Chianti

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: Chianti

Messaggioda il chiaro » 07 feb 2014 14:18

Sono appena stato per lavoro in chianti.
Tralascio castello di Brolio, vini lavati, stirati e pettinati di stampo moderno.
Poi, appena son riuscito a scappare dalla morsa dei responsabili a meno di 2 km, sotto il castello d Cacchiano, ho fatto visita a Il Palazzino.
Edoardo Sderci è stato molto ospitale e soprattutto agile ad arrampicarsi sulle botti e sulle vasche per farmi assaggiare tutto il disponibile. E pure con il cavatappi l'ho visto rapido :mrgreen:
Senza andar nei particolari di tutto quello che abbiamo bevuto devo dire che trattasi di azienda interessante e che sta lentamente tornando a fare cose più vicine alla tradizione.
CC argentina 2009 facile e beverino.
CCR la Pieve di grande soddisfazione, con tannini graffianti, terroso e suadente.
CC grosso sanese 2007/2008/2000 bellissimo trittico, con il 2007 leggermente incarognito e poco disposto a mollare l'osso.
Il 2008 molto più aperto, ma anche più equilibrato e succoso, mi è piaciuto molto.
Il 2000 è tutto quello che vorresti da un sangiovese di razza.
let me put my love into you babe
let me put my love on the line

let me put my love into you babe
let me cut your cake with my knife

Brian Johnson
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Chianti

Messaggioda gabriele succi » 08 feb 2014 16:03

Ieri assieme a due soggetti che bazzicano da queste parti... :shock: :roll:
Visita da Gabriele Buondonno, fattoria Montemaggio e da Roberto Bianchi di Val delle Corti:

Buondonno:
Ch. cl. '11 ottimo frutto chiaro e integro nonostante l'annata; un chianti da tutti i giorni di tutto rispetto.
Piccola verticale della riserva con 09, 08, 07
09 ancora animale al naso, frutto sferico, non allunga fino in fondo...figlio della sua annata
08 grandissimo naso, vivo, frutto bellissimo di una grande finezza, allungo verticale, molto profondo, lascia presagire un grandissimo futuro
07 al momento il migliore dei 3, frutto molto espressivo, impatto al palato subito e poi allungo sul finale... leggermente calorico, ma grande.
Sul lungo periodo vedo meglio la 2008

Montemaggio:
Ch. Cl. 09 secondo me già risolto, uscito ora sul mercato...io avrei aspettato molto meno... da stappare non da aspettare.
Ch. cl. ris. 08. qui c'è un altro passo, abbastanza risolto anche questo, ma grande materia.

Val delle Corti:
Le ultime annate le conosciamo tutti, ma il bravo Roberto Bianchi ci ha aperto la 2005 che è una perfetta interpretazione dell'annata. Quasi borgognone, trasparente, poco tannico, ma finissimo ed elegantissimo.
Poi il 2006 base invece bello potente, scontroso, ancora deve raggiungere l'apice. Veramente ok.
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Chianti

Messaggioda gabriele succi » 08 feb 2014 16:04

Ieri assieme a due soggetti che bazzicano da queste parti... :shock: :roll:
Visita da Gabriele Buondonno, fattoria Montemaggio e da Roberto Bianchi di Val delle Corti:

Buondonno:
Ch. cl. '11 ottimo frutto chiaro e integro nonostante l'annata; un chianti da tutti i giorni di tutto rispetto.
Piccola verticale della riserva con 09, 08, 07
09 ancora animale al naso, frutto sferico, non allunga fino in fondo...figlio della sua annata
08 grandissimo naso, vivo, frutto bellissimo di una grande finezza, allungo verticale, molto profondo, lascia presagire un grandissimo futuro
07 al momento il migliore dei 3, frutto molto espressivo, impatto al palato subito e poi allungo sul finale... leggermente calorico, ma grande.
Sul lungo periodo vedo meglio la 2008

Montemaggio:
Ch. Cl. 09 secondo me già risolto, uscito ora sul mercato...io avrei aspettato molto meno... da stappare non da aspettare.
Ch. cl. ris. 08. qui c'è un altro passo, abbastanza risolto anche questo, ma grande materia.

Val delle Corti:
Le ultime annate le conosciamo tutti, ma il bravo Roberto Bianchi ci ha aperto la 2005 che è una perfetta interpretazione dell'annata. Quasi borgognone, trasparente, poco tannico, ma finissimo ed elegantissimo.
Poi il 2006 base invece bello potente, scontroso, ancora deve raggiungere l'apice. Veramente ok.
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Chianti

Messaggioda paperofranco » 08 feb 2014 20:55

gabriele succi ha scritto:Ieri assieme a due soggetti che bazzicano da queste parti... :shock: :roll:
Visita da Gabriele Buondonno, fattoria Montemaggio e da Roberto Bianchi di Val delle Corti:

Buondonno:
Ch. cl. '11 ottimo frutto chiaro e integro nonostante l'annata; un chianti da tutti i giorni di tutto rispetto.
Piccola verticale della riserva con 09, 08, 07
09 ancora animale al naso, frutto sferico, non allunga fino in fondo...figlio della sua annata
08 grandissimo naso, vivo, frutto bellissimo di una grande finezza, allungo verticale, molto profondo, lascia presagire un grandissimo futuro
07 al momento il migliore dei 3, frutto molto espressivo, impatto al palato subito e poi allungo sul finale... leggermente calorico, ma grande.
Sul lungo periodo vedo meglio la 2008

Montemaggio:
Ch. Cl. 09 secondo me già risolto, uscito ora sul mercato...io avrei aspettato molto meno... da stappare non da aspettare.
Ch. cl. ris. 08. qui c'è un altro passo, abbastanza risolto anche questo, ma grande materia.

Val delle Corti:
Le ultime annate le conosciamo tutti, ma il bravo Roberto Bianchi ci ha aperto la 2005 che è una perfetta interpretazione dell'annata. Quasi borgognone, trasparente, poco tannico, ma finissimo ed elegantissimo.
Poi il 2006 base invece bello potente, scontroso, ancora deve raggiungere l'apice. Veramente ok.


Quoto tutto.
Solo una domanda Gabriele. Viste con gli occhi del produttore quale sei, qual'è la tua impressione sulle aziende Buondonno e Montemaggio(posizione, vigne, modo di lavorare), che si conoscono un po' meno e dove la visita è stata un pochino più approfondita?
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Chianti

Messaggioda gabriele succi » 09 feb 2014 01:37

paperofranco ha scritto:... Viste con gli occhi del produttore quale sei, qual'è la tua impressione sulle aziende Buondonno e Montemaggio(posizione, vigne, modo di lavorare), che si conoscono un po' meno e dove la visita è stata un pochino più approfondita?

Mi sono piaciute. Mi piacerebbe avere quelle vigne per potere capire meglio che prodotti possano venir fuori usando le mie metodologie.
Anche se non è che poi alla fine siano così diverse dalle mie...

Sono posti splendidi... oddio... la strada che abbiamo fatto per andarcene da Montemaggio un po' meno...

:lol: :lol: :lol:
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Chianti

Messaggioda paperofranco » 09 feb 2014 10:24

gabriele succi ha scritto:
paperofranco ha scritto:... Viste con gli occhi del produttore quale sei, qual'è la tua impressione sulle aziende Buondonno e Montemaggio(posizione, vigne, modo di lavorare), che si conoscono un po' meno e dove la visita è stata un pochino più approfondita?

Mi sono piaciute. Mi piacerebbe avere quelle vigne per potere capire meglio che prodotti possano venir fuori usando le mie metodologie.
Anche se non è che poi alla fine siano così diverse dalle mie...

Sono posti splendidi... oddio... la strada che abbiamo fatto per andarcene da Montemaggio un po' meno...

:lol: :lol: :lol:


Porco diavolo, Lele, un altro po' giù e diventavamo delle persone disperse........... :lol: :mrgreen:
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Chianti

Messaggioda paperofranco » 09 feb 2014 15:10

gabriele succi ha scritto:Montemaggio:
Ch. Cl. 09 secondo me già risolto, uscito ora sul mercato...io avrei aspettato molto meno... da stappare non da aspettare.
Ch. cl. ris. 08. qui c'è un altro passo, abbastanza risolto anche questo, ma grande materia.
.


A distanza di 48 ore dalla stappatura, riprendo il filo del discorso ben sintetizzato da Gabriele, e mi verso un paio di bicchieri dalle bocce smezzate che ci erano state date dopo la degustazione.
A dispetto di un profilo un po' evoluto, per certi versi spiazzante, anche perché non siamo abituati ai vini che escono pronti da bere, la tenuta all'aria è bella solida, nessuna tentazione ossidativa, un bel test superato in scioltezza. Detto questo sono d'accordo, anche io con il base uscirei un pochino prima.
Ch. Cl. 09.
Una nota idrocarburica/catramosa lo segna in modo indelebile e conferisce grande personalità a questo chianti, sicuramente da stappare e non da aspettare, ma sicuramente da provare.
Ch. Cl. ris. 08.
Come già detto da Gabriele altra musica: profilo sanguigno rinfrescato da una traccia balsamica, un quadro fortemente territoriale, di carattere. Materia eccellente, sapore, spirito chiantigiano autentico, senza fronzoli. Fascinoso.
Avatar utente
sundek181
Messaggi: 970
Iscritto il: 06 giu 2007 16:13
Località: Lecco

Re: Chianti

Messaggioda sundek181 » 16 feb 2014 14:23

Forse me lo sono perso, ma nessuno ha citato Villa Rosa a Castellina, secondo me fa vini molto molto buoni, a partire dal classico base che è una goduria, e poi con la riserva che dopo qualche anno esce sempre molto bene.
Qualche tempo fa un loro base 2004 (putroppo l'ultima bottiglia) :twisted: , ha fatto un figurone in un pranzo da me con altri forumisti, qualcuno pensava anche al rosso di Palmucci, e comunque nessuno ha pensato ad un chianti "base", aveva struttura e allungo da far arrossire. IMHO
E con me sul chianti sfondate una porta aperta :D , a questi prezzi, non penso si riesca a bere così bene in altre zone, per il mio gusto si intende, e non è solo un produttore a fare la differenza.
Pensi sempre di poter rimandare a domani...
...e se non ci fosse un domani?!?!
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Chianti

Messaggioda paperofranco » 16 feb 2014 14:40

sundek181 ha scritto:Forse me lo sono perso, ma nessuno ha citato Villa Rosa a Castellina, secondo me fa vini molto molto buoni, a partire dal classico base che è una goduria, e poi con la riserva che dopo qualche anno esce sempre molto bene.
Qualche tempo fa un loro base 2004 (putroppo l'ultima bottiglia) :twisted: , ha fatto un figurone in un pranzo da me con altri forumisti, qualcuno pensava anche al rosso di Palmucci, e comunque nessuno ha pensato ad un chianti "base", aveva struttura e allungo da far arrossire. IMHO
E con me sul chianti sfondate una porta aperta :D , a questi prezzi, non penso si riesca a bere così bene in altre zone, per il mio gusto si intende, e non è solo un produttore a fare la differenza.


E penso, purtroppo, che non berremo più un Villarosa come codesto.
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Chianti

Messaggioda paperofranco » 16 feb 2014 14:40

sundek181 ha scritto:Forse me lo sono perso, ma nessuno ha citato Villa Rosa a Castellina, secondo me fa vini molto molto buoni, a partire dal classico base che è una goduria, e poi con la riserva che dopo qualche anno esce sempre molto bene.
Qualche tempo fa un loro base 2004 (putroppo l'ultima bottiglia) :twisted: , ha fatto un figurone in un pranzo da me con altri forumisti, qualcuno pensava anche al rosso di Palmucci, e comunque nessuno ha pensato ad un chianti "base", aveva struttura e allungo da far arrossire. IMHO
E con me sul chianti sfondate una porta aperta :D , a questi prezzi, non penso si riesca a bere così bene in altre zone, per il mio gusto si intende, e non è solo un produttore a fare la differenza.


E penso, purtroppo, che non berremo più un Villarosa come codesto.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1976
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Chianti

Messaggioda gianni femminella » 16 feb 2014 14:58

paperofranco ha scritto:
sundek181 ha scritto:Forse me lo sono perso, ma nessuno ha citato Villa Rosa a Castellina, secondo me fa vini molto molto buoni, a partire dal classico base che è una goduria, e poi con la riserva che dopo qualche anno esce sempre molto bene.
Qualche tempo fa un loro base 2004 (putroppo l'ultima bottiglia) :twisted: , ha fatto un figurone in un pranzo da me con altri forumisti, qualcuno pensava anche al rosso di Palmucci, e comunque nessuno ha pensato ad un chianti "base", aveva struttura e allungo da far arrossire. IMHO
E con me sul chianti sfondate una porta aperta :D , a questi prezzi, non penso si riesca a bere così bene in altre zone, per il mio gusto si intende, e non è solo un produttore a fare la differenza.


E penso, purtroppo, che non berremo più un Villarosa come codesto.


Ricordo ( e ricorderai forse ) la verticale di Villarosa organizzata da Davide a Firenze tempo fa. Mi viene da fare una domanda che forse non ha senso, ma l'evidenza a volte non è così chiara. Assaggiando quei vini che venivano dagli anni '60 e '70 e trovandoli così vivi e ricchi di acidità mi sono chiesto perché nessuno ( fuori disciplinare ) produca Chianti con percentuali di bacca bianca. Lo fanno e io non ne sono al corrente? Non lo fanno perché fuori dalle logiche del mercato? In un mondo vinicolo sempre alla ricerca di novità ( non solo il mondo vinicolo ) in cui si riscoprono vitigni dimenticati, si usano anfore, metodi naturali, macerazioni e quant'altro mi sembra strano che questo rimanga un uso dimenticato. Sempre che non mi sbagli.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Nelle Nuvole
Messaggi: 232
Iscritto il: 10 ott 2012 16:04

Re: Chianti

Messaggioda Nelle Nuvole » 16 feb 2014 16:09

gianni femminella ha scritto:
paperofranco ha scritto:
sundek181 ha scritto:Forse me lo sono perso, ma nessuno ha citato Villa Rosa a Castellina, secondo me fa vini molto molto buoni, a partire dal classico base che è una goduria, e poi con la riserva che dopo qualche anno esce sempre molto bene.
Qualche tempo fa un loro base 2004 (putroppo l'ultima bottiglia) :twisted: , ha fatto un figurone in un pranzo da me con altri forumisti, qualcuno pensava anche al rosso di Palmucci, e comunque nessuno ha pensato ad un chianti "base", aveva struttura e allungo da far arrossire. IMHO
E con me sul chianti sfondate una porta aperta :D , a questi prezzi, non penso si riesca a bere così bene in altre zone, per il mio gusto si intende, e non è solo un produttore a fare la differenza.


E penso, purtroppo, che non berremo più un Villarosa come codesto.


Ricordo ( e ricorderai forse ) la verticale di Villarosa organizzata da Davide a Firenze tempo fa. Mi viene da fare una domanda che forse non ha senso, ma l'evidenza a volte non è così chiara. Assaggiando quei vini che venivano dagli anni '60 e '70 e trovandoli così vivi e ricchi di acidità mi sono chiesto perché nessuno ( fuori disciplinare ) produca Chianti con percentuali di bacca bianca. Lo fanno e io non ne sono al corrente? Non lo fanno perché fuori dalle logiche del mercato? In un mondo vinicolo sempre alla ricerca di novità ( non solo il mondo vinicolo ) in cui si riscoprono vitigni dimenticati, si usano anfore, metodi naturali, macerazioni e quant'altro mi sembra strano che questo rimanga un uso dimenticato. Sempre che non mi sbagli.


Ho come il sospetto che Palo Cianferoni a Caparsa ci stia provando, o riprovando. Forse più che un sospetto, è una speranza.
[Il giorno della mia nascita mi venne consegnato un certificato di Non-Idoneità
(F.U. Hoff)]
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Chianti

Messaggioda paperofranco » 16 feb 2014 22:20

gianni femminella ha scritto:
paperofranco ha scritto:
sundek181 ha scritto:Forse me lo sono perso, ma nessuno ha citato Villa Rosa a Castellina, secondo me fa vini molto molto buoni, a partire dal classico base che è una goduria, e poi con la riserva che dopo qualche anno esce sempre molto bene.
Qualche tempo fa un loro base 2004 (putroppo l'ultima bottiglia) :twisted: , ha fatto un figurone in un pranzo da me con altri forumisti, qualcuno pensava anche al rosso di Palmucci, e comunque nessuno ha pensato ad un chianti "base", aveva struttura e allungo da far arrossire. IMHO
E con me sul chianti sfondate una porta aperta :D , a questi prezzi, non penso si riesca a bere così bene in altre zone, per il mio gusto si intende, e non è solo un produttore a fare la differenza.


E penso, purtroppo, che non berremo più un Villarosa come codesto.


Ricordo ( e ricorderai forse ) la verticale di Villarosa organizzata da Davide a Firenze tempo fa. Mi viene da fare una domanda che forse non ha senso, ma l'evidenza a volte non è così chiara. Assaggiando quei vini che venivano dagli anni '60 e '70 e trovandoli così vivi e ricchi di acidità mi sono chiesto perché nessuno ( fuori disciplinare ) produca Chianti con percentuali di bacca bianca. Lo fanno e io non ne sono al corrente? Non lo fanno perché fuori dalle logiche del mercato? In un mondo vinicolo sempre alla ricerca di novità ( non solo il mondo vinicolo ) in cui si riscoprono vitigni dimenticati, si usano anfore, metodi naturali, macerazioni e quant'altro mi sembra strano che questo rimanga un uso dimenticato. Sempre che non mi sbagli.


Secondo me, aldilà della bacca bianca o meno, certi vini non si potranno più fare, a causa del cambiamento climatico. In quegli anni i produttori avevano il problema di arrivare ai 12 gradi, ora hai quello di riuscire a stare sotto i 15. Io penso che quella viva acidità di cui parli, non fosse merito di una piccola percentuale di bianca, ma che fosse l'uva nel complesso ad averne di più.
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Chianti

Messaggioda gabriele succi » 16 feb 2014 22:37

paperofranco ha scritto:
sundek181 ha scritto:Forse me lo sono perso, ma nessuno ha citato Villa Rosa a Castellina, secondo me fa vini molto molto buoni, a partire dal classico base che è una goduria, e poi con la riserva che dopo qualche anno esce sempre molto bene.
Qualche tempo fa un loro base 2004 (putroppo l'ultima bottiglia) :twisted: , ha fatto un figurone in un pranzo da me con altri forumisti, qualcuno pensava anche al rosso di Palmucci, e comunque nessuno ha pensato ad un chianti "base", aveva struttura e allungo da far arrossire. IMHO
E con me sul chianti sfondate una porta aperta :D , a questi prezzi, non penso si riesca a bere così bene in altre zone, per il mio gusto si intende, e non è solo un produttore a fare la differenza.


E penso, purtroppo, che non berremo più un Villarosa come codesto.

In effetti...
venerdì bevuta la riserva 07...
struttura un po' ingombrante stile riserva del sottoscritto...legno avvertibile, ma non fastidioso... un po' poca acidità che forse ci sarebbe stata, vista la struttura del vino...
Poi dice che ci mettono anche il merlot in piccole percentuali...

Franco???
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Chianti

Messaggioda paperofranco » 17 feb 2014 11:54

gabriele succi ha scritto:
paperofranco ha scritto:
sundek181 ha scritto:Forse me lo sono perso, ma nessuno ha citato Villa Rosa a Castellina, secondo me fa vini molto molto buoni, a partire dal classico base che è una goduria, e poi con la riserva che dopo qualche anno esce sempre molto bene.
Qualche tempo fa un loro base 2004 (putroppo l'ultima bottiglia) :twisted: , ha fatto un figurone in un pranzo da me con altri forumisti, qualcuno pensava anche al rosso di Palmucci, e comunque nessuno ha pensato ad un chianti "base", aveva struttura e allungo da far arrossire. IMHO
E con me sul chianti sfondate una porta aperta :D , a questi prezzi, non penso si riesca a bere così bene in altre zone, per il mio gusto si intende, e non è solo un produttore a fare la differenza.


E penso, purtroppo, che non berremo più un Villarosa come codesto.

In effetti...
venerdì bevuta la riserva 07...
struttura un po' ingombrante stile riserva del sottoscritto...legno avvertibile, ma non fastidioso... un po' poca acidità che forse ci sarebbe stata, vista la struttura del vino...
Poi dice che ci mettono anche il merlot in piccole percentuali...

Franco???


Non so Lele, secondo me una quota di merlot c'è sempre stata nella riserva, ma a parte questo è da un po' che ho smesso di comprarla perché mi convinceva sempre di meno. Adesso la risentiamo con calma.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 1976
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Chianti

Messaggioda gianni femminella » 17 feb 2014 17:47

Non vorrei portare alla deriva l'argomento, ma non vedo l'utilità di aprire un nuovo argomento.

Parlo per curiosità e cazzeggio, non voglio mica avere l'idea del secolo eh? :mrgreen:

Diamo quindi per assodato che la maturazione delle uve è cambiata dagli anni '60 e '70 ad oggi. Senza scomodare Bettino Ricasoli e la sua formula, tutti quelli che hanno fatto vino in passato, compreso chi il vino lo produce per uso personale, mi hanno detto che pigiavano tutto quello che raccoglievano; sia le uve rosse che le bianche. Non vedete proprio percorribile una percentuale di uve bianche in qualche Chianti? Raffaella conferma che forse qualcuno che sta sperimentando c'è.

Ripeto, si fa per parlare.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Chianti

Messaggioda gp » 17 feb 2014 18:06

Guarda, intanto nel Chianti non Classico la possibilità c'è: inizialmente era fissata una data a partire dalla quale non sarebbe più stato possibile (il 2006?), che poi è stata cancellata.

Nel Chianti Classico invece la possibilità non c'è più da parecchi anni. Secondo me è il risultato di un processo abbastanza scontato che ha portato negli anni nelle varie denominazioni a separare le uve bianche dalle rosse, quelle aromatiche da quelle non aromatiche ecc. Non credo che reintrodurre questa possibilità sarebbe un toccasana rispetto agli effetti dei cambiamenti climatici, che bisogna cercare di affrontare per il loro impatto sui vitigni fondamentali dell'uvaggio, in questo caso il Sangiovese: vedi per esempio
http://www.slowfood.it/slowine/viticolt ... wI1Us5EOSo
gp
marcograz
Messaggi: 25
Iscritto il: 10 ott 2013 20:01

Re: Chianti

Messaggioda marcograz » 18 feb 2014 10:33

Nelle Nuvole ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
paperofranco ha scritto:
sundek181 ha scritto:Forse me lo sono perso, ma nessuno ha citato Villa Rosa a Castellina, secondo me fa vini molto molto buoni, a partire dal classico base che è una goduria, e poi con la riserva che dopo qualche anno esce sempre molto bene.
Qualche tempo fa un loro base 2004 (putroppo l'ultima bottiglia) :twisted: , ha fatto un figurone in un pranzo da me con altri forumisti, qualcuno pensava anche al rosso di Palmucci, e comunque nessuno ha pensato ad un chianti "base", aveva struttura e allungo da far arrossire. IMHO
E con me sul chianti sfondate una porta aperta :D , a questi prezzi, non penso si riesca a bere così bene in altre zone, per il mio gusto si intende, e non è solo un produttore a fare la differenza.


E penso, purtroppo, che non berremo più un Villarosa come codesto.


Ricordo ( e ricorderai forse ) la verticale di Villarosa organizzata da Davide a Firenze tempo fa. Mi viene da fare una domanda che forse non ha senso, ma l'evidenza a volte non è così chiara. Assaggiando quei vini che venivano dagli anni '60 e '70 e trovandoli così vivi e ricchi di acidità mi sono chiesto perché nessuno ( fuori disciplinare ) produca Chianti con percentuali di bacca bianca. Lo fanno e io non ne sono al corrente? Non lo fanno perché fuori dalle logiche del mercato? In un mondo vinicolo sempre alla ricerca di novità ( non solo il mondo vinicolo ) in cui si riscoprono vitigni dimenticati, si usano anfore, metodi naturali, macerazioni e quant'altro mi sembra strano che questo rimanga un uso dimenticato. Sempre che non mi sbagli.


Ho come il sospetto che Palo Cianferoni a Caparsa ci stia provando, o riprovando. Forse più che un sospetto, è una speranza.

Nel suo blog in un articolo del 2011 diceva che con quell'annata avrebbe fatto l'esperimento (non so se ripetuto), quando poi esca non lo so.

Comunque se abbiamo il Chianti Classico gran selezione non vedo come possa sfigurare un Gran tradizione :mrgreen:
Sono "emigrato"....
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Chianti

Messaggioda gabriele succi » 20 feb 2014 09:05

Ieri semiriunione forumista alla Leopolda per la chianti classico collection 2014.
Qualche impressione?

La mia prima è che i 2011, esclusa qualche eccezione, non siano granchè; i 2012 per me usciranno bene e la 2010 in certe riserve è veramente ok.
Vino del giorno però, IMHO, Poggio 09 di Monsanto.
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: Chianti

Messaggioda il chiaro » 20 feb 2014 10:58

gabriele succi ha scritto:Ieri semiriunione forumista alla Leopolda per la chianti classico collection 2014.
Qualche impressione?

La mia prima è che i 2011, esclusa qualche eccezione, non siano granchè; i 2012 per me usciranno bene e la 2010 in certe riserve è veramente ok.
Vino del giorno però, IMHO, Poggio 09 di Monsanto.


Ragazzi che gentaccia gira alla Leopolda! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Tante belle cose assaggiate (tralascio i miei protetti che ovviamente sono sempre splendidi 8) :mrgreen: 8) :mrgreen: ) su tutti imho Monsanto, Cacchiano ( 2009 annata e 2007 riserva favolosi, chissà perchè non se la fili nessuno questa azienda), San giusto, Riecine, i Fabbri (per me splendidi), Badia a Coltibuono.

Della serie Famolostrano: az. Agr.Castellinuzza, mai sentito un incenso così persistente in un Chianti.

Q/P ed emergenti: le miccine (belli i vini, bella lei, belli i prezzi), Vallone di Cecione, podere Castellinuzza.

Se dovessi pescare (e con qualcuno sto un po' insistendo) lo farei in questi mari.

Politiche commerciali: dedicherei due righe su questo argomento visto che mi tocca da vicino: possibile che i piccoli non abbiano capito che arrivare preparati ad un appuntamento come questo sia fondamentale? Alla domanda "porto franco?" tanti accendono google translate per capire di cosa si stia parlando. Alla domanda "Prezzi?" tanti vanno ancoa a spanne. Poi non trovano venditori in diverse zone (gia 2 mail ricevute questa mattina da parte di aziende assaggiate ieri e gia declinate entrambe ANCHE per questi motivi)

Viva il sangiovese! Sempre.
let me put my love into you babe

let me put my love on the line



let me put my love into you babe

let me cut your cake with my knife



Brian Johnson
Avatar utente
manichi
Messaggi: 1480
Iscritto il: 06 giu 2007 12:45
Località: A.V.R.

Re: Chianti

Messaggioda manichi » 20 feb 2014 11:25

il chiaro ha scritto: Alla domanda "porto franco?" tanti accendono google translate per capire di cosa si stia parlando.


No, E' che temevano gli andasti in cantina col papero , quello gli beve una botte :mrgreen:
Finii con i campi alle ortiche
finii con un flauto spezzato
e un ridere rauco
ricordi tanti
e nemmeno un rimpianto.
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Chianti

Messaggioda gabriele succi » 20 feb 2014 11:50

il chiaro ha scritto:
gabriele succi ha scritto:Ieri semiriunione forumista alla Leopolda per la chianti classico collection 2014.
....


Ragazzi che gentaccia gira alla Leopolda! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
....

E Tiziano aveva pure una camicia normale... :shock:

Viva il sangiovese! Sempre.

magari...dopo la gnocca
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: Chianti

Messaggioda paperofranco » 20 feb 2014 12:02

manichi ha scritto:
il chiaro ha scritto: Alla domanda "porto franco?" tanti accendono google translate per capire di cosa si stia parlando.


No, E' che temevano gli andasti in cantina col papero , quello gli beve una botte :mrgreen:


:lol: :mrgreen:

Ieri, purtroppo, ero frenato da una palla al piede, e quindi non ho potuto assaggiare con la mia normale fluidità. :mrgreen:
alì65
Messaggi: 11569
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Chianti

Messaggioda alì65 » 20 feb 2014 12:20

quoto il chiaro e aggiungo alcoli troppo imponenti, vini fuori temperatura e qualche proposta indecente.....(enoica non figosa!! :D )

comunque gli emiliano/romagnoli presenti alzavano la media figacciona, i toscani e bresiani la abbassavano!!! :mrgreen: :mrgreen:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
alì65
Messaggi: 11569
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Chianti

Messaggioda alì65 » 20 feb 2014 12:25

aggiungo l'imbarazzo sui syrah toscani, uguali uguali a Cote-Rotie, identici proprio.... :shock:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: giodiui, Kalosartipos, Langa&Roero, ninetto, ryanc82 e 7 ospiti