Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
andrea
Messaggi: 8100
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda andrea » 20 set 2013 15:14

... ,,,, .. ,,,,, ...... ...... ...... ..... ...... .... ,,,,,,,, ;;;;;;;;; ::::::::::::

:mrgreen: :mrgreen:
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
gp
Messaggi: 2662
Iscritto il: 22 apr 2008 11:39

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda gp » 20 set 2013 15:35

il chiaro ha scritto:
gambero_parlante ha scritto:Montepulciano d'Abruzzo Cocciapazza ’10 Torre dei Beati
Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane Adrano ’10 Villa Medoro
Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane Neromoro Ris. ’09 Bruno Nicodemi

Belli pur stilisticamente diversi.
Neromoro per amanti "kurni style", Cocciapazza selvatico, più "internazionale" il villa medoro.
Bravi

Peraltro, i primi due sono 3 anni di fila che vengono premiati (il Cocciapazza anche 4). Il 3°Montepulciano d'Abruzzo "abbonato" ai YYY negli ultimi 3 anni è I Vasari dei F.lli Barba. Gli altri ruotano di anno in anno, tra cui Nicodemi che è nuovo ai YYY, almeno per gli ultimi 5 anni. Un caso particolare è Castorani, sempre premiato nelle ultime 3 edizioni, ma ogni volta con un Montepulciano diverso.
gp
Avatar utente
benux
Messaggi: 601
Iscritto il: 21 apr 2010 12:50

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda benux » 20 set 2013 15:52

di Valentini premiato il trebbiano immagino che non uscirà una nuova annata di Montepulciano?
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20278
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda pippuz » 20 set 2013 16:08

benux ha scritto:di Valentini premiato il trebbiano immagino che non uscirà una nuova annata di Montepulciano?

Magari c'era, solo che premiano un solo vino per ogni azienda ... forse. :lol: :twisted:
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda alexer3b » 20 set 2013 16:43

benux ha scritto:di Valentini premiato il trebbiano immagino che non uscirà una nuova annata di Montepulciano?

La prossima uscita sarà il 2010 di Montepulciano e avrà un affinamento da Monfortino. :mrgreen:

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
digre67
Messaggi: 1324
Iscritto il: 06 giu 2007 13:30
Località: Aurocastro

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda digre67 » 20 set 2013 16:44

Mah, io ho qualche perplessità sui premi assegnati ad alcune cantine "nuove", avendone assaggiato i vini nelle ultime due estati con scarsissima soddisfazione.

Trovo, invece, che siano molto bravi a Loreto Aprutino e non mi riferisco solo a Valentini :wink:

Adrano è un prodotto corretto, imbottigliato da una bella azienda, ma nessuno si offenderà se lo trovo poco emozionante (imho s'intende).

Al contrario di Marco, io, per ovvie ragioni, amo molto il Montepulciano, ma non vedere a premi un produttore classico come Cataldi Madonna, mentre si assegnano i tre bicchieri in quel di Crecchio, mi lascia molto perplesso.

D'altronde questa è la guida che ha ostracizzato per anni il caro e mai troppo rimpianto Nicola Santoleri....forse qualcuno ricorderà il vecchio direttore quando sollecitato sul punto scriveva: "lasciamo perdere Santoleri!".

Onestamente a me sta lista, nel suo complesso, non piace per un c@zzo, ma forse, detto con la massima onestà, sono io che debbo aggiornarmi.
Le ultime parole famose: "Ci sono state richieste di chiarimenti (mi risulta così, ma non posso svelare la fonte) e non c'è stata risposta alcuna."

"I'm a man! Well, nobody's perfect!"
Avatar utente
mbrown
Messaggi: 4422
Iscritto il: 06 giu 2007 11:01
Località: Modena

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda mbrown » 20 set 2013 16:47

alexer3b ha scritto:
benux ha scritto:di Valentini premiato il trebbiano immagino che non uscirà una nuova annata di Montepulciano?

La prossima uscita sarà il 2010 di Montepulciano e avrà un affinamento da Monfortino. :mrgreen:

Alex

:shock:
Mi/ci prendi per il culo o dici sul serio?
Forse ho sbagliato a giudicare Stromberg. Un uomo che beve Dom Perignon del '52 non può essere cattivo. (Bond)
Io nella guida dell'Emilia a 'sto Masseto gli dò 84!
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda Francvino » 20 set 2013 17:03

gp ha scritto:Un caso particolare è Castorani, sempre premiato nelle ultime 3 edizioni, ma ogni volta con un Montepulciano diverso.


è la dura legge del bussolotto: l'urna ha detto sempre vini diversi.
Invece al Milan capita il contrario: nei gironi all'italiana della Champions pesca sempre il Barcellona. :lol:
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda Francvino » 20 set 2013 17:04

il chiaro ha scritto:E poi come il kurni C'ERA solo il kurni visto che il 2011 in uscita è decisamente "moderato" rispetto alle annate precedenti.


Forse ho inteso male ma se dici che Kurni è decisamente "moderato" rispetto al passato secondo me dovresti assaggiarlo con più calma, o mettergli vicino un 2010, quello si più piccolino ed equilibrato.
Il Kurni 2011 è tipico vino da annata calda e opulenta, come fu 2003 e 2006.
Proprio col 2006 ha molte analogie quanto a presenza ricchezza zuccherina e cremosità di frutto.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda vignadelmar » 20 set 2013 17:49

Francvino ha scritto:
Palma ha scritto:Se non erro (non sono gp), il Montepulciano d'Abruzzo al momento passa in testa come tipologia di vino più premiato, scavalcando gli altrettanto ottimi Sangiovese di Romagna e Primitivo (seppur da tre diverse denominazioni) fermi a 7 riconoscimenti.



La classifica immagino subirà degli sconvolgimenti.
Devono ancora entrare in campo le corazzate Brunello, Chianti Classico, Amarone, Barolo e Barbaresco.
Anche Sagrantino, Sfursat e Valpolicella potrebbero insidiare il Montepulciano.
Per non parlare di Barbera d'Alba o Asti.
Il Taurasi poi è come l'Avellino: gioca per vincere il titolo.
Il campionato è ancora lungo. :mrgreen:


E il verdicchio te lo sei scordato ????

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda vignadelmar » 20 set 2013 17:54

M. de Hades ha scritto: "Beh" anche per me.
D'accordissimo con Franc: pur apprezzandoli entrambi (nel mio noto eclettismo enoico), non direi proprio che Kurni e Neromoro siano vini dallo stile identico o comparabile.
A margine mi limito a sottolineare come la mia idea (proposta da tempo e in tempi non sospetti) che il Montepulciano d'Abruzzo sia un vino potenzialmente molto interessante sta cominciando a fare proseliti. :roll: :D


E' però fuor di dubbio che il montepulciano, Maestro a parte (e non sempre), dia risultati nettamente migliori nelle Marche.

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda Francvino » 20 set 2013 18:40

digre67 ha scritto:
Al contrario di Marco, io, per ovvie ragioni, amo molto il Montepulciano, ma non vedere a premi un produttore classico come Cataldi Madonna, mentre si assegnano i tre bicchieri in quel di Crecchio, mi lascia molto perplesso

Onestamente a me sta lista, nel suo complesso, non piace per un c@zzo, ma forse, detto con la massima onestà, sono io che debbo aggiornarmi.


Alessandro Bocchetti sostiene che i vini di Crecchio, ossia Tenuta Ulisse, sono migliorati moltissimo negli ultimi anni.
L'intento di aggiornarsi credo sia doveroso a questo punto. :D
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12198
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda Alberto » 20 set 2013 18:48

vignadelmar ha scritto:E' però fuor di dubbio che il montepulciano, Maestro a parte (e non sempre), dia risultati nettamente migliori nelle Marche.

Ciao

.

Infatti, i migliori per me sono nel Conero... :wink: :D
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda vignadelmar » 20 set 2013 18:53

Alberto ha scritto:
vignadelmar ha scritto:E' però fuor di dubbio che il montepulciano, Maestro a parte (e non sempre), dia risultati nettamente migliori nelle Marche.

Ciao

.

Infatti, i migliori per me sono nel Conero... :wink: :D


Beh, beh, c'è poco da scherzare........ :wink:

A maggio io e Francvino abbiamo fatto una visita a Fattoria Le Terrazze ed abbiamo bevuto mooooolto bene, con, in più, una bottiglia stratosferica di Vision of J 1997

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
digre67
Messaggi: 1324
Iscritto il: 06 giu 2007 13:30
Località: Aurocastro

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda digre67 » 20 set 2013 19:07

Francvino ha scritto:
digre67 ha scritto:
Al contrario di Marco, io, per ovvie ragioni, amo molto il Montepulciano, ma non vedere a premi un produttore classico come Cataldi Madonna, mentre si assegnano i tre bicchieri in quel di Crecchio, mi lascia molto perplesso

Onestamente a me sta lista, nel suo complesso, non piace per un c@zzo, ma forse, detto con la massima onestà, sono io che debbo aggiornarmi.


Alessandro Bocchetti sostiene che i vini di Crecchio, ossia Tenuta Ulisse, sono migliorati moltissimo negli ultimi anni.
L'intento di aggiornarsi credo sia doveroso a questo punto. :D


Non ho motivo di dubitarne.
Le diverse bottiglie bevute nel 2012, di varie tipologie (non ricordo le annate, non ricordo i nomi e anche se questo per me è frequente, non è proprio un buon segno), non mi sono piaciute.
Non posso dire che mi abbiano deluso, perché non avevo particolari aspettative.

Quest'anno, forse perché prevenuto o anche solo "scottato" dall'esperienza dell'anno precedente, ho evitato di bere i vini di quella cantina.

Comunque, ripeto, pronto a ricredermi!
Le ultime parole famose: "Ci sono state richieste di chiarimenti (mi risulta così, ma non posso svelare la fonte) e non c'è stata risposta alcuna."

"I'm a man! Well, nobody's perfect!"
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda il chiaro » 20 set 2013 19:36

Francvino ha scritto:
il chiaro ha scritto:E poi come il kurni C'ERA solo il kurni visto che il 2011 in uscita è decisamente "moderato" rispetto alle annate precedenti.


Forse ho inteso male ma se dici che Kurni è decisamente "moderato" rispetto al passato secondo me dovresti assaggiarlo con più calma, o mettergli vicino un 2010, quello si più piccolino ed equilibrato.
Il Kurni 2011 è tipico vino da annata calda e opulenta, come fu 2003 e 2006.
Proprio col 2006 ha molte analogie quanto a presenza ricchezza zuccherina e cremosità di frutto.


Il 2011 bevuto in un paio di banchi d'assaggio in estate a me è parso meno opulento del solito, sempre Kurni rimane neh. Beh, a breve esce e son pronto a cospargermi il capo di cenere
let me put my love into you babe
let me put my love on the line

let me put my love into you babe
let me cut your cake with my knife

Brian Johnson
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12198
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda Alberto » 21 set 2013 08:39

vignadelmar ha scritto:A maggio io e Francvino abbiamo fatto una visita a Fattoria Le Terrazze ed abbiamo bevuto mooooolto bene, con, in più, una bottiglia stratosferica di Vision of J 1997

Sempre vini impeccabili quelli di Antonio Terni...anche se tende a piacermi di più uno stile più severo e rusticheggiante, leggi Moroder e Strologo.

Sarei curioso di sentire le ultime uscite del Grosso Agontano di Garofoli, invece.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda vignadelmar » 21 set 2013 10:23

Alberto ha scritto:
vignadelmar ha scritto:A maggio io e Francvino abbiamo fatto una visita a Fattoria Le Terrazze ed abbiamo bevuto mooooolto bene, con, in più, una bottiglia stratosferica di Vision of J 1997

Sempre vini impeccabili quelli di Antonio Terni...anche se tende a piacermi di più uno stile più severo e rusticheggiante, leggi Moroder e Strologo.

Sarei curioso di sentire le ultime uscite del Grosso Agontano di Garofoli, invece.


Intanto, a Le Terrazze, fanno anche il Sassi Neri che forse si avvicina più alle tue corde. Però, ripeto, quel Vision of J rasentava l'assoluto.

Strologo a me non piace tantissimo se non dopo molti, molti anni. Troppo duri, troppo marcati, sia all'uscita che dopo parecchio tempo. ma Silvano ha le sue personalissime idee e le porta avanti. Qualcosa di vecchio dovrei averlo, non ricordo, devo andare a cercare.

Sul Grosso Agontano, bel vino, mi manca l'acuto, la grandissima versione. E' sempre molto buono ma anche bevendone ripetutamente bottiglie vecchie non trova mai la bottiglia che mi fa saltare sulla sedia.

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda de magistris » 21 set 2013 10:53

vignadelmar ha scritto:
M. de Hades ha scritto: "Beh" anche per me.
D'accordissimo con Franc: pur apprezzandoli entrambi (nel mio noto eclettismo enoico), non direi proprio che Kurni e Neromoro siano vini dallo stile identico o comparabile.
A margine mi limito a sottolineare come la mia idea (proposta da tempo e in tempi non sospetti) che il Montepulciano d'Abruzzo sia un vino potenzialmente molto interessante sta cominciando a fare proseliti. :roll: :D


E' però fuor di dubbio che il montepulciano, Maestro a parte (e non sempre), dia risultati nettamente migliori nelle Marche.

Ciao

.


io la penso esattamente al contrario: al di là delle specifiche declinazioni, mediamente trovo sempre più carattere e ampiezza stilistica nei montepulciano abruzzesi, là dove nelle Marche mi sembra che lo "schema" si limiti fondamentalmente a due opzioni: lettura un po' "internazionale", tendente all'algido e personalmente al noioso, lettura "casolanettiana", tipo piceni invisibili, che mi appassiona di più ma non sempre mi soddisfa sul piano della bevibilità. Su questo piano, Valentini, Pepe, Cataldi Madonna, Torre dei Beati, Praesidium, Valle Reale sono quasi sempre più in linea coi miei gusti.
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda vignadelmar » 21 set 2013 11:08

de magistris ha scritto:

io la penso esattamente al contrario: al di là delle specifiche declinazioni, mediamente trovo sempre più carattere e ampiezza stilistica nei montepulciano abruzzesi, là dove nelle Marche mi sembra che lo "schema" si limiti fondamentalmente a due opzioni: lettura un po' "internazionale", tendente all'algido e personalmente al noioso, lettura "casolanettiana", tipo piceni invisibili, che mi appassiona di più ma non sempre mi soddisfa sul piano della bevibilità. Su questo piano, Valentini, Pepe, Cataldi Madonna, Torre dei Beati, Praesidium, Valle Reale sono quasi sempre più in linea coi miei gusti.


Posizione lecita, ma dissento.

In alcuni abruzzesi trovo una esasperata ricerca di magrazza, acidità, sfrondatura da presunti inutili orpelli o quello che erroneamente molti ritengono tali. Trovo vini cerebrali ma non di piacevolissima beva. Trovo vini molto modaioli, cioè uguali ma contrari a certi altri che andavano di modo prima. Insomma si vanno sostituendo dei totem con altri totem.

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda de magistris » 21 set 2013 11:25

vignadelmar ha scritto:
de magistris ha scritto:

io la penso esattamente al contrario: al di là delle specifiche declinazioni, mediamente trovo sempre più carattere e ampiezza stilistica nei montepulciano abruzzesi, là dove nelle Marche mi sembra che lo "schema" si limiti fondamentalmente a due opzioni: lettura un po' "internazionale", tendente all'algido e personalmente al noioso, lettura "casolanettiana", tipo piceni invisibili, che mi appassiona di più ma non sempre mi soddisfa sul piano della bevibilità. Su questo piano, Valentini, Pepe, Cataldi Madonna, Torre dei Beati, Praesidium, Valle Reale sono quasi sempre più in linea coi miei gusti.


Posizione lecita, ma dissento.

In alcuni abruzzesi trovo una esasperata ricerca di magrazza, acidità, sfrondatura da presunti inutili orpelli o quello che erroneamente molti ritengono tali. Trovo vini cerebrali ma non di piacevolissima beva. Trovo vini molto modaioli, cioè uguali ma contrari a certi altri che andavano di modo prima. Insomma si vanno sostituendo dei totem con altri totem.

Ciao

.


personalmente non sono interessato a mode o totem: la pensavo così già 5-6 anni fa e gli ultimi assaggi rossi nelle Marche (non tantissimi, ad onor del vero) non mi hanno fatto cambiare idea. Ne parlammo anche con Pierpaolo alle finali: fuori dal Piceno, tanti vini formalmente inappuntabili ma per me un po' troppo "pettinati", con poche scintille. In Abruzzo mi diverto di più col montepulciano, tutto qua. :D
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)
Avatar utente
benux
Messaggi: 601
Iscritto il: 21 apr 2010 12:50

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda benux » 21 set 2013 12:11

Forse nel Fermano con La Regina del Bosco di Dezi soprattutto nelle sue versioni riserva riusciamo a trovare la giusta via di mezzo tra i due tipi di MOntepulciano? :D
M. de Hades
Messaggi: 6881
Iscritto il: 06 giu 2007 11:37

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda M. de Hades » 21 set 2013 19:59

de magistris ha scritto:
vignadelmar ha scritto:
de magistris ha scritto:

io la penso esattamente al contrario: al di là delle specifiche declinazioni, mediamente trovo sempre più carattere e ampiezza stilistica nei montepulciano abruzzesi, là dove nelle Marche mi sembra che lo "schema" si limiti fondamentalmente a due opzioni: lettura un po' "internazionale", tendente all'algido e personalmente al noioso, lettura "casolanettiana", tipo piceni invisibili, che mi appassiona di più ma non sempre mi soddisfa sul piano della bevibilità. Su questo piano, Valentini, Pepe, Cataldi Madonna, Torre dei Beati, Praesidium, Valle Reale sono quasi sempre più in linea coi miei gusti.


Posizione lecita, ma dissento.

In alcuni abruzzesi trovo una esasperata ricerca di magrazza, acidità, sfrondatura da presunti inutili orpelli o quello che erroneamente molti ritengono tali. Trovo vini cerebrali ma non di piacevolissima beva. Trovo vini molto modaioli, cioè uguali ma contrari a certi altri che andavano di modo prima. Insomma si vanno sostituendo dei totem con altri totem.

Ciao

.


personalmente non sono interessato a mode o totem: la pensavo così già 5-6 anni fa e gli ultimi assaggi rossi nelle Marche (non tantissimi, ad onor del vero) non mi hanno fatto cambiare idea. Ne parlammo anche con Pierpaolo alle finali: fuori dal Piceno, tanti vini formalmente inappuntabili ma per me un po' troppo "pettinati", con poche scintille. In Abruzzo mi diverto di più col montepulciano, tutto qua. :D



Pur ribadendo la legittimità delle posizioni di ciascuno, in questo caso la mia idea è decisamente più in linea con de magistris che non con vigna.
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda vignadelmar » 21 set 2013 20:19

M. de Hades ha scritto: Pur ribadendo la legittimità delle posizioni di ciascuno, in questo caso la mia idea è decisamente più in linea con de magistris che non con vigna.


Il contrario mi sarebbe sembrato molto strano !


Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
diamonddave
Messaggi: 1170
Iscritto il: 06 dic 2010 15:42
Località: Terronialand

Re: Tre Bicchieri 2014: Abruzzo

Messaggioda diamonddave » 21 set 2013 20:35

vignadelmar ha scritto:
de magistris ha scritto:

io la penso esattamente al contrario: al di là delle specifiche declinazioni, mediamente trovo sempre più carattere e ampiezza stilistica nei montepulciano abruzzesi, là dove nelle Marche mi sembra che lo "schema" si limiti fondamentalmente a due opzioni: lettura un po' "internazionale", tendente all'algido e personalmente al noioso, lettura "casolanettiana", tipo piceni invisibili, che mi appassiona di più ma non sempre mi soddisfa sul piano della bevibilità. Su questo piano, Valentini, Pepe, Cataldi Madonna, Torre dei Beati, Praesidium, Valle Reale sono quasi sempre più in linea coi miei gusti.


Posizione lecita, ma dissento.

In alcuni abruzzesi trovo una esasperata ricerca di magrazza, acidità, sfrondatura da presunti inutili orpelli o quello che erroneamente molti ritengono tali. Trovo vini cerebrali ma non di piacevolissima beva. Trovo vini molto modaioli, cioè uguali ma contrari a certi altri che andavano di modo prima. Insomma si vanno sostituendo dei totem con altri totem.

Ciao

.

Lucià... anche io metto un punto in più agli Abruzzesi rispetto ai Marchigiani, cioè di tanti montepulciano bevuti, a memoria in Abruzzo ho trovato vini più tosti, con il montepulciano alla sua migliore manifestazione. L'idea che m'ero fatta è che l'Abruzzo, più delle Marche, sia terra in cui il Montepulciano si esprime meglio.
Perché dici che son modaioli?

Poi sia chiaro, i marchigiani sono comunque ottimi, anche senza mettere in campo il Kurni, anzi, il mio discorso vale escludendo gli estremi Kurni/Valentini, anche se pure qui io preferisco il secondo...
... per intenderci: la differenza fra me ed un sommelier è la stessa che passa fra un porno attore ed un ginecologo. © diamonddave 8)

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alberto, Andyele, Biavo, bobbisolo, emigrato, ESwine, giodiui, gpetrus, Michele_10, Nexus1990, zampaflex e 12 ospiti