SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda davidef » 29 mar 2014 12:37

qualche giorno fa stavo per ordinare un po' di Cascina Francia 2010 e mi hanno inviato il listino....

apperò :shock:

il 2010 portato a 80€ + iva franco cantina per acquisto diretto come enoteca

un aumento del 15% rispetto al 2009 che era stato portato a 70€+ iva rispetto al 2008 che usciva a 57€ + iva

praticamente un incremento del 20% nel passaggio da 2008 a 2009 ed ora del 15% nel passaggio dal 2009 al 2010, il che porta il Cascina Francia ad uscire sullo scaffale presumibilmente sui 130€ per difetto...

niente male come progressione, chiaramente questi incrementi saranno commisurati alla crescente bontà del vino...ci voglio sperare.....

però, dentro di me, sento che tutto sto mondo sta veramente perdendo la poesia che ci vedevo alcuni lustri fa dove il viticoltore era un eroe che duramente si smazzava per darmi qualcosa che trasmetteva emozioni, dove ogni bicchiere era un rircodo, una passeggiata nelle vigne, un incontro attorno ad un tavolo, una sfacchinata in auto per visitare quel pezzetto di vigna in culo al mondo....

ormai quandi prendo in mano certe bottiglie il sentimento che prevale è quanto mi stanno spremendo, non mi lamento perchè non posso acquistare il Cascina Francia 2010 ma perchè mi sembra oramai totalmente fuori controllo la logica che sta dietro ad alcune dinamiche commerciali di ex-agricoltori dove alla fine si pensa che al mondo ci sarà sempre qualcuno disposto a pagare di più ed allora vai di incremento...se va bene così, finchè dura, posso anche sopportarlo per alcuni vini (non in eterno)....

ma secondo voi per questo target di bottiglie, per un Cascina Francia 2010, vale la pena spendere ipoteticamente 130€ a scaffale ?


logico, il Cascina Francia è solo un esempio, l'ultimo di una lista che ormai un pochino mi disturba lo stomaco
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13250
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda Kalosartipos » 29 mar 2014 12:47

davidef ha scritto: ma perchè mi sembra oramai totalmente fuori controllo la logica che sta dietro ad alcune dinamiche commerciali di ex-agricoltori dove alla fine si pensa che al mondo ci sarà sempre qualcuno disposto a pagare di più ed allora vai di incremento...

Il pensiero prevalente, ormai.. :? :(
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
alì65
Messaggi: 12101
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda alì65 » 29 mar 2014 13:23

questi sarebbero i vini da boicottare!!! :evil: :evil:

per quanto riguarda la mia cantina sono bt che non compro più da tempo compreso il fratellone, quindi, costassero anche mille frega poco...
prima o poi arriveranno dei sonori "fanculo" e la musica cambierà ma sarà sempre troppo tardi...

e comunque i 15% di aumento è una costante assodata anche in altri vini solo che hanno un costo di partenza più basso e il rincaro si sente meno
futuro incerto...2020 di merda!!!
vinogodi
Messaggi: 29034
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda vinogodi » 29 mar 2014 13:24

...ti dirò, non mi stupisce. Mi stupiscono molto di più i contingentamenti di Borgogna e i loro , ormai, prezzi "di mercato" ( il Cros Parantoux di Rouget è ormai prossimo ad entrare nel novero degli over 1000 , senz'altro sulle tracce dell'illustre zio... il Richeborg di Mèo siamo li, Montrachet di Lafon ormai stabile sopra quella cifra, così come il Perrieres di Coche... altri potrei narrarne, ma sono i classici che tutti conoscono)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda davidef » 29 mar 2014 13:42

vinogodi ha scritto:...ti dirò, non mi stupisce. Mi stupiscono molto di più i contingentamenti di Borgogna e i loro , ormai, prezzi "di mercato" ( il Cros Parantoux di Rouget è ormai prossimo ad entrare nel novero degli over 1000 , senz'altro sulle tracce dell'illustre zio... il Richeborg di Mèo siamo li, Montrachet di Lafon ormai stabile sopra quella cifra, così come il Perrieres di Coche... altri potrei narrarne, ma sono i classici che tutti conoscono)



Marco, scusami....va bene l'equilibrismo ma se spostiamo sempre tutto su altri livelli più alti o differenti il focus si perde sempre in un modo o nell'altro, allora perchè Cros Parantoux aumenta va bene che Conterno piazzi un +15/+20% annuo ?

se la logica è questa...ma si dovrebbe anche avere la capacità di criticare un produttore pur se amico perchè la sua azione poi indirizza anche altri in zona, quando certe dinamiche non son più legate alla qualità del prodotto penso sia nostro diritto anche far sentire il nostro parere, che poi non sarà cagato sicuramente...
alì65
Messaggi: 12101
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda alì65 » 29 mar 2014 14:01

logiche o meno i vini di qualità alta italiani erano quelli più bassi sul mercato almeno paragonandoli ai top francesi dove si poteva avere prezzi cantina come i nostrani

visto che in molte bevute i vini piemontesi e ilcinesi ne uscivano a testa alta se non vincitori la logica (questa volta ci sta) era quella di paragonare i prezzi e non c'era storia
alla luce di questo e non solo i produttori si sono sentiti liberi di aumentare per cercare di "pareggiare" i conti; non ci riusciranno mai perché i cugini sono molto più spudorati

io ho sempre sostenuto che i Case Basse e i ris. BS avessero prezzi troppo bassi per la loro qualità ma sono stato il primo a lamentare l'aumento "schifoso" di queste due etichette....
come dice giustamente Davide è venuto a mancare quella poesia che c'era dietro queste bt, il fascino e il carisma del produttore stesso, il rispetto per chi riusciva a produrre certi capolavori con solo il lavoro delle mani e della propria terra
per fortuna qualcosa è rimasto ma comincio a vedere il viale del tramonto anche per questi pochi autori......più che per me dispiace per chi vorrà in futuro affacciarsi a questo splendido (nonostante tutto) mondo
futuro incerto...2020 di merda!!!
vinogodi
Messaggi: 29034
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda vinogodi » 29 mar 2014 14:22

..l'interesse di "spostare" su altri lidi non è certo per interesse o amicizia, ma solo una constatazione. Sono il primo ad esserne danneggiato perchè mi piace il berealto e le risorse sono sempre più scarse. Diciamo che dobbiamo farcene una ragione e ragionare con quel che ci rimane in cantina. Dopo... amen ... appunto, mi spiace pure a me per chi si trova di fronte ad una situazione economica insostenibile di comprare a cifre immorali per del vino, mercato o non mercato. Io sono per il bere, non per speculare o museificare... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda paperofranco » 29 mar 2014 14:31

La mia risposta secca alla domanda contenuta nel post di Davide è no, pur non avendolo assaggiato. Voi direte che mi faccio governare dai miei pregiudizi? Bene, in questo caso la risposta è sì.
Per me il Cascina Francia è un sig. barolo, caro, a 100 euro, e caro a 80 euro, figuriamoci a 130. Mi piace molto, ci mancherebbe, ma il piacere che mi dà non è poi così tanto di più di quello che mi dà un Brunate di Beppe o un barolo di Maria Teresa Mascarello, o di Lorenzo Accomasso. Senza scomodare il Monprivato.
Quanto alla poesia, come può esserci poesia davanti ad una fila di asiatici con vorgoli di soldi nelle tasche, all'uscio di un qualche bravo produttore?
Ultima modifica di paperofranco il 29 mar 2014 14:55, modificato 1 volta in totale.
stemolino2
Messaggi: 139
Iscritto il: 03 gen 2013 22:50
Località: Alba
Contatta:

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda stemolino2 » 29 mar 2014 14:54

paperofranco ha scritto:La mia risposta secca alla domanda contenuta nel post di Davide è no, pur non avendolo assaggiato. Voi direte che mi faccio governare dai miei pregiudizi? Bene, in questo caso la risposta è sì.
Per me il Cascina Francia è un sig. barolo, caro, a 100 euro, e caro a 80 euro, figuriamoci a 130. Mi piace molto, ci mancherebbe, ma il piacere che mi dà non è poi così tanto di più di quello che mi dà un Brunate di Beppe o un barolo di Maria Teresa Mascarello, o di Lorenzo Accomasso. Senza scomodare il Monprivato.


Quello che dice papero è il punto centrale: il Barolo di Maria Teresa è stupendo e costa un terzo di Conterno per questo lo acquisto personalmente...sia Cascina Francia che Monfortino si vendono molto bene però e quindi in enoteca non possono mancare, a prescindere dal prezzo...questo perchè hanno un target in aumento di acquirenti ricchi che adorano i prodotti cari...
http://www.winedays.it

"A chi non beve vino Dio neghi pure l'acqua" (cit.)
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda gabriele succi » 29 mar 2014 14:58

paperofranco ha scritto:...
Per me il Cascina Francia è un sig. barolo, caro, a 100 euro, e caro a 80 euro, figuriamoci a 130. Mi piace molto, ci mancherebbe, ma il piacere che mi dà non è poi così tanto di più di quello che mi dà un Brunate di Beppe o un barolo di Maria Teresa Mascarello, o di Lorenzo Accomasso. Senza scomodare il Monprivato.

Per non parlare di Cortese o di Fenocchio...
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
ZEL WINE
Messaggi: 7319
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda ZEL WINE » 29 mar 2014 15:11

Il motivo principale e intrinsecamente poetico che spinge i distributori ad acquistare CF e' dovuto al fatto che se salti l'annata perdi l'assegnazione del monfortino.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
paolik
Messaggi: 2096
Iscritto il: 06 giu 2007 19:31
Località: Barbarano Mossano

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda paolik » 29 mar 2014 15:38

E di conseguenza il monfortino di quanto aumentera', perché causa obbligo per avere monfortino, il forum e' stato inondato per un po' di cascina francia sottocosto, mi chiedo chi comprera' il cascina francia a 90 o 100 euro? e in prospettiva vendendo il cascina francia sottocosto quale sara' il reale costo del monfortino che ne uscira'? Ipotizzo 350-370 se va bene? Per me siamo arrivati al capolinea, e come hanno fatto altri me ne faro' una ragione :evil:
vittoxx
Messaggi: 3696
Iscritto il: 22 gen 2009 13:04

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda vittoxx » 29 mar 2014 18:02

ZEL WINE ha scritto:Il motivo principale e intrinsecamente poetico che spinge i distributori ad acquistare CF e' dovuto al fatto che se salti l'annata perdi l'assegnazione del monfortino.

Penso che il meccanismo per i distributori sia quello che dici.
Io ne ho prenotate una 30ina di bottiglie, che non terrò tutte per me, anche se non esce il monfo8 e non avrei perso nulla. Non mi fa piacere che chi fa buon vino alzi i prezzi, ma mi sembra normale e purtroppo inevitabile. Per la poesia leggo Leopardi.
stemolino2
Messaggi: 139
Iscritto il: 03 gen 2013 22:50
Località: Alba
Contatta:

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda stemolino2 » 29 mar 2014 18:12

vittoxx ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:Il motivo principale e intrinsecamente poetico che spinge i distributori ad acquistare CF e' dovuto al fatto che se salti l'annata perdi l'assegnazione del monfortino.

Penso che il meccanismo per i distributori sia quello che dici.
Io ne ho prenotate una 30ina di bottiglie, che non terrò tutte per me, anche se non esce il monfo8 e non avrei perso nulla. Non mi fa piacere che chi fa buon vino alzi i prezzi, ma mi sembra normale e purtroppo inevitabile. Per la poesia leggo Leopardi.


Non è vero ZEL perlomeno qui in zona...puoi tranquillamente saltare un anno e poi ordinare ciò che ti pare (ovviamente col rapporto CF/Monfo deciso da Conterno)...il motivo per cui si compra il CF è perchè si vende bene...detto questo non giustifo l'aumento dei prezzi..
http://www.winedays.it

"A chi non beve vino Dio neghi pure l'acqua" (cit.)
vittoxx
Messaggi: 3696
Iscritto il: 22 gen 2009 13:04

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda vittoxx » 29 mar 2014 18:14

Il motivo per cui lo compro io é che mi piace. Ben più di quelli che costano meno.
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8700
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda arnaldo » 29 mar 2014 19:09

davidef ha scritto:
logico, il Cascina Francia è solo un esempio, l'ultimo di una lista che ormai un pochino mi disturba lo stomaco


Ehhh....una bustina di Sucralfin e l'acquisto diventa piu' facile.... :D :D
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
ZEL WINE
Messaggi: 7319
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda ZEL WINE » 29 mar 2014 20:07

Sicuramente mi hanno detto una balla, immagino che il monfortino 08 sarà assegnato sicuramente anche a chi da qualche anno non compra Conterno. Per il resto, il CF lo uso come impregnante per le pietre vecchie.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
claudietto
Messaggi: 789
Iscritto il: 06 giu 2007 11:24
Località: Milano

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda claudietto » 29 mar 2014 20:08

Io vado un po' controcorrente, e dico che tutto sommato giustifico Conterno.
Riprendendo quanto detto sopra, i GRANDI vini italiani sono più cari non solo dei grandi francesi ma anche dei NON grandi argentini, cileni e australiani (senza contare i californiani), vini molto tecnici, spesso spremutone di legno tirati in decine (centinaia) di migliaia di pezzi. I vari Don Melchor, Almaviva, Seña, Achaval Ferrer, etc hanno 10 o 15 anni di storia e strappano prezzi a 3 cifre regolarmente.
Perchè? Perchè i proprietari delle cantine sono imprenditori e non contadini e sanno come vendere il loro prodotto. Non capisco perchè in qualsiasi altro settore questo sarebbe visto come un merito e nel vino debba essere un motivo di critica... La Ferrari è pur sempre un automobile eppure costa come 20 Fiat... Credete forse che tutti i romantici del vino, i vignaioli naturali, i biodinamici duri e puri e i contadini, se riuscissero a vendere il loro vino ad un prezzo maggiore non lo farebbero? Di quelli che conosco io solo Beppe Rinaldi esce a 30 euro con il suo barolo pur avendo lo stock venduto regolarmente ogni anno prima ancora che il vino arrivi in bottiglia ed esplicitamente dichiara che non ha intenzione di aumentare i prezzi.

Semmai il punto è un'altro: questi nuovi imprenditori, EX contadini, è giusto che continuino a beneficiare dei privilegi delle società agricole pur generando utili milionari? In fin dei conti se da questo crescente successo dei vini italiani top in Italia e nel mondo ne beneficiassimo noi tutti, ci sarebbe solo da essere felici per ciò che sta succedendo, e pazienza se di vini buoni io me ne potrò permettere un po' di meno. Eppure proprio loro, questi figli della terra ITALIANA, che più di tutti devono il loro successo al territorio ITALIANO, al brand ITALIA e al lavoro fatto in centinaia di anni dai cittadini ITALIANI per portare avanti un patrimonio di vitigni autoctoni, zonazioni, promozioni delle DOCG etc.... proprio loro non restituiscono alla comunità altro se non pochi spiccioli delle vagonate di soldi che guadagnano. Questo io lo trovo profondamente ingiusto e sostanzialmente immorale. Non ho la presunzione ne la competenza di suggerire soluzioni, anche perchè gli aiuti agli agricoltori (i giardinieri dell' Italia) li trovo sacrosanti, però qui si arriva a distorsioni fuori da ogni logica e giustificazione.
Avatar utente
agamennone
Messaggi: 305
Iscritto il: 06 mar 2014 17:32

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda agamennone » 29 mar 2014 20:25

Mi sento di aggiungere una cosa:
non sempre, ma in alcuni casi l'aumento dei prezzi è determinato anche dalla frustrazione di guadagnare meno di chi distribuisce il vino.
Anche qui la coperta è corta e bisogna decidere dove s'intende tirarla.
Senza dubbio distribuire il vino è un merito ma è morale o immorale che si speculi fino a guadagnare più di chi il vino lo pensa e lo crea mettendoci fatica, sudore e rischio?
Solo a titolo di esempio, guadagna più chi produce il Sassicaia o chi lo distribuisce?
Difficile trovare risposte univoche, men che meno quelle giuste.
Nel gioco a rimbalzo ci rimette sempre il cliente finale e/o il piccolo rivenditore.
"Una sola cosa mi meraviglia più della stupidità con la quale la maggior parte degli uomini vive la sua vita: l'intelligenza che c'è in questa stupidità." (F.Pessoa)
vinogodi
Messaggi: 29034
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda vinogodi » 29 mar 2014 21:18

vittoxx ha scritto:Il motivo per cui lo compro io é che mi piace. Ben più di quelli che costano meno.
..idem...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
gpetrus
Messaggi: 2597
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda gpetrus » 29 mar 2014 23:13

gabriele succi ha scritto:
paperofranco ha scritto:...
Per me il Cascina Francia è un sig. barolo, caro, a 100 euro, e caro a 80 euro, figuriamoci a 130. Mi piace molto, ci mancherebbe, ma il piacere che mi dà non è poi così tanto di più di quello che mi dà un Brunate di Beppe o un barolo di Maria Teresa Mascarello, o di Lorenzo Accomasso. Senza scomodare il Monprivato.

Per non parlare di Cortese o di Fenocchio...


bravi...parliamo chiaro...di ottimi vini ce ne sono a bizzeffe ........ poi non capisco come si fa a dire che certi vini costano poco per la loro qualita'.....mah....in base a quale oscuro principio si fanno certe affermazioni ?.......per quel che mi riguarda posso vivere tranquillamente anche senza Cascina Francia ecc.......
Avatar utente
giucas
Messaggi: 250
Iscritto il: 23 gen 2012 00:13
Località: bologna

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda giucas » 30 mar 2014 00:34

...stavolta la faccio un po' lunga:..
..due anni fa gitarella in langa. E' Luglio . A La Morra, vado da un produttore già un po' noto, guide ..ecc... Gentilissimo; non mi ha mai visto prima. Due ore di chiacchiere. Storielle tante , tra cui :.'. due mesi fa mi arrivano questi tre cinesi e si siedono a fianco a dei tedeschi che da un'ora asssaggiano i mie vini , e sono un po' su di giri. I tedeschi cominciano a prendere per il culo i cinesini, ovviamente in tedesco, ma si capisce dalle risate, dagli sguardi...intanto il cinese piu' vecchio mi chiede serissimo ed ipercompetente qualche informazione tecnica sui miei baroli in un italiano incerto ma comprensibile. Poi passano dieci minuti. I tedeschi continuano. Il cinese capo si alza di scatto dal tavolo di degustazione ed in perfetto tedesco gli dice: ..smettetela di fare casino che siete ubriachi e comunque non capite un ca@@o di vino ...'. Silenzio :shock: . Poi dopo mi chiede di avere tre botti del mio barolo, però con un'etichetta diversa, con sopra raffigurato un dragone rosso :lol: :lol: .... gli dico: ..ma come faccio ?...'
Prendetela come una parabola.
Ovvero: Conterno alza il CF ed il Monfo galoppa verso i top borgogna ? Giacosa alza ogni anno anche lui , saltando metodicamente le annate bone :shock: ? Roagna si gonfia lui pure a dismisura ed il crichet insegue e supera il monfo :evil: ..?... Mi pare tristemente ovvio, dato il mercato globale. Semmai comincia ad irritarmi la compulsiva beatificazione di alcuni noti da parte di molti wine writer , nazionali e non . Per fortuna del palato e del portafoglio c'e' però ancora molto altro , come tanti di voi ben sanno e praticano , piu' professionalmente di me.
Semmai temo - da semplice utente finale , dire a questo punto terminale , dati i prezzi... :cry: :cry: - una deriva generale. Dove anche l'ultimo barolista si crederà autorizzato a spararla sempre piu' grossa.
Ma confido nella critica di base, nella democrazia on line , nella rivoluzione quotidiana del gusto. Confido nel forum .... :wink: ..Raccontate di chi canta fuori dal coro .
...e poi : ma col 2010 non doveva uscire anche il nuovo barolo dalla vigna cerretta di Conterno ?....
vittoxx
Messaggi: 3696
Iscritto il: 22 gen 2009 13:04

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda vittoxx » 30 mar 2014 01:35

Esce infatti
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12604
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda l'oste » 30 mar 2014 04:39

Alcuni vini, e il loro nome specialmente, diventano un brand per i mercati extraeuropei e in minor parte europei (in Uk in particolare.).
Il marketing di un nome aiuta a sfondare, il Cascina Francia è anche un barolo, ma principalmente è il Cascina Francia, una delle vigne più storiche d'Italia, ha una unique selling proposition e in più è "figlio" dello stesso babbo del Monfortino. Tombola.
Finchè gli ordini tirano nonostante gli aumenti, hanno ragione loro, economicamente parlando.
La poesia nel vino va cercata lontano dai brand di lusso.
Ce n'è ancora moltissima, fortunatamente.
Non sarà over 95 PP, ma nemmeno over 95 €€.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
Cristianmark
Messaggi: 1179
Iscritto il: 28 feb 2013 22:55

Re: SEMPRE PIU' IN ALTO...ALLEGRIA !!!!

Messaggioda Cristianmark » 30 mar 2014 08:22

l'oste ha scritto:Alcuni vini, e il loro nome specialmente, diventano un brand per i mercati extraeuropei e in minor parte europei (in Uk in particolare.).
Il marketing di un nome aiuta a sfondare, il Cascina Francia è anche un barolo, ma principalmente è il Cascina Francia, una delle vigne più storiche d'Italia, ha una unique selling proposition e in più è "figlio" dello stesso babbo del Monfortino. Tombola.
Finchè gli ordini tirano nonostante gli aumenti, hanno ragione loro, economicamente parlando.
La poesia nel vino va cercata lontano dai brand di lusso.
Ce n'è ancora moltissima, fortunatamente.
Non sarà over 95 PP, ma nemmeno over 95 €€.


E' un brand e come tale segue le logiche del marketing, trascinando l'economia per tutti.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: biodinamico, dani23, montrachet, teo777full, trotri e 10 ospiti