langhe 2006vs2008

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Sir Panzy
Messaggi: 1173
Iscritto il: 09 giu 2010 00:25

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda Sir Panzy » 30 mag 2013 14:03

kubik ha scritto:
Sir Panzy ha scritto:
manichi ha scritto:Brevemente secondo me :
2006 : grande annata , più potente della 2004 con forse un minor equilibrio , il rischio principale è in certi casi una eccessiva estrazione tannica , in media mi piace assai .
2008 : annata strana , tutto sommato classica a barbaresco , più calda e alcoolica a barolo dove non mancano i 15-15,5% ma neppure vini di livello , annata di manico da non comprare a scatola chiusa
2010 : le premesse sono da grandissima annata , i primi vini in bottiglia sembrano confermarlo , vedremo meglio a settembre dopo un giro più approfondito in zona barbaresco .



2010 assaggiato una 40ina di Barbaresco: annata magra in questa parte di langa, troppi i vini corti e vuoti a metà bocca. Poco equilibrio tra le acidità e la parte tannica. Chi ha centrato il periodo di vendemmia ha cmq degli ottimi Barbaresco. Uno su tutti Rizzi. Attenzione a Castello di Verduno, Cortese e Poderi Colla.. hanno dei piccoli gioiellini in cantina. :mrgreen:

Ciao Luca,
per quel pò assaggiato a Ba&Ba sui 2010 la vedo così anche io, salvo riassaggi appena si potrà.
Per la 2010 "Barbaresco" una sorta di 2008 tendente alla magra 2005?


Domandona difficile :wink: , onestamente non ho ancora trovato un paragone con la 2010 a Barbaresco.. a me la 2005 piace perchè anche se magrolina almeno è sorretta da una bella acidità. I 2010 per ora sono davvero cortini.. Vedremo. In fondo ho solo provato una 40ina di campioni in due batterie serrate, ho bisogno ancora di qualche assaggio/tempo..
Si può sognare una moltitudine di bevande, ma quando si ha veramente sete bisogna svegliarsi per bere. (F)
Gli specialisti dell'anti grillismo sono quasi + patologici dei grillini. (A.M)
Avatar utente
gobrish
Messaggi: 1891
Iscritto il: 27 ago 2010 09:58
Località: Milano

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda gobrish » 30 mag 2013 15:41

paperofranco ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:La 2010 a Barolo penso potrà essere un'annata splendida, senza troppi dubbi.
A barbaresco non saprei; onestamente l'unico assaggio all'attivo è del langhe nebbiolo di Aldo Bianco (vino bellissimo). Comunque ho l'impressione che a Barbaresco più che a Barolo la differenza la farà la mano del produttore.

Su 2006 e 2008, in quanto a Barolo direi che in prospettiva la 2006 dovrebbe dimostrarsi nettamente superiore, ma dovendo bere qualcosa oggi e scegliendo il produttore giusto, io aprirei senza alcun dubbio un 2008. Il Monvigliero di Burlotto, il Ginestra Casa Maté di Elio Grasso, i Barolo di Giuseppe e Marta Rinaldi, Il Villero di Fenocchio, il Bricco Sarmassa di Brezza, Cascina Francia, il Colonnello di Aldo Conterno (appena uscito, ora non so)... direi pure il barolo di Teresa Mascarello... tutti 2008, sono vini che nelle bevute dei mesi passati ho trovato meravigliosi. Meno bene Schiavenza, per i miei gusti.
Poi chissà come evolverà quest'annata, visto che il profilo è quello di un barolo classico associato però a gradazioni alcoliche mediamente elevate. Intanto però si beve bene.

Tornando alla 2010 e passando in Francia, io sto avendo l'impressione di eccellenza sul fronte dei bianchi. Per i rossi, invece, io starei senza troppi dubbi sulla 2009, tanto in borgogna quanto in nord rodano.


Almeno i baroli lasciamoli in pace per un minimo di dieci anni, detto da uno che ha il cavatappi abbastanza facile. Che senso ha aprire oggi un 2008 o un 2006?


Sul periodo ottimale di stappatura dei Baroli mi sembra che non ci sia molta uniformità di vedute, quando sono stato in Langa per le baroliadi sia Brezza che Maria Teresa Mascarello mi hanno detto che preferiscono bere i loro vini fra i 6 e i 10 anni.
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda paperofranco » 30 mag 2013 20:34

gobrish ha scritto:
paperofranco ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:La 2010 a Barolo penso potrà essere un'annata splendida, senza troppi dubbi.
A barbaresco non saprei; onestamente l'unico assaggio all'attivo è del langhe nebbiolo di Aldo Bianco (vino bellissimo). Comunque ho l'impressione che a Barbaresco più che a Barolo la differenza la farà la mano del produttore.

Su 2006 e 2008, in quanto a Barolo direi che in prospettiva la 2006 dovrebbe dimostrarsi nettamente superiore, ma dovendo bere qualcosa oggi e scegliendo il produttore giusto, io aprirei senza alcun dubbio un 2008. Il Monvigliero di Burlotto, il Ginestra Casa Maté di Elio Grasso, i Barolo di Giuseppe e Marta Rinaldi, Il Villero di Fenocchio, il Bricco Sarmassa di Brezza, Cascina Francia, il Colonnello di Aldo Conterno (appena uscito, ora non so)... direi pure il barolo di Teresa Mascarello... tutti 2008, sono vini che nelle bevute dei mesi passati ho trovato meravigliosi. Meno bene Schiavenza, per i miei gusti.
Poi chissà come evolverà quest'annata, visto che il profilo è quello di un barolo classico associato però a gradazioni alcoliche mediamente elevate. Intanto però si beve bene.

Tornando alla 2010 e passando in Francia, io sto avendo l'impressione di eccellenza sul fronte dei bianchi. Per i rossi, invece, io starei senza troppi dubbi sulla 2009, tanto in borgogna quanto in nord rodano.


Almeno i baroli lasciamoli in pace per un minimo di dieci anni, detto da uno che ha il cavatappi abbastanza facile. Che senso ha aprire oggi un 2008 o un 2006?


Sul periodo ottimale di stappatura dei Baroli mi sembra che non ci sia molta uniformità di vedute, quando sono stato in Langa per le baroliadi sia Brezza che Maria Teresa Mascarello mi hanno detto che preferiscono bere i loro vini fra i 6 e i 10 anni.


Sicuro che intendessero dalla vendemmia e non dalla messa in commercio?
Avatar utente
gobrish
Messaggi: 1891
Iscritto il: 27 ago 2010 09:58
Località: Milano

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda gobrish » 30 mag 2013 20:58

paperofranco ha scritto:
gobrish ha scritto:
paperofranco ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:La 2010 a Barolo penso potrà essere un'annata splendida, senza troppi dubbi.
A barbaresco non saprei; onestamente l'unico assaggio all'attivo è del langhe nebbiolo di Aldo Bianco (vino bellissimo). Comunque ho l'impressione che a Barbaresco più che a Barolo la differenza la farà la mano del produttore.

Su 2006 e 2008, in quanto a Barolo direi che in prospettiva la 2006 dovrebbe dimostrarsi nettamente superiore, ma dovendo bere qualcosa oggi e scegliendo il produttore giusto, io aprirei senza alcun dubbio un 2008. Il Monvigliero di Burlotto, il Ginestra Casa Maté di Elio Grasso, i Barolo di Giuseppe e Marta Rinaldi, Il Villero di Fenocchio, il Bricco Sarmassa di Brezza, Cascina Francia, il Colonnello di Aldo Conterno (appena uscito, ora non so)... direi pure il barolo di Teresa Mascarello... tutti 2008, sono vini che nelle bevute dei mesi passati ho trovato meravigliosi. Meno bene Schiavenza, per i miei gusti.
Poi chissà come evolverà quest'annata, visto che il profilo è quello di un barolo classico associato però a gradazioni alcoliche mediamente elevate. Intanto però si beve bene.

Tornando alla 2010 e passando in Francia, io sto avendo l'impressione di eccellenza sul fronte dei bianchi. Per i rossi, invece, io starei senza troppi dubbi sulla 2009, tanto in borgogna quanto in nord rodano.


Almeno i baroli lasciamoli in pace per un minimo di dieci anni, detto da uno che ha il cavatappi abbastanza facile. Che senso ha aprire oggi un 2008 o un 2006?


Sul periodo ottimale di stappatura dei Baroli mi sembra che non ci sia molta uniformità di vedute, quando sono stato in Langa per le baroliadi sia Brezza che Maria Teresa Mascarello mi hanno detto che preferiscono bere i loro vini fra i 6 e i 10 anni.


Sicuro che intendessero dalla vendemmia e non dalla messa in commercio?


Sicuro, Brezza mi ha detto che ama poco le terziarizzazioni, Maria Teresa mi ha detto che le piace aprire le bottiglie storiche nelle grandi occasioni (che, se ho capito bene, conserva solo in magnum) ma predilige i sentori fruttati dei vini più giovani.
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda paperofranco » 30 mag 2013 21:18

gobrish ha scritto:
paperofranco ha scritto:
gobrish ha scritto:
paperofranco ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:La 2010 a Barolo penso potrà essere un'annata splendida, senza troppi dubbi.
A barbaresco non saprei; onestamente l'unico assaggio all'attivo è del langhe nebbiolo di Aldo Bianco (vino bellissimo). Comunque ho l'impressione che a Barbaresco più che a Barolo la differenza la farà la mano del produttore.

Su 2006 e 2008, in quanto a Barolo direi che in prospettiva la 2006 dovrebbe dimostrarsi nettamente superiore, ma dovendo bere qualcosa oggi e scegliendo il produttore giusto, io aprirei senza alcun dubbio un 2008. Il Monvigliero di Burlotto, il Ginestra Casa Maté di Elio Grasso, i Barolo di Giuseppe e Marta Rinaldi, Il Villero di Fenocchio, il Bricco Sarmassa di Brezza, Cascina Francia, il Colonnello di Aldo Conterno (appena uscito, ora non so)... direi pure il barolo di Teresa Mascarello... tutti 2008, sono vini che nelle bevute dei mesi passati ho trovato meravigliosi. Meno bene Schiavenza, per i miei gusti.
Poi chissà come evolverà quest'annata, visto che il profilo è quello di un barolo classico associato però a gradazioni alcoliche mediamente elevate. Intanto però si beve bene.

Tornando alla 2010 e passando in Francia, io sto avendo l'impressione di eccellenza sul fronte dei bianchi. Per i rossi, invece, io starei senza troppi dubbi sulla 2009, tanto in borgogna quanto in nord rodano.


Almeno i baroli lasciamoli in pace per un minimo di dieci anni, detto da uno che ha il cavatappi abbastanza facile. Che senso ha aprire oggi un 2008 o un 2006?


Sul periodo ottimale di stappatura dei Baroli mi sembra che non ci sia molta uniformità di vedute, quando sono stato in Langa per le baroliadi sia Brezza che Maria Teresa Mascarello mi hanno detto che preferiscono bere i loro vini fra i 6 e i 10 anni.


Sicuro che intendessero dalla vendemmia e non dalla messa in commercio?


Sicuro, Brezza mi ha detto che ama poco le terziarizzazioni, Maria Teresa mi ha detto che le piace aprire le bottiglie storiche nelle grandi occasioni (che, se ho capito bene, conserva solo in magnum) ma predilige i sentori fruttati dei vini più giovani.


Significa che adesso cominciano a bere tranquillamente la 2007 e che per loro un 2001 è già vecchiotto. Accidenti, non me lo sarei aspettato, nonostante consideri i barolo di questi due produttori approcciabili anche in gioventù, per me sarebbero comunque troppo giovani.
Niente da dire, resto tranquillo sul mio punto di vista.
attoadivenire.com

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda attoadivenire.com » 30 mag 2013 21:45

La 2006 barolo sono vini da aspettare che ancora non hanno espersso il loro potenziale, di materia ce n'è tanta ma le parti dure ancora sono in maggioranza, vedi i Barolo di Serralunga!... per il Barbaresco quoto Mersault grandi Vini già godibili da ora, sicuramente anche longevi, come Cortese, Rivella etc, per esempio la Riserva di Cortese è straordinaria!
I Barolo 2008 sono vini molto più equilibrati rispetto alla 2006 vedi Monprivato 2008, Brunate le Coste Rinaldi, Sarmassa di Brezza, Mascarello B. etc , persino i serralunga di Schiavenza hanno tannini più docili :P insomma una bella annata ma non difficilissima.
Per quanto riguarda i 2009 e 2010 per quello che ho assaggiato verrano fuori i terroirs e il manico, meglio Barolo, la Morra, verduno e Castiglion Falletto per i 2009 invece per la 2010 meglio Serralunga e in parte Barolo per esempio Rinaldi e Brezza bevete i Nebbiolo e poi me lo dite :D idem e per i due Mascarello
Barbaresco alcuni 2008 e 2010 per appassionati del Nebbiolo austero la 2009 buonissima ma non di più.
Questo è quello che posso affermare oggi ma con il nebbiolo è difficile fare previsoni precise.....Brezza e Maria Tresa avranno affermato che gli piacciono i vini più giovani o perchè quelli più anzianotti se li bevono loro o perchè spesso mi sono ritrovato in cantina da loro ed era un continuo rompere le pa...di gente che vuole le annate vecchie :mrgreen: :mrgreen:
Avatar utente
nebbiolone
Messaggi: 3985
Iscritto il: 10 ott 2007 12:15
Località: Nebbioli del Nord Piemonte

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda nebbiolone » 30 mag 2013 22:02

perchè discutere 06 e 08 ? sono due ottime annate punto. Oggi poco apprezzabili.

Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?
Quelli che non sanno come passare le giornate , quelli che scrivono sul forum inutilità , quelli che puntano il dito , quelli così insomma fatti in titanio che non han capito che prima si paga poi si spedisce
Nebbiolino
Messaggi: 6739
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda Nebbiolino » 30 mag 2013 22:10

nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?


Organizziamola... :wink:
Avatar utente
petitbogho
Messaggi: 3510
Iscritto il: 10 ott 2008 11:01
Località: Salò

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda petitbogho » 30 mag 2013 22:36

Nebbiolino ha scritto:
nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?


Organizziamola... :wink:

Se non la organizzate voi, nebbiolo piccolo e grande, chi lo dovrebbe fare?
Avatar utente
gobrish
Messaggi: 1891
Iscritto il: 27 ago 2010 09:58
Località: Milano

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda gobrish » 30 mag 2013 22:57

Nebbiolino ha scritto:
nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?


Organizziamola... :wink:


Presente!
Avatar utente
smakso
Messaggi: 398
Iscritto il: 13 set 2007 21:29
Località: milano

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda smakso » 30 mag 2013 23:04

interessato! :)
Avatar utente
nebbiolone
Messaggi: 3985
Iscritto il: 10 ott 2007 12:15
Località: Nebbioli del Nord Piemonte

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda nebbiolone » 30 mag 2013 23:37

Pre estiva ? :D
Quelli che non sanno come passare le giornate , quelli che scrivono sul forum inutilità , quelli che puntano il dito , quelli così insomma fatti in titanio che non han capito che prima si paga poi si spedisce
Avatar utente
smakso
Messaggi: 398
Iscritto il: 13 set 2007 21:29
Località: milano

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda smakso » 30 mag 2013 23:50

nebbiolone ha scritto:Pre estiva ? :D

se po fa! :D
Avatar utente
kubik
Messaggi: 2118
Iscritto il: 22 nov 2007 01:20
Località: piemonte

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda kubik » 30 mag 2013 23:54

Ci potrei essere,
un vigna rionda massolino 05 e bartolo mascarello 05 ci sono
Avatar utente
manichi
Messaggi: 1480
Iscritto il: 06 giu 2007 12:45
Località: A.V.R.

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda manichi » 31 mag 2013 07:45

nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?

Noi domenica una decina li apriamo 8)
Finii con i campi alle ortiche
finii con un flauto spezzato
e un ridere rauco
ricordi tanti
e nemmeno un rimpianto.
Avatar utente
nebbiolone
Messaggi: 3985
Iscritto il: 10 ott 2007 12:15
Località: Nebbioli del Nord Piemonte

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda nebbiolone » 31 mag 2013 07:52

manichi ha scritto:
nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?

Noi domenica una decina li apriamo 8)



Vedi che idea

Fate solo 05?
Quelli che non sanno come passare le giornate , quelli che scrivono sul forum inutilità , quelli che puntano il dito , quelli così insomma fatti in titanio che non han capito che prima si paga poi si spedisce
Avatar utente
nebbiolone
Messaggi: 3985
Iscritto il: 10 ott 2007 12:15
Località: Nebbioli del Nord Piemonte

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda nebbiolone » 31 mag 2013 07:59

sabato prossimo 8 per pranzo come siamo messi ?
Quelli che non sanno come passare le giornate , quelli che scrivono sul forum inutilità , quelli che puntano il dito , quelli così insomma fatti in titanio che non han capito che prima si paga poi si spedisce
Avatar utente
manichi
Messaggi: 1480
Iscritto il: 06 giu 2007 12:45
Località: A.V.R.

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda manichi » 31 mag 2013 08:12

nebbiolone ha scritto:
manichi ha scritto:
nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?

Noi domenica una decina li apriamo 8)



Vedi che idea

Fate solo 05?


Sì solo 05 e solo Barolo
Finii con i campi alle ortiche
finii con un flauto spezzato
e un ridere rauco
ricordi tanti
e nemmeno un rimpianto.
Avatar utente
gobrish
Messaggi: 1891
Iscritto il: 27 ago 2010 09:58
Località: Milano

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda gobrish » 31 mag 2013 09:06

nebbiolone ha scritto:sabato prossimo 8 per pranzo come siamo messi ?


Per me dipende dal dove, credo mia moglie mi lasci appiedato quel w.e.
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda paperofranco » 31 mag 2013 10:49

gabriele succi ha scritto:
paperofranco ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:La 2010 a Barolo penso potrà essere un'annata splendida, senza troppi dubbi.
A barbaresco non saprei; onestamente l'unico assaggio all'attivo è del langhe nebbiolo di Aldo Bianco (vino bellissimo). Comunque ho l'impressione che a Barbaresco più che a Barolo la differenza la farà la mano del produttore.

Su 2006 e 2008, in quanto a Barolo direi che in prospettiva la 2006 dovrebbe dimostrarsi nettamente superiore, ma dovendo bere qualcosa oggi e scegliendo il produttore giusto, io aprirei senza alcun dubbio un 2008. Il Monvigliero di Burlotto, il Ginestra Casa Maté di Elio Grasso, i Barolo di Giuseppe e Marta Rinaldi, Il Villero di Fenocchio, il Bricco Sarmassa di Brezza, Cascina Francia, il Colonnello di Aldo Conterno (appena uscito, ora non so)... direi pure il barolo di Teresa Mascarello... tutti 2008, sono vini che nelle bevute dei mesi passati ho trovato meravigliosi. Meno bene Schiavenza, per i miei gusti.
Poi chissà come evolverà quest'annata, visto che il profilo è quello di un barolo classico associato però a gradazioni alcoliche mediamente elevate. Intanto però si beve bene.

Tornando alla 2010 e passando in Francia, io sto avendo l'impressione di eccellenza sul fronte dei bianchi. Per i rossi, invece, io starei senza troppi dubbi sulla 2009, tanto in borgogna quanto in nord rodano.


Almeno i baroli lasciamoli in pace per un minimo di dieci anni, detto da uno che ha il cavatappi abbastanza facile. Che senso ha aprire oggi un 2008 o un 2006?

Beh Franco, il Lazzairasco di Porro e il Villero (come già detto da Marzio) di Fenocchio (entrambi '08, che abbiamo bevuto assieme a Villa Castiglione) non sono una brutta beva già adesso...no? ;)


Secondo me Gabriele, fra un assaggio di una serie e una bottiglia bevuta con calma c’è la sua differenza. I vini che citi, e che abbiamo sentito insieme, erano molto buoni, con anche una buona bevibilità, e sottolineo bevibilità. Detto questo però, secondo me il periodo di beva ottimale è ancora di là da venire.
Comunque sono concetti che finiscono inevitabilmente nella sfera del gusto personale, quindi molto soggettivi. Parlando di barolo, per me sono entrati in beva(secondo la mia idea di beva di un barolo) dall’inverno scorso i 2001 e anche i 2003(con riserva). I 2004, di cui ho già timidamente assaggiato qualcosa, li considero ancora un po’ indietro e conto di tornarci su il prossimo inverno. Di conseguenza non mi sogno neanche di stappare “per bere” dal 2006 in avanti.
Se poi si tratta di stappare una bottiglia perché non ho avuto modo di assaggiare il vino e sono curioso di farmi un’idea, allora è un altro paio di maniche e l’ho fatto tante volte.
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6705
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda Palma » 31 mag 2013 12:37

manichi ha scritto:
nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?

Noi domenica una decina li apriamo 8)

Non sto nella pelle :mrgreen:
A proposito fatemi sapere cosa devo portare, considerando che l'unico che potrebbe salvarsi non ce l'ho :mrgreen:
ex Victor
Extreme fighet du chateau
vittoxx
Messaggi: 3696
Iscritto il: 22 gen 2009 13:04

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda vittoxx » 31 mag 2013 12:57

Palma ha scritto:
manichi ha scritto:
nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?

Noi domenica una decina li apriamo 8)

Non sto nella pelle :mrgreen:
A proposito fatemi sapere cosa devo portare, considerando che l'unico che potrebbe salvarsi non ce l'ho :mrgreen:

Concordo totalmente ma anche CF è buono, il resto lo puoi sversare. Senti da Geo che quello che dici ce l'ha se lo vuoi davvero 8) poi glielo reintegro io
Avatar utente
manichi
Messaggi: 1480
Iscritto il: 06 giu 2007 12:45
Località: A.V.R.

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda manichi » 31 mag 2013 12:58

Palma ha scritto:
manichi ha scritto:
nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?

Noi domenica una decina li apriamo 8)

Non sto nella pelle :mrgreen:
A proposito fatemi sapere cosa devo portare, considerando che l'unico che potrebbe salvarsi non ce l'ho :mrgreen:


Comunica a joe cosa hai in cantina per evitare doppioni ( sicuro uno ce l'hai perchè l'ho intravvisto nel casino l'ultima volta )
Finii con i campi alle ortiche
finii con un flauto spezzato
e un ridere rauco
ricordi tanti
e nemmeno un rimpianto.
paperofranco
Messaggi: 5967
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda paperofranco » 31 mag 2013 13:07

manichi ha scritto:
Palma ha scritto:
manichi ha scritto:
nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?

Noi domenica una decina li apriamo 8)

Non sto nella pelle :mrgreen:
A proposito fatemi sapere cosa devo portare, considerando che l'unico che potrebbe salvarsi non ce l'ho :mrgreen:


Comunica a joe cosa hai in cantina per evitare doppioni ( sicuro uno ce l'hai perchè l'ho intravvisto nel casino l'ultima volta )


E' prevista qulcosa di Brovia? Nel caso sono molto curioso di sapere come esce dalla degustazione, ricordo che assaggiato all'uscita il suo Rocche 2005 mi era piaciuto più del 2004(che mi era piaciuto parecchio). Ma anche il Cà Mia mi sembrò tanta roba.

E mi sembra il caso di chiedere scusa per l'OT a lapoelcan.
lapoelcan
Messaggi: 2148
Iscritto il: 06 giu 2007 13:08

Re: langhe 2006vs2008

Messaggioda lapoelcan » 31 mag 2013 13:44

paperofranco ha scritto:
manichi ha scritto:
Palma ha scritto:
manichi ha scritto:
nebbiolone ha scritto:
Oggi mi piacerebbe riassaggiare una bella schiera di 2005 per esempio
voi no?

Noi domenica una decina li apriamo 8)

Non sto nella pelle :mrgreen:
A proposito fatemi sapere cosa devo portare, considerando che l'unico che potrebbe salvarsi non ce l'ho :mrgreen:


Comunica a joe cosa hai in cantina per evitare doppioni ( sicuro uno ce l'hai perchè l'ho intravvisto nel casino l'ultima volta )


E' prevista qulcosa di Brovia? Nel caso sono molto curioso di sapere come esce dalla degustazione, ricordo che assaggiato all'uscita il suo Rocche 2005 mi era piaciuto più del 2004(che mi era piaciuto parecchio). Ma anche il Cà Mia mi sembrò tanta roba.

E mi sembra il caso di chiedere scusa per l'OT a lapoelcan.

x me quando si parla di barolo non e' mai OT...
"carne fa carne, pane fa panza e vino fa danza"
"Jean-Paul Sartre ha scritto una frase molto bella che ti dovresti tatuare sul pisello: "Io sono quello che faccio con quello che gli altri hanno fatto di me"

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Biavo, gpetrus, Testadecane e 1 ospite