CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1463
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda hansen » 13 nov 2013 12:51

Wineduck ha scritto:
sbrega ha scritto:
hansen ha scritto:si il Faro è stato aperto alla fine per chiudere in modo diginotoso una serata bellissima dedicata ai cersasuoli di Valentini (79 e 88 strepitosi) quel Percarlo 2004 era francamente inbevibile sembrava di mettere il naso dentro un negozio di vernici lacche e tempere per poi passare ad una cassetta di legno con frutta matura pesta sulla via del marciume :evil: in bocca pesante come un pugno di tyson dei tempi buoni
...chi ha detto che il 2004 è un buon vino? :shock:


un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova...

Manca poco ...


Manca poco a cosa?
A capire che in questo momento non è un vino da aprire?
Quando si dice che certi Barolo devono essere aperti dopo 10 anni dalla vendemmia, che vanno in "chiusura", ecc. va tutto bene, nessuno batte ciglio. Se invece questo accade su Percarlo, apriti cielo... 8)
Siete più faziosi della Santanchè e di Sgarbi messi assieme. hansen in particolare è il "Capezzone" del forum, e sbrega si sta trasformando (mi domando perchè, lo ricordavo diverso) nel Pippo Franco delle migliori stagioni al Bagaglino...
Speriamo che il video sia una vera sferzata di satira perchè per adesso siete scaduti nella peggiore macchietta...


sentirsi dare del fazioso da te quello si che è puro cabaret :D di basso livello ma è pur sempre cabaret
ZEL WINE
Messaggi: 7302
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda ZEL WINE » 13 nov 2013 12:53

mofise ha scritto:Domanda sempre al netto di polemica e solo per capire. Che significato ha avuto stappare un Percarlo dopo una verticale di cerasuolo di valentini?
E' stato uno stappare sulla scia di quanto detto sull'altro topic?
Se così fosse... Non era forse molto meglio organizzare una serata stappando soltanto quel vino, a papille vergini , senza condizionamenti palatali e aromatici (normali dopo aver bevuto vini così all'opposto), per fare un giusto, reale approfondimento ?


Sempre al netto di polemica solo per capire. Sei serio o ci vuoi perculare?
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4227
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Wineduck » 13 nov 2013 13:00

hansen ha scritto:sentirsi dare del fazioso da te quello si che è puro cabaret :D di basso livello ma è pur sempre cabaret


Immagine

.. uguale, uguale... stesse parole che dice a chi lo attacca! ... Sei un suo follower su twitter?
"Sperare è rischiare di essere delusi. Provare è rischiare di fallire. Rischiare è una necessità. Solo chi osa rischiare è veramente libero."
A. Merini


follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
mofise
Messaggi: 7929
Iscritto il: 06 giu 2007 16:49

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda mofise » 13 nov 2013 13:01

ZEL WINE ha scritto:
mofise ha scritto:Domanda sempre al netto di polemica e solo per capire. Che significato ha avuto stappare un Percarlo dopo una verticale di cerasuolo di valentini?
E' stato uno stappare sulla scia di quanto detto sull'altro topic?
Se così fosse... Non era forse molto meglio organizzare una serata stappando soltanto quel vino, a papille vergini , senza condizionamenti palatali e aromatici (normali dopo aver bevuto vini così all'opposto), per fare un giusto, reale approfondimento ?


Sempre al netto di polemica solo per capire. Sei serio o ci vuoi perculare?

Scusa Massimo. Io non voglio perculare nessuno, mai. E' un mio difetto, prendo sempre tutto, troppo sul serio, anche me stesso. Scusami se ti sei sentito offeso/attaccato dalla mia domanda. Non era mia intenzione.
Dalla ricezione del pagamento impieghiamo pochissimo tempo! I vini partono il martedì e il mercoledì con corriere espresso 24 H.
VIENE SEMPRE EMESSO SCONTRINO FISCALE O FATTURA.
PER INFO CEL ( ANCHE VIA WA ) 3773833030 Diego
Avatar utente
Geo
Messaggi: 1593
Iscritto il: 06 giu 2007 20:32
Località: Provincia di Modena

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Geo » 13 nov 2013 13:02

de magistris ha scritto:
Sydney ha scritto:
sbrega ha scritto:
mi sa... ragazzi... che vi piazzerò un video!



Vai, non vedo l'ora!!! :lol:


dai, sbrega, non ne possiamo più di aspettare...


Dai su che voglio ridere di gusto...più di quanto non faccia già... :mrgreen: :mrgreen:
Posso resistere a tutto tranne che alle tentazioni
ZEL WINE
Messaggi: 7302
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda ZEL WINE » 13 nov 2013 13:20

mofise ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
mofise ha scritto:Domanda sempre al netto di polemica e solo per capire. Che significato ha avuto stappare un Percarlo dopo una verticale di cerasuolo di valentini?
E' stato uno stappare sulla scia di quanto detto sull'altro topic?
Se così fosse... Non era forse molto meglio organizzare una serata stappando soltanto quel vino, a papille vergini , senza condizionamenti palatali e aromatici (normali dopo aver bevuto vini così all'opposto), per fare un giusto, reale approfondimento ?


Sempre al netto di polemica solo per capire. Sei serio o ci vuoi perculare?

Scusa Massimo. Io non voglio perculare nessuno, mai. E' un mio difetto, prendo sempre tutto, troppo sul serio, anche me stesso. Scusami se ti sei sentito offeso/attaccato dalla mia domanda. Non era mia intenzione.


Scusami tu! ma credo che questa storia del "Percarlo" debba finire sta prendendo una piega sinceramente insopportabile.
Io sono stra convinto della tua passione e della tua schiettezza intelettuale su questo e altri vini che ti appassionano, ma qui si sta travalicando in maniera decisamente abnorme quello che e' e deve essere una semplice passione. Inoltre questo marcare continuamente la discussione non porta giovamento a nessuno, tantomeno al vino cosi' "amato" e apprezzato.
Il percarlo ieri sera l'ho voluto assaggiare io, perche' mi piace parlare dei vini che bevo. Il mio intento era ed e' disincantato, se il vino fosse stato nelle mie corde sarei stato felice anche' perche' lo abbiamo pagato, cosi' non e' stato.Ma questo non e' il problema!!
Credo che su un forum tematico di appassionati, che ambisce ad essere una piattaforma di riferimento sul verbo vinicolo, occorra una maggior predisposizione al contradittorio ma soprattutto UN MAGGIOR RISPETTO DELL'INTERLOCUTORE CHE QUEL VINO L'HA BEVUTO e valuta, magari civilmente, quella determinata bottiglia.
Se non si parte da questo presupposto un forum muore. Non se ne puo' piu' di questo muro contro muro su determinati vini. Occorre accettare che certe BOTTIGLIE possano non piacere al netto di menate quali aperture,tappi,solstizi,lune,cazzi e mazzi....
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
mattiave
Messaggi: 1072
Iscritto il: 25 set 2011 12:41

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda mattiave » 13 nov 2013 13:22

Quasi quasi mi è venuta voglia di andare su offerte e cercare un Percarlo 2004 per togliermi la curiosità :mrgreen: :mrgreen:
ZEL WINE
Messaggi: 7302
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda ZEL WINE » 13 nov 2013 13:31

... in ultimo, credo, che il percarlo non debba arrogarsi la necessita' di essere valutato diversamente da tutti gli altri vini. Ieri sera lo si' e' bevuto dopo dei Valentini, prima di un faro palari e non riesco veramente a capire dove sta il problema. Da qui il mio dubbio sulla perculata.
Settimane fa abbiamo bevuto un trebbiano di ...... che puzzava come il peggior pollaio al mondo prima di RC, Leroy,Roumier ma i vini e i nostri palati non ne hanno risentito,credo.
Certo poteva essere stappato prima, aspettato coccolato tutto quello che vuoi ma credo che l'approccio dei beventi sia stato intelettualmente onesto, civilmente apprezzabile, e nel mio caso sarei stato proprio contento di trovare un grande vino.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda gabriele succi » 13 nov 2013 14:37

Mi spiegate una cosa però:
se uno stronca ad esempio il Flaccianello o Salvioni (cosa che è successa più di una volta su questi schermi)...perchè non si aprono i cancelli dell'inferno???
Perchè se si stroncano Gaja, Es, Kurni, Percarlo, salta sempre su qualcuno inviperito evvai di pagine e pagine di teatrino???
Perchè?

mah...
boh...

L'è tròpp difézzil...
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
ZEL WINE
Messaggi: 7302
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda ZEL WINE » 13 nov 2013 14:48

gabriele succi ha scritto:Mi spiegate una cosa però:
se uno stronca ad esempio il Flaccianello o Salvioni (cosa che è successa più di una volta su questi schermi)...perchè non si aprono i cancelli dell'inferno???
Perchè se si stroncano Gaja, Es, Kurni, Percarlo, salta sempre su qualcuno inviperito evvai di pagine e pagine di teatrino???
Perchè?

mah...
boh...

L'è tròpp difézzil...


Perche' troppo spesso si confonde l'etichetta della bottiglia con la propria carta identita' da degustatore.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
Sydney
Messaggi: 5926
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: Venezia

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Sydney » 13 nov 2013 15:22

ZEL WINE ha scritto:
gabriele succi ha scritto:Mi spiegate una cosa però:
se uno stronca ad esempio il Flaccianello o Salvioni (cosa che è successa più di una volta su questi schermi)...perchè non si aprono i cancelli dell'inferno???
Perchè se si stroncano Gaja, Es, Kurni, Percarlo, salta sempre su qualcuno inviperito evvai di pagine e pagine di teatrino???
Perchè?

mah...
boh...

L'è tròpp difézzil...


Perche' troppo spesso si confonde l'etichetta della bottiglia con la propria carta identita' da degustatore.


Esatto, a volte ho l'impressione che parlar male (o non bene) di un vino voglia dire delegittimare un degustatore.

Bisognerebbe fare la tessera dal tifoso anche per i vini..... :mrgreen:
Avatar utente
marcolandia
Messaggi: 4388
Iscritto il: 06 giu 2007 12:30
Località: Milano
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda marcolandia » 13 nov 2013 15:28

gabriele succi ha scritto:Mi spiegate una cosa però:
se uno stronca ad esempio il Flaccianello o Salvioni (cosa che è successa più di una volta su questi schermi)...perchè non si aprono i cancelli dell'inferno???
Perchè se si stroncano Gaja, Es, Kurni, Percarlo, salta sempre su qualcuno inviperito evvai di pagine e pagine di teatrino???
Perchè?

mah...
boh...

L'è tròpp difézzil...


E' un mistero, me lo chiedo anch'io. Tra l'altro sono convinto che il produttore stesso del vino in questione, potesse o volesse partecipare alla discussione, avrebbe un approccio diverso e più costruttivo, prenderebbe le nostre "critiche" come uno spunto per capire e consigliare. Almeno, io se fossi un produttore farei così.
Invece si creano tifoserie, e non appena si toccano certi vini si passa subito ad essere giudicati come quelli che non capiscono nulla. E' una distorsione a mio avviso malata del forum, la morte dello stesso.
Ma che vi torna in tasca con questo atteggiamento?
Marco Grossi
Jó bornak nem kell cégér.

Adoss!!!!!
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda vignadelmar » 13 nov 2013 15:32

marcolandia ha scritto:
Ma che vi torna in tasca con questo atteggiamento?


Immagine


Aggiungo che questa caccia alle streghe svolta in senso unidirezionale è negli effetti paritaria a quella che si sta denunciando.

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4227
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Wineduck » 13 nov 2013 15:38

gabriele succi ha scritto:Mi spiegate una cosa però:
se uno stronca ad esempio il Flaccianello o Salvioni (cosa che è successa più di una volta su questi schermi)...perchè non si aprono i cancelli dell'inferno???
Perchè se si stroncano Gaja, Es, Kurni, Percarlo, salta sempre su qualcuno inviperito evvai di pagine e pagine di teatrino???
Perchè?

mah...
boh...

L'è tròpp difézzil...



Risposta semplice: perchè non sono dei fuoriclasse e non se li impippa nessuno. Non sono vini capaci di far scattare l'emozione, la passione e l'innamoramento. Questione di classe innata.
Io non ho mai nascosto la mia passione viscerale per il Percarlo e mai lo farò. Eppure sono intellettualmente onesto (nel thread incriminato ho criticato pesantemente una bottiglia di 2007, mentre la bevevo) e non confondo mai l'etichetta con la singola bottiglia. Cosa che invece fa un manipolo di soggetti che cerca la rissa proprio criticando il vino in sè e non la bottiglia.
Che adesso si voglia fare tutta una fascina e dare la colpa solo ad una parte, mi sembra proprio disgustoso.
In passato ho difeso Massolino, Oasi degli Angeli, G. Mascarello e Gianfranco Fino anche se non amo particolarmente quei vini: quindi, di cosa stiamo parlando?
Io lo so: dell'enosnobbismo e della tendenza (maniacale quindi patologica) a sentirsi dei piccoli R. Paker J. ogni volta che si ha un bicchiere davanti.
Qualcuno soffre di questa sindrome (è sotto gli occhi di tutti) e si dovrebbe far curare.
Su questo forum queste patologie non diventeranno mai dominanti ed accettate come normali. Punto.
"Sperare è rischiare di essere delusi. Provare è rischiare di fallire. Rischiare è una necessità. Solo chi osa rischiare è veramente libero."
A. Merini


follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
Avatar utente
esorciccio79
Messaggi: 6587
Iscritto il: 06 giu 2007 22:11

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda esorciccio79 » 13 nov 2013 15:39

Sydney ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
gabriele succi ha scritto:Mi spiegate una cosa però:
se uno stronca ad esempio il Flaccianello o Salvioni (cosa che è successa più di una volta su questi schermi)...perchè non si aprono i cancelli dell'inferno???
Perchè se si stroncano Gaja, Es, Kurni, Percarlo, salta sempre su qualcuno inviperito evvai di pagine e pagine di teatrino???
Perchè?

mah...
boh...

L'è tròpp difézzil...


Perche' troppo spesso si confonde l'etichetta della bottiglia con la propria carta identita' da degustatore.


Esatto, a volte ho l'impressione che parlar male (o non bene) di un vino voglia dire delegittimare un degustatore.

Bisognerebbe fare la tessera dal tifoso anche per i vini..... :mrgreen:


a sto punto applichiamo pure il DASPO a certe schede di degustazione :lol:
"Siamo tutti mortali fino al primo bacio e al secondo bicchiere di vino"(E.Galeano)
Avatar utente
mbrown
Messaggi: 4422
Iscritto il: 06 giu 2007 11:01
Località: Modena

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda mbrown » 13 nov 2013 16:01

Fantastico, questa discussione è talmente surrealista che Dalì sarebbe orgoglioso di alcune risposte, che valgono come le veneri coi cassetti o gli orologi molli. A volte mi chiedo perchè partecipo sempre meno al forum, poi leggo certi 3d e certe risposte e capisco immediatamente il perchè.
Forse ho sbagliato a giudicare Stromberg. Un uomo che beve Dom Perignon del '52 non può essere cattivo. (Bond)
Io nella guida dell'Emilia a 'sto Masseto gli dò 84!
vinogodi
Messaggi: 28915
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda vinogodi » 13 nov 2013 16:31

...ieri sera, bella serata di "autoctoni" con un pò di "dintorni" per ravvivare la serata. Tutti alla cieca, non per la gara dell'indovino, quanto per concentrarsi sulle caratteristiche salienti di questi vini, in batterie da tre.Cosa. Se c'ha voglia Endrya, posta le foto, altrimenti immaginate l'etichette, il più dele volte sconosciute ai forumisti, ma che abbondano sul web o sulle guide:
- APERITIVO: Champagne Boucher Brut Réserve : non è autoctono ma chissenefrega...lo Champagne d'apertura è d'obbligo: denso e ricco, forse troppo. Acidità sferzante (plus) colore carichissimo, sapori di pan brioche ripiena di crema chantilly . Non un sorso facile ma assai meditativo. Sembra pesante subito, poi la bocca rimedia a tutto e finisce in un amen ... :D :D :D

PRIMA BATTERIA :
- Verdicchio Collestefano 2012 ... bello sapido, freschissimo, profumato seppur non esplosivo. Rimane 'na gran bevibilità senza meno ... punto. E' piaciuta anche ad Endrya :shock: ... tanto che gli asini non hanno volato ma qualcuno dei presenti giura che l'Angiol D'Or (statua simbolo che domina il capolavoro dell'Antelami) sulla sommità del Duomo stava ballando la tarantella:D :D :D :D
- Chablis Premier Cru Fourchome 2009 Duplessis (ringer): ennesimo piccolo attentato alla sobrietà , da ingollarsi senza ritegno. Minerale, conchiglioso, tagliente, beverino. Per Endrya il miglior bianco della serata... un pò scontato, questo giudizio era dato daggli allibratori 1 : 277 :D :D :D :D
- Trebbiano Valentini 2005 : fra i migliori bianchi italiani dell'anno, verde di colore, naso pirico, bocca assassina. L'unico ad avere dubbi è Endrya, che si gratta tutte le volte che sente il nome di Valentini per eritemi indotti. Dopo la bevuta, pur ammettendo di trovarsi di fronte a grande boccia, aveva tutta la pelle piena di macchie... :D :D :D :D

SECONDA BATTERIA :
- Barbera D'Alba Cascina Fancia 2008 Conterno: solita monumentale Barbera , anzi , "LA BARBERA" . Nebbioleggiava senza ritegno anche se causava grande delusione in Endrya in quanto " se non c'è anguria non c'è Conterno" ... :D :D :D :D
- Terra di Lavoro Galardi 2003 : grosso e sempre lui, manca un pò di finezza e di precisione . Non ricordo il giudizio di Endrya , ma a Parker piace , quindi vediamo di farcelo piacere . PS: il finale amarognolo e di terra umida,tipico, in questo caso non era così accentuato ma c'era, rendendolo riconoscibilissimo. :D :D :)
- Primitivo di Manduria Riserva 2010 Masseria Jorche ... tappata la prima boccia, OK la seconda. Ricchissimo di struttura e materia, rotondo e vigoroso. La vena abboccata c'era e lo rendeva più vino da meditazione, in questa fase. Da aspettare almeno un lustro. Per Endrya marmellatoso e grasso ... insomma , da imporgli una dieta ferrea... :D :D :D

TERZA BATTERIA :
- Brunello di Montalcino 2006 Le Chiuse : giovane e baldanzoso, materia sontuosa, grande espressività territoriale. Un Brunello di razza: :D :D :D :)
- Barolo Riserva Vigna Rionda Massolino 2000 : anomalo per suadenza e arrotondamento della trama tannico. Pronto, godibile e finalmente un Vigna Rionda da bere golosamente . MI ricorda la 1997, l'analogia è evidente: :D :D :D :D
- Valpolicella Classico 2004 Quintarelli : affascinante, esotico, profondo e stratificato. Libidine pura e vino della serata. :D :D :D :D :)

PRIMO FINALE : Amarone classico "Piassaron" Laverini... clasico davvero, lineare, di bellissima espressività. M'è piaciuto davvero tanto e monta la voglia di strafogarmi di Amarone , date le temperature in picchiata ... sposalizio con il Parmigiano d'amore vero. :D :D :D :D

FINALE VERO : MOscato d'Asti Caudrina ... veramente buono... :D :D :D :)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 28915
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda vinogodi » 13 nov 2013 16:47

mbrown ha scritto:Fantastico, questa discussione è talmente surrealista che Dalì sarebbe orgoglioso di alcune risposte, che valgono come le veneri coi cassetti o gli orologi molli. A volte mi chiedo perchè partecipo sempre meno al forum, poi leggo certi 3d e certe risposte e capisco immediatamente il perchè.
... il forum va vissuto attivamente, non solo da semplice lettore o spettatore. Quindi inizia a litigare pure tu per una migliore integrazione e vedrai che ti sentirai come a casa... 8) terun d'un modenés ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
@ndre@
Messaggi: 2117
Iscritto il: 17 nov 2008 14:58
Località: Parma (petite capital) ora in fase rinascimentale

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda @ndre@ » 13 nov 2013 17:00

vinogodi ha scritto:...ieri sera, bella serata di "autoctoni" con un pò di "dintorni" per ravvivare la serata. Tutti alla cieca, non per la gara dell'indovino, quanto per concentrarsi sulle caratteristiche salienti di questi vini, in batterie da tre.Cosa. Se c'ha voglia Endrya, posta le foto,


Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
L'è méj al vén sénsa bicér, che al bicér sénsa vén
Avatar utente
mbrown
Messaggi: 4422
Iscritto il: 06 giu 2007 11:01
Località: Modena

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda mbrown » 13 nov 2013 17:04

vinogodi ha scritto:
mbrown ha scritto:Fantastico, questa discussione è talmente surrealista che Dalì sarebbe orgoglioso di alcune risposte, che valgono come le veneri coi cassetti o gli orologi molli. A volte mi chiedo perchè partecipo sempre meno al forum, poi leggo certi 3d e certe risposte e capisco immediatamente il perchè.
... il forum va vissuto attivamente, non solo da semplice lettore o spettatore. Quindi inizia a litigare pure tu per una migliore integrazione e vedrai che ti sentirai come a casa... 8) terun d'un modenés ...

Non mi pare proprio il caso, visto che sono in Ramadan a causa degli esame del sangue e quindi piuttosto incazzoso! :twisted:
Forse ho sbagliato a giudicare Stromberg. Un uomo che beve Dom Perignon del '52 non può essere cattivo. (Bond)
Io nella guida dell'Emilia a 'sto Masseto gli dò 84!
Avatar utente
marcolandia
Messaggi: 4388
Iscritto il: 06 giu 2007 12:30
Località: Milano
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda marcolandia » 13 nov 2013 17:47

vinogodi ha scritto:- Verdicchio Collestefano 2012 ... bello sapido, freschissimo, profumato seppur non esplosivo. Rimane 'na gran bevibilità senza meno ... punto. E' piaciuta anche ad Endrya :shock: ... tanto che gli asini non hanno volato ma qualcuno dei presenti giura che l'Angiol D'Or (statua simbolo che domina il capolavoro dell'Antelami) sulla sommità del Duomo stava ballando la tarantella:D :D :D :D


Ciao Marco,

veramente vi è piaciuto così tanto? Io l'ho trovato un po' più fiacco e sbragato rispetto alla 2010 o 2006.
Marco Grossi
Jó bornak nem kell cégér.

Adoss!!!!!
Avatar utente
@ndre@
Messaggi: 2117
Iscritto il: 17 nov 2008 14:58
Località: Parma (petite capital) ora in fase rinascimentale

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda @ndre@ » 13 nov 2013 17:58

marcolandia ha scritto:
vinogodi ha scritto:- Verdicchio Collestefano 2012 ... bello sapido, freschissimo, profumato seppur non esplosivo. Rimane 'na gran bevibilità senza meno ... punto. E' piaciuta anche ad Endrya :shock: ... tanto che gli asini non hanno volato ma qualcuno dei presenti giura che l'Angiol D'Or (statua simbolo che domina il capolavoro dell'Antelami) sulla sommità del Duomo stava ballando la tarantella:D :D :D :D


Ciao Marco,

veramente vi è piaciuto così tanto? Io l'ho trovato un po' più fiacco e sbragato rispetto alla 2010 o 2006.

se vuoi rispondo io :-D
tanto magari no,una buona sapidità,forse non limososo come pensavo data la giovinezza,aveva gia note "idrocarburiche" però se lo pensiamo come Q/P è un vino interessante.
L'è méj al vén sénsa bicér, che al bicér sénsa vén
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 5212
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Andyele » 13 nov 2013 19:06

Barbera Cascina Fancia 2010 Conterno: molto buona. Il naso non è così espressivo essendo ancora giovanissimo e piuttosto compresso. In bocca invece mette in mostra una grande acidità che mixata ad un altrettanto grande sapidità e succosità determina una beva veramente soddisfacente e goduriosa nonostante l'alcol ogni tanto venga un po' fuori.
vinogodi
Messaggi: 28915
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda vinogodi » 13 nov 2013 21:26

marcolandia ha scritto:
vinogodi ha scritto:- Verdicchio Collestefano 2012 ... bello sapido, freschissimo, profumato seppur non esplosivo. Rimane 'na gran bevibilità senza meno ... punto. E' piaciuta anche ad Endrya :shock: ... tanto che gli asini non hanno volato ma qualcuno dei presenti giura che l'Angiol D'Or (statua simbolo che domina il capolavoro dell'Antelami) sulla sommità del Duomo stava ballando la tarantella:D :D :D :D


Ciao Marco,

veramente vi è piaciuto così tanto? Io l'ho trovato un po' più fiacco e sbragato rispetto alla 2010 o 2006.
...ha risposto quell'incontentabile di Endrya. Non è una versione storica, ma l'ho trovato più che soddisfacente. E' un bicchiere che si beve a pasto sempre volentieri: inoltre ha una sapidità che lo rende subito intellegibile, e per uno che non capisce un cazzo di vino come me mi fa sentire a mio agio... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2221
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda gianni femminella » 13 nov 2013 21:53

piergi ha scritto:
Tenores 07- Dettori
Prima volta che mi approccio a questo vino. Mentre scrivo, così di getto ancora non so' dove andrò a parare, tanto che l'assaggio mi pare spiazzante.
Spiazzante a partire dal colore, granato scarico e opaco, da' l'idea di un vino spento. Il naso contraddice immediatamente, profumi che una volta evaporata la nota pungente della CO2 riconducono a note minerali cupe ma al contempo vive e cangianti, la grafite sposata alla garrigue, un viaggio fra Gioia del colle e Aix en provence. In bocca torna la sensazione di smarrimento....il vino pare delicato e sussurrante, con note di viola e pesca bianca che cazzottano con una noterella di "pungente" in punta di lingua.
Vino cerebrale e sanguigno al contempo, da bere per ore (con moderazione) per apprezzare le sfumature.


Sono andato a cercare qualche intervento passato e mi è piaciuto questo di Piergi che risale alla primavera scorsa. E meno male perché così mi sento meno solo nel non venire a capo, per ora, di questo vino ( annata 2009 nel mio caso ).

to be continue

Grazie a Piergi per il bell'intervento

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: cru, gpetrus, Kalosartipos, littlewood, md78d, Nexus1990, ripamare e 13 ospiti