CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13242
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Kalosartipos » 01 nov 2013 07:11

Thé al limone, per ora.. ma penso che novembre sarà zeppo di belle bottiglie :mrgreen:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
barone79
Messaggi: 3396
Iscritto il: 04 gen 2008 03:22
Località: arezzo/perugia

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda barone79 » 01 nov 2013 15:28

Kalosartipos ha scritto:Thé al limone, per ora.. ma penso che novembre sarà zeppo di belle bottiglie :mrgreen:


cartellino giallo...sei recidivo con questo the di apertura bevute mensili!!! :mrgreen:
barone79
Messaggi: 3396
Iscritto il: 04 gen 2008 03:22
Località: arezzo/perugia

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda barone79 » 01 nov 2013 15:31

barbaresco rizzi 2007
profumato,solare, comunicativo,borgognogne nei profumi ma deciso nei sapori....
evaporata la bottiglia in un amen
best buy,grazie ezio mofise :D
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda davidef » 01 nov 2013 15:32

Immagine

Immagine

matrimonio perfetto tra gnocchi di ricotta con ragù di cortile e Chablis....gran bicchiere pronto ma prospetticamente lungo




....avevo sbagliato mese...alla fine ho aperto io quindi visto che Kalos non ha proposto alcuna soluzione idroalcolica valida per il 3D
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 5214
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Andyele » 01 nov 2013 16:55

Oggi a pranzo un vino che ho decretato "vorrei avere ogni giorno sulla mia tavola". Gulfi Nerobufaleffj 2004.
Che vino bellissimo, solare. Naso affascinante che varia dai fruttini, alle radici, al balsamico, alle spezie; ma dove spicca il volo è in bocca con una tessitura elegante e baldanzosa, non c'è il calore che ci si potrebbe aspettare, il legno è ben integrato, c'è tensione ma tutto ben incesellato in una rassicurante e non stucchevole dolcezza. La bevibilità è splendida con la giusta acidità ad equilibrare tutto il quadro. Abbondantemente over 90.
Patatasd
Messaggi: 668
Iscritto il: 23 lug 2012 11:17

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Patatasd » 01 nov 2013 17:03

Gravner, Breg 1997
Al naso le note varietali del Sauvignon sono predominanti, il frutto è ancora vivissimo, colore aranciato abbastanza torbido.
L'acidità è bella presente, non diresti che ha 16 anni, sopratutto considerando che è del '97.
Bella lunghezza ed evoluzione in bocca, al primo sorso mi è venuto un brivido lungo la schiena per l'emozione.
Gran bel bicchiere, forse un pò troppo sauvignoneggiante ma è il primo Breg che bevo e non ho quindi un metro di paragone.
Avatar utente
george7179
Messaggi: 2005
Iscritto il: 05 feb 2011 21:32
Località: Reggio Emilia

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda george7179 » 01 nov 2013 18:22

Champagne... tanto tanto! :D

Oggi 4 cantine!

Brochet-Hervieux
Jacques Busin (parte delle uve di pinot nero le vende a Krug)
Patrick Soutiran (ambonnay)
Driant-Valentin

Tutti vini molto interessanti e dal buon rapporto qualità prezzo... ovviamente qui in cantina.

Li consiglio a chi volesse fare un giretto da queste parti!
#23# "The best there ever was, the best there ever will be" #23#
Sincero
Messaggi: 156
Iscritto il: 01 gen 2013 15:15

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Sincero » 01 nov 2013 18:50

oggi con una linguina di vongole e gamberetti, bevuto questo:

Immagine

100% coda di volpe
Sincero
Messaggi: 156
Iscritto il: 01 gen 2013 15:15

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Sincero » 01 nov 2013 19:01

mentre con un pò di pasticceria secca, bevuto questo:

Immagine

vinsanto Melini occhio di pernice 96
piergi
Messaggi: 2252
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda piergi » 01 nov 2013 20:20

D'angelo- aglianico del vulture riserva Vigna caselle 2006
Il naso parte chiuso, quasi ritroso. A stento emergono note di ribes, fragola matura, arancia sanguinella, e in sottofondo una leggera sensazione balsamica. Il bocca il sorso è pieno e rimanda da un lato a note di arancia rossa,menta, origano, dall'altro a sensazioni più minerali come di legna bruciata.
Tannino e acidità adeguati ad un aglianico "old style".
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda paperofranco » 01 nov 2013 22:10

Stasera, con roast-beef e cappelle di porcini di mezz'età in teglia, avevo voglia di qualcosa di serio.

Barbaresco Montestefano 2004 Rivella.
Colore paradigmatico. Il profumo è quello del nebbiolo di alta classe, o almeno quello che io considero tale, con un paio di caratteristiche che spesso ho riscontrato nei miei preferiti: sfumature floreali pregevoli(rosa) e una sottile vena agrumata attraverso(scorza d'arancia); un'evoluzione olfattiva a ritroso della rosa, che in questo caso parte macerata e torna fresca. Avvincente lo sviluppo al palato, con tannini cesellati ed un finale che colpisce in profondità, lungo, succoso, e ricamato di finissimo sale in chiusura.
Uno di quei casi mirabili in cui la severità tipica di questo bellissimo cru(a mio avviso il più baroleggiante di tutti), viene filtrata con il fruttato indolente di quest'annata benedetta, e il risultato è superbo.
Per me, un grande vino, punto e basta.

Come ho già fatto per la riserva 2006 di Valdellecorti, lancio un'OPA "amichevole" su eventuali bottiglie in possesso di forumisti che per qualche motivo volessero cederle. Non scherzo e pago bene(senza esagerare però :mrgreen: ). Grazie.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8024
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda zampaflex » 01 nov 2013 23:14

Ronchi di Cialla - Schioppettino 2007 :D :D :D :D

Quando l'ho aperto l'altra sera, conoscendolo zero, al di là del profilo molto vegetale (pepe, peperone, geranio, qualche fiore) mi ha incuriosito il passo, da vecchio signore elegante della provincia di una volta, quasi inglese, ma più flanella che tweed. Avendo nel frattempo finito il Tuderi (parzialmente indirizzato alla damigianetta dell'aceto del suocero!) mi ci sono concentrato meglio stasera. C'è poco da fare, è di una grande bevibilità, quel poco alcool poi lo rende ancora più invogliante. Un gioiellino.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
diamonddave
Messaggi: 1170
Iscritto il: 06 dic 2010 15:42
Località: Terronialand

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda diamonddave » 02 nov 2013 06:36

A leggere il thread di davidef vien voglia di fare i bagagli e cambiar hobby :wink: .... intanto però noi si continua a bere "terreno" chissà un giorno ci tocchi il soprannaturale.

Trento extra brut Lunelli Riserva 2005 – Ferrari :D :D :D :D
Bevuto in realtà il 31 dall’amico Max/Le Giare, come aperitivo per ingannare il tempo in attesa che arrivasse l’ora del pranzo per salutarsi…
Bella bollicina con un naso elegante e da una bocca incisiva. Alla fine mi è piaciuta un po’ meno del brut perlé non riserva bevuto un paio di settimane fa, proprio a causa della bevibilità meno agile che lo caratterizzava. Per l’amor di dio… abbiam finito la bottiglia in due ed in meno di un'ora fra una puttanata e l'altra, però mi è sembrato meno sgargarozzabile dell’altro. Forse mi sbaglio 8)

Sagrantino di Montefalco 25 anni 2001 – Arnaldo Caprai :D :D :D :D :D
Vinone affascinante. Era in cantina da circa un paio di anni (comprato qui sul forum) ed ero curioso di riberlo. Naso intatto sin dall’apertura, colore semplicemente integro, nulla faceva pensare ai 12 anni che il vino si portava addosso. Spezie a profusione e poi tabacco e humus in quantità, tanto che sembra di essere in moto da girar per boschi in quelle zone, con i profumi della vegetazione che ti entrano nel casco. Bocca morbida, ma ancora caratterizzata da un tannino vigoroso e fitto, e con una eleganza che perde colpi solo in un momento della bevuta, quando il vino s’è presentato un pelo aggressivo al naso, ma poi è passato. Persistenza davvero notevole. A vederlo così, gli darei altri 10 anni di vita senza particolari accorgimenti e affanni. Una vera garanzia di durata nel tempo.
... per intenderci: la differenza fra me ed un sommelier è la stessa che passa fra un porno attore ed un ginecologo. © diamonddave 8)
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda arnaldo » 02 nov 2013 12:13

Immagine

In questi giorni
FRANCOIS CHIDAINE - Montlouis Les Tuffeaux 2009 - paglierino scarico. Profumi classici dello chenin. Roccia spaccata, poi pesca bianca,caramella d'agrumi,fiori gialli.....sempre sussurati....bocca splendida,con quel microfilino di zucchero in splendido equilibrio con la mineralita' del vitigno...bella bottiglia da godere anche subito complice l'annata.....
RENE CACHEAUX - Vosne Romanèe 2007 - rubino trasparente. Naso austero,rigoroso,"Nebbioleggiante". Lentamente,con l'aria,escono le classiche fragoline sottospirito,note di muschio,e spezie scure..poi tabacco essicato. Bocca Vosne,con forza,allungo,marcata da calore e tannino ancora presente,ma bottiglia piu' che corretta dall'ottimo rapporto Q/P.
Az agr SESTI - Rosso di Montalcino 2009 - rubino con sfumature granato. Naso fin da subito solare ed espressivo. Arancia sanguinella,spezie macinate, succo di melograno,sprizza golosita' da tutti i pori. Bocca scintillante, perfettamente in linea con quanto percepito al naso,c'è sale,freschezza,alcool misurato,e quel frutto agrumato goloso targato 2009. Da bere senza tanti indugi.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda de magistris » 02 nov 2013 12:36

arnaldo ha scritto:Immagine

In questi giorni
FRANCOIS CHIDAINE - Montlouis Les Tuffeaux 2009 - paglierino scarico. Profumi classici dello chenin. Roccia spaccata, poi pesca bianca,caramella d'agrumi,fiori gialli.....sempre sussurati....bocca splendida,con quel microfilino di zucchero in splendido equilibrio con la mineralita' del vitigno...bella bottiglia da godere anche subito complice l'annata.....
RENE CACHEAUX - Vosne Romanèe 2007 - rubino trasparente. Naso austero,rigoroso,"Nebbioleggiante". Lentamente,con l'aria,escono le classiche fragoline sottospirito,note di muschio,e spezie scure..poi tabacco essicato. Bocca Vosne,con forza,allungo,marcata da calore e tannino ancora presente,ma bottiglia piu' che corretta dall'ottimo rapporto Q/P.
Az agr SESTI - Rosso di Montalcino 2009 - rubino con sfumature granato. Naso fin da subito solare ed espressivo. Arancia sanguinella,spezie macinate, succo di melograno,sprizza golosita' da tutti i pori. Bocca scintillante, perfettamente in linea con quanto percepito al naso,c'è sale,freschezza,alcool misurato,e quel frutto agrumato goloso targato 2009. Da bere senza tanti indugi.


Arnaldo, sei troppo esterofilo: cerca di bere un po' più italiano... :lol:
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)
gpetrus
Messaggi: 2581
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda gpetrus » 02 nov 2013 12:41

paperofranco ha scritto:Stasera, con roast-beef e cappelle di porcini di mezz'età in teglia, avevo voglia di qualcosa di serio.

Barbaresco Montestefano 2004 Rivella.
Colore paradigmatico. Il profumo è quello del nebbiolo di alta classe, o almeno quello che io considero tale, con un paio di caratteristiche che spesso ho riscontrato nei miei preferiti: sfumature floreali pregevoli(rosa) e una sottile vena agrumata attraverso(scorza d'arancia); un'evoluzione olfattiva a ritroso della rosa, che in questo caso parte macerata e torna fresca. Avvincente lo sviluppo al palato, con tannini cesellati ed un finale che colpisce in profondità, lungo, succoso, e ricamato di finissimo sale in chiusura.
Uno di quei casi mirabili in cui la severità tipica di questo bellissimo cru(a mio avviso il più baroleggiante di tutti), viene filtrata con il fruttato indolente di quest'annata benedetta, e il risultato è superbo.
Per me, un grande vino, punto e basta.

Come ho già fatto per la riserva 2006 di Valdellecorti, lancio un'OPA "amichevole" su eventuali bottiglie in possesso di forumisti che per qualche motivo volessero cederle. Non scherzo e pago bene(senza esagerare però :mrgreen: ). Grazie.


condivido in toto......bevuto poco tempo fa un grande 2001 , e in cantina conservo tutte le annate dal 2003 in poi :D
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda arnaldo » 02 nov 2013 12:49

de magistris ha scritto:
Arnaldo, sei troppo esterofilo: cerca di bere un po' più italiano... :lol:


C'hai ragione,Paolo.....ma è l'eterno conflitto Italia/Francia.....e gli acquisti scappano piu' di la'.......ma lunedi' c'ho qua Sabino e mi rifaccio con gli interessi........anche se poi ci saranno tanti champagnini........cercero' di fare a meta'...... :D :D
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Spectator
Messaggi: 3800
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda Spectator » 02 nov 2013 13:34

..Rosso del Conte 1997,Tasca d' Almerita. Preso poco prima del precipizio !Rosso cupo con riflessi aranciati. Al naso pochi profumi di fruttini rossi ; bocca ancora..piacevole ma un un tantino sfibrata e stanca .Niente di balsamico e tanto residuo.Due/tre anni fa..sarebbe stata una buona bevuta.Pagato..poco,nn me ne rammarico piu' di tanto :) .
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda de magistris » 02 nov 2013 13:49

arnaldo ha scritto:
de magistris ha scritto:
Arnaldo, sei troppo esterofilo: cerca di bere un po' più italiano... :lol:


C'hai ragione,Paolo.....ma è l'eterno conflitto Italia/Francia.....e gli acquisti scappano piu' di la'.......ma lunedi' c'ho qua Sabino e mi rifaccio con gli interessi........anche se poi ci saranno tanti champagnini........cercero' di fare a meta'...... :D :D


:P :P
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)
fabrizio leone
Messaggi: 687
Iscritto il: 06 giu 2012 15:00
Località: san Colombano al lambro ( MI )

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda fabrizio leone » 02 nov 2013 19:39

insieme con amici una di queste sere

Esterlin Brut, piacevole, buono come inizio serata vs salame ed acciughe sott'olio

Bonnaire Blan de Blaqncs, più corposo, vs Risotto con chiodini ferschi

Jacques Copinet Blanc de Blancs, Millesime 2004 ( non mi ha convinto ), vs tortini di patate con cuore di grana padano 24 mesi,adagiato su un letto di pioppini

Rene collard 1985, bottiglia andata!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! porcaccia miseria!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


fine cena: Bas armagnac 1995 Dartigolungue, molto piacevole
Avatar utente
george7179
Messaggi: 2005
Iscritto il: 05 feb 2011 21:32
Località: Reggio Emilia

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda george7179 » 02 nov 2013 20:44

Oggi secondo giorno in champagne... solo due cantine ma direi alta qualità!

Entrambe nella cote de blanc:

Pierre Gimonnet
Pierre Moncuit

Fanno solo blanc de blancs con uve grand cru, tutti i vini, a partire dai base sono molto godibili, per arrivare ai millesimi o riserve che hanno potenza e persistenza da vendere. In più lasciano una bocca pulita e morbida che invita a berne all' infinito... :D
#23# "The best there ever was, the best there ever will be" #23#
Avatar utente
george7179
Messaggi: 2005
Iscritto il: 05 feb 2011 21:32
Località: Reggio Emilia

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda george7179 » 02 nov 2013 20:49

diamonddave ha scritto:A leggere il thread di davidef vien voglia di fare i bagagli e cambiar hobby :wink: .... intanto però noi si continua a bere "terreno" chissà un giorno ci tocchi il soprannaturale.

Trento extra brut Lunelli Riserva 2005 – Ferrari :D :D :D :D
Bevuto in realtà il 31 dall’amico Max/Le Giare, come aperitivo per ingannare il tempo in attesa che arrivasse l’ora del pranzo per salutarsi…
Bella bollicina con un naso elegante e da una bocca incisiva. Alla fine mi è piaciuta un po’ meno del brut perlé non riserva bevuto un paio di settimane fa, proprio a causa della bevibilità meno agile che lo caratterizzava. Per l’amor di dio… abbiam finito la bottiglia in due ed in meno di un'ora fra una puttanata e l'altra, però mi è sembrato meno sgargarozzabile dell’altro. Forse mi sbaglio 8)

Sagrantino di Montefalco 25 anni 2001 – Arnaldo Caprai :D :D :D :D :D
Vinone affascinante. Era in cantina da circa un paio di anni (comprato qui sul forum) ed ero curioso di riberlo. Naso intatto sin dall’apertura, colore semplicemente integro, nulla faceva pensare ai 12 anni che il vino si portava addosso. Spezie a profusione e poi tabacco e humus in quantità, tanto che sembra di essere in moto da girar per boschi in quelle zone, con i profumi della vegetazione che ti entrano nel casco. Bocca morbida, ma ancora caratterizzata da un tannino vigoroso e fitto, e con una eleganza che perde colpi solo in un momento della bevuta, quando il vino s’è presentato un pelo aggressivo al naso, ma poi è passato. Persistenza davvero notevole. A vederlo così, gli darei altri 10 anni di vita senza particolari accorgimenti e affanni. Una vera garanzia di durata nel tempo.

Ho bevuto il Caprai 2001 ad aprile e concordo pienamente... la cosa che mi aveva impressionato era il tannino ancora di una forza inaspettata, tanto che mi ero ripromesso di non toccare la seconda bottiglia per almeno altri 5 anni, ben sapendo che ne avrebbe avuti molti di più prima di raggiungere l'apice! Per ora sto resistendo... nonostante il piacevolissimo ricordo... :mrgreen:
#23# "The best there ever was, the best there ever will be" #23#
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda davidef » 02 nov 2013 23:56

Immagine

2005....sempre una garanzia sebbene per me abbia già il fiato corto per una evoluzione incipiente, consiglio di berlo senza indugi da ora ad un paio di anni massimo
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda davidef » 03 nov 2013 00:01

Immagine

bella coppietta di vinelli rossi da pizza, molto leggiadro e tutto sulla ciliegia il Valpolicella, caramellina golosa, nettamente su altra dimensione il Morgon con alcune sfaccettature quasi rodanesche, bottiglia che si beve da sola ma che ha pure complessità e prospettive di evoluzione nel medio periodo
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8687
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHE BEVESSIMO A NOVEMBRE 2013

Messaggioda arnaldo » 03 nov 2013 11:18

Ieri sera
AGRAPART - Champagne Brut Les 7 crus - incredibile. Un paio di annetti di cantina.....ed è ancora teso, agrumato,floreale,molto delicato, indicato da aperitivo o piatti molto soft,ha facilita' di beva pur non lasciando grosse tracce gustative....simpatico.......
az agr ELVIO COGNO - Barolo Ravera 2004 - appena aperto parte profumato a palla, con tabacco,muschio,frutta scura......poi quasi s'ammutolisce per riemergere con note di sanguinella,spezie scure e sottobosco,declinanti al fungo. Bocca di carattere,tannino e alcool hanno il sopravvento,ma con zampone e pure' ha fatto un discreto abbinamento......nel complesso pero' non una bottiglia memorabile visto l'annata........
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: emigrato, markov, paolik, zampaflex e 20 ospiti