un prodotto con delle "pretese" importanti per essere una schiava da cui differisce per la netta fittezza organolettica in bocca però, perchè c'è un però, in questa fase mi da la sensazione di vino crudo, incompiuto...fattore di giovinezza probabilmente visto l'ipotetico cammino di questa bottiglia, magari anche quel tannino inusuale su una schiava od il frutto un po' meno dolce e vinoso del previsto ma quando sfiori i 20€ le pretese salgono ed allora se cerco la piacevolezza della schiava vado sulla schiava appunto, se cerco il fruttino del P.N. vado su quello, quà, in questa fase siamo un pochino a metà del guado dove il vino sotto c'è e si sente che ha da dire anche parecchio ma si dovrà aspettare per capire se merita veramente l'attenzione che dovrebbe portare con se

la cosa positiva è che non hanno cercato di fare la superschiava alla Antheos - Waldgries per capirci quindi nulla di scuro, nulla di estratto, solo crudino adesso, la sorella aspetterà mi sa un lustro mi sa per la riprova :roll:


Ma è per caso lo stesso produttore "famoso" per il lagrein(premiato dall'espresso all'ultimo giro, se non erro)?


non leggo l'Espresso per cui non so se sia quello ma fa un gran bel Lagrein, con l'etichetta rosa, che a me piace molto e quando lo trovo lo piglio sempre, vino molto interessante sicuramente e di buona prospettiva, un lagrein poco ruffiano il suo
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda davidef » 14 apr 2014 21:08

Immagine

Immagine

scusate ma nella goduria non ho fatto la foto alla bottiglia ma penso che le due postate identifichino il tutto, ragazzi CHE VINO, mistico, senza la grassezza del 1985 e del 1988 sicuramente ma non per questo distante di molto, limpido, cangiante nel suo granato con dei riflessi ancora rubino, mineralgrafitico senza cenni vegetali ma molta sostanziosa macchia e frutto ancora integro, bella terziarizzazione che potrebbe far pensare ad un vino con 10 anni di meno, bocca coerente col colore dotata di una cremosità totale, tannino ben integrato, lungo, elegante, sottilmente energico ti fa sussurrare la parola CAPOLAVORO e parte la lacrimuccia pensando a quel vino che c'era e che mai più ci sarà a causa del cambio di volumi dannazione :evil:

non direi Bordeaux, dico Sassicaia all'apice della sua parabola ma ben saldo, non voglio sminuirlo con un paragone altrui ma inquadrarlo nella sua essenza di grandissimo vino italiano in un periodo d'oro, ci potrebbe stare senza problemi nell'agone con i Bordeaux quelli seri ma mi piace pensare che abbiamo tirato fuori vini così, bottiglia che ha veramente meritato di essere bevuta, ahimè ultima...dico solo che, se ne avete e se è perfetta come la mia, è un vino che ha davanti ancora anni a questi livelli, troppo ben bilanciato e senza alcun cenno di cedimento, da bere oggi perchè perfetto ma senza alcun timore o fretta 8)
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda davidef » 14 apr 2014 21:16

Immagine

avevo dimentcato questa bottiglia, o meglio sapevo di averla ma per quei misteri di cantina era stata fagocitata e tutto ad un tratto è stata risputata fuori senza un perchè finendomi in mano :D

Hartman donà ha la mano felice sui vini e questo si sa, per me ha un filino di eccesso con i legni sul Donà Noir che me lo fa non apprezzare a fondo, questo bianco invece ha già digerito tutto l'affinamento che doveva digerire e si presenta giustamente con dei bei fiori gialli nel bicchiere , camomilla su tutto e nocciola lieve, sapido nei suoi tratti, di sicuro non eccessivamente grasso anzi quasi inaspettatamente longilineo e centrato nella beva, diciamo che il giuoco della lieve sapidità te lo piazza perfettamente a tavola invogliando al secondo bicchiere senza che una struttura troppo presente ti faccia temere di berne troppo ed in questo modo senza che te accorgi la bottiglia finisce finchè chiaccheri...ecco, potrei definirlo un bel bianco colloquiale che val la pena bere oggi e sicuramente anche tra qualche anno ma che non penso abbia margini di miglioramento, non ne vedrei nemmeno il bisogno a dir la verità perchè è perfetto così
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda davidef » 14 apr 2014 21:21

Immagine

"barolaccio" deludente ahimè, una annata sicuramente non di frutto dove quel poco che c'era è stato maltrattato con l'affinamento e l'evoluzione gli ha fatto pure peggio, tutto torrefazione, liquirizia e cuoio, aperto per tempo e lasciato là non son riuscito ad andare oltre il mezzo bicchiere ed il giorno dopo, ritentando, il risultato è stato analogo :|

non sono questi i vini per me, un vino dove il frutto è totalmente smunto per me è un vino sbagliato, amen
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda paperofranco » 14 apr 2014 21:22

davidef ha scritto:
paperofranco ha scritto:
davidef ha scritto:Immagine

ditemi se non è una chicchina su questo smunto contenitore ( :mrgreen: ) questo vinello... 8)

Elda, annata presumibile 2009 (annata non riportata perchè vino da tavola ma c'è l'indicazione del lotto per cui...), la schiava pinottante per eccellenza di Heinrich Mayr - Nusserhoff così difficile da incrociare, potevo resistere alla curiosità di rimetterci il naso dentro ? direi di no :roll:

dico subito che il vino mi è piaciuto a metà, costa come un P.N. alto atesino di buona fattura e quindi è un prodotto con delle "pretese" importanti per essere una schiava da cui differisce per la netta fittezza organolettica in bocca però, perchè c'è un però, in questa fase mi da la sensazione di vino crudo, incompiuto...fattore di giovinezza probabilmente visto l'ipotetico cammino di questa bottiglia, magari anche quel tannino inusuale su una schiava od il frutto un po' meno dolce e vinoso del previsto ma quando sfiori i 20€ le pretese salgono ed allora se cerco la piacevolezza della schiava vado sulla schiava appunto, se cerco il fruttino del P.N. vado su quello, quà, in questa fase siamo un pochino a metà del guado dove il vino sotto c'è e si sente che ha da dire anche parecchio ma si dovrà aspettare per capire se merita veramente l'attenzione che dovrebbe portare con se

la cosa positiva è che non hanno cercato di fare la superschiava alla Antheos - Waldgries per capirci quindi nulla di scuro, nulla di estratto, solo crudino adesso, la sorella aspetterà mi sa un lustro mi sa per la riprova :roll:


Ma è per caso lo stesso produttore "famoso" per il lagrein(premiato dall'espresso all'ultimo giro, se non erro)?


non leggo l'Espresso per cui non so se sia quello ma fa un gran bel Lagrein, con l'etichetta rosa, che a me piace molto e quando lo trovo lo piglio sempre, vino molto interessante sicuramente e di buona prospettiva, un lagrein poco ruffiano il suo


Non lo leggo nemmeno io, ma ero all'ultima rassegna annuale dei premiati dalla guida, a Firenze, ed un amico mi "spinse" ad assaggiarlo e devo dire che non mi piacque per niente, però mi sembra di ricordare questo nome, o cognome.

p.s sul sassicaia '83.
E' anche bello bere l'ultima bottiglia che si ha in cantina :wink: .
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Le bevute di APRILE 2014

Messaggioda paperofranco » 14 apr 2014 21:24

davidef ha scritto:Immagine

"barolaccio" deludente ahimè, una annata sicuramente non di frutto dove quel poco che c'era è stato maltrattato con l'affinamento e l'evoluzione gli ha fatto pure peggio, tutto torrefazione, liquirizia e cuoio, aperto per tempo e lasciato là non son riuscito ad andare oltre il mezzo bicchiere ed il giorno dopo, ritentando, il risultato è stato analogo :|

non sono questi i vini per me, un vino dove il frutto è totalmente smunto per me è un vino sbagliato, amen


Hanno cambiato, per fortuna, accorgendosi che più legno gli davano e peggio era. La 2004 è una chicca.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: alemusci, Cantinator, ninetto, Polpadizucca, Trikyred e 13 ospiti