CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
paolo7505
Messaggi: 1623
Iscritto il: 14 giu 2007 12:33
Località: parma

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda paolo7505 » 09 feb 2014 15:43

alì65 ha scritto:qualche bevuta di questi giorni:
-Dom 85, sempre una garanzia e sempre in perfetta forma, a differenza dell'82 bevuto giorni prima la vaniglia si fa sentire, marca un po' e ne "rovina" l'equilibrio, appunto da contropelo...
-Case Basse 99, sempre ottimo dove l'annata non ha bisogno di presentazione; la solita piccola riduzione iniziale ma una volta tolta macina di brutto....a differenza di altre bt questa cala un po' di potenza e di lunghezza, diciamo che assomiglia più ad un ottimo Brunello che ad Brunello di Soldera
-Vouvray Mouelleux ris.89, una bevuta sweet dove fa capolino l'acidità classica locale; peccato per un tappino che fa capolino con l'aumento della temperatura ma la materia è tanta e non infastidisce
-Recioto 2003 R.Grassi, sempre gradevole, marasca in evidenza (e ci mancherebbe), potenza molto ben controllata e l'ho trovato ancora con tanto da dire negli anni...sempre un bel vino
-Palari Faro 94, quello che fu un bel vino, ora non ha più niente da dire
-Falletto r.90 Giacosa, aperto per pranzo da amici dal sorso facile ( :D ) a cena presentava ancora una ottima materia, più smussata ed evoluta, a detta, di quello che era qualche ora prima; indubbiamente uno di quei vini che ti fa rappacificare con la Langa
-Alzero 90, che dire, sempre li, lui, imponente e incredibile; non amo il genere ma devo ammettere che è sempre un gran bel vino ( le donne se lo metterebbero in vena)
-ultimo vino dolce che non ricordo per mia ignoranza, non lo avevo mai visto e neanche lo ricordo, visto, poi, che la memoria è quella che è... :cry:

prossima settimana dieta enoica in attensa del pranzo domenicale, pare si debba, per l'ennesima volta, bere bene!! :D



Alzero era il 94 ( mi sa che oltre la memoria anche la vista ormai è quella che è :mrgreen: ), vino immenso, che non so come si faccia a non amare :twisted: ma tant'è che almeno ho dovoto litigarmelo solo con le tre donne e non con te e Francesco (litigio che per la cronaca ho lasciato perdere non per cavalleria ma per la consapevolezza che avrei sicuramente perso........... :roll) il dolce era il Picolit 1998 di Vignai da Duline, buono anche se me lo sarei aspettato più dolce, non sono un grande esperto della tipologia ma ha accompagnato a fatica la crostata.
Ti sei dimenticato poi un puzzosissimo Beaucastel 1993 e un giovanissimo e un po' troppo legnosetto Cote Brune 2001 di Jamet, si farà, sicuramente ha tanta materia ma ha bisogno di taaanto tempo!
Quindici contro quindici, e una palla ovale. Non c'è bisogno d'altro, neanche dell'arbitro.

Ci arrabbiamo se vinciamo senza stile. E non prendiamo neppure in considerazione l'eventualità di perdere.
Josh Kronfeld (All Black)
roda19909
Messaggi: 126
Iscritto il: 19 mar 2013 19:20
Località: valpolicella

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda roda19909 » 09 feb 2014 19:02

Per una cena di pesce ho optato per Villa Bucci annate 2000 e 2001,
forse l'aspettativa era alta, ma sono rimasto un po' deluso.
Il vino ha i suoi profumini, ma sostanzialmente è un vino che dimentichi, niente di speciale :cry:
lo stimo 85/100
roda
alì65
Messaggi: 11574
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda alì65 » 09 feb 2014 21:49

paolo7505 ha scritto:
alì65 ha scritto:qualche bevuta di questi giorni:
-Dom 85, sempre una garanzia e sempre in perfetta forma, a differenza dell'82 bevuto giorni prima la vaniglia si fa sentire, marca un po' e ne "rovina" l'equilibrio, appunto da contropelo...
-Case Basse 99, sempre ottimo dove l'annata non ha bisogno di presentazione; la solita piccola riduzione iniziale ma una volta tolta macina di brutto....a differenza di altre bt questa cala un po' di potenza e di lunghezza, diciamo che assomiglia più ad un ottimo Brunello che ad Brunello di Soldera
-Vouvray Mouelleux ris.89, una bevuta sweet dove fa capolino l'acidità classica locale; peccato per un tappino che fa capolino con l'aumento della temperatura ma la materia è tanta e non infastidisce
-Recioto 2003 R.Grassi, sempre gradevole, marasca in evidenza (e ci mancherebbe), potenza molto ben controllata e l'ho trovato ancora con tanto da dire negli anni...sempre un bel vino
-Palari Faro 94, quello che fu un bel vino, ora non ha più niente da dire
-Falletto r.90 Giacosa, aperto per pranzo da amici dal sorso facile ( :D ) a cena presentava ancora una ottima materia, più smussata ed evoluta, a detta, di quello che era qualche ora prima; indubbiamente uno di quei vini che ti fa rappacificare con la Langa
-Alzero 90, che dire, sempre li, lui, imponente e incredibile; non amo il genere ma devo ammettere che è sempre un gran bel vino ( le donne se lo metterebbero in vena)
-ultimo vino dolce che non ricordo per mia ignoranza, non lo avevo mai visto e neanche lo ricordo, visto, poi, che la memoria è quella che è... :cry:

prossima settimana dieta enoica in attensa del pranzo domenicale, pare si debba, per l'ennesima volta, bere bene!! :D



Alzero era il 94 ( mi sa che oltre la memoria anche la vista ormai è quella che è :mrgreen: ), vino immenso, che non so come si faccia a non amare :twisted: ma tant'è che almeno ho dovoto litigarmelo solo con le tre donne e non con te e Francesco (litigio che per la cronaca ho lasciato perdere non per cavalleria ma per la consapevolezza che avrei sicuramente perso........... :roll) il dolce era il Picolit 1998 di Vignai da Duline, buono anche se me lo sarei aspettato più dolce, non sono un grande esperto della tipologia ma ha accompagnato a fatica la crostata.
Ti sei dimenticato poi un puzzosissimo Beaucastel 1993 e un giovanissimo e un po' troppo legnosetto Cote Brune 2001 di Jamet, si farà, sicuramente ha tanta materia ma ha bisogno di taaanto tempo!


porta pazienza, la memoria è in netto calo... :cry:
Beaucastel lo avevo rimosso da tanto puzzava, Jamet l'avevo proprio dimenticato e appoggio quello che hai scritto, tanto giovane anche se mi sarei aspettato più materia, il 2006 (o 2004) bevuto di recente l'avevo trovato più materico
Alzero ero convinto fosse il 90, avevo sbirciato il 9 e pensavo al 90.....vabbè, molto buono uguale...
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
alì65
Messaggi: 11574
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda alì65 » 09 feb 2014 21:53

and.car ha scritto:Carbonaione 1999.

Aperto e decantato raggiunge in poco tempo la sua rotondità.

Color granato con riflessi arancio.
Al naso cuoio, liquirizia e leggere note di marasca il tutto con un ottima persistenza.
Al gusto confermo come al naso ma con frutta cotta e marasca più decisi.

Prima volta che bevo questo 100 % Sangiovese, l'ho trovato un ottimo vino...molto buono il rapporto qualità prezzo: 50 €.


se per te il Q/P è ottimo a 50 ne ho da vendere a meno, ancora più buono il rapporto....
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda davidef » 09 feb 2014 23:24

alì65 ha scritto:
and.car ha scritto:Carbonaione 1999.

Aperto e decantato raggiunge in poco tempo la sua rotondità.

Color granato con riflessi arancio.
Al naso cuoio, liquirizia e leggere note di marasca il tutto con un ottima persistenza.
Al gusto confermo come al naso ma con frutta cotta e marasca più decisi.

Prima volta che bevo questo 100 % Sangiovese, l'ho trovato un ottimo vino...molto buono il rapporto qualità prezzo: 50 €.


se per te il Q/P è ottimo a 50 ne ho da vendere a meno, ancora più buono il rapporto....


anche perchè 50€ per un Carbonaione non si può leggere, va bene comperarlo male ma io sopra i 35/40 non mi sembra di averlo mai visto a scaffale
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda davidef » 09 feb 2014 23:30

paolo7505 ha scritto:
Alzero era il 94 ( mi sa che oltre la memoria anche la vista ormai è quella che è :mrgreen: ), vino immenso, che non so come si faccia a non amare


non è un vino per tutti, io lo adoro e lo metto nell'olimpo dei vini italiani e non solo, però può spiazzare chi non è avezzo a questo prodotto tenendo presente che quelli fino al 1990 sono molto più secchi, poi c'è la fase con più residuo dal 1990 al 1998 e dal 2000 si trona a virare verso un vino più tirato

però ragazzi, senza scomodare i mostri degli anni '80, Alzero 1997 è una bottiglia stratosferica che se ti è piaciuto così tanto il 1994 devi assolutamente bere :D
paolo7505
Messaggi: 1623
Iscritto il: 14 giu 2007 12:33
Località: parma

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda paolo7505 » 09 feb 2014 23:40

davidef ha scritto: Alzero 1997 è una bottiglia stratosferica che se ti è piaciuto così tanto il 1994 devi assolutamente bere :D


Tranquillo già bevuto ed è l'annata più presente nella mia cantina! 8)

Degli anni 90 ho provato quasi tutto e per me sono veramente tutti grandi vini, degli anni 80 i pochi che ho provato li ho trovati effettivamente più secchi ma soprattutto segnati da una maturità erbacea da Cabernet che non mi ha mai fatto impazzire....... :roll:
Quindici contro quindici, e una palla ovale. Non c'è bisogno d'altro, neanche dell'arbitro.



Ci arrabbiamo se vinciamo senza stile. E non prendiamo neppure in considerazione l'eventualità di perdere.

Josh Kronfeld (All Black)
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda davidef » 10 feb 2014 00:00

paolo7505 ha scritto:
davidef ha scritto: Alzero 1997 è una bottiglia stratosferica che se ti è piaciuto così tanto il 1994 devi assolutamente bere :D


Tranquillo già bevuto ed è l'annata più presente nella mia cantina! 8)

Degli anni 90 ho provato quasi tutto e per me sono veramente tutti grandi vini, degli anni 80 i pochi che ho provato li ho trovati effettivamente più secchi ma soprattutto segnati da una maturità erbacea da Cabernet che non mi ha mai fatto impazzire....... :roll:


pensati che ne avevo prese 12 ed ho dovuto murarle per smettere di andare ad attingere :mrgreen:

eppure ci sono correnti di pensiero se sia meglio il filone '80 o '90, a me piaciono da impazzire entrambi, l'88 ad esempio è oggi una goduria incredibile....voi parmigiani lì si che amate trattarvi bene, bravi, vi invidio :evil: :D
Avatar utente
and.car
Messaggi: 904
Iscritto il: 14 mar 2011 17:47
Località: Padova

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda and.car » 10 feb 2014 13:17

Taso Villa Bellini 2006
Suggerito da un mio caro amico, messo al pari del Valpolicella di Quintarelli...
Bevuto ieri sera e debbo dire che è stata una gran delusione.
Poca struttura, colore spento, gran fatica nell'aprirsi..mi sembrava di bere un Valpolicella lasciato troppo ad invecchiare,
Non capisco se sia impazzito il mio amico o ho beccato una bottiglia sfigata, al pari del luogo d'acquisto specifico.
Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell'egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità. [Oscar Wilde]
alì65
Messaggi: 11574
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda alì65 » 10 feb 2014 15:32

davidef ha scritto:
paolo7505 ha scritto:
davidef ha scritto: Alzero 1997 è una bottiglia stratosferica che se ti è piaciuto così tanto il 1994 devi assolutamente bere :D


Tranquillo già bevuto ed è l'annata più presente nella mia cantina! 8)

Degli anni 90 ho provato quasi tutto e per me sono veramente tutti grandi vini, degli anni 80 i pochi che ho provato li ho trovati effettivamente più secchi ma soprattutto segnati da una maturità erbacea da Cabernet che non mi ha mai fatto impazzire....... :roll:


pensati che ne avevo prese 12 ed ho dovuto murarle per smettere di andare ad attingere :mrgreen:

eppure ci sono correnti di pensiero se sia meglio il filone '80 o '90, a me piaciono da impazzire entrambi, l'88 ad esempio è oggi una goduria incredibile....voi parmigiani lì si che amate trattarvi bene, bravi, vi invidio :evil: :D


visto che non ho Alzero fatemelo bere voi, checci vuole!!! poi vi dirò se è così buono come dite... :mrgreen:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Avatar utente
Sydney
Messaggi: 5926
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: Venezia

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda Sydney » 10 feb 2014 15:52

alì65 ha scritto:
davidef ha scritto:
paolo7505 ha scritto:
davidef ha scritto: Alzero 1997 è una bottiglia stratosferica che se ti è piaciuto così tanto il 1994 devi assolutamente bere :D


Tranquillo già bevuto ed è l'annata più presente nella mia cantina! 8)

Degli anni 90 ho provato quasi tutto e per me sono veramente tutti grandi vini, degli anni 80 i pochi che ho provato li ho trovati effettivamente più secchi ma soprattutto segnati da una maturità erbacea da Cabernet che non mi ha mai fatto impazzire....... :roll:


pensati che ne avevo prese 12 ed ho dovuto murarle per smettere di andare ad attingere :mrgreen:

eppure ci sono correnti di pensiero se sia meglio il filone '80 o '90, a me piaciono da impazzire entrambi, l'88 ad esempio è oggi una goduria incredibile....voi parmigiani lì si che amate trattarvi bene, bravi, vi invidio :evil: :D


visto che non ho Alzero fatemelo bere voi, checci vuole!!! poi vi dirò se è così buono come dite... :mrgreen:


Qualche anno fa bevuto in una mini verticale in friuli 84/89/94....io appartengo alla schiera degli '80.....
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11599
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda Alberto » 10 feb 2014 16:30

Pauillac Réserve Spéciale, Domaines Barons de Rothschild, 2002 (12,5%)
Rubino compatto con stretto orlo granato, naso che stempera nel tempo l'erbaceo iniziale a favore di un frutto ribes vivido e molto classico, con anche qualche tocco ferrugginoso, bocca "fredda" ma con questo frutto scuro che si ripropone in maniera coerente e precisa; lontano chiaramente dall'essere un mostro, ma l'austerità e la "falcata" di Pauillac si sentono tutte, a ben vedere dato che c'è dentro molto probabilmente una certa quota di vigne giovani di Lafite e Duhart-Milon. Mi aspettavo una materia più blanda ed un passo più corto, evidentemente sbagliando.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
and.car
Messaggi: 904
Iscritto il: 14 mar 2011 17:47
Località: Padova

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda and.car » 10 feb 2014 17:53

alì65 ha scritto:
and.car ha scritto:Carbonaione 1999.

Aperto e decantato raggiunge in poco tempo la sua rotondità.

Color granato con riflessi arancio.
Al naso cuoio, liquirizia e leggere note di marasca il tutto con un ottima persistenza.
Al gusto confermo come al naso ma con frutta cotta e marasca più decisi.

Prima volta che bevo questo 100 % Sangiovese, l'ho trovato un ottimo vino...molto buono il rapporto qualità prezzo: 50 €.


se per te il Q/P è ottimo a 50 ne ho da vendere a meno, ancora più buono il rapporto....


ehm scusate non ho specificato che ero in ristorante.. :mrgreen:
Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell'egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità. [Oscar Wilde]
Ziliovino
Messaggi: 3119
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda Ziliovino » 11 feb 2014 08:51

Champagne Brut Le 7 Crus – Agrapart. Piacevole e lineare, dura poco nel bicchiere, anche se senza slanci particolari.

Derthona Timorasso Diletto 2007 – Pomodolce. Un po’ stanco e dalla nota leggermente ossidata (ma i tappi Guala seal non erano il top???), va su cera d’api, fieno e frutta matura, bocca di buona struttura, sottotono.

Derthona Timorasso 2007 – Massa. Questo invece è ancora bello pimpante già dal colore, profumi più freschi di agrumi, erbe tagliate e bella mineralità, bocca verticale e di bella materia. Bella bottiglia.


Ho sperato nel miracolo stappando due gewurz d’antan, un Hofstatter 1983 morto e sepolto, e un von Elzenbaum 1987 (produttore di Termeno a me totalmente sconosciuto) che qual cosina da dire ce l’aveva ancora, albicocca e ancora un cenno di litchees e aromaticità, ma l’ossidazione incalzava, soprattutto in bocca… Sono passato quindi ad un più sicuro:

Sudtirol Eiscktaler Riesling Kaiton 2007 – Kuen Hof. Parte con tanta mineralità scura, quasi polvere da sparo, poi si acquieta su agrumi e fiori, bocca di bel equilibrio, senza sbavature. Grande riesling italiano, non c’è che dire, non sfigurerebbe sicuramente in una batteria di trocken.

Immagine
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
gmi1
Messaggi: 625
Iscritto il: 19 gen 2010 18:34

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda gmi1 » 11 feb 2014 09:31

Ziliovino ha scritto:Derthona Timorasso 2007 – Massa. Questo invece è ancora bello pimpante già dal colore, profumi più freschi di agrumi, erbe tagliate e bella mineralità, bocca verticale e di bella materia. Bella bottiglia.



Bevuto ieri sera il 2004, si specchia in tutto quello che dici, anche se devo dire che la materia era tanta, buonissima e perfettamente equilibrata. i 14,5 gradi alcolici non si facevano notare, anche se indubbiamente sono al limite 8) grande bianco a 10 anni dalla vendemmia sicuramente in una forma espressiva splendida, vino da 90 punti senza se e senza ma.
Avatar utente
puspo
Messaggi: 654
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda puspo » 11 feb 2014 10:20

Moscato Rosa Franza Haas 2007
Conosco poco questo vino, ma mi sembrava di ricordare un vino molto floreale.
Invece, inaspettatamente, mi trovo in primo piano un bel profumo di lime, mischiato ad un pochino di fruttini rossi.
In bocca è ancora bello. Pagato uno scherzo, è stato un buon acquisto. :D
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2789
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda Ludi » 11 feb 2014 20:05

Sabato, in visita da Biondi Santi, ho assaggiato da botte l'atto a Riserva 2013, il primo di Jacopo.
Debbo dire che sono rimasto impressionato dalla qualità: è un vino veramente splendido, suadente, di complessità caleidoscopica e di grande personalità. Stupisce solo (e non so se debba suonare come campanello d'allarme) la prontezza dei tannini, già piuttosto docili anche se certamente non scarsi. Perfetta senza riserve, invece, la freschezza, tipica dei vini di Biondi Santi.
Altri assaggi durante il weekend ilcinese: Salvioni 2006 (semplicemente fantastico), Il Marroneto 2007 (ottimo, una vera sorpresa) ed infine Le Potazzine Riserva 2006, che ho amato alla follia con la sua - perdonate l'ossimoro - giocosa austerità . Il loro rosso è scandalosamente goloso, da berne ad autocisterne....
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda paperofranco » 11 feb 2014 22:24

Rossese di Dolceacqua superiore "Posaù" 2012 Maccario Dringenberg.
Rubino pieno, senza cedimenti all'unghia, di media trasparenza e buona luminosità. Naso di piccoli frutti rossi e leggera sensazione vegetale di raspo in apertura, ma cresce all'aria arricchendosi di sfumature floreali. Bocca un po stretta e asciutta, tannino leggermente vinaccioloso che al momento non riesce a fondere come si deve. Questione di tempo?
La mia sensazione complessiva, da non conoscitore della tipologia, è di una certa asprezza di fondo. Non so come sia stata l'annata, ora vado a rileggermi il 3ad di poco tempo fa aperto per l'appunto dal sottoscritto. In ogni caso mi viene da pensare ad una maturazione non perfetta del frutto e un ché di incompiuto nell'affinamento.
Probabilmente mi sbaglio, ma è questa la mia impressione, e tutto sommato il vino non mi è dispiaciuto per quel suo carattere rustico, non banale.
Mike76
Messaggi: 1004
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda Mike76 » 11 feb 2014 22:54

paperofranco ha scritto:Rossese di Dolceacqua superiore "Posaù" 2012 Maccario Dringenberg.
... Questione di tempo?...


Secondo me si...per la mia limitatissima esperienza.
Mi ricordo del 2011 bevuto subito all'uscita e poi dopo quasi un anno.
Percepito all'inizio vinoso, semplice e rustico (e anche un filino sporchino), si è poi rivelato più complesso, con il profilo a metà strada tra il "marino" e il "boschivo"; sembrava di stare in pineta vicino al mare, con una sapidità di fondo che è unica (nel senso che non trova omologhi in altri vini, per lo meno quelli che ho bevuto).
Se ne hai altre bocce, ti consiglio di lasciarle lì...non vale la pena aprirle così giovani.
Il bello è che mi è capitato di parlarne con i produttori, tra cui Maccario, che invece mi dicevano che dopo 6 mesi è bello che pronto....mah...da bravi luguri, vorranno svuotare la cantina subito... :mrgreen:
aleman10
Messaggi: 91
Iscritto il: 09 ott 2013 07:32

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda aleman10 » 12 feb 2014 08:07

Pinot bianco Vorberg 2010 riserva

CHE FUORICLASSE! Un vino che mi ha fatto godere, sebbene aperto giovanissimo, dimostra la stoffa del vero campione. Note evidenti di Mela golden matura, erba, un tocco esotico,una sfumatura gessosa. In bocca è allo stesso tempo pieno e sinuoso, si allarga mostrando una bella presenza, molto ampia ma è capace nel finale di scivolare via in punta di piedi come una ballerina.Quanto sale poi! Grande acidità che bilancià una struttura importante, uno dei migliori bianchi italiani senza timore di smentita.
Ultima modifica di aleman10 il 12 feb 2014 09:23, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13014
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda Kalosartipos » 12 feb 2014 08:29

aleman10 ha scritto:Pinot Grigio Vorberg 2010 riserva

Grigio Vorberg? :shock:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
aleman10
Messaggi: 91
Iscritto il: 09 ott 2013 07:32

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda aleman10 » 12 feb 2014 09:24

Kalosartipos ha scritto:
aleman10 ha scritto:Pinot Grigio Vorberg 2010 riserva

Grigio Vorberg? :shock:


Si,vabbè dai è stato un lapsus mi sembra evidente, non ho scritto Nebbiolo. La faccina shockata addirittura... Ho corretto, così siamo tutti più sereni eh
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda paperofranco » 12 feb 2014 09:51

Mike76 ha scritto:
paperofranco ha scritto:Rossese di Dolceacqua superiore "Posaù" 2012 Maccario Dringenberg.
... Questione di tempo?...


Secondo me si...per la mia limitatissima esperienza.
Mi ricordo del 2011 bevuto subito all'uscita e poi dopo quasi un anno.
Percepito all'inizio vinoso, semplice e rustico (e anche un filino sporchino), si è poi rivelato più complesso, con il profilo a metà strada tra il "marino" e il "boschivo"; sembrava di stare in pineta vicino al mare, con una sapidità di fondo che è unica (nel senso che non trova omologhi in altri vini, per lo meno quelli che ho bevuto).
Se ne hai altre bocce, ti consiglio di lasciarle lì...non vale la pena aprirle così giovani.
Il bello è che mi è capitato di parlarne con i produttori, tra cui Maccario, che invece mi dicevano che dopo 6 mesi è bello che pronto....mah...da bravi luguri, vorranno svuotare la cantina subito... :mrgreen:


Non so Mike, la mia domanda era anche un po’ retorica. Secondo me, c’è un frutto un po’ acerbino, e non so quanto il tempo possa fare. Comunque è una bottiglia comprata ieri perché l’ho vista per la prima volta dal mio enotecario, ma non mi viene certo voglia di farne scorta. Come altre tipologie, ad esempio il dolcetto, compro ogni tanto(tanto) una boccia e me la bevo.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2789
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda Ludi » 12 feb 2014 10:32

Dimenticavo tra gli assaggi di citare Cerretalto 2007....mah! Concentrazione spaventosa, trama cioccolatosa e densa. Già mi piace poco l'annata, in più il produttore ci mette del suo. Not my cup of tea.
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: CHE BEVESSIMO A FEBBRAIO 2014

Messaggioda paperofranco » 12 feb 2014 10:41

Ludi ha scritto:Dimenticavo tra gli assaggi di citare Cerretalto 2007....mah! Concentrazione spaventosa, trama cioccolatosa e densa. Già mi piace poco l'annata, in più il produttore ci mette del suo. Not my cup of tea.


Quando un mio amico una sera di qualche anno fa, a cena, mi servì da boccia stagnolata il Tenuta Nuova 2001, chiedendomi ovviamente cosa fosse. Dopo un'attenta valutazione sparai: "......direi un merlot toscano, sicuramente Bolgheri, annata abbastanza ricca, forse un 2001. E' un Messorio?....." :lol: ....però l'annata l'avevo presa :mrgreen: .

Riallacciandomi al tuo primo post, devo risentire il Salvioni, perché ricordo che all'uscita non mi era piaciuto per niente.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: emigrato, samuele77, shingo tamai, supersonic76, teo777full e 10 ospiti