LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Messaggioda paperofranco » 31 gen 2014 22:14

Chianti Classico 2010 Poggerino.
Rubino pieno e luminoso, che preannuncia "freschezza". Naso delicatamente fruttato, fragrante, di lampone e ribes; freschezza anche gustativa, guizzante di acidità e sottile nel tannino. Vino di non particolare profondità e allungo, dopotutto stiamo parlando di un chianti base, ma non certo debole o sempliciotto, e dotato di un fascino tutto suo. Più lo bevo e più m'invita e m'intriga, da una parte con un ascendente borgognone che rimanda a Chambolle, dall'altra con una espressività e un senso di naturalezza che vanno a braccetto con una pulizia impeccabile. 14 gradi che filano via lisci lisci, e te ne accorgi solo quando leggi l'etichetta.
Un bel Chianti di Radda e oltre.
eno
Messaggi: 2145
Iscritto il: 08 giu 2007 23:58

Re: LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Messaggioda eno » 31 gen 2014 23:31

mattiave ha scritto:
Palma ha scritto:
mattiave ha scritto:Sassicaia 1998 :D :D :D :D :D :shock: :shock: prima volta che bevo quest'annata! Direi eccellente! Naso capolavoro, dalla macchia mediterranea al mirto.. frutta matura, nessuna nota di vino "calante" ma una maturità perfetta per goderlo appieno. Bocca entusiasmante, non di grandissima struttura ma di equilibrio eccellente, perfettamente in linea con il naso. Alla cieca non avrei mai detto Sassicaia, ma le bottiglie erano mie e quindi già lo sapevo :mrgreen:


Interessante, posso chiederti perché non avresti mai detto Sassicaia?


Recentemente ho bevuto la 1999, la 2000 e la 2009. In precedenza ho bevuto 5-6 altre annate. La 1999 e la 2000 avevano alcune caratteristiche che mi facevano pensare allo stesso produttore, pur in annata abbastanza diversa. La 2009 totalmente anomala, diversissima da tutti gli altri Sassicaia, anche se di giovani ne ho bevuti pochini.
Un paio di mesi fa avevamo fatto da Vinogodi una bella panoramica di Bolgheri (soprattutto) 1998, arrivando anche a scomodare Masseto, ma saltando il Sassi, che ho bevuto ieri. Da quello che ricordo da quel pranzo, se mi avessero detto "Bolgheri" avrei intuito l'annata 1998, ma non avrei detto Sassicaia perchè io tanta macchia, mirto, balsamicità e "perfezione" al naso dal Sassi non l'ho mai trovata, nemmeno nel 1997-1988 (1990 mai bevuto). Ripensando ai Sassi bevuti da me, a mio parere, il 1998 è nettamente il migliore. Non solo: se ripenso a Masseto, pur nella loro diversità soprattutto a livello di struttura/intensità al palato, secondo me il Sassi è superiore... e Masseto 1998 è stato il vincitore per molti, in quell'occasione!


Bevuti piu' volte Sassi 90-97-98, non c'e'storia, 98 sopra tutti
pensare che il 97sulla scia del clamore dell'annata e' valutato r ricercato di piu'....
alì65
Messaggi: 11551
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Messaggioda alì65 » 01 feb 2014 08:24

paperofranco ha scritto:Chianti Classico 2010 Poggerino.
Rubino pieno e luminoso, che preannuncia "freschezza". Naso delicatamente fruttato, fragrante, di lampone e ribes; freschezza anche gustativa, guizzante di acidità e sottile nel tannino. Vino di non particolare profondità e allungo, dopotutto stiamo parlando di un chianti base, ma non certo debole o sempliciotto, e dotato di un fascino tutto suo. Più lo bevo e più m'invita e m'intriga, da una parte con un ascendente borgognone che rimanda a Chambolle, dall'altra con una espressività e un senso di naturalezza che vanno a braccetto con una pulizia impeccabile. 14 gradi che filano via lisci lisci, e te ne accorgi solo quando leggi l'etichetta.
Un bel Chianti di Radda e oltre.


la smetti di bere Chianti che poi ti fa male!!!! :mrgreen:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
Spectator
Messaggi: 3740
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Messaggioda Spectator » 01 feb 2014 13:17

..Pian dei Guardi 2008,Fattoria il lago. Sangiovese 100% ,prodotto in quel di Dicomano/Fi. Rosso rubino con bordi lievemente aranciati ;al naso ,frutta matura..con molta ciliegia , fiori di campo e qualche spezia ; l'assaggio e' di impatto piacevole, l'alcol,nei primi minuti si sente, ma e' ben bilanciato da una piu' che' discreta acidita' , buona la persistenza per un vino nn particolarmente complesso ; alla fine della bottiglia ,si e' dimostrato un buon vinello ,garbato e di piacevole compagnia ; se nn costasse quasi 18euri , si potrebbe pensare anche di ricomprarlo!
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Messaggioda paperofranco » 01 feb 2014 13:57

alì65 ha scritto:
paperofranco ha scritto:Chianti Classico 2010 Poggerino.
Rubino pieno e luminoso, che preannuncia "freschezza". Naso delicatamente fruttato, fragrante, di lampone e ribes; freschezza anche gustativa, guizzante di acidità e sottile nel tannino. Vino di non particolare profondità e allungo, dopotutto stiamo parlando di un chianti base, ma non certo debole o sempliciotto, e dotato di un fascino tutto suo. Più lo bevo e più m'invita e m'intriga, da una parte con un ascendente borgognone che rimanda a Chambolle, dall'altra con una espressività e un senso di naturalezza che vanno a braccetto con una pulizia impeccabile. 14 gradi che filano via lisci lisci, e te ne accorgi solo quando leggi l'etichetta.
Un bel Chianti di Radda e oltre.


la smetti di bere Chianti che poi ti fa male!!!! :mrgreen:


Se ne beve sempre troppo poco di sangiovese, dammi retta :mrgreen: .
Sto ripercorrendo vecchi passi, anche dove avevo sorvolato, e devo dire che trovo piacevoli sorprese, come questa. Non è un vino da cercare per mari e per monti, ma se ci passi davanti vale la pena concedergli un bicchiere :wink: .
Avatar utente
vinicio
Messaggi: 1230
Iscritto il: 08 mag 2009 23:44

Re: LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Messaggioda vinicio » 22 feb 2014 11:14

Immagine
Agli stupidi non capita mai di pensare che il merito e la buona sorte sono strettamente correlati.
Avatar utente
Teddy
Messaggi: 1255
Iscritto il: 08 ago 2008 21:42

Re: LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Messaggioda Teddy » 22 feb 2014 12:55

Assaggiati in anteprima i barolo cru 2010 di Vietti: :shock:
Lo stile della casa prevede malolattica in barrique e seconda parte dell'affinamento in legno grande. Insommma "moderno con giudizio".

Brunate: profilo chiaro e solare, di gran finezza. Molto teso e compatto in bocca. Il mio preferito.
Lazzarito: più ampio e complesso del precedente, però più cupo aromaticamente. Molto bello.
Rocche: decisamente più chiuso degli altri, non vuole proprio concedersi. Lascia intuire cose molto belle, molto fine al naso, è il piu' scomposto in bocca
Ravera: cru di Novello che da anni non era imbottigliato separatamente. E' buonissimo pure questo, lo colloco aromaticamente a metà tra i primi due.
I 100 punti di Antonio Galloni mi sembrano tantini e continuo a preferire il brunate, comunque grandissima batteria.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 12950
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Messaggioda Kalosartipos » 22 feb 2014 13:39

Avete toppato thread mensile?
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Teddy
Messaggi: 1255
Iscritto il: 08 ago 2008 21:42

Re: LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Messaggioda Teddy » 22 feb 2014 13:42

Kalosartipos ha scritto:Avete toppato thread mensile?


Io certamente si :oops:
Ziliovino
Messaggi: 3112
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE STAPPATURE DI GENNAIO 2014

Messaggioda Ziliovino » 22 feb 2014 14:48

vinicio ha scritto:Immagine


Due note su Porro mi interesserebbero, grazie.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alberto, Biavo, cskdv, ORSO85 e 1 ospite